La versione di Star Wars: Battlefront II provata dai recensori aveva i prezzi per sbloccare gli eroi più bassi di quelli per il pubblico, ma non le copie review  98

Non accennano a diminuire le polemiche sulle microtransazioni di Star Wars: Battlefront II

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —  9 giorni fa

Il caso microtransazioni di Star Wars Battlefront II sta letteralmente esplodendo (poi vedremo se avrà qualche effetto sulle vendite... di solito i videogiocatori fanno tanto casino e poi con grande lungimiranza comprano lo stesso), tra polemiche cui Electronic Arts ha provato a mettere una pezza, e minacce di morte ricevute da un community manager del publisher. Ora la faccenda si è arricchita di un nuovo dettaglio che rischia di far scoppiare altre polemiche.

Come saprete, uno dei nodi più contestati del titolo è il prezzo da pagare per sbloccare eroi di rilievo come Darth Vader, prezzo che a quanto pare era molto più basso nelle copie provate dai recensori. Quanto più basso? Tanto, visto che per sbloccare un eroe l'utente medio dovrà accumulare dai 20.000 ai 60.000 crediti di gioco, mentre a quanto viene raccontato nelle copie review il prezzo era soltanto di 10.000 crediti di gioco per gli eroi più preziosi, ossia ben sei volte inferiore a quello massimo.

L'accusa a questo punto è scattata automaticamente: le recensioni non possono riflettere adeguatamente la questione grinding, per il diverso trattamento ricevuto dai recensori, di loro inconsapevoli delle differenze dei prezzi.

Di nostro cercheremo di chiarire l'intera faccenda in fase di recensione.