Toki ToriToki Tori - Recensione 

A distanza di tantissimi anni torna Toki Tori, uno dei puzzle game più sottovalutati della storia. Una occasione per riscoprirlo e giocarci nella sua nuova versione, dotata di nuovi controlli, grafica migliorata e livelli ancora più impegnativi!

La libreria di WiiWare conta già tantissimi titoli e numerosi generi diversi: la maggior parte degli utenti si farà tentare da giochi dal forte richiamo come Final Fantasy o Dr.Mario, ma ne esistono altri dai nomi meno altisonanti come Toki Tori, originariamente uscito su Game Boy Color nel 1991 e oggi riproposto in splendida forma sul nuovo canale di distribuzione digitale Nintendo. Toki Tori è un puzzle-game molto originale ed impegnativo che non ha forse avuto in passato il successo che meritava. Ispirato principalmente da Lemmings, del quale sembra essere una sorta di reinterpretazione, ha trovato poi una naturale evoluzione in prodotti come Mario vs. Donkey Kong. Si tratta quindi di un puzzle game a schemi, basato essenzialmente sul level design ed il modo, sempre diverso, di dover arrivare alla fine. Il protagonista è un simpatico volatile giallo chiamato appunto Toki Tori: lo scopo è liberare tutte le uova dei suoi simili che cospargono ogni livello dei quattro mondi presenti, ambientati tra foreste incantate, castelli e viscide fogne.

Non si tratta quindi di un titolo completamente originale, ma pur sempre adattissimo alla filosofia WiiWare

Non si tratta quindi di un titolo completamente originale, ma pur sempre adattissimo alla filosofia WiiWare ed al telecomando Nintendo; i controlli sono stati riadattati come una sorta di punta e clicca, ed anche la grafica si è aggiornata con personaggi e nemici tridimensionali, più colori e livelli modificati rispetto alla versione originale. Il Wii Remote funziona benissimo, è reattivo e preciso. Premendo il tasto A e puntando lo schermo si indica la direzione dove il nostro simpatico amico si deve spostare, mentre con il tasto B si attivano le varie abilità, imparate man mano che si avanza nel gioco. Il loro utilizzo è limitato ed è la chiave per battere ogni livello: trovandoci bloccati, si può solo riniziare da capo. E' necessario quindi studiare ogni mossa, mettere in moto il ragionamento per non sprecare mosse ed arrivare alle fatidiche uova bianche, dislocate in punti sempre più impervi e difficili. Le abilità sono tante e sempre molto diverse, come ad esempio creare un ponte, teletrasportarsi in altre aree oppure vere e proprie armi utili a sconfiggere i nemici su schermo.

Toki Tori - Recensione Toki Tori - Recensione Toki Tori - Recensione

La seconda giovinezza del pennuto giallo

Se il nostro Toki Tori si trova bloccato all'interno del livello, lo capiremo subito dal suo umore: triste e sconsolato, con gli occhi teneri che guardano verso il basso. In questi casi è quindi necessario riavviare il livello e ripartire da capo. E' possibile attivare un secondo telecomando per consentire ad un amico di darci indicazioni e suggerimenti direttamente su schermo, fattore che aumenta il coinvolgimento e la sfida da affrontare con una persona a nostro fianco. Ci sono dei "Jolly", limitati nel numero, da utilizzare in caso non riuscissimo assolutamente a proseguire, e ci permettono di saltare allo schema successivo. In sostanza, il gioco finisce quando ci troviamo bloccati ed impossibilitati a proseguire, quando ci colpisce un nemico, oppure se non riusciamo a prendere tutte le uova dello schema. In ognuno di questi casi è necessario riavviare, studiare meglio lo schema e poi ripartire. Ogni mondo, ben caratterizzato dal punto di vista visivo, ospita anche delle abilità esclusive per il nostro pennuto giallo: ad esempio la trappola per fantasmi si può trovare solo nel castello, nelle fogne invece si può utilizzare la Snail Sucker, arma che riesce a cancellare i nemici e liberarci la via. Esiste anche il freeze, che congela gli avversari, ed il teletrasporto, utile per raggiungere punti inaccessibili. Nella versione Wii sono stati fatti anche dei tagli, come ad esempio il timer che costringeva a ragionare in molto molto più veloce e rendeva forse il gioco troppo frustrante. E' stato quindi eliminato anche l'abilità di guardare lo schema in ogni momento, in quanto non ne sussiste più la necessità. La bellezza di Toki Tori risiede tutta nel level design, a tratti geniale, per la maggior parte dei livello ottimamente studiato.

La bellezza di Toki Tori risiede tutta nel level design, a tratti geniale

La seconda giovinezza del pennuto giallo

La sensazione che riceviamo giocandoci è quella di sfida, di costante impegno mentale e di sfruttamento sempre maggiore della logica. Spesso ci si blocca e si può ritenere che il livello sia stato disegnato male, oppure sia afflitto da un qualche bug, ma con la dedizione ed il colpo d'occhio la soluzione prima o poi viene fuori, dando grandi soddisfazioni. Alcuni passaggi sono veramente difficili, e saranno necessari molti tentativi per riuscire a proseguire. Questa è la bellezza del gioco, ma a volte anche un elemento di frustrazione. La message board di Nintendo Wii è sfruttata in modo innovativo e divertente in quanto siamo costantemente aggiornati dei nostri progressi tramite delle lettere illustrate nelle quali il pennuto ci informa sul proseguimento della sua avventura. Passando alla componente visiva, Toki Tori è molto curato e colorato, ovviamente migliorato dal suo antenato per Game Boy Color, con personaggi 3D ottimamente animati e tanti elementi di contorno come fiori, farfalle, ed insetti che popolano gli oltre 40 livelli disponibili. Inoltre, i fondali e gli oggetti in estrema vicinanza contribuiscono a creare un piacevole effetto di profondità e di inedita vitalità. Le musiche sono costituite da buoni motivetti, simpatici e mai oppressivi, caratteristica fondamentale in questo genere di titoli. Toki Tori ha forse la pecca di essere l'ennesimo puzzle game ad arrivare su Wii, e rischia di non ricevere nemmeno questa volta le dovute attenzioni, che invece merita assolutamente in quanto un titolo veramente impegnativo, divertente e che sa offrire tante ore di gioco spensierato.

Toki Tori - Recensione Toki Tori - Recensione Toki Tori - Recensione

Commento

Questa è la giusta occasione per recuperare un titolo che sfuggì a molte persone tanti anni fa, a dispetto delle grandi qualità che possiede. Toki Tori è un ottimo remake, graficamente aggiornato e migliorato, con livelli inediti ed ancora più impegnativi che faranno la felicità di chi già l'ha completato su Game Boy Color. I controlli funzionano bene e la filosofia del gioco si sposa a dovere con Nintendo Wii e la sua nuova piattaforma di distribuzione WiiWare. Toki Tori offre tantissime ore di sano divertimento ed impegno mentale attraverso i suoi quattro mondi e quaranta schemi, tutti ottimamente congeniati e disegnati, accompagnati sempre da musiche accattivanti e perfettamente in sintonia con il suo stile.

Pro Un vero remake, con miglioramenti su tutti i fronti I nuovi controlli funzionano bene Impegnativo e lungo Contro L'ennesimo puzzle game di Nintendo Wii Non è un titolo completamente originale Alcuni schemi decisamente difficili e frustranti

TI POTREBBE INTERESSARE