NHL 2004NHL 2004 

Amanti del ghiaccio è venuto il vostro momento, Ea è tornata con il suo annuale titolo di hockey, decisamente rivisto dopo la, per nulla convincente, parentesi del 2003. Venite a scoprire insieme a noi NHL 2004

NHL 2004 NHL 2004

Pattini, bastone e tecnica

La versione 2004 del titolo di hockey di Ea è sicuramente una delle più complete in assoluto, migliaia di statistiche e giocatori reali, tutto ovviamente basato sulla licenza ufficiale della National Hockey League. Sin dalla prima partita ci si accorge subito che l’approccio dato dagli sviluppatori, abbandonata la parentesi arcade del 2003, è prettamente simulativo. Questo sicuramente influenza non poco la giocabilità, certo il divertimento è garantito, ma la curva di apprendimento non è proprio immediata. Dovremo imparare a comandare il puck ed il corpo del nostro giocatore in ogni frangente, in attacco e in difesa, la nostra squadra dovrà muoversi all’unisono e fare corpo unico, utilizzando termini calcistici si direbbe che è necessario tenere i reparti vicini tra loro. Le nostre azioni nei primi match, raramente, tranne che nel livello easy, porteranno a molte realizzazioni e i punti segnati saranno più che altro frutto del caso, proprio a seguito di una I.A. dei nostri avversari decisamente agguerrita e avvezza ad una pressione costante durante tutto l’arco della partita. Fortunatamente il ben studiato sistema di controllo ci darà molte soddisfazioni una volta padroneggiato. Oltre ai normali controlli basati sulla pressione dei tasti analogici, nell’utilizzo dei quali l’abituale giocatore della saga si ritroverà subito, è stato introdotto già nel titolo del 2003 il freestyle mode che ci permette di controllare il puck con lo stick destro, in maniera completamente indipendente dal controllo del corpo del giocatore, gestito invece con lo stick sinistro. Questo ci permette innumerevoli mosse sia in attacco, nascondendo il disco ai difensori, sia in difesa, cercando di rubare il disco semplicemente muovendo la mazza. Un’ulteriore novità è stata apportata ai controlli e stiamo parlando di un particolare tipo di passaggio, il saucer pass, che ci permette di scavalcare i difensori facendo passare il dischetto immediatamente sopra i loro puck. Inutile dire che la perfetta padronanza di tale tecnica ci offrirà notevoli possibilità di portare a casa qualche punto in più.

NHL 2004 NHL 2004

Viuuulenza e sogno americano

Uno dei motivi che ci fanno amare questo sport è sicuramente il coraggio dimostrato dagli atleti che, come moderni gladiatori, si sfidano in arene chiuse da barriere di protezione. L’adrenalina corre a mille ed è quasi naturale che sfoci in qualcosa di più di semplice furore agonistico. Le risse sono infatti all’ordine del giorno e non sono vietate dal regolamento, a meno che non si usino i puck come armi. In NHL 2004 non potevano mancare. A seguito di una particolare frustrazione, magari data da un punteggio negativo troppo alto o da uno stress prolungato, alcuni giocatori potrebbero voler scaricare i loro “tormenti” sugli avversari. Non ci resta allora che schiacciare il tasto giusto e verremo catapultati nell’arena, potendo comandare il nostro atleta sia nei colpi di attacco che nella difesa. Gli incontri risultano decisamente interessanti, dandoci oltretutto l’impressione di essere entrati in un piccolo sottogioco a se stante e decisamente ben realizzato. Un altro aspetto peculiare del titolo Ea è sicuramente il Dinasty Mode, nel quale impersoneremo per 20 anni il manager di una delle franchigie da noi scelte. Avremo la possibilità di assumere lo staff, gestire i giocatori ed il mercato dei trasferimenti, fino ad entrare nella hall of fame di questo sport. Dal nulla al successo, passando attraverso molti sacrifici e oculate strategie. Potremo addirittura scegliere come gestire i giorni tra le varie partite durante l’anno e, se decideremo di far allenare la squadra costantemente, ne riceveremo in cambio un team più forte, ma alla lunga stanco. Dando, invece, qualche giorno libero di tanto in tanto, consentiremo ai nostri atleti di ricaricare le batterie e di tornare a giocare con spirito combattivo immutato. A tale modalità, che rende il titolo sicuramente molto longevo, si sarebbe potuta regalare l’immortalità semplicemente abilitando il servizio online via Xbox Live, ma sappiamo che a tutt’oggi tra Microsoft e Ea non c’è accordo su di esso.

NHL 2004 NHL 2004

Hi-tech

NHL 2004 ha un ottimo aspetto, i menù sono graficamente belli e le partite non sono da meno. I giocatori sono dettagliati magnificamente e decisamente somiglianti alle loro controparti reali, le arene, oltre ad essere perfettamente uguali ai modelli ai quali si ispirano, sono ricche di tifosi realizzati con modelli poligonali che partecipano attivamente allo svolgimento della partita. Il motore del gioco è del tutto affidabile e non va mai in crisi, rendendo il titolo fluido e frenetico. Anche la telecamera fa sempre bene il suo lavoro anche se, alla fine, la possibilità di scegliere la visione migliore non ci viene perfettamente incontro, visto che risulta o di poco troppo lontana oppure troppo vicina. Il sonoro è decisamente buono, con licenza ufficiale di gruppi come i Deftones, Alien Ant Farm e gli Ataris. Altrettanto positivo è il giudizio sugli effetti sonori che riproducono alla perfezione i rumori del tifo e degli scontri. Unica pecca risulta la telecronaca, in realtà buona, che è presente però solo in lingua inglese, come del resto tutti i menu del gioco.

NHL 2004 NHL 2004

Commento

Il nuovo titolo di hockey di casa Ea risulta sicuramente un buon prodotto, in grado di offrire tutto ciò che un amante del genere può desiderare: una profonda giocabilità, una buona longevità garantita dal Dinasty mode, ottima grafica e migliaia di statistiche. Questo è sì un vantaggio per gli appassionati, ma è forse una limitazione per l’utente medio che potrebbe trovare preferibile un approccio più user- friendly a questo sport. E’ oltretutto giusto ricordare che NHL 2004 si troverà a duellare con due avversari decisamente agguerriti: ESPN NHL Hockey di Sega e NHL Rivals 2004 di Microsoft che sfrutteranno a dovere Xbox Live, a differenza del titolo Electronic Arts. Lo scontro è, quindi, appena cominciato.

Pro: Profonda giocabilità e buona longevità Migliaia di statistiche Tecnicamente ottimo Contro: Mancato adattamento in italiano Curva di apprendimento non così immediata Non giocabile online

Hockey questo sconosciuto. Il giocatore italiano medio è sicuramente all’oscuro della profondità e complessità di questo gioco, lo conosce come sport sul ghiaccio con pattini e bastone e soprattutto come disciplina famosa per gli scontri violenti. I veri esperti sono pochi anche se decisamente agguerriti. NHL 2004, il nuovo titolo della lineup autunnale di Electronic Arts, arriva proprio per accontentare entrambe queste due tipologie di soggetti. Per l’esperto che non vede l’ora di usare il puck e per il novellino che ha molta voglia di frenesia e di menare le mani. Noi per renderli felici, neanche fossimo aiutanti di Babbo Natale, ci siamo addentrati nel titolo sviluppato dagli studi canadesi di Ea provandolo a fondo. Risultato? Abbandonata decisamente la versione 2003, molto più arcade oriented, si è tornati sui giusti e più interessanti binari della simulazione, regalandoci un titolo di notevole spessore.

TI POTREBBE INTERESSARE