X-Men LegendsX-Men Legends 

La leggenda degli X-Men torna a vivere su N-Gage: sarà una seconda giovinezza?

X-Men Legends X-Men Legends

Leggende dimenticate

Se i combattimenti non brillano certo per chiarezza, lo stesso vale per il menu rapido on screen dedicato all’utilizzo degli oggetti: basato su icone pressoché indecifrabili, costringe spesso l’utente a dover passare attraverso la meno agile schermata di stato della squadra (quella, per intenderci, dedicata anche al level-up e all’equipaggiamento dei personaggi) anche solo per utilizzare un semplice medi-kit. E considerata anche la sostanziale inettitudine dei propri compagni ed il loro costante bisogno di cure, il frequente accesso a tale quadro non può certo dirsi piacevole. Nonostante sia indubbiamente penalizzato da ingenuità strutturali del genere, X-Men Legends non può comunque considerarsi un fallimento: il gameplay, per quanto afflitto da pecche e tendente alla monotonia, si rivela in grado di costituire un discreto passatempo per gli appassionati del genere, completo oltretutto di un’interessante modalità cooperative via Bluetooth. La realizzazione tecnica denota poi una buona qualità globale: graficamente, il prodotto Activision presenta fondali in 2D dal notevole livello di dettaglio, sui quali si muovono personaggi anch’essi bidimensionali dall’apprezzabile modellazione e forniti di un set di animazioni sicuramente fluide e convincenti. Alti e bassi invece per quanto riguarda il fronte sonoro: la presenza di dialoghi parlati è cosa senza dubbio gradita, ma il gioco si dimostra purtroppo piuttosto “silenzioso”, con effetti ridotti al minimo sindacale e musiche che si attivano esclusivamente in presenza di nemici sullo schermo. In linea con diversi altri aspetti della produzione Activision, insomma, anche in questo caso ci sarebbe voluta un po’ di cura in più.

X-Men Legends X-Men Legends

Conversione diretta dell’omonimo action-rpg che un buon successo ha ottenuto recentemente sulle console casalinghe, questo X-Men Legends per N-Gage tenta di bissare la fortuna del proprio fratello maggiore, riproponendone le peculiari caratteristiche ludiche. Come è già successo altre volte per diverse conversioni verso l’handheld Nokia, però, non sempre un simile lavoro di trasposizione si è dimostrato vincente. Vediamo ora se il prodotto Activision sarà in grado di sfatare questa infelice tradizione…

X-Men Legends X-Men Legends

Commento

X-Men Legends è un prodotto piuttosto controverso: se da una parte infatti possa risultare indubbiamente apprezzabile per la fedeltà alla struttura dell’originale titolo uscito per le console maggiori, dall’altra infastidisce per la grossolana approssimazione di certi elementi fondamentali del gameplay. Ci si ritrova dunque per le mani un action-rpg tecnicamente ben realizzato e concettualmente valido, ma che sotto il profilo strettamente ludico pecca di varie ingenuità che ne sviliscono il potenziale. Nonostante tutto, comunque, X-Men Legends rimane un prodotto discreto, sicuramente consigliabile agli amanti del genere dotati di N-Gage.

Pro: Buona veste grafica Fedele alle meccaniche di gioco dell’originale Multiplayer cooperative via Bluetooth Contro: Gameplay piuttosto monotono Combattimenti spesso confusionari Realizzazione dozzinale di alcuni aspetti tecnici e ludici

Piccoli mutanti crescono

X-Men Legends dimostra subito l’intenzione di offrire all’utenza N-Gage un’esperienza ludica in tutto e per tutto simile a quella offerta dal titolo originale: a partire dallo storyline, riproposto in questa versione portatile nella sua interezza, con tanto di filmati e di dialoghi parlati tra i personaggi (apprezzabili nonostante l’elevata compressione dei dati). Ma non sono esclusivamente gli elementi di facciata ad essere stati trasportati fedelmente in formato portatile, bensì l’intera struttura di gioco dell’action-rpg Activision. Come nella versione per le console casalinghe, dunque, l’utente si trova a dover gestire una squadra di quattro X-Men, scegliendo quale eroe comandare direttamente (è possibile cambiare personaggio in qualsiasi momento) ed assegnando un pattern comportamentale ai rimanenti tre elementi del party, gestiti dalla CPU. Il resto è pura accademia action-rpg: ci si muove all’interno degli scenari, si affrontano nemici, si raccolgono oggetti da sfruttare in combattimento o da equipaggiare e si accumulano punti d’esperienza al fine di salire di livello e potenziare le caratteristiche fisiche dei personaggi e i loro relativi super-poteri. E fin qui tutto bene. Peccato che X-Men Legends scivoli ingenuamente proprio sugli aspetti più importanti del proprio gameplay, ovvero i combattimenti e la gestione del team durante l’azione. Ingaggiare uno scontro con un nemico porta quasi sempre a situazioni confusionarie, con i membri del party che corrono, colpiscono e muoiono senza che il giocatore riesca a rendersene conto. E perfino gli attacchi del personaggio controllato dall’utente stesso non appaiono chiari: una pessima gestione delle interazioni tra gli sprite fa sì che non ci sia alcuna differenza visibile tra un colpo andato a segno ed uno mancato. Certo, c’è un indicatore apposito predisposto ad indicare l’energia rimanente del proprio nemico: ma per qualche strano motivo, tende sempre ad apparire a singhiozzo sullo schermo, rendendosi così sostanzialmente inutilizzabile.

TI POTREBBE INTERESSARE