Smash Court Tennis Pro Tournament  0

Messe da parte, almeno temporaneamente, le botte di Tekken e Soul Calibur, Namco scende in campo sui verdi prati di Wimbledon per sfidare Virtua Tennis di Sega. Sarà Smash Court Tennis Pro Tournament in grado di competere con il capolavoro di Sega? La risposta in questo articolo.

Alla conquista del "Grand Slam"

Smash Court Tennis Pro Tournament si presenta a noi nella collaudata formula di gioco arcade simulativo. E' ben lontano l'esasperata simulazione di titoli apparsi in passato su PC, così come l'arcade puro di Centre Court di Midas, apparso su PlayStation 2 qualche mese addietro. Il risultato è invece molto simile a quanto visto non in Tennis 2k2 ma più nel primo Virtua Tennis, gioco in grado di combinare un grande realismo visivo alla semplicità e immediatezza dei titoli da salagiochi. Così come nel gioco di Sega, i protagonisti sono ancora alcuni tra i più noti campioni della racchetta insieme alle superfici, ai tornei che hanno reso grande uno sport che ha già superato abbondantemente i cento anni di vita. Il cast vanta quattro star al femminile e 4 uomini. Tra le donne sono presenti Martina Hingis, Lindsay Davenport, Monica Seles e la "ragazza immagine" (chi la considera ancora una tennista?) Anna Kournikova. Tra gli uomini troviamo invece ben tre ex numeri uno delle classifiche mondiali, Pete Sampras, Andre Agassi ed Yevgeny Kafelnikov e l'australiano Patrick Rafter, uno degli ultimo interpreti del gioco "serve & volley". Da segnalare l'impossibilità di creare dal nulla un tennista personalizzato dall'utente, mancanza non indifferente. Tutti questi campioni si sfideranno sui campi centrali dei più pretigiosi tornei del pianeta, le mitiche quattro prove del "grand Slam": Australian Open, French Open (qui chiamati World Open per motivi di licenza), Wimbledon e US Open.

In giro per il mondo...

Le modalità di gioco disponibili sono Arcade, Tour Mondiale, Esibizione e Sfide a tempo. Nella modalità arcade dovremo partecipare in sequenza a quattro incontri, ciascuno su di una superficie diversa, cercando di vincerli tutti per sbloccare opzioni extra da attivare nel gioco. Il Tour Mondiale rappresenta la sezione più ricca del gioco, permettendoci di prendere parte a tutti e quattro i tornei del Grand Slam a partire dal primo turno (16esimi di finale). Durante le partite avremo la possibilità di partecipare ad una sfida nella sfida, in quanto oltre alla vittoria ci verrà richiesto di raggiungere alcuni obiettivi come di concludere il match con almeno cinque volee di dritto, oppure di vincere con quattro drop shots (palle corte). Portando a termine con successo le partite, i tornei e le singole sfide, verranno sbloccati altri extra tra cui nuove divise, consigli di gioco, visuali e musiche. Con Esibizione dovremo invece incrociare le racchette con giocatori controllati dal colputer in partite di singolo o doppio, oppure sfidare fino a tre amici in interminabili ed avvincenti match. Proprio la modalità multiplayer si dimostra una delle più interessanti tanto che raramente mi è capitato di divertirmi in simile misura con gli amici. Per finire, troviamo la Sfida a tempo che, come dice il titolo stesso, consiste in partite da affrontare e vincere nel minor tempo possibile.

Miiiii.... non sbaglio mai!

Come in ogni gioco sportivo, un ruolo molto importante è svolto dal sistema di controllo che deve essere semplice ed avere una risposta immediata. In Smash Court Tennis Pro Tournament, il controllo del movimento giocatore avviene con la solita levetta analogica sinistra mentre i tasti utilizzati per i colpi sono soltanto tre. Con il Cerchio si eseguono colpi in topspin, con il quadrato in backspin mentre col triangolo è possibile riccorere a pallonetti/pallecorte. Combinando nel modo giusto la pressione del tasto con il movimento della leva analogica si possono otenere differenti risultati e così effettuare un pallonetto invece di una smorzata oppure un cross stretto invece di un colpo lungo. Lo stesso vale per le volee, eseguite davvero molto bene anche se qualche problema potreste averlo con le stop volley, per nulla semplici da effettuare, come del resto nella realtà... Grazie anche all'utilizzo dell'immancabile motion capture, tutti i colpi sono stati realizzati ad immagine e somiglianza dei colpi originali dei tennisti. Il risultato è più che apprezzabile non solo visivamente ma anche dal punto di vista della giocabilità che ci regala scambi da fondocampo di grande agonismo alternati a fulminee discese a rete. Tutto molto realistico quanto appagante! Gli appassionati di tennis non faticheranno a riconoscere i colpi dei veri campioni e questo non fa altro che aggiungere qualità ad un gioco che riesce con efficacia a ricreare su schermo buona parte delle emozioni e dei momenti salienti del tennis.
Non mancano comunque i difetti e sono proprio questi che precludono a Smash Cout Tennis Pro Tournament la possibilità di rivaleggiare fino in fondo con Virtua Tennis. Tanto per cominciare, colpisce quasi subito l'infallibilità dei giocatori che mai incappano in errori di misura. In decine di partite non mi è mai capitato di vedere un colpo finire fuori oltre la linea di fondo o nel corridoio e solo un paio di volte a rete, più che altro nel tentativo di eseguire una volee. Altro difetto "parziale" è costituito dalla poca varietà di colpi disponibili, soprattutto se ancora una volta si fa un paragone con Virtua Tennis, o meglio col seguito Tennis 2k2. Alla lunga il gioco potrebbe risultare ripetitivo e stancarvi dopo che sarete riusciti nell'impresa di vincere tutte le competizioni. L'ultimo neo, se lo si può chiamare così, è quello della difficoltà, forse troppo elevato, degli incontri giocati ai livelli superiori.

Come due gocce d'acqua, o quasi...

Dalla realizzazione tecnica ci arrivano purtroppo le note più deludenti. Dopo aver assistito all'ottimo lavoro svolto con Tekken 4 (versione Jap.) e MotoGP, ci si aspettava la solita lezione di design dai grafici Namco ed invece, a sorpresa, Smash Court Tennis Pro Tournament si rivela a tutti gli effetti più bello da giocare che da vedere. La resa grafica è senza alcun dubbio inferiore a quella del primo Virtua Tennis su Dreamcast che, ve lo ricordo, è disponibile ormai da qualche anno. Alla luce delle ormai dimostrate capacità tecniche della PlayStation 2 ci si poteva sicuramente attendere qualcosa di più, in particolare dai modelli dei giocatori, caratterizzati da un modesto numero di poligoni e dalla realizzazione dei loro volti, per nulla o quasi somiglianti alle controparti reali. Allo stesso modo non convincono i terreni di giochi, tanto che l'aspetto dell'erba di Wimbledon e della terra rossa si avvicina molto a quello di un tappeto. Ottime invece le animazioni, ricostruite con grande cura e perfettamente somiglianti, se non proprio uguali, alle movenze dei tennisti originali. Il sonoro fa invece la sua parte senza particolari inconvenienti grazie a degli adeguati effetti sonori e a delle musiche discrete ma che vi consiglio vivamente di disattivare durante le partite.

Game, Set, Match Namco!

Smash Court Tennis Pro Tournament è, a conti fatti, un buon gioco e sicuramente la migliore trasposizione videoludica del tennis su PlayStation 2. Il gran numero di sfide disponibili e l'ottima giocabilità globale sono sicuramente i pregi principali di un gioco che riesce nel suo intento principale che è quello di divertire. Virtua Tennis rimane ancora più di un gradino sopra ma questo è dovuto più ai meriti del gioco Sega che ai demeriti del titolo Namco che, almeno fino all'uscita di Tennis 2k2 per PlayStation 2, rimarrà verosimilmente il miglior esponente del genere. Ne consiglio quindi l'acquisto a tutti gli appassionati di tennis e a chunque voglia godersi un titolo sportivo divertente in singolo e, soprattutto, in multiplayer. Game, Set, Match Namco!

    Pro:
  • Immediato e divertente
  • Buono spessore simulativo
  • Sampras, Agassi, Hingis, Kournikova...
  • Animazioni molto realistiche
  • Modalità multiplayer molto avvincente
    Contro:
  • Grafica sottotono
  • Esiguo numero di tennisti disponibili
  • Tennis 2k2 è almeno due gradini sopra...

Namco scende in campo

Nel periodo più buio che si ricordi per il tennis italiano e non solo, ecco spuntare su console una folta schiera di pretendenti al titolo di migliore simulazione tennistica. In attesa dell'attesissima conversione di Tennis 2k2 per PlayStation 2, ho accolto con grande piacere l'arrivo in redazione di Smash Court Tennis Pro Tournament, ennesimo tentativo di soverchiare lo strapotere del gioco sportivo di Sega. Questa volta però, è nientepopodimeno che Namco a provarci e, come tutti sapete, le sue produzioni, da Tekken a Soul Calibur, da Ridge Racer a MotoGP (per non andare troppo indietro negli anni) hanno sempre lasciato un segno indelebile nella storia dei videogames. Lecito dunque attendersi qualcosa di buono da questo gioco che però, ve lo anticipo subito, non riesce ad eguagliare la qualità globale dell'illustre collega pur dimostrandosi un titolo molto godibile. Del resto non è poca cosa che Smash Court Tennis Pro Tournament sia riuscito negli ultimi giorni ad entusiasmarmi notevolmente di più della mediocre edizione 2002 del torneo di Wimbledon...