No One Lives Forever: The OperativeNo One Lives Forever - The Operative 

No One Lives Forever - The Operative No One Lives Forever - The Operative

"Scusi ha da accendere?" "Certamente." FLAAAAAMMMMB!

Per le sue missioni l'agente Archer sarà spedita in ogni parte del globo e vedrà messe a sua disposizione armi di ogni calibro e potenza oltre che una serie davvero ampia di "articoli della piccola spia" degni del migliore film di 007.
All'inizio di ogni missione infatti dovremo decidere con quali oggetti bellici affrontare le avversità scegliendo da un nutrito arsenale in cui troveremo davvero di tutto: mitragliatori, fucili di precisione, pistole di vario calibro con e senza silenziatore, proiettili speciali (dum dum, al fosforo....) e via dicendo; ma "non di sole armi vivono le spie", ed infatti ecco far capolino fra l'equipaggiamento selezionabile anche rossetti-bomba, accendini-fiamma ossidrica, occhiali-macchina fotografica, l'immancabile profumo-narcotizzante ed il micidiale ferma capelli con le funzioni di "scassina serrature" e "stiletto avvelenato".
La cosa interessante è che tutta questa oggettistica non è presente solo per bellezza ma può davvero cambiare l'evoluzione della nostra partita e portarci ad entusiasmanti successi nelle nostre missioni. Riuscire infatti a non dare nell'occhio e finire il nostro compito nel più perfetto silenzio ed anonimato dà davvero grandi soddisfazioni; naturalmente i vari livelli possono essere anche affrontate "di petto" lanciandoci all'assalto e devastando qualsiasi cosa si muova sullo schermo... ma ,ovviamente, in questo caso saremo chiamati ad affrontare dei nemici ben all'erta e molto numerosi.
Infatti l'IA dei nostri avversari è davvero ben fatta: si metteranno in agitazione se sentiranno rumore di spari e li vedremo ripararsi dietro le barriere architettoniche presenti nei vari livelli se bersagliati dal nostro fuoco; addirittura si prodigheranno in capriole e finte nel tentativo di schivare i nostri attacchi e colpirci!
Se colpiti, in base alla locazione, zoppicheranno o si terranno strette le braccia e tenteranno di fuggire per sopravvivere o raggiungere dei rinforzi.
Nonostante questi aspetti di sicuro pregio però dobbiamo notare che in alcuni momenti anche questa buona IA ha degli "svarioni" (come diciamo noi giovani): capita infatti a volte di uccidere un nemico a poca distanza da un suo compare senza che questi si accorga minimamente della dipartita del proprio socio, o di falcidiare degli avversari che rimangono ben allo scoperto a ricevere i nostri colpi...

Tornando al discorso armi è da notare come saremo chiamati ad usare alternativamente gli oggetti del nostro arsenale al fine di superare i vari ostacoli; capita davvero raramente infatti di non trovare necessario il passare dalla pistola al fucile da cecchino (che grazie alla gestione della rotellina del mouse mette a disposizione uno zoom preciso e spettacolare) al mitragliatore, cosa questa che avvalora molto il lato tattico del prodotto rendendo molto varie le situazioni in cui ci troveremo immersi nei vari livelli. Fra una missione e l'altra o fra un obiettivo raggiunto ed il successivo potremo gustarci numerosi filmati realizzati con lo stesso motore del gioco (come la moda attuale richiede), filmati ben realizzati che ci presenteranno man mano i nostri antagonisti ed i nostri alleati spiegandoci anche il plot della storia e le sue intricate trame. 

Nonostante la simpatia dei dialoghi ho però accusato, in alcuni momenti, una loro eccessiva lunghezza che mi ha portato a skippare questi intermezzi al fine di potermi ributtare nell'azione del gioco.
E' da notare anche il fatto che il prodotto non è localizzato in lingua italiana e quindi sia i sottotitoli che il parlato saranno apprezzabili solo da chi comprende l'universale lingua inglese... cosa questa che farà perdere molta della magia del prodotto ai non anglofoni.
Tornando a parlare del Plot del gioco bisogna dire che è davvero ben realizzato e non mancherà di stupirci con numerosi colpi di scena e sorprese, oltre che portarci in numerose e sempre diverse situazioni. Saremo infatti coinvolti in un incidente aereo e dovremo lanciarci senza paracadute cercando di acchiappare uno dei nostri avversari, ci troveremo immersi in sparatorie al Cairo o correremo sui tetti di case di montagna, dovremo sfuggire a navi mentre affondano... ovvero tutto quello che un buon agente segreto è chiamato, da copione, a fare!

No One Lives Forever - The Operative No One Lives Forever - The Operative

Il cuore di Cate

Ma cosa muove questo gioco?
Il motore utilizzato è il LithTech nella sua versione 2.5, e devo dire che si comporta bene per quanto concerne la fluidità e gli effetti grafici presentati. Ci verranno offerti effetti atmosferici come neve e pioggia e le fonti di illuminazione sono davvero ben rese, a partire dal fascio di luce emesso dalla nostra torcia per arrivare ai lampioni ed ai riflettori che troveremo nei vari livelli.
Belle, anche se non eccellenti, soprattutto se viste in movimento durante i filmati di intermezzo, le skin dei vari personaggi che incontreremo.
Sono da notare però alcuni problemi di programmazione che in alcune (rare a dire il vero) occasioni faranno passare attraverso delle pareti o porte chiuse i nostri nemici.

In "No One Live Forever" è stato fatto anche un lavoro davvero buono per quanto concerne la caratterizzazione delle locazioni e la cura dei dettagli: se entreremo in una cucina sarà infatti possibile trovare: coltelli, dispense, padelle... in un bar vedremo banconi bottiglie ecc ecc... il tutto davvero ben curato... forse troppo!
Infatti avrei preferito poter interagire con tutto questo ben di Dio che ci viene proposto... ma a parte qualche cosa che potremo distruggere non ci sarà data la possibilità di raccogliere i vari oggetti ed utilizzarli nelle nostre missioni, cosa che avrebbe nettamente innalzato la giocabilità ed avrebbe portato questo titolo fra i migliori del genere (pensate che bello poter indossare un camice trovato in giro e mimetizzarci da inservienti di un albergo o afferrare e scagliare un coltellaccio da macellaio trovato in una cucina).

Spy Vs Spy

Ovviamente, come quasi ogni titolo di nuova generazione, è implementata la modalità multiplayer e sono incluse nel gioco alcune mappe sia per gioco sia per squadre e deathmatch, inoltre è presente una la possibilità di giocare a "Unity vs Harm" ovvero una modalità a squadre che prevede la possibilità di sfidarsi divisi in due fazioni avendo come obiettivo l'intrusione nella base avversaria per fotografarne i documenti segreti.
Non ho avuto occasione di provare il gioco in rete ma, date le peculiarità del prodotto, immagino che sia un'esperienza davvero interessante (mi esalta soprattutto l'idea di poter creare un team di agenti segreti in sfida fra loro per acquisire informazioni... date le armi e l'oggettistica presente nel gioco le possibilità di azione sono davvero molte!).
Sarebbe auspicabile ovviamente un bell'editor di livelli... ma per questo non ci resta che aspettare e sperare!

No One Lives Forever - The Operative No One Lives Forever - The Operative

Missione finita, rientro alla base

Tiriamo quindi le somme su questo gioco.
Prima di tutto sono da lodare le novità introdotte che lo rendono davvero spettacolare come "spara-tutto": se volete un paragone con altri titoli del genere potremmo definirlo un "ibrido" fra Thief, Soldier of Fortune e Half Life, ovvero uno gioco dedito al massacro degli avversari, ma che richiede della tattica per poter sopravvivere alle avversità.
Buona anche la longevità: giocato nella modalità media ci terrà impegnati davanti al monitor per un bel pò di tempo, sia per la difficoltà delle missioni sia per la curiosità dettata dagli sviluppi della trama. Una nota di demerito ad alcune missioni; nonostante le belle e varie locazioni a lungo andare si soffre di una certa ripetitività degli obiettivi e dei metodi utilizzati per raggiungerli.
Voto positivo anche al sonoro, ben realizzato e con musiche stile anni '60 davvero a tema, lodevoli anche gli effetti sonori.
Valutazione "indefinita" (non avendola provata) alla modalità multiplayer. E' però da notarsi una certa "povertà" nel numero di mappe messe a disposizione (10).
Morale della favola, per gli amanti dei numeri, diamo un bel 9 a questo prodotto.

No One Lives Forever - The Operative No One Lives Forever - The Operative

Zitt... Zitt... Strisccc... Zak!

Bip!
Qui agente K7-22 missione conclusa, il terrorista è stato neutralizzato.
Mandate unità F-26 per recuperare cadavere.
Mi reco a punto di incontro X-18.

Se avete sempre desiderato essere un agente segreto, o se siete sempre stati affascinati dalle belle donne a cui si accompagnava il buon Bond, questo è il gioco che fa per voi!
"No One Live Forever" ci vedrà infatti vestire i panni di Cate Archer, avvenente fanciulla che ha deciso di intraprendere la dura carriera della spia negli anni '60 al soldo della Unity (agenzia segreta il cui scopo è preservare la pace nel Mondo).
La vita per il nostro agente in gonnella però non è propriamente rose e fiori; il mondo delle spie è infatti prettamente maschilista e solo la dipartita prematura di un gran numero di agenti della Unity permetterà a Cate di entrare in azione come agente operativo al fine di svolgere gli incarichi attualmente pendenti e smascherare l'assassino dei propri colleghi di lavoro.