NBA Smash!  0

Gameloft si è cimentata praticamente con tutti gli sport esistenti, realizzando videogame basati anche su discipline "di nicchia" come il bowling, le freccette, il biliardo e il beach volley. Mancava all'appello, colpevolmente, un gioco di basket... e dunque ecco arrivare NBA Smash!, un prodotto spiccatamente arcade con tanto di licenza ufficiale NBA: 30 squadre e 150 giocatori reali per una serie di partite mozzafiato.

Se ogni anno escono per PC e console delle simulazioni di basket più o meno accurate e più o meno valide, il merito è anche del buon vecchio NBA Jam. Si tratta di un coin-op della Midway che è uscito nelle sale nei primi anni '90: forte di un'impostazione arcade immediata e spettacolare, con partite due-contro-due ai limiti dell'assurdo, ha conquistato milioni di fan in giro per il mondo ed è stato convertito per tutti i sistemi da gioco. Di fatto, ha sdoganato un certo concetto di basket anche tra i videogiocatori, concetto che è stato ripreso in seguito ma senza ottenere i medesimi risultati in termini di popolarità. NBA Smash!, inutile girarci intorno, è un po' un clone di NBA Jam: partite due-contro-due, super tiri, azioni spettacolari, salti improbabili e via dicendo. Gameloft è dunque riuscita a realizzare l'arcade perfetto per cellulare?

Di sicuro gli sviluppatori del gioco non si sono risparmiati per quanto concerne la sostanza, dato che dalla schermata di avvio possiamo accedere a ben quattro diverse modalità: esibizione, torneo, carriera e sfida. La prima ci vede organizzare una partita singola con due squadre a nostra scelta fra le trenta disponibili, mentre la modalità sfida si divide fra gare di schiacciata e di tiri da lontano. Chiaramente sono il torneo e la carriera a fare da fulcro, dandoci la possibilità di partecipare a lunghe competizioni che alla fine incoronano un team vincitore. Prima di scendere in campo, dovremo decidere le regole di base (il punteggio da raggiungere per la vittoria, ad esempio) e i giocatori da utilizzare, quindi ci troveremo faccia a faccia con i nostri avversari. Il sistema di controllo vede il joystick deputato al movimento, il tasto 5 che serve per passare e rubare la palla, il tasto 0 per tirare o per saltare in fase difensiva, mentre i tasti * e # vengono utilizzati rispettivamente per effettuare dei trick o cambiare personaggio e per attivare il super tiro, disponibile quando l'apposita barra (posta nella parte alta dello schermo) è piena.

La realizzazione tecnica del gioco è ottima, senza alcun dubbio. I giocatori non presentano differenze fra loro, diciamo che spesso vedremo quattro sprite identici muoversi sullo schermo, ma le animazioni sono buone per quantità e qualità. Inoltre i tre scenari disponibili sono davvero bellissimi da vedere, con le tonalità di colore che cambiano radicalmente di volta e diversi oggetti in movimento sullo sfondo. L'attivazione delle mosse speciali viene sottolineata da un lampo di luce e da varie linee cinetiche, a sottolineare la velocità e la potenza dell'azione, mentre ogni conclusione a canestro viene riproposta tramite un simpatico replay. Il sonoro, come spesso accade, non vanta una grande qualità: le poche musiche sono discrete ma lasciano il tempo che trovano, mentre gli effetti durante le partite sono pochi e tutt'altro che appropriati. Il sistema di controllo, infine, risponde prontamente agli input e pare non "incartarsi" mai: niente male.

Multiplayer.it

S.V.

Lettori

S.V.

Il tuo voto

L'obiettivo di Gameloft era chiaramente fare di NBA Smash! un punto di riferimento per quanto riguarda gli sportivi arcade su cellulare. Il team di sviluppo ha fatto un ottimo lavoro per quanto concerne la forma, non c'è dubbio: la grafica è davvero ben fatta, soprattutto gli sfondi, e le modalità sono davvero numerose, assicurando una certa longevità. I problemi del gioco stanno più che altro nel gameplay: troppo spesso le simulazioni di basket finiscono per presentare situazioni molto monotone, in cui la squadra che ha il possesso di palla finisce per fare punti e l'altra deve limitarsi a inseguire. In NBA Smash! le tattiche per fermare l'avanzata degli avversari ci sono e funzionano, ma non abbastanza per garantire un divertimento e un coinvolgimento costanti. Ad ogni modo, era difficile aspettarsi di più: già l'aggiramento degli ostacoli creati dal sistema di controllo, reso "agile" nei limiti del possibile, rappresenta un risultato di tutto rispetto. Se vi piace il basket o siete alla ricerca di un arcade sportivo, il nuovo titolo Gameloft è sicuramente quello che fa per voi.

PRO

CONTRO

PRO

  • Ottima grafica
  • 30 squadre e 150 giocatori reali
  • Ben quattro diverse modalità di gioco

CONTRO

  • Sonoro sottotono
  • Un po' ripetitivo
  • Solo tre scenari, anche se molto belli