Cyberpunk 2077, The Last of Us 2, Metroid e le novità Microsoft: sarà un E3 memorabile?  94

In base a quanto emerso finora, l'E3 2018 potrebbe essere uno dei migliori di questi anni

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   07/02/2018

Conferme vere e proprie ce ne sono ben poche, ma gli annunci, gli indizi e le voci di corridoio sembrano convergere quantomeno su un punto: l'E3 2018 sembra destinato ad essere un evento davvero memorabile. L'ultima notizia in questo senso, in ordine di tempo, è giunta qualche ora fa con la conferma della presenza di CD Projekt RED alla fiera di Los Angeles, e non è una cosa da poco. È vero che questo non deve corrispondere necessariamente alla presentazione di qualcosa di nuovo, ma considerando l'investimento da fare per essere presenti in forma ufficiale e il fatto che non siano previsti altri titoli per il prossimo periodo, la deduzione più naturale è ovviamente che Cyberpunk 2077 possa essere presentato nel corso dell'E3.


Già questo sarebbe un tassello fondamentale per considerare la fiera di questa estate come uno degli eventi più interessanti del 2018 e non solo, visto che titoli di questo calibro non vengono presentati proprio tutti gli anni, ma ci sono anche altri elementi che contribuiscono a far salire l'hype per l'E3 2018, per il quale le prevendite dei biglietti saranno aperte dal 12 febbraio, con prezzi a partire da 50 dollari. Facendo un rapido riepilogo di quanto emerso finora sulle presenze alla fiera, tra voci di corridoio e informazioni confermate, vediamo come l'E3 di quest'anno possa essere interessante su tutti i fronti tra Sony, Nintendo, Microsoft e produzioni per PC. Una delle poche certezze sembra essere la presenza di The Last of Us: Parte II, confermata qualche tempo fa nel corso di un panel dedicato al gioco all'interno della PlayStation Experience, durante il quale è stato presentato anche il cast dei personaggi.


Già questo potrebbe bastare a soddisfare i fan di PlayStation, ma visto l'andamento delle ultime conferenze Sony è probabile che diverse altre cose interessanti siano destinate a emergere nel corso dell'evento. Death Stranding, per rimanere sui titoli annunciati per PlayStation 4, avrà probabilmente il suo spazio nel corso dell'E3 e qualche voce di corridoio parla anche della possibile presentazione di Devil May Cry V, che dopo aver deluso gli appassionati non presentandosi alla PlayStation Experience potrebbe trovare nella fiera americana l'occasione giusta per farsi avanti (sempre che esista veramente). Per il resto, anche il misterioso nuovo titolo di From Software, che si è fatto intravedere ai Game Awards, potrebbe essere mostrato a giugno, e lo inseriamo tra i possibili titoli all'interno della conferenza Sony sebbene non ci siano informazioni su eventuali rapporti d'esclusiva.


Sul fronte Nintendo non c'è che l'imbarazzo della scelta: la casa di Kyoto, come da tradizione, riesce bene a mantenere uno stretto riserbo sugli argomenti delle sue presentazioni ma i tempi sono ormai maturi per vedere qualcosa di Metroid 4 e forse anche del nuovo RPG di Pokémon per Switch, considerando che quest'ultimo potrebbe arrivare addirittura nel corso del 2018, così come Bayonetta 3. Certa invece, a questo punto, la presenza di Yoshi e Fire Emblem, visto che entrambi sono attesi nel corso dell'anno, ma considerando l'andamento di Switch nell'anno appena concluso possiamo aspettarci davvero di tutto da parte di Nintendo.


Molto discreta sembra essere Microsoft di questi tempi: vari titoli sono in uscita prima dell'E3, dunque possono essere depennati aprendo spazi per ulteriori titoli da presentare, considerando inoltre che la compagnia ha in mente alcuni "cambiamenti positivi" per la conferenza. Uno dei giochi da presentare potrebbe essere il misterioso nuovo action RPG a mondo aperto da parte di Playground di cui si parla da un po' di tempo, mentre fra le ipotesi più fantasiose potrebbe esserci il chiacchierato ritorno di Fable sulle scene e forse qualche spiraglio su Halo 6. Tra le altre compagnie che si sono un po' sbilanciate, Square Enix ha riferito di avere dei grossi annunci da fare in questa prima parte del 2018 fino all'E3. In definitiva, c'è veramente da non prendere alcun impegno dal 12 al 14 giugno 2018, perché la vita sociale sarà praticamente azzerata nei giorni dell'E3 2018.