La serie di giochi di guida arcade per eccellenza torna su cellulare in contemporanea con le versioni per console e PC, e stavolta EA Mobile ha deciso di fare le cose in grande: Need for Speed Undercover si presenta come un prodotto di altissimo livello, che promette di portare il genere dei racer per dispositivi Java-compatibili verso nuovi standard. È ora di accendere i motori...

Nata nel lontano 1994 su 3DO, la serie Need for Speed è diventata ben presto molto popolare fra gli appassionati di giochi di corse arcade: l'unione di elementi quali le corse clandestine, il senso di velocità trasmesso da un'ottima grafica e una serie di bolidi riprodotti su licenza ha fatto breccia nel cuore di tantissime persone. In quasi quindici anni, NFS è diventato un brand di grandissimo richiamo, che ha contribuito all'affermazione di Electronic Arts come uno dei publisher più importanti sul mercato. La serie è arrivata su cellulare solo in tempi recenti, ovvero non appena i progressi tecnologici hanno reso possibile ottenere un certo risultato visivo anche in ambito mobile, e si è subito distinta per il feeling e per l'ottima realizzazione tecnica. Need for Speed Undercover si presenta come la "summa" di quanto fatto finora, e tanto sotto il profilo della mera grafica quanto sotto quello dell'immediatezza e del coinvolgimento ha davvero molto da dire.

Il gioco è disponibile in versione 3D e 2D: quest'ultima, realizzata per i terminali meno potenti, purtroppo è contraddistinta non solo da una grafica appena discreta, ma soprattutto da un controllo dell'auto meno preciso, con la vettura che "scivola" a destra e a sinistra in una sorta di contesto inerziale. A parte queste differenze, comunque di grande importanza (tali da rendere le due versioni un po' come il giorno e la notte, in realtà), la struttura è identica: dovremo affrontare otto tipologie di eventi all'interno di ben ventidue corse, utilizzando una delle sette auto disponibili. Ci troveremo dunque a dover tagliare il traguardo per primi contro tre avversari controllati dall'IA, spuntarla in un inseguimento con la polizia, attraversare delle postazioni con autovelox alla massima velocità e via dicendo: se c'è una cosa che non manca in Need for Speed Undercover, è la varietà. E lo spessore non è da meno: le sette vetture a nostra disposizione possono essere acquistare utilizzando i soldi guadagnati con le vittorie, ma allo stesso tempo è possibile spendere il denaro per comprare diversi potenziamenti che rendono il veicolo in nostro possesso più veloce, più scattante, più maneggevole e dotato di una nitro più potente e duratura. Una volta su strada noteremo immediatamente l'accuratezza dei controlli, che ci permette di variare la direzione in modo progressivo, senza scatti e con la massima precisione: merito senz'altro di un motore grafico davvero fenomenale, che analizzeremo fra breve. NFSU utilizza un sistema dotato di accelerazione automatica, in cui il tasto 5 può essere utilizzato in due modi differenti: all'interno di una curva, ci permette di partire in una derapata che dobbiamo poi "equilibrare" agendo sul d-pad, mentre un indicatore ci mostra il grado di riuscita della manovra; nei rettilinei, attiva una sorta di "bullet time" che può trarci d'impaccio nelle situazioni più complicate, rendendo possibili sorpassi millimetrici, al rallentatore. L'uso delle derapate non ha una valenza esclusivamente estetica, in quanto produce un'accelerazione momentanea che può farci guadagnare terreno sugli avversari. Il modo migliore per spostarci rapidamente, comunque, è utilizzare la nitro: premendo il d-pad in su, la nostra vettura partirà in avanti per un tempo più o meno lungo a seconda delle caratteristiche del veicolo e dei potenziamenti applicati.

La realizzazione tecnica del gioco (nella sua versione 3D) è assolutamente straordinaria, con una grafica poligonale davvero ricca e fluida. Le vetture sono ben disegnate, con modelli semplici a cui sono state applicate delle ottime texture per risparmiare poligoni da destinare allo scenario. E mai scelta fu più azzeccata: ci troviamo di fronte probabilmente al miglior ambiente tridimensionale realizzato su cellulare in ambiente Java, tanto per la qualità degli elementi quanto per la fluidità con cui scorrono, senza effetti pop-up e con un ottimo livello di dettaglio. È un peccato che il sonoro non sia all'altezza di tutto questo splendore, ma del resto non si può avere tutto...

Nella sua versione 3D, Need for Speed Undercover è con ogni probabilità il miglior gioco di corse disponibile oggi per cellulare. Gli sviluppatori di EA Mobile hanno fatto un lavoro straordinario, prendendo tutti gli elementi migliori degli episodi precedenti (ad esempio la gestione della derapata) e miscelandoli per ottenere la migliore esperienza possibile. Non si tratta di un racer solo bello da vedere ma senza contenuti, tutt'altro: con ventidue corse, sette auto e otto diversi tipi di gara si pone come un esempio per il suo genere. Il sistema di controllo è perfetto, anche e soprattutto grazie al motore grafico che rende tutto più semplice nella sua fluidità: ogni gara è coinvolgente e appassionante, e guidare diventa un piacere. Volendo muovere una critica a quest'ultimo episodio di Need for Speed, si potrebbe dire che la regolazione della difficoltà non è stata molto accurata, nel senso che le prime gare si rivelano molto più semplici da portare a termine rispetto a quelle intermedie. Ma è davvero un difetto di poco conto rispetto alla bontà dell'insieme...

Tommaso Pugliese

Pro

Contro

Pro

  • Grafica poligonale di qualità straordinaria

Contro

  • Struttura di gioco carica di sostanza
  • La versione 2D è mediocre
  • Sonoro sottotono

TI POTREBBE INTERESSARE