S.V.

Redazione

8.8

Lettori (78)


  • 94
  • 3
  • 197
  • 0

Grand Theft Auto 3La soluzione completa di Grand Theft Auto 3 0

GTA approda alle 3 dimensioni ed è subito un successo!

Attenzione

La soluzione si basa sulla versione americana del gioco, quindi è possibile trovare delle divergenze per la versione italiana.

LE MISSIONI DI LUIGI

1 - GIVE ME LIBERTY
Dopo il filmato introduttivo che servirà a farvi capire i primi accadimenti, vi ritroverete con il caro amico 8-Ball dopo la fuga sul ponte. Purtroppo il vostro socio ha le mani conciate male e quindi vi chiederà di guidare fino al rifugio. Salite in macchina e scorrazzate in tutta tranquillità verso il covo che si trova nel distretto a luci rosse, seguendo semplicemente il punto indicato sulla mappa: iniziate a imparare bene le strade, perché sarà fondamentale riuscire a orientarsi nella città senza perdersi.
Una volta giunti a destinazione, scoprirete che questo è il luogo in cui si salvano i progressi di gioco: nella porta a sinistra potrete memorizzare la posizione corrente, mentre nel garage sulla destra potrete parcheggiare l'automobile che più vi aggrada, per ritrovarla nello stesso punto al caricamento del salvataggio. Leggetevi le informazioni sparse, raccogliete la mazza da baseball e tornate in strada: procuratevi un mezzo, dopodiché puntate diretti verso il locale di Luigi, il mafioso con il quale avrete a che fare per tutta questa prima parte di gioco.

2 - LE RAGAZZE DI LUIGI
La prima missione per il boss mafioso non è certo impegnativa, ma serve se non altro a far prendere confidenza con alcune modalità di gioco. Tutto quello che dovrete fare è raccattare Misty, una delle sgualdrinelle al servizio di Luigi e portarla indietro al locale. Misty si trova davanti all'ospedale a Portland View, a fianco della caserma della polizia. La scostumata è riconoscibile da una freccia sulla sua testa, e per farla salire in macchina non dovrete fare altro che accostarvi fino a fermarvi facendo attenzione a non investirla. Fatto questo, non resta altro che tornare al locale di Luigi (indicato sulla mappa dalla lettera L).
A questo punto, potete scegliere se passare subito alla successiva missione del malavitoso oppure gironzolare un po' per le strade di Liberty City: ovviamente il mio consiglio è quello di optare per la seconda ipotesi, anche perché è in questi punti morti che è possibile dedicarsi un po' all'esplorazione, alla raccolta di pacchi segreti e via discorrendo.

3 - NIENTE SPANK PER LE RAGAZZE
La seconda missione di Luigi consiste nel fermare uno spacciatore di una droga di nome "spank" (ecco perché quel maledetto cane dei cartoni animati era così agitato...) dal fornire le "ragazze" di Luigi: una questione di soldi, prima che di onore. Una volta usciti dal locale, raccogliete la mazza da baseball dall'altro lato della strada, recuperate un mezzo e dirigetevi a velocità sostenuta verso Portland Harbor (la zona portuale, insomma): seguendo l'indicazione sul mini radar, arriverete ben presto in una zona adiacente il porto e da lontano potrete vedere lo spacciatore intento a smazzare la "roba".
A questo punto operate arrivando a tavoletta a bordo di un qualsiasi mezzo e investite sia lo spacciatore che le ragazze (tanto non succederà nulla: niente vendette trasversali, tranquilli). Altrimenti appropinquatevi, scendete dal veicolo, estraete la mazza e massacrate letteralmente il criminale. Infierendo sul corpo, riuscirete a impossessarvi anche di qualche dollaro in più, il che non fa mai male.
Il problema però sarà quello di occultare la macchina del tipo, e per farlo dovrete portarla a riverniciare al Pay And Spray che si trova nel caro vecchio distretto a luci rosse. Quando sarete arrivati, portate la macchina dentro e questa uscirà con carrozzeria nuova di pacca: il tutto persino a gratis, perché si tratta della la prima volta!
Bene, ora non resta altro da fare che cercare il nascondiglio di Luigi a Portland View: parcheggiate la Stallion nel garage indicato e poi uscite per completare la missione!

4 - PORTA IN GIRO MISTY PER ME
Quando sarete pronti, tornate da Luigi: il prossimo lavoro che vi verrà affidato è quello di scarrozzare in giro Misty (ancora?! Come la odio, non sono un tassista finché non lo decido io...). Nessun problema, comunque, visto che quando arriverete a destinazione otterrete la possibilità di prendere nuovi incarichi.
Raccattate Misty a Hepburn Heights, piazzandovi semplicemente davanti all'edificio indicato e suonando il clacson. La ragazza scenderà e vi dirà che deve andare al garage di Joey locato a Portland View.
Fatevi la scampagnata fino a destinazione, e dopo che avrete consegnato la bella Misty al vecchio Joey vi ritroverete con un'altra possibilità di lavoro oltre a Luigi. Questo è un buon momento per salvare la posizione...

5 - ARMI PRONTE ALL'AZIONE
In questa missione vi impratichirete contemporaneamente con l'uso delle pistole e con gli inseguimenti in macchina. La banda dei Diablo ha fatto uno sgarro a Luigi, ed è giunto il momento di restituire lo sgarbo. La prima cosa da fare è raggiungere il negozio Ammo Nation, dove vi verrà detto che sul retro è stata lasciata una pistola per voi. Tenete presente che da Ammo Nation, d'ora in avanti, sarà possibile tornare e comprare armi e munizioni.
Durante il filmato di introduzione al lavoro, avrete sicuramente notato un veicolo con il motore fuori dal cofano e la fiamme disegnate sulle portiere: ecco, questa è la seconda parte della missione, ovvero inseguire il mezzo ed eliminare i due Diablo all'interno.
Esistono diverse modalità per eliminare i nemici di Luigi, e come di consueto dovrete stabilire quale sia la tattica che più si addice a voi. Io, per esempio, mi sono cercato un veicolo pesante come un pickup o un mini van e ho cominciato la caccia alla macchina seguendola sul radar.
Una volta venuti a contatto, l'ho caricata ripetutamente finché i due tipi all'interno non sono scesi: a quel punto ho piazzato una veloce retromarcia per evitare i colpi di fucile dei Diablo, accelerando poi violentemente per investirli. Se siete abili, potete anche scegliere di scendere dalla macchina e sparare con la pistola appena conquistata, ma occhio alla polizia nei paraggi!
Quando avrete eliminato i due nemici, la missione sarà completata, i soldi verranno accreditati direttamente sul conto e in più potrete raccattare le armi dei poveri malcapitati di turno.

6 - LA FESTA DEGLI SBIRRI
Prima missione a tempo del gioco: non è troppo difficile, soprattutto se si ha l'attenzione di scegliere un veicolo adatto; lo scopo, comunque, è quello di raccattare quattro "ragazze" di Luigi e spedirle a soddisfare i desideri dei poliziotti corrotti all'annuale festa.
Avete cinque minuti di tempo per portare almeno quattro ragazze, altrimenti avrete fallito. Sulla mappa appariranno dei puntini verdi a indicare le potenziali "animatrici" del ballo, e un puntino viola ad indicare il luogo della festa.
Prima di tutto, vi conviene armarvi di una macchina familiare (in modo tale da caricare due animatrici per volta), dopodiché raccattare due ragazze abbastanza lontane dalla festa e completare l'opera con le due più vicine. Quando avrete portato a destinazione almeno quattro ragazze (ogni extra sono 500 cucuzze in più, quindi fate i vostri conti), vi ritroverete ad aver finito il primo set di missioni e la lettera L scomparirà dalla mappa.

LE MISSIONI DI JOEY
Con queste missioni si comincia a fare sul serio: spettacolari e divertenti, ospitano anche le prime guerre tra bande a causa di alcune scaramucce nate dalle vostre azioni.
Sono il vatico necessario per potere accedere alle missioni di Toni.

7 - L'ULTIMA CENA DI MIKE "LABBRA"
Ora che Luigi non ha più niente da farvi fare, il meccanico con un forte ascendente su quella scostumata di Misty sarà il vostro datore di lavoro per un po'. Il primo lavoretto che vi verrà assegnato riguarda un bell'omicidio con autobomba: roba di classe, insomma...
I Forelli non hanno pagato e Mike, uno dei due, deve essere fatto saltare in aria. La tattica è quella di rubare la macchina di quest'ultimo mentre si trova al ristorante, portarla da Eight Ball, farci mettere una bella bomba sopra e dopodiché parcheggiare la macchina come la si è trovata.
Dirigetevi al Marco's Bistro a Saint Marks e noterete la macchina da "modificare", segnalata da una freccia sopra.
Avete tutto il tempo del mondo e vi conviene prendervelo: infatti, in caso roviniate la carrozzeria della macchina di Mike Forelli, dovrete portarla a far riparare al Pay & Spray prima di parcheggiarla al suo posto. Quando avrete riportato la macchina all'interno del cerchio blu nel parcheggio del ristorante, azionate la bomba (Caps Lock di default) e allontanatevi il più velocemente possibile per evitare di saltare per aria con il povero Mike.

8 - ADDIO 'CHUNKY' LEE CHONG
Si tratta di una missione impegnativa: Joey non gradisce proprio che Chunky si sia messo a spacciare roba colombiana a Chinatown, e per questo vuole che il cinese salti per aria come un birillo.
Non facile...Appena in strada, cercate un mezzo abbastanza veloce, dopodiché passate da Ammo Nation per recuperare la 9mm sul retro bottega; quindi, dirigetevi verso Chinatown a passo spedito. Finché non estrarrete un'arma e finché non vi avvicinerete troppo a Chunky, i membri della mafia cinese vi ignoreranno, e questa è una cosa che tornerà a vostro vantaggio. Sebbene come al solito le soluzioni possibili siano veramente molteplici, ecco riportato come ho agito io.
L'isolato in cui si nascondono Chunky e il suo baracchino/copertura non è raggiungibile in macchina e c'è una grossa isola pedonale con dei panettoni a delimitarne lo spazio. Se girate attorno all'isolato, noterete due macchine parcheggiate proprio nei paraggi delle uscite (dovrebbero essere due familiari, una verde e una rossa): queste saranno le due vie di fuga di Chunky non appena metterete troppo il muso dalle sue parti.
Scegliete una delle due macchine, saliteci sopra e portatela abbastanza lontano dall'isolato, dopodiché andate dal lato dell'altra macchina ed entrate a Chinatown. Chunky scapperà sempre nella direzione opposta da cui arrivate, quindi in questo caso dal lato in cui avete fatto sparire la macchina!
Come già detto, avvicinarsi troppo al baracchino farà sì che il cinese cominci a correre per cercare una via di fuga, mentre i suoi soci vi spareranno addosso all'impazzata. Quando si verificherà questa evenienza, giratevi e scappate nella direzione da cui siete arrivati, salite su una delle due macchine e fate il giro dell'isolato il più velocemente possibile: vedete il puntino verde in movimento? Beh, è Chunky che se la sta battendo a piedi! Inutile dire che per terminare la missione dovrete investirlo il più ferocemente possibile, facendo attenzione a non farvi incastrare da troppi cinesi infervorati: potreste saltare per aria senza nemmeno accorgervene!
Un'altra soluzione è quella di prendere una delle due macchine di cui sopra e portarla da 8-Ball, farci mettere sopra una bomba, dopodiché rimetterla al suo posto e ripetere la tattica di ingresso: quando Chunky accenderà il motore di quella che crede la sua via di fuga, salterà per aria facendo una strage. E anche questa è andata!

9 - RAPINA AL FURGONE
Ecco una bella missione movimentata e non troppo difficile, una bella rapina a un portavalori blindato. Joey vi dirà che il furgone lascia Chinatown ogni giorno alla stessa ora, e intercettarlo per poi portarlo in un nascondiglio non dovrebbe essere un problema.
Cercatevi un monovolume che regga bene la strada e recatevi al punto di partenza del portavalori segnato sulla mappa: non appena arriverete nei paraggi e lo colpirete, questo comincerà a scappare. Il vostro scopo è quello di urtarlo un po' di volte affinché i poliziotti all'interno si arrendano e lascino il mezzo.
A quel punto, la situazione dovrebbe essere abbastanza complicata e con un sacco di sbirri nei paraggi: siate rapidissimi, saltate sul furgone portavalori e schizzate via come delle furie verso il garage segreto segnato sulla mappa. Se non doveste riuscire a sbarazzarvi della polizia per il troppo macello creatosi, passate al Pay & Spray per riverniciare il furgone e sparire tranquillamente...
Al termine della missione verrete contattati da El Burro, un nuovo "datore di lavoro".
Questo è un buon momento per impadronirsi di alcuni pacchetti segreti che si trovano dislocati nella zona di Chinatown, la quale, con le missioni successive, diventerà progressivamente più "calda"; sarà quasi impossibile recuperare i pacchetti che si trovano in alcuni vicoli. Poi non dite che non vi avevo avvertiti...

10 - L'AUTISTA DI CIPRIANI
Missione abbastanza semplice, in cui dovrete scarrozzare il simpatico Toni Cipriani al suo ristorante, il Momma's, dopo averlo accompagnato alla lavanderia di Mr. Wong a Chinatown.
La prima parte della missione consiste proprio nel portare Toni alla lavanderia: quando arriverete, il nostro amico scenderà e farà irruzione nel locale per chiedere i suoi soldi, ma ad aspettarlo troverà dei membri della Triade.
Non appena Toni scapperà fuori dalla lavanderia salirà in macchina, e dovrete portarlo il più velocemente possibile fuori da Chinatown direttamente al suo ristorante a Saint Mark.
Quando avrete finito la missione, sulla mappa apparirà il nome di Tony e potrete ottenere ulteriori lavori. Attenzione però, perché con la Triade i rapporti si metteranno subito molto male...

11 - CADAVERE NEL BAGAGLIAIO
La faida con i fratelli Forelli non si placa e ancora una volta c'è scappato il morto. Joey vi chiederà di recarvi a Callahan Point dove si trova il ristorante di Greasy Joe: lì troverete una macchina con dentro un cadavere che poi dovrete far sparire...
Non appena arrivati davanti al locale, la macchina incriminata sarà riconoscibile sia per la freccia che per le macchie di sangue sul retro. Non appena metterete in moto, le altre macchine nel parcheggio si accenderanno cercando di farvi la pelle: non perdete tempo a fare a sportellate, ma cercate di giocare di astuzia provocando gli incidenti, spingendo le macchine contro ostacoli o altre in transito.
Dovrete raggiungere il più velocemente possibile lo sfasciacarrozze situato ad Harwood: è da notare che i tamponamenti scoperchieranno il baule, rivelando il cadavere del Forelli. Piazzatevi sotto il magnete e godetevi la scena! Che rimorso...

12 - LA PARTENZA
Alcuni amici di Joey devono rapinare una banca, ma hanno bisogno di un autista esperto per riuscire nell'impresa. Non appena preso il lavoro, girovagate alla ricerca di un mezzo adatto a una rapina tenendo presente che: 1) è necessario che sia capiente e che possano salire i tre rapinatori e 2) deve essere abbastanza resistente da reggere un paio di attacchi della polizia abbastanza pesanti. A tal proposito, il mio suggerimento è quello di dotarsi di una macchina della mafia (quelle che sembrano Mercedes con i parabrezza blindati). Recatevi al punto di incontro con gli amici di Joey, suonate il clacson in prossimità del cerchio blu e quando questi saranno saliti a bordo recatevi alla banca. Vi conviene girarvi già con il muso dalla parte opposta in cui siete arrivati e fermarvi sul punto indicato: i rapinatori entreranno nella banca e, dopo una breve sparatoria, usciranno come delle faine dal pollaio e saliranno in macchina; peccato che nel frattempo la zona sia diventata invivibile, perché il vostro livello di "manigolderia" ha superato di gran lunga il minimo consentito: con tre stellette, infatti, ci saranno già posti di blocco e un elicottero che vi segue in continuazione.
A questo punto, i casi sono due: o recuperare delle stellette per far diminiuire il livello di aggressività della polizia, oppure puntare diritti verso l'indispensabile Pay & Spray. Una volta dentro il negozio, infatti, il livello di criminalità si azzererà e voi potrete condurre in tutta tranquillità i vostri "soci" nel punto in cui li avete prelevati all'inizio. Così facendo, anche Joey avrà finito i lavori da darvi in pasto... La soluzione completa di Grand Theft Auto 3

LE MISSIONI DI TONI

13 - RIPULIRE LA LAVANDERIA
La missione di Toni è la prima di una lunga serie destinata a sfociare in guerra di lì a poco con la Triade cinese. L'obiettivo di questo lavoretto consiste nel far saltare per aria tre camioncini di una lavanderia cinese che si rifiuta di pagare il pizzo.
Il suggerimento che vi darà Toni è quello di recarvi da 8-Ball per recuperare del materiale "utile" per la missione. A dir la verità, dopo vari tentativi ho stabilito che le bombe a mano che potrete raccattare dal vostro amico di colore servono a poco o nulla contro i tre camionicini, perché questi ultimi si muovono troppo velocemente e sono imprevedibili.
Ho provveduto a risolvere il problema con un misto di tecniche, ovvero il classico inseguimento con sportellate fino a esplosione del mezzo e, in un caso, sono riuscito a sbalzare dall'abitacolo il cinese e a prendere possesso direttamente del camioncino: schiantarlo contro un muro qualsiasi, poi, è stato un gioco da ragazzi...L'alternativa è quella di fare un salto da Ammo Nation e comprare un bell'Uzi: quest'arma infatti, è l'unica in grado di permettervi di sparare quando non siete a piedi ed è un'ottima soluzione per accorciare la vita dei maledetti camioncini della lavanderia.
Se decidete di ricorrere alle sportellate, vi consiglio una bella macchina pesante o un pick-up, in modo da "dominare" le traiettorie dei furgoni e costringerli a fare più incidenti possibili. Il massimo sarebbe riuscire a chiuderli in angoli: da qui a finirli il passo è breve...

14 - LA RACCOLTA
L'ultimo exploit ha convinto la lavanderia a pagare il pizzo, perciò il prossimo lavoro sarà quello di recarsi a Chinatown a recuperare il denaro: l'aria è veramente pesante e tra qualche minuto volerà un sacco di piombo. La mia soluzione per risolvere il problema è la seguente: impossessatevi di una macchina della mafia e fate il viaggio fino al quartiere cinese in tutta tranquillità per raggiungere il vicolo nel quale si trova la valigetta con i soldi. Fermate la macchina all'interno del vicolo per una facile retromarcia, dopodiché scendete e prendete la valigetta da terra: non appena vi sarete impossessati dei soldi, dai tre vicoli arriveranno i cinesi, con tanto di camion a bloccare l'uscita. Non perdete tempo e saltate in macchina, fate una retromarcia per stirare i cinesi alle vostre spalle, dopodiché accelerate in avanti e scegliete un vicolo con decisione per la fuga. Appena fuori dall'imboscata correte come dei matti da Toni per terminare la missione.

15 - SALVATORE RICHIEDE UN INCONTRO
Missione interlocutoria, se non altro per il fatto che la prima parte consiste solo ed esclusivamente nel raccogliere gente e scarrozzarla in giro. In ogni caso, Salvatore richiede un incontro con gli altri membri della mafia locale e il vostro compito sarà quello di recuperare Luigi, Toni e Joey con la limousine che potrete prendere al garage di quest'ultimo.
Comincerete proprio da qui: per proseguire andate a prendere Luigi al distretto a luci rosse (suonate il clacson per chiamarlo) e completate il giro con Toni che si trova al suo ristorante a Saint Mark.
Quando avrete caricato anche l'ultimo socio, la Triade cercherà in tutti i modi di impedirvi di raggiungere la villa di Salvatore dove si terrà il meeting, e per farlo opteranno le maniere pesanti.
Infatti, tutti i camion di pesce della Triade si movimenteranno per impedirvi di arrivare interi a destinazione e in più, come se non bastasse, troverete altri due camion a completare una sorta di posto di blocco proprio all'ingresso della villa sul mare di Salvatore. La strategia migliore è quella di evitare qualsiasi tipo di provocazione e collisione con i camion della Triade, sfondando invece con decisione il posto di blocco davanti alla villa: occhio a non andare troppo veloci, perché potreste ritrovarvi sulla spiaggia di Portland e questo non è bello...
In ogni caso, dovessero anche inseguirvi fino a dentro la villa, basta entrare nel garage per marcare come completata anche questa missione! Evviva, da oggi i cinesi vi spareranno a vista!

16 - TRIADE E TRIBOLAZIONE
Ma come, non vi appare la T sulla mappa? Già, perché per poter accedere a questa missione è necessario completare almeno la prima di Salvatore, altrimenti nulla! Fatta questa doverosa premessa, ecco che cosa vi attende nella penultima missione per conto di Toni. Le cose si sono messe veramente male e per le strade di Chinatown e in tutta la città si sta consumando una vera e propria guerriglia tra i mafiosi e la Triade cinese. Per far fronte all'emergenza della situazione, Toni vi dirà che è necessario abbattere tre capi clan, colpendo così i cinesi al cuore. Per riuscire nell'impresa, vi metterà a disposizione anche tre uomini armati fino ai denti.
La prima cosa da fare è impossessarsi di una macchina che abbia abbastanza spazio per tutti (un mini van o una stessa macchina della mafia vanno più che bene) e dopodiché iniziare a scorrazzare per la città seguendo i puntini rosa segnati sul radar. Non preoccupatevi di quello che succede per la strada e puntate con decisione ai due leader in città; il terzo, infatti, si trova all'interno della fabbrica del pesce e per entrare dovrete munirvi di un furgone della Triade (dovreste averlo già fatto se vi siete premurati di raccogliere il pacchetto nascosto in precedenza...). Per quanto riguarda i primi due clan leader, potete tranquillamente ricorrere al metodo tradizionale che consiste nell'investirli con la macchina, anche perché saranno circondati da un bel po' di altri cinesi. Per completare l'opera, scendete dall'auto e fate fare ai ragazzi il lavoro sporco.
Per quanto riguarda il leader nella fabbrica a sud, dovrete piazzarvi davanti al cancello con il furgone del pesce e attendere che aprano, dopodiché una volta dentro potrete far saltare tutto quanto: l'alternativa è quella di piazzarsi sulla collina di fianco alla costruzione e lanciare una delle granate datevi da 8-Ball contro i serbatoi di benzina...ciao ciao belli!

17 - PESCE ESPLOSIVO
Siamo arrivati all'ultima missione di Toni, il capitolo che segnerà la fine della guerra con la Triade cinese. Ancora una volta, il centro dell'attentato sarà la fabbrica di pesce dei cinesi: questa volta, però, non dovrete rubare nessun mezzo, ma procedere a un'operazione un po' più delicata, ovvero piazzare un'autobomba all'interno della fabbrica.
Per intrufolarvi non dovrete fare altro che recuperare un camion della spazzatura dalla Turale Head Fish Company (segnata sulla mappa), e condurre il Trashmaster il più tranquillamente possibile fino all'ingresso della fabbrica. Se prenderete troppi colpi, infatti, il camion potrebbe saltare prima di arrivare a destinazione, quindi fate attenzione a non far riempire la barra del danno oltre il limite consentito.
Una volta davanti alla fabbrica, attendete che il cancello si apra ed entrate senza scendere dal camion: a questo punto, posizionate il bestione vicino alle taniche di combustibile, innescate la bomba (CAPS LOCK di default) e schizzate via il più lontano possibile. La deflagrazione dovrebbe aver spedito al creatore tutti i cinesi nella zona, ma vi conviene salire subito su un furgone e darvela a gambe. Tanto, qui non c'è più niente che possa interessarvi. Bene, ora tocca a Salvatore... La soluzione completa di Grand Theft Auto 3

LE MISSIONI DI SALVATORE

18 - L'AUTISTA
Come già detto precedentemente, questa missione deve essere svolta obbligatoriamente dopo la quindicesima e le successive di Toni che verranno sbloccate. Dunque: il boss Salvatore vi chiederà di accompagnare in giro la bella Maria, una tossica arrogante alla quale piantereste volentieri una pallottola in fronte. Grazie al cielo, Maria ha la spiccata attitudine a cacciarsi nei guai da sola, quindi entro breve le vostre preghiere potrebbero quasi essere soddisfatte...La prima tappa della sballata è il suo amico Chico, semi spacciatore che le suggerirà di andare a cercare pasticche o altro al rave party che si sta tenendo in un magazzino del Molo Atlantico.
Non appena sarà tornata a bordo della limousine, portate Maria fino al magazzino indicato sulla mappa e quando sarete arrivati fermatevi: fate scendere la tipa, dopoiché posteggiate la limousine lontano dalla porta.
In un battibaleno, l'intero molo pullulerà di camion di SWAT e polizia, pronti a tutto pur di impedire il proliferare di questo traffico di droga. In un attimo, il posto diventerà caldissimo, con piombo che volerà da tutte le parti. E quella fusa di Maria? Dopo qualche secondo, apparirà anche lei e comincerà a correre verso la macchina. A quel punto gli agenti che finora vi avevano ignorato cominceranno a sparare all'impazzata, e non appena Maria sarà seduta sulla limousine dovrete cominciare una corsa frenetica inseguiti da mezza polizia della città. Al contrario della missione della rapina alla banca, però, non dovrete passare al Pay & Spray, ma puntare direttamente alla villa di Salvatore: infatti, non appena sarete riusciti a entrare nel garage la missione avrà termine, alla faccia delle pattuglie che vi avranno seguito fin qui...Una questione di rapidità di manovra e di freddezza...

19 - TAGLIARE L'ERBA
Missione abbastanza semplice se siete dei buoni guidatori e avete sufficiente sangue freddo: un bell'inseguimento a distanza in macchina come nei film! Il vostro scopo è quello di scovare la talpa che si annida tra gli uomini di Salvatore: il principale indiziato e Ricciolo Bob, che lavora nel locale di Luigi, il Sex Club 7. Dovrete attendere che l'uomo esca dal locale e che salga sul taxi che lo attende fermo in strada, dopodiché seguirlo a debita distanza; avvicinandosi troppo, infatti, si rischia di far salire l'indicatore della paura di Ricciolo Bob.
Se la barra dovesse riempirsi al massimo, significherebbe la fine della missione. Insomma, seguire il taxi a debita distanza non è un'impresa ardua, ma perderlo perché lo si sta seguendo troppo da lontano è veramente semplice. Una delle soluzioni più funzionali che ho usato è stata quella di guidare con la visuale in prima persona, in modo da non perdermi un solo movimento del mezzo di Ricciolo Bob.
Quando questo sarà arrivato a destinazione al porto, potrete assistere a un breve filmato in cui Bob spiattellerà dei segreti di Salvatore in cambio di una dose di Spank. Non appena la cinematica sarà terminata, inseguite Ricciolo Bob con un mezzo qualsiasi e investitelo prima che questo possa fare fuoco troppe volte con la sua letale arma. Qualcuno dice anche che se rubate un taxi e vi piazzate davanti al locale, Ricciolo Bob salirà sul vostro dicendovi la strada e risparmiandovi la fatica di seguirlo. Vi risulta?

20 - BOMBARDA LA BASE: ATTO 1
Missione decisamente interlocutoria: Don Salvatore vi chiederà come favore personale di distruggere una delle fabbriche di Spank del cartello colombiano della droga. Per portare a termine il lavoro, però, vi dirà che avrete bisogno dell'aiuto di 8-Ball, il quale vi aspetta al suo laboratorio. Una volta arrivati a destinazione, questi vi dirà che ha bisogno di una mano e che può procurare tutto l'occorrente con 100000 $. Ovviamente, si potrà tornare da lui quando si avranno abbastanza soldi.

21 - BOMBARDA LA BASE: ATTO 2
Arrivati a questo punto, se non avete avuto le tasche bucate, dovreste avere abbastanza soldi per comprarvi l'intera città (io ero intorno ai 220000 $ senza aver fatto le missioni extra). Quando tornerete da 8-Ball con abbastanza grana, questo uscirà con del plastico e un eccezionale fucile di precisione per concludere la seconda parte del lavoretto.
La nave davanti alla quale avete uccio Ricciolo Bob è in realtà una fabbrica di Spank clandestina e dovrete aiutare 8-Ball a salire a bordo e piazzare l'esplosivo: il vostro socio partirà non appena sentirà il primo colpo esploso da voi! Prima di tutto, è necessario trovare una posizione consona, ovvero il tetto di fronte alla nave che è raggiungibile dalle scale: una volta in cima, bisogna posizionarsi in modo da vedere tutte le sentinelle, comprese le due che si trovano davanti al pontile per salire sulla nave. Allora, se su PS2 questa missione risultava essere abbastanza complicata per l'impiego del pad, su PC diventa di una facilità disarmante nel momento stesso in cui si decide di usare il mouse (anche se in realtà si sta giocando tutto con il pad).
Non appena trovata la posizione, impugnate il vostro fido mouse e comportatevi come in un normalissimo FPS: con i tasti PAGUP e PAGDWN si zooma vicino o lontano, mentre con il tasto sinistro del mouse si spara. Semplice, no? NOTA: i soldi vi verranno detratti solamente in caso di missione completata con successo. In caso di fallimento, verranno riaccreditati sul vostro conto!
In rapida successione, partendo da quelli a terra, dovrete eliminare tutti i colombiani prima che questi possano nuocere a 8-Ball: quado la strada sarà libera, l'esperto di bombe piazzerà la carica e potrete assistere al filmato della conflagrazione comodamente seduti sul tetto. Anche questa è andata!
Bene, a questo punto il mio suggerimento è quello di perdere un po' di tempo a finire tutte quelle missioni extra, la raccolta dei pacchetti segreti e le missioni di El Diablo, perché poi sarà veramente impossibile circolare tranquillamente...

22 - ULTIME RICHIESTE
Cronologicamente, questa dovrebbe essere l'ultima missione da svolgere a Portland prima di passare a Staunton Island. Salvatore vi inviterà a prendervi cura di una macchina all'interno della quale sono state spiattellate delle cervella in puro stile Pulp Fiction. Salite a bordo di un mezzo qualsiasi e recatevi verso la macchina indicatavi dal boss: non appena arriverete nei pressi della Cheetah, Maria vi contatterà con il cercapersone e vi avvertirà che la macchina è una trappola. Per qualche motivo, Salvatore pensa che voi lo stiate tradendo e l'unica soluzione è quella di raggiungere Maria a Callahan Point (nel tunnel che dà sul mare a destra).
Qui scoprirete le connessioni tra Maria e Asuka, un membro della Yakuza (e vai, ci mancava anche la mafia giapponese, siamo a posto!): l'impasticcata vi dirà che vi ha cacciato in un mare di guai senza sapere perché e per il momento l'unica cosa sicura è raggiungere Staunton Island; salite sul motoscafo (approfittatene per prendere il pacchetto segreto numero 4) e raggiungete l'altra banchina per dire di poter avere completato la prima parte di questa maledetta città. Ovviamente, potrete tornare a Portland quando volete, perché il ponte è stato finalmente riparato... La soluzione completa di Grand Theft Auto 3

LE MISSIONI DI EL BURRO

23 - TURISMO
La prima missione di El Burro è abbastanza anomala (non che le altre siano più sensate): si tratta di una gara in piena regola con altri veicoli per le strade della città. L'unica regola è il passaggio attraverso dei checkpoint. Tanto per cominciare, vi serve una macchina adatta alla corsa: non puntate su mezzi esclusivamente veloci, anche se i vostri avversari sono quattro Cheetah (l'equivalente della Ferrari). È molto importante che la macchina abbia una buona tenuta di strada e che non esploda al minimo contatto: ecco perché, secondo la mia modestissima opinione, il mezzo ideale con cui fare la gara è una macchina della polizia.
Ottima velocità, tenuta di strada notevole, buona resistenza ma, soprattutto, si ha la possibilità di usare la sirena che nella stragrande maggioranza delle circostanze è determinante per liberare la strada da traffico indesiderato. Vi ci vorrà sicuramente qualche tentativo, anche perché la conoscenza del mini circuito è abbastanza fondamentale, ma non è da escludere che durante la gara possano succedere incidenti o altro, magari provocati da voi: insomma, non esiste una strategia vera e propria, ma gareggiare con la macchina della polizia è senza dubbio un buon inizio!

24 - IO GRIDO, TU GRIDI
Missione decisamente divertente che però va affrontata tenendo presente alcune cose. Tanto per cominciare, il lavoro consiste nel far saltare per aria un po' di membri della mafia, attirandoli in una trappola: l'esca in questione è un camioncino dei gelati che però può essere utilizzato anche per un altro scopo, salvaguardandolo dall'esplosione.
La prima cosa da fare è recuperare il camioncino che si trova segnalato sulla mappa, dopodiché passare da Ammo Nation a recuperare un po' di armi.
Siccome questo mezzo è abbastanza raro, vi conviene non farlo saltare e al termine della missione portarlo al garage di Portland (succederà che più avanti servirà...): per il resto, una volta raggiunto il Molo Atlantico, posizionate il camioncino sul cerchio blu con la campanella (attivabile con il tasto del clacson) e allontanatevi nascondendovi. I mafiosi salteranno fuori e si dirigeranno verso il camioncino come api sul miele: voi potrete saltare fuori e, a colpi di mitragliatrice e facendo attenzione a non distruggere il camion dei gelati, sbaragliare la cricca.
Recuperate le loro armi, andate a salvare la posizione (mettendo il furgone nel box, ma forse non ci entra...) e poi portatelo al garage di Portland. Evviva, abbiamo quasi finito...

25 - IL BATTESIMO DI FUOCO
Missione molto divertente che segnerà definitivamente l'inavvicinabilità al quartiere Chinatown. Nascosto in un vicolo (dove normalmente si trova una Violenza) c'è un lanciafiamme con il quale El Burro vuole che sterminiate 25 membri della Triade in un paio di minuti. Il lanciafiamme è davvero un'arma gagliarda e vi permetterà di friggere anche a debita distanza la maggioranza dei nemici (che comunque non vi attaccheranno per qualche strano motivo, anche se l'idea di menare uno che ha addosso un inceneritore che cammina non mi entusiasmerebbe!). Tranquilli, potete fraggare anche i poveri passanti senza incappare in nessun tipo di pericolo però questi ultimi non saranno rilevanti nel conteggio e, se farete scorribande troppo vicini alla polizia, state pur certi che qualche agente potrebbe avere qualcosa da dire...
In ogni caso, ricordatevi che un cadavere non viene conteggiato fino a quando questo non sarà realmente morto, ergo vuol dire che sono necessari un paio di secondi prima che uno frigga del tutto: quindi, tenete la cosa ben presente, perché potrebbe capitarvi di arrivare sul filo di lana...

26 - GROSSO E ARTERIOSO
Bene, siamo arrivati così alla penultima missione per questa prima parte di gioco (l'ultima, ve lo ricordo, deve essere Ultime Richieste di Salvatore) .
Un tipo ha rubato l'incredibile pubblicazione di El Burro "Un asino si fa Dallas" (wow) e intende spacciarla in giro: il vostro compito consiste nel salire a bordo di un camion parcheggiato fuori dal parco e partire all'inseguimento delle riviste lasciate cadere dal mezzo del tipo strafatto di Spank.
Questa è una delle prime missioni a tempo che potrebbe dare qualche problema, almeno fino a completo apprendimento del "tracciato" da percorrere: la parte finale è l'eliminazione del tipo, ma basta semplicemente proseguire la corsa con il furgone per investirlo e chiudere i conti. A quel punto, riportate il furgone con il quale avete raccoltole riviste fino al porno shop XXX MAGS che si trova nel distretto a luci rosse (e dove, altrimenti?)

LE MISSIONI DI ASUKA

27 - SAYONARA SALVATORE
La prima missione di Asuka non è certo quella che si suol dire una passeggiata. Come segno di massima fiducia, la Yakuza vuole che uccidiate il vostro vecchio datore di lavoro, Salvatore, prima che questo riesca a raggiungere il suo rifugio. Questa è una di quelle missioni da completare in più modi e qui di seguito ne troverete illustrate tre.
Il primo, devo ammettere anche un po' fortunoso, consiste nel raggiungere il luogo di partenza di Salvatore nel Distretto a Luci Rosse: prima di tutto, bisogna equipaggiarsi con un mezzo veloce e pesante (una macchina della polizia oppure una della Mafia stessa fanno al caso vostro); quando la carovana di macchine della Mafia comincia a marciare verso la villa di Salvatore, cercate di interrompere la fila tamponando la macchina del boss e poi cercate di farla saltare per aria: come vi dicevo, questa opzione richiede anche molta fortuna; se non si riesce a incastrare la macchina, bisognerà ricorrere alle maniera forti ma il rischio che la vittima scappi è molto alto. Io per esempio, mi sono visto in diretta l'autista di Salvatore che, preso dal panico perché lo stavo seguendo, si è buttato come un pesce giù dalla scogliera arrivando a tutta velocità (forse perché si attendeva un posto di blocco da sfondare).
La seconda opzione, consiste nel munirsi di fucile da cecchino e posizionarsi sull'edificio dirimpetto al club e attendere che il boss esca allo scoperto: un solo colpo ben piazzato in testa dovrebbe mettere fine alla storia.
La terza variante, consiste nel munirsi di granate e lanciarne a profusione verso la carovana di macchine della mafia innescando una serie di esplosioni a catena che coinvolgerà anche la macchina su cui viaggia Salvatore. Quando avrete eliminato il vecchio boss, non appena cercherete di tornare a Staunton Island, il pager vi avviserà che King Courtney vuole parlarvi ed, eventualmente, assegnarvi del lavoro...

28 - SOTTO SORVEGLIANZA
Oh, una bella missione assortita che vi metterà nelle condizioni di sparare, tamponare e cecchinare tutto in una volta. La prima cosa da fare è quella di munirsi di un mezzo robusto (basta un monovolume), recarsi da Ammunation e comprare un bel fucile di precisione.
Recatevi da Asuka a prendere la missione e questa vi dirà che bisogna far fuori delle spie della mafia dislocate in giro per Staunton Island. Durante il filmato interlocutorio, farete conoscenza con Kenji, il quale vi dirà che ha del lavoro per voi e di recarvi al casino se avete bisogno...
Il tempo per portare a termine la missione è di sei minuti e mezzo e dovrete visitare tre zone differenti e agire in maniera rapida ed efficiente. La prima tappa della missione è il Parco Belleville: al centro dell'isolotto nello stagno, si trovano due spie che potrete far fuori semplicemente prendendo il mezzo anfibio parcheggiato di fianco alla casetta, oppure cecchinando nascosti tra i cespugli.
La seconda parte della missione è più semplice, visto che i mafiosi si nascondono all'interno di un furgone nella zona di Bedford Point: tutto quello che bisogna fare è tamponare il mezzo indicato dalla canonica freccia blu, dopodiché fare una poderosa retromarcia, attendere che gli uomini escano dal veicolo e stirarli alla grandissima (in alternativa potete lanciare delle granate sul mezzo ancora prima che questi saltino fuori, se le avete comprate da Ammunation o avete raccolto abbastanza pacchetti speciali per farle apparire al vostro nascondiglio - e se avete seguito una certa logica, dovrebbe essere così).
Bene, la terza e ultima parte è un pochino più difficile in quanto bisogna prima di tutto raggiungere il casino di Kenji, salire in cima al palazzo utilizzando le scale e, da qui, cecchinare tutti gli agenti della mafia che si trovano appostati sul palazzo di fronte. Con un po' di sangue freddo e aiutandosi con la protezione delle ringhiere, riuscirete a liberarvi anche di questa missione in tempi abbastanza utili (e poi cecchinare con il mouse, ve lo ricordo, è tutta un'altra cosa...).

29 - STRONCA I PAPARAZZI
Prima vera missione "navale" che consiste nel far fuori un paparazzo che si è avvicinato troppo alla villa di Asuka alla ricerca di qualche scatto compromettente (ah, se l'avessero fatto con il Rino Barillari, quanto gossip ci saremmo persi in questi anni!).
Missione già di per sé non troppo facile, se poi avete la sfortuna di incappare in una giornata di nebbia fitta, ancora peggio: prima di tutto, bisogna scendere il pontile sotto la casa di Asuka e prendere una barca per raggiungere il successivo e qui salire a bordo della motovedetta della polizia, armata di una mitragliatrice. Esistono comunque almeno due soluzioni per portare a termine la missione.
La prima consiste nel seguire la barca del paparazzo il più vicino possibile per sparare e non perderne le tracce; è dura, ma si può fare...
La seconda ipotesi invece, prende in considerazione un inseguimento in piena regola finché il fotografo non attraccherà a Staunton e continuerà la sua fuga a piedi, una condizione decisamente più agevole.
Insomma a voi la scelta, ma se andate di fretta, meglio la prima...

30 - GIORNO DI PAGA PER RAY
Quella che sulla carta sembra essere una missione decisamente semplice, si rivela essere invece decisamente ostica se non la si affronta con la giusta determinazione. Fondamentalmente, si tratta di consegnare dei soldi a Ray per un'informazione ricevuta il quale, a causa della sua grande paranoia, vi coinvolgerà in un gioco a tappe a tempo in cui dovrete raggiungere dei telefoni in un certo ordine, sulla falsariga della terza pellicola della serie Die Hard With A Vengeance.
I punti da raggiungere prima che il tempo limite di tre minuti scada sono quattro e tutti molto distanti: la macchina migliore per affrontare questa missione è una Banshee, ma in alternativa potete sempre ricorrere a una Yakuza oppure a una Infernus.
Quando avrete raggiunto il quarto checkpoint (nell'ordine, Torrington, Parco Belleville Ovest, Liberty Campus, Parco Belleville Sud), il tempo si fermerà e Ray vi darà appuntamento nei bagni del parco. Raggiungete il circolo blu e oltre ad avere completato la missione, una nuova lettera apparirà sulla mappa di Staunton Island: altre missioni in arrivo!

31 - DOPPIA FACCIA
Il titolo originale di questa missione era Two Faced Tanner, guarda caso il nome del protagonista di Driver e relativo seguito. Asuka vi dirà che la Yakuza ha scoperto un infiltrato della polizia tra di loro e il vostro compito è quello di levare di mezzo la spia a tutti i costi. Come al solito, si tratta di una bella missione di inseguimento con tanto di uccisione finale: lo spione infatti, abbandonerà il casino non appena vi posizionerete al centro del segnale blu a bordo di un automobile abbastanza classica.
Il bello viene nel momento in cui cercherete di cominciare a danneggiare il veicolo tamponandolo: improvvisamente appariranno poliziotti da tutte le parti e le stellette balzeranno istantaneamente a quattro, con il conseguente arrivo di elicotteri e camion, nonché macchine della polizia da ogni dove.
La soluzione migliore per affrontare questa missione è senza ombra di dubbio quella di munirsi di un mezzo decisamente pesante tipo il Flatbed che vedete anche nella foto.
Con un veicolo così grosso e ben corazzato, non dovreste avere problemi di sorta a fare quello che vi pare con la macchina del doppiogiochista, anche se non dovete perdervi d'animo se la polizia si mette in mezzo: la tattica migliore è quella di tamponare il veicolo illuminato con la freccia e spingerlo di prepotenza verso un angolo o uno spigolo, sfruttando così il possibile effetto ribaltamento. In alternativa, si può sempre sparare qualche colpo di Uzi dal finestrino, ma credo che il Flatbed sia la soluzione migliore. Quando la macchina sarà incendiata o ribaltata, la spia sguscerà fuori e voi potrete investirlo come dei criminali quali siete e porre fine, oltre che all'esistenza del vecchio Tanner, anche alla missione...Istantaneamente, lo stato d'allerta delle forze dell'ordine rientrerà come per magia e voi potrete scorrazzare belli contenti di avere terminato le missioni di Asuka... La soluzione completa di Grand Theft Auto 3

LE MISSIONI DI KENJI

32 - LA FUGA DI KANBU
Il fratellino di Asuka non scherza per niente e, soprattutto, non si fida dei gajin (i bianchi). Questa missione, è il banco di prova per conquistarsi la fiducia di del nanerottolo pelato! Come? Semplicemente facendo evadere kanbu, uno dei membri più importanti della "famiglia".
La prima cosa da fare è impossessarsi di una macchina della polizia e potrete farlo semplicemente andando nel parcheggio della centrale (dove c'è anche la prigione), oppure fermandone una in mezzo alla strada (tentate di aprire la portiera dal lato passeggero: lo sbirro scenderà dall'auto per venirvi ad arrestare e voi potrete velocemente fare il giro nel senso di marcia opposto per salire ratti come delle folgori sul mezzo e schizzare via prima che vi possano arrestare...).
Una volta in possesso del mezzo della polizia, potrete recarvi alla succursale di 8-Ball a Staunton Island, segnata sulla mappa da un pallino rosso: l'idea è quella di intrufolarsi nel cortile della prigione e far saltare un muro per permettere a Kanbu di fuggire e salire in macchina con voi; dopo che la bomba sarà stata piazzata sul veicolo della pula, tornate al carcere e fermatevi davanti al cancello per farvi aprire automaticamente, dopodiché seguite la strada fino al punto blu, scendete e azionate la bomba. Mettetevi al sicuro, magari già prendendo un mezzo per la fuga e non appena l'eslposione libererà Kanbu dalla sua prigione, scegliete un mezzo per la fuga. Oltre al cellulare e una macchina della polizia normale, non troverete mezzi in questa parte della stazione di polizia, quindi salite su uno dei due (io ho optato per il cellulare, più resistente): il livello di criminalità è a tre stellette ma può essere portato subito a due uscendo dall'altro lato del cancello che porta ai sotterranei; in un vicolo troverete una stella per abbassare l'attenzione della polizia.
Per riuscire a portare Kanbu a destinazione, dovrete far perdere completamente le vostre tracce agli sbirri raccogliendo altre due stellette, oppure correre come dei disperati fino al Pay And Spray. Qui potrete cambiare i connotati a una vettura normale, visto che sui mezzi della polizia non vengono operate riparazioni e cambi di verniciatura e telaio: davanti alla rampa che conduce al Pay And Spray però, troverete proprio quello che cercate, una bella Blista parcheggiata in un garage proprio davanti a voi!
Cercate di arrivare con il veicolo della polizia che state guidando il più vicino possibile alla monovolume, scendete e rapidamente salite sulla Blista, assicurandovi che Kanbu non rimanga indietro o colpito dal fuoco della polizia. A questo punto fate una rapida inversione, salite la rampa ed entrate nel Pay And Spray: paradossalmente, la polizia non si accorgerà del cambio appena fatto, il livello delle stellette tornerà normale e voi potrete tranquillamente scarrozzare il buon Kanbu fino al dojo di Bedford Point.

33 - GRAND THEFT AUTO
Dalla missione che dà il titolo al gioco mi aspettavo qualche cosa di più impegnativo, in realtà l'unico vero ostacolo è il tempo, ma nemmeno poi tanto. Kenji vi dirà che per saldare un debito d'onore vuole regalare a un amico delle macchine come segno di riconoscenza (e bravo, comprale no, invece di rubarle...), il tutto in un tempo prestabilito.
Il luogo di consegna è un garage nella zona del Pay And Spray che avete visitato nella missione precedente: l'unico accorgimento che bisogna avere verso le macchine è che devono essere in condizioni perfette perché possano essere parcheggiate nel garage: in caso la carrozzeria dovesse ammaccarsi, vi toccherà far riparare il veicolo (peraltro a vostre spese) presso il Pay And Spray e poi parcheggiare.
La soluzione migliore è quella di raggiungere una delle macchine (segnalate da un puntino viola scuro) e portarla a destinazione il più velocemente possibile senza prestare troppa attenzione alla carrozzeria: prima di parcheggiarla dentro l'apposito garage, fatela riparare al Pay And Spray (impiega cinque secondi) e poi parcheggiate nel garage a fianco.
La vera abilità di questa missione consiste nel trovare dei percorsi alternativi che facciano guadagnare secondi, ma tenete presente che se non danneggerete il veicolo, risparmierete un mucchio di tempo!

34 - STRONCA IL PATTO
L'ennesima guerra tra bande sta per consumarsi per le strade di Liberty City: la Yakuza non riesce a scacciare il cartello colombiano dalla città e questa volta tocca a voi interrompere il patto che lo lega ai giamaicani con una semplice operazione di pulizia, anche se in realtà dovrebbe trattarsi di un incontro.
La prima cosa che vi serve per raggiungere il rendez vousz è una vettura degli Yardie, facilmente identificabile dal colore della carrozzeria (violetto), dal tettuccio (ocra tendente all'oro) e dagli interni (leopardati): la macchina del vero tabbozzo! Insomma, per trovarla basta girovagare un po' e quando sarete finalmente in possesso del mezzo giusto, seguite il GPS per recarvi alla prima sosta in cui dovrete recuperare il contatto necessario per sapere dove si terrà l'incontro. Un altro accorgimento: premuratevi di avere con voi delle granate, vi torneranno utili!
Non appena l'uomo sarà salito a bordo del mezzo, puntate decisi verso il parcheggio dell'ospedale di Staunton Island (se siete morti almeno un paio di volte, non dovreste avere difficoltà a rintracciarlo...). Una volta giunti a destinazione, parcheggiate sul cerchio blu e suonate il clacson per fare apparire i colombiani, i quali cominceranno a spararvi addosso: investite quelli davanti a voi, poi di riparo dalle vetture parcheggiate, allontanatevi e tirate una granata; perché la missione sia da considerarsi completa, dovrete eliminare tutti i colombiani presenti e anche i loro mezzi!
Quando la vostra opera di distruzione si sarà conclusa, raccogliete la valigetta e riportatela al casino, questa volta proseguendo lungo il tunnel che conduce al parcheggio sul retro. E anche questa è fatta!

35 - SHIMA
In questa missione, almeno inizialmente, non dovrete fare altro che recuperare delle valigette contenenti il pizzo per una presunta "protezione" che la Yakuza fornisce ai negozianti della zona.
Procuratevi un bel mezzo veloce e recuperate le tre valigette da Torrington, Bedford Point e al Parco Belleville.
Scoprirete che quest'ultima riscossione sarà un po' più difficile delle altre, visto e considerato che il tizio che vi doveva pagare è appena stato rapinato da una banda. E chi sarà mai così pazzo da mettersi contro la Yakuza? Beh, lo scoprirete presto...In ogni caso, dovrete necessariamente tornare a Portland, dove la gang si è ritirata dopo la rapina: seguendo il puntino luminoso segnalato sul GPS, tornerete nella vecchia Hepburn Heights, proprio nei pressi del quartier generale dei Diablo, i responsabili del furto.
Bene, a questo punto le varianti sono due: scegliere un veicolo abbastanza resistente agli spari, oppure giocare di astuzia e colpire da lontano; nel primo caso, c'è ben poco da dire: quando avrete scelto il mezzo idoneo (un bel furgone è più che adatto), avvicinatevi ai Diablo e investiteli prima che questi possano aprire il fuoco in maniera violenta e comunque voi potrete sempre fare bella figura sfoderando il vostro Uzi fuori dal finestrino. La seconda alternativa, prevede l'utilizzo del fido fucile da cecchino (nel caso non l'abbiate, munitevene presso Ammunation): il quartier generale dei Diablo infatti, è proprio sopra la fermata del treno di Portland e salendo le scale, vi ritroverete in una posizione decisamente confortevole per abbattere tutti i criminali prima di fare il vostro ingresso trionfale per recuperare il maltolto.
Quando avrete sdraiato tutti i Diablo, raccattate la valigetta e fate ritorno al casino di Kenji su Staunton Island e più precisamente nel parcheggio sul retro...

36 - VENDETTA
Porca miseria, Kenji non ha preso bene il vostro comportamento nella missione precedente, ritenendovi responsabili del fallimento nel far saltare l'accordo tra giamaicani e colombiani. Il risultato è che adesso la strada pullula di spacciatori di Spank ed è una cosa inammissibile!
La vostra missione per conquistare il cuore di Kenji è di uccidere almeno otto spacciatori colombiani prima che questi spariscano nel nulla e in genere questo avviene in un breve periodo di tempo. Sebbene non ci sia nessun cronometro attivo, si tratta di una missione a tempo in cui dovrete dimostrare tutta la vostra abilità al volante per riuscire nell'impresa.
Salite subito a bordo del primo mezzo super veloce che trovate (Infernus, Polizia, Cheetah, Stinger, Banshee), dopodiché cominciate ad andare in direzione dei puntini verdi più rapidamente che potete. Gli spacciatori sono tutti molto ben riconoscibili dalla presenza della freccia blu, quindi non dovreste aver problemi nell'identificarli: se andate abbastanza veloce, potete sempre ricorrere alla classica tecnica della "carica" per tritare letteralmente i vostri nemici, non perdere tempo e vivere felici. Siate molto rapidi e privilegiate, se potete, i puntini che sono sulla mappa da più tempo...Buona fortuna!

LE MISSIONI DI RAY

37 - FAI TACERE L'UCCELLINO
Un tipo ha cantato e a Ray questa cosa non è che sia andata molto a genio, ed è per questo che il vostro primo lavoretto per voi, consiste nell'eliminare un tale di nome McAffrey, attualmente rintanato nel suo appartamento e sotto sorveglianza della polizia.
Missione anomala e che può mettersi male se non si seguono sin da subito, alcuni accorgimenti essenziali: tanto per cominciare, dovrete piazzare una bomba all'interno della casa del testimone, lanciandola attraverso una finestra aperta; in seconda istanza, dovrete fronteggiare la fuga del testimone e la conseguente apparizione di tonnellate di polizia a sua protezione.
Ed ecco entrare in gioco la subdola tattica: mentre vi dirigete nel punto in cui si trova l'abitazione del pentito, premuratevi di perdere del tempo a cercare un veicolo di grosse dimensioni come il Thrashmaster, il Caserma OL, piuttosto che un Flatbed o un Bus. L'abitazione infatti dà su un cortile quadrato con due uniche via di uscita: il punto consiste nel bloccare i due vicoli e di conseguenza l'uscita dal cortile di McAffrey al momento della fuga. Prima di far tutto però, assicuratevi di avere delle granate nel vostro arsenale, altrimenti procuratevele (devo ancora dirvi dove?).
Bene, quando avrete bloccato le uscite del vicolo, lasciatevi uno spazietto per una fuga a piedi: durante tutto questo, un mini filmato dovrebbe avervi illustrato l'ubicazione della finestra della casa di McAffrey; allineatevi come mostrato nella foto e lanciate una granata nella finestra aperta, poi fuggite dallo spazietto lasciato aperto in precedenza. Così facendo, la via di fuga di McAffrey sarà bloccata e voi potrete lanciare le granate rimanenti all'interno del cortile centrando i veicoli della polizia che lo scortano e che usciranno improvvisamente dai garage circostanti! Cercate di far saltare il mezzo con tutto quello che avete a vostra disposizione e anche questa missione sarà terminata!

38 - A CORTO D'ARMI
Oh, finalmente una bella missione da carneficina gratuita! Un amico di Ray ha un negozio di armi a Rockford e visti i recenti sviluppi, teme che possa essere attaccato dal cartello colombiano e voi dovrete aiutarlo a resistere. Ci sono parecchi modi per affrontare questa missione, ma quello più "redditizio" è senza ombra di dubbio l'impossessarsi del camion Caserma OL presente nel cortile. Non perdete nemmeno tempo ad armarvi, in quanto il rischio di essere sopraffatti dai colombiani è veramente grosso: piuttosto, attendete l'arrivo dei nemici a bordo del camion e, non appena questi saranno scesi dai loro mezzi, investiteli con violenza e accanitevi sui superstiti; la grande corazza del camion dovrebbe tenervi al sicuro da eventuali esplosioni, ma siate comunque celeri, soprattutto per impedire la morte di Phil.
Provateci, è divertente!
Al termine della missione, potrete impossessarvi delle armi lasciate a terra dai colombiani: d'ora in avanti, potrete acquistare qui armi pesanti come il lanciarazzi o l'M4.

39 - ELIMINA LE PROVE
Missione "alternativa" e divertente: un importante uomo d'affari è minacciato di sputtanamento qualora dovessero essere rese pubbliche delle foto un po' più che osè che lo ritraggono.
Tutto quello che dovete fare è cercare una macchina abbastanza resistente e veloce, inseguire il camion e colpirlo finché non lascerà cadere tutte le prove che ha a bordo; quando le avrete raccolte tutte, distruggete l'automobile che state guidando. Come, decidetelo voi...Missione compiuta e Donald Love apparirà sulla mappa come nuovo datore di lavoro!

40 - FUORI A PESCARE
Nuova missione peschereccia: Ray vuole regolare i conti con un tale che pensa lo stia tradendo e che si può trovare a pescare nei pressi di Portland Rock.
La prima cosa da fare è recuperare una barca della polizia e quella situata in fondo al pontile sotto la casa di Asuka fa al caso vostro. Una volta a bordo, raggiungete il punto indicato sulla mappa e quando vi avvicinerete abbastanza scoprirete il "pescatore" intento nel suo barbaro lavoro.
Con la lancia della polizia potrete sparare e seguire la barca del tipo senza troppi problemi: l'unica cosa cui dovete prestare attenzione assolutamente sono le bombe che il "pescatore" lascerà cadere alle sue spalle con regolarità. Dovesse riuscire a raggiungere la spiaggia, non mollate e provate a investirlo con la barca...Occhio all'esplosione finale, però...

41 - STRONCA L'INFILTRATO
Missione di inseguimento e rissa finale, nemmeno troppo semplice se viene affrontata con lo spirito e, soprattutto, il veicolo sbagliato. Dovrete infatti intercettare ciò che rimane di quel maledetto pentito di McAffrey: sono riusciti a strapparlo alla morte e il vostro compito è quello di finire una volta per tutte il lavoro, insegendo prima l'ambulanza che lo trasporta e poi uccidendo definitivamente McAffrey con armi potentissime visto che è completamente imbottito nel gesso!
Ve lo dico subito: sono un facinoroso del Caserma OL che si può prendere al magazzino di Phil; da un lato è assolutamente certo che il mezzo sia molto lento, mentre dall'altro è garantito che con due spinte al posto giusto, l'ambulanza si ribalterà come una barchetta di carta e quando uscirà il corpo di McAffrey, potrete investirlo e procurargli del danno, altrimenti impossibile con macchine di "peso" minore.
Quando avrete terminato il lavoretto, raggiungete il Pay And Spray per annullare il livello di stelle della polizia e avrete terminato la missione! La soluzione completa di Grand Theft Auto 3

LE MISSIONI DI DONALD

42 - LIBERATORE
Bene, vi conviene seguire pedissequamente l'ordine delle missioni da qui in avanti perché altrimenti non riuscirete a ottenere il 100% del gioco.
Detto questo, la prima missione di Donald è decisamente divertente, perché si tratta di una sorta di salvataggio di prigioniero. I Colombiani infatti, tengono recluso un vecchietto cinese e la cosa non va giù a Donald; tutto quello che dovrete fare è, nell'ordine, recuperare una macchina del cartello colombiano della droga e poi recarvi al garage dove viene tenuto prigioniero il vecchio, far fuori tutti e riportarlo indietro. Facile, no?
Allora, la prima cosa da fare è recuperare una macchina del Cartello, denominata appunto Cartel. Inutile tentare la fortuna: dirigetevi a passo spedito verso Fort Staunton e più precisamente nella zona dei colombiani intorno agli edifici in costruzione (a questo punto dovrebbero spararvi a vista). La macchina del Cartello è quella sorta di pickup colore blu, facilmente identificabile anche per il tipo con il cappello e gli occhiali da sole alla guida.
Una volta che vi sarete impossessati del veicolo, puntate diritti verso il puntino rosa sulla mappa che vi condurrà direttamente al garage in questione: non appena vi avvicinerete al cancello, questo si aprirà per via del veicolo di cui siete alla guida. Arrivati a questo punto, un piccolo trucchetto che però ha funzionato abbondantemente nel mio caso: quando il cancello è completamente aperto, parcheggiate il vostro veicolo esattamente contro la parte sinistra del muro in modo che non si possa più chiudere, dopodiché prima di avventurarvi oltre, tornate sulla strada e scegliete un veicolo abbastanza massiccio. Bene, ora non vi resta che entrare a tutta velocità e stirare più colombiani possibile, facendo attenzione ai danni subiti dal veicolo: quando avrete eliminato tutti i tipi allo scoperto, premuratevi di cercare il cinese, detenuto dentro uno dei garage; appropinquatevi a piedi per fare aprire le saracinesche ma siate pronti a salire in macchina o a sparare a bruciapelo nel caso di fronte a voi dovesse pararsi un colombiano. Quando avrete trovato il cinese (nel garage di fronte a quello in cui si trova il pacchetto segreto), prendete un mezzo e traghettatelo il più tranquillamente possibile fino alla abitazione di Donald Love per terminare la missione.

43 - SPAZZA VIA WAKA-GASHIRA
Ecco la missione che potrebbe precludere il raggiungimento del 100%: Donald infatti, vi commissionerà l'omicidio di Kenji e, a meno che non abbiate fatto di testa vostra, potrete tranquillamente procedere visto e considerato che dovreste avere terminato le missioni del fratello di Asuka.
Questa missione è abbastanza difficile da portare a termine e vi toccherà ripeterla più volte, almeno secondo la mia esperienza (sia su PS2 che su PC mi ha creato qualche problema); Donald infatti vi chiederà di assassinare Kenji con un'auto del Cartello in modo tale da scatenare una guerra tra giapponesi e colombiani!
Come detto nella missione precedente, meglio puntare direttamente al cantiere di Fort Staunton e recuperare la macchina Cartel come spiegato nella missione 41. Il mio consiglio è quello di rimpinguare il vostro arsenale alla grandissima, impossessarvi di una macchina Cartel, salvare la posizione piazzando quest'ultima nel garage privato e poi recarvi a prendere la missione da Donald dall'altro capo della città.
Non appena recupererete il veicolo giusto, sulla mappa apparirà un nuovo puntino che indica la posizione di Kenji e della Yakuza in attesa sul tetto di un garage a Newport. Raggiunto l'edificio, salite le rampe che conducono in cima al garage e, arrivati nei pressi del meeting, una piccola sequenza di intermezzo vi farà vedere la sistemazione della Yakuza e di Kenji; se osservate bene il tetto, noterete che nell'angolo opposto si trova una piccola rampa che rappresenta la via di fuga più rapida dopo l'esecuzione di Kenji, quindi tenetela visivamente presente.
L'obiettivo è come al solito identificato dalla freccia blu sul crapino, quindi non dovreste aver problemi a prenderlo di mira: le complicazioni però sono altre! Non appena metterete piede sulla rampa (NOTA: ricordatevi di non scendere mai dalla macchina, altrimenti la missione terminerà, quindi evitate anche che questa esploda prima di uccidere Kenji), gli uomini della Yakuza cominceranno a spararvi addosso; prendete bene la mira con la macchina, se volete fate un po' di strafe dal finestrino con la mitragliatrice...
Non appena avrete centrato l'obiettivo, improvvisamente vi verranno "addebitate" tre stelle e apparirà l'elicottero della polizia: schizzate verso la rampa e spiccate un balzo nella strada sottostante; a questo punto, abbandonate Newport velocemente e abbandonate la macchina (evitate di andare al Pay & Spray, non serve a nulla) per terminare con successo la missione!

44 - UA GOCCIA NELL'OCEANO
Missione svolta di Staunton Island: completando questa, infatti, si avrà accesso alla terza isola, tornerà Ray e tanto altro! Rispetto alla precedente, quasi una passeggiata, comunque: Donald vi dirà che un piccolo aeroplano sorvolerà il mare intorno a Staunton Island, lasciando cadere sei pacchetti che poi dovrete riportare indietro.
Prima di accettare la missione, procacciatevi un mezzo veloce e quando partirà il tempo, avrete due minuti per avvicinarvi il più possibile all'aeroplano che sorvola il mare. Recatevi il più velocemente possibile verso il vecchio covo di Asuka e scendete lungo il pontile di destra rispetto al sud; sul terzo molo, troverete l'imbarcazione Predator, la lancia della polizia che dovreste avere già usato in una missione precedente.
Questo è infatti il mezzo ideale per non perdere di vista i pacchetti e, soprattutto, per resistere agli attacchi dall'alto: a ogni pacchetto raccolto infatti, il livello di polizia salirà di una stelletta, fino a raggiungere il limite di cinque che vuol dire comunque l'arrivo delle macchine dell'FBI.
Con la Predator non dovreste aver problema a raccogliere i sei pacchetti che l'aeroplano (pallino giallo) lascerà cadere, ma state all'occhio a non perdere di vista i pacchi rimanenti perché potrebbe arrivare una lancia della polizia e mettere fine alla missione se dovesse raccoglierne anche uno soltanto.
Con i sei pacchetti in saccoccia, tornate come delle folgori al pontile sotto casa di Asuka, nella speranza che il fuoco degli elicotteri non vi faccia saltar per aria (in ogni caso, non ingaggiate nessun tipo di duello): lasciato il motoscafo, raggiungete la strada e la situazione si farà subito calda perché non troverete nessun veicolo nei paraggi. Io ho atteso che una macchina dell'FBI cercasse di prendermi investendomi, che gli uomini all'interno uscissero per rubar la macchina sotto i loro occhi. Il massimo è riuscire a rubare un veicolo qualsiasi, ma io sono stato sfortunato perché non ne ho trovati nelle vicinanze. Molto vicino invece, il Pay & Spray (praticamente nella strada subito a destra dopo la salita che porta alla zona residenziale in cui abita Asuka), necessario per riuscire a far sparire le stellette e permettervi di tornare tranquillamente da Donald, indipendentemente dal veicolo che state usando. Tornando in macchina, sentirete un messaggio alla radio che annuncia che gli ingegneri sono riusciti a riparare il guasto al ponte che unisce Staunton Island a Shoreside Vale: da adesso, sarete in grado di visitare anche la terza isola, ma qui c'è ancora qualcosa da fare...

LE MISSIONI DI KING COURTNEY

45 - BLING-BLING SCRAMBLE
Vi ricordate la missione Turismo fatta a Portland con El Burro? Beh, questa è decisamente più facile perché non si tratta di una gara tra veicoli con checkpoint obbligati, bensì di una gara a chi raccoglie prima il maggior numero di pacchetti su quindici.
Procuratevi una macchina abbastanza veloce come la Yakuza o la Cheetah e presentatevi alla partenza proprio dietro lo stadio in Aspatria. Giungeranno altri veicoli, di cui due molto lenti e una Cheetah; non c'è molto da dire: potrete provare a distruggere i mezzi avversari e poi raccogliere tutto (magari se avete il lanciarazzi che si compra al magazzino a nord) in pace e relax. Non è difficile, comunque (io alla prima botta ne ho presi sette, usando la macchina dell'FBI).

46 - UZI RIDER
Missioncina che sulla carta può sembrare difficile, ma che in realtà risulterà essere molto più semplice di quanto crediate. Non appena risposto al telefono, apparirà una Perennial guidata da alcuni Yardie, i quali vi diranno che bisogna fare un'operazione vendicativa nei confronti dei Diablo che stanno importunando Lazy Queen.
Vi verrà donato un Uzi (come se ne aveste bisogno!) e i due tipi vi diranno di guidare tranquillamente fino a Hepburn Heights in quel di Portland e più precisamente nel parchetto dove El Burro ha distribuito missioni per voi!
In teoria, dovreste sparare con l'Uzi dal finestrino per eliminare dieci Diablo (facilmente riconoscibili perché hanno un giubbotto blu con una corona gialla disegnata sulla schiena e un bandana che può essere rosso o blu), ovviamente senza scendere dal veicolo. In realtà, potrete fare come al solito, ovvero stirare con la macchina le vittime predestinate senza sparare un colpo e/o allertare la polizia. Nella seconda ipotesi, potrete sempre raggiungere il Pay & Spray che si trova esattamente dall'altro lato del parco in fondo a una discesa. Quando avrete eliminato dieci Diablo, fate pure ritorno a Staunton Island nel territorio degli Yardie e avrete completato la missione.

47 - CORSA TRA GANGSTERS
Un'altra missione in cui bisogna rubare dei veicoli su ordinazione, ma questa volta la faccenda sarà decisamente più complicata perché uno dei mezzi di cui bisogna impossessarsi è una macchina della Mafia e se di recente avete messo piede dalle parti di Saint Mark, avrete capito che da quelle parti non tira proprio un'aria salutare. Le rimanenti due sono una vettura dei Diablo (la macchina nera con le fiamme dipinte sulle fiancate) e una bella Stinger della Yakuza. Le macchine devono essere riconsegnate al garage indicato dal puntino sulla mappa in buono stato: in caso contrario, dovrete farle riparare al Pay & Spray di turno (comunque, vi apparirà scritto a video quando avete procurato troppi danni alla macchina, ma fino ad allora non preoccupatevi!).
Visto che c'è il rischio di saltar per aria quasi subito, è meglio tornare subito a Portland e cercare di impadronirvi di una macchina della Mafia, che si trova dalle parti di Saint Mark. L'alternativa è quella di raggiungere la casa di Luigi e rubare una macchina direttamente dal cortile senza nessun problema.
Riportatela al garage indicato sulla mappa e avrete ancora due vetture di cui prendervi cura; la macchina dei Diablo la trovate nei pressi del parchetto in cui avete recentemente fatto una strage; la terza e ultima macchina invece, si trova tranquillamente vicino al garage e, se avete la memoria lunga, vi tornerà alla mente che davanti alla casa di Asuka avete sempre visto parcheggiata una Stinger della Yakuza. Quando avrete consegnato anche l'ultimo veicolo, la missione potrà considerarsi conclusa...

48 - VENGA IL TUO REGNO
Ultima missione per il "simpatico" King Courtney che, almeno inzialmente, sembra essere una semplice azione di un veicolo, ma che in realtà si trasformerà nel più classico dei voltafaccia!
Non appena messo giù il telefono, avrete poco più di un minuto per raggiungere il garage indicato sulla mappa (avete presente quello che avete visitato a Bedford Point nella missione Grand Theft Auto?): una volta giunti a destinazione, potrete scendere dal mezzo e salire su quello indicato dalla freccia; improvvisamente però, partirà una sequenza in cui leggerete un biglietto che conclude con un "Muori cane bastardo, muori!". Però, non è un bigliettino di buon compleanno...
E infatti i vicoli che conducono nel garage verranno ostruiti da dei furgoni dai quali scenderanno dei personaggi strafatti di Spank che si faranno esplodere. Non appena terminerà la sequenza, spingete il gas e puntate subito il furgone in alto a destra e cercate di oltrepassarlo prima che da lì scenda una bomba umana. Fermatevi scendete e fate saltare il primo bombarolo che vi verrà incontro e ripetete l'operazione per far saltare anche il furgone...A questo punto salite sulla macchina e fatevi un bel giro agli altri lati del parcheggio per distribuire granate o terminare il lavoro con delle belle raffiche di M4 oppure addirittura di lanciarazzi. Missione veramente difficile ma l'unica possibilità che si ha è quella di riuscire a scappare subito dal garage senza procurare esplosioni, poi il resto sta alla vostra abilità e un po' di fortuna. Io l'avrò ripetuta più di una dozzina di volte...
In alternativa potete provare a scappare sempre dal lato destro e poi svoltare subito a sinistra per trovare un passaggio che conduce a un passaggio leggermente sopraelevato che vi consentirà di distruggere i furgoni e i fattoni (che continueranno a uscire all'infinito dai portelloni) senza troppi patemi.
E con questo avrete finito con King Courtney! La soluzione completa di Grand Theft Auto 3

LE MISSIONI DI RAY – PARTE 2

52 - RICERCATO
La CIA si è interessata al traffico della SPANK e Ray non è più al sicuro: la sua ultima missione per voi consiste nel trasportarlo il più velocemente possibile all'Aeroporto Francis e farlo salire sull'aereo che lo porterà a Miami. Un piccolo particolare: la CIA ha bloccato il ponte che porta a Shoreside Vale, pertanto dovrete prendere il tunnel sotterraneo il cui ingresso si trova a Rockford, alla periferia nord dell'isola tra l'ospedale e lo stadio.
La prima cosa da fare è equipaggiarsi con un mezzo abbastanza veloce e non troppo fragile: il mio consiglio è quello di procurarsi una bella auto della polizia, accendere le sirene e schizzare a folle velocità nel ponte. Prendetevi il tempo che ci vuole, perché fare un incidente nel tunnel vuol dire pregiudicare seriamente le possibilità di successo della missione!
Una volta nel tunnel, andate a sinistra al primo incrocio e poi ancora a sinistra al successivo (seguite le indicazioni che portano all'aeroporto): in fondo al tunnel e dopo aver percorso una rampa infinita, vi ritroverete all'esterno dell'aeroporto; svoltate a sinistra al semaforo e poi subito a sinistra non appena incrocerete il viale principale dell'edificio davanti al quale scaricherete Ray. Dopo il filmato, Ray vi dirà di andarvi a prendere le ultime sue proprietà in uno dei suoi nascondigli che si trova a Staunton Island nel quartiere di Newport. Tornate al tunnel e questa volta seguite le indicazioni per Staunton Island!
Arrivati davanti al garage, questo si aprirà rivelando al suo interno soldi, un lanciafiamme e una fiammante Patriot con carrozzerie antiproiettile: attenzione a come la usate, perché questa sarà l'unica macchina di questo tipo presente in tutto il gioco...

LE MISSIONI DI DONALD – PARTE 2

53 - GRAND THEFT AERO
Missione impegnativa, ma tutto sommato fino a lì: l'unica cosa di cui dovete preoccuparvi è avere munizioni per il fucile da cecchino, altrimenti fare un salto da Ammu Nation.
Donald vi metterà al corrente del fatto che il pacco che state inseguendo da oramai qualche missione, si trova ancora all'interno dell'aeroplano: con un'abile mossa di corruzione, Donald ha convinto le autorità dal posto a recuperare il pacco. Prendete una macchina e lanciatevi in fretta e furia all'aeroporto; per quanto sarete veloci, scoprirete che i colombiani vi hanno preceduti e dovrete ripulire l'hangar per poter recuperare finalmente il pacco dall'aereo.
Se avete seguito le indicazioni, tirate fuori il fucile da cecchino e, riparandovi con la macchina, fate fuori i narcotrafficanti uno per uno.
Fate attenzione a non distruggere l'aereo e impedite che questo prenda danni!
Quando vi sarete sbarazzati della marmaglia di colombiani, entrate nell'hangar e salite sull'aereo per recuperare l'agognato pacco.
A questo punto, uscite dall'hangar e andate verso il camion parcheggiato qua fuori e segnalato sul radar: osservando la scritta sul furgone scoprirete la connessione con la PANLANTIC CONTRUCTION COMPANY, proprio quella che si trova a Fort Staunton a Staunton Island. Attraversate il mare utilizzando il ponte (o se preferite prendete il tunnel Porter) e recatevi al cantiere. Ad attendervi, troverete una selva di colombiani insediati all'interno della costruzione blu a fianco del palazzo.
La prima cosa da fare è eliminare il colombiano appollaiato al primo piano del suddetto palazzo, dopodiché cercare di eliminare i colombiani asserragliati all'interno del cantiere a colpi di fucile da cecchino. Potrete anche ricorrere a bombe e bottiglie Molotov, ma l'approccio graduale con il fucile di precisione è l'ideale, anche perché le parole pronunciate dai vostri nemici, vi aiuteranno a capirne il posizionamento.
Quando sarete finalmente entrati nel cuore del sito, salite sull'ascensore e preparatevi a un bel filmatino in cui scoprirete i boss del Cartello, Miguel e Catalina, in possesso del pacco. Miguel tenterà di darvi il pacco e Catalina gli sparerà; nel frattempo farà la sua apparizione anche Asuka che prenderà il controllo della zona. Scendete usando nuovamente l'ascensore, prendete un mezzo e tornate da Donald Love con il pacco. E che ci sarà mai dentro...

54 - SERVIZIO DI SCORTA
Donald è uomo di onore e ha un compito per voi abbastanza singolare, scortare a distanza un vecchio signore cinese che probabilmente avrà dei problemi con il Cartello colombiano.
Subito una missione per testare la Patriot appena lasciatavi in eredità da Ray in fuga: la strada da far percorrere al tipo a bordo del suo blindato è veramente tanta e dovrete far ricorso a tutta la vostra abilità di guida. NOTA: visto il piombo che volerà di qui a poco, ho provato anche la Caserma OL come risorsa primaria; troppo lento però e con questo mezzo quasi indistruttibile non sono riuscito a difendere quasi mai il cinese.
La Patriot rimane il mezzo più indicato ma io mi sono affidato a mezzi della Polizia cambiando addirittura in corsa nei momenti di relativa calma: le auto del Cartello cominceranno ad attaccare il blindato del cinese praticamente in fondo al primo rettilineo. La strategia migliore è quella di provocare incidenti tra le auto dei colombiani e quelle del traffico, ravvivando la situazione con un paio di sventagliate di Uzi dal finestrino.
L'importante è non rimanere coinvolti nelle esplosioni, considerando anche il fatto che il blindato del vostro protetto, rimane incolume dai danni provocati dalle detonazioni.
La destinazione del furgone è l'edificio della AMCO a Pike Creek in Shoreside Vale: durante il cammino, vi conviene tenere d'occhio anche i lati della strada, visto e considerato che alla fine i danni maggiori sono provocati dai colombiani a piedi, piazzati sempre nello stesso posto. Con un paio di perlustrazioni, riuscirete a capire dove si piazzano e andare in avanscoperta a eliminarli per evitare che questi procurino troppi danni al cinese. Quando sarà arrivato a destinazione, la missione potrà considerarsi conclusa.

55 - TRANELLO
Avete presente il pacco sul blindato che il cinese ha portato a Shoreside Vale con il vostro aiuto nella missione precedente? Bene, il pacco in questione è diventato oggetto di forte interesse per la CIA e l'FBI: il vostro compito è recarvi al palazzo della AMCO di Pike Creek a Shoreside Vale, raccattare il blindato e portarlo a spasso per tre minuti allontanando la polizia dai magazzini, in modo da permettere al cinese di fuggire.
Inutile specificare che, non appena messo le chiappe sulla Securicar, il livello di allerta della polizia si impennerà (stellete al gran completo!): la soluzione migliore è quella di puntare verso l'aeroporto, l'unico punto in cui l'elicottero ha qualche difficoltà a spararvi, sempre che riusciate a fare un zig zag sensato all'interno degli hangar; se volete, potete cercare un vicolo nel quale la polizia può avere difficoltà a entrare, tenendo ben presente che il Pay And Spray è assolutamente inutile in questa circostanza, anche se la zona risulta essere un buon nascondiglio.
Terminati i tre minuti, qualsiasi sia la situazione, la missione avrà termine: sperando che per allora, siate riusciti a non farvi far saltar per aria!

56 - LA SCOMPARSA DI LOVE
Onestamente, una missione che non è una missione ma che è necessario fare se si vuole conquistare il 100% del gioco (un po' come la missione BOMBARDA LA BASE). Recandovi alla villa di Donald Love, non troverete più nessuno. Che fine ha fatto?
Boh, ma non vi importa...Da domani si ricomincia a lavorare con Asuka! La soluzione completa di Grand Theft Auto 3

LE MISSIONI DI ASUKA – PARTE 2

Seconda parte delle missioni di Asuka, tornata in scena in seguito agli avvenimenti della missione di Donald Grand Theft Aero. Questa volta però, il quartier generale dell'agguerrita sorellina di Kenji non sarà più negli appartamenti visitati durante il pellegrinaggio a Staunton Island, bensì nel cantiere un tempo presidiato dai colombiani. Per farvi dare la missione, salite sull'ascensore...

57 - ESCA
La prima missione di Asuka per voi in questa seconda "tornata" è più che altro un aiuto: Catalina ha paura della vostra vendetta e ha lasciato tre squadroni della morte disseminati per Shoreside Vale il cui unico compito è quello di farvi fuori a vista: dovrete recuperare un veicolo abbastanza veloce, farvi avvistare dalle pattuglie della morte e poi portarle in una bella imboscata in una fabbrica a Pike Creek (in giallo sulla mappa). I tre gruppi si trovano a Cedar Grove, alla Diga Cochrane e a Pike Creek.
NOTA: perché la missione possa essere considerata valida, dovrete sempre trascinare i gruppi nel cortile dell'imboscata, perché se ucciderete i vostri killer fuori dal cortile verrà annullata e dovrete ricominciare da capo. Attenzione quindi a non farvi coinvolgere in incidenti, non fate esplodere le macchine dei nemici fuori dal cortile!
Quando sarete riusciti ad adescare le vittime, entrate e parcheggiate a tutta velocità nel vicoletto in alto a destra: gli uomini di Asuka appostati strategicamente, dovrebbero aver la meglio dei tipi. A questo punto potete anche partecipare alla festa. Quando avrete distrutto anche la terza auto, la missione sarà conclusa.

58 - ESPRESSO E VIA!
Una missione non troppo complessa ma articolata e lunga. Fondamentalmente, Asuka vi chiederà (mentre continua a picchiare sadicamente Miguel), di fare piazza pulita dei baracchini del Cartello colombiano controllati da Catalina, oramai arrivati a vendere SPANK per le strade. La prima cosa da fare è di munirsi un mezzo qualunque e partire alla ricerca dei chioschi: sulla mappa infatti, non appariranno finché non sarete abbastanza vicini alla zona.
Partendo dal presupposto che sono nove i chioschi da abbattere e che il timer partirà nel momento esatto in cui distruggerete il primo, vi conviene prima fare apparire sul radar tutti i puntini rosa, dopodiché fare nell'ordine Shoreside Vale, prendere il tunnel, "ripulire" Portland e terminare l'opera a Staunton Island, il posto che più pullula di mercatini della droga.
Per aiutarvi nella ricerca, ecco l'elenco completo dei chioschi suddivisi per isola.

PORTLAND
1) A Trenton vicino al porto
2) Di fronte alla strada che porta alla casa di Salvatore a Saint Mark.

STAUNTON ISLAND
3) A Newport, vicino al parcheggio delle auto.
4) All'interno del Parco Belleville.
5) Di fronte alla chiesa a Bedford Point.
6) Un po' oltre la chiesa andando verso il centro.
7) Vicino alla statua di Torrington, nei pressi del casino di Kenji.

SHORESIDE VALE
8) Vicino alla metropolitana davanti all'Aeroporto Internazionale Francis.
9) Nei pressi dell'Ospedale a Pike Creek.

Quando avrete trovato la dislocazione di tutti i chioschi, nove minuti bastano e avanzano per distruggerli tutti: Patriot e Polizia sono tra i mezzi più indicati per questa missione: per distruggere i chioschi, basta urtarli violentemente con una automobile oppure ricorrere a mezzi pesanti come bombe a mano. Buona fortuna!

59 - S. A. M.
Missione decisamente impegnativa e prologo alla fine: c'è un aeroplano che sta per atterrare all'Aeroporto Francis e il vostro compito è quello di recuperare un lanciarazzi, sparare all'aereo e recuperare il contenuto dalla pista, dopodiché fuggire. Sembra facile vero? E invece vi assicuro che fa veramente brutto, 'sto giro...
Allora la prima parte della missione consiste nel recuperare un'imbarcazione e raggiungere l'Aeroporto via mare: così sarà più semplice accedere alla pista sulla quale atterrerà l'aereo. Sul pontile troverete anche un lanciarazzi, nel caso foste sprovvisti. Guidate il battello fino alla pista e, non appena messo piede sulla terra ferma, potrete notare sulla rampa a sinistra la presenza di alcuni colombiani e relativa macchina. Senza farvi vedere, tirate fuori il fucile da cecchino ed eliminate i tre uomini di guardia, in modo tale da risparmiare la macchina che sarà la vostra via di fuga...
Posizionatevi a questo punto all'inizio della pista ed estraete il lanciarazzi: anche in questo caso, come nella missione BOMBARDA LA BASE, vi conviene far ricorso al mouse per il puntamento preciso all'aereo.
Sparate una raffica di missili non appena l'aeroplanino vi passerà sopra la testa e, quando l'avrete centrato, la zona si riempirà di sbirri con tanto di elicotteri. Salite a bordo della macchina del Cartello e raggiungete la zona in cui è caduta la droga, raccoglietela e poi filatevela a tutta velocità fuori dall'aeroporto. Invece di cercare una fuga e poi rimediare con il Pay And Spray, vi conviene fare direttamente così: non uscite dalla zona dell'Aeroporto e seguite la strada a destra fino in fondo, salite la rampa di scale a sinistra e buttatevi nella metropolitana. Una volta a bordo del treno, tornate a Staunton Island e, appena fuori dalla metropolitana, uscite il più velocemente possibile evitando gli sbirri che vi avranno seguito, dopodiché in superficie cercate di recuperare il primo mezzo che trovate e correte a perdifiato verso il cantiere della Panlantic dove vi attende Asuka. Salendo sull'ascensore, sarete riusciti a terminare anche questa missione!

60 - RISCATTO
In cima al palazzo, scoprirete che la situazione è un po' cambiata: Miguel e Asuka sono stati assassinati, Maria invece è stata presa in ostaggio dagli uomini di Catalina, che ora chiede pure un riscatto di cinquecentomila dollari. Seeee bella e poi?
In ogni caso, arrivato a questo punto del gioco io avevo circa novecento mila dollari di "fondo", per cui la richiesta di Catalina era decisamente abbordabile. Inutile dire che se non possedete la cifra in questione, non potrete proseguire: nel tal caso, potrete recuperare tutti i soldi che vi mancano portando le macchine ai vari garage o concludendo le missioni extra con Taxi, Polizia, Ambulanza o vigili del fuoco.
Quando avrete la cifra necessaria, recatevi a Cedar Grove in Soreside Vale (lettera C sulla mappa) davanti alla villa di Catalina e dei colombiani: non appena vi posizionerete nel cerchio blu, partirà un filmato che lancia automaticamente la missione successiva...

LE MISSIONI DI D-ICE

62 - SOLDI E UZI
Il misterioso D-ICE vi contatterà al telefono pubblico di Shoreside Vale e la sua prima missione è una vera e propria opera di "pulizia": dovrete infatti eliminare 20 membri della gang dei NINES in due minuti e mezzo di tempo.
La prima cosa da fare è recuperare un mezzo, il caso vuole che la jeep del Cartello dietro al telefono vada più che bene.
La seconda cosa è tenere ben presente che i tizi da eliminare sono vestiti uguali alla gang dei RED JACKS, ma la loro divisa è viola;
inoltre, non vale assolutamente qualsiasi altro morto fatto giù dalla macchina o investito: il conteggio terrà validi solamente i NINES uccisi da bordo di un veicolo con raffiche dell'Uzi che vi verrà consegnato pregno di munizioni infinite prima che cominci l'ambaradan. Usando le visuali laterali, vi conviene avvicinarvi il più possibile a un bersaglio, sparare e allontanarsi velocemente e sparando raffiche laterali nella speranza di prendere altri nemici che valgano il conteggio. Il tempo a disposizione è comunque tanto e dovreste riuscire a cavarvela al massimo con un paio di tentativi...Ah, inutile dire che con tutta probabilità, richiamerete l'attenzione della polizia: l'unico avvertimento che posso darvi è di non andarvene troppo a piedi e capire quando è il momento di cambiare macchina (possibilmente poco prima che vi esploda sotto le chiappe...).

63 - STERMINATOR
Una missione quasi di relax che vi farà percorrere allegramente e godere del panorama delle stradine "hollywoodiane" di Shoreside Vale: dovrete infatti far esplodere dei camion blindati di una cosca rivale, utilizzando le macchinine radiocomandate proprio come nelle missioni TOYZ.
Raggiungete il pallino sul radar e salite a bordo del furgone della Toyz per attivare la missione: siccome gli autoblindati non seguono un tragitto specifico, non posso darvi una guida dettagliata di dove trovarli; avete quattro possibilità per distruggere tre blindati! Per far esplodere la macchinina radiocomandata dovrete o sbattere contro il blindato a fortissima velocità oppure attivare l'esplosione con il tasto che normalmente usate per sparare. Buon divertimento!

64 - PRONTO A ESPLODERE
Qualcuno ha piazzato una bomba sulla bellissima Infernus di D-Ice, il quale con la macchina perderebbe anche la sua reputazione. E indovinate un po' a chi toccherà portare la macchina a Saint Marks sull'isola di Portland (proprio quando si suol dire: "Ma è dall'altra parte della città!". Mai come questa volta...), tutta incasinata e, cosa da non sottovalutare, pronta a esplodere da un momento all'altro?
Eh già, il sistema della bomba è guasto e bastano poche bottarelle per far saltare in aria la macchina in men che non si dica.
Grazie al cielo, se non altro, una volta arrivati a Saint Marks, i mafiosi vi concederanno una tregua armata, non attaccandovi per questa missione (figurarsi: allo stato attuale delle cose, passare da quelle parti si può considerare un atto di suicidio senza un mezzo adeguato...). Ah, il tutto in sei minuti di tempo, che sembrano un'eternità, ma che improvvisamente diventano pochissimi, soprattutto se si guida una bomba con il volante...

NOTA: questa è la missione "infinita" di D-ICE; quando avrete completato tutti i lavoretti per lui, tornare a questo telefono a rispondere vi metterà nella condizione di ripetere la gara per migliorare il tempo (come la missione Turismo di El Burro e Bling Bling Scramble di King Courtney). Evviva (meno male che la bisogna fare una volta sola).

65 - CORSA AL LINGOTTO
La cosa bella delle missioni di D-Ice non è tanto la loro difficoltà, ma quanto ci si riesca a far condizionare: non so perché ma anche la missione precedente, che non è nulla di che, l'ho dovuta rifare almeno una decina di volte, vuoi perché mi distraevo, vuoi per eventi cataclismatici non prevedibili, semplice fato.
Questa volta però, al primo colpo sono riuscito a piazzare questa missione che, diciamocelo francamente, poteva essere leggermente più difficile. Lo scopo di questa scampagnata è quello di recuperare almeno trenta lingotti d'oro tra le centinaia che sono cadute in mezzo alla strada da un aereo.
Tanto per cominciare dovrete prendere un bel mezzo rapido e raggiungere velocemente Pike Creek, dopodiché cominciare a raccattare i lingotti: la cosa bella è che per ogni lingotto, aumenta il peso del veicolo rendendolo sempre più ingestibile. Per ovviare alla cosa però, si può ricorrere a un magazzino di D-Ice lì nei paraggi e scaricare il bottino un po' alla volta. Io ho fatto così: con una macchina del Cartello ho fatto due viaggi da otto lingotti ciascuno, dopodiché passava di lì una Stretch (la Limousine, per capirci) e ho collezionato i quattordici lingotti rimanenti in un colpo solo.
Il tempo questa volta non dovrebbe essere un problema...

66 - RISSA
Mica l'hanno capita quelli dei NINES eh? D-Ice vi contatterà dicendogli che bisogna "discutere" la cosa una volta per tutte e ha organizzato una rissa tra i NINES e i RED JACKS: i primi saranno più o meno in venti, i secondi invece sono composti da voi e il fratellino di D-Ice. Bella idea, tanto lui è in carcere...
Come da copione, si tratta di una rissa vera e propria in cui sono bandite le armi da fuoco e l'utilizzo dell'auto. La prima cosa da fare è andare a recuperare il fratellino a bordo di un mezzo, dopodiché raggiungere i Giardini Wichita dove ad attendervi troverete una marmaglia di NINES pronti a spaccarvi le ossa a bastonate...Volete sapere come ho fatto? Sono rimasto fermo immobile e ho cominciato a menare la mazzata baseball semplicemente schiacciando a ripetizione il tasto di "fuoco": i pischelli mi sono venuti addosso togliendomi un po' di energia armatura, ma li ho gonfiati come delle zampogne. E anche il fratellino di D-Ice non se l'è cavata male...Ed ecco la fine di questo gruppo di missioni.

Video della soluzione - Missione finale