Street RidersStreet Riders 

Violente sparatorie in auto, corse vertiginose fianco a fianco con macchine da prendere a sportellate o da far saltare in aria: Street Riders, guidare non è mai stato così pericoloso.

Street Riders Street Riders

Alla fine di ogni missione, infatti, se vi piazzate nelle prime tre posizioni riceverete una sorta di premio e di conseguente compenso (pallottola d'oro, argento e bronzo), che di solito consiste in una serie di Item utili per potenziare l’auto per la gara successiva equipaggiandola ad esempio con una quantità di energia superiore, o con un maggior numero di munizioni. Munizioni che si riveleranno vitali quando, raccolta una delle icone che vi doterà di un arma casuale tra quelle a disposizione, permetteranno a Buck, il vostro compagno di avventura, di sporgersi dal finestrino ed iniziare a sparare sui nemici (premendo i tasti dorsali della console R e L – Ndr -). Ovvio che anche l’auto che sceglierete per la corsa avrà un suo ruolo fondamentale: ognuna di loro è infatti caratterizzata da “abilità” personali che le rendono uniche e che consistono in velocità o resistenza fisica della carrozzerie diverse, etc. Con ben 66 missioni per giocatore singolo e una modalità cooperativa in rete locale Wi-Fi (un giocatore guida, l'altro spara) oltre alle più tradizionali opzioni per lo scontro di tipo Deathmatch, anche la longevità sembra salva. Visivamente Street Riders si rivela molto curato e dettagliato. L’engine è uno dei migliori visti su PsP, e offre una grafica ben definita, permettendo di fatto al gioco di mantenere una certa qualità generale nonostante un frame-rate costante. Il tutto senza particolari problemi di flickeraggio. Nemmeno quando sullo schermo appaiono moli oggetti in rapido movimento o sono presenti effetti particolari quali esplosioni o schegge impazzite di auto che vanno in pezzi (mostrati al rallenty). Interessante notare, a proposito di questo aspetto, come anche la fisica del gioco sia assolutamente valida, credibile, specie negli impatti fra le carrozzerie delle macchine (che si deformano) o dei proiettili con le stesse. Molto buoni gli effetti sonori d'ambiente, a cominciare dagli spari per arrivare al rumore del vostro motore e la colonna sonara che accompagnerà le vostre evoluzioni, con ritmi “duri” e martellanti.

Street Riders

Conclusioni

Se vi piacciono i giochi arcade in cui oltre a gareggiare in auto bisogna far fuori i propri avversari e avete amato titoli come Burnout Legend o Pursuit Force, allora Street Riders potrebbe fare per voi. Divertente, il titolo Ubisoft, vera e propria via di mezzo fra i due sopraccitati giochi di guida, rappresenta nel suo genere sicuramente un titolo valido per PsP. Pro: Grafica molto curata. Missioni divertenti, soprattutto in Multiplayer. Buona varietà di mezzi. Contro: Un pò troppo ostico in alcuni punti. Modalità single player corta.

Dopo il discreto successo riscontrato su Ps2 e Xbox con 187 Ride or Die, la Ubisoft non poteva non tentare di riproporre il divertente concept alla base di questo gioco anche sulla console portatile di casa Sony. Specie considerando i positivi dati vendita di un altro titolo simile già visto su PsP, Pursuit Force. Street Riders è infatti un gioco di guida e combattimento in cui il giocatore, a bordo di auto equipaggiate con ogni sorta di gingilli da guerra, deve gareggiare contro altri piloti lottando metro dopo metro fino al traguardo. Cercando nel contempo di sopravvivere e di eliminare fisicamente quanti più avversari possibili. La trama di Street Riders (si,il gioco ha una trama nonostante il genere) ruota attorno alla figura di un giovane sbandato, noi, raccolto dalla strada da un boss di Los Angeles, tale Dupree, il quale, minacciato nel suo territorio da un altro tipaccio della sua risma, Cortez, incarica il nostro amico di eliminare gli scagnozzi del rivale con qualsiasi mezzo a sua disposizione per ristabilire il predominio sulla zona. Il titolo Ubisoft è suddiviso sostanzialmente in tre modalità di gioco: Story Mode, Scontro Rapido e Multiplayer. Fra di esse è quella denominata Storia a rivelarsi la più intrigante. In questa modalità infatti, il giocatore dovrà gareggiare su vari percorsi in vere e proprie missioni con diversi obiettivi di gara, seguendo una linea narrativa, con tanto di cut-scenes di intermezzo, che lo condurrà ad una serie di sfide di varia natura fino a quella finale. Le sfide offerte dal gioco sono molteplici e spaziano dalla canonica gara di resistenza con le automobili guidate dagli uomini di Cortez pronti a sbattervi fuori o a rallegrare la vostra corsa con mitragliate, alla “fuga dalla polizia” su un percorso autostradale, sfuggendole per le vie di una caotica city facendo attenzione al traffico, in entrambi i due sensi di marcia. Durante il percorso potrete utilizzare diverse armi per far fuori i vostri avversari: alcuni sono già equipaggiati nella macchina, altri potrete raccoglierli durante il tragitto. Inoltre completando lo Story Mode sarà possibile sbloccare tutta una serie di bonus utili ad incrementare la longevità del titolo Ubisoft, come nuove sfide, personaggi e automezzi da poter utilizzare anche nella altre modalità.

TI POTREBBE INTERESSARE