Winter Sports 2008Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge - Recensione 

I possessori di Wii accolgono sempre di buon grado i titoli sportivi, sperando di trovare un eventuale successore di Wii Sports. È questo il caso?

Realizzazione tecnica

Come da tradizione per i prodotti multipiattaforma, Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge su Wii non fa gridare al miracolo per la sua realizzazione tecnica, che va dal sufficiente al discreto a seconda della situazione. Fin dalle prime schermate ci si rende conto che gli elementi in movimento sono parecchi, ma il trucco è presto svelato: i modelli poligonali utilizzati sono davvero semplici, e persino i protagonisti dell'azione possiedono i tipici tratti "spigolosi" che derivano da un lavoro di questo tipo. Purtroppo la cosa non si riflette in un vantaggio neppure a livello di frame rate: si raggiungono i trenta fps solo in situazioni di grande calma, per il resto si verificano dei cali più o meno evidenti. Le animazioni, realizzate con il solito motion capture su atleti veri, risultano ben fatte e piuttosto realistiche, con solo qualche episodio sottotono (le premiazioni, ad esempio). Gli scenari, infine, risultano abbastanza dettagliati e ben disegnati, e non si notano difetti nel rendering dei poligoni. Per quanto concerne il sonoro, abbiamo una serie di buoni effetti e qualche musica degna di nota, mentre il commento (in Inglese) sarà anche vario nelle frasi ma risulta estremamente piatto e privo di entusiasmo. Infine il sistema di controllo, che in un prodotto del genere è la cosa che alla fine conta di più, funziona molto bene in tutte le discipline, con poche eccezioni (il curling...). La rilevazione dei movimenti è precisa e non si verificano problemi di sorta.

Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge - Recensione Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge - Recensione Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge - Recensione

Modalità di gioco

È chiaro che la modalità "evento singolo" si limita a permetterci di fare un po' di pratica con il sistema di controllo, laddove le altre modalità rappresentano la parte più sostanziosa del gioco. La competizione, ad esempio, ci vedrà affrontare una sequenza variabile di discipline, gareggiando con un certo numero di avversari proprio come nei giochi olimpici invernali, con tanto di podio finale. Nella modalità carriera, invece, non starà a noi selezionare le applicazioni in cui cimentarci: una volta selezionata una nazionalità per il nostro personaggio, dovremo gareggiare nei tempi e nei modi che ci verranno indicati, cercando di raggiungere il podio per guadagnare dei punti esperienza. Questi ultimi potranno poi essere spesi per migliorare la nostra abilità nelle varie discipline. La modalità "campagna", infine, è quella contraddistinta dalla difficoltà maggiore, e vede la presenza di un gran numero di sfide di vario tipo (quarantadue in tutto), che si sbloccano man mano che si procede. Da buon titolo sportivo, Winter Sports 2008 non si fa mancare una modalità multiplayer: è possibile gareggiare in quattro alternandosi ai controlli, oppure utilizzare lo split screen per organizzare dei coinvolgenti testa-a-testa con un amico. Entrambe le soluzioni si rivelano fin da subito molto divertenti e aggiungono un elemento "competitivo" al pacchetto, cosa che nelle gare in singolo un po' si finisce per perdere di vista.

Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge - Recensione Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge - Recensione Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge - Recensione

Controlli

La schermata di avvio ci permette di accedere alle varie modalità di gioco: competizione, campagna, carriera o evento singolo. Quest'ultimo ci vede scegliere una qualsiasi delle varie discipline per provare la nostra abilità, ed è un ottimo modo per dare un'occhiata da vicino a ogni applicazione sportiva, cominciando a prendere confidenza con il relativo sistema di controllo. Ci troveremo di fronte, infatti, a controlli diversi a seconda del contesto, che vengono illustrati in modo piuttosto chiaro prima di ogni sessione. Per sciare useremo il connubio Wii-mote / Nunchuck, tenendo i due controller in posizione parallela e ruotandoli verso destra o sinistra per far sì che il nostro personaggio vada nell'una o nell'altra direzione. I tasti Z e B ci serviranno, in questo caso, per "stringere" la curva e recuperare la traiettoria giusta verso le bandierine. Diverso è il discorso relativo allo ski jumping: dovremo tirare giù i controller al momento giusto per partire, quindi ruotarli per mantenere la direzione e, infine, inclinarli verso l'alto per spiccare il balzo. Mentre ci troviamo in aria, dovremo muovere Wii-mote e Nunchuck verso destra o verso sinistra per equilibrare il personaggio, quindi inclinarli verso il basso per atterrare. La combinazione dei due controller viene richiesta anche nello speed skating, ma in questo caso dovremo limitarci a fare "su e giù", come suggerito dagli indicatori visivi, per raggiungere la massima velocità e bruciare gli avversari su una distanza di 500 o 1500 metri. C'è posto persino per l'elemento "rythm game", nella fattispecie quando ci si cimenta con il pattinaggio artistico: dovremo semplicemente "battere" con il Wii-mote o con il Nunchuck quando indicato sullo schermo, seguendo il ritmo della musica: la pattinatrice si produrrà in acrobazie più o meno precise in relazione alla nostra bravura. Infine, ci sono discipline come la corsa su bob (a due o a quattro) o lo skeleton che vedono l'uso del solo Wii-mote: prima dovremo farlo girare velocemente per imprimere forza alla spinta della slitta, quindi metterlo in orizzontale e "guidare" il mezzo inclinandolo da una parte o dall'altra a seconda della distanza con il bordo del canale ghiacciato. Minore sarà l'attrito con le pareti e minore sarà il tempo impiegato per giungere al traguardo.

Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge - Recensione Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge - Recensione Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge - Recensione

Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge è disponibile per Nintendo Wii, PC e PlayStation 2.
La versione testata è quella per Nintendo Wii.

Purtroppo è meglio placare fin da subito gli entusiasmi: Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge, come suggerisce il titolo, è sì una compilation sportiva, ma a sfondo prettamente invernale. Questo significa che avremo a che fare con un totale di quindici discipline differenti, tra cui figurano i vari sci di fondo, slalom gigante, corsa su bob, skeleton, pattinaggio artistico e via dicendo. Non è ancora giunto il momento di vedere su Wii qualcosa che continui il discorso intrapreso da Wii Sports, dunque, ma ciò non significa che questo prodotto su licenza RTL Sports non sia degno di attenzione, anzi...

Winter Sports 2008: The Ultimate Challenge sotto il profilo della realizzazione tecnica appartiene ancora a una generazione di giochi per Wii che non riescono, per un motivo o per l'altro, a sfruttare le capacità tecniche della console Nintendo. A parte questo, però, il gioco stupisce per via dell'ottimo sistema di controllo, ideato appositamente per la coppia Wii-mote / Nunchuck nonostante si tratti di un titolo multipiattaforma. I movimenti che bisogna effettuare cambiano a seconda della disciplina sportiva e non possiedono chissà quale complessità, ma vengono rilevati in modo preciso e hanno il merito di coinvolgere il giocatore nell'azione (non parliamo del multiplayer, poi). Considerando anche il prezzo di vendita, è chiaro che ci troviamo di fronte a un prodotto da tenere in debita considerazione, soprattutto se si ama il genere. Pro: Sistema di controllo vario e coinvolgente Modalità multiplayer Buon rapporto qualità/prezzo Contro: Tecnicamente solo discreto Non tutte le discipline sono divertenti Commento in Inglese, spento e svogliato

TI POTREBBE INTERESSARE