WirelessgamingUEFA Euro 2008 

La febbre degli europei di Austria e Svizzera sta salendo giorno dopo giorno, e quale miglior modo di ingannare l'attesa se non sollazzasi con un bel mobile game ufficiale? Ci ha pensato ovviamente EA, con un prodotto però piuttosto innovativo.

Non sempre i concetti di rinnovamento e qualità vanno di pari passo, e UEFA Euro 2008 non sfugge a questa logica: pur offrendo dunque un gameplay realmente fresco ed interessante per il panorama mobile, il prodotto EA finisce per non impensierire realmente i leader della categoria, contraddistinti da un piglio più classico. Ma andiamo con ordine: UEFA Euro 2008 si apre con un menu principale tutt'altro che rivoluzionario, che permette di selezionare una delle quattro diverse modalità. E' possibile cimentarsi in una partita veloce, in una gara di rigori oppure vivere la fase finale del campionato europeo o ancora partire dalle fasi preliminari del torneo selezionando una squadra qualunque. Niente di particolarmente nuovo dunque, e lo stesso si può dire riguardo alla grafica che accompagna l'azione sul campo: per l'ennesima volta Distinctive Developments ha optato per una cosmesi bidimensionale inquadrata da una visuale isometrica, una soluzione che invero non lascia molto spazio allo spettacolo.

Gli sprite sono infatti piuttosto piccoli e non particolarmente definiti, dotati peraltro di animazioni a tratti sommarie e spesso un po' scattose. Nonostante la buona cura riposta nella realizzazione del campo da gioco, si capisce come UEFA Euro 2008 non sia propriamente una perla a livello tecnico, una constatazione rafforzata anche da un comparto sonoro quasi assente. I punti di forza del prodotto EA Mobile sono comunque altri, e nella fattispecie risiedono nelle particolarità del gameplay e del sistema di controllo. Quest'ultimo conta su soli cinque tasti, quattro assegnati al movimento nelle relative direzioni ed uno che gestisce tutte le altre mosse effettuabili. Come ciò si risolva nella pratica è presto detto: a seconda della posizione del calciatore sul campo (e del possesso o meno del pallone), è possibile compiere un'azione context-sensitive semplicemente premendo il tasto '5' e portando a termine un semplicissimo minigame. Su schermo compare infatti una piccola barra con un indicatore in movimento, che va opportunamente fermato all'interno delle zone verdi per avere successo: un procedimento che si applica a tiri in porta, cross, dribbling, scivolate e così via. Và da sé che un sistema del genere finisca per semplificare moltissimo l'andamento delle partite, rendendo UEFA Euro 2008 un titolo tanto immediato quanto inevitabilmente poco profondo. Agli indubbi meriti del prodotto EA Mobile per avere offerto una chiave di lettura diversa dei giochi di calcio su cellulare va dunque segnalata come contropartita un notevole abbattimento dell'aspetto propriamente simulativo, cosa che potrebbe non risultare gradita agli estimatori di gameplay più tradizionali.

UEFA Euro 2008 è un titolo da premiare per il coraggio e l'innovazione nell'offrire un sistema di controllo incentrato su un solo tasto, ma allo stesso tempo non riesce a garantire la profondità di altri esponenti del genere basati su schemi più tradizionali. Nella sua unicità, UEFA Euro 2008 è comunque un prodotto interessante, immediato e sicuramente divertente, anche se quasi del tutto privo di velleità simulative.

Fabio Palmisano

Pro

Contro

Pro

  • Il sistema ad un tasto funziona
  • Divertente ed immediato
  • Squadre e giocatori ufficiali

Contro

  • Tendenzialmente poco profondo
  • Un po' troppo facile

TI POTREBBE INTERESSARE