Metal Gear Solid: The Twin SnakesLa soluzione di Metal Gear Solid: The Twin Snakes 

Avete completato Metal Gear Solid su PlayStation 1 e lo avete "recuperato" su GameCube, nel remake The Twin Snakes, ma ancora non ne conoscete tutte le sfaccettature e i segreti? Siamo qui per questo...

Attenzione

La soluzione si basa sulla versione americana del gioco, quindi potrebbero esserci delle divergenze per la versione italiana.

Premessa

Da quando i sistemi da gioco sono passati dalle cartucce ai supporti ottici, è nata un'interminabile questione su cosa corrispondesse alla definizione di "film interattivo". A mio avviso, il discorso è viziato dalla pretesa che un prodotto del genere sia completamente costituito da sequenze filmate, nel tentativo di emulare un genere (quello del laser game) visivamente accattivante ma assolutamente sterile dal punto di vista ludico. Ai fini puramente "statistici", c'è da dire che negli ultimi anni di "film interattivi" ne abbiamo visto davvero qualcuno: giochi che vantano un'inedita sinergia tra qualità dell'esperienza e trama, magari lanciando un messaggio non banale che rimane impresso più di decine di effetti speciali.
Uno dei titoli in questione è di sicuro Metal Gear Solid, che è stato rimaneggiato (ma non snaturato, assolutamente) in occasione del suo arrivo su GameCube, a inaugurare una collaborazione Konami-Nintendo che, si spera, darà vita anche a qualcosa di inedito. The Twin Snakes, questo il sottotitolo dato al prodotto per differenziarlo dall'originale per PSOne, si presenta con una grafica rinnovata soprattutto nel numero di poligoni utilizzati (e quindi nel livello di dettaglio), nuove abilità per il personaggio di Solid Snake e una serie di spettacolari cutscene a sostegno di una trama che anche oggi, come nel '98, fa riflettere.

I personaggi

Solid Snake - Protagonista del gioco, personaggio dal grande carisma e guerriero infallibile, va in giro a "far fuori i cattivi" dai tempi dell'MSX. Precedentemente affiliato all'organizzazione Foxhound, agisce ora come "libero professionista". Il colonnello Campbell decide di reclutarlo per risolvere una difficile situazione in Alaska, sull'isola di Shadow Moses. Colonnello Campbell - Comandante della missione in Alaska unicamente perché ha già lavorato in passato con Solid Snake, nel gioco vi fornisce dei ragguagli sulla situazione. La frequenza per comunicare con lui è 140.85. Mei Ling - Una esperta in comunicazioni, che ha creato il codec e il radar che Solid Snake utilizza durante l'avventura. Bisogna contattarla per salvare la propria posizione. La sua frequenza è 140.96. Meryl Silverburgh - Nipote del colonnello Campbell, è impegnata nella missione quanto voi e può fornirvi, all'occorrenza, qualche consiglio su come cavarvela. Peccato che, a un certo punto, finisca nei guai... La frequenza per contattarla è 140.15. McDonald Miller - Vecchio maestro di Solid Snake, nel gioco viene utilizzato alla stregua del colonnello Campbell o di sua nipote: per dispensare consigli quando si hanno dei dubbi su come procedere. La sua frequenza è 141.80. Otacon - Una delle menti dietro il progetto Metal Gear, è destinato a diventare un grande amico di Solid Snake. Dopo averlo salvato, potrete contattarlo via codec per ricevere delle informazioni utili. La sua frequenza è 141.12. Deep Throat - Un personaggio misterioso, i cui segreti verranno svelati solo alla fine del gioco. Vi contatterà lui (voi non potrete fare altrettanto) per mettervi in guardia all'occorrenza. Ninja - Il secondo personaggio misterioso, che salta fuori ogni tanto e mostra una certa dimestichezza con l'uso della spada (riesce addirittura a deviare i proiettili...). Non è contattabile via codec. Liquid Snake - Il cattivone, in questo caso identico a Solid Snake e altrettanto abile. Muove i fili dell'operazione terroristica e il vostro compito è di fermarlo, naturalmente. La soluzione di Metal Gear Solid: The Twin Snakes

Gli scenari

Metal Gear Solid - The Twin Snakes vi vedrà aggirarvi lungo una serie di scenari per portare a termine dei compiti precisi, coronando il tutto con un boss da affrontare. Dovrete quindi girare per le stesse locazioni più volte, sempre per una ragione diversa: si tratta di una struttura non lineare, in cui viene concessa al giocatore una grande libertà di movimento e la possibilità di decidere come affrontare gli ostacoli che via via si troverà di fronte.
Solid Snake è un esperto di infiltrazione, dunque il suo elemento naturale sono gli edifici e le basi nemiche. Il gioco propone quasi sempre questa tipologia di scenario, per sfruttare i fondamentali elementi stealth: nascondersi dallo sguardo dei nemici, agire in silenzio e trovare ripari dietro cui mettersi a scrutare i movimenti delle guardie finché non arriva il momento giusto per attaccare o per muoversi. Ci sono anche delle variazioni sul tema, comunque, rappresentate dagli scenari innevati e da quelli sotterranei.

Le armi

M9 - Si tratta di una novità per Metal Gear Solid, presa pari pari dal secondo capitolo della serie e davvero utile se avete intenzione di tenere un approccio "silenzioso" nell'affrontare i nemici. Questa pistola spara dardi soporiferi, che fanno addormentare chi viene colpito più o meno velocemente, a seconda della parte del corpo colpita. Ci si accorge che un nemico dorme quando vicino al suo corpo appaiono delle onomatopeiche "z". Ad ogni modo, dopo un po' i nemici addormentati si svegliano e vengono a cercarvi, dunque valutate anche la possibilità di ucciderli nel sonno. SOCOM - Praticamente l'arma "base" del gioco, la seconda che troverete e quella più versatile. Finché non trovate un silenziatore, il rumore della pistola non vi sarà d'aiuto se intendete rimanere nascosti e non farvi notare. Ad ogni modo, negli scontri la SOCOM è molto più efficace della M9, sia nella visuale in terza persona che in quella in prima persona (tra l'altro è possibile uccidere i nemici colpendoli alla testa con un solo colpo). FAMAS - Un vero e proprio mitragliatore, utile nelle situazioni in cui non è possibile nascondersi e ci sono molti nemici da eliminare. Spara colpi a ripetizione fino al termine del caricatore (da 250 proiettili) ed è facile da usare con la visuale in terza persona. La trovate nell'armeria. PSG1 - Una delle armi più "affascinanti" da utilizzare, ovvero un fucile da cecchino dotato di un mirino che vi renderà capaci di colpire nemici anche molto lontani. È l'arma "sniper" per antonomasia, ma fa rumore e quindi è meglio usarla per nemici che stanno da soli, spianandovi eventualmente la strada. Il gioco riproduce le sensazioni d'uso del PSG1 in modo piuttosto realistico, in particolare il normale tremore dei muscoli che si ripercuote sulla precisione del mirino quando il bersaglio è molto distante. In quel caso bisogna magari utilizzare un farmaco rilassante... PSG1T - Identico al PSG1, non fosse per la diversa dotazione di proiettili (tranquillanti, in questo caso) e per la silenziosità, che torna utile in diverse occasioni. Naturalmente c'è anche il rovescio della medaglia: i nemici si addormentano e quindi torneranno a darvi la caccia se non fate in tempo a superarne la postazione. Grenade - La classica "bomba a mano", che può essere tenuta prima del lancio il tempo necessario a renderne la detonazione più rapida. Naturalmente bisogna stare attenti a non farsela esplodere in mano... La granata è molto efficace e il suo utilizzo è particolarmente consigliato quando si fronteggiano i boss, notoriamente più coriacei dei nemici normali. Chaff Grenade - Una granata che fa temporaneamente impazzire tutti i congegni elettrici nelle vicinanze. Molto utile quando bisogna passare in posti sorvegliati da telecamere difficili da eludere. Stun Grenade - L'ultimo tipo di granate disponibili nel gioco crea un lampo che stordisce i nemici, da utilizzare soprattutto quando ce ne sono tanti a darvi la caccia. C4 - Un esplosivo estremamente potente, che potete piazzare e poi far detonare a distanza quando volete. Utile per far fuori dei nemici, fondamentale per distruggere delle mura che vi permetteranno di proseguire nel gioco, il C4 non è comunque un'arma molto versatile. Claymore - L'arma più rara del gioco. Si tratta di mine che, una volta piazzate, esplodono al contatto. I nemici le usano spesso per proteggere il passaggio verso determinate zone. Stinger - Un lanciarazzi molto potente e facile da usare, dotato di una funzione di aggancio e ricerca per i missili sparati. Lo utilizzerete soprattutto alla fine del gioco, del resto sprecarne i colpi per delle semplici guardie non sarebbe una gran cosa. Nikita - Un altro lanciarazzi, che in questo caso spara dei missili telecomandati. Una volta fatto fuoco, la visuale si sposterà appunto sul missile, che dovrete guidare verso determinati obiettivi per proseguire nel gioco. La soluzione di Metal Gear Solid: The Twin Snakes

I boss

Twin Snakes vi vedrà affrontare una serie di boss, alcuni dei quali avranno dei comportamenti estremamente originali e inconsueti. Anche le modalità di battaglia cambiano in qualche occasione, testando la vostra capacità di adattamento a un contesto di combattimento differente. Passiamo in rassegna i boss e il modo migliore per farli fuori... Revolver Ocelot - Questo esperto d'armi non si farà molti scrupoli a scaricarvi addosso il proprio arsenale. Ci sono fondamentalmente due modi per farlo fuori: colpirlo e allontanarsi, aspettando il momento in cui torna vulnerabile e schivando eventuali attacchi; oppure piazzarsi di fronte a lui (dopo aver aspettato che prenda posizione), attivare la visuale in prima persona e sparare colpi mirati alla testa, in modo da ucciderlo rapidamente ma non senza subire qualche danno. Vulcan Raven - Prima di affrontare questo boss, dotato di mezzo corazzato, assicuratevi di aver raccolto tutto il claymore possibile. La prima cosa da fare è usare una chaff grenade per rendere momentaneamente inoffensivo il nemico, e piazzare immediatamente il claymore attorno a lui, in sei punti, per impedirgli il movimento. Dopodiché bisogna accucciarsi e lanciare delle granate verso le bocche da fuoco del carro: se parte una sequenza animata che mostra la granata penetrare nell'abitacolo, il danno provocato sarà ingente. Eventualmente, potete trovare riparo dietro la roccia che si trova nelle immediate vicinanze (ci troverete anche una razione e delle stun grenade). Ninja - Contro questo boss le armi sono inutili: grazie alla sua spada, riesce a respingere qualsiasi proiettile. Dunque dovrete affidarvi solo alle mani: avvicinatevi e cercate di infliggergli una combinazione di colpi, dopodiché scappate via e continuate a muovervi per evitare i suoi attacchi (soprattutto quello volante, che provoca gravi danni). Quando il nemico utilizza il suo sistema di mimetizzazione, potete individuarlo tramite il visore termico. Nel caso in cui le cose si facciano difficili, potete sempre lanciare una chaff grenade per renderlo inoffensivo per qualche istante e approfittarne per colpirlo. Psycho Mantis - Un boss dai poteri psichici, capace di leggervi letteralmente nel pensiero. Se provate ad attaccarlo, si teletrasporta via. Nel frattempo, usa la sua telecinesi per scagliarvi addosso gli oggetti più disparati. Il trucco per sconfiggerlo è impedirgli di leggere le vostre mosse: mettete il gioco in pausa e collegate il controller del GameCube alla porta numero 2. A questo punto potrete riempire di mazzate il tizio... Sniper Wolf - Questa maledetta cecchina è appostata su di un edificio di fronte a voi, e dovete spararle prima che lo faccia lei. I punti in cui si sposta sono quattro: ogni volta che la colpite, cambia postazione. Bisogna fare fuoco quando è in procinto di sparare, e si deve essere rapidi. Se Snake comincia a tremare, potete usare un po' di Pentazemin per rilassarvi e mirare tranquillamente. Il combattimento si divide in due parti, con il secondo round naturalmente più complicato per la mancanza di qualsiasi riparo. Potete dedurre la posizione del nemico dalla scia del suo mirino laser: quando questo si spegne, significa che Sniper Wolf sta cambiando postazione. In quel momento dovete appostarvi, prendere del Pentazemin, trovare il nemico e fare fuoco prima che miri di nuovo. Vulcan Raven (2) - Il patito dei mezzi corazzati torna all'assalto, stavolta dotato di un'enorme e cattivissima mitragliatrice. L'arma migliore per affrontarlo è lo Stinger: appostatevi in modo da aggirare il colossale sciamano e cercate di andargli alle spalle, dopodiché mirate velocemente e fate fuoco. Il sistema di "aggancio" dello Stinger farà il resto, ma l'impatto farà scoprire la vostra posizione al nemico: dovrete spostarvi velocemente per non subire dei danni. State attenti a quando Vulcan Raven spara a casaccio, perché potrebbe colpirvi e farvi molto male... Metal Gear Rex - L'arma da guerra definitiva, e voi dovrete affrontarla da soli. Una situazione poco piacevole, ma potrete cavarvela seguendo alcuni consigli. La prima cosa da fare è distruggere il sensore del Metal Gear Rex: senza di esso, avrà grossi problemi a individuarvi. Per farlo, usate lo Stinger e mirate all'obiettivo sul braccio sinistro del Rex. Dopo qualche colpo, il sensore esploderà e il pilota del Metal Gear sarà costretto a esporsi per potervi vedere. A quel punto dovrete colpire la cabina di pilotaggio per ottenere il medesimo risultato. Tenetevi a una certa distanza dal Metal Gear Rex, ma non troppo, in modo che possa utilizzare solo il suo attacco da media distanza e non quelli ravvicinati o da lunga distanza, che sono davvero devastanti e difficili da evitare. Una volta danneggiato a sufficienza, vedrete il Ninja tornare e attaccare l'enorme mostro metallico. Chiusa questa triste parentesi, tornerete allo scontro con le medesime raccomandazioni. Liquid Snake - Il combattimento finale del gioco, piuttosto semplice rispetto alle aspettative. Dovrete combattere a mani nude esattamente come con il Ninja, ma Liquid è meno scaltro e quindi non avrete particolari problemi a farlo fuori. Unico problema: dovrete riuscirci entro tre minuti.

Dog Tag

Non presenti nell'originale Metal Gear Solid e mutuate dal suo seguito, Sons of Liberty, le "Dog Tag" sono le targhette di riconoscimento dei soldati che Snake si troverà a fronteggiare. Per raccogliere la targhetta di un soldato, ci sono diversi modi:
- Arrivare alle spalle di una guardia con l'arma spianata, dopodiché tener premuto il pulsante B per arrivarle davanti e spaventarla al punto da farle cadere a terra la targhetta o qualsiasi altro oggetto possieda;
- Correre verso un nemico con l'arma spianata e avvicinarsi rapidamente;
- Afferrare un nemico, lasciarlo andare e puntargli l'arma contro;
- Spostare un nemico addormentato;
- Nascondersi in una scatola e aspettare che una guardia ci sbirci dentro per poi alzarsi rapidamente e puntare l'arma.

Per sapere se un soldato è in possesso o meno di una dog tag, potete ispezionarlo usando il visore a infrarossi. Raccogliere tutte le Dog Tag non vi dà accesso a nessun extra, tuttavia si tratta di una pratica interessante da realizzare per chi ha intenzione di completare il gioco al 100%.

Ecco la lista completa delle targhette:

- Livello di difficoltà Very Easy
Targhetta 00, Ryan McCarthy (Heliport)
Targhetta 01, Alexandra Ignatoff (Heliport)
Targhetta 02, Hyun Sup Kim (Heliport)
Targhetta 03, Bruno Petit (Tank Hangar)
Targhetta 04, Yuu Shinohara (Tank Hangar)
Targhetta 05, Hector S. Garcia (Tank Hangar)
Targhetta 06, Young Chan Park (The Armory)
Targhetta 07, Rathana Danh Sang (The Armory)
Targhetta 08, Scott Derby (The Canyon)
Targhetta 09, Johnny Kickmaler (The Canyon)
Targhetta 10, Jerimiah W. Harte (The Canyon)
Targhetta 11, Alejandro Garcia (Nuke Building B1)
Targhetta 12, Menelaos Papadimitriou (Nuke Building B1)
Targhetta 13, Zaheer Omar (Blast Furnace)
Targhetta 14, Ryan Callender (Blast Furnace)
Targhetta 15, Mamoru Mizuno (The Warehouse)
Targhetta 16, Jin Zhao (The Warehouse)
Targhetta 17, Tomoyuki Marumo (The Warehouse North)
Targhetta 18, Jason Clarke (The Warehouse North)
Targhetta 19, Mikiyasu Kambayashi (The Underground Base)
Targhetta 20, Gary Goemans (The Underground Base)
Targhetta 21, Johnny Sasaki (Nuke Building B1)
Targhetta 22, Meryl Sliverburgh (Nuke Building B1)
Targhetta 23, Psycho Mantis, (Commander Room)
Targhetta 24, Sniper Wolf (Snow Field)
Targhetta 25, Vulcan Raven (The Warehouse)
Targhetta 26, Liquid Snake (Supply Route)

- Livello di difficoltà Easy
Targhetta 00, Sasa Radosevic (Heliport)
Targhetta 01, Huang Rongsheng (Heliport)
Targhetta 02, Damian Di Carlo (Heliport)
Targhetta 03, Randy W. McAllister (Tank Hangar)
Targhetta 04, Carlos Costa (Tank Hangar)
Targhetta 05, Federico A. Elli (Tank Hangar)
Targhetta 06, Kevin Leung (The Armory)
Targhetta 07, David Falcon Marrero (The Armory)
Targhetta 08, Elran Joseph Ettinger (The Armory)
Targhetta 09, Miguel Barreiro (The Canyon)
Targhetta 10, Jan Lobrich (The Canyon)
Targhetta 11, Alistair Kan (The Canyon)
Targhetta 12, Benjamin T. Turner (Nuke Building B1)
Targhetta 13, Henk Van Den Brink (Nuke Building B1)
Targhetta 14, Daijyu Sato (Blast Furnace)
Targhetta 15, Ryan G. Vicera (Blast Furnace)
Targhetta 16, Diogo M. Ferandes (The Warehouse)
Targhetta 17, John D. Eriani (The Warehouse)
Targhetta 18, Chris Kholer (The Warehouse North)
Targhetta 19, Pat RW Hart (The Warehouse North)
Targhetta 20, Matt Davies (The Underground Base)
Targhetta 21, Aurora Portet (The Underground Base)
Targhetta 22, Johhny Sasaki (Nuke Building B1)
Targhetta 23, Meryl Silverburgh (Nuke Building B1)
Targhetta 24, Psycho Mantis (Commander Room)
Targhetta 25, Sniper Wolf (Snow Wolf)
Targhetta 26, Vulcan Raven (The Warehouse)
Targhetta 27, Liquid Snake (Supply Route)

- Livello di difficoltà Normal
Targhetta 00, Michael P. Janes (Heliport)
Targhetta 01, Paul Rogozinski (Heliport)
Targhetta 02, Rich Barnes (Heliport)
Targhetta 03, Kalle Seponpoika Viitanen (Tank Hangar)
Targhetta 04, Dan Amadio (Tank Hangar)
Targhetta 05, Kate Dyson (Tank Hangar)
Targhetta 06, Kaleb T. Heil (The Armory)
Targhetta 07, Kevin Gordon (The Armory)
Targhetta 08, Carlos A. Ortega (The Armory)
Targhetta 09, Edward A. Holmberg (The Canyon)
Targhetta 10, Suneel C. Buggal (The Canyon)
Targhetta 11, Ken Alguire (The Canyon)
Targhetta 12, David Miner (Nuke Building B1)
Targhetta 13, Steven Tieu (Nuke Building B1)
Targhetta 14, Souta Akaka (Blast Furnace)
Targhetta 15, Paul Caporicci (Blast Fornace)
Targhetta 16, Akitaka Tosaka (The Warehouse)
Targhetta 17, Carey Murray (The Warehouse)
Targhetta 18, Brian L. Hansen (The Warehouse)
Targhetta 19, Eric Dechaux (The Warehouse North)
Targhetta 20, Essm Khili L. Obaldi (The Warehouse North)
Targhetta 21, Vog Chan Phuc (The Underground Base)
Targhetta 22, Patrick Ingoldsby (The Underground Base)
Targhetta 23, Johnny Sasaki (Nuke Building B1)
Targhetta 24, Meryl Silverburgh (Nuke Building B1)
Targhetta 25, Psycho Mantis (Commander Room)
Targhetta 26, Sniper Wolf (Snow Field)
Targhetta 27, Vulcan Raven (The Warehouse)
Targhetta 28, Liquid Snake (The Supply Route)

- Livello di difficoltà Hard
Targhetta 00, Mark Ernest Torio (Heliport)
Targhetta 01, Alex H. Higgins (Heliport)
Targhetta 02, Li Shi Dan (Heliport)
Targhetta 03, Kristopher Schmitt (Tank Hangar)
Targhetta 04, Arthuer Manuel Szpilski (Tank Hangar)
Targhetta 05, Kevin S. Weng (Tank Hangar)
Targhetta 06, Michael A. Williams (The Armory)
Targhetta 07, Patrick M. Michalishyn (The Armory)
Targhetta 08, Julliard Ej Emillien (The Armory)
Targhetta 09, Ross Lillo (The Armory)
Targhetta 10, Andy E. Turner (The Canyon)
Targhetta 11, Nouri Frederic (The Canyon)
Targhetta 12, Eric J. Holmes (The Canyon)
Targhetta 13, Alex G. Fisico (The Canyon)
Targhetta 14, Jong Dong Kim (Nuke Building B1)
Targhetta 15, David Masserrat (Nuke Building B1)
Targhetta 16, Jad V. Jureidini (Blast Furnace)
Targhetta 17, John Michael V. Lim (Blast Furnace)
Targhetta 18, Andrew M. Long (Blast Furnace)
Targhetta 19, Bruno Almeida Vilares (The Warehouse)
Targhetta 20, Dmitriy SergeevitchKova (The Warehouse)
Targhetta 21, Oscar M. Grandell (The Warehouse)
Targhetta 22, FernandoMakio Yoshimoto (Warehouse North)
Targhetta 23, Chirstopher J. Barbour (The Warehouse North)
Targhetta 24, Jose Maria Castillo Secilla (The Underground Base)
Targhetta 25, Michael R. Klingensmith (The Underground Base)
Targhetta 26, Doug Tooley (The Underground Base)
Targhetta 27, Johnny Sasaki (Nuke Building B1)
Targhetta 28, Meryl Silverburgh (Nuke Building B1)
Targhetta 29, Psycho Mantis (Commander Room)
Targhetta 30, Sniper Wolf (Snow Field)
Targhetta 31, Vulcan Raven (The Warehouse)
Targhetta 32, Liquid Snake (The Supply Route)

Livello di difficoltà Extreme
Targhetta 00, Leon Shi (Heliport)
Targhetta 01, Itoh Yuuichi (Heliport)
Targhetta 02, Justin C. Weber (Heliport)
Targhetta 03, Augusto M. Piccio (Heliport)
Targhetta 04, Nam Huan Ho (Tank Hanger)
Targhetta 05, Vlad A. Parfyonov (Tank Hangar)
Targhetta 06, Kris O.R. Sutton (Tank Hangar)
Targhetta 07, David P. Newman (The Armory)
Targhetta 08, Tres Feia (The Armory)
Targhetta 09, Kyle P. Wright (The Armory)
Targhetta 10, Markus A. Lindgvisit (The Canyon)
Targhetta 11, Ted Traver (The Canyon)
Targhetta 12, Solid Emad Yiaaj (The Canyon)
Targhetta 13, Seosamh Gowran (The Canyon)
Targhetta 14, Kiba Wang Amada (The Canyon)
Targhetta 15, Iora Oda (Nuke Building B1)
Targhetta 16, James O'Reilly (Nuke Building B1)
Targhetta 17, Tomotaka Morita (Blast Furnace)
Targhetta 18, John H. Weaver (Blast Furnace)
Targhetta 19, Jaeho Song (Blast Furnace)
Targhetta 20, Todd Macintyre (Blast Furnace)
Targhetta 21, Mike Lisman (The Warehouse)
Targhetta 22, Wai K. Lam (The Warehouse)
Targhetta 23, Kenichi Rou Kudo (The Warehouse)
Targhetta 24, Inhyuk Lim (The Warehouse)
Targhetta 25, Eric Gatinaeu (The Warehouse North)
Targhetta 26, Brad Furminger (The Warehouse North)
Targhetta 27, Theo Colin Tyler King (The Underground Base)
Targhetta 28, Robert G. Pring (The Underground Base)
Targhetta 29, Jun Yo Kim (The Underground Base)
Targhetta 30, Paris Alexandre (The Underground Base)
Targhetta 31, Johnny Sasaki (Nuke Building B1)
Targhetta 32, Meryl Silverburgh (Nuke Building B1)
Targhetta 33, Psycho Mantis (The Commander Room)
Targhetta 34, Sniper Wolf (Snow Field)
Targhetta 35, Vulcan Raven (The Warehouse)
Targhetta 36, Liquid Snake (Supply Route) La soluzione di Metal Gear Solid: The Twin Snakes

Ghost Picture

Il secondo "extra" del gioco è rappresentato dalle foto dei "fantasmi". In pratica, potete fotografare alcune ambientazioni utilizzando la fotocamera digitale di Snake (per ottenerla, recatevi nella stanza in cui avete battuto Revolver Ocelot, fate esplodere il muro ed entrate nella stanza segreta). A una prima occhiata, le foto sembreranno normali; riguardandole nel relativo album, però, vi accorgerete di aver immortalato anche un fantasma: si tratta ogni volta di un membro del team di programmatori che ha curato The Twin Snakes!

Le Ghost Picture sono in tutto quaranta, e ognuna di esse occupa tre blocchi della vostra memory card. Raccoglierle tutte, però, non vi darà diritto a nessun premio. Vediamo come ottenerle...
- Ghost Picture numero 1, Cargo Dock: il primo fantasma si trova sul lato sinistro dell'ascensore.
- Ghost Picture numero 2, Heliport: fotografate la porta principale che dà verso il Tank Hangar.
- Ghost Picture numero 3, Heliport: il fantasma si trova nella stanza più a ovest dell'eliporto. Fotografatelo posizionandovi appena fuori dalla porta.
- Ghost Picture numero 4, Heliport: proprio al centro dell'eliporto. Distruggete tutte le luci, posizionatevi a una certa distanza dalla "H" e scattate la foto.
- Ghost Picture numero 5, Holding Cells: dopo il combattimento con Meryl, entrate nelle celle e fotografate l'immagine del polipo.
- Ghost Picture numero 6, Holding Cells: fotografate il muro che si trova fuori dalla cella di Meryl.
- Ghost Picture numero 7, Armory North: nella stanza nascosta che si trova alla destra dell'ascensore. Usate il C4 per far saltare il muro, dopodiché scattate una foto stando davanti alla crepa.
- Ghost Picture numero 8, Tank Hangar: chiamate Meryl e fatele aprire la porta della stanza con i laser che si trova prima del canyon, dopodiché fotografatene l'interno.
- Ghost Picture numero 9, Large Rock: sulla roccia più grande che si trova alla destra del campo minato.
- Ghost Picture numero 10, Nuke Building: dopo lo scontro con il mezzo corazzato, salite sulla passerella che si trova nella zona ovest della stanza. Il fantasma si trova sulla finestra.
- Ghost Picture numero 11, Nuke Building: nella stanza che si trova sotto le scale, davanti agli armadietti. Portatevi il più lontano possibile dagli armadietti e scattate la foto.
- Ghost Picture numero 12, B1 Nuke Building: nella stanza degli uomini, fotografate lo specchio per intero.
- Ghost Picture numero 13, B1 Nuke Building: sulla porta della stanza del comandante, scattate una foto che prenda la porta per intero.
- Ghost Picture numero 14, B2 Nuke Building: una volta entrati nella camera a gas, dopo la sequenza di intermezzo scattate una foto al muro che si trova alla fine della stanza.
- Ghost Picture numero 15, Laboratory Hallway: il fantasma si trova nell'angolo del muro.
- Ghost Picture numero 16, Laboratory: fotografate semplicemente il poster di Zone of the Enders 2.
- Ghost Picture numero 17, Laboratory: il fantasma si trova dov'era il vetro contro cui è stato scaraventato il Ninja. Fotografate le prime due finestre che si trovano davanti al super computer.
- Ghost Picture numero 18, Commander's Room: fotografate il modello olografico delle torri, nella sua interezza.
- Ghost Picture numero 19, Commander's Room: fotografate semplicemente lo specchio.
- Ghost Picture numero 20, Caves: il ventesimo fantasma si trova vicino a Meryl, alla fine delle cave. Mettetevi il più possibile a sud e scattate la foto...
- Ghost Picture numero 21, Caves: fuori dallo spazio in cui avete strisciato, sulla sinistra. Occhio al cane.
- Ghost Picture numero 22, Caves: il fantasma si trova proprio sulla grossa pozzanghera in mezzo alla neve.
- Ghost Picture numero 23, Underground Passage: dovete fotografare la macchia di sangue lasciata da Meryl e la porta dietro di essa per intero.
- Ghost Picture numero 24, Underground Platform: fotografate la piattaforma su cui si trovava Sniper Wolf.
- Ghost Picture numero 25, Medical Room: fotografate l'angolo in alto a destra della stanza (riferendovi al radar).
- Ghost Picture numero 26, Medical Room: il fantasma si trova sulla macchina per l'elettroshock.
- Ghost Picture numero 27, Comm Tower A Roof: fotografate l'aria di fronte alla torre A, verso l'altra torre.
- Ghost Picture numero 28, Connecting Walkway: nel mezzo della passerella, fotografate il luogo in cui si trovavano le guardie dopo averle messe fuori combattimento.
- Ghost Picture numero 29, Comm Tower B: il fantasma si trova sul muro di fronte alle scale, dovete inquadrarlo da dove le scale sono rotte.
- Ghost Picture numero 30, Comm Tower B: esattamente come il fantasma numero 27, dovete scattare una foto nell'aria rivolgendovi verso la torre A.
- Ghost Picture numero 31, Snowfield: il fantasma si trova davanti alla porta dietro il corpo di Sniper Wolf.
- Ghost Picture numero 32, Blast Furnace: scattate una foto alla gru, posizionandovi sulla passerella che si trova più a sud.
- Ghost Picture numero 33, Blast Furnace: il fantasma si trova sopra i pozzi di metallo liquido.
- Ghost Picture numero 34, Cargo Elevator: fotografate il primo ascensore nella sua interezza.
- Ghost Picture numero 35, Warehouse: scattate una foto al muro che si trova sopra l'attrezzatura di Vulcan Raven.
- Ghost Picture numero 36, Warehouse: il fantasma si trova tra i container 5 e 6.
- Ghost Picture numero 37, Waterfall: scattate una foto alla sommità della cascata.
- Ghost Picture numero 38, Underground Base A: fotografate l'abitacolo del Metal Gear Rex.
- Ghost Picture numero 39, Underground Base B: il fantasma si trova sulla mappa del mondo.
- Ghost Picture numero 40, Metal Gear Rex Hangar: una bella foto tra le gambe del Metal Gear Rex. La soluzione di Metal Gear Solid: The Twin Snakes

I segreti

Modalità Boss Survival - Una simpatica modalità di gioco per chi ha apprezzato particolarmente i combattimenti con i boss. Per sbloccarla, basta completare il gioco. Ninja Cremisi - Per sbloccarlo, completate il gioco due volte. Musica finale alternativa - Un tema musicale alternativo per la sequenza finale. Potete ottenerlo completando il gioco tre volte. Bandana - Un accessorio molto utile, in quanto vi fornisce munizioni infinite una volta equipaggiato. Per averlo, completate il gioco con il finale di Meryl. Fotocamera - Per cominciare il gioco e avere la fotocamera fin da subito, vi basterà completare tutto con la fotocamera tra i vostri oggetti. Smoking - Per rendere Snake più elegante, dovrete completare il gioco due volte. Mario e Yoshi - Nell'area in cui salvate Otacon, date uno sguardo a uno dei computer per vedere Mario e Yoshi. Alex Roivas - Per vedere la protagonista di Eternal Darkness, lasciate un libro a terra e attivate la visuale in prima persona per guardarlo. GameCube - Nell'area in cui salvate Otacon, su di uno dei computer potete vedere un GameCube con relativo controller. Poster di Eternal Darkness - Si trova nella stanza dell'armeria in cui potete raccogliere delle munizioni per il NIKITA. Poster di Zone of the Enders - Potete vederlo sul muro durante lo scontro con il Ninja. Tenuta stealth - Per ottenerla, completate il gioco con il secondo finale. Sequenze di Meryl - Per poter assistere alle sequenze animate riguardanti Meryl, completate il gioco con il primo finale. Dopodiché completatelo nuovamente indossando lo smoking. Sequenze di Otacon - Per ottenere le sequenze animate riguardanti Otacon, completate il gioco con il secondo finale, dopodiché completatelo nuovamente indossando lo smoking. Zoom sulle sequenze - Per poter effettuare lo zoom sulle sequenze animate, tenete premuto il pulsante R del controller e usate lo stick C per muovere la visuale.

Video della soluzione - Prima parte

TI POTREBBE INTERESSARE