World Destruction League: Thunder TanksWorld Destruction League: Thunder Tanks 

In diretta dal futuro, il gioco più distruttivo e sanguinoso di combattimenti tra carri armati.

Mamma, mi compri un carro armato?

Dopo il successo ottenuto su Nintendo 64 dalla serie di Battle Tanks, 3DO rispolvera il medesimo genere, portando su PlayStation 2 un nuovo gioco a dir poco scoppiettante. Presentato come uno show televisivo, World Destruction League: Thunder Tanks è un gioco di azione che ci permette di guidare uno tra gli 11 carri armati presenti nel gioco, e di sfidare in vastissime arene dozzine di avversari non meno corazzati di noi. Ciascun mezzo è caratterizzato da particolari punti di forza, debolezze e da armi segrete. Il design dei carri armati propone la classica corrispondenza piccolo- veloce, grosso-lento trovato già in altri giochi di combattimento. Ogni veicolo corazzato ha il proprio pilota, cosa non proprio rilevante, se non per il fatto che ogni personaggio porterà nel gioco la propria carica di grinta e di umorismo.

11 mostri di metallo...

M1A3, Ariete, Banshee, Libellula, Ferrofuoco, FLP-E, Titano, Manticora, Rinoceronte, Predatore, Spettro... questi i nomi, a dir poco pittoreschi, degli 11 veicoli che potrete selezionare inizialmente. Ogni carro armato è dotato di un'arma principale. Ad esempio, Titano utilizza un grosso cannone per distruggere gli obiettivi. E' anche uno dei mezzi meglio corazzati, ma in compenso non è dotato di alcuna arma secondaria. Ferrofuoco, invece, può disporre di un lanciafiamme in grado di avvolgere col fuoco i carri nemici, risulta essere piuttosto facile da manovrare, ma non è corazzato sufficientemente risultando cosi' piuttosto vulnerabile sia nell'assorbire i colpi di cannone, sia negli scontri frontali con gli avversari. Alcuni carri possono inoltre rotolare, usare il teletrasporto o attivare la super-velocità. Insomma tutti o quasi si rivelano ben bilanciati, a parte un paio di essi che si presentano alquanto fragili.

Nato per il multiplayer

Abbiamo a disposizione numerosissime arene, veri e propri campi di battaglia, situtate in ogni parte del mondo e persino in luoghi leggendari come Atlantide. Gli incontri, o forse è meglio dire "scontri", con palazzi, colonne, ponti, navi si verificano con una certe frequenza, e la cosa divertente è che potremo distruggere praticamente ogni cosa che capiti sul nostro percorso. Di tanto in tanto spunteranno fuori diversi oggetti da raccogliere, in realtà armi speciali dall'utilizzo limitato. Tra queste non posso non citare l'incredibile bomba atomica (spassosissima l'esplosione), il laser satellitare, e i missili teleguidati di cui possiamo assumere la visuale in soggettiva nel tentativo di colpire l'obiettivo.

Nato per il multiplayer

WDL: Thunder Tanks nasce come gioco multiplayer, offrendoci la possibilità di confrontarci con 3 nostri amici in una delle modalità di combattimento: Torneo, Sfida Mortale, Conquista la Bandiera, Pandemonio, Dominazione, Famiglia. Infinite esplosioni, colpi di scena, trappole animano lo spettacolo e il divertimento in una misura difficilmente confrontabile con altri giochi dello stesso genere. Proprio per la sua vocazione alle sfide multiplayer, il gioco si rivela invece piuttosto noioso e inconsistente se giocato da soli. Dopo le prime partite, le tante modalità di gioco non costituiscono infatti uno stimolo sufficiente alla continuazione del gioco solitario.

Un esplosione di suoni e colori

Dal punto di vista grafico, WDL: Thunder Tanks punta al concreto senza troppe concessioni ai tocchi di classe. Non aspettatevi milioni di poligoni, effetti di luce da urlo o texture super-dettagliate, ma un motore grafico di grande robustezza, in grado di offrire una velocità di gioco frenetica con un framerate costante. Da elogiare, comunque, la realizzazione dei carri armati, tutti ben caratterizzati e dettagliati.
Il sonoro raggiunge discreti livelli grazie alle voci, quasi sempre doppiate in italiano, che si rivelano il più delle volte esilaranti. Le musiche a dire il vero passano quasi inosservate, coperte dai boati e dai fragorosi effetti soori.

Peace and love in the world!

Finita la battaglia, posso finalmente concludere la recensione con i commenti finali. World Destruction League: Thunder Tanks è un ottimo gioco se giocato con gli amici, in grado di regalare ore e ore di spensierato e frenetico divertimento. Incontrollabili impulsi distruttivi faranno breccia nelle vostre menti, trovando appagamento solo con l'annientamento dei vostri avversari. Se invece non avete amici disposti a raccogliere la vostra sfida, se siete pacifisti o non disponete del multitap, vi consiglio di lasciar perdere questo gioco e di risparmiare i vostri soldi per futuri acquisti. Sono sicuro che Maggio riserverà per voi graditissime sorprese.

Pro: Devastazione ai massimi livelli! Numorose arene e modalità di gioco Frenetico e divertente... Contro: ...solo in multiplayer fate l'amore, non la guerra :)

Cinquant'anni dopo la grande guerra, l'umanità si era ormai ripresa dalle devastazioni del conflitto, ricostruendo una società semi-funzionale. Una delle più grandi innovazioni tecnologiche rispolverate fu la televisione. Con la televisione crebbe cosi' il bisogno di un certo tipo di divertimento per appagare le masse. Per evitare che riprendessero le ostilità tra le bandi rivali, e per sollevare il morale dei sopravvissuti, venne cosi' creata la World Destruction League. Queste WDL vedono come protagonisti i più accesi e violenti combattenti, provenienti da ogni parte del mondo. La WDL Network TV trasmette in diretta immagini di una spettacolarità mai vista prima d'ora. Siamo nell'anno 2062, nello squallore del pianeta Terra, devastato dalla radioattività, l'unica arma di salvezza sembra proprio essere la televisione. In tutto il globo le folle si riuniscono attorno a giganteschi schemi per assistere al programma di maggior successo. In diretta dal futuro ecco la World Destruction League!

TI POTREBBE INTERESSARE