Ottimo avvio per Xbox One X nel regno unito: il messaggio di Microsoft ha fatto presa?  41

Siamo ancora agli inizi, ma l'avvio di Xbox One X sul mercato sembra promettente

NOTIZIA di Giorgio Melani   —  9 giorni fa

È ovviamente ancora presto per metterci a fare previsioni sull'andamento di Xbox One X sul mercato, ma i primi risultati di vendita provenienti dal mercato del Regno Unito, diffusi oggi dall'ente Chart Track, dimostrano sicuramente un ottimo avvio per la nuova console Microsoft. La macchina ha venduto 80.000 unità sul mercato britannico nella prima settimana di vendita, a dire il vero nei primi cinque giorni di presenza nei negozi, dunque un avvio particolarmente positivo soprattutto se confrontato con i concorrenti più vicini. Si tratta della stessa quantità di console piazzate da Nintendo con Switch e soprattutto più di quanto fatto registrare da PlayStation 4 Pro, ovvero il corrispettivo Sony dell'operazione di revisione ed evoluzione operato da Microsoft con Xbox One X.

Ovviamente ci troviamo a parlare solo di una singola regione in attesa di ulteriori dati, ma qualche considerazione possiamo già farla: il risultato si dimostra particolarmente positivo se si pensa al fatto che il lancio non sia stato spinto in maniera particolarmente potente in un mercato come quello britannico, che pare saldamente in mano a Sony a questo punto, tanto da aver sorpreso anche gran parte degli analisti. Anche il gruppo americano NPD ha deciso di innalzare le proiezioni di vendita di Xbox One X sul mercato nord americano, a dimostrazione del fatto che la visione di Microsoft sulla nuova console potenziata non era proprio distante dalle richieste del pubblico. L'idea del "mostro" di potenza, insomma, pare essere stata recepita in maniera positiva dagli utenti, e nonostante Microsoft stessa continui a considerare la nuova console come un prodotto più di nicchia, destinato solo a una fascia di utenti più portati ai dispositivi high end, è possibile che vi siano in verità più persone del previsto volenterose di spendere i 500 euro richiesti per avere la "console più potente del mondo" in casa.


C'è infatti da tenere conto soprattutto del prezzo: se una console che rappresenta "semplicemente" un'evoluzione di una già presente da anni sul mercato, dunque senza una vera e propria lineup di lancio esclusiva a supporto, è riuscita a fare numeri paragonabili a Switch e superiore a quelli della super-potenza di Sony, il tutto a un prezzo considerato assolutamente alto e fuori mercato da molti analisti, allora vuol dire che potrebbero esserci davvero delle buone prospettive per Xbox One X. D'altra parte, bisogna anche prendere in considerazione altri fattori che potrebbero contestualizzare il risultato: Più di metà delle unità vendute al lancio facevano parte della particolare Project Scorpio Edition, dunque è chiaro che buona parte della spinta iniziale è dovuta probabilmente agli affezionati e ai collezionisti in cerca della versione speciale a tiratura limitata, per questo si tratterà di vedere i dati della prossima settimana, dove probabilmente sarà l'edizione standard a coprire la maggior parte delle unità, per avere un quadro più completo.

Inoltre, Switch in particolare si trovava in una situazione di minore quantità di scorte disponibili al lancio, dunque il paragone con quest'ultima potrebbe essere inappropriato. In ogni caso, rispetto alle aspettative di molti anche il sold out registrato sulle scorte in pre-order dimostrava un trend che si potrebbe definire sorprendente, e non è per nulla escluso, a questo punto, che Xbox One X possa fare decisamente meglio di quanto gli analisti preventivavano, rimettendo Microsoft in una posizione interessante per la lotta al mercato videoludico, sebbene il gap da colmare con la concorrenza sia decisamente impegnativo. Quello che risulta interessante, in ogni caso, è che pare esserci comunque una gran voglia di potenza bruta diffusa per il pubblico, e tutto questo non può che far bene alla produzione videoludica per il prossimo periodo della famiglia Xbox.