Section 8: PrejudiceLa Soluzione di Section 8: Prejudice 

Vi aiutiamo senza pregiudizi!

Attenzione

La soluzione è basata sulla versione americana del gioco per Xbox 360. Potrebbero esserci divergenze dalla versione italiana e/o per altre piattaforme.

Livello 1 - Answers

Dopo le scene d'intermezzo iniziali, prenderete il controllo di Solomon; dovrete reclutare nuovi uomini. Avvicinatevi a Reyes mentre egli cercherà di reclutare nuovi uomini. Eseguite una dimostrazione delle tecniche di fuoco, colpendo i primi cinque obiettivi sullo schermo. Poi cominciate a colpire gli obiettivi più distanti, servendovi dello zoom ottico. Premete il tasto giù sullo stick destro per attivare la mira ad inseguimento, colpite dunque il bersaglio in movimento. Cambiate la vostra arma, premendo il tasto Y come vi viene indicato. Altri tre bersagli da eliminare, poi procedete verso la dimostrazione dell'Overdrive.
Spostate lo stick analogico sinistro verso il basso per cominciare la corsa. Entrerete subito in modalità Overdrive; la barra nella parte alta del vostro HUD mostra il tempo che vi rimane prima della fine dell'Overdrive. Procedete dritti, avvicinandovi al magazzino. Scambiate il vostro coltello con un piccolo kit di riparazioni. Graves vi chiederà di distruggere una torretta aldilà del muro, accanto a voi, servendovi unicamente delle granate. Selezionate le granate dall'interno del vostro inventario, poi superate la barriera aggirandola da uno dei due lati. Lanciate un po' di bombe verso la torretta, polverizzandola. Avvicinatevi dunque al punto di controllo.
Sorpassate la torretta, raggiungendo il punto di controllo. Premete il tasto A per hackerarlo, attendete dunque che il virus prenda possesso del congegno. A questo punto, tutti gli edifici collegati al punto di controllo saranno direttamente da voi diretti. Tornate verso la torretta che avete appena fatto esplodere, vi toccherà ripararla. Equipaggiate il marchingegno per le riparazioni, dunque tenete premuto RB. Completato anche questo compito, uscite da dove siete entrati, correte poi verso sinistra, lungo la collina. Destra, incontrando Blackburn. Salite la rampa, entrando nella nave. Noterete una barra sulla destra, di tre diversi colori. Prima di frenare, aspettate che abbia raggiunto il colore arancione. Una schermata vi consentirà poi di decidere la zona di atterraggio: mirate agli appositi sostegni. Fatto ciò, superate Blackburn e girate a destra, incontrando Matthews. Vi chiederà di eseguire una dimostrazione con il vostro jetpack. Premete LB per saltare, poi tenetelo premuto per attivare il jetpack; potete dunque muovervi usando lo stick sinistro. Dopo aver compiuto anche questa mini-prova, atterrate e premete A sulla console per cominciare un percorso ad ostacoli.
Superato il primo muro con il jetpack, vi troverete in una specie di labirinto. Sinistra, poi destra, correte avanti, fino ad una piccola piattaforma che apparirà davanti a voi. Saltatela senza remore. Passati in overdrive, correte ancora avanti lungo le varie piattaforme. Apparirà un bersaglio davanti a voi: equipaggiate il fucile d'assalto e colpitelo, così come i successivi che appariranno in sequenza. Svoltate a sinistra, correte avanti, saltate il burrone. Dovrete superare un nuovo breve percorso ad ostacoli. Mirate inizialmente alle postazioni stazionarie, passando solo in secondo luogo alle equivalenti in movimento. Giunti al campo minato, è possibile sfruttare il jetpack per superarlo in toto senza dover ricorrere a peculiari sotterfugi. Stone vi contatterà, la sua posizione sarà il vostro nuovo obiettivo. Superate Matthews, girate a sinistra, correte lungo il pendio sabbioso. In cima, mirate al portone davanti a voi, che si aprirà. Aspettate qualche secondo, dunque seguite la strada per raggiungere Stone, accanto al convoglio dei prigionieri.
Vi chiederà di eseguire un breve sopralluogo all'interno della torre di controllo. Dalla postazione di Stone, girate a sinistra, cominciando a percorrere la strada che conduce all'obiettivo. Subito dopo il cancello, sarà necessario attendere qualche secondo, per l'apertura del passaggio. Poi ancora sinistra, salendo la torre, fino all'ascensore. Guardate la scenetta, dunque equipaggiate il fucile d'assalto e cominciate a respingere le orde di invasori che tenteranno di eliminarvi. Continuate dunque verso il portale da dove siete giunti. Aspettate che si apra, prestate attenzione al cecchino. Correndo verso l'alto, potrete notare la nave di Thorne che metaforicamente veleggia, andandosene.
Procedete verso la zona ove la suddetta nave era collocata, salendo le scale. Avvicinatevi a Stone, proteggendolo dai nemici. Usciti da questa piccola zona d'intermezzo, svoltate a destra, verso l'enorme cancello. Attendete un secondo, sicché venga per voi aperto. Muovetevi dunque verso sinistra, superando la nave spaziale distrutta. Proteggete il vostro compagno mentre, assieme a lui, vi avviate verso il vostro obiettivo. Tre altri avversari vi raggiungeranno da sinistra, ma - stante la vostra collocazione sopraelevata - non dovreste incontrare problemi nell'azzerarli. Guardate la scenetta, poi spostatevi verso sinistra per circumnavigare il perimetro della nave. Respingete i nemici che attorniano l'ultima delle vostre navi, prestando particolare attenzione ai cosiddetti "Demolishers" - la loro capacità di sparare missili può causare seri danni alla vostra nave. Godetevi dunque la scena di fine livello.

Video - Trailer del gameplay

Livello 2 - Into the Breach

Raggiunta la zona innevata, cominciate a seguire Matthews lungo il percorso. Collocatevi dunque dietro la più vicina roccia, aspettando l'arrivo del nemico, che dovrete terminare facendo ricorso al coltello. Salite la collina, dunque seguite il ponte a destra, saltando aldilà dell'albero caduto. Avvicinandovi alla parete, rallentate l'andatura: un nemico è posto a guardia del bunker, prima di entrare dovrete per forza ucciderlo. Giunti in postazione, guardate fuori dalla finestra sulla sinistra. Eliminate il disturbatore, con un'opera di cecchinaggio; distruggete anche gli avversari collocati sulla piattaforma adiacente.
Quando Matthews vi informerà di avere terminato la sua operazione, altri nemici cominceranno a fluire dalla zona che avete appena "ripulito". Consigliamo dunque di permanere nei pressi della protezione che avete finora utilizzato, così da potervene liberare mentre siete completamente al sicuro. Passate dunque ai due seguenti disturbatori, che dovranno essere polverizzati in maniera analoga a quanto visto per il primo. Parlate dunque con Stone, che vi assegnerà una nuova missione: recuperare il lanciamissili. Scendete verso il deposito, lo troverete immediatamente. Consigliamo di lasciare giù il fucile da cecchino, vi servirà poco nel proseguo della missione. Usciti dal deposito, Matthews vi allerterà, data la presenza di alcuni gruppi ostili in arrivo, dalla strada di fronte a voi. Muovetevi dunque verso sinistra, ove si trova un muretto perfetto per fungere da copertura; equipaggiate il fucile d'assalto, e fate una strage. Vi verrà ora richiesto di tendere un'imboscata ad un convoglio avversario.
Muovetevi lungo la strada dalla quale sono giunti i nemici; voltato l'angolo, noterete tre convogli. Equipaggiate il lanciamissili, mirate al più vicino, distruggetelo (nel mentre, continuate a muovervi in ogni direzione, dato che il convoglio risponderà al fuoco). Ripetete poi l'assalto sui due convogli successivi, usando il jetpack se dovete schivare i loro colpi. Stone vi contatterà di nuovo, chiedendovi di hackerare la rete di sicurezza. Vi fornirà anche un piccolo deposito d'armi, ma prima di raggiungerlo con entusiasmo, ricordatevi di prestare attenzione alla torretta che apparirà subito dopo che avrete voltato l'angolo. Consigliamo di recuperare un fucile da cecchino, prima di voltare l'angolo.
Salite poi le scale davanti a voi; fermatevi ad ogni "piattaforma" per uccidere i nemici subito sopra di voi, così da evitare che scatti l'allarme. Muovetevi dunque verso l'arena; noterete alcune navi che procedono nell'etere sopra di voi. Assieme a Matthews, procedete verso destra, uccidendo velocemente gli avversari che giungeranno in scena. Attenzione all'imboscata che subirete una volta giunti in cima alle scale. Recuperate i rifornimenti che verranno nuovamente rilasciati da Stone, sulla sinistra. Percorrete l'ennesima rampa di scale, poi avvicinatevi lentamente al bunker che segue, dato che diverse unità di fanteria sono poste a sua protezione. Consigliamo di fermarvi nei pressi di ogni piattaforma inframezzante le scale, come avete fatto anche per le rampe precedenti. Assieme a Matthews, procedete ad hackerare la rete di sicurezza. Guardate la scenetta, uscite dal bunker, giratevi a sinistra; equipaggiate il lanciamissili e colpite la mitragliatrice visibile sulla distanza. Continuate a percorrere la via principale, fino ad un ponte, piuttosto distrutto. Usate il jetpack per superarlo.
Seguite i checkpoint, percorrendo il canyon. Attenzione ai massi a terra: solitamente, nascondono dei nemici. Subito dopo, una torretta sulla sinistra, anch'essa da azzerare. Ascoltate poi la spiegazione di Graves per ottenere delucidazioni sui seguenti obiettivi. Scendete e raggiungete la porta davanti a voi, eliminando i tre nemici che ne usciranno. Scendete verso la console, hackeratela. Poi usate il jetpack per salire nuovamente, sempre verso una console. Hackerate anche questa, poi uscite dal bunker e guardate verso sinistra.
Liberatevi dei nemici, poi entrate nel seguente fortino. Rimanete nei pressi dell'area d'entrata, liberandovi dei nemici mentre si avvicinano (in gruppi frazionati) verso di voi. Anche in questa zona saranno presenti delle console da hackerare, lo stesso nella stanza immediatamente sopra di voi. Muovetevi dunque verso l'entrata, salite le scale, poi destra. Usate il jetpack per salire verso la piattaforma sopraelevata, dalla quale potrete polverizzare eventuali avversari rimasti in vita. Avvicinatevi al checkpoint, collocando gli esplosivi; guardate dunque la scena di fine livello.

Livello 3 - Deadwood

Il livello riparte da dove si è concluso il precedente; sarete circondati da detriti delle navi appena distrutte; ascoltate le informazioni che vi fornirà Stone. Avvicinatevi dunque al checkpoint, entrate nella porta accanto ad esso: verrete accolti da due mech. Muovetevi a ritroso, bombardandoli con il lanciamissili. Quando ne avrete distrutto uno, usate il jetpack per raggiungere la piattaforma sopraelevata, così da avere un po' di respiro. Ricaricato il lanciamissili, l'altro mech non risulterà problematico.
Continuate verso la porta davanti a voi, ora accessibile. Attenzione però alla successiva: verrà distrutta da un'esplosione, causata dall'arrivo di alcuni soldati USIF. Scendete lungo il sentiero, prelevate la mitragliatrice e il mortaio. Vi verrà ora richiesto di piazzare alcuni esplosivi. Avviatevi verso il checkpoint, prestando attenzione alle torrette - usate la collina come copertura, collocandovi sulla sua parte superiore, sicché le torrette abbiano uno svantaggio d'altitudine. Arrivati al bunker, spostatevi verso la sua parte destra; usate il jetpack per velocizzare il processo, schivando così anche i colpi dei nemici. Raggiungerete così il checkpoint, ove dovete posizionare gli esplosivi. Correte lungo la collina a destra, ricevendo così il nuovo obiettivo: distruggere l'avamposto nemico.
Seguite Matthews e Graves, lasciatevi cadere giù lungo il piccolo burrone subito dopo il checkpoint. Fermatevi un attimo, il canyon è fittamente popolato da avversari. Lanciate poi colpi del mortaio per azzerarli. Ripetete questa procedura su ogni segmento del canyon, completando in tal modo l'obiettivo. Quando saranno tutti morti, parlate con Stone. Comprate la moto, saltateci sopra. Assistete dunque i vostri compagni, entrando nel cancello a sinistra. Rimanete su questo lato del fiume, bombardando la resistenza nemica sul lato opposto. Focalizzatevi prima sulle torrette, dunque sul resto. Percorrete il ponte, dunque giratevi verso la collina. Equipaggiate la mitragliatrice e fate piazza pulita della fanteria. Potrete anche nascondervi dietro alle rocce, in cima alla collina stessa, per evitare con maggior efficacia il fuoco nemico. I nemici cominceranno poi a battere in ritirata. Facendovi strada lungo il sentiero, consigliamo di saltare in cima al bunker sulla destra, da dove potrete polverizzare le varie torrette. Lanciate dunque svariati missili verso la fanteria, subito sotto di voi.
Spostatevi verso sinistra lungo il canyon; potrete notare come gli obiettivi siano sparsi lungo tutta l'area di gioco. Eliminate anzitutto i convogli, poi entrate nell'edificio sulla destra. Attenzione alla torretta, subito davanti a voi: lanciate un missile per polverizzarla. Uscite di nuovo per fare a pezzi i convogli. Avvicinatevi ora ai depositi di benzina, fateli esplodere. Poco più avanti, passerete al seguente obiettivo, ovvero entrare nel complesso residenziale più vicino. Lasciate a terra la moto, superate i macchinari distrutti, seguendo il percorso svolto da Matthews e Graves - se necessario, è possibile utilizzare il Jetpack per raggiungerli con maggior facilità.
Attenzione al cecchino nel bunker di fronte a voi (una volta saliti in cima alla collina): è bene terminarlo subito, data l'ampia visuale di cui dispone. Equipaggiate dunque il lanciamissili per polverizzare la torretta, sotto di voi. Vi verrà ora richiesto di catturare il comandante Throne; la sua posizione sarà segnata sulla mappa. Entrate nella base, respingete la fanteria, poi sparate con potenza a Throne, mentre verrà distratto dai vostri compagni di team. Partirà una scena d'intermezzo. Vi verrà richiesto di aspettare la USIS Nevada. Cercate di difendere il vostro personaggio e i suoi alleati, fino al suo arrivo. Comincerà poi a lanciare svariati proiettili verso il bunker nemico: gli obiettivi verranno segnalati da puntini rossi sul vostro HUD, dunque spostatevi prima di essere colpiti.
La Soluzione di Section 8: Prejudice
Dovrete poi hackerare il sistema di controllo degli scudi, per migliorare la capacità offensiva del Nevada. Raggiungete uno dei tre puntini sulla vostra mappa, in corrispondenza dei quali potrete hackerare con semplicità. Ricordatevi al contempo di schivare i bombardamenti alleati, che continueranno ad avvenire. Allontanatevi dunque dall'entrata per assistere al colpo finale nel confronti della base avversaria. Sarà poi necessario ripetere l'intera procedura per annientare il bunker seguente, portando a compimento l'intera missione.

Livello 4 - Stormfront

Dopo la scenetta, cominciate a percorrere il sentiero di fronte a voi. Arrivati al primo checkpoint, prestate attenzione ai laser, come vi verrà richiesto da Graves. Potranno essere schivati in maniera tecnicamente semplice, spostandovi in alternanza verso uno dei due lati dello schermo. Correte velocemente lungo il ponte per raggiungere il checkpoint, dunque conversate con Blackburn.
Interagite con il magazzino per recuperare un po' di granate. Sarà poi necessario farvi strada verso la rampa di lancio. Per evitare il laser, aspettate che - dopo essere passato nei vostri immediati paraggi - proceda verso il lato opposto. Uccidete i nemici che rimangono in zona, poi salite. Purtroppo, anche quest'area è fittamente "popolata" da laser. Il metodo atto a schivarli non cambia. Arrivati al checkpoint, svoltate l'angolo, poi esaminate il cadavere sulla sinistra, recuperando il set di dati. Altri due nemici da uccidere; raggiunto l'ennesimo "angolo", evitate di svoltare improvvisamente, potreste essere colti di sorpresa dal fuoco nemico. E' bene attaccare gli avversari mentre disponete ancora di sufficiente copertura.
Salite verso la cima della collina, poi correte fino al checkpoint per respingere gli avversari che attaccano Blackburn. Vi verrà ora richiesto di raggiungere la zona d'atterraggio. Prima di lanciarvi verso questa nuova avventura, è bene visitare la riserva delle armi per recuperare un lanciamissili. Durante i combattimenti che seguiranno, consigliamo di prestare particolarmente attenzione ai nemici dotati di cannoni ad impulsi, data la loro notevole potenza se confrontati con il resto delle armi. E' possibile utilizzare il laser da miniera come parziale nascondiglio, nel caso in cui non riusciate a liberarvi velocemente di questi nemici.
Percorrete dunque il sentiero che stavano sorvegliando, svoltate l'angolo, salite lungo il pendio, entrate nella caverna, fino a raggiungere il checkpoint. Avvicinatevi al ponte: verrà fatto esplodere. L'alternativa vi vedrà procedere verso sinistra, cecchinare tutti i nemici in zona, poi seguire il sentiero sempre sulla sinistra. Entrati nella caverna, collocatevi subito dietro all'enorme aculeo di ghiaccio, sfruttandolo come copertura, uscendo allo scoperto solo per infliggere chirurgici danni a specifici avversari. Quando saranno tutti morti, svoltate l'angolo e percorrete lo stretto sentiero, attenzione al nemico subito dietro l'aculeo che vi ostruisce la visuale, potrebbe cogliervi di sorpresa.
Sfruttate poi il jetpack per coprire il dislivello che vi separa dalle piattaforme collocate nella parte più alta della zona di gioco. Conversate con Blackburn, vi chiederà di difendere la zona di atterraggio per due minuti. Tecnicamente, è un compito molto semplice: dovrete stazionare accanto alla zona di atterraggio e respingere le varie ondate di nemici. Consigliamo di rimanere accanto al disco satellitare, è difficile da danneggiare, consente dunque di ottenere un ottimo livello di copertura. Ennesima scenetta, vi verrà poi richiesto di raggiungere il luogo dell'atterraggio. Avvicinatevi al checkpoint, percorrendo l'area di scavo. Voltate l'angolo, dunque - giunti nei pressi dell'uscita - sarà necessaria massima attenzione: dovete per forza lasciarvi cadere nel piccolo burrone in corrispondenza delle fumaglie rosse. Correte dunque verso la carcassa della nave, facendo partire una scena d'intermezzo. L'obiettivo cambierà nuovamente, dovrete collocare alcuni esplosivi. E' bene ignorare i nemici in zona; servitevi invece del jetpack per saltare verso il ponte davanti a voi, schivando anche l'attacco della nave.
Sarà possibile posizionare gli esplosivi senza particolari interferenze. Percorrete a ritroso il sentiero da dove siete giunti, superate il ponte, poi tenete a portata di mano il jetpack - la nave nemica distruggerà parte del ponte. Giunti sul lato opposto, una scena d'intermezzo segnerà la fine del livello.

Video - Trailer di debutto

Livello 5 - For the Wicked

Il livello vi vedrà cominciare al centro di una base alleata. Parlate con Stone, poi salite le scale. Destra, avvicinatevi a Graves, conversando anche con lui. Usate il jetpack per salire fino alla cima del burrone, raggiungendo il centro di controllo. Salite le scale, poi usate il pad digitale per collocare un sensore nei pressi del checkpoint (premete il tasto "alto"). Lanciatevi verso il basso con il jetpack, arrivando al seguente checkpoint. Esaminate la console in zona. Dovrete ora difendere la torre. I nemici cominceranno ad arrivare da sud-ovest. Cominciate a bombardarli, magari sfruttando il mortaio subito dopo il loro atterraggio, sicché non dispongano di tempo sufficiente per riorganizzare il loro plotone.
Respinte le varie ondate avversarie, Stone chiederà alla vostra squadra di collocare delle mitragliatrici. Consigliamo di posizionarne una proprio accanto al checkpoint, l'altra nella sezione sud del piano superiore, accanto al buco sulla ringhiera. Sfruttatele poi immediatamente per respingere tutti i nemici in zona. Vi verrà ora chiesto di procedere ad esaminare il punto d'impatto della nave nemica. Recuperate le munizioni dal deposito, dunque spostatevi verso il lato sud della base, seguendo il sentiero che procede verso est. La parte più bassa della nave semi-distrutta contiene le informazioni che state cercando.
Aspettate dunque che il robot venga posizionato davanti a voi, saltateci dentro, poi cominciate a camminare verso il generatore. Polverizzate le torrette nemiche che vengono montate nei suoi immediati dintorni. Verranno poi segnalati alcuni gruppi di avversari all'interno del vostro HUD. Il lanciamissili, integrato nei circuiti del robot, vi consentirà di farne piazza pulita in men che non si dica. L'obiettivo cambierà nuovamente, dovrete ora riattivare i generatori. Sarà necessario uscire dal mech per farlo. Guardate la scenetta, poi tornate nel robot. Seguite Graves lungo il percorso che si snoda verso est. Voltate l'angolo, percorrete il ponte, poi colpite i nemici sul lato opposto. Parlate con l'ingegnere, vi chiederà di proteggere i dischi satelliti per la comunicazione.
Ve ne sono due in zona: uno a nord, uno a sud, entrambi associati ad una specifica barra dei punti vita. Il primo gruppo di avversari proverrà da sud, dunque è lì che la vostra attenzione dovrà essere diretta. Graves vi informerà poi a riguardo dei nemici provenienti da nord, sicché vi possiate spostare velocemente, proteggendo anche quel disco di comunicazione.
Ultima parte della missione: difendere per ancora un minuto e mezzo i dischi di comunicazione. Raggiungete la parte sud della zona di gioco, ancora invasa da avversari. Liberatevi delle torrette, poi dei robot. Verrete informati dell'avvenuto allineamento satellitare, che andrà a coincidere con la fine della missione.

Livello 6 - Beasts

Guardate la scenetta; vi verrà richiesto di attivare i cannoni orbitali di difesa. Prima di procedere, dovrete anche scortare un carro armato alleato. Cominciate a percorrere l'unica via disponibile, liberandovi delle torrette missilistiche che cercheranno di interrompere il cammino del carro - il metodo più semplice vi vedrà utilizzare il lanciamissili. Per la fanteria, al contrario, consigliamo di ricorrere alla Shotgun.
Vi verrà fornito un avvertimento: è possibile equipaggiare il cannone ad impulsi. Nonostante sia molto potente, sconsigliamo di equipaggiarlo ora, poiché risulta difficile da utilizzare contro avversari in movimento. Voltate invece l'angolo, superate il magazzino, salendo la collina. Una nave nemica giungerà in scena: tuffatevi dietro alla più vicina roccia, in cerca di copertura. Quando sarà andata via, cominciate ad eliminare gli avversari da essa rilasciati, rimanendo sempre dietro la roccia, che parerà la maggior parte degli attacchi avversari.
A questo punto, consigliamo di dare un'occhiata ai punti-vita del carro armato, riparandolo se necessario - ricordiamo che la distruzione del carro coinciderà con l'automatica fine della missione. Una seconda nave trasportatrice rilascerà un robot davanti a voi: bombardatelo immediatamente con una fucina di missili ad inseguimento, dovreste riuscire a causare la sua esplosione prima che si possa attivare. Incamminatevi poi nuovamente lungo il sentiero principale, svoltando a ovest per raggiungere il ponte. Salite verso la cima della collina, poi preparatevi ad un'imboscata, che subirete subito dopo aver voltato l'angolo. Poco dopo, giungerete alla fine di questo lungo frangente di scorta. Parlate con Matthews, all'interno del bunker, per concluderlo. Superate la porta, svoltando l'angolo.
Vi troverete all'interno di una nuova base, che dovrete difendere. Posizionatevi nella sua parte frontale, notando un buco sulla barriera. I nemici verranno rilasciati proprio davanti ad esso, dunque sarà semplice fare piazza pulita se vi saprete posizionare in maniera adeguata. Respinta la prima ondata, consigliamo di visitare brevemente il magazzino, per ripristinare i vostri punti vita a livelli consoni. La seconda ondata è caratterizzata dall'ampia presenza di torrette, dunque mirate velocemente verso questa minacciosa tipologia di nemici, accertandovi di non essere sopraffatti. La terza è invece composta da robot, equipaggiate il lanciamissili per polverizzarli dalla distanza. Sarà poi necessario tornare da Blackburn: spostatevi verso sud, ove si trova il checkpoint; dunque scendete lungo il pendio, svoltate a sinistra, volate verso Blackburn.
Dovrete riparare le torrette. Spostatevi verso est, lungo le trincee. Cercate di rimanere accovacciati, evitando automaticamente ogni colpo. Correte verso est, raggiungendo un bunker con torretta, e riparatela. Uscite e percorrete il sentiero inferiore che procede verso sud. Al bivio, sinistra, uccidete i pochi nemici in zona, poi correte aldilà del bunker, riparando un'altra torretta. Uscite dal bunker, spostatevi verso est. Correte lungo la parete inclinata, superando la barriera - i nemici non risulteranno essere un vero problema. Attivate la console del reattore. Ancora verso est, arrivando ad un altro checkpoint. Giunti al parco industriale, tirate fuori il lanciamissili, nascondetevi dietro i rimasugli del veicolo sulla sinistra, e sparate ai mech in arrivo.
Spostatevi poi verso l'entrata, polverizzando le torrette lungo il percorso. Percorrete il tunnel, fino al secondo generatore. Dovrete difenderlo: riempite i nemici di granate e colpi di mortaio per tenerli con certezza lontani dalla vostra postazione. Una sola eccezione: i carri armati. Essi dovranno essere colpiti facendo ricorso ai missili, molto più efficaci, data la lentezza di movimento tipica dei carri. Muovetevi lungo il percorso inclinato, da dove i nemici sono entrati. Giunti in cima, svoltate a destra, poi lasciatevi cadere giù. Saltate verso la seconda piattaforma, poi la terza, sinistra. Servitevi del jetpack per evitare le piattaforme fuse. Salite le scale, equipaggiate il lanciamissili per liberarvi del mech.
Attenzione anche al cecchino collocato sulla passerella, uccidetelo mentre siete in movimento, sicché non abbia l'opportunità di colpirvi. Usate la console per attivare il terzo generatore. Guardate la scenetta, attivate l'overdrive per farvi strada lungo il percorso liberato da Blackburn. Provate a riattivare il secondo generatore: il tentativo non andrà a buon fine. Salite lungo il sentiero davanti a voi, svoltate l'angolo, arrivando al checkpoint. Schivate il fuoco della nave di Salvador, muovetevi aldilà del ponte.

Boss: Nave da Battaglia di Salvador
Posizionatevi in corrispondenza del checkpoint, alla fine del ponte. Equipaggiate il lanciamissili, poi uscite dalla protezione della piattaforma per quel minimo segmento che vi consente di mirare alla nave da battaglia. Sparate, ripetete questa procedura. Riuscirete automaticamente a schivare gran parte dei colpi nemici, e distruggerete la nave in velocità.

Salite le scale dietro di voi, sfruttate il jetpack per superare la piattaforma distrutta, ove si trova la console. Interagite con essa, guardate la scenetta che seguirà.

Livello 7 - Devolved

Il primo obiettivo sarà tornare ad unirvi al gruppo di Blackburn. Scendete lungo l'unico sentiero disponibile, troverete il vostro referente proprio alla sua fine. Equipaggiate il lanciamissili, prelevandolo dal vicino deposito. Vi verrà dunque richiesto di uccidere tutti i difensori. Sfruttate il jetpack per avvicinarvi ad una delle rocce; in tal modo, avrete un vantaggio di elevazione, piuttosto notevole. I vostri compagni di team distrarranno anche i nemici, dunque voi li potrete bombardare impunemente di colpi.
Attenzione particolare va rivolta ai carri armati. Arrivati al seguente checkpoint, dovrete distruggere le torrette anti-aeree che vi impediscono l'accesso ai laboratori. Incamminatevi verso sud-est, poi servitevi delle rocce come copertura per polverizzare i mech in arrivo. Usate il jetpack per visitare tutte le piattaforme di questa zona di gioco, ognuna di esse è popolata da qualche nemico, dovrete distruggerli tutti. Raggiungete ora la porta sulla sezione sinistra della costruzione, entrate, hackerate il database. Fatto ciò, vi sarà paradossalmente chiesto di difenderlo. I primi gruppi di nemici giungeranno dalla porta nord e la porta est. Dunque, proverranno in alternanza da tutte le altre zone alternative. Nel caso in cui venga danneggiato seriamente, potrete in ogni caso ripararlo con facilità.
Continuate dunque verso il seguente checkpoint; respinti i mech, potrete hackerare la vicina console, sul muro - accanto all'ascensore. Saltate poi dentro il Mech stesso. Seguite Blackburn mentre si sposta verso sud, voltate l'angolo, scendete lungo il piano inclinato e fatevi strada verso il lato opposto. Mirate al camion-convoglio al centro dei due gruppi di nemici, facendolo esplodere grazie ad una fucina di missili. In secondo luogo, occupatevi dei nemici. Poi continuate fino all'ultima piattaforma, salite le due rampe di scale aldilà di essa, parlate con i membri del vostro team. Spostatevi verso nord, localizzando la nave nemica in arrivo. Dopo un'altra scenetta, vi troverete di fronte a Decimus.
La Soluzione di Section 8: Prejudice
Boss: Decimus
Si tratta di un combattimento potenzialmente complicato, soprattutto perché il nemico può utilizzare dei potenti missili al napalm - non sarà sufficiente schivarli, dovrete poi prestare attenzione al suolo da essi incendiato. Spostatevi verso ovest e salite le due rampe di scale, distruggendo le torrette che le inframezzano. Bombardate di colpi dall'alto Decimus, fino ad essere interrotti da una delle tante scene d'intermezzo. Chiamerà poi aiuto non appena lo danneggerete in maniera seria, alcuni ingegneri lo possono riparare: uccideteli prima che vadano a vanificare i vostri sforzi. Quando vi sarete assicurati che l'avversario non è in grado di rigenerare i suoi HP, potrete colpirlo a morte, facendo partire la scena d'intermezzo di fine capitolo.

Livello 8 - Prejudice

Inizierete il livello all'interno di un carro armato, che verrà immediatamente aggredito dal fuoco di una serie di torrette, attorno a voi. Mirate velocemente per distruggerle tutte, facendo piazza pulita anche della fanteria posta a loro controllo. Entrate nel buco che si formerà nel muro. Attenzione all'avversario collocato nel fortino sulla sinistra; terminatelo, poi potrete agevolmente percorrere la strada davanti a voi, consigliamo di rimanere sulla destra. Da qui potrete con facilità polverizzare i nemici collocati all'interno delle torrette a sud-est, così come il seguente gruppo, nei pressi del generatore - dovrà anch'esso essere terminato.
Uscite attraverso l'apposito cancello, voltate l'angolo, bombardate il carro armato alla fine della strada. Poco più avanti, potrete notare il secondo generatore - anch'esso dovrà essere fatto esplodere. Muovetevi dunque verso est, attraverso il canyon. Attenzione ad un carro armato che sbucherà improvvisamente da un bivio: dopo esservene liberati, percorrete la strada dalla quale è giunto. Non vi rimarrà che distruggere l'ultimo generatore, per poi cercare di tornare ad unirvi al vostro gruppo. Non avvicinatevi troppo velocemente al tunnel d'uscita: è sorvegliato da un carro, che dovrebbe essere indebolito da lontano prima di essere affrontato vis-a-vis. Utilizzate l'overdrive per procedere velocemente lungo il tunnel, giungendo ad un'area industriale. Equipaggiate il lanciamissili, polverizzate le torrette in lontananza. Salite, localizzando il deposito, protetto da alcuni avversari: verranno terminati dalla caduta di una roccia, dunque potrete facilmente ottenere il fucile incendiario.
Salite lungo le caverne davanti a voi, usando le rocce come copertura. Giunti all'ampia stanza, attenzione alla torretta, anch'essa sfrutta le rocce per non essere da voi localizzata; sapendolo, potrete individuarla con facilità, riconoscendo la direzione di provenienza del flusso di proiettili. Fatevi dunque strada verso il checkpoint. Difendete i vostri compagni, fino alla visualizzazione di una scena d'intermezzo, durante la quale tutti i nemici verranno automaticamente uccisi. Spostatevi ora verso sud, ove si trova l'entrata alla caverna. Consigliamo di rimanere adiacenti ai tubi, utilizzandoli come copertura, data la fitta presenza di avversari in zona.
Svoltato l'angolo, sparate subito a tutti i contendenti che usando le rocce come copertura, i più pericolosi. Il fucile incendiario può essere particolarmente utile, nel caso in cui riescano ad avvicinarsi "eccessivamente" al vostro personaggio. Percorrete l'ampio spazio erboso davanti a voi. Vi verrà assegnato un nuovo obiettivo, la distruzione delle torrette di difesa. Consigliamo di correre attraverso il vicino gruppo di nemici, poi usare il jetpack per procedere verso destra. Equipaggiate il lanciamissili al napalm, dunque utilizzatelo per polverizzare il magazzino visibile in lontananza. Dopo una scenetta, entrate nella torre. Seguite il corridoio, verso la stanza sottostante.
Giunti in zona, visitate tutte le stanze attorno a voi, attivando le varie console. Dopo una scena d'intermezzo, vi verrà richiesto di eliminare il generale Salvador.

Boss: Generale Salvador
Cominciate immediatamente a bombardarlo di colpi di fucile. Ribatterà con una sfera energetica: sfruttate il jetpack per schivarla. Sbatterà poi il suo pugno verso il terreno, cercando di colpirvi: pare non vi sia un metodo sensato per riuscire ad evitare questo colpo, dunque cercate semplicemente di limitare i danni come meglio potete. Due lanciamissili diventeranno visibili ai lati della stanza: polverizzatene uno solo, collocandovi poi nella zona ove esso era posizionato. C'è un motivo per cui vi sconsigliamo di distruggerne due - uno infatti verrà sempre e comunque rigenerato. Continuate a colpire con il fucile il generale; quando si inginocchierà, avvicinatevi e premete A per prelevare il nucleo.
Durante l'ultimo frangente della battaglia, consigliamo un approccio massimamente offensivo. Le difese di Salvador sono nulle, i suoi HP quasi azzerati, dunque potrete concludere la battaglia in pochissimo tempo!

Soluzione Video - Playlist

Clicca qui per la playlist!

Soluzione Video - Livello 1

Soluzione Video - Finale

TI POTREBBE INTERESSARE