Scavalca che ti passa in Playerunknown's Battlegrounds  70

PUBG Corporation si avvicina al lancio definitivo: facciamo il punto della situazione

PROVATO di Emanuele Gregori   —   27/11/2017

Che Playerunknown's Battlegrounds si sia preso di diritto il titolo di gioco del momento non c'è alcun dubbio. Che crediate o meno nella legittimità di premi come i TGA per i videogiochi, o gli Oscar per il cinema, il fatto di essere inserito nella cinquina di Gioco dell'Anno ha senso quantomeno da un punto di vista commerciale. Al netto di questo, non si può non tenere conto del fatto che PUBG non è ancora concretamente uscito sul mercato, nonostante un processo di Accesso Anticipato sostanzialmente più godibile, onesto e celere di quanto sia mai stato proposto in questi anni. Dopo svariati mesi di lavoro e diverse grandi patch che ne hanno migliorato la stabilità e la godibilità, il gioco sembra sempre più vicino alla sua incarnazione finale. Come ogni volta siamo andati a scoprire i nuovi elementi che ne stanno facendo il gioco più giocato di sempre su Steam, anche alla luce anche di una versione Xbox che sta per arrivare, una mappa nuova di zecca in cantiere e un lancio definitivo che sembra debba avvenire entro poche settimane.

Olio Cuore

Mentre scriviamo queste righe, sono passati pochi giorni dall'introduzione (ancora solo sui test server) di tutto il sistema di arrampicata e scavalcamento presentato dallo sviluppatore Blue Hole questa estate, in occasione dell'E3. Da quel momento di cambiamenti ne sono avvenuti tanti: la formazione di un team apposito (PUBG Corporation) e il superamento dei venti milioni di copie vendute in circa sei mesi sono solo la punta di un iceberg probabilmente troppo grande anche solo da quantificare. Numeri talmente folli da lasciare sbalorditi gli stessi ragazzi a capo del progetto, che speravano di riuscire a vendere circa trecentomila copie entro il prossimo marzo, così da stare dentro a tutti i possibili costi di sviluppo. In tanti si sarebbero persi di fronte ad un successo di questo genere, ma così non sembra essere per il team coreano capitanato da Playerunknown. L'aggiornamento di cui stiamo parlando, che precede l'ultimo arrivato proprio nelle scorse ore e che fa da preludio ai cambiamenti importanti all'interfaccia e al lancio della nuova mappa a tema desertico, ha modificato sostanzialmente tutta una serie di approcci di gioco che fino ad una settimana fa non era possibile considerare legittimi. Se è vero che saltare ed entrare dalle finestre era ormai un'abitudine sempre più diffusa tra i giocatori, non si trattava comunque di una pratica lecita e voluta nell'ecosistema delle partite di PUBG.

Per questo tutto il sistema di "vaulting" (questo il suo nome), pone le proprie basi sull'ampliamento delle tattiche diversive e di assedio delle varie strutture, nonché sulla possibilità di scappare in maniera meno macchinosa. Ovvio, non stiamo certo parlando di un sistema di fuga veloce ed indolore: il tutto è caratterizzato da animazioni ben fatte ma piuttosto lente, come è giusto che sia. Non si può però nascondere che, al netto di un tempo di sviluppo decisamente più esoso di quanto non ci si potesse attendere, l'aggiornamento funziona e aggiunge quel pizzico di tatticismo che non guasta mai in un titolo riflessivo e tanto basato sul gioco di squadra come può essere Battlegrounds. Esistono ancora delle criticità che a volte si manifestano in compenetrazioni a dir poco buffe o nella mancata esecuzione del salto, che genera un ritardo nelle azioni e può diventare estremamente fastidioso in una situazione di fuga. Considerato però che stiamo parlando di un sistema ancora non ufficialmente lanciato nei server pubblici, il risultato è più che accettabile e non tarderà a presentarsi agli occhi di tutti. Pensate alla quantità di possibilità diverse messe in gioco da questo tipo di meccanica: Quante volte vi è capitato di immaginare che se aveste avuto la possibilità di aggirare il vostro ostacolo, entrando da una finestra, vi sareste magari ritrovati a capovolgere una situazione difficile a vostro favore? Al contrario, quante volte avete creduto di essere al sicuro da una qualche direzione, solo perché i vostri avversari (a meno di utilizzi illeciti) non sarebbero potuti entrate dalla stanza accanto alla vostra senza essere individuati? Qui si gioca tutto il cambiamento sostanziale all'economia di gioco e siamo abbastanza certi che anche a livelli alti, sarà richiesta una particolare dedizione per ripensare alla base i propri approcci al nemico e alla difesa dei punti d'osservazione.

Si ma quindi, quando esce?

La tabella di marcia di PUBG Corporation, spulciando in quelle che sono le comunicazioni ufficiali rilasciate dal team stesso, ha messo nero su bianco quelli che dovrebbero essere i prossimi passi. Ecco quindi che dopo aver testato per alcuni giorni il vaulting e successivamente la nuova interfaccia e le modifiche sostanziali al modello di guida, siamo quasi pronti per vedere quella che, a detta degli sviluppatori, dovrebbe essere la versione definitiva di una mappa per un battle royale. La nuova ambientazione desertica, infatti, promette di arricchirsi di una sorta di meteo variabile che aggiungerà pepe alle partite con cambi di approcci sistematici quando ci si trova all'interno delle tempeste di sabbia. Sono queste le attenzioni che hanno reso grande il gioco nel corso dei mesi. I continui aggiornamenti, le ottimizzazioni e l'aggiunta di nuovi elementi, hanno cementato la community rendendo Playerunknown's Battlegrounds il mattatore di una stagione già di per sé difficile e colma di uscite di livello. Se a ciò si aggiunge l'arrivo imminente del porting del titolo anche sulle console Microsoft - ancora con qualche magagna dal punto di vista dell'ottimizzazione, a dire il vero - non si può che guardare al futuro con una rinnovata fiducia nei confronti della rilevazione del 2017. Dal canto nostro continueremo a provarlo e a dirvi cosa ne pensiamo, accompagnando di pari passo le modifiche verso la recensione della versione finale.

Scarica il Video

Playerunknown's Battlegrounds è senza dubbi di smentite il fenomeno più inatteso e folgorante di questo 2017. L'enorme quantità di copie vendute ha permesso al team di investire moltissime risorse nel progetto e gli sforzi non stanno tardando a farsi vedere. Non è ancora perfetto ma, mentre si avvicina il lancio ufficiale, ci possiamo dire più che soddisfatti dai progressi fatti.

CERTEZZE

  • L'ottimizzazione è ormai più che dignitosa
  • Nonostante qualche incertezza, resta il miglior titolo in Accesso Anticipato
  • La nuova mappa promette di essere un gioiello
  • Il sistema di scavalcamento aggiunge nuova linfa allo studio delle tattiche

DUBBI

  • I cheater sembra siano ancora una piaga in piena espansione
  • Attendiamo ancora di analizzare nel dettaglio la versione Xbox