The Incredible Hulk: Ultimate DestructionLa soluzione completa di The Incredible Hulk: Ultimate Destruction 

Il gioco è suddiviso in molti capitoli inframmezzati da filmati. Completare ogni missione vi farà procedere nella storia e vi permetterà di sbloccare nuove sfide, rappresentate con delle icone arancio. Completare queste missioni opzionali vi permette di acquisire nuove capacità, che possono essere ripetute per migliorare le vostre performance, fino a vincere le medaglie d’oro, d’argento e di bronzo. Dopo ogni capitolo completato saranno disponibili nuove sfide. Le sfide che non potete ancora affrontare invece sono rappresentate da delle icone grigie.

Tutorial
In questa fase del gioco imparerete i principali comandi e i movimenti disponibili. Scoprirete che correre contro agli oggetti li danneggia pesantemente, a causa della vostra mole, e che potete sollevare quasi tutto. I bidoni di petrolio non possono essere sollevati, ma creano delle esplosioni se li urtate o se lanciate degli oggetti contro di essi. Saltare è il modo più veloce di spostarsi, e deve essere imparato in fretta, anche per sconfiggere i nemici ed evitare i loro attacchi. Occorre un solo colpo per uccidere un nemico, ed essere veloci aiuta ad affrontarne molti tutti insieme. Imparerete come fare una combo di tre colpi, ce ne sono di diversi tipi, sperimentateli. C’è inoltre un tasto di attacco speciale, che se tenuto premuto, permette di caricare il colpo, aumentando di molto il danno che può essere arrecato.
Nell’area ci sono tre stelle arancio, che rappresentano altrettanti punti di allenamento, e possono essere affrontati in qualsiasi ordine. Usare un oggetto per colpire più nemici nello stesso momento può essere una buona tecnica, e così anche il lanciare oggetti addosso ai gruppi di nemici. Molti oggetti che vi circondano possono essere utilizzati come armi improvvisate, come ad esempio le pompe di benzina, o le antenne. Persino le mucche sono ottime se usate come proiettili (non preoccupatevi, non subiranno alcun danno, dovrete però riuscire a catturarle, dato che quando vi avvicinate cercheranno di fuggire spaventate). Lanciare persone contro gli oggetti non danneggia l’oggetto, a meno che l’oggetto non sia un’altra persona, nel qual caso entrambe saranno messe k.o.
Per passare al livello successivo dovete affrontare almeno un livello di allenamento. Scegliete una stella ed attivatela. Quella più vicina al punto di partenza vi insegna come prendere la mira contro i nemici, in questo caso gli elicotteri. Essi sono al di fuori della portata dei normali attacchi, ma potete lanciare degli oggetti per colpirli. E più è grande l’oggetto che lanciate, maggiore è il danno provocato. Gli stessi elicotteri distrutti possono essere a loro volta utilizzati come proiettili. I colpi saranno più potenti se li caricate prima di effettuare il lancio. Per terminare questo livello introduttivo dovete distruggere tre obiettivi con questa tecnica appena appresa. Se non riuscite a farlo unicamente lanciando gli oggetti, potete saltare quando si avvicinano ed effettuare un attacco aereo.
Il secondo esercizio insegna alcuni movimenti basilari di Hulk, cominciando con l’arrampicata. Arrampicatevi sul muro dell’edificio e raccogliete tutte le sfere blu. La mossa successiva è la corsa sul muro: così facendo dovete anche in questo caso raccogliere le sfere blu. Poi imparerete come lanciare i missili. Dopo tre obiettivi colpiti potete procedere.
Il terzo esercizio vi spiega come effettuare i salti con caricamento. Compare un altro gruppo di sfere, di cui la prima blu e le rimanenti rosse. Saltate per raccoglierle nell’ordine, la successiva che dovete prendere è sempre di colore blu e segnalata sulla mini-mappa con un cerchio giallo. Caricate i salti e sfruttate i tetti per aggiungere elevazione ai movimenti.
Se avete eseguito tutti e tre gli esercizi otterrete una mossa speciale, attraverso la quale potete trasformare ogni piccolo veicolo in un paio di guanti metallici che aumentano la potenza dei vostri pugni. Questa abilità si rivela utile in caso di nemici troppo pesanti da sollevare e corazzati da rendere inefficaci i vostri attacchi. Il vostro prossimo compito è infatti abbattere alcuni di questi nemici. Quando avete finito entrate nel tunnel (segnato nella mini-mappa con un cerchio verde).

Prologo
Il filmato vi mostra Bruce Banner in una capanna alle prese con le ricerche per la cura del suo problema, quando all’improvviso irrompono delle truppe pronte ad attaccarlo. Lo shock e la rabbia trasformano Bruce in Hulk e voi prendete possesso del personaggio. I vostri primi nemici sono quindi dei soldati. A differenza del tutorial, da qui in poi vi possono ferire e persino uccidere; se vi trovate in difficoltà (e lo potete vedere dalla barra verde della salute in alto a sinistra) dovete raccogliere delle sfere verdi per sopravvivere. Per ogni nemico ucciso saprete quanti Smash Point avete guadagnato. Gli alberi ed i pali del telefono possono essere usati come mazze, così pure la jeep e il camion possono essere utilizzati come guanti metallici. Quando procedete vedrete altre jeep ed un elicottero in procinto di atterrare. Utilizzate quanto avete intorno per causare il maggior numero possibile di danni: le rocce, le pompe di benzina e i barili, le jeep. Quando entra in scena il carro armato, utilizzate i guanti d’acciaio per distruggerlo. I suoi cannoni possono causarvi notevoli danni, e distruggerlo non significa soltanto eliminare una minaccia, ma anche ottenere una grossa carcassa di carro armato da usare come arma contro gli altri nemici. Uccidete tutti i soldati a protezione del cerchio verde (cioè il Jump Marker: in punti come questo Hulk può spostarsi da un’area ad un’altra percorrendo grandi distanze). Entrati in questo cerchio verde, avrete completato il Prologo. Un filmato vi mostra Bruce che raggiunge il nascondiglio del Dott. Samson in una vecchia chiesa, e quest’ultimo gli consegna un dispositivo che ha appena inventato. Salvate.

CAPITOLO 1: Il nemico interiore
Il dispositivo che vi ha consegnato Samson è un’interfaccia neurale che gli permette di comunicare direttamente con Hulk e dargli dei comandi per affrontare delle missioni. Lo scopo è permettere a Samson di costruire una macchina in grado di risolvere il problema di Bruce. Vi trasformate di nuovo in Hulk, e con queste sembianze ora potete esplorare il nascondiglio di Samson, che costituirà la base per ogni missione del gioco. L’icona verde in fondo alla chiesa serve per entrare nel Menu Principale, da cui potete acquistare mosse extra utilizzando gli Smash Point, configurare le opzioni di gioco ed osservare tutti i contenuti speciali che si sbloccheranno nel corso del gioco. Quando vi sentite pronti, entrate nel Jump Marker.

- missione 1: Hulk in città
Potete osservare una mappa dell’area quando mettete il gioco in pausa. L’unico Jump Marker disponibile per ora si trova al Tibodt Grand Hotel. Vi trovate su un tetto nel centro di questa nuova area. La polizia è stata in qualche modo avvertita del vostro arrivo e vi aspetta una calorosa accoglienza da parte delle forze dell’ordine. È il momento di far vedere ciò si cui siete capaci! Saltate giù in strada ed affrontateli tutti, aiutandovi con tutto ciò che potete raccogliere intorno a voi: macchine, taxi, furgoncini, alberi, pali della luce, cassette della posta, autobus… in particolare fate attenzione alle ambulanze: distruggerne una provoca l’apparizione di un gran numero di sfere verdi che potete usare per aumentare la salute. Rimangono ancora dei poliziotti nell’area, e per eliminarli date sfogo alla vostra creatività. Potete ad esempio saltarci sopra da qualche palazzo, usare l’insegna con l’hamburger come proiettile, o semplicemente correrci addosso ed abbatterli come tanti birilli. Quando vi sentirete abbastanza sicuri nelle strade, cominciate ad esplorare la città. I cerchi arancio rappresentano le sfide che potete affrontare quando ne avete voglia per raccogliere punti bonus. I cerchi gialli invece sono Jump Marker non ancora attivati. Salvate ogni volta che ne trovate uno. Gli 8 Jump Marker di quest’area si trovano:
1. vicino al Tibodt Grand Hotel
2. presso la Midtown Tower, più a sud, vicino alla costa
3. all’Infinity Cove, nell’angolo a sud-ovest della mappa, sul tetto di un edificio
4. vicino al nightclub Dayne
5. vicino al Jorella Point, più ad est
6. andando a sud-est (ricordatevi dell’ospedale che oltrepassate), sulla Coliseum Terrace
7. a sud-est, Chinatown, vicino al tempio
8. attraversando uno dei due ponti verso la Gunnery Island, su uno dei tetti. Una volta attivati tutti i Jump Marker, siete pronti a procedere con la storia.

- missione 2: colpo di fulmine
Per completare la sua macchina, Samson nel suo laboratorio ha bisogno di molta energia elettrica, che per varie ragioni (economiche, soprattutto) non gli viene fornita regolarmente. Hulk quindi può aiutarlo facendo esplodere tre sottostazioni elettriche, che compaiono nella mappa come dei cerchi rossi, ognuno dei quali è difeso dalle forze della polizia. La prima di queste sottostazioni è vicina: basta distruggere la recinzione e poi colpire il generatore. Tuttavia è preferibile farlo lanciando qualche oggetto piuttosto che colpendolo direttamente: si tratta di energia elettrica e potreste prendere la scossa. Dopo aver distrutto il primo generatore i poliziotti aumenteranno in maniera esponenziale. Notate che se vi avvicinate troppo a questi uomini, fuggiranno spaventati. Quindi se avete una forte coscienza civica lasciateli semplicemente scappare via. Altrimenti schiacciateli o colpiteli, come preferite. Mentre vi dirigete verso la seconda sottostazione, alla bolgia si aggiunge anche un elicottero. Alla terza sottostazione gli elicotteri diventano due, ed atterrano facendo scendere molti soldati. Uccideteli tutti e distruggete il generatore.

-missione 3: cose da sapere
I nemici tralasciati nell’ultima missione rimangono sulla mappa nelle missioni successive, perciò è consigliabile eliminarne quanti più possibile, anche per acquisire preziosi Smash Point. Attraversate la città e subito vi accorgerete che le forze dell’ordine sono molto aumentate rispetto a prima. E d’ora in poi sarà sempre peggio! Se volete stare lontano dei guai, procedete sopra i tetti. Tenete d’occhio gli edifici con la scritta Division Corp: a differenza degli altri, questi palazzi possono essere distrutti e farvi guadagnare molti Smash Point.
Questa è la prima di una lunga serie di missioni di recupero. Nello specifico dovrete trovare e riportare a Samson un computer che può tornare molto utile nella cura di Hulk. Il difficile consiste nel riportarlo in buone condizioni, il che può risultare piuttosto complicato con la leggiadria che vi contraddistingue! Oltre a questo, Blonsky, il proprietario del computer, ha una certa fretta di lasciare la città, quindi dovete portare a termine il compito il più velocemente possibile. Andate verso il tetto segnato con un cerchio verde sulla mappa. Evitate i colpi dell’elicottero e dei soldati con i lanciamissili. Rompete le casse sul tetto per trovare il computer. Fate attenzione agli elicotteri Comanche: sono dei nemici più impegnativi rispetto agli elicotteri che avete incontrato fino a qui. Raccogliete il computer, apparirà una barra blu sullo schermo, che rappresenta il suo grado di integrità. Andate verso il Jump Marker più vicino il più rapidamente possibile. Se doveste fermarvi per combattere contro qualcuno, assicuratevi di appoggiare il computer per terra prima di fare qualsiasi movimento brusco. Quando avete finito, raccoglietelo e procedete. Inutile dire che se malauguratamente il computer dovesse distruggersi, dovrete ricominciare da capo. Teletrasportatevi alla chiesa e depositate il prezioso computer nella scatola gialla.
A questo punto delle schermate di testo vi spiegheranno una meccanica fondamentale di gioco. Più danni causate, più sale l’allarme sicurezza, e più nemici verranno mandati a fronteggiarvi. Il che può rivelarsi pericoloso, ma vi può far guadagnare molti Smash Point, se gestito in modo adeguato. Per far abbassare la soglia di allarme basta allontanarsi dall’area; per farla crescere velocemente invece si può colpire veicoli di pubblica utilità, come le auto della polizia o le ambulanze.

- missione 4: proteggere e servire
Questo è un buon momento per tornare alla chiesa e comprare delle nuove mosse. Familiarizzate con i nuovi colpi acquisiti, poi salvate e tornate in città. Samson sta cercando di penetrare nel sistema della Division per recuperare dati che gli servono e che non ha trovato nel computer che avete rubato per lui, ma Blonsky si è accorto dell’intrusione e sta mandando una squadra munita di carri armati per distruggere il luogo in cui si trova Samson prima che finisca il download dei dati. Hulk deve difendere l’edificio per tre minuti (nella modalità facile; in quella difficile il tempo sarà maggiore).
Questa è la prima missione che può causare dei problemi. L’edificio appare con un cerchio blu sulla mini-mappa, mentre la barra azzurra rappresenta la sua salute. Andate velocemente verso delle macchine per ottenere i pugni d’acciaio e con questi eliminate i soldati con i lanciamissili prima che possano danneggiare il palazzo. Correte sulla strada a nord causando panico e bloccando il traffico, di modo che anche i carri armati siano rallentati nel loro arrivo. Adesso dovrete occuparvi delle ondate di carri armati proveniente da nord, ovest ed est. Concentratevi su quelli che stanno colpendo l’edificio, distruggendoli con i pugni d’acciaio, oppure con un’arma improvvisata (come un taxi, un palo della luce e simili). Tenete sempre d’occhio i puntini rossi sulla mini-mappa: rappresentano i nemici. Muovetevi e distruggete il più velocemente possibile, ma fate attenzione a non danneggiare voi stessi l’edificio con i vostri colpi. Continuate a tenere a bada i carri armati fino a quando, allo scadere del tempo, Blonsky fa saltare l’edificio con un missile cruise, ma ormai non importa più, il download è stato completato, e la missione compiuta.

- missione 5: fuoco in vendita
Tornate alla chiesa ed acquistate delle nuove mosse. Attivate la stella verde successiva. Lungo il percorso potrete notare che i soldati con i lanciamissili hanno ormai sostituito le normali forze dell’ordine. Questa missione consiste nel recuperare alcuni oggetti e riportarli alla chiesa, e per la prima volta avrete a che fare con i checkpoint: una volta consegnato ogni oggetto non dovrete recuperarlo una seconda volta nel caso veniste uccisi nel corso della missione.
Cercate come prima cosa il Catscan, che si trova all’ospedale, il cerchio rosso a nord-ovest. Uccidete tutti i soldati che volete (continuano a generarsene di nuovi), facendo attenzione in particolar modo ai tizi sopra i tetti, che possono essere pericolosi e difficili da eliminare. Rompete i container e le casse blu per trovare l’oggetto che state cercando. Raccoglietelo velocemente: i missili che vengono lanciati nella vostra direzione possono danneggiarlo. Dirigetevi velocemente al Jump Marker più vicino per raggiungere la chiesa, e mettete il Catscan nel contenitore giallo.
Ora andate al cerchio rosso vicino alla Coliseum Terrace. Questa volta dovrete distruggere l’intero edificio, per mezzo di attacchi caricati, proiettili e mazze. Anche i missili lanciati dai soldati possono servire a questo scopo: cercate di spostarvi all’ultimo momento quando un missile vi sta per colpire, di modo che danneggi l’edificio. Quando il palazzo crolla potrete vedere al suo interno un montacarichi. Sollevatelo e portatelo velocemente verso il Jump Marker, per poi metterlo nel contenitore giallo all’interno della chiesa.
Il Generatore invece si trova a metà strada tra la Midtown Tower e il Tibodt Grand Hotel. Purtroppo la zona è pesantemente difesa da soldati con lanciamissili su ogni tetto circostante: occupatevi prima di loro. Alcuni arriveranno a buttarsi da soli dai tetti per il terrore! Distruggete la recinzione che circonda il Generatore, ma il campo di forza non può essere oltrepassato. Che fare quindi? Vedete quell’antenna al centro del campo di forza? È il dispositivo che lo alimenta. Tutto quello che dovete fare è buttarla giù con dei proiettili, facendo però attenzione a non danneggiare il generatore, mirando solo l’antenna. Quando il campo di forza è stato disattivato, arriveranno a supporto dei soldati anche delle unità aeree, tre per la precisione. Quando vi siete sbarazzati di loro, raccogliete il Generatore, correte verso il Jump Marker più vicino e raggiungete la chiesa.

- missione 6: nemesis (boss)
Vicino alla chiesa è apparsa una nuova stella verde: la prossima missione è una battaglia contro un boss, che chiude il primo capitolo. Samson vi dice che la Base Militare ha dei problemi con una strana creatura verde, che di certo non siete voi. Arrivati sul luogo vi accorgete che in effetti c’è un altro essere verde in libertà, che per di più ce l’ha con voi per essere diventato un tale abominio.
Non ci sono grandi suggerimenti da dare per questa battaglia. L’Abominio ha le vostre stesse dimensioni e capacità, ma è pericoloso il doppio. Nell’angolo in alto a destra dello schermo c’è la barra della vita del nemico, che dovrete svuotare totalmente. Cercate di evitare i suoi attacchi e di colpirlo alle spalle, o sollevatelo e lanciatelo velocemente (prima che si ribelli e vi faccia male). In ogni caso, variate i vostri attacchi il più possibile, dato che questo vostro simile ha una capacità elevata di capire e prevenire le vostre mosse. Una mossa efficace è dirigersi verso gli angoli dell’arena: se uno dei due urta abbastanza violentemente il muro, esso crollerà addosso ad entrambi, e voi dovete essere molto più veloci nello spostarvi, lasciando che l’Abominio riceva tutto il danno. Per qualche strana ragione sembra non comprendere questa tecnica, quindi la potete ripetere più volte. Nel caso doveste morire nella battaglia, il gioco stesso vi darà delle indicazioni su come effettuare un successivo tentativo!

CAPITOLO 2: Il deserto buio dell’anima
Nel menu di acquisto accertatevi di possedere l’abilità di usare gli oggetti come scudo, vi può essere enormemente utile per proteggervi dagli attacchi, sia che siate fermi, sia che vi muoviate. Inoltre potete lanciare lo scudo come un boomerang e riutilizzarlo quando fa ritorno tra le vostre mani. Uscendo dalla chiesa noterete un altro Jump Marker, che porta alle Badlands, la seconda area del gioco, nella quale si svolgono tutte le nuove missioni.
Al vostro arrivo subito noterete che le Badlands sono molto meno estese rispetto alla città. Confinate tra le montagne e con un corso d’acqua a nord, è un classico paesaggio dell’Ovest americano. A nord c’è una piccola cittadina, con quasi lo stesso arredo della grande città: pali dell’alta tensione, alberi, auto, camion, autobus… Dalla cittadina tre canyon portano verso sud, nell’area centrale della mappa. A sud est troverete delle torri di guardia, si tratta di una Base Militare. Distruggete le torri. Dovreste essere già nell’ordine di idee che in un luogo come questo troverete molti militari. Esplorate completamente la mappa, controllate le varie sfide disponibili e sbloccate i Jump Marker per potervi muovere liberamente nell’area. I quattro Jump Marker si trovano:
1. al Last Chance Café
2. ai due limiti del canyon centrale
3. poco prima della strada che porta alla Base Militare
Ritornate al Last Chance Café per cominciare la prima missione.

- missione 1: l’occhio del ciclone
Un certo Mr Blonsky ha a sua disposizione dei satelliti che possono individuarvi facilmente ed impedirvi di muovervi liberamente nell’area. Fortunatamente Samson sa dove si trovano le antenne di collegamento satellitare, che dovrete distruggere. Nella mappa ce ne sono quattro, evidenziate con un cerchio rosso. L’antenna più vicina e quella meno difesa si trova nel centro della cittadina, accanto al palazzo di giustizia (si tratta di un edificio in mattoni rosso con un orologio). I vostri nemici sono soldati con lanciamissili ed alcuni carri armati. Usate i palazzi come copertura ed eliminate tutti i nemici prima di occuparvi dell’antenna satellitare che si trova in cima all’edificio più largo della città. A questo punto arriveranno anche degli elicotteri, utilizzate gli Air Combo per neutralizzarli. Le altre due antenne sono posizionate nei canyon (ad est ed ovest), quando vi avvicinate incontrerete dei nuovi nemici molto insidiosi: dei carri armati i cui radar sono grado di prevedere il vostro arrivo con largo anticipo e lanciarvi contro missili teleguidati. I carri armati in sé non sono molto robusti, ma avvicinarsi può essere pericoloso proprio a causa di questi missili. La quarta antenna si trova nei pressi della base, ma il campo di forza vi impedisce di avvicinarvi troppo. Eliminate i soldati vicino alla torre di guardia, i carri armati e poi occupatevi dell’antenna. Missione completata.

- missione 2: prenditi un convoglio
Pare che Blonsky abbia progettato delle creature meccaniche per contrastarvi: unità che hanno le stesse dimensioni di Hulk e possiedono grandi abilità di lotta, mitragliatrici, lanciamissili e possono caricare i loro colpi per infliggere danno extra. Questi saranno presto i vostri peggiori nemici, abituatevi subito alla loro presenza.
In questa missione dovrete fermare tre convogli militari che stanno trasportando proprio dei pezzi di questi Hulkbuster. La missione in realtà non ne bloccherà la produzione, ma è abbastanza divertente. Assicuratevi di avere familiarità con la zona, di aver sbloccato tutti i Jump Marker e di essere veloci, sono tutti requisiti indispensabili. Quando siete pronti, tornate al Last Chance Café ed attivate la stella verde. Il primo convoglio lascia il deposito automaticamente all’inizio del livello, ed è composto da un autotreno, alcuni carri armati ed un paio di elicotteri. Fate attenzione alla barra nell’angolo in basso a sinistra, rappresenta quanto il convoglio si sta avvicinando al tunnel: se riesce ad imboccarlo avrete fallito la missione. Fortunatamente tutto ciò che dovete fare per fermare un convoglio è colpire il camion principale, tutto ciò che lo circonda è secondario, cercate però di evitarne i colpi. Potete usare i Jump Marker per raggiungere più velocemente una determinata zona (tenetelo a mente anche per le prossime missioni). Dopo aver distrutto il camion occupatevi dei carri armati e degli elicotteri, e demolite i ponti di collegamento, che è una mossa molto saggia in previsione del passaggio di altri convogli. Il primo convoglio si muove verso sud ed è abbastanza facile da neutralizzare, se tuttavia doveste perderlo potete facilmente localizzarlo tramite il cerchio rosso sulla mappa. Il secondo convoglio parte quando vi sarete avvicinati a sufficienza al Deposito di Armi, ed è composto degli stessi elementi, con la differenza che questa volta ci sono due autotreni e procedono verso est. Come prima, concentratevi sui camion e poi occupatevi del resto. Quando vi avvicinate di nuovo al Deposito, partirà il terzo convoglio, diretto ad ovest, il cui inseguimento è leggermente più complicato rispetto ai precedenti e può tornare utile l’utilizzo dei Jump Marker. Distruggete entrambi i camion, dopodiché la missione sarà completata.

- missione 3: cacciatore di teste
In questa missione dovrete inoltrarvi nella Base Militare, per portare a Samson un’interfaccia neurale di Hulbuster per sottoporla ad uno studio approfondito. Le unità attive vanno distrutte, dovrete invece trovare un Hulkbuster non pilotato, e fortunatamente proprio oggi alla base Militare si sta svolgendo una dimostrazione.
Il cerchio giallo sulla mappa indica il luogo in cui dovete andare. Oltrepassate il tunnel. Lo scudo non c’è più, in compenso ce n’è uno sulle montagne, e per disattivarlo dall’esterno dovete saltare sulle montagne e colpire le due antenne che lo alimentano. Procedete verso l’area principale, noterete molti edifici ed un campo d’aviazione. C’è un canyon verso sud, oltrepassati due spessi muri di cemento ci sono tre bunker che circondano un’area di atterraggio per elicotteri. Qui si trova la Camera Blindata, ricordatevene, dovrete tornarci più tardi. Quando vi avvicinerete all’obiettivo della missione, gli Hulkbuster che stanno eseguendo la dimostrazione improvvisamente smetteranno di esercitarsi e vi attaccheranno. Abbatteteli. Avvicinatevi al dispositivo indicato sul display, Hulk lo colpirà automaticamente ed estrarrà l’interfaccia. Tuttavia per ora è meglio che la lasciate lì dov’è, dal momento che nella base sono apparsi nuovi mezzi di difesa. Annientate tutti questi nuovi nemici nel percorso che va tra l’interfaccia e il Jump Marker. Tornate indietro, prendete l’interfaccia, e attraverso il Jump Marker portatela alla chiesa, per farla studiare da Samson. Salvate.

- missione 4: banco di prova (boss)
Samson vi comunica che si sta sviluppando altro tipo di Hulkbuster: il Distruttore, più grosso e armato più pesantemente. Il prototipo verrà mostrato proprio oggi alla Base Militare e desidera che voi andiate per testarne l’effettiva pericolosità. Distruggere il prototipo significa anche causare un serio arresto della produzione di altri Distruttori.
Quando inizia la missione, scoprirete che la base Militare attendeva il vostro arrivo. Il Distruttore è davvero grande, circa il triplo di voi, e possiede combo ed attacchi con caricamento che possono fare davvero male, oltre che dei laser e lanciamissili. La buona notizia è che il Distruttore non ha attacchi corpo a corpo e può essere colpito facilmente, data la sua mole. La cattiva notizia è che nonostante le dimensioni è molto abile nel bloccare gli attacchi ed agile nel saltare. Ha ben quattro barre vita da azzerare, e ci vorrà del tempo, visto che le sue abilità tattiche sono notevoli e chiamerà in suo aiuto anche numerosi Hulkbuster ordinari.
Evitate il primo attacco laser e continuate a muovervi. Il Distruttore vi seguirà in tutto il canyon, ma questo per ora non rappresenta un grosso problema, dato che la maggior parte dei suoi attacchi sono prevedibili e facili da evitare. Procuratevi uno scudo il più in fretta possibile, e prima di attaccare il Distruttore date un’occhiata alla mini-mappa. Ci sono altri tre cerchi rossi oltre a quello che rappresenta il distruttore: si tratta di antenne satellitari, che trasmettono i suoi comandi alla base. Localizzate le antenne e distruggetele: in questo modo il Distruttore non potrà più chiedere aiuto ai suoi alleati e la battaglia sarà molto più facile. Se avete bisogno di energia, ci sono moltissime sfere verdi disseminate per tutto il canyon. In pratica ignorate il nemico principale fino alla distruzione di tutte e tre le antenne. Poi occupatevi dei nemici secondari, infine del Distruttore.
Evitate i suoi laser ed i suoi colpi, non avvicinatevi troppo, statene alla larga soprattutto quando atterra e provoca delle scosse al terreno che vi possono mettere k.o. Una buona tattica è di attaccarlo con delle combo e poi allontanarsi velocemente. Oppure potete lanciargli degli oggetti, mirando anche i missili che porta sulle spalle (se li eliminate vi sarete sbarazzati della sua arma più potente). Continuate a colpirlo, ad un certo punto comincerà ad emettere del fumo: chiaro segno che sta per tirare le cuoia. Quando inizierà a vacillare, Hulk gli salterà sopra e gli darà il colpo di grazia, poi fuggirà tra le montagne per evitare di essere localizzato dalle restanti truppe. Missione completata!

CAPITOLO 3: Nessuna pietà
In questo capitolo tornerete in città e noterete che alcune cose sono cambiate. A difesa della sicurezza pubblica non c’è più la Polizia, ma membri dell’esercito, accompagnati da numerosi carri armati e Hulkbuster. Preparatevi, le missioni di questo capitolo saranno quelle che più metteranno alla prova le vostre capacità di movimento e combattimento.
Acquistate le nuove mosse, e quando vi sentite pronti, procedete con la prima missione.

- missione 1: questioni di autorità
È arrivato il momento di affrontare le nuove divisioni di Hulkbuster, nel tentativo di recuperare il modulo di memoria per Samson. La missione comincia con un’imboscata da parte delle forze nemiche, di cui vi dovrete liberare sfruttando le mosse che avete acquisito fino a qui. Andate verso il cerchio verde sulla mappa, arrivati a destinazione vedrete un perimetro sorvegliato da un gruppo di Hulkbuster molto aggressivi. Con questo tipo di nemici continuate a muovervi, arretrando ed evitando i loro missili. Continuate a combatterli fino a quando non ci saranno più cerchi rossi sulla mappa. Un filmato vi mostra Chief Warden in cima al quartier generale della divisione, vostro compito è andare a prenderlo. Occupatevi dei nemici secondari prima di affrontarlo. Questo nemico riesce a volare come nessun altro Hulkbuster, ed i suoi colpi sono molto potenti. Potreste riuscire ad effettuare qualche presa, ma solitamente è molto veloce nell’evitarvi e se vi avvicinate troppo può persino contrattaccare.
Non potete sconfiggere Chief Warden adesso, vola troppo in alto e troppo velocemente, ed è difficile colpirlo, anche con i proiettili. Per il momento limitatevi a seguirlo abbattendo i nemici che incrociate lungo il tragitto. Quando finalmente si sarà fermato vi troverete in un parco con molti altri nemici. Come al solito occupatevi prima di loro, poi passate allo svuotamento delle sue tre barre di vita. Dopo che l’avrete distrutto, recuperate il modulo di memoria dai suoi rottami, ma prima di allontanarvi con esso, assicuratevi di liberarvi di tutti i nemici che vi stanno intorno. Solo allora dirigetevi verso il Jump Marker più vicino, tornate alla chiesa e mettete il modulo nel contenitore giallo.

- missione 2: recupero frenetico
La missione comincia sul ponte occidentale della Gunnery Island. Samson vuole che catturiate un camion carico di equipaggiamento che si sta muovendo verso il dipartimento di ricerca. C’è un solo convoglio da fermare prima che arrivi a destinazione, ma è veloce e protetto da uno scudo di energia, contro il quale dovrete lanciare molti oggetti per riuscire ad abbatterlo. In più il camion è scortato da elicotteri e carri armati. Il percorso si snoda attraverso la città, non avrete certo pochi oggetti da lanciare, con tutto quello che la città ha da offrire. Distruggete tutta la scorta al seguito del convoglio, poi cominciate a tirare oggetti al convoglio stesso, fortunatamente non dovete svuotare completamente la sua barra di vita: dopo molti colpi il suo scudo si indebolisce e potrete recuperare ciò che vi occorre. Tre elicotteri compariranno per ostacolarvi e, a differenza dalle altre volte, non serve posare il vostro carico per eliminare i nemici, essi lo colpiranno ugualmente e perderete solo tempo. Dirigetevi invece al Jump Marker più vicino e raggiungete la chiesa dove, dopo aver deposto l’oggetto nel contenitore giallo, avrete completato anche questa missione.

- missione 3: Mercy (boss)
Samson ha bisogno di combustibile nucleare dalla centrale elettrica cittadina, ma quando arrivate sul posto trovate Mercy, la guardia del corpo di Blonsky, che vi sta aspettando. Mercy ha solo tre barre di vita, ma a differenza di tutti i combattimenti che avete affrontato in precedenza, molti dei vostri attacchi non avranno alcun effetto su di lei. Potete lanciarle addosso qualsiasi oggetto: lei lo respingerà con la sua energia cinetica. Avvicinarsi è un altro problema, dato che sempre per mezzo della telecinesi vi respinge lontano. Il suo scudo non blocca totalmente i vostri attacchi, ma riduce di molto il danno che essi causano. Il suo attacco principale consiste nel lanciarvi contro delle grosse sfere di energia, capaci di paralizzarvi e rendervi vulnerabili ad alcune potenti combo. Fortunatamente Mercy sta ferma mentre le lancia, e quello è il momento giusto per attaccarla. Non tentate però di afferrarla, il suo scudo è molto potente. Quando sarete arrivati a metà del combattimento, Mercy smetterà di lanciare sfere e potenzierà il suo scudo. Si muoverà velocemente attaccandovi con calci e pugni, tutti ad alto voltaggio, e con dei laser che possono farvi veramente male se vi doveste trovare nei pressi dei barili radioattivi.
Quando l’avrete sconfitta, Blonsky lancia un missile nella centrale elettrica. Voi riuscite a fuggire, ma Mercy viene ridotta in cenere. Salvate.

CAPITOLO 4: Il caos
Il filmato ad inizio capitolo vi mostrerà quanto la parte oscura di Hulk stia prendendo possesso della mente di Bruce: avete sempre meno tempo per completare i vostri obiettivi. Tutte le missioni di questo capitolo si svolgono in città; come sempre sono disponibili alcune nuove mosse: salvate il gioco, fate pratica con le mosse appena acquisite e preparatevi ad investigare.

- missione 1: piazza pulita
Blonsky e Ross questa volta sono proprio intenzionati ad eliminarvi una volta per tutte. Dato che le loro armi fino ad ora non hanno dato i risultati sperati, hanno deciso di inquinare l’aria con uno speciale gas letale per i mutanti come voi. Fortunatamente non hanno ancora terminato le lavorazioni di questa tossina e avete la possibilità di recuperare i tre contenitori sparsi per la città ed impadronirvene prima che sia troppo tardi. Per liberarvene dovrete buttarli in acqua. Ogni contenitore è però pesantemente sorvegliato, quindi preparatevi a delle dure battaglie.
La missione comincia con l’attacco da parte di un Hulkbuster Distruttore, che a differenza di quelli che avete incontrato in precedenza, ha dei cannoni invece dei laser, e ha anche la barra della vita più corta. Quando l’avrete distrutto, andate alla ricerca delle sfere verdi per aumentare la vostra salute. Usate un camion come scudo. Il primo contenitore di gas si trova a Chinatown, ed è sorvegliato da un altro Distruttore che dovete allontanare da lì. Ignorate per il momento il contenitore (il countdown comincia nel momento in cui lo raccogliete) ed occupatevi dell’ostico nemico. Poi, con il contenitore, correte velocemente verso l’oceano ad ovest: al contatto con l’acqua, il gas diventa innocuo.
Il secondo obiettivo si trova nella parte occidentale della città. Per raggiungerlo velocemente usate il Jump Marker che porta al Dyne, ripristinando la salute e costruendovi uno scudo nel tragitto. Affrontare più nemici in questo caso non è molto più complicato che affrontarne uno solo: le mosse da usare sono le stesse, concentratevi prima su uno, poi sull’altro. Raccogliete poi il contenitore e gettatelo nell’oceano ad ovest.
L’ultimo contenitore si trova sulla Gunnery Island: assicuratevi di eliminare i due Distruttori prima di raccogliere il contenitore per non averli tra i piedi durante la vostra corsa verso l’oceano, che anche in questo caso si trova ad ovest. Salvate il gioco.

- missione 2: in pugno
In questa missione dovete rubare alcune barre di combustibile, ma non sarà facile, dato che nonostante il pesante carico l’elicottero si muove molto velocemente, ed è protetto da Hulkbuster e da Falcon Strike Fighter (aerei armati come i Comanche, ma dotati di mosse molto più acrobatiche e quindi molto più difficili da distruggere).
Correte verso il cerchio verde sulla mappa, avvicinandovi il più possibile all’elicottero per seguirlo (se si allontana troppo fallirete la missione). Nel frattempo raccogliete qualsiasi cosa da lanciare contro all’aereo, o effettuate combo aeree per colpirlo. Presto l’elicottero arriverà nei pressi di un edificio e svariati Hulkbuster vi verranno incontro. Eliminateli e continuate ad occuparvi dell’elicottero. Non aspettate che sia atterrato per colpirlo, fino a quando non sarà stato distrutto e avrà lasciato cadere le barre di combustibile. Per il momento lasciate il vostro obiettivo dov’è ed occupatevi degli Hulkbuster rimanenti e dei carri armati. Poi raccogliete le barre e correte verso il Jump Marker più vicino, per riportarli alla chiesa. Salvate il gioco.

- missione 3: sotto assedio
La stella verde appare vicino alla chiesa, il che può farvi pensare che si tratti di una battaglia contro un boss. Invece dovrete accompagnare Samson nell’incontro con un informatore della Divisione, ma la città è sotto assedio e muoversi può diventare molto pericoloso.
Cominciate a destra del Gunnery Island Bridge, e cercate di stare davanti alla macchina di Samson il più possibile, per prevenirne i danni. C’è poi da dire che mentre state combattendo, Samson spesso rallenta fino a quando il percorso non è sicuro, e questo facilita un po’ le cose. Nel percorso troverete anche dei nuovi nemici, gli Howitzer, un nuovo tipo di carro armato munito di doppio cannone in grado di polverizzare facilmente l’auto di Samson. Ad un certo punto Samson si dirigerà verso un viale laterale, lasciandovi campo libero per affrontare i vari pericoli che si presentano. Un altro segno dell’intelligenza del vostro protetto è che accelera quando si trova nei pressi di edifici con i cecchini. Distruggete tutte le minacce presenti, poi riavvicinatevi alla macchina di Samson e riprendete il viaggio. Siete più o meno a metà missione, ed incontrate un Checkpoint.
Adesso entrate nell’autostrada, e Samson riesce da solo a respingere i nemici con il paraurti senza subire alcun danno. Voi seguitelo senza farlo allontanare troppo. All’uscita dell’autostrada Samson si nasconderà in un’altra strada parallela e voi dovrete occuparvi di tutti i nemici, rappresentati dai cerchi rossi che improvvisamente compaiono sullo schermo. Poi proseguite il vostro tragitto, sempre precedendo l’autovettura che state scortando, fino a raggiungere un luogo sicuro, dove finisce la missione e finalmente potete salvare il gioco.

- missione 4: l’altra voce
Quando siete pronti tornate in città ed attivate la stella verde vicino alla Coliseum Terrace. Samson vi incaricherà di distruggere le tre basi principali della Divisione all’interno della città, assicurandovi che nell’area ormai non è più presente nessun civile ed è giunto il momento di colpire. Vediamo cosa si può fare per accontentarlo. La cosa non si prospetta facile, dato che dovrete ricaricare la mappa al termine della distruzione di ognuna delle basi, e ciò significa una perdita del 75% della vita di Hulk. Almeno vi è data la possibilità di salvare il gioco tramite alcuni Checkpoint. Come se non bastasse, il numero dei nemici che dovrete affrontare è di gran lunga superiore rispetto a quello che avete mai visto: ci sono Hulkbuster praticamente ad ogni angolo della città. Come regola generale cercate di affrontare pochi nemici per volta, allontanandoli l’uno dall’altro.
Il primo obiettivo è il deposito di carburante che si trova vicino all’ospedale nel centro-nord della città. Sulla mappa è rappresentato da un paio di cerchi rossi. Procuratevi una scudo prima di avvicinarvi, dato che sarete accolti da due Hulkbuster accompagnati da numerosi altri nemici. Procedete verso il deposito di carburante e fatelo esplodere.
Il vostro prossimo obiettivo è l’edificio della Divisione che si trova nell’angolo sud-occidentale della città. A questo punto comincerete ad incontrare grandi quantità di Hulkbuster: usate tutte le armi a vostra disposizione per uscirne vivi. Mentre vi avvicinate al quartier generale, notate come il Distruttore stia arrivando da sopra i tetti. Dovrete raccogliere i suoi missili e rispedirli indietro per danneggiarlo seriamente, saltando via dopo ogni attacco. Sconfitto questo ingombrante nemico, ripristinate al massimo la salute, finite i nemici rimanenti ed andate a distruggere l’edificio con i combo più devastanti che possedete. Dovrebbe crollare abbastanza in fretta.
L’ultimo obiettivo è l’armeria sulla Gunnery Island. Questa base è persino meglio difesa dell’ultima, con Hulkbuster a pattuglia su tutte le strade costiere ed un Distruttore all’estremità di ogni ponte. Usando le stesse tattiche di prima, cercate di eliminare quanti più nemici possibile prima di avvicinarvi all’isola. Saltare nell’acqua o dietro agli edifici è un’ottima tattica per evitare i missili nemici. Attraversate il ponte, e vedrete venirvi incontro entrambi i Distruttori. È possibile sfuggire loro allontanandosi velocemente dall’isola. Andate verso l’armeria che, come l’edificio precedente, è molto facile da distruggere. Salvate il gioco.

- missione 5: punto di svolta (boss)
Una nuova stella verde è apparsa alla chiesa, e si tratta di una battaglia contro un boss tra le più difficili di tutto il gioco. Samson vi comunica che ha bisogno di recuperare un determinato pezzo da un impianto della Divisione, ma dal suo tono di voce è percepibile un’insolita preoccupazione. Infatti quando Hulk arriva sul posto, non c’è verso di trovare il materiale indicato. Samson è qui, e vi ha tradito! Sembra che voi abbiate ucciso molti civili nell’ultima missione e Samson si è convinto che Hulk debba essere fermato ad ogni costo, prima che faccia altri danni. Vi trovate quindi ad affrontare un Titano Hulkbuster, il più grosso nemico di tutto il gioco, armato di armi laser ad alto voltaggio, missili cruise, cannoni ed enormi pugni di titanio. Non è in grado di volare, ma le sue capacità di salto sono pari alle vostre.
All’inizio allontanatevi dal Titano, che vi lancerà dei missili, per liberarvi dei quali dovrete muovervi davvero molto velocemente. Gli edifici possono servirvi da scudo per un po’, ma cadranno presto sotto la furia di questo ingombrante nemico. Utilizzate tutto ciò che vedete intorno a voi come arma e strumento di difesa. In ogni caso cercate di stargli il più lontano possibile: i suoi attacchi corpo a corpo sono molto pericolosi. Muovetevi continuamente, ed utilizzate gli attacchi in volo, saltando via subito per evitare i suoi pugni. Se avete bisogno di salute, cercatela tra i resti degli edifici crollati, o distruggendo gli Abram (in questa battaglia ne arrivano di nuovi in continuazione). Lanciategli contro degli oggetti pesanti e in generale approfittate di tutte le abilità che avete appreso finora per causargli danni standogli alla larga. Potete anche decidere di mirare ai lanciamissili che porta sulle spalle per neutralizzare una sua importante arma. Quando finalmente l’avrete distrutto, vi accorgerete di quanto Samson fosse riluttante nel tradirvi. Salvate il gioco.

CAPITOLO 5: Sancta sanctorum
Questo capitolo si differenzia dai precedenti per avere due missioni senza possibilità di interruzione, esplorazione libera o pratica di nuove mosse. Acquistate quindi i nuovi colpi all’inizio del capitolo, salvate e procedete.

- missione 1: senza parole
Cominciate la missione all’interno della camera blindata circondati da scienziati e da Blonsky in persona, che per saperne di più sulle trasformazioni minaccia Banner, il quale, sempre più innervosito dalla situazione,e si trasforma e inizia a seminare il panico all’interno del laboratorio. Ignorate per il momento Blonsky, che fugge via, occupatevi invece dei soldati con mitragliatrice e degli scienziati (in fondo se lo meritano anche loro, sono complici). Abbattete la porta attraverso la quale è passato Blonsky e cercate di seguirlo, eliminando di volta in volta i vari nemici che incontrate sul percorso. Ad un certo punto arriverete in una spaziosa area aperta alla cui estremità vedrete Blonsky fuggire su di un ascensore e poco dopo incontrerete un grosso nemico che è il boss della missione. Ha solo due barre di vita, ma le sue combo e le prese sono dannosissime. Come al solito continuate a muovervi nell’area, cercando di attaccarlo quando possibile, schivando i suoi potenti colpi. Nel caso vi dovesse afferrare premete velocemente il tasto di attacco normale per colpirlo. Quando lo avrete ridotto a metà vita, due suoi simili (di dimensioni però dimezzate) si uniranno alla mischia, ma voi continuate a concentrarvi sul boss, dato che per qualche strano motivo risulta meno aggressivo fino a quando i suoi due alleati compaiono ancora sullo schermo. L’area è ricca di container, jeep, barili, taniche di benzina che potete usare come esplosivi: fatene buon uso per sconfiggere anche questo boss. Attivate poi il Jump Marker vicino all’ascensore per raggiungere un altro livello dell’area blindata ed occuparvi di Blonsky, che a sorpresa si trasforma nella creatura abominevole che avevate già incontrato in precedenza, e fugge via, dicendo che non è ancora arrivato il momento di combattere. Salvate.

- missione 2: in cima
Tutto quello che dovete fare a questo punto è scappare dalla base Militare e ritornare alla chiesa. Il Generale Ross ha in serbo per voi un sacco di truppe: Comanche, soldati con lanciamissili… Quando avrete ripulito l’area a sufficienza, procuratevi uno scudo e distruggete l’antenna che genera il campo di forza. Ripetete lo stesso procedimento con le altre due antenne e proseguite.
Altri nemici vi aspettano nel canyon che vi si apre davanti. Raccogliete le sfere verdi, disattivate il secondo campo di forza e raggiungete il checkpoint. Due caccia sono in arrivo: respingere i loro missili rappresenta il modo più rapido di eliminarli. Avanzate verso l’area esterna della base. Il prossimo campo di forza ha i suoi generatori dall’altra parte del tunnel, quindi dovrete saltare su per la parete del canyon con un oggetto in mano e lanciarli contro. Avanzate verso la prossima base, raccogliete tutte le armi a disposizione per eliminare i carri armati che la proteggono. Ancora una volta, entrambe le antenne del campo di forza si trovano sull’altro lato. Trovate il Jump Marker e raggiungete la chiesa. Qui assisterete ad un filmato in cui Samson si dichiara mortificato per il suo tradimento e dice di aver approfittato del tempo trascorso in territorio nemico per rubare alcuni dispositivi che vi potrebbero essere d’aiuto. Cercate di credergli e salvate il gioco.

CAPITOLO 6: Ciò che è dovuto
Come al solito, acquistate ed esercitatevi nelle nuove mosse disponibili (è l’ultima serie di mosse del gioco). Ritornate alle Badlands.

- missione 1: lo strano camion
In questa missione recupererete le ultime due parti del dispositivo che vi permetterà di affrontare il Devil Hulk. È un compito abbastanza difficile, dato che queste componenti si trovano all’interno della Base Militare di Branson e il sistema difensivo di questo luogo è di gran lunga migliorato dalla vostra ultima visita. Per fortuna Samson ha in mente un’astuzia di prim’ordine: Hulk entrerà nella base travestito da camion di trasporto! Tre camion adatti a questo scopo si trovano nel deposito accanto alla città delle Badlands, ben sorvegliati da unità meccaniche. Come al solito concentratevi su un solo nemico alla volta e tutto andrà per il meglio. Potete entrare nella base nel modo tradizionale (cioè irrompendo con l’irruenza che da sempre vi contraddistingue), oppure seguire le indicazioni di Samson e travestirvi da camion. Per fare questo, una volta raccolto il camion, apparirà un box giallo sopra di voi e a questo punto potete mascherarvi. Con questo travestimento potrete girare per tutta la base senza che nessuno vi dia fastidio, attraversando persino il campo di forza. Il lato negativo della cosa è che quando dovrete raccogliere la componente che vi occorre per completare la missione, il travestimento salta e vi ritroverete addosso dozzine di nemici pronti a farvi la pelle.
Per questo motivo, se non vi sentite sicuri delle vostre capacità di combattimento, sarebbe meglio penetrare nella base nel modo tradizionale ed affrontare i nemici che si presentano un po’ per volta. Però, una volta deciso di non travestirvi, non sarà più possibile farlo in seguito, dato che la base sarà inevitabilmente sotto allarme per la vostra presenza.
Raccogliete la componente che vi serve e raggiungete il più velocemente possibile il Jump Marker dell’Area Militare 102. Posate il vostro bottino nel contenitore giallo e… checkpoint!
Adesso arriva la parte difficile. Andate al Last Chance Cafe, l’oggetto che dovete recuperare è evidenziato dal cerchio giallo, a quanto pare si trova tutto solo in un’area di parcheggio vuota. E se questa non vi suona come una trappola… In effetti si tratta proprio di una trappola, dato che quando vi sarete avvicinati un campo di forza si creerà attorno a voi e vi accorgerete dell’enorme quantità di nemici pronta ad accogliervi ad armi spianate. Le uniche armi a vostra disposizione in questa situazione sono le quattro antenne, ma sapendo cosa vi aspetta potete giocare d’anticipo e non giungere impreparati a questo appuntamento. La migliore strategia è non entrare del tutto nel campo di forza, danneggiando i suoi generatori. Gli Hulkbuster verranno ugualmente a farvi la festa, ma almeno avrete uno spazio più largo e comodo in cui affrontarli, facendo attenzione a non rimanere intrappolati del campo di forza per sbaglio.
Disattivato il campo di forza, potrete finalmente raccogliere la componente che vi serve. Andate al Jump Marker, dando la precedenza alla fuga piuttosto che al combattimento. Raggiungete la chiesa e salvate il gioco.

- missione 2: il canto di libertà del cigno
La macchina è quasi finita. Sfortunatamente alla chiesa subirete un attacco da parte del generale Ross e del suo battaglione di Abram e Hulkbuster. Non potete procedere con il progetto se vi trovate sotto assedio, quindi dovete affrontare questi scocciatori ed eliminarli tutti.
Questa battaglia rende l’area diversa rispetto a prima: tutti gli edifici possono essere distrutti, specialmente la chiesa stessa, che possiede in tutto sei barre vita, ma è molto vulnerabile ai colpi di cannone. Sfruttate ogni veicolo parcheggiato per crearvi le armi e recuperare energia, ma non scordatevi dei pali dell’alta tensione e delle taniche di benzina. Dovrete combattere contro quattro grosse ondate di nemici, ognuna molto pericolosa.
La prima ondata è composta da due caccia che circonderanno la chiesa con spettacolari acrobazie. Rimanete sul tetto e saltate giù quando questi jet saranno abbastanza vicini. Abbattuti questi due primi nemici procuratevi in fretta uno scudo per affrontare la seconda ondata che arriva via terra, dalla strada: due Hulkbuster e quattro Abram. Gli Hulkbuster faranno di tutto per tenervi occupati mentre i carri armati inizieranno a colpire la chiesa. Avere uno scudo vi permette di proteggervi da tutti questi colpi mentre li affrontate. State sulla strada il più possibile, dato che a breve compariranno altri nemici: un Titano Hulkbuster ed altri due Abram. Questo Titano fortunatamente è meno potente di quello che avete incontrato in precedenza, ma avanza sparando dritto alla chiesa, e purtroppo non potete fare niente contro questi colpi. Potete solo toglierlo di mezzo il prima possibile. Se si avvicina troppo è in grado di danneggiare la chiesa di mezza barra per ogni colpo. Per maggior sicurezza attaccatelo da lontano. Nella migliore delle ipotesi, quando l’avrete sconfitto la chiesa sarà ancora in buone condizioni e vi approfitterete della lunga sceneggiata della sua distruzione per ripristinare l’energia ed armarvi in previsione della terza ondata, costituita da due Hulkbuster e quattro Abram. Non lasciate avvicinare i due Hulkbuster alla chiesa: possono danneggiarla tanto quanto il Titano di prima.
La quarta ondata consiste in due Hulkbuster, Quattro Abram e un altro Titano, e tutti usano le stesse tattiche che avete visto in precedenza. Quando avete finito, inutile dirlo, salvate.

- missione 3: crocevia (boss)
Siete catapultati in questa missione subito dopo aver completato l’ultima, senza poter far nient’altro nel frattempo. Banner vuole affrontare Devil Hulk, e cadendo in trance, inizia a lottare contro il mostro dentro di sé.
Devil Hulk è il nemico più grosso di tutto il gioco, ma non tanto forte quanto sembra ad un primo impatto. Questa creatura ha 5 barre a livello Facile e, ad eccezione degli attacchi corpo a corpo, viene danneggiato da ogni tipo di attacco siate in grado di fare. Non usate proiettili o armi: siete in un mondo parallelo, non hanno nessun effetto. Il combattimento con Devil Hulk segue due momenti principali: all’interno della cavità al centro dello schermo e al di fuori. Quando sta all’interno è circondato da un impenetrabile campo di forza e cercherà di afferrarvi e colpirvi, farà uscire dal suolo rocce appuntite che potrete evitare solo muovendovi di continuo. Per farlo uscire dal campo di forze dovete rompere tutti i cristalli che appaiono attorno alla cavità (mossa che vi fa anche guadagnare salute). Quando avrete liberato Devil Hulk, sarà in grado di seguirvi più da vicino, buttarvi al suolo e colpirvi (mentre all’interno del campo di forza tentava di masticarvi fino a che non foste stati in grado di liberarvi). Liberatevi dalle sue prese premendo velocemente il tasto di attacco principale e cercate di ripristinare la vostra salute raccogliendo quante più sfere possibile. Tenete sempre presente che siete molto più veloci di lui, potete evitare gli attacchi, effettuare combo, schivarlo, mentre lui no. A ritmo regolare nel corso della battaglia, riappariranno i cristalli che circondano la cavità iniziale, e Devil Hulk cercherà di rientrarvi. Impediteglielo. Una volta che l’avrete sconfitto, salvate il gioco.

CAPITOLO 7: Il giardino del bene e del male
A questo punto non i sono più nuove mosse da acquistare, ma sono rimasti dei file da leggere per saperne di più sul vostro peggior nemico. Potete esplorare ogni zona, sebbene la cosa si sia fatta leggermente più pericolosa rispetto al passato.

- missione 1: intercettazione
Attivate la stella verde vicino al Jump Marker dell’Area Militare 102 nelle Badlands. Questa missione è leggermente più facile rispetto alle precedenti, ma è solo un’anteprima di quello che avverrà in seguito. Mentre vi dirigete verso la base, sentirete molte trasmissioni radio parlare del fatto che l’Abominio ha attaccato le forze di Ross e le sta decimando. Incrocerete anche numerose forze di terra e di aria, più preoccupate di fuggire che di combattervi. Lasciatele perdere, ma se proprio volete fare gli spacconi anche in questa situazione, assicuratevi almeno di procurarvi uno scudo.
Arrivati alla base, c’è un solo carro armato a guardia dell’ingresso. Entrate nel tunnel ed eliminate tutti i nemici che trovate, affinché non vi ostacolino nel vostro percorso verso l’Abominio. Quando avrete raggiunto la camera di sicurezza, affronterete un nemico meccanico che dovete abbattere prima di poter proseguire. Troverete Blonsky, con una donna tra le braccia orrendamente sfigurata. Scoprirete che si tratta di sua moglie incinta, che purtroppo ha un cancro. Ma le radiazioni usate, invece che guarirla le hanno provocato questi tremendi effetti, ed è per questo motivo che Blonsky stava cercando Hulk, per avere una risposta sugli effetti delle radiazioni. Nel frattempo la donna muore, e Blonsky è assetato di vendetta. Blonsky si trasforma nell’Abominio e scatena l’inferno.

- missione 2: l’inferno non conosce furia
Questa nuova missione comincia immediatamente, senza darvi la possibilità di salvare.
L’abominio ha lasciato la camera di sicurezza, e Hulk l’ha seguito. Tuttavia il vostro nemico non ha intenzione di combattere immediatamente, ma di coinvolgere quante più persone possibile nella sua ira, dirigendosi in città. Dovete fermarlo, e per una volta non sarete da soli. L’Abominio sembra in qualche modo più grosso rispetto al vostro ultimo incontro, ma fortunatamente non è più pericoloso di prima, anche se rimane un nemico piuttosto ostico da battere. I vostri attacchi corpo a corpo sono inefficaci su un nemico di queste proporzioni, che non salta ma corre, toccando tutti i luoghi più importanti della città. Ad ogni sua sosta, non perdete tempo e concentratevi a colpirlo. Se gli lanciate degli oggetti mentre è in movimento lo rallenterete lievemente, ma non lo potete realmente danneggiare, se non nel corso delle sue soste. Dovrete anche far fronte all’enorme spiegamento di forze che il generale Ross ha convocato per fermarvi entrambi. Gli attacchi di questi nemici aggiuntivi possono aiutarvi a rallentare l’Abominio mentre corre, ma non sono granché utili al momento del confronto diretto. Rimanete concentrati sul vostro obiettivo principale, distruggendo qualche carro armato solo quando avete bisogno di energia.
Il miglior modo per seguire l’Abominio in modo veloce è continuare a saltare, raccogliendo energia se necessario ed attaccandolo nelle sue soste. Ignorate i Jump Marker che incontrerete: dovete seguire l’Abominio standogli il più vicino possibile per affrontarlo. Se doveste rimanere indietro e perdervi, le grosse orme che lascia impresse nel terreno possono risultare più che utili per capire in che direzione è andato. Non importa quello che succede nel corso dell’inseguimento, niente può fermare Blonsky. L’ultimo scontro avviene Vicino al Verdugo Pass, dove dovrete svuotare tutte e quattro le sue barre vita aiutandovi con i pochi oggetti presenti nell’area e soprattutto con i vari veicoli militari che vi hanno seguito fino ad ora. Quando lo vedrete barcollare al di fuori dello schermo, tirate un sospiro di sollievo e salvate per l’ultima volta nel gioco. La missione finale è rappresentata dalla stella verde vicino al Verdugo Pass.

- missione 3: fine del gioco
Ed eccoci alla battaglia finale. L’Abominio non è ancora stato sconfitto, ma userà gli stessi attacchi che vi ha mostrato finora. Le sfere verdi di energia inizieranno a scarseggiare, ma resteranno molti oggetti che vi saranno senz’altro d’aiuto. Abbiate però l’accortezza di agire velocemente, dato che non appena l’Abominio vedrà raccogliere qualcosa vi si scaraventerà contro per impedirvelo. Il segreto per causargli danni è variare costantemente il tipo di attacchi. Ci sono due lati positivi in questa battaglia. Il primo è costituito dalle forze armate del generale Ross. Il secondo è dovuto al fatto che l’Abominio ha come obiettivo anche la distruzione di quattro generatori, che lo distrarranno periodicamente dall’attaccarvi… e quale migliore occasione per colpirlo? Quando finalmente lo vedrete cadere, godetevi il finale.

Sommario della soluzione

Tutorial
Prologo
CAPITOLO 1: Il nemico interiore
- missione 1: Hulk in città
- missione 2: colpo di fulmine
- missione 3: cose da sapere
- missione 4: proteggere e servire
- missione 5: fuoco in vendita
- missione 6: nemesis (boss)
CAPITOLO 2: Il deserto buio dell'anima
- missione 1: l'occhio del ciclone
- missione 2: prenditi un convoglio
- missione 3: cacciatore di teste
- missione 4: banco di prova (boss)
CAPITOLO 3: Nessuna pietà
- missione 1: questioni di autorità
- missione 2: recupero frenetico
- missione 3: Mercy (boss)
CAPITOLO 4: Il caos
- missione 1: piazza pulita
- missione 2: in pugno
- missione 3: sotto assedio
- missione 4: l'altra voce
- missione 5: punto di svolta (boss)
CAPITOLO 5: Sancta sanctorum
- missione 1: senza parole
- missione 2: in cima
CAPITOLO 6: Ciò che è dovuto
- missione 1: lo strano camion
- missione 2: il canto di libertà del cigno
- missione 3: crocevia (boss)
CAPITOLO 7: Il giardino del bene e del male
- missione 1: intercettazione
- missione 2: l'inferno non conosce furia
- missione 3: fine del gioco

TI POTREBBE INTERESSARE