World Snooker Championship 2007 - Recensione  0

I tavoli verdi da biliardo fanno il loro debutto su Xbox360 in una simulazione che farà la felicità di tutti gli appassionati

Un tutorial per imparare

Per chi non conosce molto bene il gioco del biliardo, e siamo sicuri che saranno in molti, gli sviluppatori hanno ben pensato di inserire come prima opzione un tutorial che spiega le regole delle varie modalità di gioco ed illustra l'utilizzo dei comandi del pad Xbox360. Attraverso una simulazione guidata sarà molto più semplice capire lo sviluppo del gioco e le varie opzioni a nostra disposizione. Consigliamo vivamente di iniziare proprio da qui, in quanto spesso e volentieri il biliardo professionistico utilizza regole sconosciute ai più, o che comunque in molti tralasciano per comodità. Durante il gioco infatti, sbagliando una mossa o imbucando una palla sbagliata, il turno passerà all'avversario. Il menù è molto elegante e raffinato, ed è rappresentato da un biliardo tridimensionale che contiene le varie opzioni sottoforma di palle da gioco disposte in circolo.

Le varie definizioni sono in inglese e l'intero titolo è fruibile solo in questa lingua

Un tutorial per imparare

Dopo l'utilissimo tutorial ci possiamo immergere in qualche partita "Quick Play", con nostri amici o da soli. Le varie definizioni sono in inglese e l'intero titolo è fruibile solo in questa lingua, rendendo quindi superfluo il tutorial per tutti quelli che non masticano la lingua d'albione: un vero peccato, non tanto per i menu che sono di facile comprensione, quanto per le regole di gioco. Le modalità sono numerose, e si parte con il classico snooker, 3 ball pool, bar billiard (forse quello più conosciuto), billiards classico ed 8 ball pool. Lo snooker è il classico "biliardo all'inglese", dove si gioca con 15 biglie non numerate, che sono piene e rosse (chiamate rosse), con sei biglie di altri colori, anch'esse non numerate (chiamate colori) e con la bilia bianca. Lo scopo è mandare in buca le biglie e mettere a segno piu punti dell'avversario: ogni palla colorata ha un punteggio diverso, e quella nera viene lasciata per ultima.

9 Ball Pool

Il biliardo detto "9 Ball Pool" e la variante "8 Ball Pool" sono forse tra i più conosciuti, almeno in ambito non professionistico. In questo caso non si utilizzano palle rosse ma piene e a strisce. Scopo della partita è di mandare in buca il proprio gruppo di palle, piene (da 1 a 7) oppure a strisce (da 9 a 15), e successivamente chiudere con la nera, la "palla 8", in maniera regolamentare. Se il giocatore che effettua la spaccata riesce a mandare in buca una o più biglie (che non siano però la 8 oppure la bianca), questi continua a giocare; in caso contrario, il turno passa al suo avversario. In entrambi i casi, il gioco è comunque considerato "aperto", i giocatori devono cioè ancora scegliere fra i due gruppi di biglie.

Il biliardo detto "9 Ball Pool" e la variante "8 Ball Pool" sono forse tra i più conosciuti, almeno in ambito non professionistico

9 Ball Pool

La scelta del gruppo di palle non viene effettuata al tiro di apertura, ma solo nel momento in cui il giocatore mette in buca regolarmente la prima dopo la spaccata stessa. Nel caso in cui vengano mandate in buca contemporaneamente una piena ed una a strisce, il giocatore può scegliere con quale gruppo giocare. Mandare in buca la biglia nera per prima, a tavolo aperto, è considerato fallo; in questo caso, il turno passa all'avversario con palla in mano. Se la biglia nera viene mandata in buca con un tiro non regolamentare, la partita viene considerata chiusa ed il giocatore che ha effettuato questo tiro perde. Una volta effettuata la scelta dei gruppi, è considerato fallo colpire una biglia dell'avversario prima della propria. In tal caso, ogni biglia imbucata rimane tale ed il turno passa all'avversario che può continuare il gioco con "palla in mano".

Il Campionato

Il feeling di gioco è veramente ottimo, grazie sopratutto alla completezza dei comandi sul pad che danno la sensazione di avere la piena autonomia sui colpi e sulla visione generale. Si può roteare la telecamera virtuale in ogni modo ed avere anche una visione a volo d'uccello ottima per capire traiettorie ed angoli di battuta. Il movimento della stecca è relegato all'analogico sinistro, che virtualmente simula il movimento "indietro e poi avanti" del legno che colpisce la palla. In base alla nostra velocità di esecuzione il colpo sarà più o meno potente. L'altro analogico è utilizzato per spostare la telecamera a destra, sinistra, alto o basso, ed in generale per tenere d'occhio la situazione sul tavolo.

Il feeling di gioco è veramente ottimo

Il Campionato

Una volta presa confidenza con i comandi principali, possiamo iniziare la fatidica modalità "Championship", che ci vedrà gareggiare nelle più importanti competizioni mondiali di questo sport, contro i professionisti più temuti del pianeta. Prima di giocare accediamo quindi ad un potente editor del personaggio che ci consente di creare un viso a nostro piacimento. La modellazione poligonale è buona, sopratutto se consideriamo il genere di gioco, ed è paragonabile a quella già apprezzata in Top Spin 2, sempre su Xbox360. Creato il nostro alter ego digitale, selezioniamo le competizioni alle quali vogliamo partecipare ed iniziamo. La scelta è vasta: lo snooker ed il pool già visti in precedenza, hybrid, golden cue ed il trick shot che è una simpatica modalità che si basa sulla bravura nell'eseguire certi "colpi speciali", quasi impossibili per meglio dire.

Un gioco di ruolo sul biliardo

Vincendo competizioni e gare, come in ogni titolo sportivo che si rispetti, si guadagna qualcosa. In questo caso i punti conquistati ci torneranno utili per poter aumentare le caratteristiche tecniche del nostro personaggio. Inizialmente tutti i valori sono tendenzialmente molto bassi, via via che il gioco prosegue saliranno così come la nostra abilità. Snooker Championship è strutturato proprio come fosse un gioco di ruolo, con il livellamento del personaggio e di tutte le sue caratteristiche, tra le quali il potting, positioning, tools, pressure, cue power e spin, ovvero la potenza, il giro, la capacità di posizionamento, la precisione e così via. Il titolo conta di ben 22 trofei da disputare in tutto il mondo, attraverso 33 tavoli da gioco e relative location ben realizzate.

i punti conquistati ci torneranno utili per poter aumentare le caratteristiche tecniche del nostro personaggio

Un gioco di ruolo sul biliardo

I giocatori, tutti veri grazie alla licenza ufficiale, sono ben 160, da affrontare, sbloccare e poi utilizzare. E' anche possibile comprare nuove stecche, ce ne sono di 15 tipi differenti ed ognuna modifica, anche se non in modo realmente tangibile, lo stile di gioco. Snooker Championship dà quindi la sensazione di essere un titolo veramente solido e completo, curato nei minimi dettagli e con una marea di opzioni e modalità di gioco. Le stesse musiche sono ben studiate e si adattano ottimamente al contesto, sono tranquille e rilassanti e concedono tutta la concentrazione necessaria per studiare ed affrontare i vari colpi che effettueremo durante la gara. Il biliardo è a tutti gli effetti una sorta di scacchi strategico, si studia l'avversario, le sue mosse, i suoi colpi, e poi si agisce di conseguenza: dei ritmi troppo elevati avrebbero reso il gioco troppo frenetico rispetto alla sua natura.

La competizione si allarga

Ovviamente Snooker Championship sfrutta a dovere la connessione ad internet con Xbox Live. E trattandosi di un gioco "a turni" non risente nemmeno dell'eventuale problema lag, tanto fastidioso in alcuni giochi sportivi. Le competizioni sono interamente giocabili online in partite classificate, che ci permettono di guadagnare punti e salire nei ranking mondiali, oppure in partite del giocatore con i nostri amici della lista preferiti. Purtroppo queste modalità non contribuiscono più di tanto all'ottenimento di punti giocatore in quanto per lo più saranno sbloccati durante i campionati offline.

Snooker Championship sfrutta a dovere la connessione ad internet con Xbox Live

Obiettivi 360

Il titolo SEGA mette a disposizione 1000 punti, divisi in ben 50 obiettivi: la maggior parte di essi si sbloccheranno vincendo le varie competizioni a giro per il mondo, altri completando tutte le modalità, molti altri ancora eseguendo dei colpi particolari. Questi ultimi sono gli obiettivi più inaspettati in quanto spesso saranno sbloccati "inconsapevolemente" durante la normale azione di gioco, trattandosi per lo più di colpi molto difficili da eseguire o fortunosi. Altri obiettivi saranno veramente difficili da ottenere, ad esempio quelli che richiedono di imbucare 2, 3 o 4 bilie in buca con un solo tiro. Ogni obiettivo "regala" in media 10 punti, non difficili da ottenere ma relativamente pochi rispetto al tempo impiegato ad ottenerli: per arrivare a 1000 ci sarà da sudare!

Commento

World Snooker Championship 2007 è indubbiamente un gioco molto particolare. Sicuramente per appassionati, ma per una volta aperto a tutti. Il titolo Sega è ben realizzato, solido, molto vario e sopratutto longevo. Si lascia giocare con una semplicità disarmante ma è allo stesso tempo profondo e coinvolgente a tutti i livelli. La realizzazione tecnica è ottima così come il comparto sonoro. Le modalità di gioco sono tantissime e l'ottimo utilizzo di Xbox Live completa il quadro molto positivo, ovviamente tenendo ben presente la mancata localizzazione in Italiano, che per molti potrebbe costituire un ostacolo notevole al godimento del gioco.

    Pro:
  • Tante modalità di gioco
  • Semplice ma profondo
  • Modalità online
    Contro:
  • Prevalentamente per appassionati
  • Nessuna traduzione in Italiano

World Snooker Championship 2007 è disponibile per Xbox 360 e PlayStation 2.
La versione usata per questa recensione è quella per Xbox 360.

Nella vastità di giochi sportivi disponibili su Xbox360, potendo scegliere tra qualsiasi tipo di competizione agonistica, ne mancava ancora uno all'appello, il biliardo professionistico. World Snooker Championship è una saga ormai conosciuta tra gli appassionati sin dalle prime apparizioni nel 2002 su PlayStation2, PC ed XB, con una puntata su GameCube ed un passato sulla gloriosa Psx. Gli sviluppatori sono gli inglesi Blade Interactive, responsabili della serie sin dai suoi esordi e che nella loro vita di software house hanno praticamente lavorato solo a questo titolo, salvo la pubblicazione di "The Hustle" su Xbox qualche anno fa. Si dice che il marchio è sinonimo di garanzia, e gli inglesi sono ormai ben specializzati in questo tipo di simulazioni. Inoltre la pubblicazione è di SEGA, che ha seguito lo sviluppo del titolo sin dal suo stato embrionale. SEGA si sta muovendo molto bene nel campo della distribuzione dei titoli sportivi, prova ne è anche il famosissimo Football Manager che ha stravenduto nel vecchio continente. I presupposti per un'ottima simulazione sportiva ci sono quindi tutti: scopriamo insieme il primo capitolo Next Gen di World Snooker Championship!