La soluzione completa di Praetorians  0

Parte 3

INSEGUIRE LA PREDA

Seguite le istruzioni a video e mandate il lupo a Nord Est del Villaggio per rivelare i nemici.
Avvicinatevi al Villaggio, sconfiggete la prima ondata di nemici e costruite la legione.
Appena l’avrete ultimata arriveranno i nemici da Ovest: attaccateli a distanza con gli arcieri.
Reclutate le truppe che vi servono, fate attenzione ai nemici nascosti nella boscaglia alla vostra sinistra e proseguite verso la fortezza dopo aver rinforzato e curato le vostre truppe.
Reclutate quante più truppe potete avendo cura di crearne almeno tre di fanteria ausiliaria.
Tenete il centurione nel villaggio per poter disporre di rifornimenti freschi.
Avvicinatevi alla fortezza. Costruite le scale d’assedio (almeno 6) e lanciatevi sul lato est alla vostra destra che è quello meno fornito.
Costruite 4 o 5 catapulte per abbattere il portone, ma innanzitutto eliminate quanti più nemici potete sugli spalti.
Una volta abbattuto il portone o penetrati con le scale attaccate in massa, eliminate tutti i nemici e uccidete il capo per passare allo schermo successivo.
Il capo tenterà di rifugiarsi in alto a sinistra dello schermo. Se lo uccidete il livello terminerà anche se ci sono ancora altri nemici.

Parte 1

A SUD DELLE ALPI

Iniziate il gioco semplicemente seguendo le istruzioni a video che indicheranno i comandi di base.
Gli esperti di RTS potranno tranquillamente saltare questa fase e dirigersi direttamente all’appuntamento con TALAGATTA, prendendo la strada dopo l’arco in rovina.
Unica particolarità è la possibilità di far correre le truppe con un doppio click del tasto destro, cosa che, peraltro, indebolirà il vigore delle truppe stesse.
Raggiunto l’esploratore, guadate il fiume con il solo esploratore per individuare un gruppo di predoni a Nord, a guardia del ponte, proseguite a NORD con le truppe fino al ponte dal quale attaccherete con la vostra fanteria un piccolo gruppo di predoni.
È da notare che il gruppo di predoni a un campo visivo piuttosto limitato, quindi non si muoverà se non vi avvicinate troppo. Usate l’esploratore per rivelarli senza attivarli, quindi disponete in seconda linea un gruppo di arcieri e in prima linea per l’attacco la fanteria. Se agite correttamente non perderete nemmeno una unità! Proseguite a SUD ripetendo l’operazione per eliminare i nemici imboscati.
Attaccate con la fanteria e disponete in seconda linea gli arcieri. Ancora una volta è possibile non subire alcuna perdita!
Mandate quindi in esplorazione il falco a Nord sulla collina come richiesto in modo da visualizzare i nemici sulla collina e il più nutrito drappello nella radura sottostante.
Richiamate il falco e attaccate con la fanteria e i lancieri tenendo in seconda linea gli arcieri. Quindi fate attaccare gli arcieri dalla collina iniziando così a decimare i nemici sottostanti. Non dovrebbe essere difficile sconfiggere i nemici. In questo caso non importa quante perdite subirete dal momento che lo scenario sarà terminato dopo che avrete sconfitto i nemici e fatto andare nella radura TALAGATTA.

Parte 2

IL VILLAGGIO FRA LE MONTAGNE

Lo scenario inizia con nemici che vi attaccano: non dovreste avere difficoltà a sgominarli senza subire perdite. Imparate ad usare il Generale e il medico.
Sgominate i nemici e recatevi a Talagatta. Dopo aver distrutto la guarnigione nemica degradate una truppa a vostra scelta e costruite la vostra.
Reclutate quante più truppe potete.
Costruite una torre difensiva a Nord e una nei pressi del guado per resistere all’assedio.
Una volta respinti gli aggressori guadate il fiume e recatevi a distruggere la torre Nemica. Fate attenzione perché i nemici vi attaccheranno da entrambi i lati della boscaglia prospiciente la torre. Mandate i lancieri sostenuti dagli arcieri in seconda linea. Una volta incendiata la torre occupatevi dei nemici nella boscaglia. Tenete al sicuro i vostri eroi. Non attaccate passando dal ponte a Nord, ma dal guado a Sud. Mandate un nutrito gruppo di arcieri sostenuto dai lancieri e cercate di occuparvi contemporaneamente dei diversi fronti dai quali sarete attaccati. In ogni caso tenete il centurione dentro talagatta in modo da poter reclutare truppe fresche!

Parte 4

IL CAMPO DI BATTAGLIA

Usate la Cavalleria per eliminare gli arcieri che vi attaccheranno da Nord Ovest (in alto a sinistra dello schermo). Proseguite quindi con tutte le truppe avendo cura di tenere i lancieri sulla destra a coprire il fianco.
Non preoccupatevi se la cavalleria viene sterminata e bersagliate con i legionari il grosso delle truppe a nord usando anche gli arcieri a distanza mentre a destra difendetevi coi lancieri.
Proseguite lungo la strada, scendete e arrivati un po’ dopo il primo ponte usate gli arcieri in formazione stazionaria per distruggere le catapulte a distanza.
Quindi degradate il battaglione più esiguo in modo da ottenere la fanteria ausiliaria necessaria a ricostruire il ponte, attraversate il ponte e vincete la battaglia campale (con i rinforzi ricevuti la cosa non dovrebbe essere troppo difficile) Una volta vinta, prima di proseguire entrate nel villaggio, dopo aver costruito la vostra guarnigione (ottenendo fanteria ausiliaria tramite la degradazione se necessario), e rifornitevi di truppe.
Quando siete pronti attaccate in forze. Costruite almeno 4 torri difensive a guardia del vostro accampamento principale e guarnitele di arcieri.
Fate il giro da ovest per abbattere la torre difensiva, quindi ricostruitela e presidiatela con gli arcieri.
Dovreste riuscire a far passare i legionari da est attaccando alle spalle il secondo accampamento in modo da distruggere la legione e costruire la vostra: così facendo, tra l’altro, taglierete i rifornimenti al nemico!
Una volta che possedete i due villaggi appropinquatevi alla città nemica stando nella piana antistante al limitare del bosco senza avvicinarvi troppo in modo da poter ammassare le truppe senza essere attaccati.
Se doveste subire un attacco durante questa “preparazione”, sgominatelo, ma senza lasciarvi attirare vicino alle mura.
Quando avrete almeno 5 legioni di arcieri, validamente supportate (2 legioni di equites 2 di lancieri e 3 di legionari) potete lanciarvi all’attacco delle torri con le frecce infuocate.
Attaccate in fretta e contemporaneamente cercate il Capo dei Ribelli e uccidetelo per terminare il tutorial.
La missione non è particolarmente difficile, ma richiede un po’ di pazienza: fate passare il centurione da un villaggio all’altro per reclutare le truppe con la massima frequenza. Usate bene il medico e, se necessario, createne altri.

Parte 5

L’ATTRAVERSAMENTO DEL FIUME ARAR

Innanzitutto recatevi a trovare i rinforzi facendo andare avanti i legionari con gli arcieri nelle retrovie. A più riprese verrete assaliti ma unendo congiuntamente non dovreste avere alcun problema.
Quindi tornate indietro al punto di partenza e prendete la strada a destra.
Salvate dopo ogni assalto.
Recatevi quindi a conquistare DUBIS. Create un medico e qualche legione di rinforzo.
Andate a Nord, costruite il primo ponte in modo da far passare le unità da lancio e la cavalleria e sterminare i nemici sull’altra sponda altrimenti sarete bersagliati senza poter rispondere!
Quindi costruite il ponte più a Sud, fate passare il resto delle truppe e proseguite. Vicino al Ponte a Sud troverete pure il Druido, medico ed in grado di accecare la truppa.
Girate a Sud per eliminare i nemici. Portatevi con tutte le truppe in prossimità di una specie di totem e sbaragliate gli attacchi da sud e da nord. Poi proseguite verso Pons tenendovi alti sullo schermo in poto da avere il vantaggio dell’elevazione del terreno. Prestate attenzione a non lasciare il druido privo di scorta. Uccidete il capo dei ribelli e distruggete la guarnigione. Appena avrete costruito la vostra, il livello terminerà.

Parte 6

SCORTA A BIBRACTE

All’inizio compattate le vostre forze ed attendete gli attacchi. Il primo e il terzo da Sud est, il secondo da Sud-ovest.
Quindi procedete in massa con legionari e lancieri davanti verso BOXUM.
Attaccate il villaggio con le frecce infuocate degli arcieri nascondendoli nel bosco, ma fateli difendere da almeno un paio di plotoni di legionari.
Controllate il primo villaggio reclutando nuove truppe fino a quando possibile, intanto dirigetevi in massa verso SIDOLACUM e conquistatelo. Rinforzate le vostre truppe e prima di lanciarvi verso BIBRACTE assicuratevi, eventualmente mediante gli esploratori, che non ci siano più truppe nemiche in giro.
Attaccate l’ultima resistenza con 3 o 4 plotoni di legionari supportati da un paio di legioni di lancieri e nelle retrovia da almeno 4 tiratori (arcieri a piedi o a cavallo). Solo dopo che avete fatto piazza pulita portate i vostri eroi presso BIBRACTE per finire il livello.

Parte 7

DI TUTTE LE TRIBÙ DELLA GALLIA…

Approntate le difese ingrossando il più possibile la guarnigione per resistere all’attacco. La cosa non è particolarmente difficile, abbiate solo l’accortezza di creare esclusivamente arcieri in modo da potervi difendere dagli spalti. Posizionate gli arcieri sulle torri del fortino e usate la fanteria ausiliaria per riparare il portone quando viene attaccato dagli arieti. NON USCITE PER NESSUN MOTIVO!
Se lo farete rischierete che i nemici penetrino nella fortezza e sarà la fine!
Ritirate la cavalleria che è al di fuori del fortino, non seguite assolutamente il consiglio della voce narrante che suggerisce di rallentare la marcia nemica altrimenti sarete impietosamente sterminati!
In ogni caso dovrete resistere 20 minuti. Se sarete pazienti e non vi farete prendere dal panico non dovrebbe essere particolarmente difficile. Distribuite uniformemente i lancieri e i legionari sugli spalti in modo da respingere le scale e le torri d’attacco. Non esitate ad lanciarvi dentro i vostri uomini e a sacrificarli perché ne avete in abbondanza! In ogni caso producete solo arcieri e non dovreste avere problemi.

Parte 8

DIVIDE ET IMPERA

State fermi con la truppa a Sud, attaccate invece con quella a Nord, impossessatevi di SUBLONES, rifornitevi di truppe e attaccate i predoni vicino alle torri, quindi impossessatevi di CAR MENAPII, ricordandovi di non far fuggire i capi ribelli. Recatevi quindi in forze a GELDUBA che si arrenderà spontaneamente. Recatevi dunque verso l’ultimo villaggio, costruite la vostra guarnigione e uccidete il capo per proseguire. A scelta, una volta che GELDUBA si sarà arresa, potrete cominciare a muovere le vostre truppe a Sud a supporto delle altre.

Parte 9

LA FRONTIERA INFINITA

Qui bisogna organizzarsi: producete innanzitutto almeno un paio di medici e 3 plotoni di arcieri e ammassate tutte le vostre truppe nei pressi del ponte distrutto centrale (quello immediatamente più a Sud del primo in alto di pietra), nascondendo le vostre truppe tra gli alberi. Aspettaste di essere attaccati e rispondete al fuoco standovene in mezzo alla boscaglia in modo da beneficiare del vantaggio. Curate le vostre unità. Lentamente ingrossate al massimo la vostra truppa preferendo gli arcieri.
Usate con attenzione i nobili a cavallo in quanto, appena saranno prossimi alla metà della loro resistenza vi abbandoneranno, tuttavia potranno esservi utili finché saranno dalla vostra parte.
Prima di attraversare il ponte aspettate che la voce narrante dica che i nemici si stanno ritirando, quindi rinforzate al massimo il vostro esercito rimpiazzando i legionari perduti e attaccate. Appena passato il ponte centrale potrebbe essere utile costruire una torre difensiva e guarnirla di arcieri. In ogni caso avanzate con cautela e curate le vostre unità!. Conquistate il Villaggio, distruggete la guarnigione, costruite la vostra e uccidete il capo dei ribelli.
Quando porterete l’attacco finale sarà sufficiente anche un esercito ridotto (un paio di plotoni di legionari e un paio di tiratori) a patto che li supportiate adeguatamente con i medici (praticamente renderete le vostre truppe invincibili!)

Parte 10

UNA TERRA PERDUTA FRA LE NEBBIE

Attaccate il primo drappello di nemici agendo a distanza con le catapulte e gli arcieri, distruggete la torre difensiva e recatevi sul cucuzzolo dietro ad essa con un gruppo di legionari per falcidiare i tiratori appostati sull’altura.
A questo punto la tribù degli ATREBATI chiederà il vostro aiuto: recatevi nei pressi del villaggio eliminando i nemici e potrete usufruire del villaggio come centro di reclutamento. Ingrossate il vostro esercito più che potete e seguite il messaggero.
Tenete i legionari in prima linea e gli arcieri in seconda come al solito.
Come la voce narrante spiega all’inizio non è necessario eliminare tutti i nemici anche perché sono troppi. Arrivate all’estremità Nord della mappa per trovare il grosso delle truppe alleate e costruite almeno altre due torri d’assedio in modo da penetrare in massa nel castello. Uccidete il capo di nemici e automaticamente libererete COMNIUS che andrà successivamente scortato alla spiaggia. Usando opportunamente il medico non è strettamente necessario conquistare DUROLITUM.
Arrivati alla spiaggia tenete al sicuro COMNIUS fino a quando non avrete sconfitto l’ultima resistenza.

Parte 11

AVARIZIA

Proseguite andando a Sud e alleandovi con una delle popolazioni. È meglio quella di Giudea perché più forte di quella di Samaria. In ogni caso, qualsiasi scelta farete, si alleerà con voi solo una delle popolazioni mentre le altre si ribelleranno e sarete costretti a distruggere le rispettive guarnigioni. Fate buon uso del medico e non dovrebbe essere particolarmente difficile vincere, tuttavia rinforzate le vostre legioni appena possibile.
Tenete conto che a sud ovest, su un’altura, ci saranno degli arcieri molto fastidiosi: mandate un plotone di legionari supportati da un medico per liberarvene.

Parte 12

PAURA DELLE AQUILE

Qui è meglio procedere cautamente provvedendo a distruggere i diversi templi anche se la conquista di un villaggio tornerà utile per il reclutamento. Bisogna però tenere presente che distruggendo la guarnigione e costruendo la propria il popolo attaccato resisterà fino all’ultimo uomo; d’altro canto, distruggendo il tempio, il popolo si dichiarerà neutrale (e non sarà necessario procedere all’eliminazione di tutte le sue unità), ma non si potrà usare il villaggio per reclutare nuove truppe.
Proseguite a nord e adottate sempre la solita linea: legionari davanti e tiratori dietro.
Salvate spesso e, in generale, dopo ogni scontro. Lo schema non presenta particolari difficoltà

Parte 13

TRADIMENTO GELIDO

Appena vi muoverete troverete gli alleati: non dovrete far altro che seguirli fino al fortino dove prenderete il comando della fortezza. Lasciate pure andare avanti gli alleati e state nelle retrovie pronti a portare il colpo finale. Spezzate innanzitutto l’assedio, successivamente conquistate ARIOLA e BASILIA, trascurando NASTUM. Sulla mini-mappa vedrete evidenziate in verde le forze alleate: vi basterà avvicinarvi con una qualsiasi delle vostre truppe per farle unire a voi. In ogni caso non lasciate il castello incustodito e presidiatelo sempre con almeno 5 plotoni di arcieri. È indifferente quale villaggio conquistare, tuttavia recatevi a sud del castello dove staziona il maggior numero di truppe alleate.
Usate la pazienza e salvate spesso. Con l’accortezza non dovrebbe essere difficile avere la meglio.

Parte 14

L’INFERNO SI SCATENA

Andate con un comandante all’interno del villaggio per produrre velocemente almeno un paio di medici, quindi spostatevi in massa verso la EDESSA per incontrare CRASSO, facendo marciare le vostre truppe compatte. Non preoccupatevi se il villaggio sarà sotto assedio: anche se verrà distrutto la partita continuerà se non fate eliminare i vostri eroi. Dopo aver raggiunto crasso, marciate, con calma, verso la PARTHIA, distruggete la guarnigione e costruite la vostra per reclutare nuove truppe. Ricordatevi di non lasciare completamente sguarnita EDESSA perché periodicamente sarà attaccata da lanciatori eliminabili con tre plotoni di arcieri dentro le torri difensive, supportati da un medico.
Incontrate PUBLIO a CHARAX. Appena arriverete sarà ucciso e dovrete recarvi alle navi. Non appena arriverete alle navi con tutti e due i vostri eroi dovrete fare un ultimo sforzo per eliminare i nemici che bloccano il porto.

Parte 15

COLUI CHE OSA…
Marciate a Nord-Est, distruggete il primo drappello di nemici e recuperate GOBANNITIO, andate immediatamente a Nord per trovare i rinforzi, cercate di recuperare gli uomini di GOBANNITIO (indicati con chiazze bianche sulla mappa), facendo il giro più breve possibile, non perdete tempo e dirigetevi in forze verso ILANNA attaccandolo da Sud-Est. Agite rapidamente altrimenti le forze ribelli si organizzeranno e sarà praticamente impossibile avere la meglio in quanto i nemici disporranno di rifornimenti di truppe nettamente superiori a quelle garantite da GOBANNITIO.
Non distruggete ma conquistate ILANNA, erigete quattro torri ai lati e guarnitele di arcieri, quindi resistete alle ondate di assedio, la prima da Sud-Ovest, la secomnda da Sud-Est – Est, la terza da Nord e Nord-Est. Quando vi attaccheranno da Nord-Ovest con frecce infuocate è il momento di reagire perché sarà l’ultima ondata: radunate le vostre truppe e contrattaccate! Create almeno un gruppo di pretoriani (potentissimi) e con un paio di medici, qualche equites e un paio di plotoni di legionari assaltate URSOLI (se vi portate dietro degli arcieri farete prima grazie alle frecce infuocate). Il primo villaggio è da conquistare intorno al ventesimo minuto di gioco, massimo mezz’ora, il secondo villaggio va conquistato prima dei tre quarti d’ora altrimenti le forze nemiche saranno soverchianti!
Controllate spesso l’orologio e salvate spesso, soprattutto dopo ogni combattimento dove avete perso pochi uomini e prima di lanciarvi all’attacco! Si tratta dello schema più difficile fino ad ora affrontato: qui è fondamentale agire in fretta per non dare modo al nemico di organizzarsi. Trascurate pure il villaggio più a Nord, LUCAN (quello di GOBANNITIO) e concentratevi sui vostri obbiettivi! Agite in fretta o sarete perduti! Tenete conto che prima di conquistare un villaggio distruggendone la guarnigione dovrete avere necessariamente recuperato i rinforzi, altrimenti saranno attaccati e sopraffatti dall’altra parte della mappa facendovi perdere lo scenario senza possibilità di scampo.

Parte 16

RITORNO A CASA

Procedete a Nord e aiutate i Siriani, nono curatevi delle truppe nemiche ma andate ad aiutare i Siriani. Procedete ancora a Nord, costruite il ponte e affrontate la vedetta a guardia di CHALCHIS, conquistatelo e create i pretoriani oltre a qualche plotone di arcieri aggiuntivi. Quindi tornate indietro con CRASSO e servitevi del passaggio a Nord per arrivare ad ANTIOCHIA guadando il fiume. Abbiate però la cura di scortare l’eroe adeguatamente perché riceverete un imboscata! Una volta che le truppe presenti ad Antiochia si saranno unite a voi potrete contrattaccare, conquistando anche BATUAE.. Se è il caso rifornitevi di truppe e ricordatevi che nei pressi di BATUAE, sulle alture, si annidano nemici, quindi prima di dedicarvi alla demolizione della legione eliminate i nemici. Quando siete pronti sferrate l’attacco finale. Attaccate da più lati e, comunque, con tutte le vostre forze e non avrete problemi a vincere!

Parte 17

GUERRA DI LOGORAMENTO

Qui non c’è niente di particolare: aspettate che i carri si muovano e tenete unite le vostre truppe. Inizialmente fate un giro di ricognizione nei paraggi. Per eliminare i primi nemici.
Ogni volta che una carovana arriverà a destinazione riceverete truppe aggiuntive. Conservate le vostre truppe e curatele con il medico che vi sarà fornito alla consegna della prima carovana. Seguite l’esploratore alleato e non anticipate i tempi. Alla seconda fortezza vivi sarà consegnata una truppa di BERSKETER, che vi permetteranno di avere facilmente la meglio a patto di usarli in forza alle altre truppe. Dopo la seconda fortezza recatevi a Nord e ripulite l’altura dai nemici, quindi proseguite e affrontate lo stato maggiore dei nemici e uccidete il capitano portando il carro alla terza fortezza.

Parte 18

ALEA IACTA EST

Procedete a Ovest tenendo le truppe unite e attaccando in forza. Fate costruire il ponte alla fanteria (eventualmente procedete ad una degradazione e aiutate nell’ordine PESARO, FANO e ANCONA.
Giunti nei pressi delle città e decimati i nemici nelle vicinanze, le forze della città si uniranno a voi e disporrete di forze soverchianti per schiacciare il nemico.
L’unico accorgimento prima di lanciarvi all’assalto di ANCONA è che dovete salire in forze sull’altura vicino al ponte (prima di costruirlo), per eliminare le truppe appostate sulla collina. Il livello comunque, a causa del numero soverchiante di truppe a disposizione, non dovrebbe essere difficile.

Parte 19

GUERRA TRA LE MONTAGNE

Costruite due torri un po’ più a Est del vostro accampamento sulle alture e altre due, una nel centro del villaggio del vostro alleato e una sull’altura. Producete solo arcieri e presidiate le torri.
Inizialmente recatevi sull’altura a Sud con gli arcieri e tenete unte le vostre forze per respingere gli attacchi che arriveranno da Sud-Est e vicino al villaggio del vostro alleato. Quando i Centurioni di Pompeo diserteranno sarà sufficiente mandare un plotone qualsiasi a prenderli. Se potete mandateci almeno un gruppo di Legionari.
Si tratta essenzialmente di una missione di resistenza quindi aspettate di essere attaccati e non prendete l’iniziativa, attirando i nemici sotto il fuoco delle vostre torri presidiate dagli arceri.

Parte 20

LA CACCIA HA INIZIO

Questo livello non è particolarmente difficile anche se richiede di agire su più fronti contemporaneamente.
Producete innanzitutto arcieri e piazzateli sugli spalti, non vi dimenticate mai di attingere costantemente uomini alla vostra caserma. Mandate dalla strada più a Nord i cari scortati abbondantemente per raggiungere i mercenari che si uniranno a voi, quindi scendete al mare ad aiutare i rinforzi arrivati nel frattempo, contemporaneamente difendetevi nella fortezza. Fate sempre seguire ogni gruppo da un medico in modo di disporre di più energia. Supportate i rinforzi e scortateli verso la fortezza.
Ad un certo punto sarete assaliti da arieti e catapulte che tenteranno di distruggere la vostra fortezza, comunque se avete almeno 6 legioni di arcieri sugli spalti non dovreste avere difficoltà a resistere.
Una volta alleati con i mercenari fate attenzione a non attaccare per sbaglio il loro accampamento o vi si ribelleranno contro. Dopo aver subito il primo attacco alla fortezza, salvate e pensate a consegnare i carri.

Parte 21

LA FINE DELLA REPUBBLICA

Qui non dovreste avere particolari problemi: muovetevi in forza a SUD e conquistate i due villaggi mercenari, solo il primo si unirà a voi dopo che avrete ucciso il centurione e il guaritore, Rinforzate al massimo le vostre fila, costruite almeno un paio di torri d’assedio oltre a quelle che già avete e attaccate in massa sia da Nord che da sud l’accampamento di Pompeo. Il nemico accerchiato non riuscirà a resistere, ricordatevi di supportare le vostre truppe con almeno un medico per parte e non perdete tempo a cercare nemici nei dintorni: è fondamentale penetrare nella fortezza e cominciare ad attaccare il centro, così facendo non dovreste avere problemi a vincere in maniera abbastanza indolore. Trascurate il villaggio a Nord dei mercenari. Attaccando da Nord Pompeo, un gruppo di utilissimi BERSKETER si unirà a voi. Ricordate di attaccare quando possibile da alture e rammentate anche che gli arcieri all’interno delle torri di assedio possono tirare!

Parte 22

LA BATTAGLIA PER ALESSANDRIA

Questo è in realtà uno dei livelli più semplici in quanto si disporrà di un costante rifornimento di truppe.
Guarnite gli spalti di arcieri a volontà e uscite con pretoriani, gladiatori e cavalli per bloccare le macchine d’assedio. Quando arriverà il messaggero recatevi in forza al porto con almeno un plotone di arcieri per incendiare le navi. Non è necessario affrontare tutti i nemici, né attaccare i villaggi ribelli, anzi è meglio starne alla larga per non essere decimati. Continuate a produrre truppe e, in ogni caso, non lasciate mai sguarnita la fortezza e tenete bene al sicuro il vostro eroe. Insistete con gli arcieri sulle navi tirando dai moli e non avrete difficoltà a vincere.

Parte 23

AMICI E ALLEATI

Anche questo non è particolarmente difficile dal momento che le forze a disposizione saranno soverchianti. Bisogna solo avere l’accortezza di produrre truppe in continuazione distribuendo la produzione tra i diversi villaggi. È necessario inoltre mandare i propri uomini in aiuto degli alleati quando richiesto.
Aspettate ad i attaccare ed ingrossate il più possibile le vostre fila. Producete essenzialmente tiratori, gladiatori e pretoriani. Quindi attaccate in massa un solo villaggio alla volta. Fate attenzione alle alture che spesso celano torri nemiche, tuttavia la loro distruzione non è necessaria essendo sufficiente distruggere i villaggi. Notare che è perfettamente inutile impadronirsi dei villaggi potendo contare già su un rifornimento adeguato di truppe.

Parte 24

ANCORA UNA BATTAGLIA

È l’atto finale!
Recuperate i tre capi dei Legionari uccidendone il meno possibile. Quindi recatevi a OSUNA per rilevare la guarnigione e rifornirvi di truppe. Quando avete raggiunto il massimo attaccate dopo esservi diretti con i capi a Nord per recuperare altri legionari. È d notare che non è necessario uccidere tutti i nemici ma solo TITO LABIENO per terminare questa appassionante avventura.

Sommario della Soluzione

Parte 1
Parte 2
Parte 3
Parte 4
Parte 5
Parte 6
Parte 7
Parte 8
Parte 9
Parte 10
Parte 11
Parte 12
Parte 13
Parte 14
Parte 15
Parte 16
Parte 17
Parte 18
Parte 19
Parte 20
Parte 21
Parte 22
Parte 23
Parte 24