Castlevania: Dawn of SorrowLa Soluzione Completa di Castlevania: Dawn of Sorrow 

Multiplayer.it vi racconta l'approdo della serie Castlevania sulla piccola grande console di Nintendo!

Attenzione

La soluzione si basa sulla versione americana del gioco, quindi potrebbero esserci delle divergenze per la versione italiana.

THE LOST VILLAGE

Attaccate lo scheletro nelle vicinanze, quindi combattete con il cavaliere armato. Il terzo nemico sarà un Golem; usate l'anima del cavaliere ucciso in precedenza per tenere lontano il suo vomito ed ucciderlo. Soma entrerà presto nel castello, e come prima cosa raggiungerà l'area del villaggio perduto. Muovetevi verso est, attraversando le schermate e combattendo con i diversi scheletri, pipistrelli e altri mostri. Alcune stanze dopo, arriverete in un'area con un buco nel pavimento. Prendete la Short Sword, quindi lasciatevi cadere verso il livello sottostante per una pozione. Salvate nella stanza ad est. Dopo aver salvato, lasciate la stanza e continuate il vostro percorso dirigendovi verso est. Vi verranno date le prime due magic seal. Scortate Yoko e fermatevi al save point. Usate il Magic seal per aprire la porta ad ovest del punto di salvataggio. Dopo il passaggio troverete il primo boss del gioco, Flying Armor. Vi attaccherà immediatamente, ritornate i suoi attacchi saltando ed attaccandolo allo stesso tempo. Dovrete comunque allo stesso tempo focalizzarvi parecchio nelle tecniche di difesa per sopravvivere alla battaglia. Tenete d'occhio le due spade, dato che vi attaccheranno in due modalità diverse. La prima modalità si verifica quando la spada punta verso l'esterno, una opposta all'altra, prima di sparire verso i lati dello schermo. Finché non starete saltando, riuscirete ad evitare la prima parte, ma dovrete fare attenzione al momento in cui le spade si riuniranno. A quel punto, saltate di nuovo per evitarle e continuate il vostro attacco. L'altra modalità di attacco si verificherà quando entrambe le spade punteranno nella medesima direzione. Le spade attaccheranno proprio nella direzione verso la quale stanno puntando, dunque non dovrebbe risultare eccessivamente difficile evitare questa tipologia di attacco. Una volta che avrete danneggiato a sufficienza il boss, dovrete usare il vostro touch screen per finirlo. Salvate prima di continuare verso ovest, dentro una stanza con una piattaforma piuttosto alta, irraggiungibile con un semplice salto. Equipaggiate la Flying Armor soul ed usatela per fluttuare dalla parte destra della stanza fino alla piattaforma. Prendete la Claymore e continuate verso ovest. Nella parte ovest del castello troverete un'area all'aperto, con un punto di salvataggio sulla sinistra, e alcuni oggetti. Usate l'area se ne avete bisogno, e siate sicuri di scoprire il punto di salvataggio per futuri usi. Quest'area presenta tre uscite sul lato est. Una in alto, una in centro ed una in basso. Dirigetevi ad est, attraverso l'uscita centrale, ed arriverete ad una serie di corridoi che portano ad un'altra area. L'uscita a sud-est vi porterà ad un corridoio con una fila di zombie, alla fine della quale ci sarà una stanza con uno specchio che vi servirà come porta verso l'altro lato del vicino muro. Tornate all'ultima area dove siete stati, e saltate verso il livello più alto. Usate Flying Armor soul per saltare sulla piattaforma a nordest e continuare attraverso l'uscita. Una volta raggiunta l'area con i mattoni, tirate la leva vicina al muro ad est per far cadere l'acqua. Potrete così continuare il vostro percorso, verso est. La successiva location è giusto sotto il ponte, dove avete visto Julius per la prima volta. Potete saltare su o continuare ad est per il Wizardry Lab.

WIZARDRY LAB

Appena entrate nel laboratorio, lasciatevi cadere verso sud di qualche livello, ed entrate nell'apertura a sinistra per trovare una stanza di salvataggio. Usatela, quindi uscitevi e dirigetevi verso sud. In basso potrete trovare un'uscita che porta ad ovest. Seguitela, arrivando ad una stanza collegata ad un corridoio verticale. Mentre proseguite verso sud, seguite la prima porta che vedete, verso est. Vi porterà ad un lungo corridoio orizzontale con una coppia di Manticore. Anche qui, sarete di nuovo portati ad un'area verticale, ed alta. Invece di esplorarla, sarebbe meglio saltare dentro la successiva entrata, arrivando ad una stanza. Potete usare questa stanza di teletrasporto per tornare al Lost Village, sbloccando il portale ivi presente in prospettiva di futuri usi. Tornate al laboratori ed iniziate a formare un sentiero verso l'area sud. Una volta lì, sbloccherete una scena con Dario, Dimitri e Celia. Una volta che questa scena sarà finita, continuate a muovervi verso destra, sempre corridoio verticali - con un save point in basso, da usare, ed un'uscita, che vi condurrà all'ennesimo boss. La figura è piuttosto imponente, ma se avete preso il giusto equipaggiamento non dovreste incontrare problemi. Come menzionato in precedenza, l'anima di Manticore è un oggetto eccllente per usare i vostri poteri offensivi. Se ne avete una, usatela assolutamente con Balore per ucciderlo in rapidità. Saltate ripetutamente, ed attaccate per colpire la testa di Balore mentre tenta di uccidervi. Fate attenzione alle sue mani per capire come attaccherà. Se il suo pugno si avvicinerà al suo mento, saltate via. Se invece si avvicina agli oggi, fate attenzione, arriverà un pungo direzionato orizzontalmente. Particolare attenzione va anche prestata al suo raggio, proveniente dagli occhi. Appena vedete una specie di lampo, accovacciatevi per evitarlo, e rimanete in basso fino a che il lampo non se ne andrà. Fino a che riuscirete ad evitare i suoi attacchi, dovreste riuscire comunque a sconfiggerlo. Una volta ucciso, tornate indietro verso est, ed usate la vostra nuova abilità per rompere il ghiaccio che blocca il vostro sentiero. Siate sicuri di salvare il gioco prima di tornare alle aree precedenti del Wizardry Lan. E' ora il momento di usare i poteri di Balore per entrare nella nuova parte del castello. Tornate al corridoio connesso alla stanza di teletrasporto. A nord di essa c'è un'altra stanza, la quale conduce ad un lungo corridoio, che porta ad est. Raggiungete il corridoio, e noterete una piattaforma nelle vicinanze. Saltate sulla piattaforma, accovacciatevi e grattate via i blocchi di ghiaccio dall'angolo in alto a destra dello schermo. La piattaforma vi porterà alla fine della stanza, dove troverete l'entrata per la successiva area, il Garden of Madness. La Soluzione Completa di Castlevania: Dawn of Sorrow

THE DARK CHAPEL

Andate verso nord al primo corridoio, quindi svoltate verso sinistra. Combattete, fino a raggiungere la parte più a nord della stanza, e sarete ricompensati con un sigillo magico. Prendete il sigillo prima di continuare verso nord, verso la superficie. Raggiungerete presto una stanza, piuttosto grande, infestata da piante. Uccidete i nemici, aprendovi la strada verso l'angolo a nord-est della stanza. Continuate verso nordest arrivando ad un'altra area. Salite sulla piattaforma, troverete un'anima di Doppelganger in una piccola lampada. Distruggete la lampada per fare vostra l'anima. Proseguite verso est, entrando in una terza, grande, stanza dove troverete un passaggio nel pavimento attraverso il quale potrete lasciarvi cadere. Seguendo il sentiero, fino a trovare una porta sulla destra con una roulette che segna il numero "777". Per aprire la porta, dovrete necessariamente far corrispondere gli ultimi tre numeri del vostro contatore d'oro con i summenzionati numeri "777". Potrete ripetutamente rompere le candele nelle vicinanze per raggiungere il vostro obiettivo. Tornate quindi verso la superficie e muovetevi verso est, attraversando il Garden of Madness, per poi entrare nella Dark Chapel. C'è un punto di salvataggio nelle vicinanze dell'entrata alla Dark Chapel. Usatelo, quindi fatevi strada verso l'angolo a nord-est della stanza, per poi continuare attraverso il successivo corridoio. Il corridoio porta ad un'area piena di Ghost Dancers. Potete aprire il punto di teletrasporto a sud, o continuare verso nord fino a raggiungere il successivo corridoio ad ovest. Ci sono due nemici in questo corridoio, e combatterli testa a testa è rischioso. Se avete anime di zombie a sufficienza, evocateli e mandateli a fare il lavoro sporco. Dovrebbero prendersi cura dei nemici in velocità, dandovi così la possibilità di continuare verso ovest. Seguite il successivo insieme di stanza per arrivare all'angolo nord-ovest della cappella. Troverete un punto di salvataggio. In basso, troverete un passaggio che porta ad un altro boss. Dimitri vi darà un aiuto per quanto riguarda la modalità di uccisione di questo boss. Infatti egli vi dirà che prende il potere di qualsiasi mostro lo attacchi. Usate questa informazione, attaccando Dimitri con un mostro debole, così da rendere debole anche lui. Per attaccarlo, usate semplicemente la vostra spada. Se saltate, è molto probabile che sarete colpiti dal suo attacco, ma se camminate dovreste riuscire facilmente ad evitarlo. Seguitelo per la stanza e scomparirà. Un altro boss è comunque nelle vicinanze. Tornate indietro a salvare il gioco, quindi ritornate verso la stanza dove avete combattuto con Dimitri, continuando poi verso est. Seguite la successiva stanza verso nord, arrivando alla porta del boss, ed entrate dentro per incontrare il boss - Malphas. Qui, potete fare praticamente tutto ciò che volete per sconfiggerlo. Saltate per attaccarlo, e cercate di mantenervi il più distanti possibile mentre attaccate. La chiave per vincere questa battaglia è ovviamente evitare gli attacchi di Maplhas. L'attacco più comune consiste in un proiettile, che poi si divide. Rimanete vicini a Malphas mentre attacca, ma rimanete abbastanza distanti in modo da non farvi colpire. Il secondo tipo di attacco è più difficile da respingere, dato che è molto veloce. Malphas si fermerà e rilascerà immediatamente una corrente di piume in tutte le direzioni; il miglior modo per evitare l'attacco è quello di rimanere sotto Malphas, dove è impossibile che arrivino le piume. Data la velocità dell'attacco, l'unico modo per evitarlo è correre MOLTO VELOCEMENTE. Una volta ucciso, verrete ricompensati con l'abilità di effettuare un doppio salto. Dopo aver lasciato la stanza dove risiedeva, usate l'abilità per arrivare alla piattaforma nelle vicinanze e prendere l'orecchino Hoop. Andate quindi al punto di salvataggio, per poi tornare ad ovest al Garden of Madness. Lungo il percorso, entrerete in una delle ultime stanza della Dark Chapel, nella quale c'è la Long Sword.

DEMON GUEST HOUSE

Tornati al Garden of Madness, dirigetevi verso nordest ed usate il double jump. Nella stanza con i due uccelli blu, saltate verso il livello più alto e prendete l'Elfin Robe. Da qui, continuate verso est, arrivando ad un largo corridoio con due Treant. Alla fine del corridoio troverete una stanza di salvataggio; usatela, quindi dirigetevi a nord per un'altra stanza di un Boss. Vi aspetterà Dario, pronto a combattere. Nonostante molto probabilmente lui rimanga seduto per tutto il combattimento, combatterlo testa-a-testa è pericoloso, dato che dispone di attacchi potenti e veloci difficili da evitare se non siete mobili. Il primo attacco di cui dispone è una palla di fuoco, che viene lanciata dalle sue mani, la quale può essere evitata abbastanza facilmente con un semplice salto. Un'altra tipologia di attacco si verifica quando il boss sbatte la mano sulla terra, evocando una catena di fuoco che si muove avanti velocemente. Il miglior modo per evitare questo attacco è, semplicemente, cercare di non rimanere davanti a lui. Il terzo attacco è un trio di fuochi, anche questi provenienti dal suolo. Sono lenti, quindi sarà abbastanza facile per voi riuscire ad evitarli. E' pero' altrettanto facile rimanere intrappolati contro il muro, senza alcun modo per riuscire a scappare. Per questo, cercate di rimanere sul lato che presenta più spazio tra il boss ed il muro. La Soluzione Completa di Castlevania: Dawn of Sorrow Dovrete muovervi costantemente per evitare gli attacchi. Non attaccatelo direttamente per più di due volte consecutive. Un buon modo per fare parecchio danno e contemporaneamente riuscire ad evitare i suoi attacchi è usare la Une soul. Una volta sconfitto, continuate verso ovest per raggiungere la parte più a nord del Garden of Madness. Vedrete un'uscita sulla sinistra, che vi porterà alla successiva area, la Demon Guest House. Muovetevi verso ovest lungo il primo corridoio, fino a raggiungere una stanza alta e che si sviluppa in verticale. Lasciatevi cadere, quindi entrate nella porta a sud-ovest. Proseguite lungo il successivo corridoio, che vi porterà ad una stanza con un interruttore sul pavimento. Salite sull'interruttore per far iniziare un puzzle. Tramite questo puzzle, potrete raggiungere quattro differenti stanze, che contengono degli oggetti e dei passaggi che vi dirigono verso altre parti del castello. Le quattro stanze sono rappresentate da numeri di pannelli: 5-8-9-12.
Allineando i pannelli cosicchè si connettano, riuscirete ad arrivare alle varie stanze.
Per arrivare alla stanza 5, rimettete i pannelli nella loro posizione iniziale, quindi premeteli in questo ordine: 12, 10, 5, 8.
Per la stanza 9, l'ordine è: 2, 11, 3, 13, 15, 3, 13, 15, 3
Per arrivare alla stanza 5: 3, 10, 5, 8, 12, 3, 10, 13, 4, 5
Per la stanza 12: 2, 11, 3, 10, 12, 2, 10, 12
Per raggiungere il passaggio in alto a destra: 12, 10, 5, 8, 10, 5, 3, 12, 5, 3, 8, 10, 3
Per arrivare al passaggio in basso a sinistra: 12, 10, 3, 13, 9, 14, 4, 3, 13, 9, 3, 13
Per il passaggio in alto a sinistra, resettate semplicemente il puzzle e proseguite. Il passaggio in alto a destra vi porterà ad una stanza con un oggetto segreto. Quello in basso a sinistra porta indietro verso il villaggio perduto. Quello in alto a sinistra verso un'altra porzione della Demon Guest House. Dopo aver ottenuto tutti gli oggetti, dirigetevi verso l'uscita in alto a sinistra. Muovetevi verso nord, passando le Killer Dolls. Quindi svoltate ad est, entrando in una stanza larga. Seguite la stanza verso nord, usando il corridoio ad est per muovervi su fino al punto più alto della Demon House. Vicino alla cima troverete un save point, e direttamente dall'altro lato la stanza del boss. Entrate nella stanza, e incontrerete il Puppet Master. E' piuttosto grande, ma la battaglia dovrebbe essere facile se sapete cosa state facendo. Se avete l'anima di Manticore, equipaggiatela per aumentare le vostre probabilità di sopravvivenza. Il boss evocherà un'ondata di fastidiosi piccoli nemici di cui vi dovrete occupare. Dopo averne evocati un po', egli forgerà con le sue mani un piccolo pupazzo, che verrà poi dato ad una delle donne che lo circondano. Se questo pupazzo è piazzato sulla vergine di ferro, vi ritroverete immediatamente voi al suo posto e vi verrà inflitto molto danno. Fortunatamente, potete distruggere il pupazzo prima che questo avvenga. Appena vedete una delle sue mani che inizia a lavorare, fermate i vostri attacchi e focalizzatevi nella distruzione del pupazzo. Non preoccupatevi degli altri nemici che vengono creati dal boss. Il danno che vi fanno è molto meno in confronto al potenziale della vergine di ferro. Fino a che riuscirete a distruggere il pupazzo, non incontrerete molti problemi. Una volta morto, salvate il gioco e dirigetevi verso sud. Dopo aver superato un paio di stanza, vi ritroverete in un lungo corridoio che porta verso l'esterno. Al centro del corridoio c'è un muro con un piccolo buco. Usate l'anima del Puppet Master per tirare un burattino dentro il buco, portando così Soma dall'altra parte. Questo corridoio continua verso est, portandovi ad un'altra ala della Demon Guest House. Muovetevi verso sud, per tornare ad un posto che avete già visitato. A sud, c'è una stanza con un nemico di Persephone ed un muro con un buco, largo proprio il giusto per un pupazzo. Usate di nuovo l'anima dell'ultimo boss per passare, per poter accedere alla nuova area.

SUBTERRANEAN HELL

Cercate la warp room più vicina e teletrasportatevi alla Dark Chapel. Muovetevi verso sud ed arriverete ad un sentiero, che porta verso un passaggio sotterraneo. Seguite il passaggio fino a raggiungere il punto più a sud. Ad ovest dovreste vedere una stanza con un muro sporco marchiato con un'immagine del nemico dello scheletro. Potete rompere questo muro con un attacco della Skeleton soul, per poter accedere ad una nuova arma. Lasciate quindi il corridoio, per poi, dall'altra parte del passaggio verticale, arrivare ad un corridoio pericoloso. Fate attenzione alle trappole che cadono dall'alto. Prendete la Red Scarf. Tornate al passaggio verticale, trovando un passaggio a nord. Altre trappole vi attenderanno sul soffitto, così come un muro con un buco, abbastanza largo per la vostra bambola del Puppet Master. Tirate il pupazzo nel buco, e continuate, uccidendo i nemici nel mentre. Date un'occhiata alle trappole sul soffitto. Vi ritroverete dalla porta del Subterranean Hell. Lasciatevi cadere verso sud, passando i Dead Pirates, e salvate il gioco. Entrate nel passaggio a nord, e troverete un boss. Rahab è il suo nome. Siete in una stanza piena d'acqua, e lui è un pesce. La battaglia può rivelarsi o estremamente difficile o estremamente facile, dipendentemente da come la affrontate. Se preferite il faccia a faccia, sarà molto difficile. Se avrete invece la pazienza di affrontarlo lentamente, riuscirete ad ucciderlo. La posizione migliore si rivela essere nell'angolo a sinistra, vicino all'acqua appena sotto il passaggio che vi porta verso il boss. Da qui, nessun attacco di Rahab vi potrà raggiungere. La parte brutta del combattimento è che le vostre chance di colpire il nemico sono minime, dunque ci vorrà molto tempo. Una volta morto, muovetevi verso ovest lungo la sua stanza, arrivando ad un'altra parte del Subterranean Hell. Nuotate verso sud, attraverso un mare di nemici, e raggiungerete finalmente una parte all'asciutto. Continuate verso ovest, arrivando al cuore dell'area. Se continuate a muovervi verso ovest, raggiungerete una warp room che potrete sbloccare per futuri usi. Muovetevi verso sud dal warp point, per poi continuare verso ovest. Più avanti troverete un'area cavernosa con una cascata ad ovest. Lasciatevi cadere giù e muovetevi verso sinistra per raggiungere un'altra area acquatica con delle trappole sul pavimento. Se avete la Bone Ark soul potete usarla per superare facilmente queste specie di trappole. La porta conduce ad una parte segreta del laboratori. Muovetevi verso ovest attraverso quest'area e troverete un certo numero di oggetti utili. Più ad ovest c'è una stanza piena di fantasmi ed una barriera misteriosa ed invisibile sopra di voi. Lasciatevi cadere per entrare in un'area piena di Mermen. Sull'angolo a sudovest c'è un passaggio che può essere aperto solo quando almeno tre numeri del vostro contatore dell'oro sono su "666". Se non avete abbastanza oro, potete tornare qui più tardi. Una volta fatto, tornate verso l'area segreta per arrivare di nuovo al Subterranean Hell. C'è un'altra porzione del Wizardry Lab che non avete ancora esplorato, ma non sarà pienamente accessibile fino a che non avrete acquisito un'altra abilità speciale. La Soluzione Completa di Castlevania: Dawn of Sorrow

CONDEMNED TOWER

Tornate al warp point più vicino e dirigetevi verso la Dark Chapel. Correte verso nord entrando nella stanza dall'altra parte del save point. Vi troverete in una stanza piena di campane e piccoli nemici. Salite sulle campane ed usate la Puppet Master soul per passare attraverso il muro e raggiungere l'uscita. Nell'angolo a nordest potete trovare una spada. Non c'è molto altro di interessante qui. Dirigetevi verso sud, entrando nel buco nel muro. Potete salire su un interruttore per aprire il passaggio sulla sinistra, che vi garantirà facile acceso alla Dark Chapel. Più importante ancora, questo passaggio vi fa accedere ad una nuova area ad est, la Condemned Tower. Muovetevi verso est, lungo il pavimento, per raggiungere una stanza con Julius Belmont. Dopo aver parlato con lui, iniziate ciò che diventerà un lungo viaggio fino alla parte nord della torre. Dovrete combattere con molti nemici, e potete trovare una buoan arma. Una volta raggiunta la destinazione, finalmente, salvate il gioco e dirigetevi verso la stanza del boss, nelle vicinanze. Prima di entrare, è una buona idea quella di dotarvi delle necessarie anime: Tombstone soul, Medusa head, Manticore soul. Gergoth è un nemico molto grande, ed occupa la maggior parte della stanza. Nonostante possiate essere tentati di rimanere il più lontano possibile, è meglio rimanere il più vicino possibile cercando di non essere colpiti. Saltate ed attaccate la sua testa mentre indietreggia, rimanendo vicini così da poter reagire ad ogni suo attacco. Se inizia a muoversi verso di voi, indietreggiate senza saltare e lasciate che la Manticore Soul faccia il suo lavoro. Dopo averlo privato di una buona parte dei suoi HP, Gergoth inizierà a battere sul pavimento, facendo cominciare una caduta libera di massi verso il pavimento. Potete attaccarlo mentre cadono, ma il metodo migliore è quello del doppio salto condito da tuffo. Avrete così infatti molta velocità, riuscendo ad infliggere parecchio danno. La battaglia non è ancora finita, dato che Gergoth romperà il suo braccialetto per diventare più mobile. Fate attenzione alla sua aumentata velocità, ed usate le stesse tattiche di prima. Prima o poi, Gergoth morirà, permettendovi così di tornare alla torre per salvare il gioco. Una volta tornati alla parte nord della torre, usate la Flying Armor soul per superare il baratro ed arrivare alla cima ad ovest e prendere la Tower Key. Guadagnerete l'accesso alla warp rrom, ma non dovrete subito accedervi. Invece, tornate a dove avete combattuto Gorgoth, ed andate giù di un livello. Dal secondo piano dalla cima, dirigetevi verso la Cursed Clock Tower, sbloccando il passaggio con la Tower Key che avete appena trovato.

CURSED CLOCK TOWER

Muovetevi verso ovest, attraversando la prima stanza della Cursed Clock Tower, ed entrerete in una locazione piena di nemici. Dirigetevi verso sud per trovare un altro passaggio bloccato da una roulette. Questa volta il numero è 573. Continuate ad ovest, fino a che non potrete più andare avanti. A sud di questa stanza troverete un passaggio che porta ad una stanza di salvataggio. Nell'angolo a nord est di quest'area troverete una porta, la quale vi condurrà ad un corridoio orizzontale, a nord di quello da dove siete appena arrivati. Troverete una serie di spade rotanti. Dovrete muovervi verso destra prima di saltare sulle piattaforme e muovervi di nuovo verso sinistra. Risulta piuttosto facile evitare le spade mentre vi trovate sul livello più basso, ma ciò non vale per il livello più alto. Se avete la Bone Ark soul, equipaggiatela ed usate la sua abilità per superare agevolmente il punto. Continuate a muovervi verso nord, raggiungendo una stanza con un po' di pendoli. Salitate il cima, e dirigetevi verso est per trovare il Magic Seal 4. Continuate a dirigetevi verso est, entrando in una stanza in verticale con delle teste di Medusa. Quindi dirigetevi verso nord per trovare il successivo passaggio. Con attenzione, superate le trappole per raggiungere l'area a nord. Arriverete ad un piazzale all'aperto con dei pendoli, i quali vi portano ad una piattaforma. Da qui, dirigetevi a nord di nuovo per salvare il gioco prima di entrare nella vicina stanza del boss. Mentre vi dirigete verso la stanza del boss, potreste notare delle piccole creature volanti nello sfondo. Quel nemico è il Flying Humanoid, un nemico segreto che può essere ucciso solamente usando la Mandragora soul. Usatela, appunto, per ucciderlo. Non è necessario per il boss, ma è l'unico posto dove potrete trovare questo nemico. Entrando nella stanza del boss, Zephyr si farà subito riconoscere. La sua abilità speciale è quella di fermare il tempo. Di solito, però, questo è il preludio ad un suo attacco, rendendo così facile prevedere, appunto, i suoi attacchi. Durante il combattimento, Zephyr si accovaccerà e incrocerà le sue braccia, prima di fermare il tempo. Da questa posizione, eseguirà uno di due attacchi. Se siete vicino a lui, correrà verso di voi ed eseguirà un potente attacco verso l'alto. Se siete troppo vicini a lui, questo attacco è impossibile da evitare. Mentre lo attaccate, utilizzate due colpi alla volta, per poi ritirarvi in velocità. Se state avanti a lui per troppo tempo, non esiterà a fermare il tempo e colpirvi senza troppe remore, e senza alcuna possibilità per voi di evitare l'attacco. Come al solito, la Manticore Soul è ottima, così come le anime di ogni creatura che offre degli attacchi potenti. Dopo averlo ucciso, dirigetevi ad ovest di una stanza, quindi lasciatevi cadere verso sud. Premete l'interruttore, che farà cadere un muro alla vostra destra, cosicchè possiate avere accesso all'area precedente. A sud-ovest troverete un'altra serie di stanze, che non potete esplorare del tutto per ora. Tornate alla stanza del boss e dirigetevi verso ovest per trovare un portale. Tornate alla Subterranean Hell. La Soluzione Completa di Castlevania: Dawn of Sorrow

SILENCED RUINS

Una volta tornati alla Subterranean Hell area, dirigetevi verso il save point a sud. Ad ovest c'è una caverna con una cascata gigante. Raggiungete questa stanza, e dirigetevi a sudest per poi continuare lungo il corridoio. Il percorso conduce ad un passaggio alle Silenced Ruins. Ma per arrivare lì dovrete far uso di una nuova abilità. Equipaggiate la Zephyr soul ed usatela per rompere il pilastro davanti a voi. Dirigetevi ad est lungo i primi corridoio, fino a raggiungere una stanza verticale. Quindi a sud, fino a raggiungere il punto più basso della stanza. Poi dirigetevi verso ovest, entrando in una stanza con un blocco di ghiaccio. C'è una strana sfera che si muove attorno a voi dentro questo blocco di giaccio. La sfera esploderà se rompete il pezzo di ghiacci. Dovrete far esplodere la sfera vicino al pannello di metallo, che sta bloccando l'entrata alla soffitta. Per fare ciò, rompete il ghiaccio attorno alla sfera per guidarlo dentro lo strato più alto di ghiaccio. Aspettate che la sfera torni sotto il piatto di metallo prima di rompere i blocchi di ghiaccio. Otterrete così l'accesso al Rare Ring. Dirigetevi verso l'angolo a nord-delle Silenced Ruins. Incontrete Julius Belmon lungo la strada, prima di raggiungere un save point. Usate il save point e continuate a dirigervi a nord-est. Scoprirete un'altra stanza con un boss al suo interno. Bat Company è un boss piuttosto duro. Avete comunque molto tempo per reagire ai suoi attacchi. La forma principale con la quale il nemico vi attaccherà è quella di un insieme di pipistrelli. E' molto vulnerabile durante questi attacchi. Se avete un attacco sotto forma di proiettile, usatelo su questa forma e focalizzatevi i vostri sforzi sull'evadere i suoi attacchi. I pipistrelli si disperderanno in una nuvola. In questa formazione sono invincibili, ma non possono danneggiarvi. Comunque, è meglio rimanere il più lontano possibile ed aspettare il loro attacco. Un'altra formazione è la formazione a Mano. Si dirigerà lentamente verso di voi e vi prenderà, danneggiandovi parecchio. Per evitare tutto ciò, rimanete nell'angolo più basso dell'area e fate venire la Bat Company verso di voi. Appena sarà abbastanza vicina, eseguite un double jump e respingete la parte più alta della mano. Una volta ucciso il boss, vi verrà data la sua anima, la quale vi fornisce la possiblità di trasformarvi in un pipistrello. Ora, con questa abilità, potrete raggiungere la gran parte delle aree del castello. Cercate il warp point più vicino e tornate alla Cursed Clock Tower. Dovreste raggiungere in poco tempo una stanza coperta di aghi. Per superare questo labirinto, trasformatevi in un pipistrello. Seguite il sentiero, continuando verso ovest, raggiungendo alla fine un'area nominata Il Pinnacolo.

DEMON GUEST HOUSE (NORTH)

Dall'entrata del Pinnacolo, dirigetevi verso ovest, attraversando un paio di lunghi corridoi. Quindi, dopo aver combattuto con due nemici, raggiungerete un terzo corridoio con un passaggio a sud. Lasciatevi cadere giù verso la successivo stanza, quindi dirigetevi verso est per arrivare ad un save point. Uscite dalla stanza, e dirigetevi verso sinistra. Combattete le Succubi per raggiungere il passaggio dall'altro lato, che vi riporterà alla Demon Guest House. Questa porzione del livello era precedentemente bloccata. Ora potete attivare l'interruttore a sud-ovest per aprire un passaggio. L'obiettivo è comunque il corridoio a nord-ovest. Raggiungerete una stanza piuttosto lunga, bloccata ai lati da dei muri. Per distruggere questi muri dovrete usare gli attacchi dell'anima dai nemici che prendete dal muro. L'ordine è: Axe Armor, Killer Clown, Ukoback. Una volta attraversati i muri, arriverete all'entrata alla successiva stanza del boss. Non è una cattiva idea quella di ritirarsi verso l'area del Pinnacolo e salvare il gioco prima di combattere con Paranoia. E' infatti un nemico piuttosto difficile. Equipaggiate Medusa, Mandragora. Mentre Paranoia è fuori dal suo nascondiglio, attaccatelo con delle armi a lungo raggio. Attaccate solo una volta o due per ogni sequenza, prima di saltare via per evitare ogni forma di possibile contrattacco. Non ha molti attacchi diversificati. In ogni caso, presto arriverà la parte difficile del combattimento. Paranoia si tufferà nello specchio e vi attaccherà con un raggio, proveniente da uno dei quattro specchi nella stanza. Prima che il raggio colpisca, lo specchio farà un piccolo flash - memorizzate l'ordine. Evitare questo attacco può risultare difficile, dato che dovete riuscire ad evitare di essere nel percorso del raggio PRIMA che venga sparato. Dopo aver sparato, Paranoia uscirà dallo specchio e ricomincerà il giro. Continuate lentamente a consumare i suoi HP ed eventualmente ve la darà vinta. Ciononostante, non lo avrete ucciso - lo ritroverete nella successiva stanza. La seconda parte del combattimento è ancora più difficile della prima. Quando scappa nello specchio, vi lancerà dei laser come prima, ma sono più dannosi. Quando torna fuori, vedrete che sarà molto più grosso di prima. Fate attenzione a quando si tuffa verso di voi, dato che è il momento migliore per colpirlo. Una volta morto vi fornirà la sua anima. Continuate verso ovest per trovare la Olrox Suit. Potete ora entrare, con il potere di Paranoia, in vari specchi del castello, per arrivare a delle aree nascoste dove potete trovare degli oggetti segreti. Ancora più importante, potrete continuare per arrivare alla vera fine del gioco. Tornate, tramite il warp, al Pinnacolo. La Soluzione Completa di Castlevania: Dawn of Sorrow

THE PINNACLE

Una volta tornati qui, dirigetevi verso il save point ad est. Da qui, dirigetevi verso nord, girate a sinistra, il percorso vi porterà sempre più a nord. Dovrete usare la Bat Company soul per volare attraverso il passaggio prima di trovare un secondo save point vicino alla cima del castello. Salvate, quindi dirigetevi a nord-ovest. Dopo aver passato un gruppo di Bugbear, salirete un gruppo di scale che vi porta in cima al castello. Dovrete combattere di nuovo con Dario. Se lo combattete testa a testa, potete sconfiggerlo ed arrivare alla prima fine del gioco. Comunque, questo finale non è il vero finale, avrete ancora molto da fare. Equipaggiate la Paranoia soul appena inizia il combattimento, ed entrate nello specchio dietro a Dario. Dovrete combattere con il suo demone. Dispone di alcuni attacchi differenti, due dei quali risultano essere piuttosto facili da evitare. Il primo attacco manderà il demone fuori dallo schermo. Velocemente, correte in entrambe le direzioni per evitare il demone, e saltate via per evitare le spire di fuoco. Una volta saltati sopra il fuoco, fate attenzione a non toccare il demone. Il secondo attacco, facile da evitare, è una serie di fuochi che il demone sputa. Rimanete dietro la mano del demone e saltate per attaccare, usando la Manticore soul. Dovreste riuscire ad evitare gli attacchi facilmente. Il successivo gruppo di attacchi è molto più difficile da evadere. Il demone, di solito, inizia fluttuando avanti ed indietro lungo la stanza. Se si dirige verso di voi, vi infliggerà parecchio danno. Seguirà subito dopo l'attacco più devastante, cioè Aguni vi attaccherà con un artiglio. Il miglior modo per evitarlo è correre in una direzione, senza fermarsi e senza saltare o scivolare. Se raggiungete un muro, giratevi e correte nell'altra direzione. Aguni smetterà gli attacchi e ne farà altri. Una volta che sarà morto, usate di nuovo Paranoia per tornare da Dario. Quando scomparirà, dirigetevi ad ovest per trovare la Magic Seal 5. Potete con questa superare il falso finale e continuare fino a quello vero. Dirigetevi verso nord, rimanendo in superficie, e svoltate verso est, trovando un passaggio chiuso dietro un mollusco. Entrando nel passaggio, inizierete il secondo finale. Se però equipaggiate il Mina Talisman, potete entrare e continuare fino al VERO finale.

MINE OF JUDGEMENT

Prendete il warp point più vicino per andare alla Condemned Tower, e lasciatevi cadere verso sud. Continuate ad est ed incontrerete Julius Belmon, il quali vi aprirà il passaggio per la Mine of Judgement. Entrate nella miniera per continuare. C'è una sola via. Non ci sono oggetti segreti da trovare. Fate attenzione ai nemici, dato che ve ne sono molti di potenti. Dopo qualche stanza, c'è un punto di salvataggio, di fronte alla porta della stanza di un boss. Entrate nella stanza per iniziare il combattimento con il boss più difficile del gioco. Death inizia subito la battaglia. La prima forma di Death è difficile, ma potete comunque riuscire ad evitare i suoi attacchi con un po' di pratica. Il primo attacco inizierà con Death che fa girare il suo scythe. Correte via ed equipaggiate un'arma simile alla Great Sword. Cercate di evitare l'attacco con la spada. Quando Death è senza la sua arma gigante, aspetterà il suo ritorno. A volte, però, vedrete che la sua mano diventa rossa, mentre crea tre copie a forma di fantasma di sè stesso. Il momento stesso in cui vedrete le sue forme fantasma apparire, posizionatevi tra di loro per evitare l'attacco. Potete continuare ad attaccare Death se siete sufficientemente vicini, ma siate sicuri di non muovervi eccessivamente in orizzontale per evitare di essere colpiti. L'attacco più difficile da evitare è un paio di colpi che vibrerà ad altezza terra. Appena vedrete il nemico iniziare a fluttuare verso di voi, correte velocemente nella direzione opposta. Fino a che avrete opportunità di correre, potete facilmente evitare i due colpi, ma Death spesso vi metterà spalle al muro. Ogni volta che potete, saltate a livello di Death ed attaccatelo con una spada lunga e la Manticore soul. Anche la Mandragora soul si può rivelare utile per il combattimento. Dopo aver combattuto con Death per un po', cambierà forma, per divenire ancora più aggressivo. Come prima, disporrà di tre diversi attacchi - questi assolutamente non facili da evitare. Durante un attacco, sparerà delle palle di fuoco, due in ogni direzione. Notate l'ordine con il quale vengono fuori, dato che sarà l'unico indizio per evitare l'attacco. Fate attenzione all'altra tipologia d'attacco, nella quale Death scomparirà un attimo, per poi riapparire, correre via dal punto dove si trovava e saltare per evitare la spada. Prima di ucciderlo, è una buona idea utilizzare il Magic Seal 5 per far pratica. Dopo aver ucciso Death, c'è il passaggio per L'Abisso. La Soluzione Completa di Castlevania: Dawn of Sorrow

THE ABYSS

Potete salvare il gioco appena entrate nell'abisso. Cotninuate verso est per trovare un percorso abbastanza lineare. Fate attenzione alle trappole sul pavimento. Il percorso è, come già detto, molto lineare. L'unica cosa che potrebbe darvi fastidio è un certo numero di nemici pronti a farvi a pezzi. Due delle stanze che incontrete sono sepolte nella sabbia. Appena raggiungerete la seconda stanza, siate sicuri di lasciarvi cadere verso la parte sud della stanza stessa per ottenere la Hippogryph soul. Continuate a muovervi lungo l'abisso fino a raggiungere la quarta sezione. Troverete un save point giusto prima di raggiungere la stanza del boss, Abaddon. Abaddon può rivelarsi un boss davvero difficile se cercherete di combattere tatticamete. Il metodo migliore per sconfiggerlo è quello di usare i muscoli e colpirlo con tutto ciò che avete disponibile. Raccomandiamo di equipaggiare le anime Death e Aguni. Appena la battaglia inizia, attivate la Death soul ed attaccate Abaddon il più velocemente possibile. Il nemico evocherà una corrente di locuste, che non sono per nulla da sottovalutare. Una cosa che può rendere questa battaglia più facile è l'abilità di Death di distruggere le locuste. Potete anche saltare verso gli angoli per evitare gli insetti. Siate comunque certi di continuare ad essere faccia a faccia con la direzione dalla quale provengono le locuste. Dovreste riuscire a distruggere il nemico in un minuto. Prendete la Magic Seal 5, quindi salvate il gioco. Continuate a procedere lungo l'Abisso. Troverete molti altri nemici e raggiungerete un'altra sezione dell'area. Siate molto prudenti qui, dato che i muri sono pieni di aghi. Saltate con attenzione ed usate attacchi da lontano per uccidere i nemici senza rischiare. C'è un un altro save point, ed un altro boss, dunque. E' la battaglia finale. Appena Dimitri si trasforma in Menace, saltate ed attaccate la piccola testa sulla sinistra. State attenti a non toccare altre parti di Menace con il vostro corpo, dato che in quel caso dovrete subire parecchi danni. Durante i vostri attacchi, fate attenzione ai suoi movimenti, dato che vi indicheranno i momenti di pericolo. L'attacco più comune è il respiro velenoso, che arriva dalla bocca di menace, angolo in basso a sinistra dello schermo. Appena vedrete la bocca muoversi, dirigetevi verso la parte bassa, a destra, dello schermo ed aspettate sotto il ginocchio del nemico. Dovrete anche fare attenzione agli altri due attacchi. Una serie di aghi spunterà fuori dall'alto o dal basso dello schermo, dandovi comunque parecchio tempo per ritirarvi al sicuro. Gli aghi colpiranno solo quando siete all'angolo. Questa, comunque, non è altro che l'introduzione al vero combattimento con Menace. Dopo una lunga battaglia, Menace si erigerà, mostrandovi la sua vera forma. Questa parte del combattimento è più difficile della prima, nonostante l'uso delle anime più appropriate potrebbe rendere la battaglia più umana. Usate la Mandragora soul, Death soul, Arc Demon. Quando menace è in piedi, ci sono solo due punti sui quali potrete colpirlo e danneggiarlo. Una piccola faccia sul suo ginocchio è vulnerabile agli attacchi, così come la faccia vicino alla mascella. Ogni punto vulnerabile ha la sua riserva di HP. E' una buona idea quindi attaccarne una per volta. Per arrivare alla testa di Menace, potrete alternativamente saltare sulle piattaforme sulla sinistra o fare un super salto con una delle Hippogryph soul. La testa è vulnerabile solamente quando il teschio è aperto. Ciò rende impossibile fare più di un colpo alla volta. Per questo motivo, è una buona idea usare un'anima con attacco simil-proiettile, per esser sicuri che i pochi attacchi che riuscite a fare vadano a segno. Mentre attaccate la testa, dovrete fare attenzione ai due attacchi principali. Fate attenzione alle sue mani per degli avvertimenti. Se tira su la sua mano destra, indietreggiate per evitare il pungo che seguirà e fate attenzione a quando tornerà indietro dal pugno. Per il secondo attacco, Menace porterà su il suo braccio destro prima di colpirvi. Potete evitare questo attacco saltando sulla piattaforma sopra di voi. Colpire la faccia sulle ginocchia è un po' più difficoltoso. Dovrete saltare per raggiungere il ginocchio, ed usare un attacco simil-proiettile. Non avrete attacchi particolari a cui fare atetnzione, ma invece dovrete necessariamente evitare l'intero corpo del nemico. Se vi ritrovate con le spalle al muro, usate la vostra abilità di salto per raggiungere la cima dell'arena. Uccidetelo, ed avrete terminato Castlevania: Dawn of Sorrow.

Video della soluzione - Prima parte

TI POTREBBE INTERESSARE