La Gran Bretagna ha depenalizzato il reato di pirateria audiovisiva? 73

Con le nuove leggi i trasgressori verranno avvisati... e basta

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   22/07/2014

A quanto pare, il governo britannico ha depenalizzato il reato di pirateria audiovisiva, dunque relativa a videogame, musica e film, in seguito a una discussione che ha evidenziato come le punizioni previste fossero inefficaci.

A partire dal 2015, dunque, le persone che effettueranno intense operazioni di file-sharing online riceveranno quattro lettere di avvertimento in cui verrà loro comunicato che le azioni che stanno compiendo sono illegali. Tuttavia, nel caso in cui tali lettere vengano ignorate, non ci saranno ulteriori azioni da parte delle forze dell'ordine.

Il nuovo protocollo, denominato Voluntary Copyright Alert Programme (VCAP) è il risultato di anni di discussioni fra i provider internet, i politici britannici e le industrie del settore colpite dal fenomeno della pirateria. I provider più importanti del Regno Unito hanno già firmato tale accordo, mentre quelli più piccoli sono in procinto di farlo. Le sanzioni precedenti per la pirateria audiovisiva, come ben noto, prevedevano finanche la creazione di un database con i nomi dei file-sharer e il ban rispetto a ogni servizio internet.

Fonte: VG247.com