La soluzione di Anno 2070  1

Multiplayer.it vi accompagna nel futuro!

Attenzione

La soluzione è basata sulla versione americana del gioco. Potrebbero dunque esserci divergenze rispetto alla versione italiana.

The Two-Year Plan

Per prima cosa, tenete sempre a mente il concetto che missioni diverse che si svolgono però nello stesso settore vengono influenzate dalle decisioni prese in precedenza riguardo e dai crediti che avete speso.
Partiamo ora con la prima missione del gioco. Il vostro scopo è la costruzione di una grossa turbina per migliorare l'efficienza della Hydroelectric Dam. Usate quindi la nave che vi viene assegnata per raggiungere lo Stridberg's Warehouse dove si trovano i materiali di cui avete bisogno per realizzare un vostro magazzino sulla vicina isola. Per fare ciò spostatevi verso la spiaggia finché vicino alla nave non compare un'icona che vi consente di dare il via ai lavori di costruzione. Cliccate quindi sull'icona e cercate un punto sulla terraferma su cui costruire: se l'icona è di colore rosso ciò vuol dire che non è possibile erigere l'edificio nel punto che avete scelto.
Successivamente dovrete decidere dove erigere il City Center. Come il nome suggerisce, l'ideale è scegliere un punto centrale dell'isola, poiché grazie all'influenza esercitata da questo edificio potrete costruire gli edifici pubblici di cui la città avrà bisogno. Fatto ciò costruite alcune Worker Barracks per gli operai nei dintorni e provvedete a collegare le diverse costruzioni realizzando delle strade: solo così infatti le merci potranno circolare. Il tipo di merce più importante a questo punto è il City Module, l'elemento che vi consente di realizzare le costruzioni che avete in mente. Per realizzarlo costruite una Basalt Crusher, uno Smelter e un Warehouse. Spostatevi quindi sulla costa e realizzate lì una Fishery per assicurarvi che i lavoratori sull'isola abbia di che nutrirsi.
Attendete poi l'arrivo dell'ingegnere che porterà con se una Optimized Turbine. Vi sarà richiesto allora di recarvi nella zona est dell'isola per esaminare il Construction Site per scoprire che i lavori non procedono a causa della mancanza di energia elettrica. Entrate nel menù Tycoon Building e realizzate prima una Rotary Excavator, poi una Coal Power Station, l'una vicina all'altra in modo che la materia prima arrivi più velocemente.
In seguito alla mail di Peterson recatevi alla Hydroelectric Dam per incontrarlo. Su sua richiesta inviate una nave al Site 13's Warehouse. Dopodichè, andate al porto e scaricate l'acciaio inviato nel magazzino trascinando col tasto sinistro del mouse. Prima di iniziare la produzione, realizzate altre Worker Barracks nei pressi del Construction Site per risolvere il problema della mancanza di manodopera: la semplice costruzione di alloggi infatti attira nuovi operai. Come conseguenza dell'aumento della popolazione inoltre vedrete aumentare le vostre finanze poiché un maggior numero di lavoratori significa anche un maggior numero di persone che pagano tasse.
Quando avrete raggiunto il numero di operai necessario, rispondete "Ok" nella finestra di dialogo per chiudere la missione.

Capitolo 1 – State of Emergency

In seguito agli eventi scatenatisi a causa dei danni subiti dalla Hydroelectric Dam alcuni lavoratori sono dispersi in mare. Usate la vostra imbarcazione per trovarli e farli salire a bordo (premendo il tasto destro del mouse).
Tornati alla normalità, costruite un'altra decina di Worker Barrack e posizionatele nei paraggi del City Center, senza affollarle però troppo vicino al centro vero e proprio. Dopo aver collegato le abitazioni agli altri edifici con delle strade, concentratevi sui tre Depots che si stanno allagando. Raccogliete i sacchi di sabbia da Thorne e recatevi presso gli edifici, evidenziati in questa occasione: una volta giunti vicino ad essi, cliccate sull'icona dei sacchi per limitare i danni causati dall'acqua.
Mandate in seguito la vostra nave al magazzino di Strindberg per raccogliere dell'olio e trasportatelo poi sull'isola.

La soluzione di Anno 2070

Quindi mettetevi alla ricerca di un luogo per costruire il Casino: la presenza di questo edificio permette alle Barracks di ottenere un upgrade ed aumentare così la dimensione della popolazione locale. Fate però attenzione al raggio di influenza rappresentato dal cerchio verde intorno al Casino. Per avviare il casino dovete prima rifornirlo di liquori. Costruite allora una Distillery assicurandovi di lasciare sufficiente spazio nelle vicinanze per un paio di Rice Farm, che potete costruire direttamente dal menù della Distillery. Usate infine i semi che si trovano in magazzino per far crescere del riso.
Attendendo alcuni minuti, le Barracks godranno di upgrade grazie all'arrivo del liquore al Casino. Potete allora costruire un Depot nella zona montuosa ad ovest, vicino ai depositi di materiali grezzi. Dopodichè erigete una Iron Ore Mine, una Coal Mine, una Iron Smelter e una Tool Factory. Dopo averle connesse lasciate che inizi il ciclo produttivo e consegnate quindici tonnellate di Tools all'ingegnere Peterson per concludere la missione.

Capitolo 1 – Black Sea

Per prima cosa prendete dieci tonnellate di Building Models e dieci di Tool e consegnatele al capitano Lester. Dopodichè cliccate col tasto sinistro sulla Worker Barracks segnalata da una freccia per parlare con l'operaio Walter: i problemi di inquinamento hanno diminuito la quantità di pesce, perciò si rende necessaria un'altra Fishery. Realizzatela ovviamente sulla costa, poco lontano dal magazzino. Preparatevi perché in breve dovrete costruire altre due Distillery e relative Rice Farm.
Seguite poi il consiglio del nuovo alleato e costruite nuove Worker Barracks per accogliere altri lavoratori che vi aiuteranno a domare gli incendi.

Raccogliete poi a bordo della nave i Fire Protection Experts che vi vengono segnalati e portateli dalla Warehouse alla Ark. Quando otterrete la possibilità di usare l'hovercraft, potrete finalmente estinguere l'incendio alla Oil Rig, usando il Fire Extinguishing Equipment dal menù del mezzo marino. Sempre in quel menù utilizzate l'Alalyzing Filter per raccogliere due campioni d'acqua - uno dalla zona dell'incidente, l'altro dalla costa - e portateli alla Eco's Ark.
Dopo aver costruito altre Barracks - soddisfacendo così la side quest che chiedeva di aumentare i vostri introiti - assicuratevi di realizzare le condizioni affinché i Biotechnician arrivino ad aiutarvi a sistemare i danni ecologici. Create un'altra Coal Power Station per avere l'energia elettrica necessaria, oppure tre Wind Parks, a vostra scelta. Dopodichè realizzate tre Tea Plantation, per poter upgradare le Eco Worker Barracks. Infine innalzate una Concert Hall (saranno necessari centoquaranta operai e quattro tonnellate di Building Module) ed accogliete i tecnici portandoli da Rodriguez presso la sua Ark. Ripulite quindi il mare usando la nuova Special Pump Equipment in dotazione all'hovercraft e salvate i delfini in difficoltà nell'area sud.

Capitolo 1- Secrets of Deep

Mandate la nave in esplorazione ad ovest, nel punto da cui è arrivato il misterioso messaggio. Lì fate la conoscenza del Prof. Devi, il quale è alla ricerca di una misteriosa Virago Ark affondata in passato.
Il primo passo per iniziare le ricerche, consiste nell'inviare un Salvage Arm e un 3D Locator. Per avere il primo, dovrete consegnare a Thorne dieci tonnellate di Building Module e dieci di Tool, mentre per il secondo Rodriguez vi richiederà cinque tonnelate di Building Module e cinque di Wood. Se al momento non disponete di legno dovrete dunque iniziare a produrne.

Consegnate il tutto a Devi, insieme alla Main Ship e all'hovercraft, che verranno fusi e trasformati in un trimarano in grado di immergersi. Con questo nuovo mezzo, esplorate le tre regioni segnalate, raccogliete i documenti e consegnateli agli scienziati sull'Ark di Devi. Dopodichè posizionate le luci intorno alle vostra scoperta.
Richiedete in seguito a Rufus degli esplosivi, per forzare l'ingresso nella Virago; nel mentre usate il trimarano per verificare le condizioni ambientali in seguito alla dispersione di petrolio e consegnate i documenti relativi ai test a Rodriguez.
Quando vi verrà consegnato l'Aqua Detonator, entrate nella Virago e raccogliete il data Log da consegnare a Devi.

Capitolo 2 – Finding the Truth

Dopo la fase introduttiva, prendete i Laboratory Blueprint dal Warehouse del Dr. Bartok e portateli a Eco o Tycoon Island, a seconda dell'alleato che volete per questa missione. Quindi costruite un City Center, un gran numero di Barrack (la missione ne richiede dieci, ma presto avrete bisogno di molte altre, perciò portatevi avanti col lavoro) e un Laboratory. Fatto ciò, elaborate il Data Log. Consegnate i documenti all'assistente, poi usate il trimarano per scendere in profondità e consegnare i Repaired Data Log al Deep Sea Laboratory affinché possano essere analizzati. La situazione si fa presto complicata quando in seguito di un incidente il laboratorio che sta analizzando i dati rimane improvvisamente a corto d'ossigeno.

Correte al Warehouse usando il trimarano e raccogliete risorse (venti/trenta tonnellate di Building Module e dieci/quindici di Tool, abbondate in ogni caso rispetto alle richieste poiché utilizzerete comunque ciò che vi avanzerà) per creare un Deep Sea Laboratory, un Underwater Warehouse e una Marine Current Power Plant.
Il nuovo ambiente sottomarino si rivela subito utile: il pesce raccolto in superficie infatti si rivela tossico e c'è bisogno di una nuova fonte di cibo per sopperire al problema di scarsità alimentare causato dalle scorte contaminate. Costruite dunque in fondo al mare una Aquafarm e una Functional Food Factory. Le costruzioni subacquee devono essere connesse tra loro attraverso AquaRail, equivalente sottomarino delle strade. Tenete d'occhio la popolazione per verificare se c'è necessità di estendere la produzione di Functional Food per garantirne la sopravvivenza.
Grazie alla Strategic Map che ottenete a questo punto della missione, potete ora gestire il trasporto di cibo tra il magazzino sommerso e quello sulla terraferma.
Se non avete abbastanza lavoratori per elaborare i dati raccolti nel Laboratory, costruite altre Barracks. Assicuratevi inoltre di avere un ospedale per curare gli intossicati. Quando avrete abbastanza manodopera al laboratorio, potrete lavorare sui dati e consegnare poi gli Interpreted Data Log al Dr. Bartok per chiudere la missione e con essa il primo capitolo del gioco.

Capitolo 2 – Unforseen Consequences

L'intelligenza artificiale che gestisce la città è fuori controllo. Contattate allora il Dr. Bartok, poi recatevi dal Prof. Devi. Ora disponete dell'Aqua Detonator con cui potete distruggere le rocce ed estrarre Crude Oil. Costruite quindi un Oil Driller e collegatelo via AquaRail al Deep Sea Warehouse. Portate poi cinque tonnellate di Crude Oil al Warehouse di Bartok.
In seguito avrete bisogno di carbone: costruite a questo scopo una Oil Refinery e una Carbon Factory. In questo frangente avrete bisogno di numerose materie prime. Fatevi inviare quanto necessario dalla terraferma e costruite nuove miniere se siete a corto di scorte.
Aprite quindi la Strategic Map e concordate la continua spedizione di Crude Oil, oltre al Functional Food, dal Deep Sea Warehouse al magazzino sulla terraferma.
A questo punto è arrivato il momento di produrre armi per proteggervi in caso di conflitto. Erigete un'altra Iron Ore Mine, una nuova Iron Smelter e una Munition Factory. Mentre le nuove industrie si mettono all'opera, tornate ad occuparvi dei pesci avvelenati. Usando la Pelagic Trawl Net che trovate nel Warehouse (quando indicato senza suffisso si tratta sempre del magazzino sulla terraferma) pescate del Fresh Fish da consegnare al Laboratory in modo che gli scienziati possano creare un antibiotico.
Il laboratorio però ha bisogno di più ricercatori. Intanto consegnate cinque tonnellate di carbone a Bartok per riceverne in cambio cinque di ferro, che ci servirà tra poco.

La soluzione di Anno 2070

Dopodichè costruite una Sugar Beet Plantation, una Coffee Plantation ed attorniatele di campi, poi dedicatevi alla costruzione di una Energy Drink Factory. Se l'equilibrio ecologico della zona risulta rovinato dalle nuove costruzioni, correte ai ripari con un Waste Compactor nei pressi delle Barracks.
Lasciate che le nuove industrie si mettano all'opera ed intanto costruite uno Shipyard, quindi dotatevi di una Medium Warship. Quando la nave sarà pronta, inviatela al Warehouse dell'assistente del professore per raccogliere il Data Board che dovrete traferire al vostro Warehouse senza farvi scoprire dai droni di F.A.T.H.E.R. che pattugliano la zona. Fatto ciò distruggete immediatamente la nave contaminata dal virus che minaccia le coste dell'isola.
Quando la conta dei ricercatori raggiungerà il numero di centocinquanta (ricordatevi di costruire Barracks e collegarle con le strade al City Center e alla City Hall) l'antivirus apparirà in magazzino. Caricatelo sulla Warship, munita di un Repair Drone che si occuperà dei danni portati dai nemici e dirigetevi verso la base nemica: distruggete le torrette che vi bersagliano, poi trasferite l'antivirus all'Ark.

Capitolo 2 - Solidarity

In risposta alla richiesta di Prof. Devi, aprite il menù Diplomacy e contattate prima la Global Trust e poi la Eden Initiative: l'opera di intermediazione tuttavia fallisce poiché entrambe si rifiutano di agire in assenza di prove.
Mentre inviate la Warhip ad ovest, vi viene comunicato che F.A.T.H.E.R. ha rubato le scorte di Uranium. Per rispondere a questa situazione dovete creare in laboratorio un Uranium Drill e posizionarlo nel Warehouse a nord. Grazie a questa mossa arriverete in breve tempo a raccogliere quasi tutto l'Uranium di cui necessitate. Attendete che la Uranium Mine ne produca altre cinque tonnellate poi consegnate il tutto a Lester. Assicuratevi di fermare la Fuel Elements Factory, in modo che l'Uranium non venga trasportato lì in automatico: questa azione sarà anche intesa come una prova del furto da parte della Global Trust.

Inoltre, aprendo il menù della diplomazia otterrete un abbondante sostegno da Thorne sotto forma di materiali.
Dirigetevi ora a nord-est, distruggete le torrette e costruite un Warehouse per impossessarvi dei documenti nemici che costituiscono un'altra prova.
Continuate verso l'altra isola, a nord della base e consegnate Energy Drinks e cinque tonnellate di carbone. Con ciò anche la terza prova è acquisita.
La quarta ed ultima si trova a nord, in un luogo strenuamente difeso da droni. Usate tutte le navi di cui disponete per assaltarlo, munendovi di Repair Drone per gestire i danni che subirete. Costruite poi un Warehouse nel luogo indicato e contattate in seguito sia Global Trust che Eden Initiative per sancire l'alleanza.

Capitolo 3 – On Hostile Terrain

Iniziate immediatamente a costruire un City Center e una Concert Hall in mezzo alle rovine, quindi preparate delle Worker Barrack per avere manodopera e rimpinguare le casse attraverso la raccolta di tasse. Se volete potete anche provvedere subito alla realizzazione di un Depot a nord, vicino alla piantagione di tè: così facendo appena la struttura sarà realizzata, il gioco provvederà autonomamente a produrre la bevanda. Se ne avete i fondi, nei paraggi potreste collocare anche altre piantagioni di tè.
Spostatevi a sud dove un Depot vi permetterà di acquisire una Coal Mine, una Iron Ore Mine, una Iron Smelter e due Tools Factory. Iniziate poi a produrre Building Module e a pescare. Andate quindi all'Ark della Eden e raccogliete il contatore Geiger, usando la Command Ship, per poi trasportarlo verso le sue isole più grandi e compiere una scansione per determinare il livello d'inquinamento da radiazioni. Il vostro obiettivo è portare il livello di radiazioni al di sotto del valore di 50 in entrambi i luoghi.

Per prima cosa costruite alcune Weather Control Station sparse nell'isola principale. Vi serviranno anche parecchi Depot, perciò prima di lanciarvi nella costruzione fate un attento esame delle vostre finanze e cercate di evitare di far crollare il saldo dei vostri crediti al di sotto dei 200, perché una volta al di sotto di quella soglia è davvero complicato risalire. Quando avrete portato le radiazioni a un livello accettabile, riceverete dei semi, da depositare nel Warehouse. Così facendo avrete per la prima volta accesso alla Farmhouse dove potete raccogliere delle verdure. Attendete la coltivazione della prima tonnellata ed inviatela al'Ark del vostro alleato.
Mentre le costruzioni appena erette svolgono le loro funzioni, occupatevi delle missioni opzionali. Costruite due Sawmill e una Tree Nursery: affinché gli effetti di questi edifici si spargano su un'area più ampia, disponeteli a una discreta distanza tra loro e ponete la Tree Nursery tra i due Sawmill. Un altro obiettivo opzionale richiede il raggiungimento di trecentosessanta Eco Workers. Come sempre, in questi casi aumentate il numero delle Barrack assicurandovi che siano nel raggio d'azione della City Hall e che siano collegate attraverso delle strade. Verificate anche che la produzione di tè e pesce sia sufficiente.
Successivamente consegnate cinque tonnellate di Tools alla nave coi motori in avaria per essere ricompensati con una Large Drying Cabinet che migliora la produttività della piantagione di tè. Infine, raggiungete l'isola più a nord e costruite un Warehouse lì, come richiesto da Rodriguez, poi portate sei Builder alla sua Ark. La ricompensa vi aiuterà a contenere i costi collegati all'ecologia.
Ora tornate ad occuparvi dell'equilibrio ecologico. La seconda isola è inadatta a ospitare il numero sufficiente di Weather Control Station. In compenso vi serviranno mille e duecento Eco Worker per produrre del vetro con cui realizzare una Monitoring Station. Ma andiamo con ordine. Costruite per ora quante Weather Control Station vi è possibile, insieme a tre Rice Farm. Usate la Strategic Map per impostare il trasporto del riso alla base, dopodichè costruite altre Farmhouse e Health Food Factory. Poi vicino al fiume realizzate tre Sand Extractor, una Chio Factory e una Electronics Factory. A questo punto vi manca solo un Education Network vicino al City Center per raggiungere il numero di Eco Worker di cui necessitate. Per velocizzare la conquista della quantità di lavoratori necessaria potete duplicare il cuore dell'isola (City Center, City Hall, etc...) in un altro punto, verificando di quando in quando che le scorte alimentari siano sufficienti. Mancano solo un paio di costruzione per realizzare il vetro necessario: una Limestone Quarry e una Glasswork. Ottenuto il vetro affrettatevi a realizzare la Monitoring Station
Con le radiazioni sotto controllo ricevete dei Durum Wheat Seed. Quando avrete una tonnellata di Durum Wheat inviatela a Rodriguez per chiudere la missione.

Capitolo 3 - Challenge

Il primo obiettivo da soddisfare richiede di portare trecentosessanta Tycoon Worker in città per costruire una Tycoon Shipyard. Iniziate costruendo un paio di Distellery sulla stessa isola in cui state producendo del riso ed impostate il trasferimento automatico del liquore insieme al riso. Inoltre realizzate gli edifici civici necessari allo stabilimento della popolazione (City Center, City Hall, Barracks, etc...) insieme al Ministry of Truth.
Quando gli edifici di base saranno pronti, passate alle altre costruzioni necessarie al sostentamento della popolazione: tre Pump Crane, una Oil Refinery,una Plastics Factory, due Meat Factories, una Flavor Lab e una Food Supply Factory.
Per ingannare il tempo, inviate una nave in esplorazione verso est, dove si trova un'isola su cui potete costruire un Warehouse che vi assicurerà dello Steel. Usatelo per costruire delle Container Ship da inviare all'Ark della Global Trust con le provviste accumulate nel Warehouse.

Il vostro obiettivo successivo è prendere controllo delle riserve di Uranium. Costruite quindi Uranium Mine sulle tre zone estrattive dell'isola. Procuratevi anche dei Rotary Excavator che vi torneranno utili. Fermate inoltre la produzione di Fuel Element affinché l'Uranium estratto venga utilizzato per produrre armi. Distruggete quindi una Uranium Mine ed erigete al suo posto una Iron Ore Mine. Assicuratevi poi che Heavy Weapon e Steel vengano consegnati al Tycoon Shipyard. Per avere una flotta però mancano ancora le Weapon. Per produrle utilizzate l'isola con l'equilibrio ecologico migliore.
La flotta deve comprendere tre Commando Ship, tre Warship e tre Viper, ma vi servono anche tre Missile Turret e due Harbor Defense Turret. Con le adeguate difese ora potete distruggere gli elicotteri e i sottomarini nemici. Dopo la svolta nella trama, scoprite che il primo attacco era un diversivo e ora è l'isola su cui coltivate riso e Durum ad essere sotto attacco. Distruggete i nemici e consegnate venti tonnellate di Toll ed altrettante di Wood a Captain Delaware.
Cercate il traditore responsabile dell'attacco nella zona nord dell'isola: una volta scovato verrà trasferito nel Warehouse. A voi non resterà che consegnarlo all'Ark della Global Trust.

Capitolo 3 – Triumph of Technology

Per prima cosa, eseguite la scansione delle tre zone indicate e consegnate il Jelly Fish a Rodriguez; in questo modo otterrete subito un Offshore Substation che attivato nell'Ark aumenta del 15% l'efficienza dell'Offshore Wind Park.
Iniziate quindi i preparativi per la missione. Nell'isola a sud-ovest raccogliete quante più risorse possibili nel Warehouse, quindi attivate l'Offshore Substation e costruite Offshore Wind Park. Ora, sappiate fin da subito che entro la fine della missione avrete bisogno di costruire un EMP Cannon. La costruzione di queste armi richiede il raggiungimento di elevati livelli di energia: sta a voi decidere se ricorrere a un complesso di Offshore Wind Park, Wind Park e Coal Power Station (ma vi servirà Coal da un'altra isola) oppure a una Nuclear Power plant (estraendo Fuel Element dalle Uranium Facility).

Arrivati a 100 punti di energia potrete costruire una Hydroelectric Power Plant, prima però vi serviranno parecchi Building Module e Tool per costruire i cinque Generator e i cinque Control Module necessari. Quando avrete tutto il necessario, andate nell'Academy per creare un Hydrostation Blueprint con cui potrete poi erigere la centrale nel punto che ritenete più adatto. L'importanza di questa centrale risiede nell'enorme quantità di energia che consente di creare, facilitando così gli obiettivi energetici necessari alla costruzione dell'EMP Cannon. Intanto che attendete la realizzazione della centrale, costruite un Underwater Warehouse per eseguire la richiesta scansione del fondale sottomarino. Producete dunque Functional Food e Crude Oil, ma non dimenticate di collegare il magazzino subacqueo con la Tech Base. Rifornitevi poi di zucchero da nord, necessario alla realizzazione di Energy Drink che permettono l'upgrade delle Barrack.
Per arrivare all'EMP Cannon servono ancora altri sedicimila crediti: Electrical Condenser, Magnetic Coil e Anti-Shield Pulse. Prima di lanciarvi in questa impresa però prendetevi alcuni minuti per verificare che nell'isola tutto funzioni, le risorse bastino e le linee di collegamento con le altre isole da cui arrivano zucchero ed altre materie prime fondamentali siano integre. A questo proposito, fate attenzione a un nave da guerra nemica che pattuglia la zona nord.
Quando l'EMP Cannon sarà pronto, caricatelo sulla Warship ed eliminate la nave nemica, abbassando così lo scudo.

Capitolo 3 – Zero Hour

Ad inizio missione contattate i tre alleati. Ciascuno di essi vi assegnerà una side quest: completando queste missioni opzionali otterrete tre oggetti (Cloaking Shield MK IV, Optimized Projectile Barrier ed Universal Precision Strike Gun) che vi renderanno estremamente più facile la vita nello scontro finale con F.A.T.H.E.R.. I vostri obiettivi sono due Shipyard e un Airport.
Per prima cosa preoccupatevi di pattugliare la costa al largo della vecchia base di Stridberg, poiché lì è spesso segnalata la presenza di sottomarini. Ricordatevi dell'importanza dei Repair Drone. La Shipyard invece è parecchio complicata da distruggere e bisogna assicurarsi di arrivare preparati allo scontro. Assicuratevi di avere tre Warship e tre Viper, con almeno un paio di Commando Ship a coprire le spalle in caso di attacchi dal cielo. Ovviamente, munitevi di EMP Cannon. È inoltre fondamentale approcciare il nemico da ovest e non da altre direzioni.
Accertatevi del fatto che lo scudo sia abbattuto verificando che le unità nemiche subiscano danni; se ciò non avviene dovrete usare ovviamente l'EMP Cannon. Tenete d'occhio anche lo stato di salute delle vostre unità poiché se questa crolla sotto la metà farete bene a liberarvi dei nemici nelle vicinanze e ricorrere alle cure dei Repair Drone. L'Airport inoltre sarà ancora più complicato da distruggere rispetto alla Shipyard, perciò valutate bene lo stato delle vostre unità, delle vostre risorse e delle vostre finanze prima di intraprendere l'attacco. Se disponete di abbastanza crediti, il Firebird, una tipologia di elicottero in grado di attaccare le unità aeree, può rivelarsi molto utile in questo frangente, anche se sarà molto esposto agli attacchi nemici provenienti dal cielo.
Tornati alla base la prima cosa da fare è creare l'Optimized Projectile Barrier, che protegge la nave con uno scudo e la Universal Precision Strike Gun, un'arma non indispensabile, ma che comunque può fare molto comodo. Rimpiazzate quindi le navi distrutte nei precedenti scontri e partite all'assalto di F.A.T.H.E.R.. Puntate per prima cosa l'EMP Cannon contro i cannoni di F.A.T.H.E.R. senza lasciare che altre unità nemiche vi si avvicinino. Lanciatevi quindi in un attacco forsennato prima che il conto alla rovescia in alto a sinistra vi segnali la ripresa del sistema difensivo nemico. Se avete un secondo EMP Cannon, questo è il momento di usarlo. Altrimenti attendete che quello già usato si ricarichi e sferrate l'attacco finale.
Congratulazioni, avete completato Anno 2070!

Video della soluzione - Prima parte