Recensione di Tribunal, la prima espansione di Morrowind  0

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Espansione?

Morrowind fu uno dei più grandi successi nel campo degli RPG in quest’anno così ricco di capolavori.
Realizzato dalla Bethesda e pubblicato in Europa dalla Ubisoft, seppe donare ai suoi estimatori uno dei più vasti e complessi mondi di gioco in single player, avvicinando l’esperienza del gioco in solitario a quanto, fino a quel momento, si poteva solo assaporare nel gioco in multiplayer: un mondo persistente dove scorazzare, liberi di provare ciascuna quest, di indossare gli abiti di qualunque personaggio, di affiliarsi a qualunque gilda.
Il colpo di genio dei programmatori fu il fornire la possibilità agli utenti di modificare e ampliare a piacimento il mondo di Morrowind tramite il TES, l’editor di gioco incluso.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Espansione?

La comunità dei creatori di modifiche (mod) di Morrowind si è ben presto rivelata come una delle comunità più vive e prolifiche della storia dei videogiochi, creando intere nuove avventure, sopperendo alle mancanze del gioco come la possibilità di avere una propria casa, fornendo nuovi oggetti, nuove quest e rendendo Morrowind un gioco quanto mai vivo e pulsante di continue novità.
Adesso la Bethesda ha deciso che era ora di realizzare un’espansione per Morrowind che presentasse modifiche sia all’interfaccia di gioco, sia alla giocabilità, ampliando inoltre le possibilità di scripting del TES, il tutto all’interno di un’avvincente avventura.
Signore e signori ecco a voi Morrowind: Tribunal!

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Un’espansione anomala

Tribunal si presenta al giocatore come un unico, enorme file *.esm (estensione che hanno le modifiche realizzate con il TES) di circa 63Mb. Si carica come un normale data file patchando il file eseguibile principale e adattando il caricamento dei savegame per la prima volta con una rassicurante scritta a video: “Sto analizzando le quest, risalvate quando ho finito”, nessuna paura quindi su eventuali incompatibilità fra i savegame di Morrowind e quelli di Tribunal.
Questa struttura particolare e anomala per un’espansione rientra nella logica modulare che imperversa la filosofia di Morrowind ed è forse la fonte prima dei problemi che essa stessa contiene.
Il mio primo impatto con Tribunal non è stato dei migliori, inanzitutto scordatevi nuove aree accessibili tramite i comuni sistemi di trasporto di Morrowind (TaxiBug, portali magici, strumenti forniti di default da madre natura come le gambe).

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Un’espansione anomala

Tribunal è accessibile come entità separata da Morrowind tramite un sistema che definire machiavellico e cervellotico è poco.
Non vi racconto nulla poiché vi svelerei parte della trama, ma sappiate che ho girato per più di quattro ore di gioco bloccato da un baco fetente rimediabile solo tramite la digitazione di un comando specifico sulla debug console, purtroppo non ci si può neppure consolare dicendo che questo problema era proprio della mia review version, poiché la stessa soluzione l’ho ricavata su un forum americano dove altri avevano avuto il mio stesso problema.
Capisco la necessità di creare un’area completamente nuova, separata dall’isola di Morrowind per preservare il lavoro eventualmente fatto dai modder che si sarebbero visti sovrascrivere le aree così faticosamente create, ma c’è modo e modo per rendere accessibile un’area. Questo non mi ha inizialmente ben disposto nei confronti di Tribunal, memore della semplicità e coerenza nell’accesso alle aree di un’espansione proprie di prodotti come la saga Baldur’s Gate.
Quando infine riuscii ad accedere alle nuove aree venni fortunatamente stupito da una visione veramente spettacolare.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

The city of light, the city of magic

La nuova città alla quale accederete in Tribunal è un tributo alla bellezza architettonica e alla incredibile classe nel creare impatti visivi di prim’ordine.
Mournhold, la città della luce e della magia è quanto di più bello mi sia capitato di vedere in un RPG in prima/terza persona; nonostante il motore grafico sia rimasto esattamente lo stesso di Morrowind con tutti i suoi difetti legati all’eccessiva pesantezza, esso ha mantenuto la notevole capacità di tratteggiare paesaggi e meraviglie architettoniche da togliere il fiato.
Il girovagare lieto per i quartieri di Mournhold mi ha fatto dimenticare il bug bloccante precedentemente incontrato facendomi perdere nel puro e gioioso girovagare in cerca d’avventure che da sempre distingue la giocabilità di Morrowind.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

The city of light, the city of magic

Ben presto mi impraticai con le nuove caratteristiche di Tribunal, prime fra tutte le nuove funzionalità della mappa e del diario.
La mappa ora offre la possibilità di esser editata con proprie note con un semplice doppio click su di essa.
A dire il vero questa caratteristica la conosciamo dai tempi di Planescape: Torment, inoltre in Tribunal non possiamo selezionare varie tonalità di colore per le note e siamo limitati alla sola mappa locale in quanto la mappa del mondo rimane non editabile.
Ben più significativa è la possibilità di filtrare le quest nel diario in una visione completa di tutte quelle attive e in quelle completate.
Anche qui non ci troviamo di fronte ad una novità, sistemi di diario ben più complessi li possiamo trovare in giochi Bioware e Black Isle, oltre che in Divine Divinity che a mio avviso presenta il miglior diario possibile. Le modifiche al diario di Morrowind sono oltremodo necessarie e sarebbero dovute rientrare fin dalla prima release del gioco.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

The city of light, the city of magic

59

Mercenari anche qui?

Altre aggiunte alla struttura di gioco sono in parte un ritorno al passato e in parte un adeguamento a titoli concorrenti.
Riscopriamo l’animale da soma, già visto in Dungeon Siege, che ricorda molto per modalità e funzionalità il mitico carretto tascabile di Daggerfalliana memoria.
Facciamo la conoscenza con i mercenari, individui prezzolati che per poche (!!) monete si aggiungono a noi facendosi scudo con il loro corpo per salvarci la pelle.
Le funzionalità dei mercenari di Tribunal ricordano molto quelle dei loro colleghi incontrati in Neverwinter Nights; anche se in Tribunal è possibile pacioccare nel loro inventario, mancano della profondità propria dei mercenari di NWN, essendo virtualmente privi di personalità e storia.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Mercenari anche qui?

Inoltre avere un mercenario fra i piedi presenta non pochi problemi, innanzitutto quando si accede ad una nuova area ce lo si ritrova spiaccicato di fronte a noi, poi girando per stretti corridoi, magari in compagnia di altri NPC vi accorgerete che sarà dura districarvi e procedere oltre.
Una volta ho dovuto ricaricare poiché ero irrimediabilmente bloccato fra il mercenario e un NPC, un’altra volta nel girovagare fra i corridoi di un palazzo reale non mi sono accorto che il mio mercenario era rimasto bloccato e l’ho perso, con lui i soldi pagati e la possibilità di riprenderlo in servizio, ancora adesso abita il palazzo reale come fantasma!
Altre aggiunte sono di carattere tecnico e riguardano la possibilità di regolare il livello di difficoltà e nulla più, soprattutto per quanto riguarda il comparto grafico sopraccitato e il comparto sonoro che presenta le stesse musiche già udite in Morrowind.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Ma la storia?

Tribunal oltre che aggiunte di carattere strutturale o tecnico offre al giocatore una quest principale di circa 30-40 ore estremamente serrata e difficile.
Memori delle critiche alla struttura troppo dispersiva di Morrowind la Bethesda ha deciso di realizzare una quest principale in Tribunal che fosse diretta, lineare, coincisa, senza tentennamenti.
La storia che c’è dietro è decisamente interessante e non mancherà di divertirvi parecchio, ma ricordatevi di stare attenti nell’affrontarla, poiché richiede un livello del personaggio decisamente alto.
Basti dire che il primo nemico incontrato era un Bone Lord, con dietro una fiumana di goblin incavolati che picchiavano come matti!
Tribunal presenta inoltre interessanti divagazioni come la ricerca di materiale raro per costruire armature speciali, con tanto di documento- ricetta liberamente consultabile (chissà come mai mi viene in mente un certo Cromwell!)
Oppure la ricerca di armi decisamente uniche e rare che vadano a completare il museo delle armi di Mournhold, anche se questa possibilità è liberamente fruibile tramite il download di un già famoso data file amatoriale.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Conclusione

Prenderlo o non prenderlo, questo è il dilemma!
Facendoci un po’ di conti in tasca Tribunal dovrebbe costare intorno ai 30euro, mentre se non avete ancora Morrowind potrete acquistare una versione Gold che contiene sia Morrowind che Tribunal per la spesa di circa 55euro.
Sinceramente se non fosse per la stupenda città di Mournhold e la main quest vi direi che le aggiunte apportate da Tribunal al gameplay classico di Morrowind non valgono la spesa e che comunque al 90% potrete ritrovare tutto quanto su internet sotto forma di data file gratuiti.
D’altro canto se la spesa per Tribunal non dovesse incidere troppo nelle vostre finanze allora buttatevi in questa avventura!
Consiglio che do anche alla comunità dei modder poiché le aggiunte alle già infinite potenzialità del TES, valgono da sole il prezzo dell’intero biglietto.


Presentazione: 6
L’espansione è naturalmente in inglese, tranne il manuale tradotto in italiano, la confezione è ovviamente in formato dvd-box. La sufficienza la si raggiunge per l’iniziativa di realizzare una versione Gold che contenga sia Morrowind che Tribunal al costo del solo Morrowind.

Grafica: 8
La stessa di Morrowind, il voto perde un punto poiché si sarebbe dovuto snellire il motore grafico, uno dei grandi problemi dell’originale Morrowind.

Sonoro: 7
Stesso sonoro di Morrowind, un punto in meno poiché se in Morrowind erano già pochine in Tribunal potevano correggere il problema.

Gameplay: 7,5
Le aggiunte alla struttura di gioco di Morrowind sono un discreto toccasana e una parziale ventata di novità per la serie. La giocabilità di Morrowind non può che venir migliorata ulteriormente, anche se si sarebbe potuto, anzi dovuto, fare di più.

Verdetto finale: 74
Un’espansione non fondamentale ma che comunque presenta una nuova storia e delle nuove aree di tutto rispetto. Se amate Morrowind non potete farne a meno, se non amate Morrowind non sarà quest’espansione a farvi cambiare idea.


Gabriele "AarnaK" Dal Fiume




A mio parere....by wolv

Mi permetto di aggiungere una breve nota all’esaustivo commento di Gabriele su questo Tribunal.
Intanto, visto che alla fine questo Tribunal è poco più di un mod, per rendere merito ai ragazzi che stanno realizzando il mod non so se più difficile ma sicuramente più atteso, almeno qui in Italia: mi riferisco all’Italian Translation Project che stanno per farci uno stupendo regalo di Natale, mettendoci a disposizione la patch GRATUITA per la localizzazione completa di Morrowind.
Chi legge la recensione di Tribunal non si faccia trarre in inganno dalle immagini che vede con le scritte in italiano, purtroppo anche Tribunal non sarà venduto nella nostra lingua e quelle scritte dipendono, appunto, dal lavoro eccezionale dell’ITP che hanno fatto per Morrowind ma non, ovviamente, per Tribunal.
Tutto questo discorso mi serve anche per giustificare il mio personale scarso entusiasmo verso questa prima espansione di Morrowind e il motivo è che, alla fine, si tratta nient’altro che di un mod e nemmeno dei migliori visti tra quelli disponibili in rete gratuitamente.
Il mettere a disposizione dei fans un potente editor per poter realizzare delle modifiche pesanti alla struttura di un gioco è un’arma a doppio taglio per gli sviluppatori, perché se da una parte ti permette di dare un qualcosa in piu’ e ti permette di allungare la vita a un titolo, ti sottopone anche alla “concorrenza” diretta dei fans, i quali, lo si è visto molte volte, riescono spesso a fare meglio che non gli sviluppatori stessi. Visto che chi lo fa per professione ha un cospicuo ritorno commerciale, ci si aspetterebbe che, quantomeno, presentino dei lavori esenti da difetti, e invece….
I voti che abbiamo dato a questa espansione, ce ne rendiamo conto, sono bassini, tenendo anche conto che, ad esempio, Morrowind a suo tempo prese 9 come voto di gameplay, ma non ce la sentiamo di confermarlo, nonostante Tribunal non sia, di per se, peggio del suo predecessore.
Concludendo, dalla famosa torre butterei giù Bethesda e mi terrei su Ubisoft, poiché la prima non ha fatto quello che doveva per migliorare quello che invece andava migliorato, mentre la seconda, permettendo la traduzione amatoriale di Morrowind e realizzando la versione gold pack (morrowind+tribunal al sostanziale prezzo di un gioco solo), ha fatto tutto ciò che poteva e forse anche qualcosina in più, per rendere appetibile l’acquisto.
Buona fortuna a chi deve ancora stabilire se acquistare o meno l’espansione; io, da parte mia, ho già deciso.


Lello "wolverine" Sarti


Informazioni tecniche
Versione testata : 1
Configurazione computer di prova : AMD Athlon 900Mhz, 512Mb Ram, GeForce 4 TI 4200
Stabilità : Ottima


Link
Sito ufficiale: Morrowind
Sviluppatore: Bethesda
Publisher: Ubisoft
Distributore italiano: Ubisoft Italia
Fan site ufficiale italiano: Morrowind Outlander
Sito per la patch italiana: Morrowind ITP
Recensione di Morrowind - Screenshots Tribunal 1 - Screenshots Tribunal 2 - Screenshots Tribunal 3

Un brusco risveglio

Silenzio…
Il lieve frusciare del vento fra le fronde degli alberi…

Silenzio…
Il lontano stormire dei rapaci notturni…

Silenzio…
Il metallico sibilo di una lama lentamente sfoderata…

L’attacco fu fulmineo e improvviso, un uomo di scuro vestito tenta di accopparci all’interno della nostra stessa casetta a Balmora, mentre dormiamo piegati dalla stanchezza della giornata.
Un attacco fulmineo, una battaglia per la sopravvivenza, bisogna saperne di più, bisogna indagare altrimenti mai più il nostro riposo sarà tale, infettato dal venefico odore della paura!