7.4

Redazione

8.1

Lettori (125)


  • 113
  • 5
  • 73
  • 27

SOCOM: Forze SpecialiLa soluzione di SOCOM: Forze Speciali 3

Multiplayer.it vi aiuta a prendere la mira!

SOCOM: Forze Speciali per PlayStation 3

Attenzione

La soluzione è basata sulla versione americana del gioco, alcuni termini pertanto potrebbero differire rispetto all'edizione italiana.

First Strike

Al termine del filmato introduttivo alzate lo sguardo al cielo per vedere l'elicottero venire abbattuto, dopodichè muovetevi svelti verso il checkpoint - indicato dalla stella d'oro - e riparatevi dietro la copertura premendo il tasto Cerchio. Attendete che il camion abbatta il cancello, poi cominciate a sporgervi e sparare ai nemici, senza rimanere esposti troppo a lungo. Durante la sparatoria ricevete il vostro prossimo obiettivo. Per farvi un'idea di quale sia la direzione da prendere premete Start e aprite la Tac-Map, quindi usate gli analogici per navigare al suo interno. Chiudete la mappa con il tasto Quadrato e oltrepassate il cancello. Raccogliete la nuova arma lungo la strada e scattate verso il checkpoint successivo. I nemici iniziano a farsi più numerosi e probabilmente avrete bisogno dello zoom, che potete attivare premendo L1, per individuare quelli più lontani. Quando la strada è libera procedete e nel frattempo selezionate le granate che vi saranno utili in breve contro il nemico armato di RPG nel palazzo di fronte a voi. Prima di scavalcare il blocco stradale col tasto X assicuratevi di fare scorta di munizioni e granate dalla cassa lì vicino. Raggiungete la copertura successiva in fondo alla strada e sfruttate la protezione per eliminare i nemici, utilizzando anche le granate appena raccolte. Un filmato introduce quindi lo scontro con due carri armati. Mirate verso di loro e chiamate il supporto aereo con L2, calcolando che i carri percorreranno qualche metro in avanti prima che l'aiuto dal cielo possa arrivare. Procedete oltre il camion fatto detonare dal vostro commilitone e raggruppate la vostra squadriglia premendo in basso sulla croce direzionale. Liberatevi immediatamente del tizio che impugna il lanciarazzi, poi utilizzando il tasto sinistro della croce direzionale decidete un percorso d'aggiramento per il blue team (puntate e premete il tasto sinistro del D-Pad per impostare le tappe). Quando la manovra d'aggiramento avrà dato i suoi frutti, avvicinatevi alle scale, ma raccogliete munizioni e armi dal tavolo prima di scenderle. Nell'area in cui entrate sono presenti numerosi nemici, ma per prima cosa - ancora una volta - occupatevi di quello armato di lanciarazzi, che in questa occasione si trova al secondo piano dell'edificio di destra. Lo scenario si presta all'utilizzo delle strategie d'aggiramento testate poco fa: provate il percorso migliore per il blue team e approfittate del diversivo. La seconda ondata di nemici vede nuovamente tra le sue fila un uomo armato di RPG, posizionato però nell'edificio di sinistra. Quando riuscirete a individuare l'artiglieria nemica fatela colpire da un attacco aereo e proseguite infine verso il waypoint che chiude la missione.

Rendevous

Premete il tasto Triangolo per accucciarvi - o tenetelo premuto per strisciare - e procedete in questo modo approfittando della fitta vegetazione per non farvi scorgere dai nemici. Quando richiesto avvicinatevi alle spalle di un nemico senza farvi sentire e giustiziatelo in modalità stealth premendo l'analogico destro. Più in là vi aspettano altri nemici, in particolare sulla collina e nell'area intorno al detrito in fiamme. Altri nemici si concentrano intorno all'edificio di due piani, semi-distrutto, vicino alla sezione di coda dell'aereo.
Quando vi sarete liberati di questi nemici verrete avvicinati da due commilitoni che andranno a comporre il vostro gold team. Procedendo vi verrà richiesto di organizzare un'imboscata: col tasto destro del D-Pad mandate il gold team verso il waypoint, mentre col tasto sinistro fate lo stesso col blue team. Quando saranno in posizione premete prima il tasto sinistro del D-Pad mentre puntate il nemico a sinistra, poi premete il tasto destro del D-Pad puntando il nemico a destra e pigiate infine il tasto su del D-Pad per dare l'ordine d'attacco. Assicuratevi di essere al riparo prima di dare l'ordine poiché successivamente dovrete vedervela con un paio dei nemici rimasti. Premete infine giù per richiamare i due gruppi e procedete verso il campo base. Ordinate al gold team di occuparsi del nemico solitario in mezzo alla strada, quindi disponete un team su un lato e uno sul lato opposto e assegnate loro i bersagli prima di dare l'ordine d'attacco. Sfruttate a vostro vantaggio i barili esplosivi, evitando di rimanere voi stessi vittime delle esplosioni. La resistenza nel cuore del campo si farà più significativa e tenderà a rispondere al fuoco lanciando granate. Quando riuscirete ad avvicinarvi alla AA Battery detonatela col C4 per terminare la missione. La soluzione di SOCOM: Forze Speciali

White Tiger

In questa missione dovrete tenere spesso d'occhio lo stealth meter sulla sinistra. Come potrete notare dalla reazione del misuratore dovrete assolutamente evitare di uscire dalle zone d'ombra e di produrre rumori. Avvicinatevi in questo modo ai binari del treno ed uccidete di soppiatto la guardia, poi eliminate con un colpo secco alla testa il nemico poco più in là. Raccogliete il suo cadavere premendo il tasto Cerchio e depositatelo lontano da sguardi indiscreti nel capanno tra le casse. Proseguite quindi accucciati e attendete che l'officiale si levi di torno, quindi uccidete l'altro soldato che si sporgerà ad osservare la zona e rimuovete poi il suo cadavere per non destare sospetti, gettandolo in una zona nascosta vicino ai container. Proseguendo trovate un altro soldato sulla vostra strada: distraetelo lanciando una scatola nei suoi paraggi in modo che questo si sposti dandovi modo di arrampicarvi sulle casse e calarvi dall'altro lato. Seguite quindi la barriera fino alla passerella segnalata da luci rosse. Eliminate il nemico di guardia ed entrate in sala controllo per sabotare il macchinario, quindi scendete le scale e riprendete a muovervi nell'ombra. Le vostre azioni hanno messo in allerta l'intera base, perciò ora è necessaria la massima cautela. Muovetevi con circospezione sopra i container, poi scendete e dirigetevi verso il retro dei camion e da lì correte al waypoint finale.

Leviathan

Questa volta, nonostante la rigogliosa vegetazione in cui vi muovete, non potrete optare per una tattica stealth. Affrontate quindi a viso aperto il primo gruppo di nemici poi procedete fino alle casse in legno dove potete raccogliere un fucile da cecchino. Usatelo subito per togliere di torno il cecchino nemico posizionato su una piattaforma sopraelevata. Poco dopo faranno la loro comparsa altri cecchini, individuabili grazie ai laser rossi dei puntatori, e altri nemici al suolo. Quando avrete sgombrato l'area, procedete verso l'edificio dove si trova il waypoint e rifornitevi di munizioni dalla cassa. Un'esplosione scuote l'edificio: cercate riparo ed individuate il cannone. Provate ad evitare i suoi colpi mentre procedete verso il grosso edificio lì vicino sfruttando ogni protezione possibile. All'interno di questa costruzione vi troverete ad affrontare un gran numero di nemici sia davanti a voi sia alle spalle. Arrivati alle scale che vi consentono di salire a bordo della nave, il cannone finalmente smetterà di tuonare. Eliminate il gruppo di nemici che vi viene incontro poi salite, facendo però molta attenzione: due cecchini sono annidati nei pressi dei container sul lato opposto della nave. Utilizzate quindi il vostro fucile da cecchino - o uno nuovo che trovate sulla passerella - per ucciderli. Fatto ciò potrete piazzare l'esplosivo sulle due bocche di fuoco, quindi attendete che il blue team vada a minare l'IR Beacon senza perdere d'occhio la rampa sul lato opposto al vostro da cui arriverà un manipolo di nemici. Voi dovete scendere proprio da quella rampa perciò assicuratevi di aver eliminato tutti i nemici in quell'area prima di proseguire. Ad ogni modo, oltre la rampa verrete accolti da altri nemici e tre cecchini: due si trovano sui container in alto - a destra e a sinistra -, mentre il terzo è al suolo vicino all'edificio. Dopo averli uccisi procedete lentamente poiché altri due cecchini vi terranno sotto tiro dalla zona sopraelevata sulla sinistra. Eliminateli ed occupatevi poi nei nemici al suolo prima di procedere verso il waypoint di fine missione. La soluzione di SOCOM: Forze Speciali

Benefaction

Sgattaiolate giù per le scale sotto il ponte dove potete uccidere di soppiatto la sentinella. Liberatevi poi delle due guardie appostate sul ponte per poter poi procedere indisturbati per un breve tratto. Dopo esservi liberati di un altro sparuto gruppo di guardie giungete al luogo designato per l'imboscata dove il vostro team si dispone secondo le posizioni assegnate. Salite quindi sui binari e nascondetevi dietro la copertura mentre attendete l'arrivo dei camion nemici. Aprite il fuoco appena questi si palesano usando anche un LMG che trovate al suolo. Quando le bombe posizionate dai vostri commilitoni esploderanno, un altro camion arriverà sulla scena, e da questo scenderanno soldati che si muoveranno in mezzo a una cortina di fumo. Eliminateli subito se riuscite, altrimenti state attenti al fianco destro dove cercheranno di aggirarvi. Passate quindi al waypoint successivo sotto al ponte e da lì prendete il sentiero che si muove verso sinistra. Raccogliete il fucile da cecchino lungo la strada poiché ne avrete presto bisogno. Nella sezione seguente infatti, oltre a un buon numero di nemici al suolo, sarete attorniati anche da alcuni cecchini. Quest'ultimi devono essere il vostro obiettivo primario poiché vi trovate allo scoperto e non vi sarà facile individuare una posizione che vi permetta di sfuggire ai loro colpi. Arretrate se necessario, quindi scattate verso il bunker dove si trova un altro gruppo di nemici piuttosto numeroso. Nel campo successivo invece la resistenza sarà meno nutrita. Osservate quindi la spiaggia da cui arrivano colpi nemici e riparatevi dietro i camion prima che questi vi raggiungano. Gli automezzi tuttavia esploderanno presto, perciò ordinate ai vostri compagni di spostarsi verso ripari più sicuri. Per poter sconfiggere il battaglione sulla spiaggia avrete bisogno dell'aiuto dal cielo di numerosi raid aerei, tuttavia dovrete voi stessi esporvi in più occasioni per poter inquadrare gli obiettivi più a destra e segnalarli ai caccia in volo. Passate quindi al waypoint successivo dove dovrete difendere per 30 secondi Chung mentre questo sabota i computer. È bene affrontare questa sezione dopo aver eliminato tutte le truppe nemiche in precedenza, ma tenete ugualmente gli occhi aperti. Quando Chung avrà terminato, muovetevi verso il waypoint che chiude la missione.

Fluid Dynamics

La prima parte della missione all'esterno della base deve essere affrontata con un minimo di senso tattico. I nemici all'esterno sono numerosi e tra di loro non mancano i cecchini, uscire dunque a rotta di collo è il modo migliore per ripartire dall'ultimo salvataggio. Per prima cosa distribuite il blue e il gold team sui due lati mentre voi utilizzate i barili esplosivi per fare piazza pulita delle truppe nemiche nei paraggi, dopodichè cercate riparo. Il gold team può tornarvi utile qualora non riusciate a stanare un cecchino: potete infatti ordinare loro una manovra d'aggiramento per prenderlo alle spalle. Entrate quindi all'interno della base e procedete verso il waypoint, facendo attenzione all'ondata nemica che sbuca alle spalle dell'edificio sulla sinistra. Avvicinatevi successivamente a quello stesso edificio sulla sinistra e verrete sorpresi dall'arrivo di due humvee con a bordo altri soldati nemici. I mezzi si fermano improvvisamente vicino a dei barili esplosivi che dovete, ovviamente, far detonare quanto prima. Uccidete eventuali sopravvissuti e procedete verso il ponte, su cui si trova un altro nutrito plotone di forze nemiche. Provate a muovervi di soppiatto sulla sinistra in modo da arrivare non visti alle spalle del gruppo e poter così sorprendere i cecchini prima che vi facciano del male. In questo caso assicuratevi che il vostro team si muova solo al vostro segnale e non prima per non far saltare la copertura: procedere con loro affianco infatti vuol dire essere sicuramente scoperti a causa di un qualche errore commesso dai vostri commilitoni.
Entrati nell'edificio fate piazza pulita dei nemici, senza tralasciare l'esplorazione del secondo piano. Lì sopra entrate nella stanza di destra, facendo attenzione a qualche eventuale nemico nascosto e armato di fucile a pompa, poi aprite la diga. Nascondetevi con rapidità perché sarete immediatamente sotto tiro da parte dei cecchini fuori dalla finestra. Dopodichè salite ancora usando le scale senza farvi sorprendere dal fumogeno da cui usciranno un paio di nemici. Proseguendo lungo il corridoio la vostra visuale sarà ostacolata da un'altra bomba fumogena attraverso cui compariranno altri nemici. Quando ve ne sarete liberati uscite dall'edificio e muovetevi verso il ponte per accedere alla sala comando sulla sinistra. Dopo aver ucciso i tre nemici all'interno preparatevi a difendere la posizione dall'assalto nemico che giunge dal ponte. Quando udite il rumore delle pale dell'elicottero mettetevi al riparo per evitare di essere maciullati dalle sue mitragliatrici. Raccogliete dunque un LMG ed usatelo per danneggiare il velivolo inducendolo a una ritirata momentanea. Non uscite comunque allo scoperto perché in breve numerosi soldati irrompono sulla scena e in un secondo momento anche l'elicottero ritorna a bersagliarvi. Concentratevi su quest'ultimo fino a incendiarne i motori, poi resistete a un'ultima ondata di nemici, tra cui questa volta compaiono anche un paio di cecchini. Infine respingete un'ultima volta l'attacco dell'elicottero ed abbattetelo per concludere la missione. La soluzione di SOCOM: Forze Speciali

Safehouse

Dopo che il veicolo vi è passato a poca distanza seguite Naga muovendovi in modalità stealth. Arrivato al waypoint al campo attendete che la guardia in cima alle scale si sposti sulla destra ed approfittate della sua distrazione per salire. Ricordatevi di muovervi lentamente, con cautela, per non generare rumori che possano attirare la sua attenzione. Scendete quindi sull'altro lato e calatevi sulla tubatura, poi passate sul lato destro della stessa dopo il waypoint. Seguite quindi l'ufficiale finchè non si divide dalla sua scorta, quindi salite sul tetto e liberatevi silenziosamente delle due sentinelle. Se la terza non vi capita in mezzo ai piedi ignoratela e procedete verso la macchina cui dovete applicare le cimici. Procedete poi di waypoint in waypoint mantenendovi nell'ombra e senza fare rumori fino a giungere nello specchio d'acqua. Dal ponte in poi potrete abbandonare la copertura e correre a perdifiato verso il waypoint finale, poiché anche mantenendo al mimino lo stealth meter, i nemici riusciranno ad individuarvi ugualmente per qualche oscura ragione.

Means to an End

Il modo migliore per affrontare la sezione iniziale nel villaggio è lasciare che il vostro team affronti il compito più ostico avanzando in linea retta lungo la strada, mentre voi aggirate le linee nemiche ed approfittate del vantaggio dato dalla sorpresa. Salite poi su per la collina percorsa dalla tubatura tenendo gli occhi aperti: nel gruppo di nemici che dovrete affrontare si trovano anche un paio di cecchini. La barricata vi impedisce di proseguire perciò svoltate a sinistra ed inerpicatevi su per la strada fino a giungere in uno spazio dove, oltre a dei nemici, vi trovate ad affrontare anche dei veicoli. Cercate di mettere le mani quanto prima su uno dei lanciarazzi che si trovano nei paraggi, magari lanciandovi immediatamente verso quello adagiato nei pressi della capanna in legno sulla sinistra. La rapidità è fondamentale, poiché i mezzi corazzati punteranno immediatamente nella vostra direzione. Evitate di restare troppo a lungo sotto il fuoco dei soldati a piedi, ma cercate di eliminare quanto prima tutti i mezzi pesanti con dei colpi precisi di lanciarazzi. Quando avrete sgombrato l'area, proseguite verso il quartier generale Naga dove, oltre ai nemici al suolo, vi attendono anche un paio di cecchini appostati al piano superiore dell'edificio. Entrate poi nell'edificio stesso e fatevi strada verso l'ultimo piano. Dopo il filmato uscite sulla balconata ed occupatevi per prima cosa dei due cecchini su entrambi i lati. Rientrate in seguito nell'edificio e scendete al primo piano: da quel momento vi restano cinque minuti per raggiungere il punto d'estrazione. Dovete dunque essere molto rapidi ad eliminare la resistenza nel primo cortile e passare al successivo. Qui concentratevi sulla zona di sinistra dove si concentra la maggior parte dei nemici, incluso uno armato di RPG nascosto all'interno dell'edificio. Il gruppo di nemici successivo è l'ultimo prima della fine della missione, ma sono tutti armati di RPG. Uccidendoli tutti fermerete il timer: il punto d'evacuazione, ad ogni modo, è sul tetto vicino, proprio nei pressi del nemico lì appostato. La soluzione di SOCOM: Forze Speciali

Onslaught

Dopo il primo gruppo di nemici dividete i vostri team a disposizione in modo da sfruttare al meglio i diversi sentieri che dalla collina salgono verso il villaggio. L'assalto all'arma bianca si rivelerà di sicuro infruttuoso. La strategia migliore prevede che il gold team si occupi dei cecchini attraverso una manovra d'aggiramento, mentre voi operate una manovra diversiva: fatevi scorgere dai nemici in modo che questi abbandonino le loro posizioni e scendano verso di voi. L'assalto a un gruppo asserragliato in cima è infatti molto più difficoltoso. Arrivati al ponte fate attenzione al fitto lancio di granate da parte di uno sparuto gruppo di soldati nemici e alle esplosioni dei mezzi colpiti. Scendete quindi sotto il ponte per incontrare i due soldati NATO che dovrete scortare, non prima però di aver rifornito le armi. L'area successiva infatti presenta un gran numero di sentieri da cui le diverse ondate di soldati nemici possono sorprendervi. Gestite con saggezza i vostri team in modo da poter contare su una protezione sui lati, ben consci che la sicurezza totale in questo frangente è impossibile da raggiungere. L'ultimo battaglione nemico di questa sezione presenta tra le sue fila un nemico armato di RPG. Successivamente verrete attaccati da un gunship che dovrete indurre alla fuga con un paio di colpi di lanciarazzi. Successivamente un altro battaglione di truppe di terra arriverà alla carica, prima della comparsa di un elicottero. Questo userà delle formazioni rocciose come protezione sporgendosi solo per brevi istanti durante i quali aprirà il fuoco contro di voi: dovrete essere abili a sfruttare questo breve lasso di tempo per mettere a segno alcuni colpi di lanciarazzi. Probabilmente qualora non riusciate ad abbatterlo subito, l'elicottero uscirà allo scoperto per un breve frangente prima di tornare a nascondersi dietro le rocce. Quando riuscirete ad abbattere il velivolo la missione avrà fine.

Revelation

Avanzate per avviare una cut-scene e al termine eliminate subito il nemico solitario che trovate sulla strada. Sul fondo rimanete al coperto finché la guardia di fronte a voi non si allontana, quindi approfittate del momento di tranquillità per entrare nell'edificio. Salite e individuate l'elicottero, avvicinatevi e piazzate un rilevatore attivando un altro filmato. Dopodichè non dovrete far altro che muovervi in silenzio e nell'ombra di waypoint in waypoint fino a raggiungere il punto d'evacuazione. Non allontanatevi mai dai muri e sfruttate le zone dove la vegetazione è più rigogliosa. L'unico ostacolo è rappresentato da un singolo soldato nei pressi del punto d'estrazione. Giunti alla spiaggia la missione sarà conclusa. La soluzione di SOCOM: Forze Speciali

Turning Point

Dopo aver ucciso la guardia solitaria davanti a voi, avanzate fino a giungere in uno spazio dove si trovano molti nemici: procedete con attenzione, qui infatti fa anche la sua comparsa la torretta automatica. Cercate di raggiungere il prima possibile la parte interrata dell'edificio in cui vi trovate, al di sotto della piattaforma. Arrivando lì inoltre provocherete l'irruzione di un'altra ondata di nemici, ma da quella posizione potrete affrontarle entrambe con maggior facilità. Quando vi sarete liberati di tutti i nemici e della torretta proseguite verso un altro soldato solitario che potete uccidere silenziosamente. Il tunnel seguente a cui accedete è pieno di nemici e il marcatore laser vi lascia subito intuire la presenza di almeno un cecchino. Liberate l'area e salite al livello superiore dove dovrete proteggere per trenta secondi il gold team mentre questo si occupa del sabotaggio di una batteria di missili. Tenete d'occhio principalmente la porta sul tetto e le scale sulla destra. Quando il gold team avrà concluso la sua missione, chiamate un attacco missilistico sulla nave visibile all'orizzonte. Procedete quindi e sbarazzatevi subito del paio di nemici che incontrate prima di entrare nel bunker successivo. La gran quantità di nemici all'interno è solo un preludio alle difficoltà che vi aspettano oltre. Saliti al piano superiore vi troverete ad agire in mezzo a un pioggia di missili provenienti dalla nave al largo. La mira, nonostante la distanza, è invidiabile, e vi servirà molta concentrazione per evitare una brutta fine. Tuttavia i vostri sforzi saranno spesso resi vani dalla continua necessità di rianimare i vostri commilitoni colpiti. Sfruttate le pause di tre secondi tra una pioggia di missili e la successiva per muovervi. Ricordatevi che per superare questa sezione dovrete arrivare a destinazione portando con voi tutti i vostri compagni, senza perderne nessuno lungo il cammino. Successivamente dovrete difendere Chung mentre questi prepara i missili: rispondete al fuoco dei nemici che giungono sulla scena ed evitate i missili della nave, quindi quando Chung ha finito, con un missile chiamate l'attacco aereo sulla nave. Ripetete per tre volte questa sequenza e la missione avrà fine.

Uninvited Guest

Aggiratevi di soppiatto intorno al campo facendo attenzione a bombe e mine, come segnalato. Più in là passate vicini a un camion che illumina la zona davanti a sè con i fari, ma non preoccupatevi perché sarete abbastanza lontani da non venire investiti dalla luce. Arrampicatevi quindi su per la collina e proseguite verso il campo successivo per avviare una cut-scene. Dirigetevi spediti all'interno dell'edificio e utilizzate i computer, dopodichè sfruttate la lunga gittata del fucile da cecchino per abbattere le tre guardie, mettendo a segno tre headshot in modo da non far scattare l'allarme. Eseguite questo compito solo dopo aver interagito coi PC, poiché altrimenti - per qualche strano motivo - tutto il campo scatterà in allerta. Spostatevi poi verso l'edificio a destra e distraete la guardia lanciando un oggetto, quindi entrate e muovetevi in modalità stealth per depositare l'esplosivo sui tre obiettivi. Il compito è arduo perché la base pullula letteralmente di nemici. Uscite allora dalla porta laterale di fianco ai PC e costeggiate il muro fino a che non potrete trovare riparo alle spalle di un cumulo diroccato di pietre, da cui potrete anche occuparvi delle guardie se non l'avete fatto in precedenza. Proseguendo lungo il muro che segna il perimetro esterno del campo arrivate al primo tank su cui dovete depositare la carica d'esplosivo. Attraversate successivamente l'arco e tenete d'occhio la coppia di soldati sull'altro lato della strada. Lì, sulla destra, si trova anche il secondo mezzo a cui dovete attaccare dell'esplosivo. Attendete che uno dei soldati che gli stazionano vicino si allontani, quindi con discrezione procedete verso il tank e collocate la carica. Se qualche soldato vi sente, allontanatevi rapidamente ed attendete che smetta di curiosare nei dintorni e riprenda il suo normale percorso di ronda. Approfittate poi dell'erba alta per raggiungere indisturbati l'edificio in cui si trova il terzo ed ultimo tank. Attendete che la sentinella sulla porta si sposti e piazzate la carica esplosiva anche su quest'ultimo mezzo prima di uscire dalla porta sull'altro lato e terminare la missione. La soluzione di SOCOM: Forze Speciali

Countdown

Spostatevi subito verso il muro di destra approfittando dell'erba alta e seguitelo per scovare delle scale che vi consentono di affrontare in modalità stealth questa prima area decisamente affollata. Liberatevi delle guardie sul ponte e dei soldati direttamente di fronte a voi, poi sgattaiolate verso il successivo blocco di rovine arrivando alle spalle dei nemici mentre ordinate al vostro team di attaccarli frontalmente. Gli ostacoli principali sono due, l'uomo armato di RPG nelle retrovie del gruppo che affrontate e un altro soldato solitario appostato in posizione sopraelevata sulle rovine. Proseguendo sul cammino vi imbattete in un altro gruppo di nemici tra cui spiccano, questa volta, un cecchino e una torretta automatica. Superato questo ostacolo proseguite ulteriormente verso un altro accampamento nemico. Giunti a tiro ordinate ai vostri compagni di rimanere fermi mentre voi vi dirigete verso i sacchi di sabbia vicini al silos e da lì mirate ai barili esplosivi: così facendo vi libererete di due torrette, ma attirerete l'attenzione dei nemici. Il vostro obiettivo successivo è il gruppo di barili esplosivi vicino all'altra torretta sul fondo, ma prima di pensarci difendetevi dai numerosi soldati che cercheranno di stanarvi. Quando la situazione sarà più tranquilla potrete muovervi a sinistra e ricongiungervi coi vostri compagni, oppure ordinare loro una manovra d'aggiramento. Sfruttate la posizione favorevole per eliminare la torretta lontana grazie all'esplosione dei barili, poi muovetevi per il campo ed uccidete le ultime forze nemiche rimaste.
Avanzate fino allo spiazzo successivo ed avvicinatevi al muro per far sì che un nuovo gruppo di nemici esca a darvi la caccia. In questa occasione dovrete vedervela anche con cecchini e nemici armati di RPG. Cercate di entrare all'interno delle rovine ed eliminate il manipolo armato di shotgun che vi attende nella prima stanza. Il salone più ampio invece ospita una gran quantità di soldati tra cui uno armato di RPG. Fatevi strada usando le granate e raggiungete il lanciamissili che dovete difendere dalle forze nemiche. L'assalto dura un paio di minuti e dopo una fase iniziale in cui i cecchini la fanno da padrone vi trovate sotto il fuoco incrociato di RPG e shotgun. Resistete fino alla fine di questa ondata ed avrete terminato la missione.

Animus

Liberatevi subito dei nemici sulla sinistra, poi occupatevi di quelli armati di RPG. Ne spunteranno un paio dal palazzo in costruzione e un altro dalla finestra di fronte a voi. Dopo averli eliminati procedete ed attendete che i nemici sbuchino da un vicolo: quella è la vostra direzione, ma ovviamente prima di poterla percorrere dovrete liberarvi delle forze nemiche che hanno appena fatto irruzione. Il vicolo conduce al cortile dove alcuni nemici si nascondono dietro un furgoncino. Fatelo saltare in aria e proseguite su per le scale, senza farvi sorprendere dai due soldati armati di shotgun. Tornati al suolo uccidete un altro paio di soldati ed entrate in un parcheggio. Ogni volta che salite su per una rampa, una nuova ondata di nemici invade l'area. Arrivati sul tetto uccidete per prima cosa i cecchini sul palazzo di fronte poi chiamate un attacco aereo sui due mezzi corazzati in strada. Quando questi saranno distrutti, arriveranno altri mezzi che trasportano torrette automatiche, mentre i cecchini tornano a farsi vivi dal palazzo in lontananza. Successivamente un'ondata nemica cerca di raggiungervi dalle scale di sinistra, mentre in strada si registra ancora qualche attività nemica.
Ritornata la calma raggiungete l'edificio dove hanno luogo alcune cut-scene: infine dovrete decidere se uccidere o lasciar vivere Gorman mentre il mirino è puntato sul petto. Entrambe le opzioni sbloccano un trofeo, perciò se vorrete ottenerli tutti dovrete ricaricare l'ultimo salvataggio e ripetere la sequenza finale.
Qualunque sia la vostra scelta, congratulazioni: avete terminato SOCOM: Forze Speciali!

Video della soluzione - Prima parte