La Soluzione di Hotel Dusk: Room 215  1

Cerchiamo il nostro amico scomparso, tra mille misteri...

Attenzione

La soluzione si basa sulla versione americana del gioco, quindi è possibile trovare delle divergenze nella versione italiana.

CAPITOLO 1

Aprite la porta dell'hotel, raggiungete il banco della reception ed ispezionatelo, esaminando poi la TV e la nota sul lato. Andate quindi avanti, ispezionate la campana e suonatela per richiare l'attenzione del proprietario dell'hotel. Rispondete alle sue urla con un "Did you call me Rosa?" per scoprire che Rosa è la domestica e che l'uomo si chiama Dunning Smith. Non accettate la suite come camera, riempite il modulo usando lo stilo, rispondete con un "You like my name?" alla sua reazione sorpresa, quindi prendete la chiave ed ispezionatela, per notare la presenza della parola "Wish". Fate un'altra chiacchierata con Smith, rispondendogli con un "What story?", poi ascoltatelo, prendete magari qualche appunto, poi quando vi dirà che non vuole problemi nel suo albergo rispondetegli con "What problems?". Ascoltatelo ancora, chiedetegli poi della storia relativa alla stanza dei desideri e dei problemi con il pacchetto, dopodichè andate via. Fate un giro nella zona, esaminate il biglietto a sinistra del centro per le freccette, uscite dalla porta principale, fate attenzione all'arrivo della signora con la benda sull'occhio, poi andate a parlarle per fare le presentazioni, quindi avvicinatevi al distributore di dolciumi nell'atrio per leggere, sul lato, un bigliettino con una serie di numeri da sommare tra loro e da inserire nel macchinario per ricevere un premio. Esaminate l'adesivo sulla sinistra, poi dirigetevi nel corridoio centrale e, dopo il flashback, andate prima a sinistra, per trovare un altro numero sul muro, a destra del dipinto, dopodiché voltatevi ed andate dall'altra parte. Salite quindi le scale che portano al secondo piano per trovare una ragazza, a cui dovrete dire "Is something wrong?" per cercare di spostarla. Rispondete "why won't you tell me?" quando ne avete la possibilità, poi andate con un "Oh, give her a break." Cercate quindi di pressare la ragazza riguardo all'enigma, poi offritevi di aiutarla, risolvete il puzzle ruotando le cinque tessere a destra ed a sinistra in maniera appropriata, poi raccogliete il pezzo che la giovane lascerà cadere a terra prima di scappare. Leggete ciò che c'è scritto sulla tessera, salvate, poi salite in cima alle scale ed andate a sinistra, diretti verso la vostra stanza. Chiacchierate con Jeff Angel, l'uomo che uscirà dalla stanza 213, facendo prima le presentazioni e poi pressandolo, al momento opportuno, con l'affermazione "No choice, huh?". Chiedetegli quindi della bambina sulle scale, ascoltate la risposta, parlategli dei poliziotti e poi al termine della conversazione continuate ad andare a sinistra finché non siete davanti alla vostra stanza, la 215, premete il pulsante a forma di porta nella parte bassa dello schermo, poi usate la chiave nell'inventario e cliccate sul pomello della maniglia per aprirla. Mettete la valigia sul tavolo, andate a rispondere al telefono, ascoltate Rachel, poi al termine della chiamata, ispezionate la valigia e provate ad aprirla usando la chiave nella borsa. Visto che non ci riuscirete, prendete il fermaglio vicino al telefono, raddrizzatelo ed usatelo al posto della chiave, per scoprire che nemmeno con questo sarete in grado di aprire la valigia.
Provate ad uscire dalla stanza, aprite la porta dopo aver sentito bussare, prendete il pacco dalle mani del fattorino, fate qualche domanda all'uomo per scoprire chi è, poi ditegli di dimenticarvi. Esaurite tutte le opzioni di dialogo disponibili, poi esaminate il pacco per capire che si tratta di quello sbagliato, mettendo però comunque lo stesso il blocchetto nell'inventario. Avanzate nel corridoio, parlate con Melissa scegliendo la prima opzione, poi continuate a pressarla, quindi passate a farle domande su suo padre. Datele il pezzo del puzzle, guardate il padre della ragazza uscire dalla stanza ed urlare, poi dirigetevi verso la reception, avvicinatevi alla donna per provare a parlarle. Sarete interrotti da una signora piuttosto grossa, chiamata Rosa, che vi dirà che il nome della donna sorda è Mila e penserà che siate dei venditori. Alla sua domanda rispondete con un "Salesman, huh?" , poi quando la signora ha finito di parlare chiedetele di Mila, del giovane che le ha dato un passaggio, del fatto che abbiate incontrato Jeff e del problema con i pacchi. Quando il telefono della reception si metterà a suonare, scoprirete che un altro ospite dell'albergo ha ricevuto la confezione. Dopo che Mila e Rosa se ne saranno andare, salite al piano di sopra, andate avanti e mettetevi a parlare con Iris, la donna che uscirà dalla stanza 216. Cominciate pressandola sulla sua affermazione, poi dopo l'intervento di Hyde e di Louie, lasciatela andare senza fermarla. Tornate quindi alla 213, da Jeff, e cominciate a parlare con lui, prima di Mila e poi, quando vi dirà che la donna gli ha chiesto un passaggio, fermatelo e chiedetegli "She ASKED?", cercando quindi di fare luce sulla sua affermazione. Dopo che l'uomo se ne sarà tornato in camera, tornate nella vostra stanza e dopo aver sentito bussare alla porta, aprite per trovare Dunning, accompagnato da Iris. Cercate di parlare con la ragazza e di calmarla, poi quando i due se ne saranno andati via, attendete l'arrivo di Martin Summer, l'uomo della stanza 211, quello che ha ricevuto il vostro pacco. Chiedetegli informazioni sulla confezione, se gli piace il vostro nome e, soprattutto, cercate di ottenere informazioni su di lui. Quando vi chiederà se avete letto un suo libro, rispondete che vi è piaciuto molto The Angel Whispers, consegnandogli successivamente il blocchetto. Prendete il vostro pacco, poi apritelo, quindi tirate su l'elenco dei clienti sulla bolla e chiamate Rachel. Ascoltate ciò che ha da dirvi, poi seguite Hyde, quindi rispondetegli con un "To find some items." ed un "It grants wishes." riguardo alle domande di Dunning. Per quando riguarda il suo compagno, la risposta è "Bradley.", mentre riguardo all'argomento Mila, la risposta da dare è "She wore a bracelet." L'ultima domanda, invece, deve essere risposta con un "A red box. A questo punto, salvate e preparatevi ad accedere al secondo capitolo.

CAPITOLO 2

Uscite nel corridoio, cominciate a parlare con Rosa, fatele domande su Louie, poi fermatela quando vi comincerà a parlare delle storie relative all'albergo e chiedetele maggiori informazioni su queste. Pressatela finché non vi avrà detto ciò che volete, poi quando si arrabbierà, cambiate discorso e fatele domande su Mila, scrivete un appunto per lei, quindi terminate la conversazione ascoltando ciò che Rosa ha da dirvi. Avanzate nel salone, guardate la sequenza animata, poi aprite la porta in fondo per trovare Louie, fategli domande sul giornale che sta leggendo, se il luogo in cui si trova è il suo nascondiglio, quindi fate parlare un po' Hyde, dopodiché chiedete a Louie ancora del giornale, di Dunning e delle storie di cui parlava Rosa. Pressatelo sull'incidente di cui vi accennerà, poi fategli domande su Mila, sul fatto di non avere occhio per le ragazze e nuovamente sull'incidente. Chiedetegli se hanno trovato la ragazzina di cui vi parlerà, di come ciò è accaduto e di Bradley, poi rispondete ad una sua affermazione con un "We're the same?" Quando Louie scapperà, prendete la cassetta degli attrezzi dall'armadietto, il giornale dall'altro mobile, quindi uscite e procedete verso l'ufficio a fianco. Presentatevi all'anziana donna che vi chiederà l'ora, Helen Parker, poi scendete le scale per giungere nell'atrio ed avanzate fino alla porta denominata Main Office. Bussate, scambiate qualche battuta con DUnning, poi tornate nella vostra stanza, prendete le pinzette, spezzate in due il fil di ferro usato prima per aprire la valigia, quindi taglialtelo ai due lati. Dopo aver superato il mini-gioco, usate il pezzo di ferro più spesso, muovetelo verso il lucchetto e premetelo contro i tre pezzi per aprire la valigia, prendete i soldi all'interno, poi aprite la borsa, selezionate l'elenco dei clienti, quindi mettetelo nella valigetta. Uscite dalla stanza, tornate nell'atrio e bussate ancora alla porta dell'ufficio. Pagate la vostra quota a Dunning, poi rispondetegli con un "I don't follow.", poi quando l'uomo se ne andrà, cliccate sulla maniglia per entrare nella stanza, avvicinatevi alla scrivania all'angolo, ispezionatela, poi esaminate la zona delle chiavi per scoprire che quella della vostra camera non è più lì, quindi ispezionate il grosso libro blu sulla scrivania, il biglietto di auguri ed il calendario a sinistra della scrivania, poi andate in quella della direzione, aprite i cassetti sotto la TV, consultate lo schedario, poi avvicinatevi agli armadietti a fianco della scrivania e date un'occhiata per terra, cercate di prendere il pezzo di carta per strapparlo a metà, esaminate l'altro frammento, quindi cercate di spostare il mobile con il piede di porco.
Mettete insieme i due pezzi di carta, poi unite i puntini per vedere tre serie di simboli, ognuna delle quali produce un numero diverso. Girate e muovete la console per individuarlo, poi inserite il numero nel lucchetto in alto a destra degli armadietti, aprite la scatola rossa, quindi uscite, parlate con Louie, ditegli che eravate in ufficio per questioni di lavoro, assicurategli che non stavate parlando di lui con Dunning, poi comincate a dirgli la verità. Al termine del flashback, chiedetegli se ciò che gli avete detto gli fa venire in mente qualcosa, quindi dopo essere stati interrotti da Rosa, cominciate a parlarle, chiedendole se c'è qualcosa che non va, poi ditele che conoscete Louie, chiedetele cosa intende quando usa il termine "shifty", poi fatele delle domande su quello che avete trovato in ufficio. Al termine della conversazione, chiamate Rachel dal telefono nella vostra stanza, rispondete ad Ed, quindi dopo aver messo giù la cornetta, scendete al piano di sotto per trovare Dunning, non fategli nessuna domanda su Jenny o sul 5 Dicembre, chiedetegli dove si trova Louie, poi entrate nella porta a sinistra. Attraversate il salone, entrate nella prima porta a sinistra, procedete verso la porta doppia per raggiungere la cucina, chiedete a Rosa dove si trova Louie, poi tornate indietro da dove siete arrivati. Bussate alla porta della stanza di Louie, la prima sulla sinistra, chiedetegli di Nile, poi parlategli di ciò che ha detto la polizia di Los Angeles, chiedetegli quindi chi ha ucciso Danny, chi ha rubato il denaro, perché ha lasciato la città, quindi del suo ultimo lavoro assieme a Danny. Fategli quindi delle domande su J, poi chiedetegli del dipinto e, quando vi dirà che non sapete nulla, fate in modo che chiarisca i vostri dubbi. Al termine delle rivelazioni, lasciate la stanza, rispondete "Mila" alla domanda di Hyde sulla persona di cui è innamorato Louie, quindi un bel "10 years ago." riguardo alla storia di fantasmi, "the red box." per la cosa nell'armadietto, "Nile is after him." per quanto riguarda le informazioni ricevute tramite Ed e "Danny" relativamente all'amico di Louie.

CAPITOLO 3

Rispondete al telefono, dite a Rachel di scordarsi di Bradley, ascoltate ciò che Hyde ha da dire, poi scendete le scale per trovare Melissa e suo padre fuori dal ristorante e, quando la ragazza se ne andrà arrabbiata, fermatela e chiedetele se c'è qualcosa che non va, poi andate da suo padre, ditegli che dovrebbe essere dispiaciuto, scoprite il suo nome, Kevin Woodward, quindi chiedetegli cosa trova di interessante nel vostro nome e se lo aveva già sentito da qualche parte, dopodiché lasciatelo andare. Entrate nel ristorante, parlate con Louie, poi fate due chiacchiere con Hyde, fermatelo e chiedetegli "Six months?" quando arriverà il momento, appuntatevi le stanze 217, 218 e 220 sul blocchetto degli appunti, quindi chiedete a Louie del bar, cosa c'è di strano nella stanza 217, aspettate che Hyde abbia fatto le sue domande, dopodiché dirigetevi al vostro tavolo. Esaminate l'adesivo sul sostegno, poi andate a sinistra per trovare Iris, salutatela, chiedetele "What is it?", ditele che sembra arrabbiata, poi cercate di ottenere informazioni su chi la odiava. Chiedetele quindi se sta parlando di Melissa, ottenete maggiori informazioni sulla bambola, poi dopo che Iris se ne sarà andata, decisamente infuriata, entrate nel ristorante, esaminate il primo tavolo sulla destra, raccogliete la bambola per terra, sedetevi davanti al tavolo al centro, mangiate con calma, ascoltate ciò che Summer ha da dirvi, poi chiedetegli cosa sta cercando e cosa c'era nel blocchetto, dicendogli successivamente che di quest'ultimo oggetto avevate solo letto il titolo. Dite quindi a Rosa che Summer è uno scrittore, chiedetele se è una sua fan, poi chi è l'ospite con lo stesso nome e cosa significa la parola segreta, dopodiché date un'occhiata all'adesivo nella parte destra del pianoforte. Uscite dal ristorante, attraversate il salone, origliate la conversazione tra Louie e Mila, quindi parlate con Louie della donna, poi uscite definitivamente dal ristorante, avvicinatevi a Mila, fate due chiacchiere con lei relativamente al dipinto sul muro. Quando Rosa la porterà via, salite le scale, rispondete cortesemente ad Helen, poi dopo averla accompagnata al tavolo, prendete la penna da Louie, date una veloce occhiata all'incisione, quindi lasciate il salone ed esaminate la lavagna a fianco dell'ingresso del ristorante, poi esaminate i due pezzi di gesso, buttate la polvere sulla penna, chiedete a Louie dell'incisione e riconsegnategli l'oggetto, poi tornate di sopra, bussate alla porta della stanza 219 e date a Melissa la sua bambola, quindi chiedetele dove è andato suo padre, poi entrate quando ve lo chiederà, avvicinatevi al tavolo e provate a risolvere il puzzle, molto simile a quello del primo capitolo. Dopo averlo risolto, aprite e chiudete la console, quindi all'arrivo del padre della ragazza, chiedetegli cosa lo preoccupa eperché sua moglie lo ha lasciato, poi lasciate la stanza. Tornate nella vostra stanza alla ricerca del segnalibro di Summer, risolvete il mini-gioco, girando la scatola finché l'oggetto che cercate non spunta fuori, dopodiché dirigetevi verso la stanza 211, bussate alla porta, quindi chiedete a Summer informazioni sul dipinto, sul suo pittore e sul titolo dell'opera, dopodiché consegnategli il segnalibro. Procedete verso la vostra stanza, bussate alla porta della 218, ascoltate Melissa piangere, poi scendete al piano di sotto, dite a Louie cosa sta succedendo, uscite dal ristorante, entrate nella porta a sinistra, parlate ancora con Louie, poi tirate su entrambi gli interruttori della presa. Tornate al piano di sopra, sbloccate la porta con il fil di ferro comportandovi come con la valigetta, entrate, parlate con Melissa, chiedetele perché si trova nella stanza, poi fermatela e cheidetele perché pensa che suo padre le abbia mentito, quindi fatele tutta una serie di domande relative all'uomo. Procedete con la conversazione, poi all'arrivo di Kevin, uscite dalla porta, procedete in fondo al corridoio, aprite la porta del tetto, parlate con Iris, ditele che avevate bisogno di respirare aria fresca e chiedetele poi se stava aspettando qualcuno. Per quanto riguarda le domande di Hyde, rispondete nell'ordine "Melissa. ","a bookmark.", "Osterzone.", "218." e "on the roof."

CAPITOLO 4

Dirigetevi verso le scale, poi tornate nella vostra stanza e chiamate Rachel, ascoltate ciò che ha da dirvi, poi mettete giù, aprite la porta e fatevi dare da Louie la chiave della stanza 217, il quale vi dirà anche di non farvi cogliere in flagrante da Rosa o Dunning. Prendete anche la penna, poi dopo che l'uomo se ne sarà andato, uscite dalla stanza e dirigetevi verso la 217, parlate con Jeff, poi dopo che sarà tornato nella sua stanza, aprite la porta con la chiave e date un'occhiata in giro. Esaminate il guardaroba, il dipinto sul pavimento a fianco del letto, la piccola foto a destra del dipinto, quindi ispezionate la zona attorno alla TV, prendete l'accendino dal cassetto, poi andatevene e tornate nella vostra stanza. Entrate nel bagno, tirate l'acqua del gabinetto e poi esaminatelo, poi cercate di togliere la parte superiore, prendete la borsa con i soldi dentro l'acqua, quindi andate a rispondere al telefono per ricevere importanti informazioni da Rachel. Recatevi quindi al bancone per trovare Jeff, parlate con lui e chiedetegli se sta facendo affari con Dunning, poi andate a parlare con Rosa al piano di sopra, nella stanza di Summer, ascoltate le sue richieste, quindi uscite, tornate giù, guardate conversare Jeff e Dunning, poi quando il primo se ne sarò andato, chiedete al secondo cosa stava succedendo, poi dopo una sua risposta evasiva, aspettate che Summer abbia ricevuto la sua copia del giornale, quindi ripetete la stessa domanda, chiedendo però maggiori informazioni. Fatevi cambiare il denaro in monete per il distributore automatico, poi avvicinatevi a Summer, ditegli che vi serve un autografo per conto di Rosa, poi quando se ne sarà andato, leggete l'articolo del giornale in alto a sinistra e quello esattamente sotto, per scoprire un paio di utilissimi indizi. Dirigetevi quindi nell'atrio, parlate con Rosa, ditele che Summer glielo farà, ascoltate quello che la donna vi dirà, quindi fatele delle domande relative alle altre scale, poi al termine della conversazione, aprite la porta a sinistra del distributore di dolciumi e salite le scale. Parlate con Dunning in fondo al corridoio, domandategli quali oggetti sono scomparsi, poi fategli un paio di domande su Jeff, dopodiché, una volta che se ne sarà andato, recatevi davanti alla stanza di Summer, bussate alla porta, poi cominciate a parlargli, chiedendogli sia se gli piace fare autografi, sia cosa significa l'affermazione "Things never change." Mostrategli il libro, poi dategli la penna, quindi ascoltate quel che vi dirà, poi riprendete il volume prima che lo scrittore se ne vada in bagno. Entrate quindi nella stanza, esaminate il blocchetto sul tavolo, poi quando Summer sarà uscito, lasciate la stanza, scendete le scale, poi dopo aver chiacchierato con Iris, aprite l'armadietto al secondo piano, esaminate la cassetta degli attrezzi, rimettete il piede di porco, le pinzette ed il cacciavite nel contenitore, poi tornate nella vostra stanza, aprite la valigetta e metteteci dentro la scatola rossa, l'agenda, la chiave della stanza 217 ed il denaro. Dopo aver svuotato le tasche, scendete le scale e dirigetevi verso la cucina, parlate con Rosa e ditele che avete ottenuto il suo bramato autografo, poi datele il libro, ascoltate ciò che ha da dirvi, quindi tornate su, bussate alla porta della stanza 211 ed entrate. Cominciate a parlare con lo scrittore e quando questi dirà che è quasi impossibile dare indicazioni sul suo modo di scrivere, fermatelo e rispondetegli "Well if you could do it..". Seguite la conversazione tra Hyde e l'uomo, poi appena riprendete la parola, chiedete a Summer perché è così arrabbiato, chi gli ha inviato il blocchetto e chi ha scritto il libro. Confrontate quindi la sua firma e quella sul volume, poi dopo aver visto che ci sono delle differenze, chiedete nuovamente all'uomo chi ha scritto il libro, chi è Alan e qual è la sua relazione con questo tizio, per ricevere risposte piuttosto evasive, utili però a farlo arrabbiare e costringerlo a dirvi la verità. Uscite quindi dalla stanza dello scrittore per ricevere il solito elenco di domande da parte di Hyde, a cui dovrete rispondere, nell'ordine, "An old photo.", "Get an autograph.", "A fountain pen." e "Summer's real name."

CAPITOLO 5

Rispondete al telefono per parlare con Rachel, ascoltate ciò che ha da dirvi, poi mettete giù la cornetta e scendete al piano di sotto. Fermate Jeff, chiedetegli cosa c'è che non va, poi rispondete con un "Like what?" alla sua domanda, e chiedetegli cosa è stato rubato, cercando di convincerlo a parlare dopo le sue resistenze iniziali. All'arrivo di Dunning, chiedete all'uomo che problema c'è e di darvi maggiori informazioni su Jeff, poi ascoltatelo. Procedete quindi nel corridoio a destra, quello con le scale posteriori, scendete già e parlate con Rosa, la quale vi chiederà di stare ad accudire Mila, che è malata. Quando la donna se ne sarà andata, svegliate la ragazza, poi cominciate a chiederle informazioni su chi le ha dato il braccialetto ed altro. Al ritorno di Rosa, lasciate la stanza per incontrare Dunning, che vi chiederà di rimanere nella vostra stanza in modo da non far nascere sospetti su di voi. Tornate quindi velocemente in camera, aprite la porta a Melissa, poi esaminate il pacchetto che vi ha inviato Ed, tirate fuori la piccola macchina da cucire, quindi dopo aver preso la bambola, sistematela vincendo il relativo mini-gioco. Rispondete alla domanda di Melissa su voi e Jeff, poi uscite dalla stanza ed andate a bussare alla porta della 213. Siccome non c'è nessumo, scendete al piano di sotto, entrate nella porta in fondo al corridoio a sinistra e poi in quella della lavanderia, esaminate l'area sulla destra e poi ispezionate attentamente il carrello, da cui dovrete tirare fuori un piccolo lenzuolo, sotto il quale c'è una bella pistola. Aspettate che Louie sia entrato per dirgli che avete trovato qualcosa, ed alla sua affermazione rispondete chiedendogli chi ha avuto a che fare con degli affari sporchi. Dite quindi a Louie del denaro trovato nel gabinetto, ascoltate il piano dell'uomo, poi al termine della conversazione tornate nella vostra stanza, prendete la borsa con i soldi e la chiave della 217 dalla valigetta, entrate quindi nella stanza in questione, poi quando Louie avrà portato via Jeff, entrate nella 213, ispezionate l'angolo della stanza, prendete la chiave della vostra camera dalla borsa sul divano, esaminate quindi la giacca sull'attaccapanni e poi cliccate sulla tasca per trovare la tessera studentesca di Jeff. Leggete il nome per scoprire che è diverso da quel che vi aspettavate, poi provate ad uscire dalla stanza e resistete alle minacce di Jeff, appena tornato, dicendogli che sapete che è stato lui a nascondere i soldi nel vostro bagno. Quando vi dirà di aver bisogno di prove, uscite dalla stanza, scendete di sotto, prendete il giornale dal tavolo, tornate su e bussate alla porta di Jeff, mostrategli il duplicato della chiave della vostra stanza, la sua tessera studentesca, il giornale, i soldi e la pistola, poi fategli delle domande su tutti questi oggetti, oltre che sul suo vero nome. Dopo aver appreso tutto quello che c'è da sapere sul piano di Jeff, rileggetevi la conversazione con calma, poi lasciate la stanza e rispondete alle domande di Hyde in questo ordine, "Did Dunning say anything?", "Robert Evans.", "A gun.", "Jeff's Student ID." e "Lawyer." Dopo aver capito perché Jeff ha derubato suo padre, Hyde si chiederà perché Bradley lo ha tradito.

CAPITOLO 6

Alzate come al solito la cornetta per ricevere la classica infornata di informazioni da Rachel, poi mettete giù al termine della conversazione, uscite dalla stanza e scendete al piano di sotto, entrate nel ristorante e dirigetevi nel bar, situato in fondo al salone, vicino alla cucina. Parlate con Louie, fermandolo quando dirà che sia lui che Rosa erano fuori, per fargli una delle varie domande disponibili. Chiedetegli quindi del jukebox e dei fiammiferi, poi all'arrivo della signora Parker, ascoltate ciò che Hyde deve dire, quindi avvicinatevi alla signora, guardate a sinistra ed esaminate lo scaffale con i fiammiferi per trovare due puzzle da risolvere. Per portare a termine il primo dovrete rimuovere i quattro fiammiferi all'interno del quadrato grosso centrale, mentre per il secondo vanno eliminati il fiammifero centrale della base, i due lati del triangolino ed il triangolo interno in alto. A questo punto, parlate pure con Helen, fate un po' di conversazione, poi chiedetele da quanto vive sola e quali sono i suoi desideri, quindi dopo la risposta, cercate di capire se aveva una famiglia, poi dopo aver ricevuto un altro drink da bere, risolvete il puzzle che vi assegnerà la signora, mettendo la moneta in fondo su quella appena sopra in modo da formare una T rovesciata. Quando Helen comincerà a parlare del suo passato, chiedetele quando era già stata in albergo, poi informatevi su cosa faceva a Las Vegas, quindi dopo l'ennesimo bourbon offerto, la donna se ne andrà, lasciandovi solo al bar. Procedete in fondo al bancone ed esaminate la bottiglia ed il vetro, poi all'apertura della porta rispondete ad Iris nel modo che preferite, quindi ispezionate nuovamente la bottiglia di bourbon. Summer, che arriverà poco dopo, vi chiederà nome e numero di stanza della ragazza, costringendovi a chiedergli successivamente cosa non ritiene giusto. Fategli quindi altre domande, poi alla fine chiedetegli come fa a conoscere Iris, poi esaminate la bottiglia di bourbon per una terza volta in modo da far arrivare Louie, dopodichè, avvicinatevi al jukebox ed ispezionate l'adesivo a forma di stella sulla parte destra del macchinario. A questo punto, avanzate nel salone, parlate con Rosa, chiedetele quando è stato il suo anniversario, quindi andate a fare due chiacchiere con Dunning non appena la donna ve lo chiederà. Recatevi nel ristorante ed avvicinatevi all'uomo, che sta osservando le fotografie dietro al pianoforte, poi cominciate a discutere sulla storia dell'albergo, chiedendogli se il nome dell'edificio è sempre stato lo stesso, quando Dunning ha comprato l'hotel e cosa stava guardando nel momento in cui siete entrati. Ditegli che volete sapere come ha fatto a diventare un albergatore per vederlo scappare via, cosa che vi costringerà a tornare da Rosa, che si trova nello stesso esatto posto in cui era prima. Chiedetele cosa vuole, poi con chi stava Helen durante il suo precedente soggiorno e perché pensa che lei e l'altra donna siano simili, quindi fatele un'altra domanda, chiedendole informazioni su suo figlio. A questo punto, andate nel ristorante, esaminate la bottiglia sul tavolo alla vostra sinistra, salite al piano di sopra, bussate alla porta 216, chiedete ad Iris che vino ha bevuto, poi fate lo stesso con Summer, quindi tornate nella vostra stanza e guardate all'interno del pacco che vi ha mandato Ed. Togliete l'etichetta dalla bottiglia, scendete in cucina, prendete quella in fondo, quindi usate di nuovo l'arnese per rimuovere gli adesivi per far partire un mini-gioco, nel quale dovrete togliere un'etichetta senza strapparla. Muovete lentamente lo stilo in basso a sinistra per staccare l'etichetta senza fare danni, poi salite di corsa al piano di sopra, bussate alla porta 212 e, dopo che Helen vi avrà aperto, entrate. Chiedetele informazioni sul suo passato, poi datele l'etichetta della bottiglia di vino, quindi provate a terminare la conversazione per sapere con quale uomo aveva condiviso la bottiglia. Chiedetele poi anche perché non ha più contattato l'uomo, poi cercate di scoprire cosa intendeva con il tradimento e chi era l'uomo misterioso. Quando verrete a scoprire che il tizio si chiama Alan, chiedetele il cognome, quindi lasciate la stanza, tornate da Summer, prendete la penna, quindi andate di nuovo da Helen, mostratele l'oggetto, ascoltate quello che vi dirà, poi leggete con calma tutta la conversazione per ricavare un sacco di importantissime informazioni. A questo punto, rispondete alle solite domande conclusive nell'ordine, "Helen." "Five years ago.", "Red Wine.", "Alan." e "Magician."

CAPITOLO 7

Lasciate pure la stanza senza problemi, visto che il telefono non suonerà, e scendete nel bar, poi una volta giunti a destinazione mettetevi a parlare con Louie. Scegliete di bere uno scotch e poi rispondete che state risolvendo i problemi di tutti, quindi alla sua successiva affermazione, chiedetegli "A guy like me?", dopodiché fategli domande sulla storia relativa a Bradley e se Louie gli avesse mai urlato addosso. Chiedete quindi informazioni su vostro padre, poi rispondetegli che è tutto vero, quindi ditegli che non riuscite a capire ciò che intende, poi accettate il suo appuntamento. Andate quindi a parlare con Summer, appena arrivato nel bar, menzionategli Alan appena possibile e alla sua domanda andate avanti dicendogli la verità, poi dopo che avrà cominciato a bere, chiedetegli di cosa stava per parlare e successivamente se Cecily Lee è la ragazza sulla copertina del giornale che avete tra le mani, poi dopo aver ricevuto la sua risposta, andate pure via. Uscite dal bar per trovare Melissa nel corridoio, parlate con lei per scoprire che suo padre è nuovamente scomparso, poi rispondetele che non avete nulla per Natale, quindi dimostratevi d'accordo con lei non appena dirà che l'uomo è un deficiente. Al termine della conversazione, dirigetevi verso le scale per essere fermati da Rosa, rispondetele che Melissa era triste perché sua madre è partita, poi alla domanda relativa all'albero di Natale dite alla cameriera che la ragazza non ne aveva ricevuto nessuno nel corso dell'anno. Rosa vi darà una serie di informazioni molto importanti, per cui salutate la donna, avanzate nel corridoio a destra e passate la stanza della cameriera per raggiungere il ripostiglio, al cui interno troverete le scatole contenenti le decorazioni per l'albero. Esaminatene una per far partire un mini-gioco, nel quale dovrete spostare tutte le scatole nella parte destra della stanza in modo da riuscire a raggiungere l'albero di Natale, nascosto nell'angolo in fondo a sinistra. Quando lo avrete trovato, arriverà Melissa, con la quale dovrete cominciare a decorare la pianta. Partirà così un mini-gioco in cui dovrete far corrispondere il colore di ogni singola decorazione a quello del gancetto che si trova sull'albero. Sistemate anche la stella sulla punta per rendere molto felice Melissa e far giungere nella stanza sia Mila che Louie. Chiedete ai due un parere sull'albero e poi mettetevi a chiacchierare con Melissa, consegnatele il premio acquistato dal distributore automatico, poi dopo che si sarà addormentata dite a Louie di riportarla nella sua stanza, parlando nel frattempo con Mila per chiederle come sta.
Non appena la ragazza vi dirà che il padre possiede una galleria d'arte, Rosa entrerà nella stanza e farà dei commenti sull'albero, riportando Mila nella sua stanza. A questo punto, uscite dal magazzino e tornate indietro da dove siete venuti, deviando però nella stanza di Dunning, nella quale dovrete esaminare attentamente la fotografia sul guardaroba in fondo alla camera. Rispondete quindi alle domande dell'albergatore, che entrerà poco dopo, poi uscite e recatevi nell'atrio per trovare Kevin. Parlate con lui per scoprire che è ubriaco, poi seguitelo fino al bancone e provate di nuovo a chiedergli qualcosa. Quando vi dirà di lasciarlo stare, avvicinatevi al bar per vedere Iris e Louie conversare tra di loro, aspettate che la ragazza se ne sia andata, quindi chiedete all'uomo chi è venuto a bere in precedenza. Chiedetegli quindi di cosa stavano parlando Kevin ed Iris, poi informatevi su ciò che hanno detto relativamente alla galleria del padre di Mila, quindi fategli anche una domanda sulla ragazza della foto vista nell'ufficio di Dunning. Tornate poi al piano di sopra, parlate con Iris, chiedendole del suo incontro al bar con Kevin, quindi entrate nella sua stanza, chiedetele cosa c'è di strano, dopodiché domandatele se è stata derubata di qualcosa e cosa c'era dentro la busta che le è stata portata via. Fatele quindi qualche domanda sulla galleria d'arte e poi su chi le ha dato la busta, quindi chiedetele chi è Grace e poi uscire nel corridoio per trovare nuovamente Kevin. Avvicinatelo per farlo andare via, poi seguitelo fino alla reception e fategli delle domande sulla stanza 216 e sui suoi affari. Purtroppo, l'uomo non parlerà molto, ma si aprirà un po' non appena menzionerete Mila. Quando chiederà di andarsene, fategli delle domande su Iris, chiedendogli poi informazioni sulla galleria e su Grace, per scoprire che la donna è sua moglie, e quindi la madre di Melissa. Ditegli quindi di parlare di Grace, poi chiedetegli perché lo ha lasciato e per quale motivo si incolpa di tutto ciò, ricevendo come risposta l'intera storia dell'uomo, che vi consigliamo di leggere con molta calma. Kevin se ne andrà, lasciandovi soli a rispondere alla solita serie di domande di fine capitolo, le cui risposte saranno, nell'ordine, "Melissa.", "Storage.", "Louie.", "Gallery May." e "A small envelope."

CAPITOLO 8

Si sono fatte le 23 ed è quindi venuto il momento di scendere nel bar per giocare a bowling con Louie e scoprire, nel frattempo, chi ha rubato la busta di Iris. Rispondete al telefono prima di uscire, ascoltate ciò che Rachel ha da dirvi, poi lasciate la stanza per udire un rumore provenire da in fondo al corridoio. Scendete quindi nel bar, dite a Louie che avete alcune faccende di cui occuparvi, poi recatevi alla reception e scambiate due parole con Kevin, che se ne andrà poco dopo. Tornate di sopra, entrate nel ripostiglio, esamnate attentamente il cestino dell'immondizia a fianco del lavandino, raccogliete la cassetta e la busta marrone, poi tornate nella vostra stanza, aprite la valigia e prendete la matita rossa, quindi scendete nuovamente nel bar e chiedete a Louie un registratore, poi dirigetevi nella sua stanza, andate in fondo e provate ad usare l'oggetto, appoggiato su una cassa a fianco del letto. Usate la matita per riavvolgere la cassetta, poi mettetela nuovamente nel mangianastri ed ascoltate entrambi i lati, quindi fatela sentire anche a Louie non appena l'uomo si farà vivo. Salite quindi al secondo piano, bussate alla porta della stanza di Iris e non appena potete parlarle, chiedetele perché era in possesso della cassetta, poi mostratele la busta ed il mangianastri per terminare la conversazione. Entrate e cominciate a fare domande per scoprire che Grace le aveva chiesto di portare la cassetta in albergo. Chiedetele il perchè, ditele che Kevin è il marito di Grace, poi parlate del piano e dell'assicurazione, quindi fatele domande sulla bambola e su Grace, dicendole che la donna è scomparsa. Iris vi dirà che non sa nulla della cassetta e che dovrebbe consegnarla all'uomo che ha dipinto l'angelo, per poi rivelare sia che lei è la sorella di Grace, sia che la donna le ha chiesto diversi soldi. Ascoltate la storia, quindi uscite e dirigetevi nella stanza di Louie, ditegli ciò che avete scoperto e chiedetegli di dare un'occhiata al libro mastro per verificare se Grace ha soggiornato in albergo, poi uscite dalla camera per cominciare a giocare a bowling nel corridoio. Cercate di vincere la partita, poi dopo il terzo tiro di Louie individuate una chiave in mezzo alla polvere. Rosa vi informerà che Mila è scomparsa , per cui salite subito al secondo piano e poi sul tetto, per trovarla proprio lì. Parlate con lei usando il blocchetto, quindi prendete la ragazza e recatevi con lei davanti alla stanza di Rosa. Bussate alla porta, entrate, esaminate tutte le foto nella camera e poi provate ad andarvene per cominciare a chiacchierare con la cameriera sia delle fotografie che di Mila. Chiedetele cosa ha detto alla ragazza e ditele di non mentire, rispondete con un "Rosa... Come on, now." alla sua successiva affermazione, poi chiedetele dell'opuscolo, del padre di Mila e della sua promessa, quindi sparate le tre domande conclusive per scoprire che Dunning ha una figlia. Uscite dalla stanza, parlate con Mila dicendole che troverete suo padre, poi avanzate nel corridoio e, dopo che il vostro cercapersone si sarà messo a suonare, tornate nella vostra stanza e date un colpo di telefono ad Ed, per scoprire nuove informazioni sulla galleria e sul padre di Mila. A questo punto dovrete rispondere alla solita sequela di domande in questo ordine, "Robert Evans.", "Grace.", "An old key.", "On the roof." e "Seven years ago."

CAPITOLO 9

Allontanatevi dal telefono, ispezionate il dipinto sul muro, cercate la lettera situata sulla seconda mela a destra della "Y" a sinistra, scrivetela sul blocchetto, poi dirigetevi nella stanza 217 ed esaminate il quadro per trovare, sulla sinistra, una "N", poi recatevi nel corridoio dall'altra parte delle scale, individuate la "E" nell'angolo in alto a destra, quindi scendete al piano di sotto, andate avanti nel corridoio, passate il ristorante e trovate la "N" sulla mela al centro, quindi dirigetevi nell'atrio, aggiornate Louie su ciò che è accaduto, poi chiedetegli dove si trova l'ultimo dipinto (per scoprire che, purtroppo, l'uomo non ne sa nulla). Fategli delle domande sulla vecchia chiave e poi su Grace, quindi dopo che il vostro amico se ne sarà tornato al bar, andate via e procedete verso la stanza di Rosa. Rispondete alle sue domande, poi fatele domande sia sul dipinto che sulla stanza in cui si trova, una camera in cui siete già passati più volte, la 111, situata nell'atrio. Aspettate che Mila si unisca a voi, poi dirigetevi verso l'atrio, ma non entrate passando dal corridoio a destra, a meno che non vogliate terminare il gioco in anticipo. Salite in cima alle scale in fondo al corridoio a destra e poi scendete quelle principali che portano al salone centrale, entrate nell'atrio e poi nella stanza 111, procedete fino in fondo ed individuate la "J" in basso a sinistra rispetto alla mela. Partirà così un mini-gioco, grazie al quale potrete mettere insieme le cinque lettere trovate, formando la parola JENNY. Tornate nella stanza di prima ed aiutate Rosa a far riprendere conoscenza a Mila con un altro mini-gioco. Questa volta, come già successo in precedenza, dovrete chiudere e aprire la vostra console, in modo che la ragazza si rialzi. Mila comincerà addirittura a parlare, cosa che vi consentirà di farle il lungo elenco di domande che avete per lei. Lasciate la stanza, fermate Kevin dopo che vi avrà chiesto se eravate nella 111 con Mila e chiedetegli se la conosce e, eventualmente, come fa a conoscerla, scoprendo così che la ragazza è stata una sua paziente, in quanto rimasta in coma per dieci anni. Ascoltate le interessanti informazioni di cui Woodward è in possesso, poi dopo che se ne sarà andato ed il vostro cercapersone si sarà messo a suonare, salite nella vostra stanza e chiamate Ed, scoprendo che Robert Evans aveva acquistato l'albergo e lo aveva poi venduto a Dunning. Mettete giù la cornetta al termine della conversazione, poi sentite bussare alla porta ed apritela, per trovare Rosa. Ascoltate la cameriera e poi ditele di restare nella vostra stanza mentre andate alla ricerca di Dunning e di Mila. Dirigetevi quindi verso la stanza del proprietario dell'albero, bussate, poi entrate, esaminate la scrivania, date un'occhiata all'opuscolo ed al giornale, poi ispezionate il cassetto più alto della scrivania, quindi dirigetevi nella camera a fianco della cucina, esaminando la porta bianca in fondo. E' quindi venuto il momento di rispondere alla solita serie di domande, nell'ordine, "Room 217.", "Jenny", "Nine years old.", "Robbins." e "Birthday Cards.". Dirigetevi quindi in cantina e provate subito a far rinvenire Louie, beccandovi però un brutto colpo in testa. Salvate e preparatevi all'ultimo capitolo.

CAPITOLO 10

Alzatevi, discutete con Rosa e Louie su cosa sta accadendo, poi esaminate lo scaffale a fianco del vostro amico, date un'occhiata alla scatola in basso a destra per notare la presenza di tre bottiglie, poi ispezionate la scaffalatura sulla destra, prendete la bottiglia sullo scaffale a sinistra e mettetela nella scatola, quindi date un'occhiata dietro a Rosa, prendete la bottiglia in alto a sinistra ed usatela sulla bottiglia mezza piena nella scatola per riempirla, poi esaminate nuovamente la scaffalatura e, dopo che sarete riusciti a spostarla, scendete giù per la scalinata segreta. Attraversate il corridoio, entrate nella porta in fondo e poi dirigetevi verso lo scaffale, esaminate la mensola in alto a destra per trovare il registro delle presenze di due anni prima, poi esaminate il libro blu a fianco del volume e, dopo che qualcuno vi chiuderà dentro, date di nuovo un'occhiata al libro, prendete la foto di Dunning e Jenny e scrivete sul blocchetto il numero dietro alla foto, il 518. Leggete quindi il volume rosso, quello sotto quello blu, poi avvicinatevi alla scrivania ed esaminate il macchinario sul tavolo, provate ad accenderlo, poi date un'occhiata al cavo della corrente attaccato al muro per capire il motivo per cui l'aggeggio non funziona. Prendete quindi il martello dalla cassetta degli attrezzi sotto la scrivania, poi esaminate il cassetto in alto, quindi aprite il lucchetto con il numero trovato prima, prendete la lettera di Dunning, ispezionate il cassetto in basso e raccogliete la cartelletta e le forbici, poi usare la matita di cui disponete nella vostra borsa sulla cartelletta. Vincete il mini-gioco sbattendo la matita in modo da ottenere polbere di grafite, poi usatela sulla presa per far ripartire la macchinetta, esaminate di nuovo il foglio di carta, girate la console per leggere il numero, poi usate la lettera sull'aggeggio in modo da poterne leggere il contenuto, poi accendete la macchina e modificate il numero in quello che avete appena trovato, scoprendo così che Osterzone è Dunning Smith. Avvicinatevi quindi alla porta per farla aprire da Louie, poi uscite e procedete in fondo al corridoio per far partire una sequenza animata. Ispezionate quindi il muro ed usate il martello per far partire un mini-gioco, cominciando a battere sui mattoni per rivelare la presenza di una porta dietro la parete. Entrate nella stanza, esaminate la scrivania, prendete il coltello di fronte alla tavolozza, esaminate la tela davanti alla scrivania ed usate l'oggetto appena trovato su di essa, riportando così alla luce il dipinto dell'angelo. Uscite quindi della stanza e dirigetevi verso quella in cui eravate stati imprigionati, date poi una botta sul muro non appena vedete qualcosa di strano per scoprire un'altra camera segreta con all'interno Dunning e Mila. Fermate l'uomo quando vi dirà che si tratta dell'ultimo posto in cui si sono visti lui ed Evans e rispondetegli che non è vero, poi ditegli che il dipinto si trova lì perché qualcuno ce lo ha messo. Chiedetegli quindi ciò di cui hanno parlato lui ed Evans, poi dite che Nile ne era il responsabile, quindi fate delle domande su Jenny, poi ditegli che Evans non ha mai detto nulla a Dunning di sua figlia. Esaurite quindi tutte le opzioni di dialogo per farvi raccontare tutta la storia da Dunning e concludere finalmente questa meravigliosa avventura.

Video della soluzione - Primo capitolo