NFL Fever 2004  0

NFL Fever 2004 porta lo sport di Xbox nella magica dimensione di XSN e del Live. Tutti i dettagli nella nostra recensione!

Quali novità rispetto al 2003?

Chi ha già provato uno dei precedenti capitoli di Nfl Fever, avrà un idea di cosa si troverà davanti con questo nuovo episodio della serie. Dall’edizione passata, infatti, non è cambiato molto e i programmatori hanno continuato sulla strada intrapresa con il capostipite, ovvero non proporre un clone di Madden (EA) o di Nfl 2k (Sega), ma piuttosto una via di mezzo tra l’arcade e la simulazione, puntando in particolar modo sulla facilità di utilizzo da parte di nuovi utenti. Fever 2004 è il classico gioco alla portata di tutti, controlli intuitivi, playbook senza schemi estremamente complessi e un’impostazione basata sulle azioni spettacolari, intese come numerose serie di lanci, anziché lunghe ed difficoltose corse. In questo reparto, però, vi è una novità interessante rispetto al passato, i ragazzi Microsoft hanno implementato tre tipi di modalità diverse per effettuare i passaggi: One Button, ovvero il più semplice ed immediato, dove ad ogni tasto corrisponde un portatore di palla, ed il passaggio avviene direttamente. Trigger Passing, in cui si ricorre ai trigger del pad Xbox per dosare meglio la potenza del lancio effettuato, riuscendo quindi a massimizzare le capacità del quarterback, pur mantenendo un controllo sui lanci abbastanza semplice anche per i non esperti. Read & Lead, la modalità più complessa, adatta ai veterani di Nfl Fever. Questa è un’estensione del Trigger Passing, in cui dopo aver selezionato il ricevitore è possibile muovere un cursore sullo schermo, scegliendo esattamente il punto in cui effettuare il passaggio. In questa modalità bisogna conoscere perfettamente gli schemi di gioco, visto che a tutti gli effetti si deve anticipare il movimento del runner, scegliendo il punto in cui riceverà, se tutto va bene, il passaggio. A parte questa novità il resto del gameplay è rimasto quasi invariato rispetto all’edizione 2003, anche se per quello che riguarda l’I.A della Cpu si notano dei miglioramenti, soprattutto nelle marcature da parte della difesa. La via di mezzo tra arcade e simulazione usata in Nfl Fever, se da una parte permette di differenziarsi rispetto alle produzioni EA e SEGA, è comunque difficile da implementare al meglio e capita che la fisica della palla a volte abbia qualche piccolo difetto, come in certi lanci piuttosto potenti, ma ricevuti quasi senza difficoltà dai runner. Le opzioni di gioco sono quelle che ci si può aspettare dal titolo Microsoft, dalla carriera, alla partita veloce, dal gioco in multiplayer fino ai vari tutorial ed allenamenti, questi in particolare sono molto ben curati, facilitando quindi i nuovi giocatori che non sono versati nelle regole del football come gli americani.

Nuovi caschi sotto il sole.

Il reparto tecnico di Nfl Fever 2004 è anch’esso migliorato rispetto alla passata edizione e, seppur non manifestando la stessa differenza che si avvertiva tra Nfl Fever 2001 e rispettivi concorrenti dell’epoca, mostra alcuni particolari degni di una produzione esclusivamente per Xbox. Texture ad alta risoluzione, self shading, nuova gestione degli effetti di illuminazione, come i riflessi del sole sui caschi dei giocatori, ottima resa del campo anche nelle condizioni di neve o pioggia, ed elementi ai bordi del campo come i fotografi le cheerleaders o le riserve realizzati non certo sotto forma di banali texture. Il frame rate fisso a 60 e la buona pulizia dell’immagine contribuiscono ad un soddisfacente risultato. L’unico punto debole dell’engine riguarda alcune animazioni che sembrano mancare ai giocatori, seppur riviste e migliorate rispetto alle versioni precedenti, non sono paragonabili a quelle della concorrenza.

Surround sound

Alti e bassi anche in questo reparto, nonostante l’utilizzo del Dolby Digital 5.1 e rinnovati effetti sonori, decisamente ben riusciti, il punto debole della serie Nfl Fever, ovvero il commento della partita, non è stato rafforzato a dovere. Ancora poche le frasi dei commentatori, unite ad un feedback non sempre perfetto, abbassano il valore complessivo di questo reparto. Per la colonna sonora invece nessun problema, azzeccata per le musiche scelte e con la possibilità di usare le proprie tracce direttamente dall’hard disk di Xbox.

XSN & Xbox LIVE!

Come detto in precedenza, da Nfl Fever 2004 in poi, tutta la produzione sportiva targata Microsoft farà parte della linea XSN, ovvero permetterà di combinare il mondo di Xbox Live con Internet, Email e i Personal Computer, al fine di rendere ancora più coinvolgente il gioco online su Xbox. Collegandosi tramite un Pc al sito ufficiale Microsoft (http://www.xsnsports.com), dopo una breve registrazione per collegare il proprio account su Xsn al nostro gamertag su Xbox Live, avremo pieno accesso a tutte le possibilità offerte da Microsoft. Dal sito XSN potremo vedere tutte le nostre statistiche di gioco aggiornate dopo ogni partita ed ovviamente paragonarle a quelle di nostri amici o, meglio, a quelle dei nostri rivali. Statistiche, ma non solo, però: potremo partecipare ai vari tornei e campionati, controllare la nostra posizione in classifica, invitare a sfide e leghe private i nostri contatti sulla lista amici Xbox Live, lasciare messaggi direttamente dalla pagina web che verranno notificati quando il giocatore in questione si collegherà alla rete con la console, l’interazione tra internet e Xbox Live non è mai stata cosi forte. Per ogni gioco XSN il nostro gamertag può creare o partecipare fino ad un massimo di cinque campionati alla volta, ovviamente è possibile uscire dalle varie competizioni in qualunque momento, a completa discrezione dell’utente. Se per qualche ragione non si può partecipare ad una delle partite del calendario, tramite il sito web XSN, è possibile dare in anticipo, magari tramite il proprio pocket pc, collegato ad internet via Gprs o Wi-Fi, il forfeit al match con tre semplici click. Al momento, il sito collegato a Nfl Fever 2004 è ancora nella fase di Pre-Season e partirà a fine settembre con l’arrivo anche dei giocatori europei. XSN, però, non è solo Nfl Fever, ma è diviso in sezioni ognuna dedicata ai diversi titoli sportivi. Anche se a qualcuno potrà sembrare ovvio, è giusto specificare che il servizio ed utilizzo di XSN sport è del tutto gratuito e con il passare del tempo, le feature aumenteranno con l’arrivo dei nuovi titoli.

Commento

Nfl Fever è sicuramente promosso, seppure con qualche riserva. A suo favore ha il pregio di guardare molto ai giocatori meno esperti, grazie alla curva di apprendimento relativamente morbida, unita ad ottimi tutorial. Ovviamente, il cuore di questo sequel è il supporto totale di Xbox Live con le varie feature XSN, fattore sicuramente rilevante per tutta l’utenza che reputa il gioco online non come un optional, ma come una modalità necessaria ed importante. Per questi Nfl Fever rappresenta una pietre miliare ed una svolta per Xbox e per il Live, da avere assolutamente, quindi. Il lato negativo sta nel paragone diretto con i due mostri sacri targati EA e SEGA, da cui il titolo Microsoft certamente si distingue, ma che non riesce ancora ad eguagliare, restando quindi una seconda scelta da parte dell’appassionato di football magari non interessato ai servizi Live. Le potenzialità della serie Nfl Fever sono molto grandi, purtroppo, in questa edizione uscita a meno di un anno di distanza dal precedente capitolo, i lavoro dei programmatori è stato completamente assorbito dall’implementazione del supporto a XSN e dalle nuove modalità dei passaggi, tralasciando i punti deboli di Fever 2003. Questa scelta, purtroppo, ha penalizzato un po’ la resa finale del gioco, che avrà la possibilità di prendere il volo il prossimo anno.

    Pro
  • Il Live come mai prima d'ora e l'avvento di XSN
  • Ottima grafica ed effetti di luce
  • Facile ed immediato anche per i profani del football
    Contro
  • A parte XSN, sono poche le novità introdotte nella serie
  • Animazioni a volte carenti
  • Commento sonoro non all'altezza

Anno nuovo, football americano nuovo...più o meno.

Come ogni stagione, i vari team di sviluppo dedicati a titoli sportivi propongono al pubblico le versioni aggiornate delle loro serie, anche questo 2003 non fa eccezione. Il nuovo NFL Fever 2004 è sicuramente il più atteso dall’uscita di Xbox, non tanto per gli upgrade tecnici oppure per innovative modifiche al gameplay, quanto perché è ufficialmente il titolo che apre il brand “XSN sports” di Microsoft. L’aspetto Online di Nfl sarà ripreso più avanti in questa recensione, ora partiamo dalla descrizione del gioco vero e proprio.