Non ci saranno DLC a pagamento né Season Pass per Sea of Thieves  39

Pirati democratici con Sea of Thieves

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   14/02/2018

Tra i vari elementi emersi nelle scorse ore su Sea of Thieves, come la decisione di utilizzare micro-transazioni non invasive ed evitare le casse premio, c'è anche la particolare visione di Rare sulle espansioni al gioco.

Sea of Thieves non avrà DLC a pagamento né dunque un Season Pass: l'idea fondamentale è quella di mantenere una compattezza generale nell'esperienza di gioco per tutti gli utenti, cosa che non sarebbe possibile introducendo dei contenuti aggiuntivi a pagamento e dunque facoltativi. Di fatto, tutti i pirati di Sea of Thieves condivideranno lo stesso mondo creato da Rare, a cui verranno periodicamente aggiunti elementi e applicate variazioni ma sempre gratuitamente, in modo da poter essere fruiti liberamente da tutti.

La visione "democratica" di Sea of Thieves, vista dunque anche nell'assenza di casse premio e di micro-transazioni che influiscano sull'andamento del gameplay, si riflette dunque anche nella decisione di mantenere il medesimo mondo liberamente accessibile a tutti. Le aggiunte ci saranno e probabilmente anche frequenti, ma tutto il supporto sarà effettuato gratuitamente da Rare. Di recente è emerso anche che l'endgame del gioco sarà piuttosto ricco di elementi.