Pirates' Den  0

I giochi di carte classici, poker e blackjack, figurano tra quelle applicazioni ludiche che per prime hanno guadagnato lo schermo dei cellulari, soprattutto per motivi di ordine pratico. Si tratta di una tendenza che non accenna a fermarsi, comunque, e così ogni mese ecco spuntare qualche nuovo prodotto del genere, magari orientato verso il lato sportivo del gioco o con una serie di ragazze discinte a farla da padrone...

Al di là degli elementi menzionati in apertura, sono pochi gli sviluppatori che hanno cercato davvero di introdurre qualcosa di nuovo nelle simulazioni di poker e di blackjack. Gameleons prova dunque a fare questo passo importante, proponendoci un videogame davvero atipico: Pirates' Den. Il gioco ci cala nell'atmosfera dei pirati, in particolare dei luoghi di ritrovo per questi briganti di mare, luoghi in cui si passava il tempo giocando d'azzardo e utilizzando i dadi. Ed è proprio qui la novità: ci troveremo a giocare a poker e blackjack, certo, ma utilizzando i dadi al posto delle carte.

Dalla schermata di avvio possiamo iniziare una partita rapida, con impostazioni casuali, cimentarci in un "uno contro uno" a poker oppure iniziare la carriera. Quest'ultima è la modalità più corposa di Pirates' Den, infatti ci vede attraversare un gran numero di porti di mare con l'obiettivo di arricchirci a discapito dei pirati che incontreremo. Di partita in partita, passeremo dal poker al blackjack e dovremo ridurre sul lastrico un buon numero di avversari prima di sentirci del tutto realizzati. Ok, ma come funziona? Nel blackjack, come è noto, lo scopo di ogni giocatore è arrivare a ventuno attraverso un meccanismo del tutto simile a quello del nostrano "sette e mezzo" (detto anche "settimezzo", se si tratta di pubblicizzare birra). In Pirates' Den, ciò si traduce nel lanciare due volte una coppia di dadi e sommare il risultato. Si può decidere di escludere o meno uno dei dadi dal totale, e bisogna avvicinarsi a ventuno più del proprio avversario. Trattandosi di due tiri, si può aumentare la posta in gioco ed eventualmente raccogliere i frutti una volta effettuato il secondo tiro. Per quanto concerne il poker, è chiaro che i dadi non possono riprodurre tutte le carte, bensì solo quelle dall'uno al sei. Lanceremo cinque dadi, quindi decideremo quali tenere e quali lanciare di nuovo. È chiaro che al termine si conteranno le coppie, le doppie coppie, i tris e quant'altro avremo totalizzato per vedere chi, fra noi e il nostri avversario, possiede la mano vincente.

Il gioco possiede un'impostazione grafica davvero originale, con personaggi disegnati e colorati secondo uno stile bizzarro, pittorico, mai visto prima in un videogame. Ogni pirata è ben caratterizzato e possiede un soprannome che ne descrive i difetti fisici, inoltre si esprime con un linguaggio pittoresco. Abbiamo un ottimo uso dei colori, dunque, ma di contro una generale carenza di animazioni e un comparto sonoro (dal volume regolabile indipendentemente) capace di accompagnare l'azione in modo discreto, ma nulla più. L'intelligenza artificiale degli avversari è ben curata, diciamo che rientra nella media del vari giochi di poker per cellulare.

Multiplayer.it

S.V.

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Pirates' Den è un prodotto originale, sotto molti punti di vista. Innanzitutto, l'idea di utilizzare i dadi per giocare a poker e blackjack da un lato farà storcere il naso ai puristi di tali giochi di carte, dall'altro rappresenta una ventata d'aria fresca all'interno di un genere che da anni ricicla se stesso alla ricerca del mero perfezionamento dell'intelligenza artificiale. In secondo luogo, la grafica vanta uno stile unico, soprattutto per i colori, che speriamo venga ripreso in ambiti meno limitati, magari per un'avventura. Le modalità di gioco garantiscono una certa longevità, dunque la chiave di tutto sta nell'impatto iniziale: se cambiare le carte con i dadi urta la vostra sensibilità, difficilmente verrete conquistati dal nuovo titolo targato Gameleons; in ogni caso, vi troverete di fronte a qualcosa di originale e ben fatto.

PRO

CONTRO

PRO

  • Idea di base originale
  • Stile grafico unico
  • Diverse modalità disponibili

CONTRO

  • Limitato
  • Sconsigliabile ai puristi del poker o del blackjack
  • Talvolta noioso