Delta Force: Black Hawk DownSoluzione completa di Delta Force - Black Hawk Down 

2. MARKA BREAKDOWN


Data: 16 Febbraio 1993 – 15.30
Località: Villaggio di Marka, valle di Jubba
Obbiettivo: un convoglio dell’UN, trasportante cibo e rifornimenti, è sceso nella valle a nord di Marka; si sospetta che la milizia possa attaccarlo per rubare i rifornimenti. Sali nell’ Hummvee e proteggi il convoglio fino a destinazione.

Per la maggior parte della missione controllerai la 50 mm montata sull’Hummvee; elimina la milizia davanti a te (non colpire i tuoi alleati e i civili, finirebbe la missione), il pick up e altri soldati. Quando l’Hummvee gira, uccidi i soldati a destra e sinistra, soprattutto quelli dotati di RPG sulle colline e dietro la carcassa della jeep; dopo aver ripulito la valle elimina i due pick-up a sinistra. Una volta arrestato l’Hummvee, elimina le jeep in arrivo, e uccidi più soldati possibili provenienti dalle colline a sinistra (puoi utilizzare la calibro .50 del mezzo smontandola con il pulsante “USA”.
Raggiungi l’obiettivo utilizzando il radar e uccidi i nemici sottostanti, quelli nei pressi dei sacchetti di sabbia.; prosegui verso il basso e sali sul Black Hawk che atterrerà. Prendi il controllo della mitragliatrice nell’elicottero e comincia ad eseguire il tuo nuovo obiettivo: proteggere il convoglio da qualsiasi attacco. Elimina tutto ciò che vedi, dando sempre la priorità agli RPG, compresi i pick-up fermi; fai attenzione a non colpire il convoglio però. Elimina gli RPG sulle colline, ancora qualche pick-up nelle vicinanze e attendi che il convoglio arrivi in città per terminare la missione.

3. BANDIT'S CROSSING


Data: 27 Febbraio 1993 – 19.30
Località: Valle di Jubba
Obbiettivo: forze dell’UN stanno distribuendo provviste ai civili locali; alcuni fonti riportano che la milizia di Habr Gedir ha intenzione di colpire il centro di distribuzione e prelevare i rifornimenti. Devi evitare che questo accada, rendere sicuro il villaggio ed evitare che i rinforzi nemici raggiungano il convoglio UN.

La missione comincia su una nave civile; salta sul molo e posizionati dietro alle scatole cominciando a sparare ai soldati che arrivano da sud. Raggiungi il convoglio UN e, dopo l’arrivo dei camion di Habr Gedir, copriti dietro una delle auto; elimina tutti i nemici presente senza colpire i civili che verranno evacuati. Finito lo scontro dirigiti verso est, prendi posizione dietro le barricate ed elimina i soldati nemici presenti nel campo di fronte a te (non è necessario eliminare tutti i nemici per completare la missione; per esempio il mitragliatore sulla jeep è impossibile da distruggere). Una volta eliminati abbastanza soldati nemici, il comando ti dirà di raggiungere una barca da pesca alla sinistra del ponte; segui la freccia sul radar, sali sulla barca e raccogli vita e munizioni se necessario. Uccidi i nemici che tentano di attraversare il fiume e quelli presenti sull’altra sponda; subito dopo dovrai eliminare le due jeep in avvicinamento.
Attraversa il ponte con i tuoi compagni, eliminando di volta in volta i nemici che vedrai, compresi i cecchini sul tetto dell’edificio di pietra di fronte a te; elimina ancora qualche nemico intorno all’edificio e raggiungi il retro. Qui troverai il deposito di armi da far saltare in aria; sarà sufficiente sparare su tre o quattro casse di armi per far saltare l’intero edificio. Dopo l’esplosione verrai avvisato di alcuni mezzi e truppe in avvicinamento verso la tua posizione; voltati e corri verso la sponda da cui sei arrivati in precedenza. Al centro del ponte posiziona una carica esplosiva e attendi che tutti i tuoi alleati raggiungano la sponda; fai saltare la carica per completare la missione.


4. RIVER RAID


Data: 27 aprile 1993 – 07.00
Località: Villaggio di Brava, valle di Jubba
Obbiettivo: un informatore ha reso nota la posizione di un carico di armi diretto ad Habr Gedir. Dopo il trasporto con il Black Hawk, il tuo team dovrà trovare e rendere sicuro il carico di armi nonché recuperare i documenti; Victor Two ti aiuterà in caso di necessità.

Ti verranno date le istruzioni durante il volo sul Black Hawk; scendi dall’elicottero e dirigiti verso la città uccidendo tutti i nemici che vedrai. Non tentare di entrare ancora nella città anche se la freccia della mappa punta verso il magazzino (la zona è ancora troppo calda). Rimani per un po’ di tempo riparato dalle varie case presenti, facendo attenzione a non uccidere i civili durante gli scontri a fuoco; dopo un po’ prosegui verso l’obbiettivo. Qui troverai una calibro .50 con cui potrai eliminare la jeep che sopraggiungerà e i nemici rimanenti nelle vicinanze.
Prosegui verso il magazzino (consiglio la strada principale), uccidi i soldati all’esterno e, prima di entrare, uccidi buona parte di quelli presenti all’interno; entra nell’edificio, elimina i soldati rimasti e segui il passaggio fino al retro dell’edificio. Raccogli i documenti nemici e otterrai un nuovo obiettivo: vai dietro al magazzino, aspetta il camion e dirigiti a Deka per assistere Victor Two. Sali sul retro del camion e, durante il tragitto, elimina i due pick-up che si avvicineranno; arrivato ad un campo minato dovrai proseguire a piedi, evitando gli ordigni posizionati sotto ai paletti. Attraversa la palude facendo molta attenzione ai coccodrilli e ricongiungiti con Victor Two; dirigiti verso la città ma, come in precedenza, uccidi più nemici possibili dalla campagna prima di entrarci. Una volta entrato in città procedi verso l’hotel; troverai un gran numero di nemici anche una volta raggiunta la barca verde sul tuo radar (puoi utilizzare alcuni edifici come copertura), ma arriverà un Black Hawk a fornirti copertura. Dopo un minuto ti verrà ordinato di distruggere un deposito di armi su una barca che sta lasciando il porto; affonda la nave e la missione sarà completata.

5. GASOLINE ALLEY


Data: 27 aprile 2003 – 20.15
Località: periferia di Mogadisho, Somalia
Obbiettivo: oggi abbiamo la prima missione per la Task Force dei Ranger; il capo finanziario dell’Aidid, Osman Otto, ha organizzato un magazzino contenete camionette con mitragliatrici calibro cinquanta. L’obiettivo è di catturarle e distruggerle.

Comincerai la missione controllando una .50 su di un Hummvee facente parte di un convoglio; incontrerai resistenza a partire dal primo angolo (concentrati sulle armi poste in alto, i tuoi alleati si occuperanno del resto). Superato il secondo angolo incontrerai più resistenza, con soldati armati di RPG sia a destra che a sinistra; questi ultimi saranno il più grosso problema in questo pezzo di missione. Dopo l’attacco aereo raggiungi il ponte, elimina la milizia presente e oltrepassalo, ricevendo così un nuovo obiettivo; dovrai evitare la porta d’ingresso del garage almeno per il momento. Dirigiti verso nord, elimina i soldati che vedrai sulla destra e prendi copertura dietro le capanne a sinistra per procedere fino al prossimo waypoint; raggiunto Bravo, prendi copertura dietro al bus, uccidi i soldati sui tetti alle tue spalle (rimanendo in questa pozione non dovresti avere problemi ad eliminare tutti i soldati nelle vicinanze). Non entrare ancora nel garage, dirigiti in alto a sinistra ed elimina i nemici dotati di una calibro .50; una volta liberata l’area prosegui alla volta del garage. Segui la freccia per il waypoint, uccidi i nemici che potrebbero comparirti davanti e, dall’altra parte dell’edificio, entra nel garage (elimina i nemici sul tetto alla tua destra e quelli nelle vicinanze). Dovrai eliminare tutti gli uomini di Habr Gedir dal garage: alcuni nella sala principale, tre nel passaggio sopra di te (elimina prima questi ultimi e poi quelli al tuo livello). Dopo aver liberato l’edificio entra nella stanza a destra e rifornisciti, lasciandone qualcuno per dopo se possibile.
I soldati nemici hanno circondato il garage quindi posizionati a destra della porta grande della sala principale; arriveranno tre uomini dal passaggio in alto e un pick-up entrerà sfondando il portone. Uccidi i nemici visibili e raggiungi la calibro .50 sulla jeep per finire gli uomini rimanenti; non riuscirai ad eliminarli tutti con questa mitragliatrice quindi uccidi i superstiti con le tue armi, cercando buone coperture all’interno del garage. Quando il gruppo all’esterno del garage crescerà nuovamente di numero, imbraccia la calibro .50; esci dal garage solo quando saranno rimasti pochissimi uomini. Il convoglio verrà a recuperarti, piazza le tue cariche esplosive sui pick-up, entra nel convoglio e solo a questo punto falle detonare; troverai poca resistenza fino alla fine della missione.


6. BESIEGED


Data: 5 maggio 1993 – 13.30
Località: Mogadisho, Somalia
Obbiettivo: un convoglio di soldati UN pakistani sono sotto un pesante attacco nella griglia Charlie Two; Aiutali ad oltrepassare il blocco che li ha intrappolati.

Comincerai la missione controllando una calibro .50 su di un Hummwee; elimina la resistenza che incontrerai procedendo, soprattutto il pick-up con il soldato dotato di RPG, evitando perdite fra i civili. Dopo aver passato il bus sulla destra, distruggi la vettura che si dirige verso il muro a destra prima che l’RPG spari e supera la curva che conduce ad una zona aperta con tre pick-up; falli saltare in aria il prima possibile e, mentre esci da questa zona, elimina la jeep che tenterà di sorprenderti arrivando da dietro. Segui il nuovo obiettivo, scendi dal mezzo e dirigiti verso i soldati amici; prendi subito copertura dietro il camion, eliminando i soldati sui balconi sopra di te (non colpire i soldati in uniforme perché sono tuoi alleati). Liberata la zona prosegui con il convoglio eliminando i miliziani sul tetto e nella finestra a sinistra e di fronte a te; quando il convoglio cambierà direzione elimina i miliziani alla tua sinistra e i cecchini negli edifici a destra. Eliminati i nemici ti verrà detto di proseguire verso l’edificio bombardato (nei viali attorno potrai trovare vita e munizioni); appena vedrai una radura alla tua sinistra, elimina più miliziani possibili dall’edificio presente. Non procedere troppo velocemente, uccidi i soldati nelle finestre nel lato sinistro della strada e, una volta raggiunto l’ingresso dell’edificio, elimina più soldati possibili dall’esterno della porta (utilizza granate a frammentazione); entra nell’edificio, finisci i soldati rimanenti e prosegui attraverso la porta sulla sinistra. Utilizza una granata per far fuori i soldati nel corridoio, prosegui eliminando tutti i nemici nelle stanze laterali e sali le scale davanti a te; salile molto lentamente (mandando avanti un tuo alleato se possibile o utilizzando una granata sulla cima) perché al secondo piano ci saranno circa due dozzine di nemici. Essendo l’area più aperta rispetto al primo piano, i tuoi alleati saranno molto utili; una volta ripulita l’area dirigiti verso il tetto (freccia sul radar). Sul tetto troverai una quantità di nemici dipendente da quanti ne hai uccisi al primo piano (più ne hai lasciati in vita, più ne troverai a questo livello); elimina tutti i miliziani sul tetto, quelli nelle finestre che danno sulla strada a sinistra e quelli a nord della stanza. Prosegui seguendo la “E” sulla mappa, uccidi l’uomo con la calibro .50, scendi le scale e gira a sinistra al primo piano; elimina i nemici, esci dall’edificio e guardati intorno. Ti troverai vicino al blocco stradale: piazza le tue cariche esplosive e, una volta a distanza di sicurezza, falle detonare completando così la missione.

7. RADIO AIDID


Data: 3 settembre 1993 – 02.00
Località: Mogadisho, Somalia
Obbiettivo: l’Habr Gedir sta utilizzando una stazione radio a Mogadisho per diffondere idee anti-UN nella regione; esegui un raid furtivo per fermarli.

Essendo una missione furtiva non sarà necessario uccidere i nemici e, nel caso in cui sia proprio indispensabile, avrai l’MP5 silenziato; comincerai con la visione notturna (che consiglio di tenere) e con altri tre alleati nel tuo team.
Procedi a est lungo la strada principale, uccidendo qualsiasi nemico che ti attacchi, fino all’angolo, girati a destra e prosegui in direzione sud; muoviti evitando le guardie nascoste nella baracca, gira intorno alla baracca e uccidi le guardie nei pressi del bidone in fiamme. Fermati li e ripulisci l’area dai nemici che vedi; una volta finito prosegui a sinistra per il vialetto con il bus. Prima di raggiungere il waypoint Echo elimina le guardie attorno ai bidone in fiamme. Avanza verso il prossimo waypoint, prendi il vialetto sulla destra, uccidi le guardie nei pressi della luce e, se necessario, raccogli la vita sulla sinistra; entra nell’edificio della radio, utilizza le granate per eliminare i nemici nelle varie stanze e, una volta ripulito il piano, raggiungi la stanza del generatore alla sinistra dell’ingresso. Dopo averlo distrutto con una carica riceverai un nuovo obiettivo: riservare la stessa fine per la torre radio e il trasmettitore sul tetto. Dopo esserti assicurato che tutti i nemici al primo piano siano morti, sali le scale ed elimina i due nemici che incontrerai (il secondo piano adesso è libero); continua a salire fino al terzo piano, elimina i soldati presenti e distruggi le apparecchiature radio. Sali sul tetto dell’edificio utilizzando una delle due scale presenti nella stanza, distruggi la torre radio con una carica esplosiva, recupera vita e munizioni e ritorna al primo piano. Esci dall’edificio, elimina dall’ingresso più nemici possibili nell’area davanti a te e prosegui verso X-Ray; oltrepassa correndo i nemici che incontri (è molto più semplice che ucciderli), elimina quelli nascosti dalle baracche e, una volta raggiunto X-Ray, dirigiti verso Yankee. Arrivato al punto di estrazione elimina il pick-up davanti a te e il mitragliere; arriveranno gli Hummvee e la missione sarà completata.


8. RUSSIAN UNDERGROUND


Data: 10 settembre 1993 – 07.00
Località: Mogadisho. Somalia
Obbiettivo: siamo stati informati di un grosso meeting di Habr Gedir in un complesso costruito dai sovietici. I team verranno inviati per catturare più uomini possibili, nella speranza di avere qualche informazione su Aidid.

Attendi che il Black Hawk ti scarichi sul tetto dell’edificio; dal tetto elimina tutti i nemici che puoi vedere sia attorno a te che sul terreno sottostante (attento a non colpire i tuoi alleati sul terreno). Dopo averne uccisa la maggior parte ti verrà comunicato di entrare nell’edificio; passa attraverso una delle due ventole e cerca subito copertura una volta arrivato al secondo piano. Raggiungi la sala centrale, uccidi il grosso dei soldati con una granata e termina gli altri nascosti nella stanza; una volta pulito il secondo piano, scendi al primo utilizzando le scale; piazza una carica alla base della porta rinforzata e falla esplodere una volta a distanza di sicurezza. Quindi elimina i soldati presenti nella sala e prosegui nella prossima area. Un vetro rinforzato ti divide dal raggiungere l’officiale che devi catturare; girati a sinistra e ripulisci le due stanze (attento alla trappola nell’angolo della seconda stanza). Riparati dietro qualcosa, utilizza le granate luminose e quelle esplosive per eliminare il gran numero di miliziani presenti.
Una volta liberato il piano, ti verrà ordinato di procedere al piano di sopra per seguire gli ufficiali Tier 1 (andando prima al piano di sotto troverai munizioni e vita); sali le scale, raggiungi la stanza che precedentemente era dietro il vetro e imbocca il tunnel da cui sono scappati gli ufficiali (uccidi i nemici nelle nicchie laterali). Poco prima di raggiungere il waypoint Quebec, noterai una “E” sul tuo radar: rappresenta una calibro .50. Elimina l’uomo che la controlla ed i nemici nell’area senza avvicinarti troppo; raccogli vita e munizioni dietro la postazione, continua lungo il tunnel eliminando i nemici che troverai di fronte a te e alcuni che arriveranno da dietro. Alla fine del tunnel sali la scala, esci dall’edificio (vedrai un Black Hawk atterrare in una radura) ed elimina tutti i soldati presenti nell’area; dirigiti verso l’elicottero stando attento ai numerosi soldati nascosti sul sentiero, quelli nella radura (attento al soldato con RPG posizionato a destra) ed infine cattura gli ufficiali nell’angolo in alto uccidendo le loro guardie del corpo. Raggiungi il Black Hawk per completare la missione.

9. SHATTERED PALACE


Data: 17 settembre 1993 – 10.45
Località: Mogadisho, Somalia
Obbiettivo: alcuni ufficiali Tier 1 si incontreranno stanotte in un hotel in città; ci si aspetta anche una presenza di Aidid. La missione consiste nel rendere sicuro l’edificio e catturare tutti gli uomini dell’Habr Gedir, facendo attenzione ai numerosi civili nell’area.

Comincerai la missione a bordo di un Little Bird mentre segue il team Delta Four nel chopper davanti; dentro la città non ci sarà nessuno scontro ma, quando il Little Bird comincerà a rallentare, guarda avanti ed elimina l’RPG sul ponte di fronte. Mentre il team Delta Four atterrerà sul tetto avrai il compito di eliminare più soldati nemici possibili (consiglio l’uso delle granate del CAR15/203); in seguito verrai scaricato su di un edificio vicino, dal cui tetto dovrai eliminare quanti più nemici possibili. Entra nell’edificio attraverso il buco; getta una granata luminosa, elimina la dozzina di uomini presenti in questo piano ed esegui lo stesso procedimento anche per il primo piano. Dopo aver ucciso tutti i soldati nell’edificio, esci fuori dallo stesso e dirigiti verso l’hotel; la zona è molto calda quindi rimani vicino agli edifici, distruggi le due calibro .50 ai lati dell’hotel.
Entra nell’hotel, elimina tutti i soldati nella sala principale (la maggior parte è al centro), prendi le munizioni sulla sinistra e prosegui attraverso la porta sulla destra per recuperare un medikit; torna indietro nella sala principale e imbocca la strada a sinistra (non prendere le scale finché il primo piano non sarà libero). Raggiungi la scala e salila; segui il waypoint fino al team Delta Four e vedrai i prigionieri Tier 1 catturati. Da adesso il tuo compito sarà di rendere sicura l’estrazione, compito non facile considerando i miliziani all’esterno dell’edificio; ti verrà detto di prendere l’M60 ma io consiglio l’M21, grazie alle sue capacità a lungo raggio (poco volume di fuoco ma più precisione). Sali le scale nell’angolo sud-ovest dell’hotel, raggiungi il tetto, e stabilisci un vantaggio al waypoint Whiskey; elimina prima i nemici alle finestre, poi quelli sul ponte e poi concentrati sull’edificio che si affaccia al cortile. Una volta resa possibile l’estrazione, sali sul Little Bird per terminare la missione.


10. DIPLOMATIC IMMUNITY


Data: 24 settembre 1993 – 14.30
Località: Mogadisho, Somalia
Obbiettivo: alcuni prigionieri Habr Gedir sono stati trasferiti in custodia all’UNOSOM II quando c’è stato un attacco dei miliziani; il tuo team è stato inviato a salvare gli ostaggi tenuti dai soldati nemici.

La missione è molto difficile e potrebbe essere noioso ripetere più volte lo stesso punto; per questo motivo sarà utile salvare più spesso, o almeno nei punti giusti. Comincerai la missione entrando in città con un Little Bird; durante l’avvicinamento all’edificio tenta di eliminare più soldati possibili dai tetti e dal terreno circostanti (ci saranno anche RPG). Dopo il primo passaggio, il Little Bird ne compirà un altro rallentando, in modo da lasciarti più tempo per eliminare i soldati rimasti (attento agli RPG sui tetti); dopo aver ripulito la zone, il Little Bird atterrà. Raccogli rifornimenti nel mezzo, entra nell’edificio ed elimina tutti i soldati nella prima stanza; gli ostaggi sono tenuti nella stanza a sud, liberali eliminando le guardie presenti e sali le scale sul retro. La scala ti condurrà alla torre d’osservazione; utilizza una granata per eliminare la dozzina di guardie presenti, sali sulla torre e finisci tutti i soldati che non sei riuscito ad uccidere mentre eri sul Little Bird. Posizionati nella calibro .50 lì vicino ed elimina tutti i nemici che si avvicineranno: da est arriveranno un pick-up e alcuni soldati (dotati di RPG), da sud alcune jeep, di nuovo da est due o tre RPG e infine altri pick-up dalla strada a nord-est. Appena ricevi l’ordine di condurre fuori gli ostaggi, scendi le scale ed esci dall’edificio per la stessa strada fatta in precedenza; proteggili mentre sono vicino al muro (la maggior parte dei nemici arriverà da sinistra), prosegui fino al viale indicato dal waypoint ed uccidi gli RPG di fronte all’ingresso. Uccidi i soldati che tenteranno di sorprenderti alle spalle, esci dal viale e punta verso nord per raggiungere il convoglio. Elimina gli ultimi due RPG che sbucheranno da dietro il muro e raggiungi il convoglio per finire la missione.

11. SHORE PATROL


Data: 1 ottobre 1993 – 19.30
Località: Area portuale – Mogadisho, Somalia
Obbiettivo: l’Aidid ha preso il controllo di un trasmettitore radio nel territorio di Habr Gedir, vicino al porto di Mogadisho; lo sta usando per coordinare attacchi contro le forze di pace dell’U.N. L’area è protetta da molte guardie e il perimetro è stato minato.

Questa è una missione molto lunga e difficile: assicurati di non usare i salvataggi troppo velocemente. Arriverai su di una barca da pesca; elimina i soldati sulle rive, lascia stare i colpi di mortaio e, una volta arrivato a terra, riparati dietro le rocce sulla sinistra. A meno che tu non sia all’aperto, i mortai non dovrebbero colpirti; evita anche il campo minato sulla destra nella zona aperta. Corri verso le rocce ad ovest, poi verso quelle a nord ed infine direttamente verso il villaggio passando dietro al recinto; entra nel villaggio con molta cautela, eliminando più nemici possibili tra quelli nascosti negli edifici, evita i due grandi segnali di presenza di mine, raccogli il medikit sotto la collina a sinistra e segui la freccia in cima alla collina. Una volta sulla cima rimani basso, elimina i nemici presenti (aiutati con i crateri delle esplosioni) ed entra nella area centrale; dirigiti verso nord verso il grande edificio (non colpire assolutamente i civili) fino a ricevere l’avviso che la via verso l’edificio è bloccata. Dovrai cercarne una senza l’ausilio della navigazione: torna all’area aperta da dove hai scalato la collina, guarda a destra e vai verso il cargo rosso. Abbassati verso sinistra nel vicolo, quindi vai verso est e di seguito gira a destra proseguendo verso nord.
Raggiungi la radura indicata dalla freccia, uccidi il grosso numero di nemici che arriveranno e comincia ad eliminare i nemici all’esterno della costruzione prima di entrarvi: sulla destra troverai una mitragliatrice e due RPG dietro ai fabbricati. Liberata l’area entra nell’edificio, elimina i due soldati negli angoli e prendi la porta sulla destra (quella sulla sinistra non conduce a niente d’interessante); elimina il soldato nella prima porta a sinistra, raccogli il necessario e sali le scale fino al tetto. Elimina le due guardie sul tetto, quelle nella stanza a sinistra con una granata luminosa e distruggi le apparecchiature radio; invece di tornare indietro, oltrepassa l’altra porta e scendi le scale per uscire dal retro. Riduci la resistenza presente all’aperto, segui la freccia e continua ad uccidere tutti i soldati, primo fra tutti l’RPG sulla sinistra; vai verso la posizione originale dell’RPG, vai avanti diritto, alla prima spaccatura gira a destra, alla seconda continua dritto e alla terza gira nuovamente a destra. All’ultima spaccatura continua dritto fino ad un’altra zona aperta, elimina i nemici e prosegui verso sud-est (raccogli medikit e munizioni se necessario) e fredda i soldati sulla sinistra. Distruggi la calibro .50 sul molo, elimina tutti i soldati che ti si avvicineranno e, alla fine, prosegui verso la nave cargo; un team verrà scaricato da un Black Hawk. Difendi il team durante l’operazione, elimina soprattutto gli RPG nelle barche e, con l’ausilio dei nuovi arrivati, rendi sicura la zona.
Sali sulla nave cargo, elimina tutti i miliziani rimasti e lancia una carica nell’apertura che porta al livello sottostante; dirigiti verso il Little Bird appena atterrato sui moli e, una volta a distanza di sicurezza, fai detonare la bomba per completare la missione.


12. IRENE


Data: 3 ottobre 1993 – 15:35
Località: base TFR fuori Mogadisho, Somalia
Obbiettivo: oggi due degli ufficiali di più alto rango del gruppo di Aidid parteciperanno ad un meeting con altri membri della milizia vicino all’ Hotel Olimpyc nel cuore del territorio di Habr Gedir. Questa è un’ottima possibilità per catturare alcuni degli esponenti più importanti. Dobbiamo entrare ed uscire in mezz’ora.

Inizia la missione all’interno della base. Dirigiti a sud verso il Little Bird e sali su. Dopo qualche istruzione, inizierà una musichetta e da quel momento inizia l’azione. Controlla a terra e cerca di eliminare più RPG possibili. Non è impossibile, ma è difficile, dato che sbagliano solo il primo colpo, quindi vedi di centrarli subito! Non preoccuparti per i civili, anche se devi evitare di colpirli, non smettere di sparare per paura di ucciderli.
Una volta giunto sul tetto spostati sul lato per aiutare i tuoi compagni in basso a sconfiggere qualche nemico. Quindi entra nell’edificio attraverso la porta sul tetto e scendi al terzo piano. Ripuliscilo (sentirai una voce che dice conferma che il paino è a posto) e dirigiti al secondo dove t aspetta lo stesso compito. Una volta finito, scendi le scale tranquillamente dato che l’altra squadra ha già ripulito quel livello. Dirigiti a sinistra per vedere che c’è un gruppo di persone (tra cui anche alcuni prigionieri che t servono vivi!) bloccate dietro una porta e dovrai usare delle granate a frammentazione per liberarli. Prima di fare ciò recupera un po’ di vita e di munizioni oltre la porta a destra, quindi vai al secondo piano e lancia la granata per spazzare via la porta grigia. A questo punto fai attenzione a chi spari, devi colpire solo gli Habr Gedir armati. I prigionieri devono sopravvivere. Quindi controlla anche la stanza sulla destra nella quale dovrebbero esserci altri militanti per completare questo obbiettivo. Infine scortate i prigionieri fuori (segui le indicazioni). Il problema adesso è che il Chalk 4 è in pericolo, quindi dovrete andare a soccorrerlo a nord. Non abbassate la guardia perché vi scontrerete con dei nemici che usciranno da un vicolo (proteggetevi col muro davanti a voi sulla destra) e poi un altro gruppo armato di RPG (un po’ più avanti a ore 10). Arrivato al mezzo troverete un ranger ferito che dovrete aiutare a resistere agli attacchi degli Habr Gedir. Prendi il medikit se ne hai bisogno e dopo qualche secondo ti verrà ordinato di recarti verso est per difendere il Chalk 2. Procedi a est eliminando il gruppo che sbucherà dalla stradina (uno di loro avrà un RPG) e metti in salvo il Chalk 2. Correte verso la mitraglietta montata sulla jeep in mezzo al cortile e respingete i due attacchi provenienti, nell’ordine, da ore 12 e da ore 2 per completare l’obbiettivo e finire la missione.

13. LOST CONVOY


Data: 3 ottobre 1993 – 17:35
Località: Mogadisho – Somalia

Preparati per un giro abbastanza lungo sull’Hummvee durante il quale non potrai abbassare mai la guardia. Habr Gedir armati di RPG spunteranno da tutte le parti, in particolare dalle finestre dei palazzi, e anche questi sbaglieranno solo il primo colpo (per capire dove sparare segui la scia di fumo del primo razzo). Salva solo nei pochi momenti di calma. Inoltre mira accuratamente perché se uccidi troppi civili la missione fallirà. Iniziata la corsa, vedrai davanti a te degli uomini armati e sul tetto del palazzo un RPG. Una volta sistemati questi primi miliziani, guarda sulla destra e elimina più nemici possibile. Non preoccuparti se non li uccidi tutti, non sono loro i veri obbiettivi quanto gli RPG e i mezzi di trasporto.
Guarda l’edificio sulla destra della strada e neutralizza i due o più RPG situati sopra di esso. Quindi ti si presenterà di fronte un calibro .50: fai fuori la persona che lo comanda e controlla le finestre per eventuali altri nemici. A questo punto il mezzo svolterà a sinistra e una jeep si parerà subito di fronte a voi. Distruggetelo e poi occupatevi anche dei soldati a terra. Dopo aver svoltato a sinistra, guardate il lato destro della strada davanti a voi dove dovrebbe esserci un RPG e una jeep. Fatto ciò l’Hummvee si dirigerà a destra dove troverete un numeroso gruppo di miliziani, ma soprattutto due jeep che sbarrano la strada. Fateli saltare in aria e proseguite. Appena il mezzo girerà a sinistra controllate i tetti di fronte a voi, quindi nonappena l’Hummvee svolterà a destra guardate sulla sinistra e neutralizzate il gruppo di Habr Gedir, quindi la mitragliatrice calibro .50 posizionata sul tetto all’altro lato e gli eventuali RPG che sbucano dalle finestre. Come girate a sinistra potreste trovare un’altra jeep. Fatelo fuori e dopo qualche secondo troverete la strada chiusa. Controllate i tetti alla ricerca di RPG e poi occupatevi degli Habr Gedir.
Andando avanti incontrerete un’altra mitragliatrice della quale dovrete prontamente sbarazzarvi per poi far fuori gli altri miliziani. Quindi girate a destra e vi ritroverete in una zona residenziale. Non aprite il fuoco! Generalmente non ci sono nemici qua, quindi andate avanti tranquilli. Nonappena girerete a destra ci sarà un RPG pronto ad aspettarvi alla finestra e quando cercherete di tornare sulla strada principale vi si presenterà davanti un folto gruppo di Habr Gedir a piedi con qualche civile che deve sopravvivere. Eliminate prima di tutto l’RPG in alto di fronte a voi e la calibro .50 più in basso. Quindi avrete qualche secondo di riposo. Dopo qualche attimo vedrete un soldato sul tetto, uccidetelo e cercate l’RPG e le due mitragliatrici. Date ovviamente priorità al primo. Girerete a destra, controllate subito le finestre dei palazzi alla ricerca di RPG e altri soldati. Quindi vi verrà detto di smontare; finite gli Habr Gedir che rimangono e scendete dal mezzo.
Seguite le indicazioni, raggiungete il punto Alpha e raccogliete un po’ di vita. Quindi dirigetevi a sud attraverso le stradine facendo attenzione agli eventuali Habr Gedir che incontrerete. Arriverete ad una specie di spiazzo con un camion distrutto sulla destra. Guardati alle spalle e elimina ogni resistenza nemica. Dirigiti a est dell’autocarro e vai verso il prossimo obbiettivo facendo attenzione alle pattuglie di Habr Gedir sulla strada. Quando incontrate un container, salite la scala e impugnate il fucile da cecchino per ripulire l’area da un po’ di nemici.
Tornate giù e dirigetevi a ovest fino ad arrivare ad uno spiazzo. Uccidete gli Habr Gedir e procedete fino al prossimo obbiettivo, un grande edificio. Salite usando le macerie e entrate nella struttura, cercate le scale e raggiungete il tetto dove troverete rifornimenti. Da qui il vostro compito è neutralizzare i cinque o sei RPG sui tetti (il più difficile da trovare è quello che si trova a ore 11) e permettere a Super Six One di avvicinarsi per calare i rinforzi. Anche in questa fase dovrete coprire i vostri compagni dagli Habr Gedir che stanno arrivando. Una volta arrivati a terra la missione finirà.


14. VALIANT SOLDIERS


Data: 3 ottobre 1993 – 18:00
Località: Mogadisho – Somalia
Obbiettivo: c’è un altro Black Hawk abbattuto. Super Six Four è stato colpito ed è precipitato. Il vostro compito è di recuperare gli uomini della Delta Force e dei Ranger che sono rimasti isolati per formare un gruppo e raggiungere il luogo del secondo incidente.

Il primo soldato del tuo gruppo lo troverai al punto di controllo Charlie. Dirigiti a sud seguendo la freccia, quindi vai a ovest verso il punto di controllo Bravo fino a raggiungere uno spazio aperto. Elimina i soldati che ti attaccano compresi quelli nell’edificio distrutto. Quindi continua verso nord per trovare il tuo primo compagno all’interno di una piccola costruzione. Se ne hai bisogno, al secondo piano troverai un medikit, altrimenti ricordati della sua posizione per il proseguo della missione.
A questo punto, sarai avvertito di un altro soldato al punto di controllo Juliet. Seguite le indicazioni arrivando ad una grande cassa rossa dove dovrete fare molta attenzione alla milizia che vi si presenterà davanti. Quindi muovetevi verso nord verso il prossimo punto di controllo. Il prossimo tratto potrebbe essere abbastanza difficile, ma rimanete coperti dai muri delle costruzioni per semplificare le cose fino ad arrivare ad uno spiazzo. Andate alla posizione (ZT,-5) e eliminate la mitragliatrice alla vostra destra. Quindi muovetevi verso nord fino al punto di controllo Foxtrot, che vi porterà all’interno di una struttura. Entrate e salite le scale fino a raggiungere i prossimi due compagni senza troppi indugi dato che non vi saranno nemici in questo tratto. Lasciate l’edificio è sarete avvisati di un altro soldato sotto attacco al punto di controllo Papa. Dirigetevi verso sud fino ad arrivare ad uno spiazzo dove troverete un gruppo di Harb Gedir; eliminali e raccogli i rifornimenti sulla sinistra, sen ne hai bisogno.
Da qua procedi verso sud e successivamente a ovest fino ad un piazzale che si rivelerà essere pieno di nemici. Rimani coperto dalle baracche d’alluminio e spostati a sud concentrandoti sui nemici a piedi per ora, sempre però facendo attenzione a non mostrarti ai cecchini. Fatto ciò muoviti lentamente verso le costruzioni con le finestre senza però avvicinarti troppo. Mira a ogni finestra e cerca i cecchini guardandoti sempre le spalle da un possibile miliziano. Ripulita la costruzione dai tiratori, segui il GPS fino al punto Novembre. Questa strada è piena di nemici nascosti negli angoli delle costruzioni. Avanza molto lentamente controllando ogni singolo centimetro. Entra nella costruzione segnalata sul radar per trovare il soldato, vita e qualche munizione.
Lascia l’edificio dall’uscita a ovest e cerca subito un buon riparo. Nell’ordine, dovrai occuparti prima dei soldati che sparano dalle finestre, poi alla mitragliatrice e infine alla fanteria. Dirigiti verso l’altra mitragliatrice, aspetta il momento giusto per metterla fuori combattimento e poi corri verso quella vuota e prendine il controllo. Uccidi tutti quelli nel tuo raggio visivo e poi fai qualche passo a nord fino a vedere un’altra calibro .50 che dovrai distruggere senza però avvicinarti troppo. Fatto questo prosegui nella tua direzione eliminando gli Habr Gedir che ti attaccano fino ad arrivare ad una baracca. Invece di entrare subito, rimani fuori ed elimina un po’ (anche tutti se vuoi…) dei nemici che vengono da ovest per facilitarti il compito che t aspetta tra poco; infatti dopo essere entrato nel container e aver fatto rifornimento, dovrai andare proprio a ovest. Ripulita anche questa zona, segui semplicemente il GPS fino ad arrivare agli ultimi membri della Delta Force rimasti. Aiutali a eliminare tutti i nemici e poi entra nell’edificio segnalato col punto di controllo Zulu per finire la missione.

15. LAST STAND


Data: 4 ottobre 1993 – 06:00
Località: Mogadisho – Somalia
Obbiettivo: i mortai nemici stanno attaccando il tuo gruppo. Devi aggirarli e mettere fuori uso i mortai con una carica esplosiva. Infine scorta il gruppo alla base.

Dopo le istruzioni, esci dal retro e uccidi il gruppetto di nemici che ti aspetta in strada. Controlla i balconi sopra di te, girati a sinistra e fai fuori il tipo sull’autobus. Quindi spostati verso il mezzo di trasporto e mantieni la posizione per qualche secondo. Adesso continua lentamente ma sempre facendo attenzione agli Habr Gedir che arrivano dalla destra. Raggiunto il barile con le fiamme uccidi il soldato dietro di lui e prosegui fino all’edificio distrutto facendo attenzione alle finestre sulla tua sinistra. Subito dopo la struttura c’è un soldato con l’RPG; uccidilo prima che possa prendere la mira. Non proseguire, aspetta che arrivi l’elicottero a facilitarti il tuo compito distruggendo la mitragliatrice. Nel frattempo vai a prendere il medikit lì vicino.
Quindi prosegui lungo la strada tenendo alta la guardia. Ad un certo punto la strada gira verso sud ed è piena di container. Se hai bisogno di un altro medikit, lo potrai trovare dietro la baracca più a nord. In ogni caso fai attenzione all’uomo sul tetto dietro di te e poi prosegui fino ad un altro bidone incendiato. Elimina la milizia dietro i copertoni e procedi in quella direzione fino a raggiungere il punto Foxtrot. Svolta a sinistra e entra nel violetto. Scavalca la prima crepa alla tua sinistra e quindi di nuovo a sinistra al bivio. Questo dovrebbe portarti ad un bidone infuocato vicino a delle munizioni. Uccidi l’Habr Gedir nelle vicinanze e continua verso nord eliminando il soldato vicino ai copertoni. Fermati qua e aspetta che l’elicottero distrugga la resistenza che blocca la strada. Prosegui uccidendo i nemici che sono rimasti in vita e facendo attenzione a quelli che sparano dai tetti. Fai rifornimento di armi e di vita e continua verso nord, poi gira a sinistra. Qua troverai un gruppo di miliziani nascosti. Procedi con cautela guardando in alto e ogni tanto anche sui tetti verso sinistra fino ad arrivare a vedere dei container. Accucciatevi e costeggiate i piloni: eliminate la sentinella sul tetto e i cinque avversari a terra: tre nelle vicinanze e due in lontananza; arrivate fino al bidone con il fuoco, neutralizzando anche la seconda sentinella armata di RPG sul tetto. Dietro l’angolo alla vostra sinistra, sopra la casa, c’è un altro avversario che cercherà di sorprendervi alle spalle; neutralizzatelo e continuate a seguire i waypoint fino ad un altro slargo. Qui troverete una mitragliatrice a sud che va eliminata e poi proseguite in quella direzione.
Da qua in poi la situazione si farà un po’ più difficile. Prendi il medikit vicino alla calibro .50 se hai bisogno e poi dirigiti verso ovest verso la piazzola. Aspetta il supporto aereo e ripulisci la zona dagli Habr Gedir, da tipo col RPG sulla finestra alla tua sinistra e infine ai due soldati sul ponte. Da questa posizione vai verso l’hotel facendo attenzione a non avvicinarti troppo alla calibro .50 per ora. Fai attenzione ai nemici che arrivano dalle baracche e, una volta eliminati, occupati della jeep. Quindi difenditi dagli attacchi degli altri uomini senza andare sulla strada. Aspetta che l’elicottero finisca il suo lavoro e poi uccidi i soldati rimanenti: quelli sul balcone e dall’altra parte della strada. Prosegui verso una piccola costruzione dove troverai rifornimenti. Davanti a te hai dei rottami di un carro incenerito che bloccano la strada. Fermati e metti fuori combattimento la mitragliatrice sopra di te. Dirigiti a sud del mezzo distrutto fino a trovare i mortai. Usa qualche granata per ripulire la zona e poi occupati del gran numero di miliziani che accorreranno, anche da sopra gli edifici. Per distruggere i mortai non devi fare altro che piazzare la carica esplosiva su ognuno e scappare. Fatto ciò torna di corsa al vicolo da dove sei arrivato e infine verso il convoglio. Torna nella zona dei mortai e vai a est. Supportato dall’elicottero, prosegui facendo attenzione ai soldati nemici fino a raggiungere il convoglio e seguilo.


16. MOGADISHO MILE


Data: 4 ottobre 1993 – 07:15
Località: Mogadisho – Somalia
Obbiettivo: dalla base è stato spedito un convoglio di salvataggio. Quando arriva, carica a bordo i feriti e scortalo fino a destinazione, difendendolo dagli attacchi nemici.

Inizia a correre non appena appare la schermata: questa missione è piena di nemici, soprattutto all’inizio, ed è meglio non avere il convoglio tra i piedi. Nel primo spiazzo incontri subito un folto manipolo di nemici: per primi uccidi quelli armati di RPG (uno di fronte a te, uno sulla destra e uno dietro i copertoni) così da evitare possibili danni al convoglio. A questo punto puoi occuparti degli altri miliziani. Quindi prosegui mettendo fuori gioco la calibro .50 e poi occupati del gruppo di nemici dall’altra parte. A questo punto raggiungi il convoglio e scortalo fino all’entrata della città. Qui accelererà lasciandoti solo. Vai avanti e dopo qualche metro gira a sinistra dove c’è una mitragliatrice ad attenderti. Neutralizzala. A questo punto ci sono due strade per raggiungere il convoglio: o continui per questa strada, oppure prendi il vicolo alla tua sinistra. Un elicottero controllerà costantemente questa seconda via, quindi è preferibile. Prosegui dunque verso il GPS per raggiungere il tuo nuovo obbiettivo facendo molta attenzione ai nemici. Quando arrivi ad un incrocio, uccidi l’uomo armato di RPG e quindi guarda in alto: questo tratto sarà abbastanza complicato per la presenza di tiratori scelti alle finestre sulla sinistra e i contemporanei attacchi di miliziani sulla destra. Procedi quindi con molta cautela sul lato destro della strada. A questo punto dovresti vedere una struttura simile ad un ponte. Là ci sono due cecchini che dovrai neutralizzare per primi e altri nemici. Il segreto per questo pezzo è avanzare lentamente per far fuori un nemico alla volta. Raggiunto il ponte avrai percorso metà della strada necessaria per raggiungere il convoglio, ma il tratto rimanente sarà decisamente più facile in quanto è quasi privo di resistenza.
Una volta raggiunto il convoglio fai rifornimento di vita e di munizioni e dirigiti verso lo stadio. Tutti gli uomini armati di RPG arriveranno da destra, quindi tu occupati di questi senza curarti troppo degli altri guerriglieri. Controlla bene anche i possibili nascondigli per non rischiare di avere brutte sorprese. Quando il convoglio svolterà, corri davanti al mezzo e ripulisci la zona dai nemici. Infine l’ultimo RPG si troverà nel campo, anche se i continui pattugliamenti dell’elicottero potrebbero averlo già ucciso. Da qui allo stadio non ci sono altri grossi problemi, quindi proseguite verso la meta.

17. AIDID TAKEDOWN


Data: 4 ottobre 1993 – 07:15
Località: Mogadisho – Somalia
Obbiettivo: sono passati tre anni dalla missione in Somalia. Il paese è ancora devastato da lotte interne al clan. Abbiamo fatto un accordo con la fazione opposta ad Aidid in modo da far sembrare che Aidid sia morto in una guerra tra clan.

Inizi la missione nel retro di un camion dove ti verranno date le istruzioni per la missione. La prima cosa che devi fare è trovati un posto abbastanza riparato e accucciarti se non vuoi essere ucciso prima ancora che inizi la missione. Appena il mezzo si ferma scendi e uccidi i due tipi che ti si faranno incontro (non devono uccidere il tuo informatore!) quindi segui il tuo compagno e, quando si ferma, ripulisci la zona dalle truppe nemiche. Alla tua sinistra c’è una mitragliatrice, mentre a destra due uomini armati. Comincia con una granata contundente a destra (oltre il muro) e, se sono ancora vivi, uccidili. Quindi spara alla calibro .50 dietro i sacchi di sabbia uccidendo uno dopo l’altro entrambi gli uomini. Poi segui di nuovo l’informatore.
Nel prossimo tratto ci saranno alcuni nemici in più, ma soprattutto fai attenzione alle spalle del tuo compagno, dove potrebbe sbucare un Habr Gedir. Una volta finito anche questo pezzo il tuo compagno ti guiderà fino al bunker di Aidid. Seguilo fino all’entrata del nascondiglio e scendi le scale per accedervi. Continua nel tunnel fino a raggiungere un muro quasi distrutto che dovrai far saltare in aria con una granata. Vai avanti fin quando non incontrerai due miliziani, uccidili e prosegui fino ad arrivare ad un bivio. Scegli la strada di destra (se vuoi prima di andare avanti piazza qualche claymore nel tunnel di destra per evitare troppi nemici quando dovrai scappare) e preparati all’accoglienza degli Habr Gedir, qua un po’ più numerosi del solito. Avanza fino a raggiungere uno slargo sulla destra. Qui troverai una calibro .50; controlla un attimo dietro di te e poi lancia una granata dentro la stanza, quindi fai irruzione e uccidi eventuali superstiti.
Riprendi l’esplorazione fino ad un altro bivio, dove dovrai andare a sinistra (sempre la stessa tattica per l’altro tunnel). Elimina i soldati che si trovano in questa zona e poi entrate nella prima stanza a sinistra dove troverete due uomini, di cui uno è Aidid. È un po’ più resistente dei normali nemici, ma niente di sovrannaturale. Una volta eliminato anche lui, dovrai evacuare la zona. Esci dalla stanza e vai a sinistra. Abbatti qualsiasi nemico ti si presenti davanti e arriva fino a delle scale. Sale e vai avanti. Ci sono tre mitragliatrici nella prossima insenatura. Usa il radar per localizzarle e una granata o la tua pistola per metterle fuori gioco; mentre stai cercando di colpire le calibro .50 fai attenzione alle tue spalle per gli eventuali assalti degli Habr Gedir. Poi procedi nel tunnel e oltrepassa la breccia per trovarti in una zona con dei nemici. Uccidili e dirigiti verso la strada dove verrai raccolto da un camioncino. Missione compiuta.


18. LISTA DELLE ARMI


PRIMARIE

M16
Munizioni: 30 per caricatore; in totale 300;
Descrizione: l’M16 è un fucile solido con una buona potenza di fuoco; non è un’arma automatica ma si possono scegliere le modalità semi-automatica o a tre proiettili.

M16/203
Munizioni: 30 per caricatore; in totale 300; 10 granate;
Descrizione: l’M16/203 è il normale M16 con in più un lanciagranate abbastanza preciso anche sulla lunga distanza, ma da usare con parsimonia.

M21
Munizioni: 20 per caricatore; in totale 200;
Descrizione: questo fucile da cecchino semi-automatico vanta un ottimo caricatore da venti proiettili l’uno che lo rendono buono anche sulle medie distanze.

M24
Munizioni: 6 per caricatore; in totale 180;
Descrizione: a causa del caricatore con pochi colpi, i proiettili devono essere risparmiati; tuttavia è un’ottima arma anche a grande distanza grazie alla sua precisione.

MCRT .300 Tactical
Munizioni: 4 per caricatore; in totale 180;
Descrizione: è uno dei migliori fucili da cecchino per la media e la lunga distanza ma il suo caricatore limitato non gli permette di essere sufficientemente duttile.

Barrett
Munizioni: 10 per caricatore; in totale 100;
Descrizione: il Barrett lavora bene sulla lunga distanza, a causa della sua modalità di fuoco non rapida; tuttavia la precisione, la potenza e il caricatore capiente lo rendono un’ottima arma per la lunga distanza.

SAW
Munizioni: 200 per caricatore; in totale 600;
Descrizione: il SAW è una mitragliatrice pesante migliore per precisione rispetto alle altre due, ma comunque inutile sulle lunghe distanze.

M60
Munizioni: 200 per caricatore; in totale 600;
Descrizione: questa è la mitragliatrice migliore; con una precisione accettabile, la M60 ha una potenza di fuoco inimitabile sulla breve distanza, che va a bilanciare un’efficacia pressoché nulla sulla media e lunga distanza.

M240
Munizioni: 200 per caricatore; in totale 600;
Descrizione: è molto simile alla precedente ma con un po’ più di potenza e un po’ meno precisione, quindi non fate assolutamente su quest’arma per la lunga distanza.

MP5
Munizioni: 30 per caricatore; in totale 300;
Descrizione: è l’arma da scegliere se si vuole sacrificare un po’ di potenza per essere silenziosi; può diventare fondamentale nell’equipaggiamento se si impara ad usarla; è un’arma automatica.

CAR15
Munizioni: 30 per caricatore; in totale 300;
Descrizione: fucile d’assalto basilare, il CAR15 è ottimo per tutte le situazioni, dal corpo a corpo alla media-lunga distanza, sia in modalità automatica, sia semi-automatica.

CAR15/203
Munizioni: 30 per caricatore; in totale 300; 10 granate;
Descrizione: stesso discorso usato con l’M16/203, simile alla sua versione base, ma con una potenza di fuoco migliorata dalla presenza delle granate; da usare con parsimonia.


SECONDARIE

M9 Beretta
Munizioni: 15 per caricatore; in totale 30;
Descrizione: la Beretta vanta un caricatore abbastanza ampio per essere un’arma secondaria; tuttavia la scarsa potenza di fuoco ne sfavorisce l’utilizzo.

Fucile a canne mozze
Munizioni: 7 per caricatore; in totale 14;
Descrizione: se usato per nemici vicini è devastante, ma già dopo qualche metro perde la sua efficacia. La velocità di fuoco è molto lenta, come anche il numero di proiettili a disposizione.

Colt .45
Munizioni: 7 per caricatore; in totale 28;
Descrizione: la Colt .45 ha un caricatore abbastanza limitato, ma una potenza enorme per essere una pistola.


ACCESSORI

AT4
Munizioni: 1;
Descrizione: con un solo razzo a disposizione, assicurati di usare l’AT4 solo se davvero necessario; utile non solo contro i mezzi pesanti ma anche contro i gruppi di nemici.

Carica Esplosiva
Munizioni: 2;
Descrizione: sono cariche di C4 attivabili a distanza grazie al detonatore; assicurati di essere sufficientemente distante dalla carica prima di farla esplodere.

Claymore
Munizioni: 2;
Descrizione: sono mine direzionali che esplodono nonappena qualcuno ci si avvicina; la deflagrazione distrugge qualsiasi cosa ci sia nelle vicinanze.

Sommario della soluzione

1. CONTROLLI
2. MARKA BREAKDOWN
3. BANDIT'S CROSSING
4. RIVER RAID
5. GASOLINE ALLEY
6. BESIEGED
7. RADIO AIDID
8. RUSSIAN UNDERGROUND
9. SHATTERED PALACE
10. DIPLOMATIC IMMUNITY
11. SHORE PATROL
12. IRENE
13. LOST CONVOY
14. VALIANT SOLDIERS
15 LAST STAND
16. MOGADISHO MILE
17. AIDID TAKEDOWN
18. LISTA DELLE ARMI



1. Controlli

Questa sessione rappresenta solo i controlli principali, ossia le prime tre pagine delle schede dei tasti presenti nel manuale; per gli altri tasti premi F1 durante il gioco.

Guardare: Mouse
Fuoco primario: Mouse pulsante 1
Fuoco secondario: Mouse pulsante 2
Avanti: W, Su
Indietro: S, Giù
Spostamento laterale a sinistra: A, Sinistra
Spostamento laterale a destra : D, Destra
Inclinarsi a sinistra: Q
Inclinarsi a destra: E
Guardare su: P
Guardare giù: .
Girarsi a sinistra: L
Girarsi a destra: ;
Distendersi: Z, Mouse pulsante 3, PagGiù
Accovacciarsi: X, Fine
In piedi: C, Canc
Saltare: Barra spaziatrice
Coltello: 1
Arma secondaria: 2
Arma primaria: 3
Granata luminosa: 4
Granata a frammentazione: 5
Granata fumogena: 6
Esplosivo: 7
Detonatore radio: 8
Medikit: 9
Ricarica: R
Binocolo: B
Visione notturna: N


TI POTREBBE INTERESSARE