La soluzione di FTL  1

Nello spazio solo Multiplayer.it può sentire le vostra grida d'aiuto!

Attenzione

La soluzione è basata sulla versione americana del gioco, potrebbero esserci differenze rispetto alla versione italiana.

Cenni iniziali

FTL rientra nella categoria dei Roguelike a tema spaziale. Ciò significa che ogni scenario e ogni incontro è generato casualmente dal software, ne consegue che ciascuna partita è diversa dalle altre e la storia che vi viene proposta non segue un sviluppo predeterminato, ma è invece in costante divenire. Molti aspetti dell'avventura che vi apprestate ad affrontare sono stati sviluppati tenendo a mente il contesto in cui essa è ambientata: per fare subito un esempio, nel gioco non è presente alcuna valuta monetaria, siano essi crediti o qualunque altro nome si possa inventare, ma gli scambi avvengono con un sistema simile al baratto, gestito attraverso lo scambio di Scrap - letteralmente pezzetti, o brandelli, parti di astronave - e anche se in sostanza la differenza rispetto a un'economia monetaria è molto labile, tutto ciò contribuisce ad alimentare l'atmosfera del gioco.

L'astronave

Il paragrafo che segue, analizza i vari aspetti della gestione dell'astronave che ricadono sotto il vostro controllo diretto. Tenete presente ad ogni modo che premendo il tasto Esc e selezionando la voce "Controlli" dal menù, potete accedere a una completa ed esauriente lista dei comandi di gioco. In ogni momento inoltre è possibile accedere al tutorial per ripassare le nozioni fondamentali.

Il sistema di controllo della nave si gestisce cliccando sull'apposita icona col mouse. Un clic del tasto destro aggiungerà una tacca alla barra della potenza, d'inverso un click col tasto destro diminuirà di una tacca la potenza allocata ai sistemi.

Il controllo dei membri dell'equipaggio avviene in modalità molto simile. Per scegliere il membro a cui impartire ordini è sufficiente cliccare sul suo personaggio col tasto sinistro e muoverlo premendo il tasto destro. In alternativa potete utilizzare anche i nomi sul lato sinistro dello schermo. Per sezionare più membri alla volta potete trascinare i loro nomi col tasto destro, oppure tenere premuto Ctrl mentre selezionate i loro nomi col tasto sinistro.

Per quanto riguarda i sistemi offensivi, la prima nozione da tenere a mente è che le armi, come ogni altra componente, hanno bisogno di essere alimentate per funzionare. Visivamente è possibile distinguere quali armi dispongono di energia e quali no, basandosi sul loro colore: le armi alimentate infatti sono visualizzate in bianco, quelle al momento inutilizzabili in grigio nel lato basso dello schermo. Per conferire energia a un'arma è sufficiente cliccare su essa col tasto sinistro. Aldilà del colore, l'aspetto visivo permette di comprendere con un semplice colpo d'occhio lo stato delle armi: quelle attive si estendono oltre la scocca dell'astronave e cambiano aspetto mentre caricano il colpo, quelle inattive invece si ritraggono all'interno dell'astronave. Questo dettaglio è molto utile per leggere con precisione il comportamento delle navi nemiche.
Per sparare con una delle armi a disposizione dovete, per prima cosa, selezionare un'arma carica col tasto sinistro: noterete che ora affianco al cursore apparirà un numero che rappresenta la posizione dell'arma scelta nella barra delle armi. In alternativa potete premere sulla tastiera il numero associato all'arma.

Ad ogni modo, con l'arma selezionata cliccate col tasto sinistro sul punto della nave avversaria che volete colpire. Fate attenzione: alcune armi possono colpire anche la vostra stessa nave. In ogni caso, mentre l'arma è in carica, potete cambiare il suo bersaglio quante volte volete e nel caso riparare anche ad eventuali errori di mira. È possibile inoltre ricorrere all'Autofire, un sistema di puntamento e sparo automatico che si occupa di colpire il più rapidamente possibile il bersaglio prescelto finché non cambiate obiettivo o non decidete di terminare l'attacco. Notate inoltre come le armi completamente cariche e dunque pronte a sparare, siano evidenziate in verde.

Ultimo dettaglio da tenere a mente infine è la gestione delle porte della nave. Ogni singola porta può essere aperta o chiusa tramite un click su di essa. Le porte rimangono nella posizione in cui le avete lasciate finché non intervenite voi manualmente. Quel che può sembrare un dettaglio banale, rappresenta invece un elemento vitale da non perdere mai di vista: dalla corretta areazione dipende la sopravvivenza del vostro equipaggio, mentre un rapido intervento può consentire di non evitare tragedie causate da incendi e perdite di pressione dovute ai colpi subiti. Attraverso il tasto posizionato nell'angolo in basso a destra dello schermo, è possibile inoltre chiudere o aprire simultaneamente tutte le porte della nave, ma operazioni di questo tipo vanno compiute solo in rare e specifiche situazioni di emergenza.

Infine la vostra nave può saltare nell'iperspazio utilizzando il sistema di FTL Drive presente a bordo. Per utilizzarlo cliccate il tasto nella parte alta dello schermo e vi troverete di fronte a una mappa che presenta le possibili destinazioni. Spuntando l'apposita opzione potete anche scegliere che vi vengano segnalati i beacon raggiungibili con un salto quando vi passate sopra col mouse.

Funzionamento dell'astronave

Nel paragrafo precedente abbia brevemente accennato alle funzioni di base dei principali sistemi che compongono l'astronave. Ovviamente quelle nozioni, relative alle funzioni di base, non saranno sufficienti per avere il pieno controllo della nave. Per accedere alle funzioni avanzate dovrete ricorrere al tasto Upgrade posto nella parte alta al centro dello schermo. Sappiate che potrete occuparvi degli upgrade solo quando vi troverete in situazioni di tranquillità, il tasto risulterà infatti non cliccabile quando vi trovate sotto attacco, al centro di un campo di asteroidi o eccessivamente vicini al sole. Ancora una volta saranno gli Scrap a rappresentare la moneta che potrete utilizzare per migliorare i sistemi della vostra nave.
Da questo menù inoltre potrete anche occuparvi della vostra ciurma, congedando gli elementi che non ritenete più necessari e gestire gli equipaggiamenti bellici e i droni, ridistribuendoli a piacimento. Da qui è anche possibile liberarvi di armi e altri oggetti inutilizzati, tuttavia è consigliabile rimandare questa decisione finché vi troverete davanti a un mercante che potrebbe riacquistarli, recuperando almeno parte del loro valore.

Scudi

Come potrete facilmente immaginare, gli scudi servono a proteggere la nave e l'equipaggio dai colpi nemici. Due linee di scudi compongono uno strato, ogni strato può assorbire un singolo colpo e potrete sovrapporre al massimo quattro strati di scudi. Una singola linea di scudi dunque si rivela sostanzialmente inutile, anche se potenziato. Ricordate inoltre che non sono solamente i colpi nemici le minacce da cui dovete difendervi: anche gli asteroidi vaganti per lo spazio possono colpire lo scavo e creare della falle.
Qualora subiate dei colpi una barra delle due che compongono lo strato verrà rimossa, diminuendo l'efficacia dello scudo. La perdita di entrambe le barre implica ovviamente la perdita di un intero strato.
È possibile assegnare un membro dell'equipaggio alla gestione degli scudi. Ogni volta che un livello di scudi viene ricaricato nel corso del combattimento, il membro dell'equipaggio che si occupa degli scudi - e solo lui, badate bene - guadagnerà esperienza nel campo degli scudi. Il tempo di ricarica degli scudi infine diminuirà all'aumentare dell'esperienza del membro dell'equipaggio che se ne occupa.

Costo sistema scudi: 15
Costo livello 3: 20
Costo livello 4: 30
Costo livello 5: 40
Costo livello 6: 60
Costo livello 7: 80
Costo livello 8: 100

Motori

L'utilità dei motori dovrebbe essere abbastanza evidente: senza i motori, la vostra nave galleggerebbe placida nello spazio infinito. Se il semplice movimento non è abbastanza per spiegare l'utilità dei motori, sappiate che dalla loro potenza dipende la vostra capacità di saltare da un beacon al successivo e la possibilità di evitare gli attacchi dei nemici.
Un colpo ai motori infatti inizialmente ne limita il loro utilizzo, ma - soprattutto - ne impedisce anche l'alimentazione. Senza i motori alimentati non potrete caricare il FTL Drive, e dunque non sarete in grado di evitare gli attacchi nemici.
Come nel caso degli scudi, potrete assegnare un membro dell'equipaggio anche alla gestione dei motori. Ogni volta che eviterete un attacco durante un combattimento il membro dell'equipaggio che si occupa dei motori - e solo lui, badate bene - guadagnerà esperienza nel campo dei motori. Le probabilità di evasione dagli attacchi garantite dai motori diminuiranno all'aumentare dell'esperienza del membro dell'equipaggio che se ne occupa.

Livello: 1 | Costo: | Vantaggi: schivata 5/FTL 1x
Livello: 2 | Costo: | Vantaggi: schivata 10/FTL 1,25x
Livello: 3 | Costo: 15 | Vantaggi: schivata 15/FTL 1,5x
Livello: 4 | Costo: 30 | Vantaggi: schivata 20/FTL 1,75
Livello: 5 | Costo: 45 | Vantaggi: schivata 25/FTL 2x
Livello: 6 | Costo: 60 | Vantaggi: schivata 28/FTL 2,25x
Livello: 7 | Costo: 80 | Vantaggi: schivata 31/FTL 2,5x
Livello: 8 | Costo: 100 | Vantaggi: schivata 35/FTL 2,75x

Ossigeno

Il vostro equipaggio ha bisogno di ossigeno per sopravvivere all'interno della nave, perciò è nel vostro interesse che il sistema di filtraggio e approvvigionamento di ossigeno funzioni alla perfezione. Gli upgrade in questo settore garantiscono un più rapido rifornimento di O2 ai diversi ambienti della nave.
Visivamente potrete accorgervi della mancanza di ossigeno attraverso il progressivo passaggio al rosso delle stanze colpite da questo problema: quando la riserva di ossigeno calerà drasticamente in un determinato ambiente questo verrà evidenziato con una linea gialla. Infine un allarme sonoro vi segnala il calo dell'ossigeno al di sotto della soglia limite del 25% all'interno della nave: tenete però presente che a causa di vari inconvenienti - attacchi, guasti, etc. - alcuni ambienti potrebbe disporre di meno ossigeno rispetto ad altri.

Livello 1 - Velocità ricarica 1x
Livello 2 - Velocità ricarica 3x
Livello 3 - Velocità ricarica 6x

Armi

Le armi vi consentono di difendervi attivamente dagli attacchi nemici. Le diverse armi a vostra disposizione necessitano di un certo livello energetico per funzionare a cui dovrete provvedere. È possibile stabilire l'ordine delle armi attraverso la barra posta alla base dello schermo oppure accedendo al menù equipaggiamento. Questa disposizione è importante perché in caso di danni al sistema delle armi la perdita energetica che ne conseguirà influenzerà per prima l'arma posizionata più a destra sulla barra, spostandosi via verso sinistra con l'aumentare dei danni.
Come nel caso degli scudi, potrete assegnare un membro dell'equipaggio anche alla gestione del sistema delle armi. Ogni volta che sparerete con un'arma durante un combattimento il membro dell'equipaggio che si occupa delle armi - e solo lui, badate bene - guadagnerà esperienza nel campo dei armi. La velocità di ricarica delle armi aumenterà all'aumentare dell'esperienza del membro dell'equipaggio che se ne occupa.

Livello 1: costo
Livello 2: costo 60
Livello 3: costo 25
Livello 4: costo 35
Livello 5: costo 50
Livello 6: costo 70
Livello 7: costo 90
Livello 8: costo 100

Infermeria

Come avrete intuito, la vostra nave è soggetta ad attacchi e incontri accidentali con asteroidi che potrebbero arrecare danne alle sue strutture, oltre che ferire il vostro equipaggio. I membri dell'equipaggio con problemi di salute dovranno recarsi in infermeria: sia tratta nella maggior parte dei casi di un locale 2x2 che può ospitare tre persone alla volta, ma alcune navi dispongono di un locale più piccolo 2x1 in grado di ospitare solamente due persone.

Livello: 1 | Costo: | Velocità di guarigione: 1x
Livello: 2 | Costo: 35 | Velocità di guarigione: 1,5x
Livello: 3 | Costo: 60 | Velocità di guarigione: 3x

Droni

Sulla vostra nave potete equipaggiare diverse tipologie di droni. Naturalmente, ciascun drone avrà bisogno di un certo ammontare di alimentazione che gli sarà garantita dal perfetto funzionamento del sistema di gestione dei droni. Inoltre, la nave dovrà disporre di abbastanza parti-drone affinché questi funzionino.

I droni vengono creati istantaneamente, ma alcuni di loro necessitano di un certo periodo di tempo per avviarsi. Il sistema-droni, di norma, dispone di due slot-drone per tipologia, oltre a un semplice schema di funzionamento dei droni.
Il danneggiamento del sistema-droni provocherà un calo nell'alimentazione dei droni, partendo dal primo a destra e proseguendo verso sinistra sulla barra in cui sono disposti.

Costo acquisto sistema: 80
Costo livello 2:
Costo livello 3: 20
Costo livello 4: 30
Costo livello 5: 45
Costo livello 6: 60
Costo livello 7: 80
Costo livello 8: 100

Cloaking

Il dispositivo di cloaking serve a mascherare la vostra posizione ai sensori nemici. Migliorando il sistema di cloaking potrete dunque risultare invisibili ai nemici per un periodo di tempo più lungo, il che significa una protezione più duratura dagli attacchi nemici - che non vedendovi non possono di conseguenza colpirvi - e un incremento del 60% nelle probabilità di evasione della nave. Al termine del periodo di cloaking dovrete attendere 20 secondi prima di poterlo riattivare. L'upgrade del sistema, ovviamente, aumenta la durata del cloaking.
Inoltre, qualora spariate mentre avete il dispositivo di cloaking attivato consumerete risorse, accorciando così il tempo di oscuramento ai radar nemici. Per ovviare a questo sistema dovrete acquistare lo Stealth Weapon Augment.

Costo acquisto sistema: 150
Durata cloaking livello 1: 5 secondi
Durata cloaking livello 2: 10 secondi
Durata cloaking livello 3: 15 secondi

Teletrasporto

Il teletrasporto vi consente di spostare istantaneamente 2 o più uomini del vostro equipaggio a seconda del tipo di teletrasporto, ad ogni modo tutti possono riportarne indietro 4 alla volta. I membri da teletrasportare devono trovarsi tutti all'interno della medesima stanza, membri nelle vicinanze verranno lasciati al loro posto. Ovviamente, non potrete usare il teletrasporto per eliminare nemici entrati all'interno della vostra nave. Il teletrasporto è istantaneo, tuttavia finché gli uomini non sono stati teleportati sono soggetti a colpi, ciò significa che ritardare l'inizio del trasferimento può avere come conseguenza il teletrasporto di un cadavere. In nessun caso inoltre vi sarà concesso eseguire il teletrasporto qualora il vostro obiettivo sia in cloaking. Questo strumento richiede un certo periodo di raffreddamento tra un utilizzo e l'altro, che naturalmente diminuisce all'aumentare del livello. Altrettanto ovviamente, qualora distruggiate la nave nemica su cui avete teleportato i vostri uomini, questi saranno spacciati.

Costo acquisto: 150
Livello: 1 | Costo: | Tempo di raffreddamento: 20 secondi
Livello: 2 | Costo: 15 | Tempo di raffreddamento: 15 secondi
Livello: 3 | Costo: 30 | Tempo di raffreddamento: 10 secondi

Sotto-sistema di pilotaggio

Questo sistema deve essere inizialmente controllato da un membro dell'equipaggio e permette all'astronave di scansare alcuni attacchi nemici, oltre a caricare ed eseguire salti FTL, senza essere sotto il vostro diretto controllo. Attraverso i due livelli di potenziamento inoltre il sotto-sistema guadagnerà la capacità di eseguire manovre di evasione anche senza il controllo di un membro dell'equipaggio. Ogni volta che eviterete una minaccia durante il combattimento il pilota in controllo del sotto-sistema di pilotaggio guadagnerà dell'esperienza che contribuirà ad aumentare di un 5%, 7% o 10% la capacità di evasione del sistema.

Sensori

Questo sistema vi aiuta a vedere cosa succede all'interno degli ambienti della vostra nave e vi fornisce informazioni sulle navi nemiche: per vederne l'interno dovrete upgradare al secondo livello per 25 Scrap, il terzo livello invece vi consente di conoscere anche il consumo energetico dei nemici e costa 60 Scrap.

Controllo porte

Come si diceva nel paragrafo iniziale, il controllo delle porte può rivelarsi utile in situazioni di emergenza, come falle nello scavo o invasione nemica. Questo sistema torna particolarmente utile qualora dobbiate bloccare nemici penetrati all'interno della nave, oppure limitare il diffondersi di incendi, o ancora gestire situazioni di perdita di ossigeno. Qualora il sistema riceva danni incontrerete difficoltà nella gestione delle porte, in caso di distruzione del sistema invece le porte rimarranno fissate nella posizione in cui si trovano, anche se l'equipaggio potrà aprirle o chiuderle manualmente.

Reattori

Questo sistema si occupa di fornire energia alla nave. Il loro prezzo oscilla tra i 20 e i 35 Scrap a barra e potrete accumularne un massimo di 25.

Artiglieria

Può esser equipaggiato solo sulle nave di classe Federation Cruiser. Si tratta di un potente raggio, molto efficace e che spara automaticamente. Un solo colpo infatti è sufficiente a perforare ogni tipo di scudo. Il suo limite è il tempo di ricarica, che può essere limitato tramite upgrade.

Livello: 1 | Costo: | Tempo di ricarica: 50 secondi
Livello: 2 | Costo: 30 | Tempo di ricarica: 40 secondi
Livello: 3 | Costo: 50 | Tempo di ricarica: 30 secondi
Livello: 1 | Costo: 80 | Tempo di ricarica: 20 secondi

Boss finale – Preparativi

Partite dal presupposto che lo scontro vi vede svantaggiati sotto ogni punto di vista. Per avere una speranza di vittoria dovete fare affidamento sulle vostre doti di comando e sull'abilità dei vostri uomini nel seguirvi. Ad ogni modo avrete bisogno di tanti uomini, perché i compiti da svolgere saranno numerosi. Assicuratevi poi di poter contare su armi offensive potenti perché la nave dei ribelli non solo è dotata di uno scudo molto efficace, ma può anche contare su un tasso di evasione da invidia. Ovviamente, i ribelli non hanno potenziato la loro nave solo sul fronte difensivo, ma anche su quello offensivo. Se volete avere speranze di arrivare vivi alla fine del combattimento provvedete a costruire difese contro tutti le tipologie di danno presenti nel gioco: ion, laser, missili e raggio d'artiglieria. Infine, un upgrade particolarmente utile è il secondo livello di Sensori, che vi consente di vedere cosa succede nella nave nemica.
Se avete seguito tutti i consigli che vi abbiamo dispensato, preparatevi ad affrontare tre ostiche battaglie.

Boss finale – Prima battaglia

Nella prima parte del triplice scontro non affronterete nulla che non abbiate già visto in passato, tuttavia la nave avversaria potrà contare su ogni accessorio possibile, ovviamente al massimo upgrade consentito. In soldoni, ciò significa che vi ritroverete sottoposti a colpi provenienti da tutte e quattro le tipologie di armi presenti nel gioco, mentre la nave nemica sarà protetta da quattro strati di scudo, disporrà di infermeria e sistema di pilotaggio al massimo upgrade, etc.

La maggior difficoltà in questo scontro è data dal sistema di cloaking che protegge il lato sinistro della nave nemica e che una volta attivato le consente di riparare tutti i danni che riuscirete a infliggerle con i missili o altre armi.

Per ovviare a questa situazione dovrete necessariamente riuscire a teletrasportare in quella zona della nave alcuni membri del vostro equipaggio per distruggere il sistema, così facendo potrete continuare a colpirla anche quando è in cloaking.

La chiave per vincere la battaglia è una saggia gestione delle priorità. Di norma dovrete cercare di eliminare subito il sistema missilistico nemico, in grado di procurarvi parecchi grattacapi, e occuparvi poi degli scudi. Quando avrete abbattuto le difese potrete continuare a mutilare le altre postazioni offensive della nave nemica. In particolare circostanze tuttavia sarete costretti a rivedere i vostri obiettivi: se il cloaking nemico vi mette in difficoltà elevatelo a primo bersaglio, se invece troppi colpi vanno a vuote colpite i motori e il sistema di pilotaggio.

Un dettaglio molto utile da conoscere è il fatto che la nave nemica mantiene lo stesso equipaggio durante le tre battaglie. Qualora eliminate tutti i componenti umani della nave l'AI prenderà il controllo e gestirà la nave come tutte le altre AI incontrate, ovvero continuando a riparare incessantemente ogni sistema danneggiato. Se invece mantenete in vita un solo membro dell'equipaggio nemico questi dovrà occuparsi da solo di tutti gli aspetti della nave e qualora il sopravvissuto si trovi in un ambiente scollegato dagli altri, la nave risulterà in vostra balia.

Dopo aver azzerato la barra di energia dello scafo nemico assisterete alla sua fuga verso il beacon successivo. Prendetevi tempo, sistemate i danni e assicuratevi di essere pronti alla battaglia quando deciderete di raggiungerla.

Boss finale – Seconda battaglia

Nella seconda parte della battaglia il lato sinistro della nave nemica è fuori uso, ma ciò non semplificherà il vostro compito. Se il cloaking device e le armi a ioni sono un ricordo del passato, ora dovrete preoccuparvi dei droni, i quali non necessitano di alimentazione e dunque non si concentrano in un punto specifico della nave. Parliamo, ovviamente, di droni di attacco, difesa e droni-Beam. Inoltre, dovrete anche contrastare un flusso continuo di droni che cercheranno di abbordare la vostra nave: in realtà la loro quantità non è infinita, ma molto elevata. La differenza è minima: qualora riusciate a vederne la fine infatti la vostra nave sarà ridotta in condizioni tali da rendere la vittoria una chimera.

Anche in questo secondo round dovrete considerare i lanciamissili nemici il vostro obiettivo primario, seguiti solo dal sistema di droni: prima disattiverete queste due fastidiose minacce, prima potrete godere di un po' di tranquillità nella gestione della battaglia e liberare il vostro equipaggio da compiti di riparazione. Non sedetevi sugli allori, anche gli scudi e l'artiglieria beam deve essere disattivata il prima possibile. Come in precedenza, l'eliminazione di una buona parte della ciurma nemica è comunque una buona idea perché riduce la capacità del vostro avversario di far fronte alle alle diverse attività necessarie alla gestione della nave.

Ancora una volta quando avrete distrutto lo scafo nemico vedrete allontanarsi la nave madre dei ribelli verso l'ultimo beacon. Non abbiate fretta, riparate i danni e provvedete ad ogni acquisto che ritenete utile prima di seguirla.

Boss finale – Terza battaglia

All'alba del terzo scontro, anche il lato destro della nave madre dei ribelli è ormai un cumulo di rottami, ciò significa niente più droni. Non pensiate tuttavia che il vostro compito sia per questo meno semplice: quel cerchio verde che vede intorno alla nave è la rappresentazione grafica di uno Zoltan Shield, in grado di assorbire una quantità inimmaginabile di colpi. Come se ciò non fosse abbastanza, sarete ora oggetto di numerose e abbondanti salve di laser. Per vostra fortuna sia il laser che gli scudi hanno bisogno di ricarica, così potrete godere di qualche attimo di tregua.

Il primo comandamento prevede che non abbiate alcuna remora a sparare ogni arma abbiate a bordo nel tentativo di abbattere quanto prima lo scudo. Ricordate che lo scudo impedisce anche il teletrasporto di vostri uomini a bordo dell'astronave nemica, oltre a bloccare missili e bombe. Quando avrete distrutto lo scudo la battaglia vi causerà molti meno problemi, anche se continuerà l'invasione di membri dell'equipaggio nemico: la strategia della nave madre ribelle infatti è quella di teleportare all'interno del vostro scafo ogni membro non occupato a gestire le funzioni vitali della nave. Naturalmente, decimando la ciurma nemica limiterete anche il rischio di invasione.

Video della soluzione - Battaglia finale