Shadow of MemoriesLa soluzione completa di Shadows of Memories 

Prologo : 14.30

Dopo la scena iniziale sentirete una simpatica voce che vi dirà che siete morti (cominciamo bene) ma che potrete tornare indietro nel tempo per cercare di evitare la vostra morte troppo prematura.
Finito il dialogo con lo strano individuo raccogliete quello strano apparecchio che va sotto il nome di Digipad e vi permetterà di viaggiare nel tempo, usatelo per cominciare veramente questa inquietante avventura.
Sarete in un caffè e penserete che è stato tutto un sogno, sono le 14 e quindi per ora siete in salvo, altra scena d’intermezzo e poi azione, uscite dal bar e fatevi un bel giro turistico per il villaggio, di fondamentale importanza è trovare la casa dell’indovina, entrate e parlate con lei, vi darà degli indizi molto utili e la data specifica del vostro omicidio (14.30).
L’unica stupida idea che vi ő venuta in mente ő quella di farvi trovare allüora dellüomicidio con altra gente cosi che l’assassino abbandoni il suo folle progetto, Uscite e prendete la sfera verde che si trova subito fuori dalla casa.
Andate alla piazza ed entrate nel Comune, chiedete alla signora per ricevere una mappa del villaggio, poi uscite e chiacchierate con la tipa che si trova in mezzo alla piazza.
Gironzolate per le vie della città e parlate con tutti quelli che potete (un uomo, una donna ed una bambina), poi usate il Digipad per tornare indietro all’13.30, tornate dall’indovina e parlate con lei. Uscite e tornate in piazza dove dovrete parlare con la signora che ha gli occhiali, poi di nuovo con la donna anziana di prima e datele appuntamento in piazza alle 14.30.
Parlate alla bambina per scoprire che si è persa, andate in giro fino a che troverete la madre e date anche a lei un appuntamento per l’ora fatidica. Fate scorrere di nuovo il tempo normalmente ed andate alla piazza, bravi siete riusciti a salvarvi dal vostro assassino!

Parte 1 : 15.00

Correte dall’indovina e scoprirete che la vostra morte è solo posticipata di mezz’ora, andate in piazza e parlate con l’artista e poi con la ragazza che vi dirà che c’è movimento al bar. Correte al bar Zum Ei e lo troverete bruciato.
Parlate con il bambino che vi dirà che suo nonno è dentro all’edificio, non tentate di fare gli eroi e tornate alla piazza per riparlare all’artista che vi consegnerà una pergamena.
Usate il vostro fidato Digipad e fate tornare indietro il tempo, andate al bar e parlate con lo strano tipo con la valigetta e poi andate sul retro del bar per beccare il ragazzino con le mani nel sacco, parlateci per evitare brutte sorprese e poi usate di nuovo il Digipad e ritornate nel presente. Avrete scongiurato il pericolo e potrete passare alla prossima parte.

Parte 2 : 15.30

Dopo il nuovo filmato dove parlerete con la cameriera e dopo che vi avrà ridato il vostro accendino farete (come sempre nel gioco) una brutta fine. Quando riprenderete in mano il vostro personaggio saranno le 15. Parlate con il Boss del Caffè Sonne e scoprirete che la vostra nuova amica vi cerca in piazza, andate li per trovarla e parlate con lei. Dopo il dialogo è ora di usare il Digipad però ci saranno due grosse novità : La ragazza viene con voi e non vi sposterete nel tempo di qualche ora ma andrete addirittura nel 1580.
Ora dovrete salvare Margaret dal linciaggio, usate il cellulare contro la gente e presto saranno scappati tutti e poi andate assieme alla ragazza a casa sua, farete la conoscenza di suo padre e scoprirete indizi molto interessanti per risolvere l’avventura.
Dopo il filmato uscite ed andate in piazza e parlate ben due volte con l’uomo che lavora all’albero, girate un po’ e chiedete ai passanti notizie su Dana, durante il vostro cammino dovreste trovare una scala che farete vostra.
Andate verso la piazza ed andate a sinistra nella via per trovare un grosso portone, dopo il fallito tentativo di aprire la porta potete parlare al ragazzo e dandogli la cartolina vi lascerà passare. Entrate e dopo il filmato usate la scala con il balcone e potrete prendere lo stemma. Tornate alla piazza e parlate di nuovo con l’uomo che pianta l’albero, mostrategli lo stemma e ditegli di smettere e di mettere al posto dell’albero o dei fiori o una statua (è indifferente).
Usate di nuovo il Digipad per tornare nel presente e vi ritroverete alla piazza con la statua o i fiori al posto dell’albero, evitando cosi la vostra prematura morte.

Parte 3 : 17.50

Altra parte altra morte, dopo la scena squillerà il telefono ed un uomo vi dirà di andare immediatamente al Museo. Non ascoltatelo per adesso ma andate al bar e parlate con lo strano tipo, si scoprirà un collezionista di uova, dategli il vostro con la pergamena e riceverete in cambio una padella di ferro (siete un mago degli affari).
Andate fuori e correte al Museo, si trova nella parte bassa della città, guardate la mappa se non avete idea di dove sia. Entrate, andate sulle scale e poi entrate nella porta in fondo, parlate con l’uomo ed alla fine riceverete un interessantissimo libro.
Fatevi un giro per il Museo e non appena uscirete partirà un filmato e voi farete la conoscenza di un ragazzino speciale che porta con se enormi poteri, dopo il vostro dialogo quest’ultimo vi manderà indietro nel tempo! (e sai che novità, avevamo il Digipad).
Scoprirete che il vostro Digipad non funziona quindi l’unica cosa che potete fare è andare in giro per il villaggio collezionando le sfere per ricaricare il Digipad, fatto questo potrete tornare nel vostro presente.

Parte 4 : 20.00

Parte super veloce questa, dopo il filmato che vi vedrà ancora una volta morti basterà usare la padella su di voi per evitare il fatto e passare direttamente al livello successivo.

Parte 5 : 22.30

Questa al contrario di quella prima sarà una missione piuttosto lunghetta, andate al bar per cominciare e mangiate, come sempre qualcuno stà pensando di farvi fuori, dopo il filmato tornerete a vivere e prenderete possesso del vostro personaggio.
Con il Digipad tornate indietro di un secolo e parlate con il tipo che si trova in strada vicino a voi, parlate con lui e guardatevi il filmato dove scoprirete che l’uomo è un antenato del padrone del Museo.
Ora dopo il filmato parlate con Sibilla e ditele che le porterete un gatto, parlate ora con il padre di Sibilla e quando vi chiederà cosa fare della casa ditegli che sarebbe meglio trasformarla in una biblioteca e poi ritornate nel tempo presente.
Andate ora al Museo ma avrete una piacevole sorpresa, sarà scomparso per lasciare il posto alla Biblioteca, entrate dentro e prendete il libro che si illumina di verde per scoprire l’antidoto che vi servirà per evitare la morte.
Andate di sopra e parlate con l’uomo, domandategli un gattino e non appena lo riceverete tornate indietro nel tempo e portatelo a Sibilla. Purtroppo per voi è successo qualcosa di brutto ed andando a casa di Margarete scoprirete che c’è stata una fortissima esplosione. Un cane vi impedirà di entrare in casa e quindi non vi resta che andare in macelleria e comprare un pezzo di carne, datela al cane e dopo che sarà andato via potrete entrare nella casa.
Osservate il disastro e scoprite per terra una chiave che prenderete, usate il Digipad e tornate indietro nel tempo quando la casa è ancora integra, usate la chiave per entrare in Laboratorio e parlate col signore per scoprire che sarà lui a far vivere l’Homunculus.
Uscite e beccatevi un filmato che sarà fondamentale per il proseguo della missione, prendete le vostre decisioni e poi prendete l’antidoto e parlate con Margarete. Lei vi farà delle domande ed è qui che la storia si divide :
Se porterete MArgarete con voi potrete beccarvi i finali A, B, C. In caso contrario vi aspetteranno i finali D, E (un bel salvataggio qui è obbligatorio). Dopo la decisione scoprirete che la ragazza comunque resterà li e vi regalerà un pettine come pegno della sua gratitudine. Tornate nel presente ed usate l’antidoto su di voi per scappare anche questa volta alla morte.

Parte 6 : 23.30

Come sempre il filmato iniziale vi vedrà morire stecchiti questa volta investiti da una macchina (be almeno avete fantasia nel morire). Dopo il discorso dell’Homunculus scoprirete per salvarvi in questa missione come per il Prologo dovrete trovarvi in compagnia, se sarete infatti con gente la morte non avverrà.
Tornate nel passato con il Digipad scegliendo lo strano titolo (un giorno freddo), farete la conoscenza di Oleg un regista che vi prenderà subito in simpatia e dopo il dialogo con lui vi verrà dato un altro oggetto a forma di uovo. Andate verso il basso della mappa e presto vedrete l’Homunculus con in braccio un bambino e la moglie del direttore del Museo cadere a terra morta. Ora siete ad un bivio, scegliete se salvare o no la giovane donna. Se volete salvarla andate nel passato e guardatevi come la povera donna è stata brutalmente uccisa e la figlia rapita. Ora che sapete come sono andate le cose potete tornare di nuovo indietro nel tempo e parlate con la donna, siate decisi e vedrete che alla fine della conversazione lei scapperà via.
Seguitela senza lasciarvela scappare ed alla fine sarete riusciti a slavarle la vita, dopo la scena andate da Oleg che avrà l’idea finale per il suo film. Andate nel presente e gustatevi la scena che vi vedrà salvo ancora una volta!

Parte 7 : 1.30

Guardatevi il filmato e vedrete che Eckart vi dirà di andare alla Torre della Biblioteca (dove prima c’era il Museo) ma capirete fin da subito che c’è qualcosa che non va.
Andate in cima alla torre e poi salite la scala per vedere come di nuovo farete una brutta fine (dai che siamo quasi alla fine!). Tornerete come sempre in vita e sarete bloccati nella torre, usate il Digipad e tornerete indietro di una giornata, ricaricate il Digipad raccogliendo le sfere verdi e poi andate al giardino e provate a forzare la porta della torre ma senza risultato.
Usate di nuovo il Digipad e tornate nel 1580, andate nella casa di Sibilla e raccogliete la chiave che si trova in soggiorno. Finita la scenetta vi troverete nel cortile interno e dovrete stare attenti a non incontrare voi stessi, perdete del tempo tentando di aprire tutte le porte (risultato inutile) ed alla fine potrete passare le due porte bianche e sarete fuori dall’edificio.
Ora andate nel giardino e da li alla torre, salite le scale fino in fondo ed alla fine prendete la corda. Tornate indietro di un giorno con il Digipad e poi mettete la corda sulla ringhiera del davanzale della torre.
Tornate al tempo giusto ed al momento fatidico usate la corda per scendere dalla torre e salvarvi ancora una volta la vita. Scendete le scale ed entrate nell’ufficio di Eckart, parlate con lui e se avete salvato sua moglie la troverete qui. Parlate con lei ed alla fine della conversazione datele il pettine ricevuto da Margarete, ascoltatela ancora e passate alla prossima parte.

Parte 8 : 4.30

Osservate il quadro di Dana con la pietra rossa e poi andate nel passato per cercare quella pietra, esaminate la cartina ed andate all’Atelier per trovare Dana.
Parlate con lei per scoprire che stà bene nel passato e vuole restare li. Alla fine vi darà la pietra e voi dopo averla ringraziata dirigetevi di corsa a casa di Margarete. Infilatevi al laboratorio e consegnate la pietra al dottore, dopo le dovute spiegazioni sulla pericolosità dell’evento vi manderà via e vi dirà di tornare in dieci giorni.
Dopo aver visto la scenetta tra Margarete e Hugo, usate il Digipad per arrivare nella data detta dal professore. Andate al laboratorio ma capirete subito che c’è qualcosa che non va, cercate qualcuno vivo e scoprirete che Hugo ha inventato una macchina del tempo.
Esaminate lo schermo della macchina per scoprire che il ragazzo è venuto proprio nella vostra epoca, usate il Digipad e dopo la scenetta saprete di dovervi dirigere alla piazza. Andate li e partirà un altro filmato, scoprirete cosi quasi tutti i segreti del gioco, compreso che il ragazzo vi ritiene responsabile della morte del padre ed è venuto nella vostra epoca solo per uccidervi, solo cosi l’Homunculus non nascerà e la sua famiglia sarà salva.
Alla fine vi chiederà di portargli l’Homunculus, da questo momento avrete solo venti minuti per fare il tutto, ci sono da prendere tante decisioni ed ognuna di queste porterà ad un finale diverso. Andiamo a vederle tutte.

Soluzione A :

Usate il Digipad per andare nel passato e cercare li l’Homunculus, lo troverete in una piccola piazzetta, parlate con lui e scoprirete cose nuove e molto diverse da quelle che pensavate. Tornate nel presente e parlate con l’Indovina per scoprire che lei non è nient’altro che la madre di Hugo. Finito il dialogo la donna scomparirà e vi darà un messaggio da dire a suo figlio, parlate di nuovo all’Homunculus che farà apparire lo spirito del Dottore perché parli con il figlio, ora Margarete che è rimasta sola vi chiederà di prendere una decisione per lei, ditele che resti nel passato e poi consegnate il Digipad all’Homunculus che morirà.
In questo finale Margarete vivrà a casa di Eckart che l’addotterà.

Soluzione B :

Andate dall’Indovina e scoprite chi è veramente, tornate del ragazzo e ditegli che sua madre si trova qui. Seguitelo mentre va da sua madre e poi non appena sarà morto potrete andare a parlare con l’Homunculus. Riportate Margarete nel passato e poi parlate l’ultima volta con l’Homunculus, alla fine andrete in bar a farvi una bella bevuta.

Soluzione B/2 :

Usate il Digipad per tornare nel passato e trovare l’Homunculus, trovatelo nella piccola piazza e parlate con lui, tornate ai giorni nostri ed andate alla piazza dove si trovano Hugo e Margarete, Hugo vorrà uccidervi di nuovo ma Sir Eckart lo bloccherà salvandovi.
I due alla fine della scena torneranno nel passato e a voi non resta che salutare l’Homunculus ed andare al bar a festeggiare.

Soluzione C :

Lasciate Hugo ed andate nel passato al momento dell’esplosione del laboratorio. Scendete al laboratorio e raccogliete gli appunti che sono sul tavolo. Sentite il discorso tra i due ragazzi e poi scoprite che Hugo ha fatto la macchina del tempo per andare nel passato per parlare con se stesso. Il Dottore pazzo di rabbia vuole uccidere Margarete, arriverà Hugo e scompariranno insieme. Finita la scena ne partirà un’altra dove vedrete Eike e l’Homunculus, Eike vi dirà di stare molto attenti. Non potrete farci nulla, in questo finale troverete la morte travolti da un auto.

Altro tipo di soluzione (Parte 5) :

Questa parte serve per vedere gli ultimi due finali, infatti avrete detto a Margarete che non è una vostra antenata e potrete decidere se portare o no Dana con voi nel presente. Se decidete di lasciarla nel passato assisterete al finale D, se la riprenderete nel presente opterete per il finale E.
Sarà dura però farla tornare nel presente, per farlo usate il Digipad e tornate al bar Sonne nel presente dove troverete un biglietto che fare vostro. Tornate da Dana e fatele leggere il biglietto, poi andate dal Dottore e dategli la pietra rossa. Poi continuate normalmente la parte 5.

Soluzione D :

Andate da Hugo nel presente e gustatevi il filmato, gli appunti di suo padre non si leggeranno cosi dovrà tornare indietro assieme alla sorella.
Ora il Dottore che sarà tornato giovane userà il Pentagramma per battere l’Homunculus però il mostro alla fine cancellerà la memoria al Dottore e voi rimarrete fregati per sempre.

Soluzione E :

Qui troverete Hugo che tiene in ostaggio Dianae dovrete salvare lei adempiendo alle richieste del ragazzo. Andate nel passato con il Digipad ed andando a casa del Dottore, prenderete Margarete e la porterete con voi nel presente. Parlate con lei e dopo che avrà capito la situazione gustatevi la sequenza del dialogo tra Margarete e Hugo e poi il filmato finale conclusivo del gioco.

Sommario della Soluzione

Prologo : 14.30
Parte 1 : 15.00
Parte 2 : 15.30
Parte 3 : 17.50
Parte 4 : 20.00
Parte 5 : 22.30
Parte 6 : 23.30
Parte 7 : 1.30
Parte 8 : 4.30
Soluzione A
Soluzione B
Soluzione C
Altro tipo di soluzione (Parte 5)
Soluzione D
Soluzione E