NHL 06 (NHL 2006)Recensione NHL 06 

Torna come ogni anno l'hockey di Electronic Arts

Recensione NHL 06 Recensione NHL 06

Con l’edizione del 2004, che sicuramente migliorava i difetti di quella precedente, assolutamente troppo arcade, la saga di EA ha ripreso la sua impronta a metà tra immediatezza e simulazione e come già il 2005 anche l’edizione 2006 continua sulla falsariga. I programmatori canadesi hanno inserito diverse novità che andremo subito ad analizzare e che, in un contesto sempre curato e perfezionato all’inverosimile da tutti i dati statistici ufficiali offerti dalla licenza NHL e NHLPA, rendono il titolo davvero interessante e degno almeno di essere provato. Innanzitutto la più grossa novità è rappresentata dalla possibilità di pattinare e di ingannare gli avversari con finte e controfinte tramite lo stick analogico sinistro, questo ovviamente consente di inventare sempre nuove soluzioni e rende davvero spettacolare ed appagante il gioco offensivo. Sono poi state confermate le evoluzioni riservate ai campioni, effettuabili anche qui tramite uno stick analogico, questa volta il destro, e che permettono di evitare con facilità i difensori avversari. Queste due possibilità offerte, puntando molto di più sulla spettacolarità e sulla semplicità di esecuzione rischiano in effetti di rendere troppo facile l’eventuale segnatura, vi consigliamo quindi di settare un livello di difficoltà dal medio all’elevato per godere di una sana e competitiva sfida.

inventare sempre nuove soluzioni rende davvero spettacolare ed appagante il gioco offensivo

Un’altra aggiunta decisamente positiva è data dal nuovo mirino di precisione che permette di controllare la forza e la direzione di ogni tiro grazie al movimento della levetta analogica destra. Ogni volta che premeremo il tasto per effettuare il nostro colpo, un piccolo mirino apparirà nella rete della porta consentendoci così piazzare con precisione chirurgica il dischetto oltre le spalle del portiere. La pecca maggiore che abbiamo rilevato è che tutto il gioco manca forse un po’ di “reattività”, visto che gli sviluppatori concentrandosi molto sulle animazioni del puck, la mazza da hockey per intenderci, e la possibilità di effettuare le finte movendolo, si sono certamente allontanati da altri titoli del passato nei quali il dischetto e la mazza sembravano incollati, a discapito però della velocità di reazione del nostro campione. A noi però il nuovo sistema di controllo, con tutto ciò che ne comporta, è davvero piaciuto.

Recensione NHL 06 Recensione NHL 06

THE RUSH IS BACK

Il vero cuore del gioco è sicuramente il Dinasty Mode, nel quale dovremo gestire in qualità di dirigente-manager una franchigia nel tentativo di farla diventare la più prestigiosa di tutti i tempi. Certamente una modalità non per tutti, vista la vasta gamma di statistiche e dati da prendere in considerazione, ma un’interfaccia semplice e ben curata facilitano comunque il duro lavoro da “Moggi dell’Hockey”. Un comodo sistema di fittizie email avvisa il giocatore delle novità e delle decisioni più importanti da prendere, facilitandogli così la gestione. E’ stata poi inserita la possibilità di prendere il controllo di una squadra anche a stagione in corso, in modo da poter risollevare una franchigia in crisi ed essere così poi premiati, in caso di esito positivo, con generose ricompense.

Tecnicamente dobbiamo dire che i programmatori hanno svolto un pregevole lavoro e il sistema di controllo conferisce di certo una grande libertà al giocatore favorendo totalmente il gioco offensivo e spettacolare

THE RUSH IS BACK

Infine non possiamo dimenticare il curatissimo editor, davvero sorprendente, che permette di ricreare un campione di hockey da zero, lo vogliamo simile a noi nell’aspetto? Pochi aggiustamenti ed il nostro clone virtuale sarà pronto. Potremo in seguito inserirlo in una qualsiasi delle squadre della lega e sarà trattato, ed eventualmente scambiato, come se fosse da tempo un professionista del settore. Tecnicamente dobbiamo dire che i programmatori hanno svolto un pregevole lavoro, il sistema di controllo, di cui abbiamo già parlato, conferisce di certo una grande libertà al giocatore favorendo totalmente il gioco offensivo e spettacolare. La fisica del disco e le animazioni dei giocatori sono di notevole rilievo, e se ad una prima veloce analisi tutto il comparto grafico sembra quasi uguale a quello dell’anno scorso, dopo alcune partite ci accorgeremo delle migliorie grafiche inserite nei modelli poligonali dei giocatori o negli stessi menu del gioco. Non dimentichiamoci infine della possibilità di giocare online sui server di Electronic Arts, nelle innumerevoli partite da noi disputate il collegamento è sempre rimasto stabile e fluido. Un’ottima opzione, peraltro già presente nella versione 2005 ma che fa piacere ritrovare, regalando la possibilità non solo di creare partite singole ma anche veri e propri tornei su Xbox Live.

Recensione NHL 06 Recensione NHL 06

EA anticipa l’inverno portandoci al freddo dei palazzetti di Hockey dell’NHL, e lo fa con qualità e qualche innovazione. Abbiamo apprezzato molto il sistema di controllo che regala nuove possibilità per gli amanti delle azioni spettacolari. Come sempre un livello sopra tutti gli altri giochi il comparto statistico, con licenza NHL e NHLPA, e la somiglianza dei modelli poligonali con i veri campioni della lega americana. La conferma della modalità online poi non può che fare felici tutti gli abbonati ad Xbox Live, che potranno così continuare le sfide già intraprese con il precedente capitolo. Sicuramente uno dei migliori titoli di hockey usciti per questa generazione di console, ci sbilanciamo affermando che potrebbe essere forse il migliore, EA questa volta ha davvero fatto le cose per bene. Pro Nuovo sistema di controllo Molto curato sia nell’aspetto che nel contenuto Modalità online Contro Basso livello di difficoltà Stagione molto impegnativa per i neofiti

Multipiattaforma

NHL 06 è disponibile anche in versione PlayStation 2, Nintendo Gamecube e PC. La sostanza del titolo EA resta inalterata nei diversi formati e su tutte, almeno dal punto di vista grafico, risalta la versione PC peraltro molto simile a quella Xbox. Le feature online sono ovviamente presenti per tutte le piattaforme eccetto che per la console Nintendo. Sul fronte del gioco online qualche problema l’abbiamo avuto solo con il servizio di Sony, che alcune volte ha presentato un certo ritardo tra l’interazione con il joypad e quanto presente sullo schermo.

Puntualissimo anche quest’anno, l’hockey made in Electronic Arts sbarca nei lidi italiani sperando di catturare non solo l’attenzione della piccola schiera di appassionati di questo sport, ma anche i giocatori meno smaliziati e più amanti dell’arcade.

TI POTREBBE INTERESSARE