Conan Exiles: come iniziare 26

Muoviamo insieme i primi passi nel titolo Funcom

SPECIALE di Simone Tagliaferri   —   15/05/2018

Conan Exiles è da poco disponibile in versione 1.0. Si tratta di un survival puro, che richiede di padroneggiare decine di sistemi di gioco per avere la meglio e per diventare competitivi sui server (sempre che vi interessi la modalità PvP). Se vi trovate spaesati e non sapete da dove iniziare non vi preoccupate, perché con questa mini guida vi forniremo le basi che vi aiuteranno a entrare in gioco e a capire come sopravvivere alle prime difficoltà. Prima di cominciare è giusto però dare alcuni consigli di massima:

Conan Exiles: come iniziare
All'inizio sarete nudi. La prima cosa da fare è raccogliere fibre vegetali per vestirvi

- Se non avete amici con cui scoprire il gioco, iniziate a giocare in single player
È inutile che andiate sui server se non sapete nemmeno come scavare una roccia. Prima di giocare online allenatevi e cercate di acquistare dimestichezza con l'interfaccia e la progressione del personaggio. Il single player non è divertente come il multiplayer cooperativo, ma è indispensabile per non diventare un peso online. In alternativa potete cercare qualche anima pia che vi supporti nelle vostre prime partite, ma sempre partendo dall'idea che almeno i concetti base è meglio che li studiate da soli.

- I progressi sono lenti, quindi non fatevi prendere dall'ansia
Come accade in praticamente tutti i survival, anche in Conan Exiles i progressi sono molto lenti, quindi non aspettatevi di andare ad ammazzare giganti di ghiaccio dopo due ore di gioco, con magari alle spalle una cittadella completamente accessoriata. Ci vorranno molte ore prima che diventiate autonomi, soprattutto all'inizio. Prendetevi il giusto tempo anche per esplorare le aree iniziali, che contengono molti più segreti di quanti possiate immaginare.

Conan Exiles: come iniziare
Per scalare basta saltare contro a una parete e il personaggio ci si aggrapperà in automatico.


- All'inizio evitate di combattere
Un personaggio appena creato e nudo può essere ucciso con rapidità da qualsiasi creatura ostile presente nel gioco. Se le uniche armi a vostra disposizione sono i pugni o gli strumenti da lavoro essenziali (accetta e piccone), evitate di affrontare anche i nemici più deboli, perché vi ucciderebbero con grande facilità rispendendovi nel deserto.

- Distribuite i punti esperienza in base al vostro stile di gioco
In Conan Exiles potete sviluppare il personaggio come più vi aggrada, in base al vostro stile di gioco e, soprattutto, agli altri giocatori con cui cooperate. Per la prima partita in solitaria conviene essere un po' più combattivi, quindi favorire la forza e l'agilità, ma in generale la spesa dei punti esperienza dipende da come vi piace interpretare il genere survival. I consigli che vi daremo presuppongono un personaggio neutro, ossia sono validi un po' per tutti. Lo stesso vale per le ricette: non toccheremo quelle avanzate, limitandoci a indicarvi gli strumenti fondamentali che tutti devono avere almeno a livello base.

Creare il personaggio e primi passi

Dopo che Conan vi avrà tirati giù dal crocifisso, vi ritroverete letteralmente nudi, assettati e affamati in un'area povera di risorse. Oltretutto c'è il rischio che arrivi una tempesta di sabbia, che nelle vostre condizioni è semplicemente letale. Avete molte cose da fare, ma dovete essere veloci. Procediamo per punti:

Conan Exiles: come iniziare
Bere e mangiare sono bisogni primari che vanno sempre tenuti in considerazione. Non partite all'avventura senza avere cibo e acqua di scorta.

- L'estetica del personaggio non influisce sulle sue caratterisitche
Createvi il personaggio che più vi piace, scegliendo tra sesso, razza, colore della pelle e ogni altra caratteristica che il ricchissimo editor incluso vi permette di modificare. Le scelte estetiche e di genere non influiscono sulle caratteristiche, quindi non ci sono vincoli o consigli da seguire. L'unica cosa che conta è che vi piaccia. A differenziare i personaggi sarà la libera distribuzione dei punti abilità che otterrete salendo di livello.

- Seguite la strada, o ciò che di essa rimane, che spunta dalla sabbia
In questo modo troverete tutte le risorse che vi servono per costruire i primi oggetti e vi imbatterete in un documento che vi darà i primi ragguagli sul background del mondo di gioco. Non deviate troppo dal percorso perché non avete tempo, visto che per dissetarvi dovrete raggiungere necessariamente il fiume che si trova molto più avanti. Se non farete di testa vostra, non avrete problemi.

Conan Exiles: come iniziare
L'inventario è meno complesso di quello che sembra: a sinistra gli oggetti trasportati; a destra le ricette e nel mezzo il personaggio

- Le prime risorse utili: fibre vegetali, bastoni e rocce
Le risorse essenziali da raccogliere in questa fase sono le fibre vegetali, che si ottengono dai cespugli, le rocce e i bastoni, entrambe sparpagliate sul terreno. Le prime servono per creare degli abiti, mentre il resto per costruire i primi strumenti per la raccolta delle altre risorse: il piccone e l'ascia di pietra. Frugare tra i cespugli permette anche di raccogliere degli insetti, che possono essere mangiati. Non sono molto nutrienti, ma finché non saprete cacciare vi dovrete accontentare. Quando raggiungerete il bacino fluviale potrete troverete anche dei frutti, ma è meglio puntare quanto prima sulla carne, perché è molto più sana e permette di recuperare energia più velocemente.

- Come bere?
Avvicinatevi a uno specchio d'acqua e premete il tasto interazione. Tutto qui.

Come costruire?

Aprite l'inventario e osservate: sulla sinistra si trovano gli oggetti che vi portate dietro, al centro il personaggio con gli slot per l'equipaggiamento e a destra le ricette. Costruire qualcosa è davvero semplicissimo: cliccate sulla ricetta dell'oggetto desiderato e cliccate sul pulsante "Craft" nella parte bassa della finestra. In base alle materie prime nel vostro inventario potete creare uno o più oggetti dello stesso tipo. Se non avete il numero sufficiente di materie prime per costruire un oggetto, il pulsante "Craft" rimarrà spento e il riquadro della ricetta vi indicherà cosa vi manca (le risorse spente). Più gli oggetti che vorrete realizzare saranno complessi, più vi saranno richieste materie prime rare, spesso veri e propri oggetti esse stesse da costruire usando altre materie prime.

Conan Exiles: come iniziare
Legname e rocce sono le due materie prime fondamentali, le più usate nelle prime ore di gioco

Alcune ricette richiedono dei banchi da lavoro o altre strutture per essere realizzate. Ad esempio le corazze necessitano del banco dell'armaiolo, mentre per cuocere la carne dovrete costruire prima almeno un falò. Costruire gli oggetti con i banchi da lavoro richiede di disporre le materie prime richieste dalla ricetta dentro gli stessi. Tutti gli oggetti si usurano con l'utilizzo (la barra bianca sotto di essi). Avendo le giuste materie prime nell'inventario possono però essere riparati senza dover tornare ai banchi da lavoro. Alcuni, come i vestiti, vanno reindossati dopo le riparazioni.

Dove costruire il primo rifugio?

Nella mappa sottostante abbiamo segnato un punto perfetto per costruire il primo rifugio e iniziare a far crescere il personaggio in relativa tranquillità. I motivi sono diversi: siete sulla riva del fiume e quindi non avrete problemi a dissetarvi; i nemici nei dintorni sono abbordabili e sono tutti quelli che vi servono per ottenere le risorse essenziali (iene, coccodrilli, cervi); ci sono moltissimi giacimenti di pietre, fibre vegetali e legname; muovendovi poco più a nord si trovano giacimenti di carbone e di ferro; non ci sono villaggi di nativi a infastidirvi; è un buon punto anche per esplorare a ritroso le aree che avete superato correndo; nelle vicinanze c'è un dungeon pieno di coccodrilli, dove potete allenarvi e reperire oggetti e materiale utile.

Conan Exiles: come iniziare
In rosso il punto che vi consigliamo per il primo rifugio stabile

Conan Exiles: come iniziare
Usate i colossi di pietra come punti di riferimento per trovare il posto che vi abbiamo indicato

La zona si trova in fondo a un declivio e, dal punto di partenza, è facilmente raggiungibile. Da qualsiasi punto della mappa inizi la vostra avventura comunque, usate i due colossi di pietra come punti di riferimento. Se la strada da compiere per raggiungere il posto vi sembra troppo lunga, potete svolgere delle piccole attività mentre viaggiate. Ad esempio potete raccogliere delle risorse per avvantaggiarvi, oppure uccidere dei piccoli animali per ottenere della carne. L'importante è che non vi appesantiate troppo, per non limitare i movimenti del personaggio. Come suggerivamo sopra, evitate di combattere finché non avete costruito un rifugio e non lo avrete arredato con un giaciglio. Oltre ai motivi già espressi, tenete in considerazione che i letti sono di fatto dei punti di respawn. Essere uccisi senza averne fissato uno vi costringerebbe a ripartire dal deserto.

Come si ottiene la carne?

La carne è il pasto fondamentale di ogni esiliato che si rispetti. Il modo principale per ottenerla è imparare a cacciare la fauna che popola il mondo di gioco. I modi per uccidere gli animali sono gli stessi che si utilizzano per uccidere i nemici (a volte le due figure coincidono): affrontandoli corpo a corpo o, meglio, usando arco e frecce. Il combattimento corpo a corpo va bene contro gli animali aggressivi (ad esempio i coccodrilli e le iene), perché di fatto spesso saranno loro ad attaccare voi costringendovi a difendervi. Gli animali più pacifici, come i cervi, si cacciano meglio con arco e frecce perché una volta colpiti scappano via e inseguirli spesso è impossibile, quando non controproducente, perché si rischia per finire circondati da altri animali feroci.

Conan Exiles: come iniziare
Cacciare è il modo migliore per ottenere della carne. A volte saranno le prede a venire da voi

Il bravo cacciatore è quello che non spreca frecce, ma colpisce alla testa l'animale abbattendolo con un colpo solo. Per avere una mira più stabile, scoccate le frecce da fermi o stando inginocchiati. Scoccando frecce in movimento si perde moltissima precisione. Quando un animale è a terra, qualsiasi sia il modo con il quale lo avete ucciso, potete prendere la carne con l'accetta di pietra, quella che di solito si usa per tagliare gli alberi. Avanzando nel gioco e sviluppando le giuste abilità otterrete anche altri strumenti per scannare e scuoiare gli animali, traendone più risorse, ma all'inizio dovrete accontentarvi. Una volta ottenuta la carne cuocetela prima di mangiarla. In realtà è possibile anche ingerirla cruda, ma si rischia un'intossicazione e, inoltre, è meno nutriente. Per cuocerla interagite con un falò, mettete della legna o altro combustibile negli slot che appariranno, quindi la carne e infine accendete. La carne si cuocerà in automatico.

Mettere su casa e primo arredamento

Nel menù del crafting avrete quasi da subito le ricette giuste per costruire il vostro primo rifugio. Le materie prime che vi servono sono sostanzialmente due: pietre e legname. Le prime si ottengono spaccando le rocce con il piccone, mentre l'altro tagliando alberi e affini (ad esempio i cactus). L'area che vi abbiamo indicato come ideale per il primo rifugio è ricca di risorse, quindi non dovreste avere problemi da questo punto di vista. La prima cosa da fare per tirare su una casa è costruire le fondazioni, quindi le pareti e infine il tetto.

Conan Exiles: come iniziare
Per il primo rifugio non c'è bisogno di scialare: un letto di foglie, una cassa di legno e un fuoco da campo basteranno

Il nostro consiglio è quello di realizzare il più velocemente possibile un rifugio base di massimo 6x4 caselle, dove mettere il letto di foglie, una cassa di legno, utile per disfarvi del materiale in eccesso così da alleggerirvi un po', e un fuoco da campo con cui cuocere la carne. Fossimo in voi, inizialmente opteremmo anche per l'architettura più semplice possibile fatta di pochi spigoli e di un tetto piatto. Una pianta rettangolare andrà benissimo. Quando conoscerete bene il sistema di gioco potrete sbizzarrirvi a creare la vostra casa dei sogni, magari sfruttando i servitori per fargli fare il lavoro più ripetitivo al posto vostro. Per ora accontentatevi perché vi serve semplicemente una base da cui ripartire in caso di morte.