La Soluzione di Borderlands: Claptrap's New Robot Revolution  1

Sappiamo anche come fermare i rivoluzionari!

Attenzione

La soluzione è basata sulla versione americana per Xbox 360 del gioco. Potrebbero esserci divergenze dalla versione italiana e/o per altre piattaforme.

Prologo

Iniziato il gioco, selezionate "Tartarus Station" per accedere all'espansione.

Are you from these parts?

Per conto di Patricia Tannis, dovrete recuperare degli oggetti dalla discarica Hyperion. Raggiungetela nei pressi della capanna, poco sopra la stazione di Tartarus. Dopo la conversazione, uscite e prelevate il contenuto della cassa argentea. Continuate poi verso nord, ove si trova il portale per la Hyperion Dump. Incamminatevi verso il primo punto segnalato, verso est. Attenzione alla torretta: utilizzate il camion da carico come protezione. Utilizzate poi la piattaforma sopraelevata per fare piazza pulita dei nemici che compariranno nella zona sottostante. Scendee poi verso est, usando la rampa sulla destra. Prelevate il primo oggetto dalla capanna. Il secondo checkpoint si trova verso sud. Eliminate i banditi sottostanti, dunque procedete lungo la piattaforma, in direzione sud, come prima indicato. Il percorso è lineare, anche in questo caso l'oggetto potrà essere prelevato da una capanna. Incamminatevi dunque verso ovest. Evitate il corridoio (cieco) immediatamente a sud della stazione della New-U. Spostatevi invece leggermente a nord. Verrete intercettati da una dozzina di skag, non è necessario ucciderli, più conveniente scappare lungo la salita fino all'oggetto, e poi correre velocemente verso nord, scampando al fuoco nemico. Consigliamo - lungo il percorso - di recuperare la cassa argentea in cima alla struttura a sud-est del quarto checkpoint. Da questa zona potrete anche infatti eliminare grandi quantità di avversari. Poi prelevate l'oggetto dalla pozza sottostante. Il quinto checkpoint si trova a nord-est, alcuni strani esseri bionici cercheranno di fermarvi, dovrete cominciare a sparare in loro direzione molto prima di essere giunti vicini al checkpoint, pena la possibilità di morte. Servitevi quanto più possibile di armi incendiarie, sono particolarmente sensibili a questo "elemento". Prelevato l'ultimo componente, tornate verso il portale, percorrendo il passaggio ad ovest. Tornate da Tannis, la quale vi offrirà una nuova missione. Usciti dalla sua tenda, parlate con l'uomo appena fuori - anche lui vi darà un compito, che per larga parte si intreccia con la missione appena offerta da Tannis.

Fight for your right to part-E & New Contact

Per la prima delle due, dovrete recuperare sempre dei componenti per conto di Tannis. Li troverete "per forza" lungo il percorso della missione di Blake, sono dunque state accorpate. Selezionata per ora "New Contact", procedete verso la struttura circolare, scendendo le scale a sud-est. Interagite con la porta, raggiungendo Tartarus Station. Re-incontrate Blake nei pressi dell'Hyperion Welcome Center (notate l'enorme scritta "Welcome", che rende semplice il suo riconoscimento). Parlate con lui per completare "New Contact". Vi verrà automaticamente assegnata l'estensione della missione ("Operation Trap Phase One"). Entrate nel negozio di Marcus e parlate con lui, altra missione offerta. Prima di continuare, altre due brevi missioni, che possono essere ottenute facendo riferimento alla bacheca informazioni per i turisti (corrisponde al punto esclamativo sulla mappa).

Video - Trailer di lancio

Spa vs Spa

Dopo averla ottenuta interagendo con la bacheca informativa, spostatevi verso sud. Salite le scale, voltate l'angolo, usate le casse per raggiungere il tetto. Recuperate la sorgente di energia della Spa, dunque tornate alla bacheca per considerare la missione come completata.

Like shootin' Rakk in a barrel

Dovrete qui trovare alcuni componenti di alcune potenti torrette, per decimare dei nemici che bloccano l'accesso ad un'importante strada. Dall'entrata dell'Hyperion Center, scendete le scale ad ovest, seguendo il passaggio fino al primo checkpoint. Recuperate il componente dall'alcova. Continuate verso est, sempre lungo il passaggio, e salite le scale. Sinistra, seguite le rotaie fino al successivo checkpoint. Prelevate il secondo componente dalla passerella, che "esce" dalla parte nord delle rotaie. Voltatevi dunque verso est, superate le rotaie ad est, e saltate aldilà della ringhiera, atterrando sulla roccia sottostante. Fate in modo che l'angolo dell'edificio sottostante sia sotto di voi, poi saltate sul tetto e prelevate la cassa argentea. Saltate ancora e prendete il terzo oggetto. Potrete ora riparare le torrette automatiche. Spostatevi verso ovest, lungo il muro fortificato, e salite le due rampe consecutive di scale. Ancora ovest, aldilà dei due tetti, usate le casse per giungere in cima. Riparate la prima pistola. Est, verso il successivo tetto, sempre utilizzando le casse come supporto per la scalata. Troverete infine la seconda torrette, riparate anche quella. Tornate al tetto posizionato davanti alla torretta centrale. Poi scendete lungo le scale centrali, tornando alla bacheca di informazioni di Hyperion.

Operation trap Claptrap trap, Phase one

Salite lungo le rocce sporgenti, nella sezione esterna del muro sud della cittadina. Incamminatevi verso est, percorrendo l'arco roccioso, fino al portale. Prelevate la cassa argentea, dunque saltate giù per arrivare al Sander's Gorge. Prendete il corridoio sud, usate una pistola esplosiva per distruggere le Larval Traps (mirate all'occhio). Al bivio, destra. Eliminate i Samurai Claptrap, dai quali potrete prelevare i componenti necessari al completamento della missione di Tannis. Scendete giù, prelevate la cassa argentea accanto alla capanna, poi continuate verso nord-est. Anche qui, diversi Claptrap vi verranno incontro, annientateli per accumulare oggetti da dare a Tannis. Nord, lungo il muro e le piattaforme. Altri soldati & Claptrap da azzerare, poi ovest verso il passaggio (procedete all'interno della zona caratterizzata da torce gialle e tubi di metallo). Saltate giù, e prestate attenzione alle torrette-trappola che popolano la zona. Eliminatele il più velocemente possibile. Salite le scale a destra, usate la stazione di controllo per aprirvi il cancello. Scendete verso la piattaforma sottostante, dalla quale potrete facilmente "cecchinare" tutti i nemici. Destra, dunque su a sinistra lungo la rampa, fino all'ascensore. Scendete giù, ed usate delle armi corrosive per eliminare il generale Knoxx, mirando alla faccia. Usate le colonne sparse per la zona di gioco come copertura e ricordatevi di eliminare con la massima priorità i Claptrap che periodicamente compariranno in zona. Uscite poi verso est, salite le scale e fate vostre le casse. Attivate la stazione di controllo, uscite ad ovest. Percorrete il ponte, giungendo ad una caverna. Rimanete nei pressi dell'entrata, sparando alle varie trappole in via preventiva. Correte dunque velocemente verso il ponte d'uscita, a sud. Continuate nella medesima direzione, lungo le rampe. Poi ovest, e sinistra una volta giunti al bivio, salendo la rampa. Entrate nella stazione di Tartarus, poi usate la rampa di scale al centro per raggiunge Blake. Vi assegnerà la successiva missione principale.

Burnin' Rubber

Entrate nella discarica Hyperion, poi est e dunque sud. Eliminate le torrette sopraelevate, saltate verso il tetto della vicina capanna e prelevate la cassa rossa, poi recuperate la prima gomma. Correte poi verso nord, ed entrate nel passaggio ad est. Distruggete le piattaforme ad ovest, dunque salite le rampe e fate vostra la seconda gomma. Sfruttate a vostro vantaggio l'altitudine delle piattaforme, facendo a pezzi le trappole sottostanti. Prelevate la terza gomma dalla rampa arcuata sottostante. Ritiratevi verso ovest, poi cominciate a spostarvi verso sud-est, ove si trova il seguente checkpoint. Spostatevi verso l'area in basso a sud, eliminate i combattenti meccanici, dunque est fino alla capanna con la gomma sul tetto (sfruttate i container per raggiungerla). La quinta gomma è nel vicolo cieco ad ovest. Il seguente checkpoint necessita di uno spostamento verso nord-est. Non dovrebbero esserci avversari di rilievo lungo il percorso; tuttavia, subito dopo averlo superato, sarete vittime di un gruppo di Claptrap. Distruggeteli e prelevate gli oggetti per Tannis, senza dimenticare ovviamente anche la gomma (dai resti del bulldozer). Tornate dunque alla stazione di Tartarus; andate da Patricia per ratificare la fine della missione "Fight for your life", vi assegnerà subito una seconda - Parts is Parts - dovrete recuperare ben 75 componenti. Andate anche da Marcus, per segnalare la fine della missione Burnin'Rubber. Esaminate dunque la bacheca di informazioni per i turisti, ottenendo così le successive due missioni.

One-Upmanpipp

Dal negozio di Marcus, spostatevi verso est ed entrate in "Stash your Crap". Prelevate la spazzatura dal bagno, poi spostatevi verso l'ostello di Sal. Scendete le scale nell'angolo nord-est, parlate con il ragazzo delle consegne. Tornate alla bacheca delle informazioni per completare la quest.

Finger Lickin' Bad

Dovrete eliminare un robot di nome Cluck-Trap, che popola la Sander's Gorge. Dunque, dirigetevi lì e procedete verso l'interno delle caverne. Prendete il secondo corridoio, che si snoda verso nord partendo da quello al centro. Saltate sul muro roccioso per ottenere l'accesso ad esso. Distruggete i Samurai Claptrap, poi prendete la rampa a sud.

Volgete il vostro sguardo verso la luce, sparate verso le Rakk-Trap. Distruggetele prima di percorrere la strada davanti a voi, in caso contrario risulterebbe troppo pericolosa. Avvicinatevi alla cassa rossa nei pressi del masso centrale, dunque seguite l'immaginario percorso formato dalle casse per tornare alla stazione, e infine alla bacheca delle informazioni, ove potrete ratificare la fine della missione.

Operation trap Claptrap trap, Phase two

Seguite i binari della ferrovia verso est, fino al portale "Dividing Faults". Voltatevi verso sinistra, e raggiungete il primo ponte ad est. Eliminate i soldati Hyperion, poi via verso nord-ovest, ove si trova "Trouble". Appariranno diversi soldati Claptrap, rimanete sempre nelle retrovie (non avanzate con eccessiva velocità) per non essere da loro azzerati. Giunti al checkpoint, parlate con Ned. Dovrete affrontarlo; eliminatelo con delle armi di tipo acidico o incendiario. Incamminatevi poi verso nord, ove si trova il seguente checkpoint. Nord, lungo la rampa, poi saltate la ringhiera e voltatevi verso destra. Salite le scale, incontrando i tre Claptrap ribelli. Seguite il corridoio aldilà della stanza di controllo, poi salite altre scale, giungendo nei paraggi della pompa di raffreddamento. Sparate in sua direzione con la shotgun, non dimenticando di recuperare la cassa rossa nei paraggi. Il seguente checkpoint si trova ad ovest, il percorso è lineare. Usate i container per guadagnare elevazione nei confronti dei sottostanti Claptrap, poi le casse per raggiungere il corridoio superiore. Destra, uccidete i quattro difensori, poi prelevate il contenuto della cassa rossa, accanto alla pompa, che dovrete ovviamente distruggere. Prendete poi il corridoio che procede verso ovest, fuggendo così dalla fabbrica. Non appena la porta si aprirà, eliminate i quattro soldati Hyperion, più i tre in arrivo. Dalla sezione ovest del ponte, guardate verso il basso ed intercettate il gruppo di Skag in arrivo. Percorrete il muro della fabbrica, poi entrate nella stazione Tartarus. Vi verrà annunciato l'arrivo dei banditi, che scenderanno dal treno. Dovrete eliminarli tutti prima di poter tornare a contattare Marcus, all'interno del centro di benvenuto. Dopodiché, potrete continuare con la terza fase dell'Operazione Claptrap. Parlate poi con Marcus per ottenere la missione Taking Stock, e tornate verso il portale per Diving Faults. Scendete le scale, riparate il Claptrap, vi offrirà una nuova missione - It's a Trap..Clap

It's a Trap...Clap.

L'obiettivo è trovare un kit per la riparazione del claptrap rotto. Potrete recuperarlo nelle vicinanze, giusto aldilà dei binari. Purtroppo, non appena lo riporterete al marchingegno che vi ha assegnato la missione, esso rivelerà di essere in realtà un nemico. Dovrete eliminare sia lui, sia i suoi amichetti. Recuperate poi la massa di casse rosse sparse per la zone di gioco.

Taking Stock

Dovrete qui recuperare dieci Bobble-Heads per conto di Marcus. Procedete verso l'interno di Dividing Faults, eliminate le tre sentinelle a nord del portale. Superate l'accampamento a sinistra, dunque saltate sulla piattaforma sopraelevata sfruttando le casse, e da qui fate piazza pulita del resto degli avversari. Potrete anche qui prelevare la prima Bobble-Head. Spostatevi dunque verso nord, superando il ponte. Recuperate la seconda Bobble-Head dalla cassa. Poi ancora nord, attenzione ai Claptrap che cercheranno di intercettarvi. Subito dopo gli Hyperion, potrete recuperare la terza Bobble-Head, sempre da una cassa. Ora percorrete il ponte a ritroso, spostandovi verso il successivo checkpoint, a sud-est. Procedete nel corridoio, e saltate lungo le sacche e i container per arrivare al tetto, ove si trova il quarto Bobble-Head. Il quinto checkpoint è poco più a est, nei pressi dell'autobus. Saltate sulla tettoia accanto ad esso, poi ancora est fino alla quinta Bobble-Head, reperibile da un tavolo. Rimanete poi sulla tettoia, uccidendo i soldati che compariranno sotto di voi. Dunque saltate, prendete le scale a sud-est per giungere nuovamente al tetto. Eliminate i Claptrap sottostanti, poi saltate di tetto in tetto fino a raggiungere il checkpoint, ove si trova anche il sesto Bobble-Head. Poi spostatevi verso i tetti a nord, giungerete naturalmente al settimo Bobble-Head.
Dunque percorrete, per l'ennesima volta, la strada al contrario. Nord, lungo i tetti, poi ovest attraverso i container, fino all'ottavo Bobble-Head (recuperabile dal tetto di una capanna). Il nono checkpoint è dunque rintracciabile a nord-est. Rimanete sui tetti, percorrendo tutte le capanne. Uccidete i nemici e solo dopo entrate nello stretto passaggio che conduce verso nord. Sinistra, destra, dunque aspettatevi l'arrivo di alcuni Claptrap non appena avrete raggiunto le immediate vicinanze del Bobble-Head. L'ultima Bobble-Head è posizionata sul ponte ad est. Sud, dunque est verso le macchinette automatiche. Avanzate lentamente, per far uscire allo scoperto i banditi che sorvegliano la zona immediatamente davanti a voi. Recuperate la Bobble-Head, dunque continuate lungo il ponte. Lasciatevi cadere lungo la parete a sud del ponte, poi continuate nella stessa direzione, fino all'uscita. Parlate con Marcus all stazione, per riferire del completamento della missione. Supponendo che abbiate 75 componenti (e dovreste averle, a questo punto), potreste andare a parlare con Tannis. Vi assegnerà subito la nuova missione (We all have our parts to play). E' anche ora il momento di ricominciare ad occuparsi dell'Operation Claptrap principale.

Video - Gameplay

Operation trap Claptrap trap, Phase three

Est, verso il portale del Canyon. Scendete le scale, prelevate la cassa argentea. Dall'entrata, procedete verso sud, lungo la cornice rocciosa. Giungerete ad una staccionata metallica, attenzione ai ragni meccanici che cercheranno di interrompere l'avanzata. E' consigliabile rimanere in posizione sopraelevata, così da garantirvi il vantaggio altitudinale. Continuate poi verso est. Muovetevi in senso anti-orario lungo il pozzo circolare. Rimanete accanto alla facciata rocciosa per eliminare i raak in arrivo. Prelevate poi il contenuto della cassa d'argento. Giunti alla fine del sentiero sopraelevato, saltate verso la rampa rocciosa sotto di voi, continuando poi verso nord-est. Usate il trattore come copertura, eliminando facilmente gli spiderant in arrivo. Il loro punto debole è sempre situato in corrispondenza dell'addome. Superato il pozzo, cominciate a muovervi verso ovest. Eliminate progressivamente i vari gruppi di Skag, preferibilmente con il fucile da cecchino, mirando sempre alla pancia. Seguite la strada nella suo naturale svolgersi, procedendo dunque in seguito verso est. Distruggete le torrette (potrete notare il laser), appariranno dunque dai lati diversi Claptrap. Eliminate anche loro, e fate vostri i componenti. Continuate aldilà dell'apertura illuminata, visibile davanti a voi. Scendete la rampa accanto alla macchinette automatiche, poi lasciatevi cadere nell'apertura, arrivando alla camera sottostante. Dovrete ora combattere contro Steele. Consigliamo l'utilizzo di un'arma di tipo incendiario, o comunque elementale. E' consigliabile mirare sempre al suo torso, punto debole. Correte sistematicamente in direzione opposta non appena il vostro scudo scenderà, è necessario preservarlo per non aumentare eccessivamente le vostre probabilità di sconfitta.
Eliminata Steele, interagite con il pannello di controllo a nord, aprendovi il cancello. Prelevate il marchingegno wireless, dunque salite lungo il container. Fate vostro il contenuto delle casse argentee e rosse. Uscite verso est, salite la rampa. Cominciate il viaggio verso l'uscita. Eliminate le Queen Mothers che tenteranno di attaccarvi non appena supererete i confini; stessa considerazione vale per i Traplings, che fungono da loro supporto. Salite poi le scale ad est, e percorrete le seguenti piattaforme, che vanno a connettere consecutive rampe di scale. Consigliamo di rimanere sulle passerelle sopraelevate, dato che potrete così recuperare il contenuto di molte casse, nonché collezionare diversi pezzi di Claptrap, potenzialmente utili nel prosieguo del gioco. Le scale inizieranno poi a scendere; ricordatevi di usare il fucile da cecchino per eliminare gli Skag sottostanti, prima di procedere verso la zona seguente. Lasciatevi cadere sui tubi a nord, percorrete il tubo a forma di I, e saltate verso l'ennesima cassa. Apritevi dunque il cancello, scendete le scale, raggiungendo la stazione di Tartarus. Dirigetevi al centro di benvenuto per segnalare il completamento della missione. Blake vi assegnerà la quarta parte di Operation Trap Claptrap. Prima di poterla eseguire, è necessario racimolare punti esperienza tramite altre missioni. Superate i binari, Marcus vi assegnerà una nuova missione, denominata Old Spicey. Date anche un'occhiata alla bacheca di informazioni turistiche, dalla quale potrete reperire "Not My Fault". Dopodiché, raggiungete il portale verso Diving Faults.

Not my fault

Dovrete qui eliminare i banditi D-Faults, che bloccano il flusso di turisti. Raggiunta Dividing Faults, eliminate le guardie a nord. Per poter accedere alla stazione principale dei D-Faults, dovrete forzatamente percorrere i ponti a sud, data la presenza di un muro invalicabile. Eliminate anzitutto le due sentinelle poste a guardia del primo ponte, ed usate il vicolo per avvicinarvi. Salite le scale ad est, arrivando al tetto. Da qui, potrete uccidere il resto dei soggetti che cercano di impedirvi l'accesso al ponte. Eliminati tutti i Claptrap, prelevate le svariate componenti presenti in zona, e procedete lungo il ponte. Eliminate gli otto D-Fault ad est del ponte, nei pressi della capanna, poi girate verso nord. L'accampamento principale dei D-Fault è protetto da una dozzina di soggetto, che ovviamente dovranno essere uccisi. Consigliamo di servirvi del fucile da cecchino, collocandovi nei pressi del muretto accanto all'area di gioco iniziale.
Avanzate poi verso l'interno della struttura. D-Fault, il capo, scenderà dall'ascensore sul retro. Le armi più efficaci per azzerarlo sono di tipo incendiario, o eventualmente un fucile da cecchino in grado di lanciare colpi esplosivi. L'avversario si muove molto lentamente, dunque sarà per voi semplice mantenervi ad adeguata distanza e colpirlo ripetutamente alla testa, uccidendolo così senza correre alcun rischio. Percorrete dunque a ritroso il sentiero esplorato per giungere al cospetto di D-Fault, e ratificate la fine della missione nei pressi dell'usuale bacheca. Selezionate ora "Old Spicy", spostatevi verso ovest ed entrate nel canyon Scorched Snake.

Old Spicy

Dovrete recuperare alcune ghiandole di Skag & dell'ambergis dall'alveare dei Rakk, per conto di Marcus. La prima richiesta è di semplice esecuzione: potrete prelevare le ghiandole dai primi Skag che incontrerete, ad est rispetto all'entrata. Poi tornate indietro, e percorrete le rampe di scale per arrivare alle passerelle sopra di voi. Il cancello è ora aperto, dunque incamminatevi verso est. Eliminate i Claptrap (nonostante li abbiate uccisi durante la vostra ultima visita, il respawn è attivo), recuperando i componenti dalle loro carcasse. Giunti alla piattaforma sovrastante il muro, a nord del pozzo, lasciatevi cadere lungo la sezione sud del muro stesso. Verrete subito attaccati da una discreta quantità di Spiderants, mentre procedete verso l'alveare. Potrete comunque evitarli saltando verso la sezione di livello immediatamente inferiore. Avvicinatevi alla creatura per farle prendere vita. Dunque tornate velocemente indietro, e posizionatevi sulla rampa d'uscita. Da qui, mirate e sparate verso i suoi occhi, con un SMG veloce. Sprecherete sicuramente molte munizioni, ma è necessario, data la grande quantità di nemici in arrivo. La distruzione dell'alveare vi farà ottenere automaticamente l'ambergis. Tuttavia, i Rakk non spariranno in maniera automatica, anzi, cominceranno ad inseguirvi. E' consigliabile correre velocemente verso l'uscita, rimanendo nella zona rocciosa a sud, evitando così le piccole "sorgenti" di Skag. Entrate nella solita stazione di Tartarus e parlate con Marcus per riferire del completamento della missione. Ve ne offrirà subito un'altra: Eleven Rakk and Spices. Accettatela e ponetela come missione attiva.

Eleven Rakk and spices

L'obiettivo qui consiste nel recuperare delle spezie & della carne per conto di Marcus. Raggiungete anzitutto Sander's Gorge, percorrendo il passaggio a sud. Verrete fermati dalla comparsa di tre trappole; distruggetele, e recuperate la prima spezia. Voltate dunque verso est, ove si trova il secondo checkpoint. Al bivio, prendete a destra, distruggendo gli otto nemici. Nei paraggi, la seconda spezia, nonché alcune casse argentee e rosse. Poi sud, lungo le piattaforme che connettono la strada alla capanna. Scendete la rampa verso est, saltate sulla sezione rocciosa. Poi destra, altro piccolo muro roccioso, che funge da connessione verso due tubi metallici di supporto. Eliminate i Claptrap e gli Hyperion per ottenere l'accesso al cespuglio. Sud, percorrete la rampa metallica, giungendo ad una grotta. Dirigete il vostro sguardo verso la luce, e cominciate ad uccidere i Rakk mentre procedono metodicamente in vostra direzione. Rimanete nei pressi della zona d'ingresso, verrete altrimenti circondati dagli avversari. Recuperate la quarta pianta di spezie, e anche alcuni pezzi di carne di Rakk. Incamminatevi ancora verso est, recuperando il contenuto della cassa rossa, nei pressi del masso. Saltate poi verso la quinta pianta di spezie; diversi Raak vi attaccheranno, una buona scusa per farli a pezzi ed ottenere altra carne da portare poi a Marcus. Il sesto checkpoint si trova a nord. Uscite dalla grotta (verso nord-est), poi saltate sul muretto roccioso e procedete verso sinistra, eliminando i Claptrap e gli Hyperion, recuperando dunque le spezie.
La settima zona da visitare è raggiungibile muovendovi verso nord. Diversi soldati e Claptrap cercheranno di fermarvi, provenienti principalmente dalle piattaforme accanto a voi. Dall'ultima tenda, spostatevi verso sud fino a raggiungere una cassa rossa. L'ottava zona necessita una deviazione verso nord-est, ove si trova il cancello della centrale energetica. Entrate nel passaggio immediatamente a destra della capanna per ottenere la copertura necessaria a distruggere con calma tutti i nemici presenti. Entrate poi nel complesso di edifici, difendendovi dall'attacco di un comunque esiguo numero di Claptrap. Distruggete le tre torrette, dunque destra, giungendo effettivamente all'ottavo checkpoint. Prelevate poi il contenuto della cassa argentea, ad ovest della piattaforma rialzata. Il nono checkpoint è vicinissimo, leggermente ad ovest rispetto all'ottavo. Dovrete ora dirigervi verso la grande grotta a nord. Consigliamo di procedere attraverso la centrale, è la via più breve, e combattendo gli avversari potrete anche recuperare degli oggetti di valore. Giunti all'ingresso, guardate verso l'alto per localizzare i Raak. Sparate verso di loro prima di fare il vostro ingresso in zona. Poi correte velocemente verso il decimo checkpoint, recuperando anche qui le spezie. A nord-est si trova l'undicesimo, vicinissimo. Uscite dunque dalla caverna, incamminandovi nel corridoio ad ovest. Poi girate a sinistra (al bivio) e continuate a correre, verso il portale. Giunti alla stazione, date il cibo a Marcus.

Operation trap Claptrap trap, Phase four

Ponete come attiva la missione in questione, cominciandola dal portale nella sezione nord-est della città. Interagite con il pannello di controllo di colore verde per aprirvi l'accesso. Raggiungerete così Wayward Pass. Avvicinatevi alla struttura a nord. Apparirà davanti a voi Knoxx. Rimanete nei pressi del portale d'entrata, e sparate verso la sua testa con un'arma tipo SMG, essenzialmente basata sull'acido. I suoi attacchi sono fortunatamente semplici da schivare, ma la quantità di HP in suo possesso è notevolmente elevata, situazione che renderà il combattimento piuttosto lungo.


Purtroppo, dovrete fare i conti con una problematica aggiuntiva: i Suicide Claptrap. In piccoli sciami entreranno periodicamente tutte le volte che sentirete il "corno" suonare. Vi inseguiranno ed esploderanno, causando una quantità di danni inversamente proporzionale alla loro grandezza. E' comunque consigliabile continuare a concentrarsi su Knoxx, per poi scappare dagli avversari non appena la via sarà libera. A nord dell'edificio, raggiungere un bivio. Eliminate i Claptrap, recuperate la cassa, e prendete poi il sentiero che procede verso ovest. Aspettatevi l'attacco di un numeroso gruppo di Raak (nulla di realmente minaccioso, ma potrebbe cogliervi di sorpresa). Lungo il "dito" a sud, potrete notare una cassa di colore argenteo. Lasciatevi poi cadere nel vicino buco, segnato dalla scritta "No Evil Boss Here". Verrete benvenuti da una grande quantità di Claptrap e una specie di boss, Ned. Quest'ultimo risulta piuttosto pericoloso, specialmente nel corpo-a-corpo - i suoi colpi infliggono quantità davvero elevate di danni. E' consigliabile rimanere sempre in movimento, martellandolo al contempo con un'arma sui generis dell'SMG.
Muovetevi poi verso l'uscita sud, cercando di avvicinarvi al checkpoint. Anche qui, noterete una zona segnalata dalla targa "No Bosses Here". Ve la vedrete qui con Commandant Steele. Consigliamo sempre l'utilizzo dell'SMG incendiario (o acidico), coniugato ad un continuo flusso di proiettili in sua direzione, mirato a mantenere il soggetto nemico a debita distanza. Spostatevi dunque verso ovest, ove si svolgerà la battaglia finale. Prelevate il contenuto della cassa rossa, e fate scorta di munizioni. Entrate dunque nelle Arid Badlands, procedendo aldilà del cancello. Dopo la scenetta, ve la dovrete vedere con MINIAC, una specie di enorme carro armato dotato di un gran numero di torrette, nonché di enormi "chele" atte a colpirvi nel corpo-a-corpo. E' necessario trovare immediatamente un luogo ove nascondersi; consigliamo i massi accanto al bus distrutto (anche se, attenzione, verrete periodicamente raggiunti da alcuni claptrap kamikaze). Mirate anzitutto alle sue torrette per smorzare la capacità d'attacco del nemico; spostate dunque il focus verso l'enorme occhio rosso. Consigliamo l'utilizzo di un revolver molto potente o di un fucile da cecchino; in generale, di armi dotate sia di buona potenza, sia di buona mira - se mancasse quest'ultima, andreste semplicemente a sprecare grandi quantità di munizioni. Fortunatamente, MINAC non è dotato di molti HP (evitate però di uscire allo scoperto, la sua scarsa difesa è più che compensata da una capacità d'attacco estremamente elevata). Distrutto MINIAC, ve la dovrete vedere con INIAC, una sua versione alterata, ma meno potente. E' preferibile l'utilizzo di una diversa arma, l'usuale SMG acidico e/o incendiario risulta più efficace di qualsiasi altra alternativa. Per quanto concerne la difesa, ritiratevi verso i massi non appena si avvicinerà a voi, eviterete così i suoi tentativi d'ingaggio sulla breve distanza, abbastanza dannosi.
Dopo la vittoria, fate incetta di oggetti, prelevandoli dalle casse sparse per i dintorni. Spostatevi dunque verso sud, ove si trova la stazione Tartarus. Parlate con Tannis, a questo punto possedete sicuramente una quantità di componenti sufficiente a soddisfarla. Vi assegnerà subito una nuova missione - consiste nel recuperare altre 150 parti (consigliamo l'accampamento dei ribelli). poi raggiungete Blake al centro di benvenuto. Vi fornirà l'ultima missione.

Helping is its own reward...wait no.

Blake vi darà la chiave del negozio di regali di Hyperion. La porta accanto all'entrata è proprio quella del negozio; per accedervi, usate il pannello di controllo. Poi interagite con un secondo pannello, a lato del tavolo. Si aprirà un buco sul pavimento. Scendete e recuperate le casse rosse, poi tornate da Blake per completare la missione.

Soluzione Video - Playlist

Clicca qui per la playlist!

Soluzione Video - Prologo

Soluzione Video - Finale