MechAssault 2: Lone WolfLa soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf 

Street Sweeper

Il primo livello vi vedrà a combattere all'interno del BattleArmor - quanto basta per abituarsi al mezzo. Inizialmente dovrete fronteggiare dei carri armati, e della fanteria praticamente innocua. Gli edifici presenti vi proteggeranno abbastanza, oltre a fornirvi un po' di spazio per "giocare" con i nemici. Meglio distruggere tutto con i mortai, ma non da troppo vicino, visto che il rinculo potrebbe danneggiarvi. Sparate ai camion che vedete di fronte a voi per recuperare energia ed upgrade per le vostre armi. Quando vi troverete nella zona con i carri armati che escono dai tunnel, distruggete i tunnel, con una serie di colpi di mortaio, quanto prima. In questo modo eviterete che ne arrivino altri. Poco dopo vi troverete ad affrontare una serie di elicotteri e per tirarli giù vi servirà il laser. Dopodichè, oltrepassate il muro, affrontate fanteria e tre carri armati, quindi recuperate tutto quello che troverete in zona, e distruggete la nave più vicina con i mortai. A questo punto, tornate dove si trova il vostro team, per proteggerli brevemente dai nemici. Dovrete scalare un po' per arrivare in questo luogo.

La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf

Signs of Life

Effettuare il Neurohacking del Cougar Mech è la cosa più importante in questo livello! Non è una cosa difficile, vi basterà raggiungerlo, saltargli addosso, e premere A. Se non volete, o non potete hackerare questo Mech, per qualunque ragione, troverete un Cougar Mech vacante a sud del vostro punto di partenza. O se volete, distruggetelo con il vostro BattleArmor, e buona fortuna! Seguite il nav point, usate i jumpjet per oltrepassare il muro, e preparatevi ad affrontare un Uller Mech. L'Uller è praticamente veloce quanto il Cougar, ma non ha una gran potenza di fuoco. Quando lo aveve distrutto, usate di nuovo i jumpjet ed aiutate il vostro nuovo alleato contro gli Uller. Non dovrete preoccuparvi con un Hellbringer dalla vostra parte.

Tank Rush

Dirigetevi di corsa verso il Rommel Tank ed entrate velocemente. Passate sopra alla fanteria, e poi rallentate, proseguendo comunque. Non sparate o agite in modo sospetto finchè non venite scoperti... lo scoprirete quando partirà la sequenza animata di intermezzo. Il Rommel Tank non è così veloce, e non potrete usare la Null Signature di cui è di solito equipaggiato. Il cannone gravitazionale sarà, in questo caso, l'arma più utile; le mitragliatrici, invece, sono perfette quando si deve sparare da distanza ravvicinata. Proteggete l'APC dietro di voi, e continuate a seguire la strada, ovviamente esplorando tutte le zone in cui credete ci possa essere qualcosa. Gli elementali saranno sicuramente il nemico peggiore, oltre alle torrette. Per eliminarli, usate un mix di colpi di mitragliatrice e cannone. Potrebbe capitarvi di dover affrontare un Mech Leggero, per cui tenete sempre pronte le vostre armi. Mirategli alle gambe, con il cannone, e sparate finchè non è caduto a terra. Poi passate alle mitragliatrici finchè non l'avete ridotto in poltiglia. Ad ovest, incontrerete un carro armato, a sinistra del quale, passate altre torrette ed elementali, troverete un hangar, dentro a cui si trova un Owens Mech. Saliteci sopra e dirigetevi verso lo spazioporto.

La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf

Let's Get Off This Rock

Restate nel vostro Owens, almeno per il momento. La sua velocità è difficile da valutare e non avreste molta energia, doveste essere danneggiati di brutto, finchp non avete distrutto uno dei Mech che compariranno alla fine del livello. Perchè rischiare, quindi, se è possibile tornare nell'hangar e salire sul Belial? Decidete voi. Per quanto riguarda i Mech, ce ne sono due, ed entrambi utilizzano la Null Signature. Sono Mech di classe media, molto veloci e, a meno che non siate davvero bravi, il vostro Owens farà fatica a resistere al loro fuoco. Tornando alla missione, ricordate semplicemente di difendere l'Icarus; prima sbarazzatevi di tutto quello che minaccia l'Icarus, poi degli altri. Assicuratevi di distruggere cancelli e tunnel prima di fare qualunque altra cosa.

To the Rescue

Dovrete affrontare due ondate di nemici al vostro LZ, tutte da combattere a distanza ravvicinata, per cui è consigliato l'utilizzo del lanciafiamme del vostro mezzo. Salvate quanti più Kuritan potete, sia qui, che nel tragitto da base a base. Arrivati all'ultima base Kuritan, prima di assaltare i nemici, potete prendere il Rommel Tank se desiderate, e fare fuoco di copertura. Alla base del nemico, per oltrepassare l'entrata, vi basterà usare i jumpjet. Hackerare il terminale è una cosa molto più complessa, per cui fatelo solo se ne avete assoluta necessità.

La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf

Mech Shopping

Salite sul VTOL e dirigetevi dove volete. Il consiglio è quello di ignorare i Mech nemici ed avere come priorità la distruzione di tutte le torrette e gli edifici da cui fuoriescono i carri armati. Ovviamente, anche i carri armati dovranno essere distrutti. Hackerate il Cougar Mech nemico, quindi portatelo nella vostra nave e poi prendete un altro Cougar. per il vostro ultimo Mech, dirigetevi dall'altra parte della base. Dovrete ripulire quest'area come avete fatto con la prima. Troverete due Mad Dog; effettuate un Neurohack su entrambi e portateli poi nella nave. Quando avrete abbastanza Mech, dovrete difendere l'Icarus, cosa tutt'altro che difficile, se rimarrete all'interno del vostro Mad Dog.

Go Time on Thestria

Non avrete di che preoccuparvi per un po'. Quando vi troverete di fronte i Mech Mad Dog, preparatevi, perchè a loro si uniranno anche tre Uller Mech. Qualunque cosa facciate, l'importante è che i vostri alleati non siano uccisi. E' molto difficile che possano essere colpiti dal fuoco degli Uller, ma potrebbero essere uccisi dalle varie esplosioni, proprio come voi. Distrutto questo gruppo di Mech, vi troverete a fronteggiare due Mech Timer Wolf, devastanti ad una certa distanza, ma non molto da vicino. Cercate quindi di farli avvicinare senza subire troppo e poi fate vedere loro la vostra potenza di fuoco. Nel combattimento finale dovrete affrontare due Mech Atlas. State a distanza di sicurezza e sfruttate la conformazione del terreno per proteggervi ed avvantaggiarvi. Anche i due Mad Dog sono perfetti per distrarre il nemico.

La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf

Swamp Rock

Procedete finchè non vi trovate in un accampamento. Un Mech Thor sbucherò fuori dagli alberi. Avvicinatevi ed hackeratelo quanto prima. Entrate all'interno, addentratevi in mezzo agli alberi, e distruggete i tre missili. Dopodichè, sarete attaccati da un altro Thor e da altre forze nemiche. Focalizzatevi sul Mech; per commbattere ed eliminare i Thor, non dovete usare la mitragliatrice quando la loro armatura gialla è attiva. Per questo motivo, quindi, attivatela anche voi e distruggetelo lentamente, facendo crollare il suo scudo, usando un mix di missili e laser. Quindi avvicinatevi e sparate a più non posso con la mitragliatrice per ridurlo in poltiglia. A questo punto, seguite la striscia di terra per arrivare in un luogo in cui troverete diversi missili. Poi andate a destra e continuate a procedere in quella direzione. Ci saranno due Mech Thor ad attendervi, ma vedrete anche segnalata la locazione del missile successivo. Meglio non affrontare i Thor se non si possiedono armi almeno di livello due. Focalizzatevi prima su un Mech, recuperate quello che lascerà a terra, e poi sbarazzatevi dell'altro. Dopo aver distrutto loro ed i missili, tornate all'Icarus. Potete proseguire con il Thor oppure saltare su un Mad-Dog. Il consiglio che vi diamo è quello di continuare con il primo. Dirigetevi, a questo punto, verso l'area segnalata successiva, ma fate attenzione perchè nell'ultima parte del livello incontrerete parecchia resistenza. Eliminate chi vi si para davanti, distruggete la nave ed avrete finalmente terminato la missione!

Eight Feet Under

Qui avverrà il primo combattimento contro un boss. Dirigetevi verso il segnale, ma state pronti a spostarvi lateralmente non appena vedete qualcosa muoversi in lontananza. Non fatevi colpire dai suoi avambracci, perchè subirete parecchi danni. Quando gli siete vicino, arretrate, spostatevi lateralmente e, se avete un Thor, usate i jumpjet per allontanarvi dalla sua carica. Attaccatelo alle gambe, usate le armi a corto raggio più potenti quando siete nelle sue vicinanze, quindi riempitelo di missili quando si allontana. Dopo un po', il boss cadrà a terra e voi potrete passare oltre.

La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf

Into the Valley of Death

Non avrete problemi a far fuori i carri armati se sarete a bordo del vostro Uziel Mech. Non lontano da questa zona, verrete attaccati da un Catapult Mech. E' venuto il momento di imparare ad usare il PPC; vi basterà vedere l'indicatore giungere al blu per sparare. Più a lungo terrete premuto il pulsante, più lontano arriverà il colpo, ma non è detto che i danni inflitti siano maggiori. Il PPC, caricato il giusto, è un'arma molto versatile, sia a corto raggio, che a lunga e media distanza. Temporizzate bene i colpi, non perdete la testa e vedrete che sarà perfetta per molte situazioni. Dopo poco vi troverete in un'area molto ampia, in cui saranno presenti un Rommel Tank ed un Catapult. Nell'area successiva, ci saranno altri carri e torrette e sarà lì che dovrete dirigervi. Se avete bisogno di energia, la troverete a sud-ovest, vicino alle luci. Arrivati nell'area successiva, preparatevi ad affrontare un altro Catapult e, soprattutto, a non farvi colpire dai suoi devastanti missili. Seguite il segnale e dopo un po', verrete attaccati da tre Mech Puma. State calmi, non avvicinatevi troppo, ed eliminatene uno alla volta; la cosa migliore sarebbe far subire ad un altro mech gli effetti dell'esplosione del Puma, visto che questi nemici non si allontanano mai l'uno dall'altro. Dopodichè, dirigetevi verso il waypoint ed attendete la fine della missione.

There's Gonna Be a Jailbreak

Dirigetevi subito verso la centralina, hackeratela e copritevi. Sistemate la carica ed attendete che il Mech ritorni. Alla sua partenza, correte dalla parte sinistra della torre e seguitelo finchè non vedete il vostro Mech. Da qui, detonate la carica ed entrate all'interno del vostro Mech. Dovrete vedervela con diversi carri armati, torrette ed Uziel che stanno pattugliando la zona. Caricate i PPC al massimo e fate subito fuori l'Uziel in lontananza, quindi tutti gli altri. Man mano che vi avvicinate alla città e alle sue torrette di guardia, sarete attaccati da altri carri e dall'ennesimo Uziel. Restate dall'altra parte della cancellata, in cui avete più spazio, e distruggeteli tutti. A questo punto, proseguite verso la città successiva. A seconda della direzione scelta, dovrete vedervela con un numero diverso di torrette. Sistemate le torrette, la parte seguente potrà essere affrontata sia a piedi che su un Mech (la scelta migliore). Se volete trovare un nuovo mezzo, oltrepassate il primo carro armato ma fate attenzione, perchè c'è un Mad Cat nelle vicinanze, pronto ad uccidervi. Il Mad Cat su cui dovete salire voi si trova in cima ad una collina, a sinistra dell'area pattugliata dall'altro Mech. Attendete che il Mad Cat in questione sia ad una certa distanza da voi, ovviamente di spalle, quindi dirigetevi velocemente verso il Mech su cui volete salire. Una volta su, distruggete l'altro Mad Cat e tutti gli altri nemici, cercando di restare il più possibile distanti dalle esplosioni. Una volta che avrete distrutto tutti i bersagli, dirigetevi al waypoint, scendete dal Mech ed entrate al più presto possibile nella cancellata.

La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf

I Hate Snakes

Comincerete questo livello a bordo di un Mad Cat, un Mech sicuramente migliore dell'Uziel. Dirigetevi verso l'Hellbringer, facendo attenzione che la sua fiamma non vi colpisca troppo stesso, con conseguente surriscaldamento e morte. Fermatevi ad una certa distanza da esso e distruggetelo da lì. Una volta raggiunto l'accampamento, non distruggete gli edifici, ma solo la fanteria. Mentre ve ne andrete, noterete poi l'avvicinamento di un APC che continuerà ad inviare carne da macello di fronte a voi. Fate fuori tutti, quindi proseguite verso la base successiva, nella quale dovrete affrontare un altro Hellbringer ed alcuni carri armati. Sfrotunatamente, vi servirà un Mech armato di jumpjet per procedere, per cui dovrete scegliere tra un Hellbringer ed un Elemental. La scelta è ovvia. Usate i jumpjet per oltrepassare il muro, e preparatevi a sfruttare tutta la vostra potenza di fuoco per eliminare un Hellbringer ed un carro armato. Man mano che procederete, vi si affiancheranno diversi Elemental che vi daranno una mano e vi consentiranno di guadagnare tempo mentre distruggete i nemici e la torre di guardia. Una volta ripulita la zona, preparatevi al combattimento contro un Mech d'assalto, lo Star Adder. Siccome il mezzo nemico è estremamente superiore al vostro, dovrete eliminarlo d'astuzia anzichè di potenza. Mirate alle gambe utilizzando il cannone automatico per farlo cadere a terra, poi finitelo con la mitragliatrice o con il laser. Se sono rimasti degli Elemental, da prima, questi lo distrarranno, consentendovi di eliminarlo più facilmente.

Mountain Song

Mettete al sicuro l'area per l'arrivo dell'APC di Foster. Salite sull'Uziel non lontano dalla zona e raggiungete la base nemica successiva usando i jumpjet. Distruggete la torre di comunicazione dal precipizio ed usate il Mad Cat libero per ripulire la zona, prima di salire sul VTOL, che non è molto resistente ai danni. A questo punto, caricate l'APC con il VTOL e cercate di non farlo precipitare mentre distruggete le ultime torri rimaste.

La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf

Sending Out an SOS to the World

In questo livello, che vi piaccia o no, dovrete utilizzare la torretta per sopravvivere. Ricordate di difendervi, dove possibile, utilizzandola al momento giusto. Colpite immediatamente il ponte con due missili, quindi distruggete i due o tre Mech che si faranno vivi in zona. Se le cose si dovessero mettere male, ricordatevi che sulla pista d'atterraggio c'è ancora il potente VTOL che avevate usato nel livello precedente. Saliteci sopra, quindi distraete i nemici utilizzando i suoi missili. Dimenticatevi dei cattivi quando Foster avrà sistemato tutto e dirigetevi verso l'Icarus. Se è danneggiato, puntate verso la seconda torre e salite sul VTOL che troverete lì, tutto solo. Mentre raggiungete l'Icarus, prendete il Mech Star Adder e preparatevi a dover battagliare. Potete distruggere il ponte per guadagnare un po' di tempo e prendere il fiato mentre combattete con i Mech, ma una volta sullo Star Adder, la situazione non cambierà di molto.

Once More Into the Breach

Il Blood Asp è sicuramente peggio dello Star Adder, ma in questo livello andrà comunque molto bene. Nella valle dovrete combattere contro Mech di tipo Catapult e Bowman, molto pericolosi, ma solo ad una certa distanza. Per prima cosa, arrivati lì, distruggete i tunnel. Quando il vostro Blood Asp non vi consentirà più di procedere, saltate giù e raggiungete le porte della città, che dovranno essere hackerate per permettervi di entrare. Oltrepassate le porte, quindi salite nuovamente sul Blood Asp e distruggete qualunque cosa vi si pari davanti. Ovviamente, prima eliminate quelli più difficili e pericolosi, poi gli altri. Una volta ripulita la zona, il livello sarà terminato.

La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf

To the Arena

A questo punto, dovrete nuovamente utilizzare il Rommel Tank, armato questa volta di Null Signature. Cominciate distruggendo in scioltezza vari nemici, finchè non vi troverete di fronte un Mech Hackman, piuttosto faticoso da eliminare. Una volta ucciso, nella seconda base troverete un altro Hackman, sul quale potrete salire. Riuscirete a passare oltre la prima base successiva, ma non la seconda, piena zeppa di nemici. Non sarà facile nell'Hackman, per cui fate sempre molta attenzione. Distruggete i tunnel usando il Cannone Gauss, quindi concentratevi prima sul Belial e poi sugli altri nemici, che non dovrebbero causarvi problemi. Scendete dal Mech dopo aver ripulito la zona e quindi attraversate il tunnel.

Holding the Line

All'inizio del livello potrete scegliere tra un Bowman ed un Prometheus. A piedi non si va da nessuna parte, quindi bisogna per forza salire su un Mech. Ovviamente, il mezzo migliore è il secondo. La prima cosa da fare sarà distruggere il carro armato con una pilot bomb. Nascondetevi in prossimità del cristallo vicino al carro armato e, mentre si dirige verso la base, uscite e posizionate una bomba nella locazione in cui dovrà tornare. Allontanatevi, senza farvi notare ed aspettate che si verifichi l'esplosione. Fate attenzione anche al Mech nemico nel frattempo, che potrebbe scorgervi ed impedirvi così di trovare un nascondiglio. Dirigetevi verso il Prometeus solo quando le cose sembrano essere a posto ed aspettate che il Mech abbia oltrepassato l'edificio prima di correre fuori. Distruggete quindi il Bowman che vi sta attendendo e poi il Prometheus dall'altra parte della barriera. Anzichè attendere Foster, fate pulizia in tutti i tunnel. L'operazione potrebbe richiedervi un po' di tempo, ma è utile per evitare frustrazioni in seguito. Dopodichè, tornate all'LZ, facendo fuori tutti i nemici che vedrete di fronte a voi. In seguito al messaggio radio che arriverà, dovrete combattere con alcuni Kit Foxes ed un altro Prometheus. Dirigetevi di nuovo verso l'LZ dopo averli distrutti tutti.

La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf

Gladiator Has Nothing on Us

In questa missione dovrete nuovamente usare un Blood Asp. Usate i PPC per distruggere i Mad Dog Mechs ed i missili per gli altri nemici. Dopo aver fatto saltare la barriera principale, dirigetevi a sinistra, e preparatevi ad affrontare un nutrito gruppo di Mad Dog e carri armati. Siccome il Blood Asp non è un mech molto veloce, ci vorrà un po' di tempo per giungere a destinazione. Al sito di lancio, sterminate tutti i nemici e, alla fine, anche la dropship. Compariranno due Mech Atlas; il primo dovrete farlo fuori con l'Alpha Strike, mentre per il secondo vi basterà agire nel modo consueto.

Against the Spiders

L'importante, in questa missione, è riuscire a sopravvivere. Prima dovrete vedervela con alcuni Mech, e poi con versioni più piccole del boss contro cui avevate combattuto in precedenza. Questi Spider, che arriveranno in ben cinque ondate, amano saltare sul vostro Mech per tentare di hackerarlo. Distruggeteli prima che lo facciano, in modo da non morire. Si farà vivo anche un Hellbringer, ma non vi sarà di molto aiuto, per cui cercate di essere autonomi il più possibile.

La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf La soluzione di Mech Assault 2: Lone Wolf

Skin the Cat

Il Nova Cat utilizza un'armatura modificata che, se attiva, vi impedisce di hackerarlo. Il luogo è ricco di zone che potete usare per difendervi, per cui cercate di sfruttare i momenti in cui l'armatura non è attiva per colpirlo ed hackerarlo. Vi accorgerete, una volta saliti sopra, che il Nova Cat è un Mech di notevole potenza. La cosa più furba per la missione successiva, però, è avere a disposizione un BattleArmor. E' possibile hackerare sia un Ymir o un Mad Cat, entrambi comunque migliori del Nova Cat. Uscite dal livello manomettendo la centralina ed entrando dalla barriera.

End Game/Checkmate

Se state usando il BattleArmor e desiderate davvero salire sullo Ymir e non sul Mad Cat, dovrete manomettere ogni Mad Cat che vi troverete di fronte. Per far spuntare uno Ymir, saranno quattro i Mech da hackerare. A questo punto, gli Ymir cominceranno ad avvicinarsi. State nascosti finchè potete, poi, non appena il loro scudo sarà disattivato, scaricate tutta la vostra potenza di fuoco. Quando Natalie lascerà il BattleArmor, non distruggetelo, o la missione terminerà anzitempo. L'ultimo combattimento che dovrete fare, infatti, sarà a bordo del Battlearmor. Procedete, mirando con il mortaio alla testa del nemico successivo. Natalie sarà al vostro fianco, con il suo VTOL, ad aiutarvi. I suoi attacchi, almeno inizialmente, sono facili da evitare, grazie ai jumpjet. Dopo un po', però, comincerà a lanciare una serie di onde telluriche, da cui non dovrete farvi toccare, altrimenti sarà la fine. Oltre ai mortai, anche il laser vi sarà amico, però in questo caso ci vorrà un po' prima di vedere crollare il nemico. Dopo la sequenza animata, dovrete effettuare un Neurohack su di lui, in modo da fargli disattivare gli scudi e lanciargli un mortaio all'interno della testa. La tattica da utilizzare qui, per schivare i suoi attacchi e, allo stesso tempo, riuscire a mettergli un mortaio dove necessario. è questa: saltategli sulla schiena, hackeratelo, quindi saltate molto in alto, mirate verso la testa e lanciate il mortaio. Se tutto andrà come previsto, il nemico salterà in aria e voi avrete finalmente terminato il gioco.

Sommario della soluzione

PROLOGO
1. STREET SWEEPER
2. SIGNS OF LIFE
3. TANK RUSH
4. LET'S GET OFF THIS ROCK
5. TO THE RESCUE
6. MECH SHOPPING
7. GO TIME ON THESTRIA
8. SWAMP ROCK
9. EIGHT FEET UNDER
10. INTO THE VALLEY OF DEATH
11. THERE'S GONNA BE A JAILBREAK
12. I HATE SNAKES
13. MOUNTAIN SONG
14. SENDING OUT AN SOS TO THE WORLD
15. ONCE MORE INTO THE BREACH
16. TO THE ARENA
17. HOLDING THE LINE
18. GLADIATOR HAS NOTHING ON US
19. AGAINST THE SPIDERS
20. SKIN THE CAT
21. END GAME/CHECKMATE

Prologo

MechAssault 2 ha inizio poco dopo la fine di MechAssault. La tecnologia recuperata dal LosTech, scoperto nel primo episodio, ha consentito di apportare parecchie migliorie ai Wolf's Dragoons, come il BattleArmor.

TI POTREBBE INTERESSARE