La soluzione completa di Myst V: End of Ages  0

Siamo alla fine e sarai TU a decidere il destino di una civiltà...

Attenzione

La soluzione si basa sulla versione americana del gioco, quindi potrebbero esserci delle divergenze per la versione italiana.

Premessa

Il gioco comincia a K'veer, nel luogo in cui Atrus era stato imprigionato. A sinistra vedrete un tavolo con un libro chiuso, e per uscire dovrete passare dalla porta a destra del mobile. Aprite il passaggio ed uscite dalla camera, poi seguite le scale fino in fondo e prendete il diario e la macchina fotografica a fianco della lampada blu, poi entrate nella camera sottostante dalla stretta entrata. Vedrete una grossa bolla vicino alle finestre. Attraversate il passaggio tra le zanne ed ispezionate la tavoletta luccicante sopra al piedistallo. Dopo aver scoperto che il posto in cui vi trovate si chiama Fortezza. Uscite quindi dalla fortezza e fatevi accogliere da Yeesha.

THE GREAT SHAFT AND DIREBO

Dopo il suo discorso, la donna uscirà e vi porterà vicino ad un pozzo, dove troverete Esher, che vi darà istruzioni su come entrare nel buco. Date un'occhiata dietro alla roccia di grandi dimensioni per vedere il buco, che dovrete attraversare scendendo dall'altra parte. Un Bahro vi vedrà e fuggirà sul tetto, da cui potrete vedere che i suoi occhi azzurri vi stanno seguendo nella vostra discesa. Procedete in fondo al corridoio, nella zona della cassa, e prendete il libro. Aprite poi il manoscritto ed ascoltate Yeesha, per poi richiuderlo al termine e vederlo automaticamente trasferito in una biblioteca. Scoprirete che i libri da trovare sono dodici. Un po' più avanti sulla destra, sempre nel corridoio, troverete il secondo libro. Avanzate un altro po' ed entrate nella stanza sulla sinistra, prendendo il terzo libro dalla culla. Date un'occhiata al letto nella nicchia, poi raggiungete il piedistallo a sinistra dell'uscita e premete l'immagine nel libro in modo da essere portati a Direbo. Ascoltate Esher, poi sbloccate le cancellate dei due ponti che permettono di uscire dalla radura premendo il pulsante blu a sinistra di ogni costruzione. Entrate nella bolla per trovare una lavagnetta ed un'icona di colore azzurrino a sinistra del piedistallo. Premete l'icona per trasferirvi a Taghira. Dopo aver terminato l'esplorazione, tornate a Direbo premendo l'icona al centro del piedistallo, poi usate il libro sul piedistallo appena fuori dalla bolla per tornare nella stanza con la culla.
Uscite dalla camera e procedete nel corridoio fino al buco nel muro, poi entrate nella stanza per incontrarvi con Esher. Raggiungete il tunnel aperto dal lato opposto rispetto a dove siete arrivati, poi prendete e leggere il quarto libro. Dirigetevi quindi verso il passaggio indicato da Esher, a destra del quale si trova una leva che dovrete tirare per aprire la porta. Entrate nel tunnel ed uscite nella parte superiore del grande pozzo, poi andate a destra ed ascoltate Esher, quindi tirate la leva per chiamare l'ascensore. Saliteci sopra e tirate giù la maniglia sopra la vostra testa per raggiungere la stazione di mezzo. Avanzate un po' ed entrate nella piccola stanza a sinistra, leggete le ultime parole di Douglas Shaper, poi prendete il quinto libro, raggiungete il piedistallo a sinistra dell'uscita e premete l'immagine nel libro per tornare a Direbo. Sbloccate le cancellate dei due ponti che portano fuori dalla radura premendo il pulsante blu a sinistra di ogni struttura, poi entrate nella bolla per trovare una lavagnetta ed un'icona azzurrina da premere per trasferirsi a Todelmer. Quando avete terminato l'esplorazione, tornate a Direbo premendo l'icona al centro del piedistallo nella bolla, poi usate il libro sul piedistallo appena fuori dalla bolla per tornare nella stanza di prima. Uscite dalla camera e procedete verso l'ascensore più in basso, poi prendete il sesto libro e tirate la leva per chiamare il mezzo. Entrate e tirate giù la maniglia sopra la vostra testa per muovervi. In fondo al grande pozzo vi incontrerete nuovamente con Esher, che vi darà un paio di istruzioni molto semplici. Dovrete far salire il piano e attivare il condotto d'aerazione. Solo due dei promontori sono accessibili, per cui procedete nell'unica uscita del grande pozzo e poi scendete la scalinata che preferire per giungere in fondo e vedere un piedistallo con un pulsante di colore blu o giallo. Premete il pulsante per far partire una leva e cominciare un countdown, poi procedete giù per le scale ed entrate nel grande pozzo.
Attraversate la stanza, che ha un pulsante nel mezzo, poi raggiungete le scale dall'altra parte, salite ed entrate in una stanza con un altro piedistallo, sul quale c'è un pulsante che permette di far partire un timer. A fianco del piedistallo con il pulsante blu troverete invece il settimo libro, che dovrete ovviamente raccogliere. Tornate nella stanza all'interno del grande pozzo e premete il pulsante al centro di essa (se avete fatto partire entrambi i timer, questo sarà di colore rosso) per potervi dirigere verso i promontori. A questo punto, potrete accedere ai promontori dall'altra parte dell'ascensore e raggiungere la nuova uscita. Passate di qui per trovare, sulla destra, i comandi del condotto d'areazione, da attivare, e l'ottavo libro. Entrate poi nella camera a sinistra e dirigetevi verso il piedistallo a sinistra dell'uscita, premendo l'immagine nel libro per tornare a Direbo. Sbloccate le cancellate dei due ponti che portano fuori dalla radura premendo il pulsante blu a sinistra di ogni struttura, poi entrate nella bolla per trovare una lavagnetta ed un'icona azzurrina da premere per trasferirsi a Noloben. Quando avete terminato l'esplorazione, tornate a Direbo premendo l'icona al centro del piedistallo nella bolla, poi usate il libro sul piedistallo appena fuori dalla bolla per tornare nella stanza di prima. Tornate al piano rialzato e premete il pulsante al centro, poi quando è arrivato sul fondo, premete ancora il pulsante ed arretrate prima che cominci a risalire. Mentre il pavimento salirà riuscirete a vedere il macchinario che solleva il piano, per cui scendete giù da una delle scalette e procedete verso la piattaforma al centro. Prendete il nono libro, poi entrate nel tunnel, in fondo al quale si trova un'altra leva, con la quale accenderete un ventilatore ed abbasserete una scaletta nel tunnel. Tornate quindi nella galleria e salite la scaletta, poi raggiungete la porta, prendete il decimo libro e tirate la leva per aprire la porta. Girate attorno ed avanzate verso l'altro lato del tunnel per vedervi con Esher e recuperare l'undicesimo libro, che si trova a fianco dei comandi della porta malfunzionante. Entrate poi nella stanza più avanti e prendete il dodicesimo libro dal letto, poi procedete verso il piedistallo a destra dell'uscita e, una volta arrivati a destinazione, premete l'immagine nel libro e tornate a Direbo. Sbloccate le cancellate dei due ponti che portano fuori dalla radura premendo il pulsante blu a sinistra di ogni struttura, poi entrate nella bolla per trovare una lavagnetta ed un'icona azzurrina da premere per trasferirsi a Laki'ahn. Quando avete terminato l'esplorazione, tornate a Direbo premendo l'icona al centro del piedistallo nella bolla, poi usate il libro sul piedistallo appena fuori dalla bolla per tornare nella stanza di prima.

THE FOUR AGES

Dovreste essere riusciti a sbloccare le cancellate tra le varie radure di Direbo, oltre ad aver visitato tutte le quattro ere: Taghira, Todelmer, Noloben e Laki'ahn. Se non lo aveste ancora fatto, sarebbe saggio mettere una pezza, visto che sbloccarle tutte e quattro vi permetterà di girare Direbo molto più agevolmente. Le ere possono essere esplorate nell'ordine che preferite. Non siete quindi obbligati a seguire l'ordine presente in questa soluzione.

LAKI'AHN
Cominciamo da Laki'ahn. Se non lo avete ancora fatto, dirigetevi da Esher sugli scalini della Trade House. L'uomo vi dirà che la porta è chiusa e che l'unico modo per entrarvi è quello di passare dall'ingresso del gioielliere. Dopo che se ne sarà andato, date un'occhiata dentro le finestre, per vedere che su un tavolo vicino a quella a sinistra c'è un diagramma con cinque simboli, che vi saranno molto utili più avanti. Raggiungete quindi la spiaggia e procedete sulla costa fino all'insenatura dall'altra parte, poi avanzate tra le rocce finchè non siete nei pressi di un'apertura sulla destra. Passateci in mezzo e scendete il pendio per giungere al cimitero, in cui dovrete notare soprattutto gli scheletri e la gru rotta sulla destra. Raggiungete le rocce sulla sinistra e ricordatevi l'immagine delle tre linee ondeggianti scolpite sulla pietra, che dovrete disegnare sulla vostra lavagnetta. Lasciate lì l'oggetto e tornate indietro più che potete per far comparire un Bahro. Se la creatura gradisce il vostro disegno, alzerà le mani in segno di approvazione. In caso contrario, invece, scuoterà la testa e se andrà. Se dovesse verificarsi una situazione simile, riprendete in mano la lavagnetta e rifate il disegno finchè il Bahro non sarà soddisfatto. Andate a riprendere la lavagnetta anche dopo l'eventuale approvazione, perchè se la lascerete lì, il Bahro la riporterà nella bolla. A questo punto, con la gru sulla destra, uscite dal cimitero, all'esterno del quale dovrebbe esserci un'apertura e, dall'altra parte di questa, un cancello di metallo.
Attraversatela, poi entrate nella cancellata e procedete fino al gruppo di gabbie in fondo. In quella al centro, di forma circolare, dovreste vedere la parte superiore di una pietra e l'uscita, che si trova sulla sinistra. Se riuscirete a ruotare la gabbia centrale potrete mettere le mani sulla pietra. Lasciate la gabbia ed arrampicatevi nell'apertura presente nel muro, poi girate attorno alla gabbia per andare dall'altra parte e vedere che ci sono un cancello chiuso ed un tunnel che portano chissà dove. Girate ancora attorno per tornare nell'area erbosa, poi arrampicatevi sulla struttura con un mulino in cima, quella a destra, per trovare un pannello di controllo con tre leve e due pulsanti, poi tornate giù e date un'occhiata alla lavagna. Se riuscirete a riscontrare l'approvazione del Bahro, ci sarà un'icona ondeggiante sulla sinistra. Premete l'icona, lasciate lì la lavagna ed andate via. Quando il Bahro si sarà dimostrato soddisfatto, riprendete la lavagna ed arrampicatevi nella zona del pannello di controllo. Tirate la leva a sinistra per far partire il meccanismo, poi quella al centro per alzare la parte centrale della gabbia ed infine quella a destra (per tre volte) e ruotare così la struttura. Tornate alla gabbia quando il vento si è fermato e raggiungete il piedistallo (se non ci doveste riuscire, cercate di sistemare la gabbia in modo migliore). Notate il doppio triangolo sul piedistallo, quello che rappresenta le gabbie, poi metteteci sopra la lavagnetta e premete l'icona centrale per veder comparire una nuova icona, anch'essa da premere. Andate via dalla gabbia, toccate l'icona che rappresenta il vento, e lasciate giù la lavagnetta poi, dopo che il Bahro se ne sarà andato, riprendetela e procedete verso i comandi. Tirate la leva a sinistra per attivarli, poi premete il pulsante sinistro per aprire la cancellata e tirate la leva a destra per tre volte e ruotare così la gabbia. Quando il vento avrà smesso di soffiare, prendete la lavagnetta, tornate alla bolla e premete l'icona per terminare il procedimento e giungere così all'Arena. Salite gli scalini ed esaminate i meccanismi, poi guardate al centro per vedere una torre, in cima alla quale si trova un altro piedistallo, allo stesso livello di una piattaforma.
Ispezionate quindi i quattro pilastri dietro la torre, ciascuno dei quali è dotato di un pulsante che apre e chiude gli "occhi" d'oro. Il numero di anelli sui pulsanti indica il valore di ciascun occhio. Guardate quindi quali sono quelli aperti, per scoprire che, sommando i valori dei vari occhi spalancati, otterrete un totale di nove anelli. Chiudeteli tutti premendo gli anelli sui pilastri, poi premete il pulsante dorato per far scendere la torre. Il simbolo sul piedistallo rappresenta la torre con un peso in cima. Come al solito, mettete la lavagnetta sul piedistallo per far comparire un'icona "torre" su di esso, poi premetela per collegarla automaticamente alla torre. Per risolvere l'enigma, dovrete far salire la torre sopra alla piattaforma, in modo che, quando la collegherete, questa sprofondi al livello della passerella. Se i vostri calcoli non saranno esatti, la torre sprofonderà ancora più in basso, per cui pesatevi (con la lavagnetta in mano) sul macchinario a sinistra dell'edificio. Scoprirete di pesare quanto sette anelli. Per bilanciare la torre in modo che scenda allo stesso livello della passerella dovrete trovare altri nove anelli, cosa che potrete fare aprendo tutti gli occhi da quattro, da tre e da un anello. Premete il pulsante dorato per far salire la torre. Dovrete tornare alla gabbia e collegarvi alla bolla per andare in cima alla torre e vederla sprofondare al livello della passerella. Quando ciò sarà avvenuto, andate via e procedete verso la Trade House. Andate poi a destra e parlate con Esher, poi entrate nel passaggio ed ispezionate il lucchetto. Replicate la sequenza che avevate visto prima dalla finestra, ma con il triangolo invertito, quindi, in questo modo (da sinistra a destra): cerchio, quadrato, triangolo, esagono, rombo.
Aprite la porta ed entrate nella Trade House, guardate i dipinti nella stanze a sinistra e destra ed il disegno a quattro colori presente sul tavolo, poi uscite dall'edificio attraverso l'ingresso del gioielliere ed andate a sinistra o destra per poi procedere fino in fondo, nell'auditorium. Premete il pulsante sul muro per far aprire una cancellata, poi scendete nella zona a sinistra dell'auditorium e saltate oltre la balaustra rotta per entrate nell'acqua. Nuotate fino al cancello successivo e poi seguite il corridoio finchè non siete giunti ad un incrocio, poi girate nell'androne laterale e raggiungete l'ascensore in fondo. Mettete giù la lavagnetta e tirate su il contrappeso, poi posizionatevi sulla piattaforma quadrata in fondo al corridoio per far salire l'ascensore. Dovrete quindi trovare qualcosa di pesante da mettere sulla placca metallica in modo da far salire il mezzo con voi sopra. Date un'occhiata all'ottavo libro del diario di Yeesha, poi prendete la lavagnetta e disegnate l'icona relativa al canto, quindi posizionatevi sulla placca, rivolti verso l'ascensore, e mettete giù la lavagnetta. Prendete il contrappeso e tiratelo su, poi salite sull'ascensore ed attendete l'arrivo del Bahro. Se la creatura apprezzerà il vostro disegno si metterà a cantare, permettendovi di salire al piano di sopra. Una volta arrivati a destinazione, scendete dall'ascensore per trovarvi in una zona con quattro corridoi, ciascuno dei quali ha due ramificazioni. Ad ogni incrocio, poi, c'è anche un pulsante colorato ed in fondo ad ogni ramificazione c'è un muro con un altro pulsante dello stesso tipo. C'è poi anche un piccolo corridoio con un piedistallo in fondo, che potrete usare per recuperare la lavagnetta (vi toccherà ridisegnare l'icona del Bahro per tornare qui). Il percorso che dovete seguire per uscire dal labirinto è quello indicato dai quattro colori che avevate visto sul tavolo della Trade House, per cui, con l'incrocio blu dietro di voi, avanzate e premete il pulsante rosso, poi andate a destra e premete il pulsante rosso, a destra e poi spingete il pulsante verde, infine a sinistra. Premete il pulsante blu per aprire la porta, poi uscite e raggiungete il piedistallo sulla destra, che ha l'icona del labirinto. Premetela per tornare alla bolla, poi disegnate l'icona sulla lavagnetta che avete recuperato per giungere nuovamente dove eravate prima. Mettete giù la lavagnetta ed arretrate per farla portare in spiaggia dal Bahro, poi tornate al piedistallo e collegatevi a quello del labirinto. Avanzate e parlate con Esher, poi procedete a destra sulla spiaggia finchè non avete raggiunto la Beach House.
Dietro al grosso masso c'è una porta che impedisce di entrare nel tunnel diretto verso l'alto. Davanti, invece, ci sono sei rocce che funzionano da contrappesi. Guardate in alto per vedere una sbarra con una porta sopra l'uscita del tunnel di roccia. Tirate queste leve, da destra a sinistra, per bilanciare i pesi ed aprire le porte: giù, su, giù, su, giù, su, su. Arrampicatevi nel tunnel di roccia e guardate dalla finestra, poi disegnate l'icona del vento sulla lavagnetta per chiamare il Bahro e vedere qual è il simbolo sulla bandiera. Lasciate giù la lavagna e poi arretrate, per farla portare via dal Bahro, dopodichè tornate al piedistallo a fianco dell'uscita del labirinto per collegarvi alla bolla. Premete il nuovo simbolo per essere trasportati su un'isoletta, poi ascoltate Esher ed entrate nella fortezza. Toccate la lavagnetta blu per sbloccare un angolo della tavoletta, poi premete l'icona sul piedistallo per collegarvi alla bolla a Laki'ahn, quindi premete l'icona per tornare a Direbo e procedere verso un'altra delle quattro ere, come Todelmer, che si trova al di là del ponte.

TODELMER

Salite le scale e procedete finchè non avete raggiunto una camera di controllo sulla sinistra. Parlate con Esher, poi girate attorno alla stanza per andare nel retro, mettetevi di fronte allo schermo verde e muovete le leve in posizione centrale, nella zona dove lo schermo è più luminoso, per attaccare la corrente. Tornate quindi nella parte frontale e poi salite sulla scala che vi porterà dove si trovano i quattro telescopi, ognuno dei quali è trattenuto da un cavo attaccato al tetto. Tornate fuori, avanzate per un altro po', poi salite le scale di metallo e, quando il vostro percorso risulterà bloccato da una serie di cavi, guardate verso l'alto per vedere che ce n'è uno rotto. Tornate quindi nella camera di controllo, muovete le leve verso l'angolo in alto a sinistra e premete il pulsante verde, poi giratevi velocemente per vedere i cavi andare al loro posto, e quindi tornate sulle scale per raggiungere la torre. Salite in cima, osservate il panorama, poi procedete verso l'edificio a fianco ed entrate nella stanza blu, in fondo alla quale troverete una mappa di Todelmer. Siete nella torre nel mezzo, ed attorno ad essa potrete vedere altre due torri, colorate di blu, quattro telescopi, colorati di rosso, ed un collegamento ad una delle torri, in verde. Potrete notare che le forme sui telescopi corrispondono agli indicatori presenti nella stanza di controllo. Uscite dalla stanza e trovate le due torri ed i quattro telescopi: la prima è molto vicina, ma l'altra, contraddistinta da due luci in cima, è abbastanza lontana. C'è una grossa ruota sul bordo della piattaforma, dotata di un cavo collegato alle altre torri, che vi servirà in seguito. Raggiungete il telescopio in cima alle scale per vederne i comandi: usando quello in alto a destra potrete zoomare, mentre con l'altro controllerete la direzione. Giratelo finchè non riuscite a vedere la seconda torre, poi zoomate per osservare bene le tre icone bianche che si trovano sotto la parte superiore. Sotto c'è invece l'altra estremità del cavo di collegamento, con appesa quella che sembra una funivia. Muovete il telescopio verso la parte alta della torre, a sinistra, per vedere un piedistallo, su cui però non riuscirete a notare il simbolo utile a richiamare il Bahro. Ruotate il telescopio verso la torre più piccola.
Purtroppo non riuscirete a vedere nulla, siccome la vostra visuale sarà ostruita dalla grossa ruota. Andatevene da lì e tornate nella stanza blu, poi chiudete la porta e spingete il pulsante sul muro, poi giratevi per veder comparire una scalinata. Scendete e continuate ad avanzare finchè non avete raggiunto una piccola piattaforma rivolta verso la seconda torre. Spostate il martelletto del pretensionatore verso sinistra e tirate giù la leva per attivare un meccanismo che farà perdere tensione al cavo. Tornate in cima alla torre e guardate nel telescopio per vedere la torre più piccola, poi zoomate per vedere il simbolo sul piedistallo. Disegnatelo sulla lavagnetta, poi lasciatela lì ed andatevene. Quando il Bahro sarà venuto a prendersela, scendete le scale e raggiungete la bolla, poi premete la nuova icona sul piedistallo. Avrete così raggiunto la torre più piccola. Ruotate il telescopio per osservare la torre principale, poi zoomate per guardare da vicino le icone bianche sotto la parte superiore. Raccogliete la lavagnetta dal piedistallo per collegarvi alla bolla, poi salite le scale, entrate nella camera di controllo e procedete verso la piattaforma centrale. Andate a destra ed ispezionate i primi comandi, scegliete il gruppo di icone che corrisponde al quadrante rosso sullo schermo, poi muovete le leve in modo che i simboli corrispondano alle icone che avete trovato. Premete quindi il pulsante verde per allineare il telescopio. Fate lo stesso anche con i comandi dall'altra parte. Scendete fino alla bolla per collegarvi alla torre più piccola, poi date un'occhiata nel telescopio per vedere il piedistallo sulla seconda torre. Zoomate, osservate il simbolo Bahro, poi disegnatelo, lasciate lì la lavagnetta ed andate via. La creatura arriverà e porterà la lavagnetta alla seconda torre. Procedete verso il piedistallo per collegarvi nuovamente alla bolla, poi salite in cima alla torre ed entrate nella stanza blu, quindi scendete le scale verso la piattaforma di atterraggio, spostate il martelletto verso destra e tirate la leva. Scendete dove c'è la bolla e disegnate l'ultimo simbolo Bahro, poi lasciate lì la lavagnetta e, quando il Bahro, l'avrà presa, toccate la nuova icona sul piedistallo. Sarete così giunti nella seconda torre. Scendete le scale per accedere alla zona con i telescopi poi, se il cavo è ben tirato, salite sulla funivia.
Scendete quindi la scaletta poi, siccome la leva di comando non funziona ancora, tornate nella torre. A circa metà delle scale c'è il quadro elettrico, che ha un paio di leve da muovere: quella a sinistra va spostata poco più su rispetto alla zona centrale, quella a destra poco più sotto. Procedete verso la cima della torre e premete il pulsante per far comparire la scalinata, poi una volta arrivati a destinazione, osservate il simbolo Bahro sul muro, quindi parlate con Esher. Tornate quindi nella funivia, tirate la leva e godetevi il viaggio, poi all'arrivo osservate le icone scolpite sul supporto. Tirate la leva per procedere verso la torre principale, poi salite le scale e tornate nella camera di controllo, poi raggiungete i comandi sulla sinistra, sistemateli e poi premete il pulsante verde per allineare il telescopio. Disegnate poi l'ultimo simbolo visto sulla lavagnetta per far comparire il Bahro, poi quando la situazione si sarà calmata, date un'occhiata nel telescopio. Potrete vedere finalmente i pianeti, ma non gli anelli. Guardate di nuovo dentro al telescopio per vedere qualcosa di luminoso tra gli anelli, poi zoomate, osservate bene l'immagine sul piedistallo, poi disegnate il simbolo Bahro. Attendete che la creatura abbia raccolto la lavagnetta, poi scendete nella zona della bolla, premete l'icona del satellite per essere trasportati su D'ni, poi ascoltate Esher e scendete la scaletta che vi porterà nella fortezza. Prendete la lavagnetta per tornate a Todelmer poi, dalla bolla, dirigetevi a Direbo, quindi procedete verso l'era successiva, Taghira.

TAGHIRA

Ascoltate Esher, poi avanzate e prendete nota dell'uscita sotto al pavimento ghiacciato, poi procedete in fondo al tunnel per vedere una torre in lontananza. Osservate attentamente verso destra per vedere un simbolo Bahro sul muro di ghiaccio. Tornate indietro, nella zona del pavimento su cui avevate visto un altro simbolo. Disegnate la solita icona, lasciate lì la lavagnetta ed arretrate in attesa dell'arrivo del Bahro. Tornate quindi sul ghiaccio dopo la sua partenza, scendete di sotto grazie alla rottura dello strato ed uscite dal tunnel più in basso, poi lasciate giù la lavagnetta e salite la scaletta. Collegate l'icona del ponte sul piedistallo con la bolla disegnandola sulla lavagnetta che il Bahro vi ha riportato, poi dopo il suo arrivo, tornate nella bolla e premete la nuova icona sul piedistallo. Disegnate poi il simbolo sul muro, attendete l'arrivo della creatura, poi aspettate che il calore si dissolva, quindi scendete le scale e raggiungete la torre centrale, poi lasciate la lavagnetta vicino al piedistallo alla base degli scalini ed andate a parlare con Esher. Dopo la conversazione, date un'occhiata alla torre sulla destra per vedere che si trova su una zona erbosa non ricoperta dalla neve, come le altre cinque nelle vicinanze. Girate attorno alla torre di mezzo per vedere i tubi collegati al collettore ed al lago ghiacciato, poi entrate nell'edificio ed osservate il disegno sul muro. Se girerete attorno al lago sarete in grado di vedere una serie di tubi disposta in modo molto simile a quelli nel disegno. Ispezionate i collettori ed osservate i segni di colore rosso su uno, e di colore blu sull'altro. Ci sono anche tre leve, ma al momento non posso essere usate. Raggiungete i vari convertitori geotermali e spostate le leve verso destra, poi parlate con Esher che vi suggerirà come attraversare il lago. Andate quindi a prendere la lavagnetta, raggiungete il lago, disegnate il simbolo del calore, poi lasciatela giù ed arretrate. Vedrete, dopo la partenza del Bahro, del vapore venire fuori da ogni convertitore e dai tubi. Ispezionate i collettori per notare che le leve si sono sbloccate, cosa che vi permetterà di costruire un ponte per arrivare dall'altra parte. Spostate le leve, dirigendo la prima verso sinistra, la seconda verso destra e la terza ancora a sinistra. Attraversate il lago e parlate con Esher, poi procedete verso la fortezza, guardate in giro per vedere dove si trova l'icona, poi fate il solito disegnino e seguite la solita procedura. Attendete l'arrivo del Bahro per collegarvi alla bolla premere la nuova icona sul piedistallo, poi ascoltate Esher e prendete la lavagnetta blu per rilasciare la tavoletta e ricollegarvi alla bolla. Da qui, tornate a Direbo, poi procedete nell'era successiva.

NOLOBEN

Al vostro arrivo a Noloben, giratevi per rivolgervi verso il mare, poi andate a parlare con Esher nella zona a sinistra della spiaggia, quindi procedete verso la cabina a fianco della scogliera, ed osservate i simboli presenti per terra, tra cui anche quello relativo al Bahro, che è però capovolto rispetto al solito. Disegnatelo, lasciate lì la lavagnetta ed andatevene in attesa dell'arrivo del Bahro. In caso di approvazione da parte della creatura, comincerà a piovere. Andate quindi a prendere la lavagnetta e date un'occhiata alle ciotole poi, dopo che avrà smesso di piovere, osservate attentamente i simboli riflessi nelle ciotole e le ombre associate a ciascuna di esse. Procedete sulla spiaggia ed entrate nel tunnel nella zona frontale della scogliera per raggiungere l'altra parte dell'isola. C'è una porta chiusa lì, ma non vi interessa. Tornate quindi dall'altra parte, poi tirate la corda che penzola dagli scogli per far scendere una scaletta. Andate a destra finchè non avete raggiunto un tunnel buio, poi procedete fino in fondo per scoprire che è bloccato, quindi tornate indietro e salite la scaletta per giungere in cima alla collina e vedere che, nel mezzo, c'è una gigantesca cupola coperta di rilievi. Raggiungete la finestra aperta di fronte a voi, osservate all'interno per vedere un simbolo sopra l'apertura più avanti, poi girate attorno alla cupola per avere un altro punto di vista e chiudete la finestra per far comparire un simbolo Bahro. Ci sono la bellezza di quindici finestre, ciascuna con un simbolo Bahro ed un'altra figura collegata all'interno. Il vostro compito sarà quello di far corrispondere i simboli esterni ed interni, per cui fatelo (non c'è bisogno di nessuna soluzione, perchè vi basta affiancare i simboli uguali).
Ci sono poi quattro rocce più piccole nei pressi della cupola, sulle quali sono presenti gruppi di simboli Bahro. Le figure ricordano molto quelle riflesse nelle ciotole d'acqua. Osservate il simbolo equivalente sulle finestre e ruotate ciascuna delle pietre esterne per farle corrispondere con il simbolo corretto, poi tornate raggiungete nuovamente la scaletta, scendete, e procedete verso il tunnel, che non dovrebbe più essere bloccato, in fondo al quale si trova l'officina di Esher. Sistemate la lavagnetta sul piedistallo, poi salite le scale e parlate con l'uomo, quindi procedete verso la parte superiore e date un'occhiata da vicino ai suoi diagrammi: il più importante è quello con un simbolo che ricorda un serpente. Noterete poi che in cima alla cupola c'è una scaletta. Scendete giù, prendete la lavagnetta, poi tornate in spiaggia, salite la scaletta, ruotate le quattro rocce e ritornate in spiaggia. Collegatevi con l'interno della cupola, salite le scale fino in cima, poi arrampicatevi sulla scaletta per raggiungere il tetto della struttura. Mettete la lavagnetta sul piedistallo e raggiungete la lente dall'altra parte, dopodichè posizionatevi sul simbolo e guardate nella lente per vedere che la porta chiusa sull'isola si è aperta. Disegnate quindi un serpente sulla lavagnetta, come vi aveva detto Esher, e poi lasciatela lì, quindi procedete verso il piedistallo per poi collegarvi alla bolla. Raggiungete l'altra parte dell'isola tramite il tunnel, poi procedete in spiaggia finchè non siete di fronte alla porta, quindi andate dall'altra parte dell'acqua. All'arrivo del Bahro la porta si dissolverà, consentendovi di entrare nella fortezza. Osservate il simbolo e ricollegatevi alla bolla, poi disegnate la figura della fortezza sulla lavagnetta, lasciatela lì ed andatevene. Quando la creatura si sarà portata via l'oggetto, raggiungete il piedistallo e collegatevi alla fortezza, poi ascoltate Esher ed infine prendete la lavagnetta.

K'VEER
Al vostro ritorno a K'veer andate a prendere le tavolette. Avrete tre possibilità: potrete darle a Yeesha, oppure portarle a Myst Island e darle ad Esher o metterle a terra per vedere cosa succede. Prima di fare la scelta, però, salvate, in modo da potervi godere tutti e tre i finali.

Video della soluzione - Taghira - Prima parte