Super Smash Bros. Ultimate, la seconda edizione dell'europeo 6

Il primo febbraio 2020, a Milano, inizieranno le qualificazioni per selezionare la squadra italiana che parteciperà alla seconda edizione del Super Smash Bros. Ultimate European Team Cup

SPECIALE di Alessandro Bacchetta   —   26/01/2020

Nintendo da alcuni anni ha radicalmente cambiato la propria politica riguardo i tornei competitivi. Da un blocco assoluto, vigente in epoca Wii, si è passati a una fase di apertura e, addirittura, di slanciato supporto. Anche per questo giunge strana la notizia che, almeno in Giappone, l'azienda non metterà in palio denaro per il torneo di Super Smash Bros. Ultimate all'EVO nipponico: molto probabilmente la regolamentazione, in particolare quella riguardante la redistribuzione delle somme di denaro, è diversa rispetto all'Occidente. Anche quest'anno in Europa infatti si terrà la Super Smash Bros. Ultimate European Team Cup, che coinvolgerà undici paesi, e che l'anno scorso (in Italia) ha visto trionfare i Cacciatori di Premi, una squadra formata da Giulio Centrone (G-Danzee), Carmine Lombardi (Fake) e Simone De Paola (Sim-Max).

Tre giocatori nostrani che, nonostante il tabellone sfavorevole (con Francia e Germania), hanno messo in luce le loro grandi capacità. Non sappiamo se quest'anno si ripresenteranno assieme ai nastri di partenza, in ogni caso speriamo che la squadra che rappresenterà l'Italia sarà in grado di eguagliarli e, perché no, superarli. L'anno scorso la sola fase a eliminazione, comprendente decine di partecipanti, ha raggiunto i quarantamila spettatori unici, con tanto di commento per spiegare al pubblico le azioni più complesse. Del resto, per quanto Super Smash Bros. Ultimate sia spettacolare a vedersi, non tutte le mosse hanno lo stesso grado di difficoltà e comprensibilità.

Era inevitabile quindi che Nintendo Italia ripetesse l'evento, con la speranza di poter aumentare gli ottimi numeri fatti registrare nell'edizione passata.

Qualificazioni a Milano

Le qualificazioni italiane dell'European Team Cup si apriranno e chiuderanno in un'unica data, il primo febbraio 2020, al Video Games Party di Milano (Viale Monte Nero, 78... chissà se ci abitano dei Goron...). Tenendo sempre a mente che si tratta di un torneo a squadre - da tre partecipanti - potete registrarvi su Smash.gg entro il 30 gennaio. Al momento ci sono già quarantanove partecipanti. La giornata di competizioni inizierà alle dieci di mattina, e proseguirà per tutta la giornata. I vincitori, prevedibilmente, guadagneranno l'accesso alle finali continentali del torneo; ogni concorrente tuttavia verrà premiato con dei gadget esclusivi, comprendenti un poster (colorato in stile Splatoon), una shopper, una matita, una spilla e un braccialetto con il logo del gioco, e un foglio di piccoli sticker coi loghi dei singoli personaggi. Insomma, se abitate a Milano forse vale la pena di partecipare anche a costo di essere presi a randellate (l'iscrizione è gratuita).

Le regole, come dicevamo, sono piuttosto diverse da quelle dei tornei tradizionali: anche se, da quest'anno, anche in questo contesto è stata rimossa la discussa Smash Ball. Non ci saranno armi per niente, come nelle competizioni più serie. Rimane tuttavia, come anticipato, la divisione in squadre.

Gli incontri si terranno al meglio delle tre partire e delle cinque vite, saranno trasmessi in diretta sul canale Twitch e Youtube di Nintendo, e comprenderanno degli scontri due contro due, alcuni duelli e, in caso di parità (sempre che seguano lo stesso ordine dell'anno scorso) una temibile lotta tre contro tre. Se volete seguire l'evento, connettetevi ai canali già citati il primo febbraio, alle dieci di mattina.