ZendokuZendoku - Recensione 

Cosa succede quando il Sudoku incontra, in maniera piuttosto insolita, il mondo delle arti marziali? Qui sotto avrete le risposte...

Zendoku - Recensione Zendoku - Recensione Zendoku - Recensione

Zen e Sudoku, fusione possibile?

Più che altro è lecito chiedersi se sia una fusione utile... Vediamo perchè: Zoonami confeziona questo prodotto non ignorando le esigenze tipiche del pubblico orientale, Zendoku attinge appieno dalla tradizione dei giochi rebus giapponesi, ma arricchisce il Sudoku di un' interfaccia grafica tipicamente cartoonesca e vivace, unitamente ad una meccanica rivista e corretta in tal senso. In realtà i cambiamenti sono piuttosto pochi. Come nel Sudoku dovremo riempire la tabella, la differenza principale sarà nel fatto che ci troveremo ad operare con l'uso di simboli dallo stile tipicamente orientale (per fare esempi banali, un lungo serpente, un lottatore di sumo, ma anche immagini più classiche come un cuore o una spada). A tutto questo si aggiunge la simbologia di uno scontro tra due lottatori che in realtà è poco più di una cornice al gioco vero e proprio. Completando le righe e le colonne lanceremo un'attacco al nostro avversario: esso sarà rappresentato da un' interazione grafica di vario tipo; rompere un mattone con un pugno, lanciare un tronco, ma anche azioni totalmente inattinenti come srotolare una pergamena. La nostra velocità sarà determinante ai fini di vincere la battaglia, poichè più rapidamente completeremo lo schema e più attacchi potremo lanciare verso il nostro avversario. Proprio in queste bizzarre interazioni si notano alcuni limiti di Zendoku. Il gioco, per chi non lo sapesse, è multipiattaforma e disponibile anche per Nintendo DS, e pare futile sottolineare come nella versione PSP manchi un' interazione immediata in questi minigiochi di attacco, più adatti all'uso di un touch screen che non di una serie di pulsanti. Premere un tasto per soffiare verso alcune candele non è ovviamente la stessa cosa che sfruttare il microfono del portatilino Nintendo.

Zendoku - Recensione Zendoku - Recensione Zendoku - Recensione

L' inconsistenza, un male senza rimedio

Se PSP non pare la piattaforma adatta a Zendoku, va detto che il titolo Zoonami presenta pecche strutturali ben più gravi che lo rendono, in assoluto, un titolo piuttosto mediocre. La grafica molto accattivante e piena di colori vivaci non riesce a nascondere il tentativo di un'innovazione piuttosto inutile: lo sfruttamento dei simboli nel quadro di gioco. Essi rappresentano più una confusione che un diversivo, e ci si chiede per quale motivo un giocatore dovrebbe preferire, in termini di giocabilità, un titolo come Zendoku anzichè un semplice Sudoku dove il numero si rivela una componente imprescindibile, pratica, essenziale. Per tornare infine ai minigiochi di attacco, si rivelano anche una componente piuttosto slegata con il resto del gioco, non risultano mai veramente divertenti e il giocatore finisce per subirli, quasi in preda alla frustrazione. Se aggiungiamo il fatto che quando avviamo la console possiamo scegliere tra Zendoku e Sudoku classico, la conclusione a queste considerazioni diviene abbastanza imbarazzante: il secondo è nettamente preferibile, collaudato, e immediato.

Zendoku - Recensione Zendoku - Recensione Zendoku - Recensione

Commento

Zendoku prova con sforzo a innovare un classico del rompicapo di stampo orientale senza però riuscire nell'intento. Il risultato è un guazzabuglio più estetico che sostanziale, mentre quando il contenuto porta effettive novità esse si rivelano incoerenti, mal studiate, talvolta anche frustranti. La presenza di svariate modalità di gioco e di un tutorial tutto sommato ben strutturato non salvano una situazione che definire tragica potrebbe essere interpretato come un complimento. E non sarebbe giusto. Il silenzio probabilmente descrive meglio il nostro stato d'animo.

Pro Grafica molto colorata e vivace Contro Le novità risibili peggiorano la giocabilità Le icone al posto dei numeri rendono più confusionario l'approccio Minigiochi nelle fasi di attacco piuttosto noiosi

Zendoku è disponible per PSP e DS.
La versione recensita è quella per PSP.

Il puzzle game è considerato da parecchi come l'essenza del gaming portatile, probabilmente non a torto, vista l'impostazione di questo genere di titoli, la loro indiscutibile propensione alle partite di puro intrattenimento, ideali mentre si è in fila alla posta o per un appuntamento qualsiasi. I giapponesi, emblema vivente di questo stile di vita (sulle code, ne sappiamo qualcosa, non hanno rivali), sono non poco propensi a tale modo di giocare. Sarà stato per questo che un gioco come il Sudoku ebbe un successo semplicemente stratosferico nelle lande del Sol Levante, riuscendo a riscuotere poi grande seguito anche nel resto del pianeta. Per chi non lo conoscesse, il Sudoku ci mette di fronte ad una tabella quadrata di 81 caselle, raggruppati in sei sezioni maggiori di 9 tasselli ciascuno. Scopo del gioco era mettere nelle caselle dei numeri che andavano da 1 a 9 senza ripeterne alcuno nella stessa sezione, colonna o riga.

TI POTREBBE INTERESSARE