Gore Verbinski è tornato a parlare del film di BioShock e della sua cancellazione  12

Il rating e costi di produzione eccessivi sono state le principali ragioni che hanno indotto Universal a cancellare il progetto

NOTIZIA di Davide Spotti —   17/02/2017

Nel corso di un Reddit AMA, il regista Gore Verbinski ha risposto ad alcune domande degli utenti sulla sua nuova pellicola, intitolata La Cura del Benessere. Nel corso dell'intervento c'è però stato spazio anche per alcune considerazioni sui precedenti progetti e in particolare sulla trasposizione cinematografica di BioShock, che nel 2009 sembrava prossima ad entrare in produzione, prima di essere definitivamente cancellata.

"Quando il progetto venne pubblicizzato, mancavano otto settimane all'inizio delle riprese. Era un film dal rating maturo. Volevo che rimanesse tale, ritenevo che sarebbe stato appropriato, e si trattava di un film costoso. Stavamo creando un mondo imponente, senza la possibilità di muoverci in alcune location per girare. Ne La Cura della Bellezza abbiamo potuto sfruttare vari luoghi per creare le ambientazioni. BioShock non avrebbe potuto funzionare in quel modo, sarebbe stato necessario costruire un intero mondo sommerso. Credo quindi che la cancellazione sia stata dovuta alla combinazione di costi e rating, Universal non si sentiva sicura". Verbinski ha aggiunto che oggi i film dal rating maturo sono recepiti con maggior interesse rispetto a qualche anno fa, pertanto un eventuale adattamento di BioShock avrebbe qualche possibilità in più.