Xenoblade Chronicles 2: Torna, l'anteprima del DLC 23

A settembre il maestoso JRPG di Monolith Soft si arricchirà di un DLC che racconta un importante capitolo nella storia di Alrest: ecco tutto quello che c'è da sapere

ANTEPRIMA di Christian Colli   —   21/06/2018

Indice

Lo sviluppatore Monolith Soft non è rimasto con le mani in mano a crogiolarsi nel successo del suo incredibile Xenoblade Chronicles 2: il JRPG per Nintendo Switch, uscito lo scorso dicembre, ha visto un susseguirsi di aggiornamenti gratuiti che hanno migliorato l'esperienza in generale oppure implementato feature assenti al lancio come la modalità Nuova partita +. I giocatori che hanno acquistato il season pass, inoltre, hanno goduto di un flusso più o meno costante di novità mirate a prolungare la loro permanenza nell'incantevole mondo di Alrest: missioni secondarie, Gladius segreti da sbloccare, nemici extra da sconfiggere. L'ultimo aggiornamento ha persino introdotto una modalità Sfida che permette di sbloccare diversi costumi per i vari personaggi, ma soprattutto due nuovi Gladius attesissimi: nientepopodimeno che Shulk e Fiora, protagonisti nel precedente e amatissimo Xenoblade Chronicles per Wii e Nintendo 3DS. Chi ha completato il gioco o semplicemente letto il nostro speciale sul finale di Xenoblade Chronicles 2 saprà che i due titoli sono meno scollegati di quanto sembri, ma il famoso DLC che doveva chiudere il cerchio degli aggiornamenti non calcherà la mano su questo strampalato aspetto della storia, bensì sul passato di un personaggio in particolare: Jin.

La storia di Torna

È importante precisare che il DLC in questione, annunciato ufficialmente nel corso dell'Electronic Entertainment Expo, non racconta una storia completamente nuova, non è uno spin-off o un'espansione del gioco uscito nel 2017. Torna - The Golden Country è effettivamente un prequel, ma anche definirlo in tal senso sarebbe sbagliato, poiché noi conosciamo già questa storia, anche se non nel dettaglio. Nel corso dell'avventura originale, infatti, alcuni personaggi hanno il privilegio - ma forse somiglia più a una maledizione - di ricordare i tragici eventi accaduti cinquecento anni prima, durante la guerra che ha ridefinito Alrest con la caduta del titano Torna: i pochi superstiti si sono coalizzati nella fazione che dà del filo da torcere a Rex e gli altri protagonisti per gran parte del gioco, una fazione guidata dall'Aegis chiamato Malos. I flashback in questione ci hanno raccontato le vicende che hanno traviato Jin e condotto al primo scontro tra Mythra e Malos, introducendo alcuni personaggi, come Lora e Addam, che la sceneggiatura rievoca spesso senza mai tratteggiarli in maniera approfondita.

Questo non significa che Tetsuya Takahashi abbia trascurato la narrazione, anzi. Lo scrittore e director di Xenoblade Chronicles 2 ha gestito con grande maestria i flashback in questione, raccontandoci soltanto quello che era importante sapere senza privarci di dettagli importanti: nel complicato intreccio emergono i particolari che contano e la sceneggiatura si concentra sui comprimari giusti, avvolgendo in un alone di mistero tutti quei personaggi che, cinquecento anni prima, hanno vissuto gli eventi che influenzano indirettamente l'avventura di Rex, Pyra e i loro amici. La genesi di questo DLC è molto particolare: Takahashi ha una certa familiarità coi budget, le tempistiche e gli inevitabili tagli, perciò questa volta ha giocato di anticipo e invece di restare a corto di risorse sul più bello, ha scritto un capitolo nell'ottica di doverlo rimuovere per rispettare l'uscita del gioco, estrapolando solo i frammenti che poi sono diventati i flashback nella trama di Xenoblade Chronicles 2. In seguito, quando il gioco si è rivelato un successo e Nintendo ha autorizzato la produzione di eventuali DLC, Takahashi ha ripescato la storyline di Torna, ben sapendo che i fan - quelli disposti a comprare il season pass, insomma - avrebbero voluto davvero conoscerla.

Il gameplay nel DLC

Torna - The Golden Country racconterà quindi il passato di alcuni personaggi che abbiamo conosciuto direttamente in Xenoblade Chronicles 2, come Mythra e Jin, ma anche le vicende dei comprimari che hanno giocato un ruolo indiretto ma importante nella storia di Alrest, come Lora e Addam. Quest'ultimo nel trailer del DLC rivela finalmente il suo volto, dato che nei flashback era sempre incappucciato, e anche un modello poligonale nuovo di zecca. Monolith Soft ha infatti ripreso i modelli originali e li ha particolareggiati proprio perché trascorreremo parecchie ore in loro compagnia. Il DLC - che uscirà anche pacchettizzato a settembre - si svolge interamente sul titano Torna e ci permetterà di esplorare la gigantesca capitale e i suoi dintorni: questo significa che, sfortunatamente, non sarà possibile visitare gli altri titani nel passato, ma Monolith Soft ha affermato che Torna sarà il "continente" più vasto e vario in assoluto in termini puramente geografici e visivi.

I protagonisti principali saranno ovviamente Lora e Jin, che rifletteranno il rapporto creatosi tra Rex e Pyra nel gioco originale, ma a loro si affiancheranno facce nuove, come il giovane Hugo, e vecchie conoscenze, come Brighid e Aegaeon. È importante precisare che cinquecento anni prima dell'avventura di Rex, i rapporti tra Ductor e Gladius erano diversi, e ciò si riflette nel sistema di combattimento che è rimasto sostanzialmente lo stesso alternarsi di attacchi normali e abilità a ricarica con una piccola differenza: adesso è possibile scambiare al volo il Ductor e il Gladius che si stanno controllando. Uno dei due resterà comunque a sostenere l'altro senza partecipare attivamente allo scontro, finché il giocatore non deciderà di scambiarli e assumerne il controllo diretto. Ciò significa che, una volta reclutato un personaggio come Addam, sarà possibile finalmente controllare direttamente anche la sua Aegis, Mythra, che possiede come attacchi speciali le stesse arti che utilizzava in Xenoblade Chronicles 2 quando affiancava Rex al posto di Pyra.

Questa meccanica ha oltretutto un effetto più importante nell'economia degli scontri: quando il giocatore effettua lo scambio, il personaggio che subentra in battaglia lo fa con un attacco speciale specifico che può infliggere condizioni anomale tipo Lancio o Fiaccamento, e questo vuol dire che i giocatori più abili potranno combinare i colpi in una catena che può avere effetti devastanti sui nemici. Eccezion fatta per questa interessante novità, e per la possibilità di accamparsi per riposare o cucinare alcune pietanze, Torna - The Golden Country somiglia molto a Xenoblade Chronicles 2 sotto ogni altro profilo. Il giocatore può esplorare il titano, raccogliendo materiali e completando le missioni secondarie, sconfiggendo i nemici rari e impiegando le abilità speciali dei personaggi per superare ostacoli ambientali e raggiungere zone precedentemente inaccessibili. È chiaro che l'esperienza sarà leggermente ridotta in termini contenutistici e, per esempio, non sappiamo quanti e quali Gladius sarà possibile reclutare nel gruppo, ma per i fan di Xenoblade Chronicles 2 questo DLC rappresenta una ghiotta scusa per tornare nel mondo di Alrest e scoprire i suoi ultimi segreti.

Torna - The Golden Country ha tutta l'aria di essere un signor DLC in grado di offrire ai fan di Xenoblade Chronicles 2 un contenuto importante e di giustificare l'acquisto di un season pass che finora non ha deluso chi ha deciso di dare fiducia a Monolith Soft. La storyline che il DLC ci racconterà è affascinante e lo sviluppatore giapponese ha promesso un taglio più adulto sia sul fronte narrativo, sia su quello tecnico: a settembre scopriremo se è tutto vero.

CERTEZZE

  • È una storia che merita di essere approfondita
  • Potremo controllare direttamente i Gladius

DUBBI

  • Longevità e contenuti extra da valutare
  • Quanti personaggi potremo controllare?