Tom Clancy's Ghost Recon: Shadow Wars 3DLa soluzione di Tom Clancy's Ghost Recon: Shadow Wars 3D 

Unitevi ai fantasmi di Multiplayer.it per salvare il mondo dalla terza guerra mondiale.

Capitolo 1

Intro Mission
La missione iniziale svolge sostanzialmente la funzione di tutorial. Tutto ciò che vi è necessario sapere viene descritto a video, perciò potete limitarvi a seguire le istruzioni per uscire vincitori. Vi viene quindi spiegato quale sia l'obiettivo della missione e come fare per raggiungerlo attraverso i primi ordini impartibili al team.

Missione 1 - Separated
Haze è disperso e i nemici sono sulle sue tracce. In attesa di Duke, lasciate che Haze si difenda dai nemici inizialmente visibili. Il secondo turno riserva subito una sorpresa: i nemici sono più dei tre iniziali. Continuate a colpire quello bersagliato in precedenza per liberarvi di lui. Facendo ciò, otterrete anche i primi 25 Power Point. Benché questa sia la prima vera missione, il gioco la utilizza ugualmente per impartirvi alcune lezioni rimaste escluse dal tutorial. Nel terzo turno ad esempio vi viene illustrato il concetto di distanza e come questa influenzi l'uso delle armi. Attaccate dunque mantenendovi fuori dalla linea di tiro dei nemici fino all'arrivo di Duke. Questi dispone di un'arma che potete utilizzare per gli attacchi ravvicinati. Mantenetelo a cinque quadrati di distanza dal leader, il vostro nuovo obiettivo, e cercate di evitare che questi raggiunga il fondo della mappa da dove può arruolare altri soldati.

Missione 2 - Kestrel Destroyed
Scegliete il percorso più rapido per portare Saffron, il medico, alla base sulla sinistra. Duke e Haze arriveranno in aiuto solo a partire dal terzo turno. Portate anch'essi all'interno dell'edificio dove devono difendere la posizione. Dopo aver portato il trio al sicuro, sfruttate la protezione data dalle pareti, che riducono del 50% i danni subiti. Saffron inoltre dispone di medikit con cui curare i membri del Ghost Team. Dopo aver ucciso tutti i nemici, il vostro obiettivo diventa la distruzione del Kestrel: mandate dunque Duke ad attivare il sistema di autodistruzione del velivolo mentre Haze gli protegge le spalle. Lasciate invece Saffron all'interno della casa dove può godere di maggiore protezione nei confronti dei colpi del nemico armato di mortaio che in breve farà la sua apparizione. Dopo aver distrutto l'aereo, spostate la squadra a sud, senza più curarvi di attaccare.

Missione 3 - Pinned Down
In questa missione conoscete un nuovo membro del team, Richter. Può colpire dalla lunga distanza e dispone di un paio di caratteristiche molto utili, tra cui una sorta di attacco bonus quando viene colpito e l'opzione "sopprimi il nemico" con cui si impedisce all'unità nemica di attaccare nel turno successivo. Inizialmente controllate solo questo personaggio, perciò rifugiatevi nella casa e respingete l'attacco nemico. All'arrivo del team al completo, guarite Richter con Saffron, poi prendete il percorso di destra per raggiungere il centro comunicazioni dove si trova il leader nemico che dovete eliminare. Per riuscirci dovrete necessariamente entrare all'interno del campo nemico.

Missione 4 - A New Ally
Qui la difficoltà sale: i vostri nemici inizialmente sono su di un altipiano e dunque possono vedervi dietro gli ostacoli. Inoltre la loro posizione li avvantaggia con un damage bonus. Sfruttate l'opzione "sopprimi il nemico" e studiate bene la posizione degli ostacoli. Nel secondo turno a nord, compare Aydana, la quale una volta raggiunta si aggrega al vostro team. Da questo punto in avanti sfruttate le abilità della nuova arrivata, prima fra tutte le granate, per raggiungere la vittoria e liberare i prigionieri.

Missione 5 - Striking Back
Il vostro primo obiettivo, la distruzione dei veicoli SAM, richiede l'uso dei soldati Antitank del Kazakh Army per essere raggiunto. Attaccateli fin dal primo turno, ricordando che solo gli attacchi diretti si rivelano efficaci e i veicoli possono essere colpiti solo di fronte. Attaccate al primo turno anche i nemici nell'edificio e vicino al veicolo. Nel secondo turno i SAM si allontanano a distanza di sicurezza. A quel punto dedicatevi all'obiettivo secondario, raggiungete i poliziotti nel centro del villaggio e difendetele dall'assalto dei militari. Superare questo obiettivo infatti vi consente di avere anche i poliziotti sotto il vostro comando. Per tornare a nord verso i veicoli, potete attraversare il fiume, ma fate attenzione ai cecchini e al Gunner. Non abbiate fretta, i nemici non si sposteranno fino al vostro arrivo, perciò prendetevi il tempo che vi serve e curatevi lungo la strada.

Capitolo 2

Missione 6 - The New Crew
Sfruttate la superiore capacità di movimento di Banshee per compiere un giro antiorario, aggirare il cecchino ed arrivare a posizionare le cariche esplosive sui veicoli. Continuate a muovervi in senso antiorario, seguendo i suggerimenti di Mint, per raggrupparvi e soddisfare così anche il nuovo obiettivo primario. Posizionate dunque la torretta, come indicato, e rimanetele vicino per difenderla: non sarà difficile, basterà attendere l'arrivo dei nemici e colpirli prima che questi si avvicinino, sfruttando il superiore raggio d'azione delle vostre unità.

Missione 7 - Mountain Ambush
L'obiettivo iniziale della missione prevede la raccolta di 12 Command Point, perciò il gioco provvede subito a spiegarvi cosa sono e come fare ad ottenerli. Puntate immediatamente alla Command Flag al centro della mappa, sguarnita, ed eliminate l'Assault lungo la strada. Dopodichè difendetela, mentre i nemici partono all'assalto, ed inviate Banshee a sud per eliminare il Gunner e conquistare un'altra Flag. Successivamente continuate a nord per la terza Command Flag. Probabilmente per difendervi dagli assalti vi servirà qualche torretta.
Attendete l'arrivo del convoglio al turno 15. Dovete, ovviamente, distruggere tutti i veicoli, e sarà più facile farlo se avrete mantenuto a disposizione gli attacchi aerei.

Missione 8 - Pipeline Defense
Per prima cosa scegliete i membri del team: Saffron sarà imprescindibile, grazie alla sua capacità di curare, così come Mint e le sue torrette. Occupatevi subito del nemico a sud, che può disporre di un gran numero di HP, poi sfruttate la protezione dell'edificio al centro. Poiché i nemici arrivano quasi tutti da destra, piazzate su quel lato una torretta in modo da indebolirli. Sostanzialmente dovrete solo rimanere chiusi all'interno dell'edificio e resistere alle varie ondate: riconoscete l'ultima per la presenza di uno Sniper e un Gunner.

Missione 9 - The Hatch
Avanzate verso la base ed uccidete le due guardie che ne proteggono l'ingresso. Proseguite fino a calpestare una delle icone a forma di chiave, così da scoprire cosa vi aspetta più in là. Una volta all'interno, il primo obiettivo richiede di liberarsi delle torrette: oltre a distruggerle potrete usare il comodo interruttore che le spegne. Dopodichè, procedendo all'interno della base, vi viene assegnato un nuovo obiettivo. Sostanzialmente però dovete continuare a procedere nei meandri della base. In breve vi trovate anche ad affrontare il primo drone del gioco. Oltre l'ennesima porta vi trovate a poter percorrere due percorsi che conducono all'interruttore posto nella parte alta della mappa. Lì si trova anche un luogo ideale per colpire dalla distanza i nemici. È preferibile approfittare della posizione ed eliminare un po' di nemici prima di premere l'interruttore aprendo così il cancello. Dopo aver disabilitato la torretta, dovrete poi vedervela con un gran numero di nemici, giunti a proteggere la fuga di Morozov e Demidov. Guardatevi soprattutto da quelli armati di mortaio.

Missione 10 - Perimeter Sweep
L'ordine in cui scegliete i membri del team determina la loro posizione, che verrà assegnata in senso antiorario. Il primo obiettivo vi richiede di eliminare tutti i nemici. Nel farlo, partite alla conquista delle due Command Flag, sfruttando ogni muretto come preziosa copertura. Quando i nemici avranno raggiunto 6 CP, arriveranno dei rinforzi ad aiutarli. Sfruttate appieno il potenziale di bombe e granate, mentre i medikit di Saffron provvedono alla buona salute del team.

La soluzione di Tom Clancy's Ghost Recon: Shadow Wars 3D Missione 11 - Dead Hand Base
In questa missione la vostra squadra si divide in due gruppi. Partite infiltrando entrambe le entrate della base. Cercate di muovervi quanto più rapidamente possibile. Dopodichè sbloccate le porte e dirigetevi verso le prigioni, dove dovrete uccidere tutte le guardie per poter liberare i soldati prigionieri. Uccidete quindi l'ufficiale ed otterrete una password, "Pobeda", che servirà al secondo gruppo. Aperto il portone, grazie alla password inseguite Demidov e fatevi strada tra i nemici fino a mettere le mani sul suo PDA, caduto durante la rocambolesca fuga. Dopodichè avrete un nuovo obiettivo: la distruzione della base attraverso il sabotaggio del suo reattore. Portate dunque Mint nell'angolo in basso a destra della mappa dove dovrà sabotare la console: per svolgere questo compito impiegherà cinque turni durante i quali dovrete, ovviamente, assicurarvi che resti in vita. Dopodichè inseguite i due ufficiali russi per chiudere la missione.

Capitolo 3

Missione 12 - Gas Station
Il vostro primo compito consiste nel disinnesco degli esplosivi posizionati sulla torre di raffreddamento. Avete 6 turni per portarlo a termine, durante i quali dovrete anche difendervi dalle truppe di Zemya. Successivamente vi verrà richiesto di chiudere la fuga di gas. Inviate Banshee a nord, tenendo gli occhi ben aperti per non farvi sorprendere dalla presenza di cecchini. La parte finale della missione vi vede poi impegnati nella difesa della stazione. Il nemico arriva sia da sinistra, a bordo di veicoli, sia da destra. Il vostro obiettivo primario deve essere l'ingegnere, presente in ciascuno dei due gruppi, che si dirigerà verso l'esplosivo con l'intenzione di riattivarlo. A questo scopo potete posizionare una torretta nelle vicinanze in modo da impedire alle truppe nemiche di muoversi indisturbate nell'area.

Missione 13 - Rooting Out
Dopo aver scelto i componenti del team - sappiate che la missione è corta e si trovano alcuni medipack, quindi si può pensare di rinunciare a Saffron - individuate le truppe nemiche ed eliminatele. Impossessatevi inoltre della Command Flag per evitare che Zemya possa usarla per chiamare rinforzi. Per scoprire dove si trovano tutte le unità nemiche, tuttavia dovrete attendere il passaggio di alcuni turni. La mappa inoltre è ricca di barriere, che possono essere usate come riparo, ma costano parecchi punti movimento quando è il momento di scavalcarle, ed edifici. Alcuni di questi possono essere attraversati senza alcuna influenza sulla velocità di movimento. In questa occasione inoltre incontrate per la prima volta, durante l'ultima ondata, lo Zemya Commando, unità munita di lanciarazzi. Cercate di liberarvene in un solo turno.

Missione 14 - Hijack
Per prima cosa uccidete i due nemici mettendo così al sicuro la guardia, poi occupatevi di quelli al livello superiore, protetti da una barriera. Localizzate quindi il personale dell'aeroporto tenuto in ostaggio e provvedete alla liberazione. Andate a sinistra e spegnete l'allarme - mentre Banshee si occupa di pattugliare l'area di destra e Haze quella sopra la rampa di scale - poi raccogliete la Command Flag: per aprire la cella dove si trovano i prigionieri dovrete rimanere per tre turni sopra l'interruttore. All'apertura alcuni nemici usciranno dal gruppo degli ostaggi, mentre altri giungeranno a dar loro man forte. Potete approfittare del fatto che i nemici attenderanno le vostre mosse prima di reagire per conquistare tutte le Command Flag nel livello.

Missione 15 - Black Sea Approach
Dopo aver scelto gli uomini che comporranno il vostro team, leggete con attenzione gli obiettivi della missione: se lascerete che anche una sola unità Zemya arrivi al margine nord del settore sarete costretti a ri-iniziare. Posizionatevi dunque all'interno dell'abitazione e gestite da lì buona parte dell'azione: lanciate Banshee nella mischia quando necessario, protetto dalle torrette posizionate da Mint. Per chiudere con successo la missione non dovete fare altro che continuare ad uccidere nemici finché il gioco non vi avviserà che la missione è finita.

Missione 16 - Sevastapol Breached
In questa missione vi trovate a difendere un manipolo di soldati russi dall'attacco delle truppe di Zemya: il conto degli uomini è decisamente a sfavore dei russi. Per portare a termine con successo la missione dovrete assicurarvi che almeno uno dei russi arrivi vivo fino al termine. Mentre accorrete in difesa dei russi dispiegate Banshee sulla sinistra per impossessarvi di una Command Flag: a nord se ne trova un'altra, ma questa è un'area affollata dai nemici, perciò probabilmente è meglio occuparsene in un secondo momento. Tuttavia è proprio verso nord che dovete salire per affrontare i nemici che escono dai magazzini e difendere al contempo le guardie russe.
In un secondo momento prendete il controllo anche dei russi sopravvissuti e con questi dovete procedere a nord, oltre il ponte, per disinnescare una bomba. In 6 turni poi dovete raggiungere la torre di controllo ad ovest ed attraversare la passerella della nave. Una volta arrivati in quella posizione, disattivate la bomba per chiudere la missione.

Capitolo 4

Missione 17 - Russia Attack
Avanzate verso nord ed uccidete i nemici lì presenti. Quando l'area sarà sicura, mandate Mint verso le rocce sull'altra sponda del fiume, insieme a Banshee, per conquistare la Command Flag, mentre il resto del team avanza verso nord. Liberatevi dei nemici asserragliati nella casa lungo il tragitto. Dopodichè dovrete vedervela con un nuovo plotone nemico che sarà davvero difficile respingere. Molti elementi dispongono di un gran numero di HP e ci vorrà un'ottima pianificazione per riuscire a liberarsi di loro. Quando avrete portato a termine questa impresa, portate Mint sul ponte per posizionare l'esplosivo.

Missione 18 - Holding the Desna Crossing
Scegliete i quattro membri del vostro team: l'ordine in cui li selezionate determina la loro disposizione a rombo in senso antiorario. Voi vi trovate a nord, mentre le truppe russe salgono da sud. Inviate un uomo a sinistra e un altro a destra verso la Command Flag. Non lanciatevi in azioni rischiose, privilegiate la sicurezza dei vostri uomini e in breve tempo avrete la meglio sia sulle truppe che avanzano, sia su quelle all'interno della casa.

Missione 19 - Behind the Lines
Portate Mint sul quadrato lampeggiante e muovetelo verso i missili, con l'intenzione di distruggerli. In breve alcuni ingegneri appaiono sulla destra: il loro obiettivo è attivare i missili, perciò dovrete ucciderli prima che abbiano successo. Portate Mint nei pressi del missile più vicino e poi fatelo proseguire verso gli altri tre: non lasciatevi distrarre dalla strage di partigiani ucraini, in ogni caso non arrivereste mai in tempo per salvarli. Mentre Mint svolge la sua missione, potete dispiegare il resto del gruppo verso le Command Flag. Quando avrete distrutto i missili dovrete occuparvi del bunker: mandate Mint a nord e fategli posizionare nei pressi dell'incrocio una torretta che si prenda cura dei nemici che spawnano in quell'area. Contemporaneamente inviate qualcuno verso la seconda Command Flag come manovra diversiva per distrarre le truppe nemiche. Arrivati al bunker procedete verso nord per chiudere la missione.

Missione 20 - Knockout Blow
Potete scegliere solo tre membri per il team, e l'obiettivo è far saltare in aria un camion predisposto per il lancio di missili. Richter è praticamente una scelta obbligata, tenendo conto delle sue abilità, mentre Banshee e Saffron sono i supporti ideali. Avete trenta turni per portare a termine la missione. Procedete verso sud fino alla Command Flag, poi svoltate a sinistra verso il veicolo e cominciate a bersagliarlo con tutto ciò di cui disponete, senza risparmiare le granate.

La soluzione di Tom Clancy's Ghost Recon: Shadow Wars 3D Missione 21 - The Tide Turns
Missione molto lineare in cui dovrete uccidere i russi e al contempo difendere i partigiani ucraini. La difficoltà maggiore è data dalla stupidità degli ucraini controllati dal computer che tendono a lanciarsi addosso alle armi dei russi. Dispiegate Banshee e Haze verso la Command Flag, poi inviate Mint verso nord, dove non avrà grossi problemi con le truppe che spawnano in difesa della bandiera. Il resto della squadra deve invece dirigersi oltre il ponte in difesa dei partigiani.
A questo punto ricevete un nuovo obiettivo, la difesa dei civili, ed entrate in controllo anche dei partigiani ucraini. Mandate i vostri uomini verso i diversi gruppi di civili e raggruppateli a sud: prima della fine della missione dovrete anche distruggere tutti i droni russi.

Capitolo 5

Missione 22 - The Rail Depot
L'obiettivo è far saltare in aria il treno, ma per farlo dovrete posizionare l'esplosivo in tre diverse aree. Ogni paio di turni inoltre dei droni escono dal treno. Cominciate con le due aree a sud, inviando lì Mint e Saffron, mentre il resto del gruppo converge a nord. Alla comparsa di Morozov dovrete anche assicurarvi che almeno tre partigiani ucraini sopravvivano. Dopo aver piantato anche il terzo esplosivo, allontanatevi ed uccidete tutte le truppe di Zemya nell'area.

Missione 23 - Mopping Up
Individuate e conquistate per prima cosa le Command Flag, evitando così il rischio che il nemico possa chiamare dei rinforzi. Portate Haze verso la Command Flag in alto, lasciatelo tra le siepi un turno, quindi avvicinatelo quanto basta per eliminare i nemici nella zona. Con Duke invece dirigetevi in basso a destra, mentre Mint si sposta in basso per depositare i suoi droni che si occuperanno dei nemici tra i cespugli. Banshee nel frattempo si occuperà del nemico vicino a lui. Continuate la vostra marcia di avvicinamento nei turni e dovreste riuscire ad impedire l'arrivo dei rinforzi.

Missione 24 - Drone Attack
Equipaggiate delle granate EMP, molto utili contro i droni, e procedete verso destra, ripulendo la strada che conduce in quella direzione verso l'esterno della mappa. Qualche civile necessariamente rimarrà ucciso negli scontri, ma contemporaneamente ne appariranno altri. In ogni caso cercate di salvarne quanti più possibile e create rapidamente una via d'uscita a destra, poiché finchè la strada non sarà sgombra, questi non muoveranno un passo. Dopo qualche turno Aydana appare a darvi una mano. A questo punto vi viene assegnato un nuovo obiettivo, la cattura di un veicolo integro. Provvidenzialmente, uno dei camion nemici viene lasciato indietro: raggiungetelo e liberatevi dei droni nei dintorni con un attacco aereo. Difendete quindi il veicolo finché tutti i civili non saranno fuggiti.

Missione 25 - Search & Destroy
Scegliete i tre membri del gruppo assicurandovi che tra essi figuri Banshee. Il vostro obiettivo è l'ufficiale al centro della mappa protetto dalle torrette. Dirigetevi a nord, utilizzando le coperture per resistere agli attacchi nemici. Conquistate la Command Flag e lasciate Haze sulla collina, ottimo punto da cui sfruttare le abilità da tiratore scelto. Portate quindi Banshee nella Power Station a sinistra per spegnere le torrette ed eliminare i due nemici che appaiono lì. A quel punto non dovete far altro che avvicinare Banshee all'ufficiale ed ucciderlo con una rapida coltellata.

Missione 26 - Friend or Foe
Avanzate, aprite il cancello della base liberandovi di tutte le truppe nemiche. Oltre la porta incontrate nuovamente Aydana. Sbarazzatevi del nuovo gruppo di nemici, in parte nascosti dietro i tavoli, quindi procedete ulteriormente: dopo innumerevoli fughe avete infine l'occasione per uccidere Morozov. Mint impiega quindi un paio di turni ad entrare nella banca dati durante i quali potete curarvi. Dopodichè avrete 6 turni per arrivare al corridoio dove vi ricongiungete con Banshee. Lì venite attaccati di Ganner e droni, ma l'ambiente offre parecchi ripari. Dopo aver circondato Demidov, tornate al corridoio ed andate a nord per far sì che Mint possa avere accesso al database di backup.

Capitolo 6

Missione 27 - Raid on the River
Equipaggiatevi adeguatamente per affrontare il gran numero di droni che vi attende, poi iniziate attraversando il fiume. Dirigetevi a nord, dove i russi hanno bisogno del vostro aiuto: dovete assicurarvi che almeno uno di loro sopravviva. Sfruttate le armi EMP di Mint per rallentare i droni, mentre i droni al vostro servizio bloccano la strada a quelli nemici. Sul finire della missione appaiono anche dei tank, ma anche questi sono facilmente bloccabili grazie alle armi EMP.

Missione 28 - Hell's Road Scegliete i tre uomini che volete utilizzare per fermare il convoglio di veicoli oggetto della missione. La parte più complicata della missione è quella iniziale. Inviate subito Duke verso la Command Flag a nord mentre Haze e Saffron cercano di conquistare quella ad ovest. Fatto ciò ordinate una ritirata in attesa dell'arrivo del convoglio. Occupatevi a quel punto dei droni e delle truppe, lasciando passare il veicolo che comunque è destinato a ritornare. La missione si chiude quando avrete distrutto i veicoli ed ucciso ogni nemico.

Missione 29 - Incoming
Equipaggiate le armi più efficaci contro i droni ed affrontate subito il gruppo a nord. Deviate poi a sinistra, dove si trova il muro da abbattere, di cui si occuperà Mint. Appena il muro sarà crollato, quattro droni appariranno nell'angolo in alto a destra. Rifugiatevi all'interno della fabbrica ed attivate le torrette per godere di un ulteriore aiuto. Utilizzate inoltre i PP per lanciare un Wide Impact sui droni. Dopo questa ondata ne arriverà una seconda, dal perimetro del settore. Infine, dopo questa, spostatevi ad est per l'arrivo di altri dieci droni. Sfruttate tutti gli Air Attack di cui disponete per sfoltire le loro fila.

Missione 30 - Precisione Strike
È strano imbattersi in una missione così semplice a questo punto del gioco. Scegliete Haze, Saffron e Banshee come membri del team. Iniziate spostando Haze verso la Command Flag, poi utilizzando lo Stim di Saffron su di lui potete consentirgli di raggiungerla subito. Dopodichè fate attaccare da Banshee il nemico all'interno dell'edificio. Nel turno successivo attaccate l'ufficiale con Haze e Banshee. In quello seguente colpitelo nuovamente fino a ucciderlo.

La soluzione di Tom Clancy's Ghost Recon: Shadow Wars 3D Missione 31 - Deep Freeze

Dopo aver eliminato le scarse forze nemiche in zona, conquistate la Command Flag, poi osservate il colpo di scena che dà una sterzata alla missione. Ora controllate Aydana: spostatela fuori dal campo di visuale del nemico. Inviate Mint e i suoi droni per prendersi cura del Gunner. Tenete comunque d'occhio Aydana ed assicuratevi di far fuori i membri del commando che si muovono per cercarla. Eliminate i nemici a nord ed attendete che la passerella venga abbassata, consentendovi di salire a bordo della nave. Siate rapidi ad abbassare il ponte per Aydiana, altrimenti la donna resterà vittima di un agguato e dovrete ripetere la missione. Uccidete tutti, facendovi strada verso il ponte centrale. Lì alcuni droni sbucano dalle casse: occupatevi di loro mentre Mint piazza l'esplosivo sulla nave. Sbrigatevi poi a lasciare l'imbarcazione prima dell'esplosione.

Capitolo 7

Missione 32 - Outside Looking In
Dopo aver eliminato le due guardie, dirigetevi a sinistra verso l'entrata della base: i due soldati di guardia si prestano ottimamente alla combo Haze-Banshee. Una volta all'interno, attaccate subito il Gunner con Banshee, poi conquistate la Command Flag . Procedete poi verso l'interno uccidendo tutti i nemici: per concludere la missione non dovete fare altro che avanzare e rimanere in vita.

Missione 33 - The Passage
Questa missione ricalca quella già affrontata nel prologo anche se, ovviamente, questa volta sarà decisamente più impegnativa. Ricordatevi di equipaggiare le granate su Banshee, come fatto in precedenza, e procedete verso la porta con Duke, mentre Banshee si occuperà di aprirla. Sull'altro lato della porta vi attendono dei droni: se disponete di un Wide Impact questo è il momento giusto per utilizzarlo. Utilizzate i razzi per liberarvi dei droni rimasti (munizioni e medikit si trovano in abbondanza in questa missione) e proseguite verso il termine della missione. Se non riuscite a superare la missione al primo colpo, provate a equipaggiare le granate EMP e ritentate.

Missione 34 - Production Line
Mentre spostate Banshee verso la console, assicuratevi che Duke si trovi in una posizione in cui il cecchino non riesca a colpirlo. Sfruttate i turni extra che vi rimangono per un Power Up su qualche personaggio o in qualunque altro modo vi sembri più opportuno. Dopodichè avanzate col resto del gruppo, tenendo sempre gli occhi aperti per i cecchini in lontananza. Prima di raggiungere la seconda console potete aiutare Basnhee e Duke sull'altro lato sparando ai nemici che avanzano verso di loro. Proseguite poi con Duke e Banshee verso la terza console e distruggete i droni che si risvegliano con un Wide Impact. Anche qualora fermiate la catena di montaggio, dovrete ugualmente affrontare almeno un'altra ondata di droni. Dirigetevi infine nella parte in alto a sinistra dell'area verso l'ultima console: sbarazzatevi della resistenza nemica ed attivatela, poi portate il gruppo fuori dalla base.

Missione 35 - Megadrone
Dividete il team in due gruppi ed inviatene uno a destra - dove si trovano due Assault e un drone Gunner - e uno a sinistra. Quest'ultimo gruppo, dopo aver affrontato un ufficiale e tre Assault, se la vedrà con un cecchino, due Assault e un Command subito dopo. In generale il lato destro propone meno insidie rispetto a quello sinistro, tenetelo a mente quando scegliete chi collocare nei due team. Arrivati alla console, potete aprire le porte e passare all'area centrale dove ha luogo uno scontro epico col Megadrone, un gigantesco robot da 250 HP. Non lesinate i colpi, tutto ciò di cui disponete torna utile, incluse le bombe EMP, ovviamente, in grado per stordirlo. Quando avrete abbattuto la sua salute a 100 HP, Megadrone si rifugierà sul fondo della mappa, dove comunque potrete colpirlo, mentre altri droni giungono ad infastidirvi. Dopo aver distrutto ogni robot, fatevi strada verso la parte alta della mappa per uscire.

Missione 36 - Dream's End
Nella parte iniziale della missione perderete un sacco di tempo ad assicurarvi che Aydana sia al sicuro: ella infatti è l'obiettivo principale dei nemici e considerato il suo basso livello di HP rischiate di perderla da un momento all'altro, dovendo così ricominciare la missione. Aprite tutte le porte in cui vi imbattete alla ricerca dell'ufficiale in possesso della card che apre la Command Room: fate attenzione però, dietro alcune porte si nascondono dei droni. Dopo aver varcato la soglia, la porta si chiuderà dietro di voi: osservate la scena d'intermezzo con Demidov e Strashin, dopodichè eliminate i nemici che cercano di impedirvi di inseguire il loro capo in fuga. Al termine di un'altra conversazione dovrete resistere 6 turni all'assalto dei nemici mentre Mint ripara l'ascensore. Controllate la porta in alto e il corridoio inferiore, assicurandovi che Aydana sia al riparo. Quando Mint avrà finito, una cut-scene chiude la missione.

Missione finale - Meltdown
Aydana viene catturata ad inizio missione, perciò non dovrete più preoccuparvi della sua protezione. In compenso i droni abbondano. Dividete il gruppo in due team e spostate Aydana a 6 spazi da una delle torrette da cui è circondata, in modo che la donna sia colpita da solo una di esse per turno. Avanzate ed assicuratevi di avere l'intero team oltre la porta prima di chiuderla. Dopodichè spostate Aydana vicino a una torretta che colpite con una granata EMP di Mint e una volta che la torretta sarà bloccata distruggetela e spostate Aydana in un luogo sicuro attivando la rampa.
Dopo che Strashin avrà lanciato il missile, calpestate i due interruttori per aprire un'altra passerella: da quel momento avrete dieci turni per uccidere Strashin. Quando avrete raggiunto quest'ultimo obiettivo vi verrà mostrato a video il filmato conclusivo.
Congratulazioni, avete completato Tom Clancy's Ghost Recon: Shadow Wars 3D!

Video della soluzione - Missione 33: The Passage

TI POTREBBE INTERESSARE