Rune: Halls of Valhalla  0

Quando viene prodotta un'espansione per un gioco che ha saputo vincere il titolo di Gioco dell'anno della categoria (action), le aspettative non possono che essere davvero molto alte. Andiamo a vedere insieme se sono state tutte soddisfatte...

Rune ed il Multiplayer

Non c'è probabilmente bisogno di ricordarvi quanto qui a Multiplayer.it abbiamo apprezzato Rune, poichè mi basta rimandarvi alla pagina dedicata ai migliori giochi della scorsa stagione per vedere come nella categoria Action il titolo sopracitato sia stato capace di vincere sulla agguerrita concorrenza. Se avessimo dovuto trovare a tutti costi un punto debole del gioco, e lo abbiamo fatto, lo avremmo facilmente identificato nella sua parte Multiplayer, poichè le poche modalità offerte dal titolo non rendevano assolutamente giustizia all'azione frenetica degli scontri all'arma bianca che Rune offriva.
Della cosa se ne sono accorti programmatori, anche dietro le insistenze della folta comunità che si era creata nel frattempo intorno al gioco (fate un salto su Rune Center per rendervene conto )che dopo avere goduto di un periodo, meritato, di riposo, si sono dedicati alla programmazione di questo Halls of Valhalla, pacchetto di espansione Multiplayer Only.
Già, avete letto bene: Multiplayer Only. La prima cosa da chiarire infatti a tutti gli appassionati del titolo originale, è che questa espansione NON contiene davvero nulla per il Singleplayer, nessuna mappa nuova, nessuna nuova arma, nessun nuovo Rune Power, ma soprattutto nessuna pur piccola avventura che si ricolleghi direttamente alla storia di Rune. Ciò che in realtà si può trovare in questo pacchetto, è essenzialmente il perfezionamento del lato multiplayer del gioco, che viene così dotato di due nuove modalità di gioco, di nuove mappe e di nuove skin.
Per quanto riguarda le mappe e le skin, va detto che alcune di esse sono davvero molto ben realizzate: il dubbio vero riguarda la loro disponibilità in rete, in quanto alcuni siti ne contengono moltissime, ed anche di migliore fattura. Quanti di voi sarebbero disposti a spendere dei soldi, per scoprire poi che le stesse mappe (o skin) si trovano gratuitamente in rete? Ai posteri l'ardua sentenza...

Le novità

Le novità più importanti che vengono introdotte da questo pacchetto di espansione riguardano, come accennato, le due modalità nuove di gioco: Head-Ball e Arena.
Head Ball potrebbe essere definita come una simpatica ed ironica variante del Basketball, in cui la palla è in questo caso costituita dalla testa degli avversari, che deve essere posta in un canestro di luce. In realtà ciò a cui è ispirato chiaramente questa modalità è il Capture The Flag reso celebre da altri titoli del genere (Team Fortess Classic in primis). Alcuni mappe create ad Hoc per questa nuova modalità posseggono diversi canestri, ed ognuno di essi è posto in zone della mappa a difficoltà crescente: ciò contribuisce senz'altro ad aumentare la sfida proposta ai giocatori.
Il problema principale del Head-Ball è composto da un piccolo difetto della programmazione (in realtà ereditato dal gioco originale), poichè quando si riesce ad uccidere un avversario e si cerca di prendergli la testa vicino al corpo, il personaggio la maggior parte delle volte raccoglie l'arma in prima battuta, facendo perdere del tempo prezioso alla squadra che potrebbe segnrare un punto.
Più divertente è forse l'altra modalità, Arena, modellata secondo le richieste della comunità ad immagine dei famosi Beat'em Up consolistici. In una piccolissima arena, due giocatori opposti si affrontano all'arma bianca, scegliendo prima dello scontro l'arma con la quale affronteranno il nemico, e lo scudo con il quale si difenderanno. Una volta avuto il sopravvento nel primo scontro, allora si avanzerà verso il prossimo avversario, in una specie di torneo che incoronerà un solo vincitore.
In una modalità di questo genere, dove la componente tattica ricopre un ruolo piuttosto importante, non è difficile capire quanto paghi la presenza di un pur minimo Lag, poichè un colpo infilitto con un microsecondo di ritardo, può scoprire la difesa ad un fendente " taglia testa " dell'avversario.
Particolarmente azzeccata invece la presenza degli stessi Mutator che abbiamo avuto modo di apprezzare già in Unreal Tournament (Fatboy su tutti), che permettono di dare una ulteriore personalizzazione alle mappe: inspiegabile, ancora una volta, l'assenza dei Bot per il gioco Offline.

Tirando le somme...

Quanto può valere un'espansione che offre quello che altri titoli, anche meno blasonati, regalano direttamente con un download dalla Rete? Poco, molto poco.
Se si dovesse salvare qualcosa di Halls of Valhalla, questo sarebbe senz'altro l'introduzione delle due nuove modalità, anche se, come ho cercato di spiegare nell'articolo, entrambe sono di ben poco peso. Se siete appassionati di Rune, della sua parte multiplayer, in questa espansione troverete qualcosa (non moltissimo, ma pur sempre qualcosa) per i vostri denti, anche se vi sarà difficile capire per quale motivo la God abbia deciso di non rendere gratuita l'espansione, vista la sua qualità, magari con la speranza che succeda quanto già accaduto con Heart Of Winter (Icewind Dale- i programmatori si sono accorti della qualità del pacchetto e stanno per rilasciare gratuitamente l'espansione dell'espansione).
Se invece di Rune avete apprezzato la parte Singleplayer, davvero grandiosa, rimettete nel cassetto il sogno di continuare l'avventura di Ragnarok, perchè rimarrete davvero molto delusi.
Chi, se non noi di Multiplayer.it avrebbe potuto al meglio apprezzare una espansione dedicata esclusivamente al Multiplayer? Ma in questo caso il piatto offerto è davvero troppo povero per poterlo elogiare (considerato anche il prezzo a cui sarà venduta l'espansione: 60.000 lire), per cui la bocciatura è piuttosto inevitabile: tirando le somme di cui sopra, non vi sarà difficile avere la risposta alla domanda che ci eravamo posti nel prologo...

Un ultima nota: l'espansione non richiede necessariamente il gioco originale, poichè è Stand Alone, ma solo per il multiplayer. Ciò vuol dire che se troverà l'installazione di Rune, aggiungerà ad essa le nuove modalità, mentre se non la troverà, vi trovere installati la parte Multiplayer del gioco, non anche quella SinglePlayer, che, ancora oggi, offre una validissima esperienza videoludica.

Prologo

E' sempre difficile valutare un'espansione.
Per comodità, o più semplicemente per divertimento, potremmo provare a catalogare le espansioni in tre diverse categorie, in modo da creare una rapida classificazione che ci dia un effettivo valore aggiunto dal prodotto al titolo di riferimento.
Nella prima categoria, che definiamo "Oh, My God!" (Trad.: Non potrei perderlo neanche se volessi), rientrano con pieno diritto Cataclysm (Homeworld), Throne of Baal (Baldur's Gate2), Unfinished Business (Jagged Alliance2), The Wilderness Mission (Incubation), Tides of War (Warcraft2): si tratta di espansioni che hanno non solo introdotto molti elementi nuovi al gioco originale, ma che sono stati capaci in genere di migliorare il titolo rendendolo quasi perfetto.
La seconda categoria, che potremmo definire "More of The Same" (Trad.: Ho finito l'espansione ma non ho ancora trovato le novità), è quella di mezzo, nella quale rientrano prodotti solamente discreti, piacevoli ma davvero poco innovativi. Qualche titolo? Tutte quelle della Westwood in genere (Aftermath e gli altri titoli della serie Red Alert/Tiberian Sun), lo stesso Opposing Force (Half Life, divertente ma davvero troppo breve), le nuove missioni di Rainbow Six e di Rogue Spear. Indubbiamente la categoria più popolata, laddove si riposano i programmatori che non hanno saputo osare...
La terza categoria, la peggiore, la chiameremo per comodità "Whatttttttthe Hell????" (Trad.: Ma stiamo scherzando??), ed è quella dove troviamo le espansioni prodotte solamente per recuperare soldi dai videogiocatori, che vengono abbagliati dalle promesse e stroncati dalla realtà. In essa ritroviamo alcune chicche vere e proprie: Hellfire (Diablo), Subversion (Incoming), in qualche modo House Party (The Sims), ma soprattutto quei prodotti che non offrono null'altro che non avremmo potuto trovare gratuitamente sulla Rete.
Si tratta di vedere dove questo Halls of Valhalla possa essere classificato: volete seguirmi?