Mobile Suit Gundam: Target in Sight (Mobile Suit Gundam: Crossfire)La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight 

CAMPAGNA 1: EARTH FEDERATION FORCES


MISSIONE 1: TRAINING
Giocherete questa prima missione, che ha come unico scopo quello di fungere da addestramento, solamente la prima volta che vi cimenterete con il gioco. Cominciate distruggendo i tre Zaku I catturati nella città in rovina, poi tornate al punto di partenza quando vi sarà richiesto, dopodiché fate attenzione ai tre Zaku II provenienti da ovest e decidete se vale la pena ridurli in polvere o ignorarli per tornare alla partenza senza correre rischi.

MISSIONE 2: RECONNAISANCE
L'eccessiva densità di particelle Minovsky vi impedirà di usare il vostro radar nel corso di questa missione, costringendovi a volare alla cieca. Lo scopo della missione è quello di girare la mappa in lungo e in largo sbarazzandosi dei pochi Zakus e Magella che si trovano sparsi qua e là. Un compito piuttosto facile, per fortuna.

MISSIONE 3: RESCUE HOVERTRUCK
All'inizio di questa missione, tre Zaku scenderanno dal pendio montuoso situato a nord ovest. Si avvicineranno parecchio al convoglio, per cui cercate di raggiungerli quanto prima per attaccarli e far sì che non possano arrecare danni. Una volta che vi sarete sbarazzati di loro, dovrete vedervela con altri tre Zaku provenienti sempre da quella direzione, seguiti dai tre lenti bombardieri inviati da Zeon, in arrivo da est. Se riuscirete ad eliminare i nemici appena questi si fanno vivi nella zona in cui vi trovate, non dovreste faticare più di tanto a completare la missione.

MISSIONE 4: WDB DEFENSE
All'inizio della missione vi ritroverete subito a dovervela vedere con tre gruppi di Zaku/Magella provenienti rispettivamente da nord, nord ovest ed ovest. Cominciate a respingere i primi, poi raggiungete il lato nord ovest della base e falciate quanto più rapidamente possibile gli altri. Zeon invierà successivamente altri due gruppi da nord e da ovest, a cui farà seguire un ultimo gruppo sempre da questa direzione. Eliminateli tutti per completare la missione.

La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight

MISSIONE 5: BEACHHEAD

Comincerete questa missione proprio a fianco di una delle due basi che dovete distruggere. Rasatela al suolo e poi dirigetevi a nord est verso la seconda base. I nemici, per la maggior parte degli Zaku I e II e dei carri armati Magella, non opporranno molta resistenza, cosa che vi consentirà di eliminarli senza tanti complimenti, per poi passare ai rinforzi che circondano la base ed allo stesso edificio. Una volta distrutta la struttura, la missione sarà completata.

MISSIONE 6: RAID ON POINT
All'inizio di questa missione, dirigetevi subito a nord, lungo la strada principale della città, distruggendo i Magella e gli Zaku che si trovano in zona. Eliminate poi la coppia di questi ultimi proveniente da Ovest, poi occupatevi del terzo gruppo in arrivo da est, che sarà accompagnato da un terzetto di Gouf. Cercate di tenere questi nemici a distanza di sicurezza, facendoli attaccare dai vostri alleati ed in modo da evitare il loro tremendo Heat Sword, che a questo punto del gioco potrebbe causarvi problemi alquanto seri. Dopo averli distrutti dal primo all'ultimo, pensate ai carri armati che arriveranno da ovest ed eliminateli per completare la missione.

MISSIONE 7: BRIDGE DEMOLITION
Questa missione risulterà piuttosto difficile la prima volta che giocherete, per cui vi conviene equipaggiarvi con un'arma come il GM Cannon, che garantisce danni ingenti e permette di attaccare a distanza. Certo, nessuno vieta di utilizzare armi che si comportano meglio nel combattimento ravvicinato, ma i rischi saranno chiaramente superiori. Cominciate subito a distruggere all'inizio della missione, facendo fuori lo Zaku ed i Magella nelle vicinanze, poi raggiungete il primo ponte a nord, quindi sbarazzatevi dell'Acguy , un nemico piuttosto ostico da battere. Cercate di non fermarvi mai in un punto, ma continuate a muovervi in modo da non dare punti di riferimento ai vari Zaku Cannon sparsi nell'area. Anziché distruggere il ponte sprecando munizioni, scendete nel fiume a fianco della struttura e cominciate a colpirlo in modo da farlo precipitare in acqua, poi procedete fino al ponte a nord ovest, che dovrete tirare giù nello stesso modo. Nel frattempo, arriverà sulla scena un terzetto di Zaku Cannon, ai quali vi dovrete avvicinare per impedire loro di utilizzare i loro devastanti cannoni da spalla. Non appena li avrete eliminati, tre Acguy giungeranno dal fiume ad ovest dell'area. Cercate di farli separare e distruggeteli uno per uno, completando così la missione.

MISSIONE 8: CONQUER ZEON BASE
Questa missione è piuttosto lunga e dura, per cui fate il possibile per conservare i due depositi di scorte che possedete. Cominciate procedendo verso la prima base nemica, sbarazzandovi dei tre Gogg e dei Magella dietro ad essa mentre state risalendo il fiume. Raggiungete quindi la seconda base, per trovare un Gouf di guardia assieme ad un gruppetto di Magellas. Dovrete quindi tornare di corsa, il più velocemente possibile, al punto di partenza, visto che un Gouf ed un Gogg sono stati inviati proprio in quella zona. Non riuscirete ad impedire loro di distruggere il primo deposito, ma è probabile che riusciate invece a fermarli prima che riducano in polvere il secondo. Anzi, dovrete bloccarli a tutti i costi, visto che altrimenti la missione terminerà anticipatamente. A rendere la vita più difficile ci penseranno due ondate di elicotteri provenienti da est ed un altro branco di Gogg in arrivo dal fiume a nord. Cercate di non agitarvi in questa situazione molto caotica e non fatevi mai circondare, se non volete fare una brutta fine. Muovetevi sempre, visto che i Gogg tendono a colpire parecchio forte e non date via a combattimenti ravvicinati se non siete assolutamente certi delle vostre capacità. Provate quindi a sfruttare l'unico punto debole dei Gogg, creature molto potenti, ma estremamente lente. La missione terminerà una volta che avrete fatto piazza pulita.

MISSIONE 9: DIVERSION ATTACK

Questa missione vi consentirà di tirare un po' il fiato dopo le terribili fatiche delle precedenti. Non dovrete fare altro che avanzare con i vostri alleati ed attaccare i vari Zaku, Gouf e carri armati sparsi per la zona. Certo, arriveranno dei rinforzi, ma nulla di trascendentale. Il limite di tempo per completare questa missione è di cinque minuti, ma non dovreste avere alcun problema a mettercene di meno.

MISSIONE 10: RESCUE THE MEDEA
Comincerete questa missione disponendo di tre depositi di scorte, di cui almeno due faranno salteranno in aria entro la fine del livello. Cercate di proteggerne assolutamente almeno uno, visto che dovrete ricaricarvi nel corso di questa missione. Le Medea giungeranno nell'area una alla volta e si sposteranno da una zona dell'operazione all'altra, oltre ad essere attaccate un po' da tutti i lati, cosa che vi costringerà a proteggerle, respingendo i tentativi di farle precipitare dei nemici. Prima di cominciare la missione, assicuratevi di aver scelto un equipaggiamento ricco di munizioni e missili antiaerei. Sono le uniche due cose importanti, visto che essere colpiti, almeno in questo caso, è il minore dei problemi.

MISSIONE 11: CAPTURE NAVAL BASE
Entrate subito in modalità cecchino, appena cominciata la missione, e mirate verso il Dom posizionato sul molo della base navale, in modo da ridurre drasticamente il numero dei nemici. Dopodiché, procedete in direzione della struttura, distruggendo tutti i Magella che incontrate per strada. Cercate di respingere anche i Dom provenienti dalla base, facendo però in modo che non si separino e vi circondino. Se ciò dovesse succedere, cominciate a pregare, visto che questi mezzi sono dotati di potentissimi bazooka. Dopo averli distrutti, preparatevi ad affrontare gli otto Z'gok provenienti, in due gruppi da quattro mezzi, dal lato oceanico della base. Eliminateli per conquistare la struttura e completare la missione.

MISSIONE 12: MOPPING UP
Andate subito ad attaccare il Gaw, in modo da anticipare il resto delle forze nemiche, impedendo loro di assaltarvi. Fate in modo che il mezzo appartenente al male non lasci mai la zona delle operazioni. Dopo averlo distrutto, fate piazza pulita degli Acguy che si trovano su entrambi i lati del fiume, poi pensate ai rinforzi che arriveranno subito dopo, sotto forma di altri Acguy e di elicotteri. Eliminateli tutti, dal primo all'ultimo, per completare la missione.

MISSIONE 13: SUPPORT ALLIES
La missione comincerà ai piedi della montagna, che dovrete cominciare a risalire da un lato, quello su cui si trovano svariati Zaku, Gouf e bunker. Sbarazzatevi di tutti questi nemici, poi pensate ai rinforzi in arrivo da est, che comprenderanno altri Zaku e Gouf Custom. Questi mezzi tendono ad attaccare da ogni posizione senza farsi alcuna remora. Noterete infatti che svariati assalti proverranno da aree al'esterno della zona delle operazioni. Fortunatamente, i vostri alleati dovrebbero riuscire a respingere questi attacchi senza grossi problemi, per cui, come sempre, cercate di restare sempre in movimento mentre sparate all'impazzata verso di loro. Fate piazza pulita nella zona per completare la missione.

La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight

MISSIONE 14: CAPTURE SUPPLY BASE

Anche in questa missione partirete ai piedi della montagna. Risalite il pendio ed attaccate il più velocemente possibile i Dom Cannon che si trovano sul monte, eliminando anche i bunker che vi ritroverete sul percorso. Per fortuna, i Dom scenderanno da uno dei lati della montagna per attaccarvi e non se ne staranno fermi a spararvi con il loro cannone da spalla. Una volta giunti in cima, distruggete il primo deposito di scorte per far arrivare altri due Dom Cannon da nord, seguiti poco dopo da due Gouf. Sbarazzatevi di tutti questi mezzi nemici e fate saltare in aria il secondo ed ultimo deposito di scorte per concludere la missione.

MISSIONE 15: DEVIL IN THE SKIES
Cominciate, all'inizio della missione, ad andare avanti, così da far comparire uno dei nemici più forti, l'Apsalus. Non disporrete del radar in questo livello, ma state tranquilli, non vi servirà, visto che il vostro campo visivo basterà a coprire le distanze necessarie per avanzare nella missione. Come già detto prima, l'Apsalus è piuttosto ostico, oltre ad avere una cattiva abitudine, quella di volare da una parte all'altra della mappa seguendo un percorso che lo rende piuttosto difficile da colpire quando è in movimento. Il modo migliore per prenderlo è quello di restarci vicini, capire quando sta per fermarsi e voltarsi, poi scaricargli addosso tutta la potenza di fuoco di cui disponete. Andate avanti così finché non riuscirete a farlo scappare, poi sbarazzatevi, con l'aiuto dei vostri alleati, degli elicotteri provenienti da ogni direzione, arrivati in zona con il solo scopo di aiutare l'Apsalus nella sua opera di distruzione. Tenete d'occhio, in seguito all'arrivo dei velivoli, il deposito di scorte e fate in modo che non lo facciano saltare in aria, visto che dovrete ricaricare diverse volte nel corso della missione.

MISSIONE 16: NAVAL BASE DEFENCE
All'inizio della missione vedrete subito degli elicotteri arrivare da nord, nord ovest ed ovest. Sbarazzatevi di tutti questi velivoli per far giungere in zona una nave da guerra di classe Gallop, scortata da carri armati e bombardieri. Occupatevi prima di questi mezzi, visto che l'imbarcazione è completamente inutile e, in teoria, può anche non essere distrutta. Dopo aver eliminato questa prima ondata di nemici, dovrete affrontare un gruppo di quattro Acguy, seguiti da un altro terzetto. Riduceteli tutti in poltiglia per terminare la missione.

MISSIONE 17: ESCORT HOVERTRUCK
Non appena comincerà la missione verrete subito informati dell'imprevista comparsa di un aeroplano Gaw, che dovrete ovviamente distruggere. Dopo averlo sistemato a dovere, pensate sia agli elicotteri in arrivo da ovest che agli aerei provenienti da est. Nel corso di questa missione sarete aiutati da svariati Guncannon, che dovrebbero rendere il completamento del tutto un vero gioco da ragazzi.

La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight

MISSIONE 18: ENEMY INTERCEPT

In questa missione non dovrete fare altro che bloccare le forze Zeon impedendo loro di attraversare la linea che delimita l'area posteriore della zona delle operazioni. Sappiate che i nemici, in questo caso, non sono interessati ad uccidervi, ma semplicemente a passare il confine, per cui non aspettatevi che siano loro a procedere verso di voi. Le forze rivali della missione sono composte da carri armati, Zaku e Z'gok che, muovendosi piuttosto lentamente, potranno essere distrutti con estrema facilità.

MISSIONE 19: CAPTURE SUPPLIES
Questa missione è piuttosto difficile, visto che ve la dovrete vedere con un bel po' di nemici, e l'unico punto di rifornimento si trova proprio nel bel mezzo della mappa, completamente circondato da forze Zeon. Non appena avete il controllo del vostro mezzo, dirigetevi verso nord e sbarazzatevi dei due Magella e dello Zaku che incontrerete, poi girate ad est e distruggete il Dom che proverà ad attaccarvi lateralmente. Continuate a procedere in quella direzione e sfruttate le cime delle colline per colpire dalla distanza i nemici che si trovano nell'area con i Samson ed il deposito di scorte. Dovrete fare moltissima attenzione a non sparare accidentalmente alle roulotte dei Samson, cosa che se dovesse avvenire farebbe terminare anticipatamente la missione. Mentre vi occuperete di questi mezzi nemici, da nord arriveranno gruppetti di Dom e Zaku I, che renderanno le cose più difficili, soprattutto nell'ultima parte del livello. Correte al deposito per ricaricarvi, poi sbarazzatevi prima dei Dom e successivamente degli Zaku. Sarà questo l'ordine che dovrete seguire durante tutto il resto della missione, visto che i primi sono dotati di bazooka e non si faranno problemi ad usarlo contro di voi.

MISSIONE 20: ESCORT BIG TRAY
Dirigetevi subito a nord per intercettare il primo gruppo di MS che hanno l'obiettivo di distruggere il Big Tray. In questa missione, cercate di eliminare subito, tutte le volte che li incontrerete, i Dom Cannon, visto che la loro potenza risulta molto superiore a quella di elicotteri e carri armati che vagano per l'area. Prima di entrare in battaglia, scegliete un robot che possieda notevoli capacità antiaeree, che dovrete sfruttare per distruggere questi nemici mentre state cercando di salvaguardare il Big Tray. Nell'ultima parte della missione rischierete di esaurire le munizioni. Se ciò dovesse succedere, siccome non vi sarà possibile tornare al deposito per rifornirvi, dovrete cavarvela con Vulcan e Beam Saber. Man mano che la missione va avanti, state sempre più vicini al Big Tray, visto che nelle ultime fasi basterà un colpo ben assestato di Dom Cannon per fargli fare una brutta fine.

MISSIONE 21: HOLD THE LINE
Anche in questa missione non dovrete permettere a nessuna unità Zeon di attraversare la linea che demarca l'area posteriore della zona delle operazioni. La resistenza nemica sarà molto bassa e sporadica, ma nonostante ciò, non fatevi sorprendere, rifornendovi di munizioni tra un'ondata avversaria e l'altra. La prima sarà composta da due Dom Cannon ed una serie di Magella, la seconda da un terzetto di Dom Cannon ed alcuni aerei, mentre per la terza si ridurrà di una sola unità il gruppo di Dom Cannon, mentre i caccia rimarranno gli stessi.

MISSIONE 22: BREAKTHROUGH

Questa missione è molto simile alla precedente, visto che avrete di nuovo ondate di nemici che tenteranno di penetrare dal confine posteriore della zona delle operazioni. Anche in questo caso, approfittate della pausa tra un gruppo e l'altro per rifornirvi di munizioni e non restare a secco. Le quattro ondate di nemici sono composte, nell'ordine, da un duo di Gouf affiancato da un Dom Cannon ed alcuni Magella, un Gouf con Dom Cannon ed elicotteri, due Gouf Custon ed infine un altro duo di Dom Cannon. Eliminateli tutti per completare la missione.

MISSIONE 23: UNIDENTIFIED ENEMY
Intercettate e distruggete tutti i Dom e Magella in arrivo prima del misterioso carro armato, l'Hildolfr, che vi farà letteralmente sudare sette camicie. Approfittate del momento di quiete precedente alla comparsa del blindato per fare una capatina nel deposito e rifornirvi di munizioni, utili a perforare la pesante armatura dell'Hildolfr. Non attaccatelo frontalmente, per evitare che il suo cannone principale vi colpisca in pieno, ma continuate a girargli attorno, così da disorientarlo e distruggerlo in men che non si dica.

MISSIONE 24: LOCKDOWN
Anche qui dovrete impedire ai nemici di attraversare il confine che demarca l'area posteriore della zona delle operazioni. Le forze Zeon, però, diversamente dalle precedenti missioni, faranno un pressing maggiore, costringendovi a restare più attenti (il rischio che qualcuno sfugga e riesca a fare meta è piuttosto alto). Le ondate di nemici, poi, tenderanno a non lasciarvi momenti di tregua, per cui dovrete approfittare di ogni minimo momento di pausa per ricaricare, cercando di essere pronti a rimettervi a sparare subito dopo. Quando arriveranno gli Xamel, fate avvicinare i Dom e sbarazzatevi di loro in una zona lontana dai loro alleati, in modo da non doverli subire entrambi in contemporanea. La prima ondata di nemici sarà composta da un trio di Dom, affiancato da qualche Magella, seguito da un altro Dom con un Gouf Custom e degli elicotteri, altri tre Dom, uno Xamel con due Dom e degli elicotteri, due Dom ed un Gouf Custom, quindi uno Xamel ed altri due Dom.

La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight

MISSIONE 25: CAPTURE MINING BASE

Questa missione, l'ultima, è molto lunga, ma la resistenza nemica non sarà molto elevata, cosa che vi dovrebbe permettere di andare avanti senza grossi problemi pilotando un Gundam(G) o un Ez-8. Ci sarà solamente un deposito di scorte nella missione, nascosto in una trincea posizionata, inizialmente, davanti a voi. Cercate di proteggerlo, visto che sarà indispensabile ricaricare diverse volte nel corso del livello. Dovrete affrontare subito i due Zaku I provenienti da nord ed il Gelgoog in arrivo da nord ovest, affiancati dai sei elicotteri sparsi tra diverse aree. Dopo averli eliminati, toccherà ad un paio di Gelgoog e ad uno Zaku I, provenienti sempre da nord. Distruggeteli tutti, quindi procedete verso settentrione ed attaccate i due Gelgoog e lo Zaku I ad ovest, facendo attenzione anche a quello in arrivo da nord. Pensate poi all'altro Gelgoog ed ai due Zaku I oltre le montagne, sbarazzatevi di un altro gruppo di nemici, poi cercate di rifornirvi appena possibile, quindi attendete l'arrivo di tre elicotteri da ovest e di un altro terzetto da nord. La zona delle operazioni continuerà ad espandersi, tanto che dovrete procedere ancora verso settentriote, per poi seguire la curva naturale del terreno ad ovest. Nella trincea poco più avanti ci saranno due Zaku I ed un Gelgoog, uccideteli tutti, poi proseguite nella base e sbarazzatevi dei Gelgoog che stanno sorvegliando il quartier generale. Fatelo saltare in aria quanto prima, in modo da bloccare la generazione di nemici, poi falciate i mezzi ancora in vita per terminare la missione ed anche la prima campagna.

MISSIONE 26: BASE ASSAULT (DISPONIBILE SOLO AL LIVELLO DI DIFFICOLTA NORMALE O SUPERIORE)
Questa missione, disponibile solo ai livelli di difficoltà più elevati, è davvero tremenda. Prima di cominciarla, equipaggiatevi a dovere con un'armatura resistente, migliaia di munizioni ed armi potenti. Dovrete ricaricare spesso e volentieri, e non potrete permettervi errori, soprattutto quando si tratterà di dover affrontare gruppi di nemici piuttosto numerosi, composti da mezzi di dimensioni elefantiache. Dovrete poi anche proteggere a tutti i costi il vostro deposito, la cui distruzione porterà a farvi ricominciare la missione da capo. Tenete quindi sempre un occhio sugli elicotteri in avvicinamento, il cui scopo sarà quasi sempre quello di far saltare in aria l'edificio. Cominciate attaccando i Gelgoog a nord ovest, poi il Kampfer ed il Gelgoog che erano davanti a voi all'inizio della missione. Dopo averli distrutti, affrontate a dovere la successiva ondata di Kampfer e Gelgoog, eliminando subito i primi per poi passare ai secondi. Sfruttate questa opportunità anche per far precipitare gli elicotteri e distruggete tutti gli altri nemici che tenteranno di oltrepassare il confine. Dopo la sequenza di intermezzo, la zona operativa si espanderà, consentendovi di procedere verso nord. Ve la dovrete vedere ancora con Kampfer, Gelgoog ed elicotteri, di cui dovrete sbarazzarvi in men che non si dica, prima di pensare al terzetto di stazioni radar, rappresentate dai quadratini rossi sulla mappa. Dopo la seconda sequenza animata, la mappa si espanderà ancora, consentendovi di avanzare seguendo la stradina sterrata che gira attorno alla base (non salite sulla collinetta, se non volete essere esposti agli attacchi nemici). Eliminate i nemici più vicini all'edificio, poi arretrate per affrontare i rinforzi in arrivo dalle retrovie. Dopo aver fermato questi nemici, tornate ancora più indietro e salite sulla collina, attaccate i Gelgoog che sorvegliano il quartier generale, poi avanzate usando le trincee nell'area e fate saltare in aria tutti i nemici che sono rimasti. Demolite il quartier generale Zeon per vincere la missione e completare la campagna.

La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight

CAMPAGNA 2: PRINCIPALITY OF ZEON


MISSIONE 1: HOLD THE BASE
Giocherete questa prima missione, che ha come unico scopo quello di fungere da addestramento, solamente la prima volta che vi cimenterete con il gioco. Dirigetevi subito a nord all'inizio della missione, distruggete gli M61 davanti a voi, sbarazzatevi del GM in arrivo nell'area da nord est, poi pensate agli altri due provenienti dalla stessa direzione. Sconfiggeteli entrambi per farne comparire un altro, la cui eliminazione vi consentirà di completare il livello.

MISSIONE 2: FEDERATION BASE
Dirigetevi subito verso la base nemica a nord ovest, girate attorno alla grande montagna, poi lanciate un attacco a sorpresa contro l'edificio, disorientando i GM che lo stanno difendendo. Sbarazzatevi della Gunboat nel fiume e dei carri che sorvegliano la base, poi dirigetevi verso quella a nord est, ignorando i messaggi che parlano dell'arrivo di rinforzi. Distruggete i carri armati in quest'ultima base, poi preparatevi ad affrontare due successive ondate di GM, di cui dovrete liberarvi per completare la missione.

MISSIONE 3: ADVANCE ESCORT
Distruggete rapidamente, evitando di essere circondati, il GM a nord ovest ed i due nelle rovine davanti a voi, in modo che non si mettano ad usare le loro Beam Saber, in grado di tagliare in due chiunque si avvicini alla loro lama. Pensate quindi agli altri due GM in arrivo da est ed al duo di Guntank da nord est. Attaccate velocemente anche questi, poi occupatevi dei due GM che compariranno ad est dopo che i Guntank saranno spariti. Fate saltare in aria tutti i nemici, dopodiché permettete al convoglio di raggiungere l'altro lato della mappa per completare la missione.

MISSIONE 4: WDB ASSAULT
Procedete subito verso il quartier generale, ignorando i due GM in arrivo, cercando di schivare il fuoco di artiglieria sparato dai Guntank che si trovano nella parte posteriore della base. Ordinate ai vostri alleati di seguirvi, in modo che si occupino dei GM, mentre voi pensate agli altri nemici. Avvicinatevi quindi ancora di più all'edificio, sbarazzatevi dei carri armati più vicini, dopodiché pensate ai due Guntank che stanno difendendo il quartier generale. Dopo esservi occupati di loro, pensate all'edificio, cercando di farlo saltare in aria prima che arrivino i rinforzi.

MISSIONE 5: AERIAL INTERCEPT
Dirigetevi subito verso nord seguiti dai vostri alleati, posizionateli ai confini della base e ordinate loro di restare lì, in modo da poterli usare come rete di sicurezza per colpire eventuali nemici che non riuscirete ad attaccare. Procedete ancora a nord fino alla riva del fiume ed attendete l'arrivo di svariate ondate di aerei, seguiti da GM e GM Cannon in arrivo da est. Ignorate questi ultimi e concentratevi sui velivoli, avanzando sempre verso nord, in modo che i mezzi nemici non siano tentati a circondarvi. Dopo aver fermato gli aerei, sbarazzatevi dei GM rimasti per completare la missione.

MISSIONE 6: ASSAULT ON FLANK

Procedete subito verso nord, distruggendo il prima possibile gli M61 ed i Guntank, poi pensate ai due GM che stanno attaccando i vostri alleati. Ignorate gli aerei in arrivo da ovest, poi tornate indietro per intercettare il GM armato con un Long Rifle proveniente dalla stessa direzione. Avvicinatevi e sommergetelo di scariche elettriche e proiettili, in modo da non dargli il tempo di sparare nemmeno un singolo colpo, poi pensate al GM in arrivo da sud, evitando la sua Beam Gum. Sbarazzatevi degli aerei rimasti per vincere la missione.

MISSIONE 7: GUNTANK DIRECTIVE
Procedete a nord est, eliminando i GM ed i carri armati che incontrerete sul percorso, poi dirigetevi verso ovest, nelle rovine, occupandovi dei tre Guntank nascosti lì in mezzo. Concentrate tutti i vostri sforzi su questi mezzi, in modo da eliminarli prima dell'arrivo dei rinforzi, completando così anticipatamente la missione.

MISSIONE 8: END OF THE LINE
All'inizio della missione dovreste subito ritrovarvi davanti la prima base. Distruggete i carri armati che la proteggono, poi procedete a nord, verso l'edificio più vicino, nel quale si trovano due GM. Distruggeteli, attraversate il fiume e raggiungete l'ultima base, protetta da un duo di GM e vari M61. Tornate quindi in fretta al punto di partenza per eliminare i due GM che sono comparsi in quella zona, facendoli saltare in aria per completare la missione.

MISSIONE 9: TRANSPORT AMBUSH
Dirigetevi subito a tutta velocità verso il confine nord ovest, intercettate il primo cargo e la sua scorta, composta da svariati caccia. Distruggete l'imbarcazione per far giungere in zona anche un GM Cannon, che proverrà dalla stessa direzione dei suoi "colleghi". Eliminate anche quest'ultimo ed attraversate il fiume per raggiungere il confine nord est, dal quale potrete intercettare il secondo cargo. Attendete quindi sulla riva del fiume l'arrivo di un paio di Gunboat, una dopo l'altra, seguite dall'ultimo cargo, accompagnato a sua volta da altri GM ed aerei. Ignorate i rinforzi e distruggete il più rapidamente possibile il cargo per completare il livello.

MISSIONE 10: JUNGLE RECON
Non disporrete del radar in questa missione, ma non preoccupatevi. Vi basterà andare in giro per la mappa, sbarazzandovi di tutti i GM che incontrerete sul vostro percorso. Sfruttate le chiamate d'aiuto dalle quattro basi agli angoli della mappa per capire dove si trovano i vostri nemici. I GM presenti in questo livello saranno soltanto cinque, per cui non dovreste avere grossi problemi ad eliminarli rapidamente.

MISSIONE 11: COUP DE MAIN
Anche in questa missione non disporrete del radar. Non preoccupatevi nemmeno in questo caso, visto che vi basterà fare piazza pulita da entrambi i lati del fiume. L'unica cosa di cui dovrete avere paura è il Gundam(G) in arrivo, ad un certo punto della missione, dal confine nord dell'area.

La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight

MISSIONE 12: RETAKE NAVAL BASE

Entrate subito in modalità cecchino e sbarazzatevi dei tre GM che si trovano al confine con il molo, poi dirigetevi verso il deposito con le scorte e fate quindi piazza pulita nella base navale, eliminando i carri armati ed i GM rimasti. Dovrete quindi occuparvi delle due ondate di quattro GM provenienti dal mare, ma vi converrà tornare indietro al deposito, in questo caso, aspettando che i mezzi nemici abbiano occupato la base navale, così da poterli colpire dalla distanza. Ricordatevi che in questa missione disporrete di munizioni pressoché illimitate, visto che il camion da rifornimento non viene praticamente mai attaccato. Questo vi consentirà di approcciare i nemici con calma, attaccandoli dalla distanza. Fate piazza pulita per vincere la missione.

MISSIONE 13: PURSUIT
Non perdete tempo con gli MS nemici, che sono piuttosto numerosi e dispongono di armi davvero potenti. Lanciatevi al di là del fiume, sbarazzandovi delle tre Gunboat prima che il nemico possa mettervi in inferiorità numerica. Fatevi seguire dai vostri alleati ed ordinate loro di eliminare alcuni dei GM mentre vi trovate in quella zona. Fate piazza pulita anche qui per completare la missione.

MISSIONE 14: AMBUSH
Cominciate questa lunga ed ostica missione lasciando i vostri alleati in cima alla montagna, ordinando loro di difendere il deposito con le scorte nel caso vi dovesse scappare qualche nemico. Il deposito non dovrà essere assolutamente attaccato, visto che si servirà spesso e volentieri nel corso della missione. Restate quindi anche voi sulla montagna e consentite alle ondate di nemici di avvicinarsi a voi, sparando loro dalla posizione vantaggiosa su cui vi trovate. Le ondate nemiche saranno composte da GM e Guncannon, che non dovrebbero però causarvi alcun problema, se li terrete sotto tiro dal luogo in cui vi trovate.

MISSIONE 15: SAMSON TRAILER
Scegliete uno dei due depositi con le scorte presenti in questa missione e difendete quello, visto che non c'è alcun modo di riuscire a salvarli tutti e due. Assicuratevi di scegliere anche un MS armato di mitragliatrice e con un sacco di munizioni, visto che ci saranno parecchi aerei da far precipitare. Restate fermi dove siete, difendete la posizione e distruggete ogni velivolo nemico in avvicinamento finché la missione non sarà completata.

MISSIONE 16: SAMSON TRAILER
Ordinate ai vostri alleati di difendere la base ed avanzate verso i nemici, che cercheranno di colpire molto spesso le roulotte Samson da zona al di fuori dell'area operativa. Rifornitevi regolarmente di munizioni ed attaccate tutti i gruppi che proveranno a mettere piede nella zona operativa.

MISSIONE 17: SHARPSHOOTER
In questa missione dovrete affrontare le solite svariate ondate successive di nemici, come già accadeva in alcuni livelli della prima campagna. Cercate di tornare al deposito dopo ogni gruppo di avversari per essere sempre riforniti e non rischiare mai di esaurire le munizioni. Dopo aver eliminato l'ultima ondata, procedete rapidamente verso sud per intercettare una serie di GM diretti da est verso meridione. Questi nemici riusciranno a portare a termine il loro obiettivo semplicemente attraversando una piccola area di terreno, per cui dovrete fermarli prima che siano in grado di farlo. Il problema è che questi GM saranno sempre in movimento, saltando da una parte dall'altra, cosa che vi renderà molto complicato tenerli sotto tiro, a causa delle limitazioni del sistema di puntamento. Cercate quindi di portarvi di fronte a ciascuno di loro, poi siate rapidi a sparare per vederli saltare in aria. Vi basterà un colpo solo per impedire loro di continuare a saltare ed inseguirvi. Dopo esservi sbarazzati di tutti questi GM, la missione finalmente si concluderà.

La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight La Soluzione di Mobile Suit Gundam: Target in Sight

MISSIONE 18: NAVAL BASE DEFENCE

Anche qui ve la dovrete vedere con una serie di ondate di nemici, tra le quali ci saranno delle brevi pause di cui dovrete approfittare per fare scorta di munizioni. Si comincerà con tre Gundam(G) provenienti da nord est, seguiti da sei aerei da ovest, altri tre Gundam G da nord ed un gruppetto composto dall'ennesimo trio di Gundam(G) insieme ad un aereo, in arrivo da nord ovest. Riduceteli tutti in polvere per vincere la missione.

MISSIONE 19: SUPPLY BASE DEFENCE
All'inizio della missione vedrete subito che, ai piedi della montagna, si trovano tre Guntank. Dovrete lasciarli stare, almeno inizialmente, però ricordatevi che ci sono, in modo da non farvi sorprendere successivamente. Sbarazzatevi quindi delle quattro ondate di nemici, le prime due composte da un trio di un Gundam(G), le altre due da svariati aeroplani. Quando i rinforzi saranno terminati, avvicinatevi alla montagna, colpite lateralmente i Guntank ed eliminateli per completare finalmente anche questa missione.

MISSIONE 20: RECAPTURE
Fatevi seguire dai vostri alleati, in modo che vi diano una mano ad affrontare i nemici. Procedete dritti nella base, fate piazza pulita nell'area attorno al quartier generale, poi demolite l'edificio prima che qualunque nemico abbia tempo di raccapezzarsi ed attaccarvi.

MISSIONE 21: DEFENCE LINE
In questa facile missione potrete usufruire dell'aiuto di una serie di Dom Cannon, assieme ai quali dovrete fermare le varie ondate di nemici in arrivo, composte da Guncannon, GM e velivoli aerei. Assicuratevi solo di non finire mai a secco di munizioni.

MISSIONE 22: TRANSPORT WITHDRAWAL
In questa missione dovrete nuovamente affrontare svariate ondate di nemici, tenendo però d'occhio i Samon che si trovano ad ovest del punto di partenza. Le ondate saranno composte da una serie di terzetti di Gundam(G), provenienti, nell'ordine , da nord est, da est e da nord ovest. Gli ultimi due Gundam(G), in arrivo da sud, saranno invece affiancati da un GM Sniper.

MISSIONE 23: BIG TRAY ASSAULT

Ignorate la scorta composta da Gundam(G) e continuate a girare attorno al Big Tray, colpendolo in continuazione finché non sarete riusciti a distruggerlo. Certo, nessuno vi vieta di sbarazzarvi prima della scorta e di eventuali rinforzi, ma è inutile, visto che vi costringerà a perdere tempo per tornare al deposito e fare rifornimento di munizioni.

MISSIONE 24: RESCUE ALLIES
Dirigetevi subito a nord, all'inizio della missione, per affrontare due Zaku I in ritirata, poi fermatevi in questo luogo ed attaccate le varie forze nemiche provenienti dalla stessa direzione, composte interamente da Guncannon ed aerei, mezzi che non dovrebbero causarvi alcun problema a questo punto del gioco. Come al solito, cercate di non restare mai a secco di munizioni e di non farvi scivolare tra le mani nessun MS.

MISSIONE 25: MINING BASE DEFENSE
Dirigetevi subito verso nord ed attaccate i due Gundam(G) ed i Guntank che compariranno nella zona, poi girate l'angolo e risalite il canyon per incontrare un altro duo di Gundam(G), a sua volta seguito da un paio di Guntank, altri due Gundam (G) ed un terzo duo di Guntank. Portatevi quindi nella parte alta della zona operativa, in modo da poter tenere sotto il controllo il nemico, che tende sempre a sparare verso il secondo deposito di scorte, quello che non potete raggiungere in questa prima parte della missione. Attirate l'attenzione dei nemici in modo da far espandere la zona operativa, quindi muovetevi nell'area con il nuovo deposito e difendetela dalle nuove ondate di nemici in arrivo, affiancate in alcuni casi da qualche velivolo aereo. Ordinate ai vostri alleati di farli precipitare, mentre voi vi occupate di quelli provenienti da terra. Si tratterà perlopiù di Gundam(G) e Guntank. La prima ondata, in arrivo da ovest, sarà composta da un Gundam(G) e due Guntank, la seconda proveniente da nord da un Gundam(G) ed un altro Guntank, la terza da nord da due Guntank, mentre la quarta ed ultima, in arrivo sempre da nord, da due Gundam(G). La zona operativa si espanderà per l'ultima volta, facendo arrivare nell'area una serie di aeroplani che cominceranno a minacciare il deposito con le scorte. Rifornitevi, occupatevi dei quattro Guntank provenienti da nord est, dei due da nord ovest e del duo di Gundam(G) che sta sorvegliando la zona al centro. Pensate prima ai nemici in arrivo da nord est, poi affrontate gli altri. Comportatevi allo stesso modo con la successiva ondata di mezzi, che giungeranno in zona esattamente dalle stesse direzioni, ma saranno seguiti da varie serie di Gundam(G) nell'area al centro. Distruggeteli tutti il più velocemente possibile, magari proteggendovi con le trincee naturali presenti in zona, poi occupatevi dei Guntank rimasti per completare la missione ed il gioco.

Sommario della soluzione

CAMPAGNA 1: EARTH FEDERATION FORCES
CAMPAGNA 2: PRINCIPALITY OF ZEON

TI POTREBBE INTERESSARE