9.6

Redazione

8.5

Lettori (953)


  • 680
  • 107
  • 833
  • 107

MinecraftLa soluzione di Minecraft 15

Una guida per muovere i primi passi in un mondo di blocchi.

Cenni iniziali

Minecraft è un sandbox e come tale dunque non offre uno scopo da raggiungere, un obiettivo da soddisfare, delle missioni da portare a termine o una storyline da concludere (per ora). Minecraft mette a vostra disposizione degli strumenti e un mondo di gioco lasciando a voi il piacere della scoperta. Tuttavia il primo impatto può essere piuttosto brutale. Se l'articolo in home vi ha incuriosito, ma vi sentite spaesati muovendovi tra i blocchi, questa guida è pensata per voi.
Tra qualche riga verranno introdotte ed illustrate le diverse attività consentite dal gioco, prima però è necessario introdurre alcuni concetti basilari. Innanzitutto le due modalità di gioco: Build e Survival. La prima vi consente semplicemente di costruire strutture, distruggerle e ricostruirne altre, senza dovervi preoccupare di presenze nemiche. Nella modalità Survival invece non dovrete occuparvi solo delle costruzioni, ma anche badare alla salute del vostro personaggio messa a repentaglio dalla presenza di mob. Il numero e l'abilità dei mob dipende dal livello di difficoltà selezionato. A livello Peacefull i soli mob autorizzati a popolare l'area di gioco saranno quelli innocui. Gli altri tre livelli (easy, normal e hard) prevedono un livello di aggressività di mob via via crescente. I mob compaiono solo al buio: ciò vuol dire che potrete muovervi in assoluta tranquillità se vi trovate alla luce del sole e dovete invece preoccuparvi dei mob negli ambienti bui e durante la notte. L'assalto da parte di un mob tuttavia non è il solo modo in cui il vostro personaggio può perdere la vita. Dovrete infatti preoccuparvi anche delle cadute, frequenti qualora ci si muova distrattamente tra i blocchi. Il danno subito varia ovviamente a seconda dell'altezza e della presenza o meno di un'armatura a protezione del vostro personaggio: cadere da pochi blocchi non vi procurerà danni, per uscire indenni da un volo di una manciata di blocchi avrete probabilmente di un'armatura, precipitare invece da un'altezza misurabile in decine di blocchi vi porterà alla morte, armatura o meno. Quando morite, il vostro personaggio verrà spawnato nel punto iniziale. I vostri averi immagazzinati nelle ceste rimarranno a vostra disposizione (ricordatevi perciò di stipare i materiali raccolti nelle ceste ogni volta che potete) mentre quelli che il vostro personaggio portava con se, rimarranno a disposizione nel punto in cui siete morti per soli 15 minuti. La soluzione di Minecraft

I primi minuti di gioco

Quando iniziate Minecraft per la prima volta, vi ritrovate all'interno di un mondo potenzialmente infinito e un'infinità di azioni a vostra disposizione, tuttavia una sola di esse è realmente urgente: la costruzione di un rifugio. Come accennato in precedenza i mob possono attaccarvi solo al buio, ma la notte incombe: il ciclo giorno/notte dura 20 minuti, suddivisi in 10 minuti di giorno, un minuto e mezzo di tramonto, 7 minuti di notte e un minuto e mezzo di alba. Inoltre la semplice costruzione di un'abitazione non è di per se sufficiente a mettervi al riparo dai mob, poiché qualora non disponga di illuminazione questi potrebbero spawnare anche al suo interno. La prima cosa da fare è cercare del materiale con cui costruire la vostra prima abitazione e intorno a voi ci sono diversi alberi. Avvicinandovi ad uno di questi noterete che uno dei blocchi che compone il tronco risulta evidenziato: cliccateci sopra con il tasto sinistro (l'operazione che state eseguendo è il mining, ne parleremo meglio a breve) finché il blocco non scomparirà, lasciando cadere un blocco identico, ma più piccolo che potete raccogliere camminandoci sopra. Non preoccupatevi della caduta dell'albero poiché solo pochi oggetti sono sottoposti alla gravità in Minecraft. Ripetete l'operazione appena compiuta su altri alberi per mettere da parte una buona quantità di legno. Ora aprite l'inventario e osservate la griglia composta da quattro riquadri (2x2): questa serve per il crafting (altra attività descritta nei dettagli in seguito), ovvero la fusione dei vari elementi finalizzata alla realizzazione di oggetti. Inserendo un blocco legno grezzo raccolto in precedenza nella griglia potete osservare che nel riquadro dell'output compariranno quattro assi di legno. Dopo aver convertito in questo modo ogni blocco di legno raccolto finora, inserite un'asse di legno in ciascun riquadro della griglia per ottenere un tavolo da lavoro che potete posizionare dove preferite nel mondo di gioco. Il tavolo da lavoro vi dà la possibilità di utilizzare una nuova griglia più grossa di 9 riquadri (3x3), ma prima di utilizzare quest'ultima avete bisogno di creare dei bastoni, ponendo una sopra l'altra due assi di legno nella griglia più piccola: da due assi ricavate quattro bastoni. Create qualche altro bastone prima di passare alla griglia per il crafting da nove riquadri che vi servirà per creare una pala e un piccone rudimentale. Numeriamo come segue i riquadri della griglia:
1-2-3
4-5-6
7-8-9
Per creare una pala inserite delle assi di legno nel riquadro numero 2 e dei bastoni nei riquadri 5 e 8. Per realizzare una picozza inserite invece le assi di legno nelle posizioni 1-2-3 e dei bastoni nei riquadri 5 e 8. Questi due strumenti da lavoro si usureranno piuttosto rapidamente, ma velocizzeranno le operazioni di mining. Dopo aver smontato il tavolo da lavoro dirigetevi alla ricerca di una montagna o una zona rocciosa da cui ricavare del carbone, i cui blocchi sono simili a quelli di roccia, ma si differenziano per dei segni neri sulle texture. Usate il piccone per ricavare il carbone grezzo (pala e mani non produrranno alcun risultato) fino ad accumularne qualche pezzo nell'inventario. Ora nella griglia per il crafting più piccola posizionate un pezzo di carbone sopra un bastone per ottenere quattro torce. Cercate dunque il luogo che più vi aggrada per costruire il vostro rifugio (o ricavatelo da un buco nel terreno) ed utilizzate le torce per mantenerlo illuminato, prevenendo la comparsa dei mob. La soluzione di Minecraft

Mining

L'attività di mining, come suggerito dal titolo di cui ci stiamo occupando, è parte integrante e fondamentale dell'esperienza di gioco. Attraverso il mining estrarrete infatti i materiali che utilizzerete per costruire gli strumenti di lavoro e le dimore in cui risiedere la notte. Inizialmente vi troverete a usare le mani nude, ma queste sono efficaci unicamente su alcuni materiali: legno, terra e sabbia. Usare le mani per estrarre altri materiali non solo sarà inutile, ma anche dannoso, poiché il blocco trattato a mani nude semplicemente sparirà, senza lasciarvi nulla da raccogliere. Per raccogliere altri materiali dovrete crearvi degli strumenti adatti (alcuni sono stati descritti nel paragrafo precedente, altri verranno descritti in breve). Vi serve infatti un piccone per estrarre rocce e minerali, mentre un'ascia velocizzerà l'estrazione del legno. Benché, come detto prima, le mani nude possano essere comunque utile per raccogliere terra e sabbia, l'utilizzo di una pala renderà anche queste operazioni più rapide e veloci. Inoltre, qualora troviate dei semi durante le vostre esplorazioni avrete bisogno di una zappa per seminarli e far sì che da essi nascano piante. L'utilizzo degli strumenti da lavoro per l'estrazione causerà il progressivo deterioramento degli stessi: la velocità con cui avrete bisogno di procurarvene di nuovi dipenderà dal materiale che userete per realizzarli. I rudimentali strumenti in legno di cui si è parlato nel paragrafo precedente vanno bene per i primi minuti di gioco o per le situazioni di emergenza, ma ovviamente se utilizzati sulla dura roccia non dureranno a lungo. L'uso di pietra o metalli (non tutti, diffidate dell'oro) migliora notevolmente la durata dei vostri oggetti. Il materiale più resistente in assoluto è il diamante, ma come facilmente immaginabile è parecchio raro.
Benché sia un'operazione piuttosto semplice, qualche consiglio può risultare ugualmente utile. Ricordate di non scavare mai i blocchi direttamente sopra o sotto di voi: potrebbe infatti capitarvi di cadere in un fiume di lava sotterraneo oppure di essere travolti da un blocco di sabbia che finirebbe per soffocarvi. La presenza di sabbia o terra nel sottosuolo è spesso indicazione di metalli nelle vicinanze: quando vi imbattete in blocchi di sabbia o terra dove non ve li aspettate assicuratevi di esplorare per bene le vicinanze. Infine se avete intenzione di sostenere lunghe sessioni di mining assicuratevi di posizionare nelle vicinanze un tavolo da lavoro, così da sopperire rapidamente ad eventuali mancanze nei vostri strumenti di lavoro (soprattutto torce) e delle ceste dove riporre immediatamente i materiali preziosi raccolti evitando così il rischio di perderli in seguito ad assalti dei mob. La soluzione di Minecraft

Crafting

L'attività di crafting consiste nella combinazione dei materiali estratti durante la fase di mining allo scopo di ottenere da essi oggetti con cui svolgere nuove attività. Per fare ciò potete utilizzare la griglia di crafting sempre a dispostone nell'inventario, composta in tutto di quattro riquadri (2x2) e la griglia più grande, composta di nove riquadri (3x3) che sarà disponibile ogni qualvolta sarete nei pressi di un tavolo da lavoro (per la sua realizzazione si veda il paragrafo "I primi minuti di gioco").
Verranno ricapitolati ora gli oggetti principali che vi saranno utili nelle prime fasi di gioco, i materiali che saranno necessari per costruirli e la loro posizione nella griglia di crafting (dove non altrimenti specificato si intenderà sempre la griglia del tavolo da lavoro). La descrizione avverrà in questo modo: per ciascun materiale verrà indicato la posizione nella griglia in cui deve essere posizionato (seguendo come riferimento lo schema del paragrafo "I primi minuti di gioco"), le posizioni non citate nell'elenco devono rimanere vuote. Si tenga presente che per ottenere strumenti più resistenti è possibile in numerose occasioni sostituire il legno grezzo con roccia, ferro o diamante.
Assi di legno: legno grezzo (il blocco ricavato dall'albero) 5 (da un blocco di legno grezzo verranno prodotte 4 assi di legno)
Bastoni di legno: assi di legno 5-2 (da due blocchi di legno verranno prodotti 4 bastoni di legno)
Piccone: assi di legno 1-2-3; bastoni di legno 5-8
Pala: assi legno 2; bastoni di legno 5-7
Torcia: carbone 5; bastone di legno 8 (questa combinazione produce 4 torce)
Tavolo da lavoro: assi di legno 5-6-8-9
Fornace: ciottoli 1-2-3-4-6-7-8-9 (i ciottoli, mai nominati in precedenza, si ottengono dall'operazione di mining su blocchi di roccia)
I ciottoli rappresentano il primo materiale con cui potete sostituire il legno nella pala e nel piccone. Utilizzate dunque il piccone di legno per estrarre ciottoli dai blocchi di pietra: può essere utile costruirne quattro o cinque e utilizzarli tutti finché non si distruggono per estrarre carbone e altri ciottoli, quindi costruite un piccone più resistente ed utilizzatelo per andare alla ricerca di ferro. A quel punto dovreste padroneggiare abbastanza bene le meccaniche di Minecraft da non necessitare più questo tipo di consigli basilari. Nella vostra esplorazione, se sarete accompagnati con un po' di fortuna, potreste imbattervi in una caverna, le cui pareti solitamente sono rivestite da buone quantità di materiali più pregiati e rari rispetto a quelli che è possibile estrarre in superficie.
La fornace, che si cita qui per la prima volta, funziona allo stesso modo del tavolo da lavoro, ma vi sarà utile per ottenere strumenti metallici. Ad esempio, utilizzando la medesima disposizione indicata per i bastoni poco sopra e sostituendo al legno il ferro, otterrete delle sbarre di ferro da utilizzare per costruire strumenti di lavoro più resistenti. La fornace tuttavia si differenzia dal tavolo da lavoro per la necessità di combustibili: poiché i materiali non vengono semplicemente lavorati, ma fusi, dovrete usare legno o carbone per creare il calore necessario. Il legno brucia più rapidamente del carbone. Poiché il carbone non è un materiale eccessivamente raro è sempre meglio utilizzare quest'ultimo a meno che le vostre scorte non siano davvero vicino all'esaurimento. La soluzione di Minecraft

Edifici

Nel corso del gioco la vostra abitazione è destinata a mutare man mano che maturate esperienza con le dinamiche di gioco ed entrate in possesso di nuovi materiali. Inizialmente però i vostri edifici saranno realizzati con il legno. La costruzione di strutture in legno non presenta grosse difficoltà, selezionate il materiale che volete utilizzare, il blocco che volete riempire e cliccate col tasto destro. Ciò è valido sia per le pareti, sia per il tetto. Per la costruzione del tetto tuttavia dovrete probabilmente costruire strutture temporanee in grado di farvi salire sopra le pareti. Quando avrete raccolto altri materiali potrete pensare ad abbellire la vostra abitazione, inserendo ad esempio delle finestre, o a renderla più resistente ricoprendola di roccia. Può essere utile tenere a mente alcuni dettagli durante la costruzione per facilitarvi la vita ed evitare pericolose cadute. Tenendo premuto lo Shift sinistro potrete muovervi sui blocchi fermandovi al margine, senza così correre il rischio di cadere. Inoltre, guardando verso il blocco su cui poggiate e saltando, potete posizionare un blocco sotto di voi senza bisogno di costruire altre strutture. Questa manovra può comunque risultare pericolosa e, quando possibile, è consigliabile l'utilizzo di scaffalature create come sostegno. La soluzione di Minecraft

Biomes

I mondi generati casualmente da Minecraft sono divisi in differenti biome, che potrebbero sinteticamente essere descritti come zone climatiche. Ciascun biome è riconoscibile per una diversa tonalità dell'erba e delle foglie e presenta un differente panorama.
Pianura: ampia distesa di erba caratterizzata da una scarsa presenza di piante.
Tundra: simile alla pianura presenta un terreno innevato e un'identica scarsa presenza di piante.
Deserto: distesa di sabbia con rari intermezzi di terra. La scarsa vegetazione è principalmente composta di cactus, ma è possibile che alcuni blocchi di terra generino alberi.
Foresta: zona ad alta densità di alberi.
Bosco: area con un buon numero di piante, ma dalla vegetazione meno fitta rispetto alla foresta.
Taiga: area dalla fitta vegetazione, come una foresta, ma prevalentemente innevata.
Foresta stagionale: ambiente che presenta un numero di alberi superiore al bosco, ma inferiore alla foresta.
Savana: estesa pianura dal ridotto numero di piante.
Foresta pluviale: rispetto alla foresta si caratterizza per la fitta presenza di laghi ed alberi dai rami più estesi. Il suolo è sovente ricoperto di foglie.
Palude: area fitta di pozze da cui spesso spuntano giunchi.
La soluzione di Minecraft

Blocchi naturali

Pietra: tra i più diffusi nel mondo di Minecraft, può essere estratta solo attraverso l'uso di un piccone da cui si ricavano i ciottoli. Questi ultimi se cotti nella fornace restituiscono della pietra .
Terra: altro blocco molto diffuso, si può estrarre a mani nude. Non ha usi particolari se non quello decorativo o di personalizzazione del paesaggio. Sui blocchi di terra tuttavia è possibile coltivare.
Sabbia: uno dei pochi blocchi che subisce la forza di gravita; la sabbia si trova solitamente vicino all'acqua, ma è possibile trovarne anche sottoterra o dentro alle montagne (in questo caso è probabile la vicina presenza di metalli). Cotta nella fornace produce vetro. Inoltre è uno degli elementi necessari alla creazione di TNT.
Ghiaia: si riconosce per il suo aspetto grigio e granuloso. È un altro del ristretto numero di blocchi sottoposti a gravità. Raramente dopo l'estrazione rilasci della selce, che risulta essere la sua unica utilità pratica.
Argilla: più facile da estrarre usando il piccone non rilascia un blocco bensì quattro pezzi di argilla grezza che se posizionati nella griglia di crafting in posizione 4-5-7-8 generano un blocco di argilla. L'argilla cotta nella fornace genera mattoncini di argilla che possono poi essere cotti in un blocco mattone.
Ossidiana: caratterizzata da un colore scuro l'ossidiana è molto rara e si può trovate solamente in luoghi in cui l'acqua e la lava entrano in contatto. Può essere estratta solo usando un piccone di diamante, ma l'operazione richiede in ogni caso molto tempo. Il suo utilizzo principale è quello di materiale resistente per costruzioni, tuttavia può essere utilizzata anche per creare portali verso l'inferno.
Neve e ghiaccio: la neve è presente come strato rimovibile sopra un blocco. Rimuovendo la neve con la pala ottenete una palla di neve: posizionando quattro palle di neve nella griglia di crafting e usando la stessa ricetta dell'argilla ottenete un blocco di neve. Il ghiaccio invece non può essere estratto, ma può soltanto tornare ad essere acqua. È possibile camminarci sopra, ma la sua superficie è decisamente scivolosa.
Acqua: quando immersi nell'acqua noterete che sopra ai cuori che rappresentano il vostro stato di salute appariranno delle bolle che indicano il fiato rimastovi. L'esaurimento delle bolle comporta la morte del vostro personaggio. Notate che in acqua siete sottoposti ala forza di gravità e dovrete premere la barra spaziatrice per nuotare.
Lava: molto pericolosa, qualora finiate all'interno di una pozza di lava la morte giungerà rapidamente. È possibile saltarne fuori, ma in pratica ciò avviene davvero di rado.
Roccia fresca: segna l'estremo limite della mappa. Va segnalata soprattutto per la presenza di buchi che conducono all'esterno dell'area di gioco e dunque a morte certa. Gli oggetti in vostro possesso nel momento in cui cadrete in uno di questi buchi spariranno dal mondo di gioco.
Mob Spawner: questo blocco non può essere estratto. Dall'aspetto trasparente si occupa di generare mob all'interno di un ambiente. Può essere reso inoffensivo circondandolo con delle torce o distrutto con un piccone estremamente resistente. La soluzione di Minecraft

Blocchi lavorati

I blocchi lavorati sono decisamente numerosi. Per comodità si elencherà in seguito solo i più utili nelle prime fasi di gioco.
Legno: si ottiene inserendo nella griglia di crafting il blocco estratto dall'albero. Si noti che se raggiunto dal fuoco brucia (ma non viene danneggiato da torce).
Ciottoli: si ottengono dall'operazione di mining sulla pietra. Utile in diverse ricette si trova anche allo stato naturale nei dungeon. Vetro: si ottiene bruciando la sabbia nella fornace. È il solo blocco trasparente del gioco.
Vestiti: i vestiti si ottengono attaccando le pecore, oppure riempiendo le nove posizioni della griglia di tela di regna. Posizionando un vestito nel blocco 5 della griglia e riempiendo gli altri di legno si ottiene un quadro.
Ferro e oro: i blocchi di ferro e oro si ottengono riempiendo la griglia di lingotti del relativo materiale, operazione utile unicamente a facilitare la loro conservazione.
Diamante: si ottiene da nove gemme di diamante, serve a costruire oggetti particolarmente resistenti.
Scala: si ottiene posizionando legno o ciottoli nei riquadri 1-4-5-7-8-9. la sua collocazione risulta però decisamente complicata, inoltre occorre parecchio tempo per ridurla nuovamente al materiale utilizzato.
Barriera: si ottiene posizionando bastoni di legno nei riquadri 4-5-6-7-8-9. La peculiarità del blocco barriera è la sua anomala altezza, un blocco e mezzo, che lo rende impossibile da saltare.
Cesta: si ottiene utilizzando il legno nei riquadri 1-2-3-4-6-7-8-9. è un strumento multo utile per immagazzinare oggetti.
TNT: esplosivo che risulta efficace per la distruzione di un gran numero di tipologie di blocchi. Si ottiene posionando della sabbia nei riquadri 2-4-6-8 e polvere da sparo nei riquadri 1-3-5-7-9.
Porta: realizzata con diversi materiali si ottiene riempiendo del materiale prescelto le posizioni 1-2-4-5-7-8 della griglia di crafting. La soluzione di Minecraft

Mob

I mob sono gli altri esseri viventi all'interno del mondo di gioco e possono essere uccisi attraverso l'uso delle armi. Si dividono in buoni e cattivi. I mob buoni sono gli animali che vedete aggirarsi per l'ambiente di gioco. Questi non possono uccidervi attaccandovi, ma solo spingendovi giù da un declivio. Viene spesso il sospetto che le spinte siano realizzate con volontarietà e questo mette in forte dubbio la definizione di mob buoni.
Maiale: può essere cucinato nella fornace curando la salute.
Mucca: fornisce cuoio con cui realizzare armature leggere.
Pollo: fornisce piume con cui si realizzano frecce.
Pecora: fornisce lana.
Calamaro: si trova in zone profonde almeno due blocchi d'acqua. Dal calamaro si estrae inchiostro con cui è possibile colorare la lana.
I mob cattivi appaiono invece solo di notte e su di loro invece non sussiste alcun dubbio, il loro unico scopo è quello di uccidere il vostro personaggio.
Creeper: dalla loro uccisione si ottiene polvere da sparo. Quando li sentite sibilare cercate di allontanarvi il più rapidamente possibile perché la loro esplosione è imminente.
Spider: dalla loro uccisione si ottiene la tela, fate attenzione alla loro capacità di camminare sui muri (eccetto quelli composti di sabbia.
Zombie: semplicemente pericolosi.
Scheletri: armati di arco e frecce sono tra i nemici più pericolosi: ucciderli senza venire colpiti dai loro dardi è impresa ardua.
Spider Jockey: scheletri a cavallo di ragni. Vanno uccisi separatamente, dunque rappresentano una duplice insidia.
Zombie Pigmen: se li riconoscete ed evitate di attaccarvi non vi faranno alcun male (sono presenti sono all'inferno).
Ghast: fantasmi che lanciano delle palle di fuoco parecchio pericolosi. Sono però decisamente grandi, 5 blocchi per 5, e dunque facili da colpire (sono presenti solo all'inferno). La soluzione di Minecraft

Oggetti di uso comune

La descrizione della ricetta necessaria alla realizzazione dei diversi oggetti avverrà in questo modo: per ciascun materiale verrà indicato la posizione nella griglia in cui deve essere posizionato (seguendo come riferimento lo schema del paragrafo "I primi minuti di gioco"), le posizioni non citate nell'elenco devono rimanere vuote.
Spada: barra di ferro 2-5; bastone di legno 8
Arco: tela 1-4-7; bastoni di legno 2-6-8
Freccia: piuma 2; bastone 5; selce 8
Elmo: barra di ferro 1-2-3-4-6
Armatura (parte bassa): barre di ferro 1-2-3-4-6-7-9
Armatura (parte alta): barre di ferro 1-2-3-4-6-7-8-9
Stivali: barre di ferro 4-6-7-9
Tazza: legno 4-6-8
Zuppa di funghi: fungo marrone 2; fungo rosso 5; tazza 8
Arrosto di maiale: maiale 2; fuoco 5; carbone 8 (si noti che deve essere realizzato all'interno della fornace e non sul tavolo da lavoro)

Inferno

L'inferno è un'introduzione piuttosto recente in Minecraft: è presente infatti solo in seguito a uno degli ultimi aggiornamenti della fase alpha ed è stato poi riproposto nella beta. Per costruire il portale d'accesso all'inferno sono necessari dieci blocchi di ossidiana, che come detto è parecchio rara e difficile da estrarre. Servono quindici secondi con un piccone di diamante per estrarne un blocco, cinquanta o più con picconi meno resistenti. Qualora non troviate ossidiana potreste crearne, ma fate attenzione poiché il procedimento è rischioso. Dovete scavare una fossa lunga quattro blocchi, larga uno e profonda uno. Quindi create un secchio posizionando nella griglia di crafting della barre di metallo nei riquadri 4-6-8. Col secchio appena creato raccogliete della lava da una pozza, facendo molta attenzione e riversatela nella buca appena scavata. Dopodichè con lo stesso secchio raccogliete dell'acqua e versate anch'essa nella buca partendo dall'esatto blocco in cui avete precedentemente versato la lava (fate attenzione, questo dettaglio è fondamentale). Con questa procedura ottenete quattro blocchi di lava. Ripetete questa operazione fino ad ottenere i dieci blocchi necessari.
Procedete ora alla costruzione del portale, la cui struttura è quella di una cornice in cui i lati orizzontali sono di quattro blocchi e quelli verticali di cinque (seguendo il metodo precedente potreste creare colonne di terra al cui interno colare la lava e l'acqua direttamente sui quattro blocchi già creati al suolo). Ora combinate una barra di ferro (in posizione 4) e della selce (in posizione 8) e usatele per accendere il portale cliccando su una delle pareti interne della cornice. Lo spazio all'interno della cornice verrà riempito da una nebbia violacea: rimanete all'interno della nebbia per qualche secondo e verrete teletrasportati nell'inferno.
Il primo concetto da tenere a mente è che le proporzioni tra inferno e mondo esterno sono decisamente differenti. La conseguenza pratica è che è bene non scordare mai la posizione del portale di accesso poiché costruendone uno per uscire distante da quello usato per entrare ci si ritroverebbe decisamente lontani dalla zona del mondo esterno a voi nota. Inoltre la combinazione di acqua e lava non produce ossidiana all'inferno.
Dedicatevi all'esplorazione. La prima cosa che salta all'occhio sono i blocchi arancioni, composti di netherrack. La loro caratteristica è quella di generare una fiamma che non consuma il blocco e può essere spenta solo dall'acqua. I blocchi di netherrack possono essere trasportati nel mondo superiore insieme a voi. Sappiate inoltre che qualora una fireball di un Ghast colpisca il portale causerà il suo spegnimento e la rimozione della nebbiolina violacea. Per riaccenderlo dovrete usare la stessa combinazione di selce e ferro usata la prima volta oppure far sì che un'altra fireball lo colpisca.
L'inferno è un territorio vasto e tuttora poco esplorato: quando raggiungerete un livello di abilità tale da consentirvi l'accesso a questa regione non avrete decisamente più bisogno di questa guida.

Video della soluzione: il primo giorno