Tomb Raider: AnniversaryTomb Raider: Anniversary - Recensione 

Per festeggiare il decimo anniversario della nascita di Tomb Raider, Lara Croft si prepara ad affrontare una nuova avventura... anche su Wii.

L'avventura sul Wii

La versione Wii di TRA differisce dalle altre per via di un sistema di controllo inedito, che cerca di sfruttare al meglio le caratteristiche di Wii-mote e Nunchuck. Una volta iniziata l'avventura (dalla schermata di avvio è possibile anche accedere alla solita "casa Croft", dove allenarsi nei vari movimenti e tenere conto degli oggetti raccolti), tutto ciò si traduce in soluzioni che nella maggior parte dei casi si rivelano davvero azzeccate: Lara si muove utilizzando lo stick analogico, mentre il puntatore del Wii Remote proietta sullo schermo un cursore capace di spostare la visuale (tenendo premuto il pulsante C) o di trasformarsi nel mirino per le armi da fuoco (sparando con il grilletto B). Il pulsante A è deputato al salto, azione davvero fondamentale nel gioco, che è molto più incentrato sull'esplorazione e sulla risoluzione di enigmi che non sul combattimento. È proprio durante gli scontri con i nemici, purtroppo, che si scoprono i limiti della gestione della visuale: è assolutamente necessario tener premuto il pulsante Z per "agganciare" un bersaglio e rimanere voltati in quella direzione, diversamente sarà impossibile capire anche solo cosa succede mentre cerchiamo di evitare gli attacchi. Il problema è che anche usando il "lock-on" si finisce per essere ostacolati dagli elementi dell'ambientazione, ma in questo caso si tratta di situazioni non molto frequenti. Il secondo limite riguarda l'assegnazione del lancio del rampino allo scuotimento del Nunchuck: dovendo lanciare la corda subito dopo un salto, ci si rende conto che non si tratta di un'idea vincente e che un semplice pulsante avrebbe potuto fare la stessa cosa con meno rischi (talvolta fallire un salto si traduce nel precipitare in un baratro). A parte questi inconvenienti e la qualità non eccelsa dello stick analogico montato sul Nunchuck, il controllo del personaggio risulta davvero buono e ci sono delle idee indubbiamente valide (vedi l'uso della torcia elettrica muovendo il Wii-mote).

Tomb Raider: Anniversary - Recensione Tomb Raider: Anniversary - Recensione Tomb Raider: Anniversary - Recensione

Le mani di Lara Croft

Tra le peculiarità della versione Wii di Tomb Raider: Anniversary c'è anche la possibilità di accedere a dei minigame per l'attivazione di dispositivi. Dovrete dunque muovere il Wii-mote sullo schermo come se fosse una mano e spostare ingranaggi, spolverare bassorilievi o ruotare delle pietre per avere accesso a zone altrimenti inaccessibili. La rilevazione di movimento dei controller è chiamata in causa anche durante alcune sequenze d'azione, in cui dovrete agitare Wii-mote e Nunchuck in determinati modi perché Lara esegua i movimenti corretti per schivare gli attacchi e avere ragione dei suoi avversari. Non bisogna dimenticare, infine, una sorta di bullet time che si attiva scuotendo il Nunchuck quando abbiamo un nemico molto vicino che sta per colpirci: Lara si lancia di lato mentre continuiamo a sparare.

Tomb Raider: Anniversary - Recensione

Realizzazione tecnica

Solitamente l'analisi tecnica di un videogame parte dalla grafica. Nel caso di Tomb Raider: Anniversary è invece d'obbligo partire dal sonoro, che non si può che definire "maestoso": le musiche, ma soprattutto gli effetti, concorrono nel creare un'atmosfera davvero eccezionale, che va gustata al meglio collegando la TV (o il Wii direttamente, se possedete un cavo con le uscite audio) a un buon impianto stereo. Unitamente al sistema di controllo, l'audio di TRA contribuisce a rendere l'esperienza di gioco davvero coinvolgente. La qualità della grafica non è da meno: Lara è davvero bella e si muove in modo convincente, con animazioni fluide e ben fatte, nonché un alto livello di dettaglio. Ma il grosso del lavoro viene fatto dalle location, che mostrano spazi enormi contrapposti a corridoi angusti, con una qualità delle texture davvero alta, ben oltre i normali standard a cui Wii ci ha abituato. Purtroppo non si può fare a meno di notare gli evidentissimi cali nel frame rate, dovuti alla mancata ottimizzazione di un motore grafico che, in assenza di tali problemi, avrebbe davvero potuto stupire. I controlli, affidati al solito connubio Wii-mote / Nunchuck, rispondono molto bene agli input e si rivelano piuttosto precisi.

Tomb Raider: Anniversary - Recensione Tomb Raider: Anniversary - Recensione Tomb Raider: Anniversary - Recensione

Commento

Se amate Tomb Raider e possedete un Wii, non potete farvi sfuggire questo (nuovo?) episodio della serie. In realtà essere relativamente a digiuno delle avventure di Lara Croft potrebbe addirittura rappresentare un vantaggio nell'approccio al titolo, visto che le situazioni in cui vi troverete sono più o meno le stesse di sempre, con i combattimenti che ricoprono un ruolo marginale di fronte all'esplorazione e alla risoluzione di enigmi. Capire quale è la strada giusta per trovare un nuovo checkpoint può dare grandi soddisfazioni, soprattutto se la si raggiunge dopo aver scalato pareti ed effettuato salti al limite. Il sistema di controllo del Wii ci aiuta in queste fasi, mostrando dei limiti durante i combattimenti ma, in generale, rispondendo benissimo alle esigenze del gioco. Non ci troviamo di fronte a un capolavoro né a un prodotto completamente nuovo, ma Tomb Raider: Anniversary si pone come una scelta davvero azzeccata se siete alla ricerca di un po' di avventura e non vi spaventa dover risolvere degli enigmi per capire quale direzione prendere. Pro: Sonoro di grande atmosfera Grafica dettagliata Sistema di controllo efficace... Contro: ...a parte alcuni casi Frequenti cali nel frame rate Talvolta frustrante

TI POTREBBE INTERESSARE