9.0

Redazione

9.2

Lettori (170)


  • 253
  • 20
  • 203
  • 53

Animal Crossing: New LeafLa soluzione di Animal Crossing: New Leaf 6

Vi sveliamo i segreti del successo del nuovo Animal Crossing!

Arrivo in città

La vostra nuova avventura nel caramelloso mondo di Animal Corssing inizia su un vagone ferroviario, seduti di fronte ad uno strano e curioso gatto blu di nome Rover. Le domande di questo compagno di viaggio un pò impiccione non servono solo per infastidirvi, anzi, sostituiscono invece il classico menù di costruzione del personaggio attraverso una serie di domande e risposte. Il nome che indicherete a Rover sarà quello che che accompagnerà il vostro alter-ego per l'intera avventura, mentre rispondendo al commento successivo con "figo" o "carino" determinerete il vostro sesso rispettivamente in maschio o femmina.
Il set seguente di domande serve a decidere il nome e l'aspetto del vostro villaggio: sullo schermo inferiore verrà mostrata una cartina della vostra futura città che potete accettare premendo A o cambiare premendo B oppure rispondendo "No...". Le tre domande conclusive infine determinano l'aspetto fisico del vostro personaggio tra le dodici combinazioni possibili per genere. Qualora il risultato non sia per voi soddisfacente, sappiate che potrete modificarlo in seguito.

Sono nuovo in città

Una volta scesi dal treno verrete subito travolti da una prima sorpresa: non siete infatti solo un gradito ospite come nei precedenti capitoli del gioco, bensì addirittura il sindaco della cittadina che vi apprestate a visitare per la prima volta. Inutile lamentarsi, il comitato d'accoglienza presentatosi fuori dalla stazione è irremovibile, non vi resta che adattarvi al vostro nuovo ruolo. Per prima cosa dunque cercate il Municipio: visto che non avete ancora esplorato la vostra nuova cittadina di residenza, potete usare la comoda cartina sulla parte inferiore dello schermo per orientarvi. Toccando col penino la linguetta sulla destra della cartina potrete selezionare uno degli edifici presenti per scoprire la sua posizione attraverso l'icona lampeggiante direttamente sulla mappa.

Nell'edificio del comune incontrate Fuffi, la vostra simpatica assistente che si preoccuperà di mettervi al corrente di tutto ciò che un bravo primo cittadino deve sapere.
Il vostro problema più impellente però al momento è quello di trovare una sistemazione e per questa ragione venite presentati a Tom Nook, vecchia conoscenza della serie, riciclatosi come agente immobiliare. Il buon vecchio Tom, dopo aver avanzato un'offerta vantaggiosa ed irrinunciabile, vi condurrà per mano in lungo e in largo nel territorio del villaggio per stabilire dove posizionare la vostra futura magione. Scegliete dunque un posto isolato o centrale secondo la vostra preferenza, cercando tuttavia di trovare una posizione abbastanza vicina al mare e prossima sia a Via degli Acquisti che al Ricicla & Ricrea, dopodichè date l'ok a Tom. La soluzione di Animal Crossing: New Leaf Un posizionamento ottimale vi permetterà in futuro di raggiungere velocemente tutte le zone importanti della città in breve tempo, accorciando i percorsi che vi ritroverete a compiere più e più volte: se volete preservare il verde della vostra città infatti è meglio limitarsi a camminare, poiché la corsa causa la scomparsa dell'erba, la cui ricrescita è decisamente lenta. Come potete notare anche da questi piccoli dettagli, decisioni che appaiono marginali possono portare a conseguenze notevoli, perciò ricordatevi di non prendere mai nessuna scelta sottogamba, per il bene del vostro villaggio.

Purtroppo, proprio come Roma, nemmeno una casa può essere costruita in giorno, così vi ritroverete accomodati in una tenda provvisoria. Per celebrare il vostro insediamento, Fuffi vi regalerà però una lampada, insegnandovi anche come spostare e posizionare gli oggetti all'interno della vostra casa. A questo punto la fase introduttiva del gioco può dirsi conclusa e d'ora in avanti dovrete contare solo su voi stessi. Prima di lanciarvi all'avventura, però abbiamo qualche consiglio generale da regalarvi.

Consigli generali

Animal Crossing: New Leaf include all'interno del gioco un comodo sistema per scattare e condividere immagini prese direttamente dal gioco. Quando vi imbattete in una situazione che volete immortalare premete contemporaneamente L e R, quindi attendete qualche istante per lo scatto. La fotografia sarà archiviata sulla scheda di memoria inserita nella console, e dunque basterà inserire quest'ultima in un PC per poterne disporre come credete. Tuttavia, in un paio di semplici passaggi è possibile condividere le vostre pose sui principali social network attraverso il 3DS: accedete al sito http://i.nintendo.net dal browser interno, scegliete la condivisione immagini ed effettuate l'accesso su Facebook, Twitter o Tumblr coi vostri dati, dopodichè non vi resterà che scegliere lo scatto migliore e completare il post con un commento.

Passando invece a questioni più strettamente collegate al gioco, ricordate che potete passare tra un strumento e l'altro presenti all'interno del vostro inventario semplicemente premendo destra o sinistra sul D-Pad, mentre è possibile riporre in inventario l'oggetto correntemente selezionato premendo giù. Nelle prime fasi di gioco la ristrettezza dell'inventario vi procurerà inoltre non pochi problemi. Il problema è facilmente aggirabile ricorrendo a qualche semplice trucchetto: ad esempio, monete e frutti possono essere trascinati in un solo slot e raggruppati fino a un massimo di nove unità. Le monete inoltre possono essere incassate tramite il menù di selezione che si attiva premendo A sull'oggetto in inventario, senza passare dall'ufficio postale. La stazione dei treni inoltre offre un comodo armadietto di deposito da 180 slot: il vantaggio offerto da questo ampio ripostiglio è la possibilità di recuperare ogni oggetto adagiato al suo interno in qualunque altra città vi troviate a visitare, semplicemente accedendo alla locale stazione dei treni. In alternativa, se avete necessità impellenti potete sfruttare la capacità di archiviazione delle lettere a cui è possibile aggiungere come allegato un regalo: la controindicazione di questo sistema è il fatto che non sarete in grado di capire quale oggetto è allegato a una specifica lettera finché non aprirete il pacco.

MONEY MONEY MONEY!

Come imparerete ben presto, non appena sarete stati risucchiati nel turbine prosciuga-vita-sociale di Animal Crossing, questo gioco che pare dipingere una società tanto armoniosa e priva di tormenti, in realtà ci riproporrà ben presto un problema assolutamente reale e concreto: la conica mancanza di soldi o di Stelline, che dire si voglia. Ma aldilà delle differenze di termine, il concetto cambia poco. Solo per avviare la costruzione della casa e saldare il debito una volta che avrete lasciato la tenda provvisoria e vi sarete trasferiti all'interno di quattro solide mura dovrete sborsare 50.000 Stelline. Più ovviamente i costi da sostenere per l'acquisto degli strumenti utili alla raccolta di frutti, pesci e insetti con cui alimentare le vostre finanze. In realtà, la situazione è meno grigia di quanto paventato: con un pò di tempo a disposizione potreste rimediare le 10.000 stelline per avviare i lavori in poche ore e saldare l'intero debito rimanente in una giornata di intensa attività. Prima di partire con la descrizione, però vi regaliamo un consiglio: per la vendita di oggetti, animali o fossili privilegiate Ricicla & Ricrea, che di norma è disposto a pagare fino al 20% rispetto a Mirco e Marco. Saltuariamente però i nipoti di Nook si lanciano in offerte generose, che potete scoprire leggendo gli annunci in bacheca.

I ferri del mestiere
Per prima cosa dovrete dunque procurarvi una canna da pesca, un retino e una pala. Questi oggetti sono in vendita presso la Bottega di Marco e Mirco, ma avrete bisogno di Stelline per acquistarli, e senza di essi non potete pescare, cacciare insetti, ne cercare fossili. Non vi rimane che scuotere gli alberi! Avvicinatevi a un albero e premete A, poi incrociate le dite per sperare di vedere cadere qualcosa di utile dalle sue fronde: la caduta di monete o oggetti di arredamento è un evento abbastanza raro, ma sufficientemente frequente da consentirvi di raccogliere il capitale necessario dopo un semplice giro del villaggio. Attenti alle api però: dai rami alle volte cade un alveare, e le lavoratrici al suo interno non saranno felici di ciò. Più in là, quando possederete un retino, potrete catturare queste api agguerrite e rivenderle, ma per ora non vi resta che fuggire a gambe levate cercando rifugio nell'abitazione di qualche vostro concittadino.
In alternativa potete sempre rivolgervi alla cara Fuffi. Attraverso la finestra di dialogo con la vostra assistente è possibile chiederle alcuni consigli sul da farsi. Fuffi non solo vi spiegherà per filo e per segno i dettagli di ciascuna attività, ma sarà anche così carina da vendervi gli strumenti utili per svolgerle qualora siate soliti giocare in orari in cui i negozi cittadini sono chiusi.
La soluzione di Animal Crossing: New Leaf
La pesca
La pesca è una delle attività più redditizie che è possibile svolgere all'interno del villaggio. Una volta ottenuta la canna da pesca, non vi resta che avvicinarvi a uno specchio d'acqua e attendere il passaggio di un'ombra sotto il pelo dell'acqua. Ovviamente, tra fiume e mare potrete incontrare tipologie di pesci differenti, così come il periodo dell'anno in cui vi trovate influirà sulle specie che popoleranno l'ambiente naturale che vi circonda. Per far abboccare il pesce che avete individuato, cercate di lanciare l'amo un poco oltre la bocca del pesce. Tenete conto anche della corrente del corso d'acqua: alle volte conviene lanciare più lontano ed attendere che il flusso dell'acqua porti l'amo verso il pesce. Una volta che la vostra preda avrà individuato l'amo della canna da pesca, inizierà a puntarlo, mordicchiandolo, finché non abboccherà portando il galleggiante sotto il pelo dell'acqua. A quel punto attendete un breve istante, poi iniziate a premere il tasto A ripetutamente finché non riuscirete a estrarre il pesce dal suo ambiente. Tenete comunque presente che il tempismo necessario varia da pesce a pesce e per prendere esemplari più rari - e dunque più costosi - servirà un certo allenamento. Altro dettaglio da non sottovalutare è la silenziosità: correte vicino al fiume e alla riva del mare e i vostri pesci si volatizzeranno in un istante. La pesca è un sport che richiede calma, non dimenticatelo.

A caccia di insetti
Un'alternativa - spesso meno redditizia, va ammesso - alla pesca è la caccia di insetti. Il vostro villaggio brulica di piccoli esseri che possono essere catturati facendo ricorso al vostro fido retino. Anche in questo caso, la silenziosità è d'obbligo. Molti insetti infatti possono essere scorti mentre riposano placidamente sul tronco di un albero, ma nonostante il sonno apparente in cui paiono calati il minimo rumore sarà sufficiente per farli fuggire. Il discorso è invece diverso per api, mosche, zanzare, ed altri esemplari muniti di ali: in questo caso vi servirà un'ottima vista per scovarli nonostante le loro ridotte dimensioni e una certa abilità nel maneggiare il retino per acchiapparli al volo. I prezzi degli insetti tuttavia si rivelano di molto più bassi rispetto a quelli dei pesci, almeno per quanto riguarda gli insetti più comuni, come le farfalle e le zanzare. Da segnalare la valutazione di 2000 Stelline delle api che fuoriescono dall'alveare: per catturarle dovrete scuotere gli alberi del villaggio finché dalle fronde non cadrà un alveare, quindi estrarre con tempismo il retino ed afferrare al volo lo sciame con scaltrezza prima di essere punto. Decisamente più preziosi sono invece coleotteri ed affini, che è facile incontrare sull'isola tropicale di cui parleremo tra poco. In linea generale, il momento ideale per andare a caccia di insetti è dopo il calar del sole.

L'arte dello spaccar pietre
Se non siete veterani della saga e dunque non conoscete il trucchetto che sto per rivelarvi, probabilmente avrete sempre visto le rocce sparse per il villaggio come un semplice vezzo estetico. Alcune rocce, invece, nascondono un segreto prezioso, in senso letterale. Una volta al giorno appariranno nel villaggio due nuove rocce che se colpite con la pala rilasceranno una piccola fortuna. Una di queste infatti contiene un metallo prezioso o una gemma del valore oscillante tra le 2.000 e le 4.000 Stelline, che rivelerà sbriciolandosi dopo un colpo di pala ben assestato. L'altra invece continuerà a rilasciare monete ogni volta che verrà colpita in un lasso di tempo determinato, solitamente una manciata di secondi, per un massimo 16.100 Stelline. Per raggiungere questo risultato però dovrete contenere l'effetto rinculo che vi allontanerà dalla roccia ad ogni colpo: scavate dunque due o tre buche alle vostre spalle, di modo che vi sia fisicamente impossibile spostarvi, e martellate il tasto A il più velocemente possibile. Terminata la fatica, godetevi il momento in cui il terreno attorno a voi sarà cosparso da monete e sacchetti di Stelline.

Fossili e Giroidi
L'area verde del vostro villaggio è sicuramente disseminata di strani segni a X. Come in una vecchia mappa dei pirati, si tratta di un segnale di qualcosa di prezioso nascosto sottoterra. In quei punti infatti è possibile far emergere dal sottosuolo fossili o Giroidi. I primi sono resti di un passato che fu, ossa di animali estinti, resti di uova, piante o denti. Possono essere donati al museo, oppure venduti per cifre parecchio alte. Nel caso abbiate spazio, potreste anche utilizzarli come elementi d'arredo all'interno della vostra abitazione, scelta per altro che fa schizzare la valutazione della casa presso l'Accademia delle Belle Vase. I Giroidi invece sono strani esseri - tutti molto simili tra loro - che possono essere usati per abbellire le vostre abitazioni. Qualora li riteniate brutti o antiestetici però potreste sempre offrirli al Ricicla & Ricrea in cambio di qualche migliaio di Stelline. Prospettiva allettante, vero?

Buon vicinato
Infine, un altro metodo per accumulare ricchezza consiste nel mostrarvi gentile, o meglio opportunisti, con i vostri vicini. Potete ad esempio inviare loro lettere con allegati regali di scarso valore, come le trappole che saltuariamente rinvenite scavando in cerca di fossili: quasi sicuramente la risposta conterrà un presente ben più prezioso del vostro. Inoltre i vostri vicini vi chiederanno spesso piccoli o grandi favori, come la ricerca di un complemento d'arredo che si abbini allo stile della loro casa o la cattura di particolari pesci o insetti. La soluzione di Animal Crossing: New Leaf Inutile dire che la vostra cortesia sarà lautamente ricompensata nella stragrande maggioranza dei casi. A proposito di gentilezza, non trascurate le richieste di Fuffi al Municipio. Portandole ad esempio una conchiglia dalla spiaggia otterrete un cesto di frutta esotica, molto quotata al negozio locale, che potete anche interrare per ottenere dei alberi da frutto e garantirvi così dei preziosi raccolti nel breve periodo.

Alberi e frutti
A proposito di frutta: all'inizio dell'avventura il vostro villaggio disporrà di un solo tipo di frutto. Esplorando l'isola tropicale o le città dei vostri amici entrerete però in possesso di altre tipologie, che potrete trapiantare all'interno del vostro villaggio. Per aumentare le probabilità che un frutto sotterrato dia vita a un albero forte e rigoglioso ci sono due vie. Potete cercare un luogo sufficientemente lontano da altri alberi, case e rocce per garantire alla pianta lo spazio necessario alla sua crescita. In alternativa potete abbattere con l'ascia - disponibile nel negozio di giardinaggio - ed estirpare con la pala il ceppo di albero rimasto, quindi seminare il vostro frutto nella buca rimasta sul terreno. Con questo secondo metodo la crescita è assicurata.

C'è un nuovo sindaco in città!

La nomina a sindaco della città è la più grossa novità di questo nuovo capitolo di Animal Crossing. Le responsabilità connesse a questo ruolo sono limitate, ma le vostre decisioni da primo cittadino condizioneranno in modo evidente il vostro approccio al gioco. Per prima cosa però dovrete conquistarvi l'agognata poltrona, e affinché ciò avvenga dovrete aver abbandonato la tenda in favore di quattro mura, ma soprattutto dovrete conquistarvi il 100% della fiducia dei vostri cittadini. Chiacchierare con i passanti e strappare le erbacce sono entrambi buoni metodi per aumentare il tasso di fiducia: se tuttavia avete bisogno di altri saggi suggerimenti di questa risma, non esitate a rivolgervi a Fuffi al bancone del Municipio. Dopo aver ottenuto la nomina ufficiale, con tanto di albero celebrativo piantato nella piazza principale, arriverà il momento di mettere in pratica il vostro potere che si concretizza sostanzialmente in due vie: le ordinanze e le opere pubbliche. Andiamo a vederle più nel dettaglio.

Ordinanze
Il modo più diretto per incidere sulla vita della città e dei suoi abitanti passa attraverso l'emanazione di leggi, o ordinanze. Ne avete quattro a disposizione e possono essere attivate singolarmente, o più di una alla volta contemporaneamente. Due di queste ordinanze riguardano direttamente l'orario di apertura delle attività commerciali, e servono dunque ad adeguare la vita della vostra città virtuale al vostro stile di vita reale. Se, ad esempio, impegni lavorativi o di studio vi impediscono di accedere al vostro fido 3DS fino alla tarda serata potete optare per la Città Nottambula, ordinanza che sposta in avanti gli orari di chiusura e spinge i cittadini ad andare a letto più tarda. Se al contrario potete concedervi qualche momento di tranquillità solo alle prime luci dell'alba, Città Mattutina risolve parecchi dei vostri problemi anticipando la sveglia di cittadini e commercianti. Le due ordinanze rimanenti si occupano invece di altri aspetti della vita cittadina. Città Bella fa sì che i fiori siano sempre forti e brillanti, rallenta la formazione delle erbacce e limita la presenza di spazzatura. Se invece il vostro interesse primario è il guadagno, emanate quanto prima Città Benestante, ordinanza attraverso la quale si possono alzare i prezzi di acquisto presso le botteghe cittadine. Le regole, si sa, hanno un prezzo, e le ordinanza non fanno eccezione: per emanare ogni singola legge bisognerà versare 20.000 Stelline nelle casse cittadine. Se vi può consolare, le vostre disposizioni possono però essere ritirate in qualunque momento senza nessun esborso aggiuntivo.

Opere pubbliche
Qualcuno è nato per governare, qualcun altro è nato per costruire. Insieme al ruolo di sindaco vi viene dunque consegnato anche il controllo sulle opere pubbliche cittadine. In pratica, potrete decidere di costruire nuovi edifici, infrastrutture o abbellimenti per rendere più bella o più vivibile la città in cui risiedete. Come ben saprete però tutto ciò ha un costo: a chi tocca dunque il finanziamento di un lampione o di un nuovo ponte? In teoria, a tutta la cittadinanza, in pratica a voi. Dopo aver deciso cosa costruire, un Giroide si posizionerà nel punto scelto raccogliendo le offerte dei passanti. Tuttavia, se avete intenzione di contare esclusivamente sulla generosità dei vostri concittadini preparatevi ad attese molto, molto lunghe. Gli abitanti della vostra città infatti contribuiranno al ritmo di una manciata di Stelline al giorno, facendo gravare sostanzialmente sulle vostre finanze un'altissima percentuale dei costi di realizzazione.

All'inizio, le opere che potrete costruire saranno limitate nel numero, ma anche nelle possibilità. Per prima cosa, bisogna tenere conto dello spazio: dopo aver scelto quale opera pubblica iniziare, potrete esplorare la città alla ricerca di un punto consono, che potrete stabilire utilizzando la reazione di Fuffi alle vostre proposte come indicatore. La soluzione di Animal Crossing: New Leaf D'altro canto, ci sono delle regole che non possono essere infrante: ad esempio, ogni città deve disporre di almeno un ponte, ma non può averne più di tre. Ciò significa che se la posizione del ponte attuale, o la sua forma, non vi soddisfano, dovrete prima costruirne un secondo e poi distruggere il precedente. Pensateci bene prima lanciarvi in un'impresa di cui non siete convinti: la cancellazione di un progetto già approvato comporta la perdita definitiva di tutti i soldi già depositati per la sua realizzazione. Soldi che, come avrete credo intuito, arriveranno quasi completamente dal vostro portafogli.

Le diverse tipologie di opere pubbliche a disposizione spaziano dai lampioni alle fontane, dalle panchine alle decorazioni, passando per nuovi edifici e restyling di quelli esistenti. Non tutti inoltre saranno disponibili fin da subito: per alcuni bisognerà attendere che qualche concittadino ci suggerisca l'idea casualmente durante una conversazione, per altri sarà invece necessario sbloccare specifici obiettivi. Il secondo piano del museo, ad esempio, potrà essere costruito solo a condizioni di essere sindaci da almeno 14 giorni e aver compiuto almeno 20 donazioni. Chi ha detto che la cultura non è importante?

Alla ricerca della città perfetta

L'obiettivo di un sindaco dovrebbe sempre essere la soddisfazione dei propri concittadini, prima ancora del suo arricchimento personale. Per verificare quale sia l'opinione della cittadinanza circa il vostro operato, non dovrete fare altro che recarvi al bancone del Municipio e chiedere a Fuffi. La vostra fida assistente, oltre ad esporre con spiazzante sincerità il sentore comune, non vi farà mancare anche utili consigli per migliorare la situazione.

Per portare al massimo il livello di soddisfazione e ottenere la definizione di città perfetta bisogna soddisfare alcuni requisiti:

-non ci deve essere alcun rifiuto né al suolo né sepolto sottoterra
-devono essere presenti più di 110 alberi da frutto e/o palme
-dovete aver realizzato almeno 10 opere pubbliche (dal novero vanno escluse la Dream Suite e ogni tipo di restyling)
-al suolo non devono trovarsi più di 10 erbacce e più di dieci oggetti (frutti inclusi)
-in città devono esserci almeno 75 fiori

Il raggiungimento e il mantenimento dello status di città perfetta porta con sè notevoli benefici. Parlando con Fuffi subito dopo aver reso perfetta la vostra città verranno sbloccate le opzioni per il restyling del Municipio, l'orologio di fiori e potreste assistere casualmente alla comparsa di un fiore molto raro. Mantenendo invece per 15 giorni di fila la valutazione massima, sarete premiati da Fuffi con un innaffiatoio d'oro.

L'isola tropicale

Il giorno dopo aver saldato il vostro debito con Nook per la costruzione della vostra abitazione, incontrerete Tortimer, ex sindaco della città ritiratosi su un isola tropicale per godersi il meritato riposo. L'anziano è molto generoso, e si offre di accogliervi ogni volta che lo vogliate. E credeteci, si tratta dell'offerta più generosa a cui abbiate mai assistito. Per verificarlo con i vostri occhi dirigetevi in spiaggia il giorno dopo, dove troverete Remo pronto ad accompagnarvi - dietro compenso di 1000 Stelline! - in un lungo viaggio via mare, allietato dalle sue doti canore. Se proprio non sopportate la gente che canta, premete furiosamente B per far smettere Remo, ma aspettatevi le sue piccate lamentele.

L'isola rappresenterà per voi la via più breve alla felicità, o meglio, al rapido arricchimento. Questo angolo di paradiso tropicale pullula letteralmente di specie esotiche, rare, e dunque molto ricercate sul mercato. Con una visita di qualche decina di minuti potrete raccogliere in scioltezza un centinaio di migliaia di Stelline. Per prima cosa, devono esservi però chiari alcuni concetti. Alla partenza dal villaggio tutti i vostri averi saranno requisiti da Remo e parcheggiati nelle sue tasche fino al ritorno: ciò significa che sull'isola non avrete alcun vostro strumento su cui fare affidamento. Inoltre, le vostre Stelline ai tropici non vi serviranno a nulla: tra le palme l'unica valuta che ha un valore sono le medaglie che potete ottenere partecipando ai tour di Tortimer e vincendo le sfide lanciate dall'anziano sindaco. La soluzione di Animal Crossing: New Leaf Ciò non significa che dovrete cacciare insetti e pesci a mani nude: sulla spiaggia sarà infatti disponibile un comodo servizio di noleggio che include, oltre a tutto ciò a cui siete abituati, anche la muta con cui potrete finalmente immergervi nell'azzurro mare di Animal Crossing e dare la caccia ai molluschi. Raccogliendo abbastanza Medaglie potrete poi acquistare la muta aa banco dei souvenir e riportarla a casa utilizzando il comodo e abbondante cesto posto nel hall che vi consente di trasferire al molo in città quanto raccolto sull'isola. Già, ma cosa si può raccogliere sull'isola? Di tutto!

Partiamo dal dettaglio più evidente: sull'isola crescono alberi da frutto impossibili da trovare in città. La prima cosa da fare è raccogliere un paio di esemplari per ogni frutto e riportarli con sè a casa, dove verranno piantati per dare vita ad altri alberi da cui ricavare frutta preziosa da rivendere. Dopodichè, sarà il momento di darsi alla caccia. Il mare abbonda di pesci, molti dei quali rari e introvabili altrove. Ma soprattutto, l'acqua è piena di squali. Ricordatevi che per catturarli serve tempismo estremo, ciò significa che dovrete rialzare la lenza appena il galleggiante viene trascinato sotto il pelo dell'acqua. Ogni squalo catturato però vi frutta almeno 15.000 Stelline, vale la pena fare allenamento. Il metodo però più rapido e sicuro per raccogliere una piccola fortuna è la caccia all'insetto. Dopo le ore 19 di ogni giornata sull'isola inizieranno ad apparire, placidamente appoggiati sui tronchi degli alberi, insetti di ogni foggia e colore, la cui rarità è pari solamente al loro valore in Stelline.

I tour
Parte integrante dell'esperienza sull'isola è però rappresentata dai tour. Si tratta, sostanzialmente, di minigiochi che è possibile avviare presso il bancone della reception: i giochi propongono tre diversi livelli di difficoltà, a cui naturalmente è connessa una diversa ricompensa. La varietà di tour disponibile varia ogni giorno e più volte al giorno a seconda del momento in cui ci si rivolge alla reception. La caratteristica più interessante de tour, indubbiamente, è il loro svolgersi su isolette separate, caratterizzate da esemplari naturali di fiori, frutta e animali diversi da quelli dell'isola principale. Questo dettaglio è particolarmente interessante poiché tutti gli oggetti che esulano dallo scopo del minigioco raccolti duranti i tour possono essere riportati a casa. Così, ad esempio, se partecipate a una caccia al mollusco non potrete depositare nel cesto le vongole strappate al fondo dell'oceano, ma potrete tranquillamente tenere il casco di banane caduto dalla palma.

Souvenir Shop
Il negozio di souvenir gestito dalla mamma di Remo è importante per una ragione specifica: è l'unico negozio del gioco a vendere la muta per le immersioni che vi consente di nuotare anche in città. Serviranno diverse Medaglie per aggiudicarsela, perciò preparatevi ad affrontare un buon numero di tour per potervi godere le onde sotto casa. Se vi avanzassero Medaglie, in ogni caso non disdegnate anche gli altri articoli in vendita: sono tutti pezzi unici, impossibili da trovare in città, per cui è dunque possibile strappare una quotazione piuttosto alta presso Ricicla & Ricrea.

Un morso alla fortuna

Chiudiamo questa nostra soluzione con un accenno ai biscotti della fortuna in vendita presso la Bottega di Marco e Mirco. Si tratta di oggetti particolari, acquistabili solo attraverso l'uso delle monete di gioco che si ottengono grazie al contapassi della console in modalità sleep. Questi biscottini contengono al loro interno un Mangia & Vinci che può essere scambiato in bottega con un premio, di solito un capo di vestiario o un soprammobile, a tema Nintendo. Volete vestirvi come Link o sfoggiare una riproduzione del casco di Samus? Infilate in tasca il vostro 3DS e concedetevi lunghe passeggiate per fare scorta di monete. Sappiate però che potrete acquistare un solo biscotto al giorno finché la Bottega non verrà ampliata, facendo spazio a un secondo biscotto in esposizione.

Video della soluzione