Call of Duty: WWII su Xbox One X  63

L'ultima fatica di Sledgehammer Games prende vita in altissima risoluzione su Xbox One X

SPECIALE di Marco Cremona   —   20/11/2017

Come una sorta di rituale ogni anno arriva un nuovo CoD, offrendo al mercato un valido sparatutto in prima persona capace di abbracciare un vasto bacino di utenza proponendo un gameplay facilmente accessibile. Alla semplicità del titolo si accosta un ottimo comparto tecnico realizzato da Sledgehammer Games che mira a garantire in qualsiasi situazione un framerate stabilissimo a 60 fotogrammi al secondo. Mentre sulle console "base" troviamo diversi accorgimenti tecnici per riuscire a raggiungere i 1080p a un framerate "alto", le nuove console mid-gen ottengono un impressionante livello di dettaglio. Focalizzandoci sulla nuovissima console Microsoft Xbox One X, che garantisce un upgrade di tutti i giochi disponibili sul mercato, il protagonista di questo pezzo ne esce drasticamente migliorato con un'alta qualità dei dettagli come non vedevamo da tempo su un Call of Duty. Pubblicato direttamente con una serie di miglioramenti tra cui asset 4K e supporto ad HDR, il nuovo titolo di Activision è uno spettacolo per gli occhi su One X. In questo articolo vi racconteremo della nostra esperienza ad alta risoluzione nella Seconda guerra mondiale.

Call of Duty: WWII su Xbox One X

Guerra in UHD

Mettendo per la prima volta mano al pad su WWII, oltre a tutti i vantaggi offerti dall'HDR, la versione 4K vanta un'impressionante bontà delle texture e dei modelli in generale. Nella cinematica di apertura si viene colpiti da un'incredibile qualità dei dettagli e un'estrema cura nei personaggi principali. La migliore qualità delle ombre unite a un'occlusione ambientale di alto livello, rendono l'azione più viva e profonda. Resta indubbia la direzione cinematografica del titolo, ma la vera qualità tecnica possiamo apprezzarla solo impugnando un fucile e sbarcando in Normandia nel vivo dell'azione. Qui i miglioramenti diventano ancora più evidenti grazie a una maggiore distanza di rendering che ci aiuta a scorgere dettagli che nella versione "base" sembravano completamente inesistenti. Nonostante il titolo utilizzi anche questa volta la risoluzione dinamica per garantire un framerate stabile, il target dei 2160p sembra essere raggiunto senza troppa difficoltà o comunque la sensazione è vicina a quella di star giocando un titolo 4K nativo. Le luci e gli effetti sono drasticamente migliorati, rendendo l'azione ancora più ricca di colori e dettagli. Come già accennato sopra, il vero cavallo di battaglia sarà determinato da un ottimo filtraggio texture e da una qualità immagine quasi priva di seghettature. In termini di stabilità e framerate, non abbiamo notato nessun calo. L'immagine è caratterizzata da un'ottima sincronizzazione verticale e gli unici "scatti" che si possono scorgere giocando durano appena qualche istante e si presentano soltanto durante i caricamenti, per così dire, delle varie zone.

Call of Duty: WWII su Xbox One X

Non solo 4K

Sebbene alcuni stiano beneficiando della miglior esperienza possibile offerta dal titolo utilizzando un TV 4K HDR, una grossa fetta di utenti è ancora strettamente legata al 1080p per svariati motivi. Grazie al supersampling il gioco fa uso degli asset 4K e di tutti i vantaggi offerti dal render ad altissima risoluzione, scalando l'immagine a 1080p. Il risultato è un'immagine pulita, priva di seghettature o fastidiosi artefatti dovuti alla risoluzione minore. La sensazione continua ad essere quella di star sfruttando in tutto e per tutto una console premium con un'ottimizzazione a puntino, mantenendo quella che era la promessa di Microsoft di non trascurare in alcun caso gli utenti che avrebbero continuato a utilizzare schermi con una risoluzione minore. Texture quality, ombre, occlusione ambientale e tantissimi altri effetti e filtri sono presenti su schermo così come nella versione in 4K, evidenziando un forte sbalzo a livello qualitativo rendendo la versione "Standard" di Xbox, una piattaforma su cui è difficile tornare a giocare.

Call of Duty: WWII su Xbox One X

In generale...

Call of Duty WWII è uno dei primi titoli Xbox One X "avanzati", termine con cui Microsoft evidenzia la presenza di ottimizzazioni per la sua nuova console. Indipendentemente dalla risoluzione del proprio schermo, l'esperienza di gioco è caratterizzata da un sostanziale miglioramento sotto tutti gli aspetti. Un interessante dettaglio è inoltre rappresentato dai tempi di caricamento significativamente minori in tutte le modalità del gioco. Siamo ancora lontani dall'avere un'esperienza puramente 4K nativa, ma Sledgehammer è riuscita a trarre il meglio dalla nuova console di casa Redmond, avvicinandosi molto al suo obiettivo. Stiamo ovviamente parlando di un titolo terze parti che è comunque riuscito a raggiungere degli ottimi traguardi sotto tutti i punti di vista, rimane ancora da vedere cosa ci riserveranno i futuri first party sviluppati appositamente per questa piattaforma. In chiusura, la parola va ancora ai nostri lettori: Avete già preso Xbox One X? Qual è il vostro titolo "avanzato" preferito fino a ora?

Scarica il Video