Hollow Knight Silksong, l'anteprima 46

Annunciato a sorpresa, cerchiamo di capire le potenzialità di Hollow Knight Silksong, il seguito ufficiale di una delle hit indie del 2017/2018.

ANTEPRIMA di Simone Tagliaferri   —   21/02/2019

Hollow Knight: Silksong è stato annunciato a sorpresa qualche giorno fa. In verità dopo aver venduto 2,8 milioni di copie, un'enormità per un titolo indipendente sviluppato da tre persone grazie ai fondi raccolti su Kickstarter, era inevitabile che Team Cherry producesse un seguito di quell'Hollow Knight che molti piazzano ai vertici del genere dei metroidvania. Non stupiscono nemmeno le prime piattaforme sulle quali sarà pubblicato: PC e Nintendo Switch, che sono anche quelle sulle quali il primo capitolo ha fatto i numeri più grossi. Sicuramente in futuro sarà pubblicato anche su PS4 e Xbox One, ma per ora queste e forse altre versioni non sono state annunciate. Comunque sia di cosa parla Silksong e cosa offrirà di nuovo rispetto a Hollow Knight?

Storia e novità

La storia di Hollow Knight: Silksong inizia dopo quella raccontata nel primo capitolo. La protagonista dell'avventura è Hornet, principessa protettrice di Nidosacro, già vista in Hollow Knight e apprezzatissima dai giocatori, al punto da essere stata una scelta quasi obbligata per il seguito. Dedicarle solo una semplice espansione non le avrebbe reso giustizia, come confermato dagli sviluppatori stessi in un video di presentazione del gioco. Hornet è un personaggio agile e veloce, che affronterà un reame completamente nuovo, dove è stata trascinata in seguito a un rapimento. Nemmeno a dirlo si tratta di un luogo ameno e pieno di pericoli, in cui vivono più di centocinquanta nuovi nemici, sparsi per le zone completamente inedite che lo compongono. Hornet di suo combatte in modo diverso dal protagonista di Hollow Knight, con abilità che sembrano essere molto più dinamiche e acrobatiche di quelle del suo amico, tra salti vertiginosi, scatti in aria, attacchi rapidissimi e quant'altro.

Le poche sequenze di gioco rilasciate finora mostrano la diversa costruzione delle mappe di Silksong rispetto a Hollow Knight, necessaria per sfruttare al meglio le abilità di Hornet: ci sono piattaforme distribuite in spazi più ampi, pareti scalabili, sequenze in cui è necessario usare i nemici come trampolini per riuscire a passare e un design generale molto più verticale. Ovviamente per magnificare le nuove meccaniche sono state realizzate anche delle sfide apposite e, soprattutto, dei nuovi boss. Nel trailer di annuncio è possibile vedere Hornet compiere dei rapidi scatti in aria e attaccare da grande distanza con la sua lancia, con la quale riesce a eseguire colpi di vario genere, tra violente picchiate e fendenti speciali. I boss mostrati nel video sono di varie fogge e dimensioni. C'è ad esempio un grosso scarafaggio che tenta di schiacciare la protagonista, ma anche una specie di mago, una grossa ape verde e un gigantesco insetto che occupa l'intero schermo e fa tremare tutto con le sue urla. Difficile dire se il livello di sfida sia paragonabile a quello del primo Hollow Knight, perché le sequenze in cui vengono mostrati i boss sono davvero brevi, ma immaginiamo che l'obiettivo sia questo.

Qualcosa di simile si può dire per i nuovi amici, che appaiono solo per brevi momenti. Diciamo che il più interessante sembra essere lo scarafaggio cavalcabile, che potrebbe essere una versione addomesticata di uno dei boss citati, ma bisognerà vedere come sono stati sfruttati per trarre conclusioni, che in questo momento sarebbero semplicemente affrettate. Sempre riguardo alle interazioni con il mondo di gioco, sarete felici di sapere che torneranno i villaggi, dove ovviamente si potranno acquistare oggetti e ottenere informazioni dagli abitanti e dove pare che avverranno anche degli eventi specifici (nel video si può vedere l'aggressione di un boss). Stando agli sviluppatori, il sistema di equipaggiamento in sé non è molto differente da quello del primo Hollow Knight, se non per un dettaglio fondamentale: Hornet può costruirsi da sola il suo arsenale. Silksong avrà quindi un ricco sistema di crafting che consentirà la creazione di oggetti sempre più complessi e che sarà basato sulla raccolta di materiali. Nel trailer si può vedere un accenno del tutto, che però non viene spiegato nel dettaglio.

Direzione artistica uniforme

Hollow Knight: Silksong pare non discostarsi molto dal predecessore a livello strutturale. Più che altro sembra essere una variazione sul tema, con una costruzione davvero molto simile che ha come fulcro le sue nuove meccaniche, ma che non mira certo a rivoluzionare la formula base, data per assodata.

Del resto non crediamo che una simile scelta dispiacerà troppo agli appassionati del primo episodio, visto che quest'ultimo non ha certo esaurito tutte le potenzialità dell'affascinante mondo in cui è ambientato. Lo stesso dicasi per la direzione artistica, assolutamente uniforme tra i due episodi, con solo qualche apparente rifinitura in più in Silksong (prendetela comunque come una nostra impressione che andrà verificata, non come un dato di fatto). Va detto che avrebbe avuto davvero poco senso rivoluzionare tutto da questo punto di vista, perdendo quell'impatto visivo così peculiare e affascinante che tanto ha contribuito al successo di Hollow Knight. Ecco, se dovessimo trarre delle conclusioni di massima su quanto visto finora e su quanto svelato dagli sviluppatori, Silksong sembra essere un modo per ringraziare i fan: è un prodotto che mira ad accontentarli e a dargli esattamente ciò che vogliono: un Hollow Knight diverso ma uguale a quello che hanno già sperimentato.

La natura di tributo di Silksong è evidente anche nella scelta di regalarlo ai backer della campagna Kickstarter del primo episodio, che riceveranno un numero di copie gratuite del gioco equivalente a quello già ricevuto di Hollow Knight. Ovviamente il gesto ha attirato immediatamente altra simpatia su Team Cherry, che si conferma essere uno degli studi più apprezzati dalla comunità dei videogiocatori, grazie alle sue scelte estremamente popolari. Per adesso Hollow Knight: Silksong non ha ancora una data d'uscita, ma immaginiamo che non ci vorrà moltissimo per poterci giocare.

Hollow Knight: Silksong sembra essere il gioco che tutti i fan di Hollow Knight desideravano. Come sottolineato nell'anteprima, il primo materiale mostrato ci parla di un'esperienza uniforme a quella del precedente capitolo, ma con delle nuove meccaniche a presentare un diverso punto di vista sullo stesso materiale. Rimane da capire se l'eccesso di aderenza non possa essere dannoso e se ci saranno abbastanza novità da permettere di parlare di un nuovo capolavoro. Di nostro tenderemmo a dare la massima fiducia a Team Cherry, visto quanto è riuscito a fare con il primo Hollow Knight.

CERTEZZE

  • È Hollow Knight, ma con nuove meccaniche
  • L'art direction sembra sempre di alto livello
  • Hornet è un personaggio già molto amato di suo

DUBBI

  • Qualche dubbio sull'eccesso di uniformità con il capitolo precedente

Hollow Knight: Silksong nsw

pc  nsw 

Data di uscita: 31 Dicembre 2019